Recensione la duchessa regia di Saul Dibb Gran Bretagna 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione la duchessa (2008)

Voto Visitatori:   6,38 / 10 (52 voti)6,38Grafico
Migliori costumi
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Migliori costumi
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film LA DUCHESSA

Immagine tratta dal film LA DUCHESSA

Immagine tratta dal film LA DUCHESSA

Immagine tratta dal film LA DUCHESSA

Immagine tratta dal film LA DUCHESSA

Immagine tratta dal film LA DUCHESSA
 

La bieca operazione di marketing che nei teaser trailer ricordava a tutti che Georgiana Spencer, protagonista del film "La Duchessa", Ŕ un'antenata della povera Lady Diana Spencer e che come lei ebbe una breve e infelice vita che affront˛ con coraggio, getta una sinistra luce sui reali scopi di questo mediocre film di Saul Dibb.

Il film si apre su uno degli ultimi lieti momenti di G., al secolo Georgiana Spencer (Keira Knightley), prima del suo matrimonio, combinato, alla fine del diciottesimo secolo, con il Duca del Devonshire (Ralph Fiennes). Il Duca, in lÓ con gli anni, esige un erede maschio, che Georgiana, sfortunatamente, non sembra in grado di dargli. Il sogno romantico di Georgiana si spezza molto presto, tra domestiche seminude che escono dalla stanza del Duca e un doloroso gelo da parte del coniuge che sbocca presto in un malcelato risentimento per la mancata ottemperanza all'unico dovere alla quale G. era stata chiamata.
Parallelamente, il fascino e la personalitÓ di Georgiana cominciano a diventare il punto di riferimento per l'alta societÓ inglese, stregata dalla Duchessa triste. Georgiana detta legge in fatto di moda e di gusto, non rinunciando ad un attivo interesse nella vita politica della nazione.
L'unica amica che Georgiana trova, Lady Elizabeth Foster (Hayley Atwell), attira le attenzioni del Duca per la sua capacitÓ di sfornare figli maschi, mentre Georgiana ritrova in Charles Gray (Dominic Cooper), aspirante Primo Ministro, l'amore giovanile e la passione che le sembravano definitivamente negate. Ma i tempi non sono maturi per una donna che vuole seguire il proprio cuore a discapito dell'etichetta e della morale vigente, ed nel destino della Duchessa non sembra esserci posto per la felicitÓ.

Anche i ricchi piangono. Difficile pensare che davvero oggi si possa ancora far passare attraverso un film un messaggio di questo genere, una metafora sulla condizione della donna nella societÓ contemporanea divisa tra il ruolo sociale, quello di madre e quello di moglie, ancora imbrigliata in un sistema di valori che la vede relagata inposizione subordinata a quella dell'uomo. Ci sono decine di altre pellicole, o libri, che affrontano l'argomento senza dover tornare al diciottesimo secolo e senza dover prendere a prestito la vita di una Duchessa, che per quanto triste e sventurata, se la passava certamente meglio di quasi tutta la sua nazione, famiglia reale esclusa, forse.
Un vuoto esercizio di stile destinato a ricevere premi e complimenti per il lavoro sulla fotografia e sui costumi, questo Ŕ La Duchessa. ╚ difficile per˛ rallegrarsi della cura nei dettagli se il film non ha anima e non ha corpo.

Purtroppo la sensazione disturbante che il gancio della parentela tra Lady G. e Lady D. sia l'unica molla che ha spinto i realizzatori e che spingerÓ molti degli spettatori a vedere "La Duchessa" rimane per tutto l'arco del film ed anche dopo la visione, dato che una Keira monoespressiva e sottotono non riesce a dare vita ad un personaggio tutto sommato atipico e interessante, mentre Dominic Cooper e Hayley Atwell risultano pi¨ incisivi, forse aiutati dai rispettivi ruoli, che sono certamente i pi¨ interessanti. A Ralph Fiennes basta una sola espressione glaciale per tratteggiare un Duca odioso, eppure umano, calato nei suoi tempi e incapace per questo di rendere felice G.
Il punto Ŕ che nel settecento la felicitÓ non era nÚ un presupposto nÚ un traguardo per un matrimonio, almeno tra nobili, e lo stesso vale per l'amore, pertanto la vita di Georgiana almeno sotto quest'aspetto non Ŕ di particolare rilevanza, soprattutto considerando che Lady Cavendish Duchessa del Devonshire si distinse tra le sue pari per altri motivi, che per˛ vengono utilizzati nel film solo come contraltare per le ingiustizie patite nella vita privata.

Saul Dibb costruisce un freddo e scontato ritratto, l'ennesimo polpettone in costume di cui non si sentiva la necessitÓ, pronto per essere trasmesso a ripetizione in televisione di lunedý sera.
Spiace stroncare senza mezzi termini un prodotto almeno tecnicamente valido, ma oggi Ŕ lecito chiedere e ricevere ben altro dal cinema, persino dal cinema che vuole emozionare facilmente o raccontare biografie anacronistiche di nobildonne infelici.

Commenta la recensione di LA DUCHESSA sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 29/01/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcharlie's angels (2019)criminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofamosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacygli anni piu' belligretel e hanselgreyhound: il nemico invisibileil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil re di staten islandil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verrÓl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinomorbiusnel nome della terranon si scherza col fuocoonward - oltre la magiaoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
star lightstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutantsthe old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusun lungo viaggio nella notteuna intima convinzionevivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1007087 commenti su 43880 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net