Recensione intervista col vampiro regia di Neil Jordan USA 1994
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione intervista col vampiro (1994)

Voto Visitatori:   7,45 / 10 (195 voti)7,45Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film INTERVISTA COL VAMPIRO

Immagine tratta dal film INTERVISTA COL VAMPIRO

Immagine tratta dal film INTERVISTA COL VAMPIRO

Immagine tratta dal film INTERVISTA COL VAMPIRO

Immagine tratta dal film INTERVISTA COL VAMPIRO

Immagine tratta dal film INTERVISTA COL VAMPIRO
 

"Avevo venticinque anni quando divenni un vampiro, era il 1791".

Come vi comportereste se qualcuno cominciasse a raccontare così la storia della propria vita?
A parlare è un ragazzo, folta capigliatura nera ed abbigliamento impeccabile. Eppure afferma di essere un vampiro, un non-morto, un essere leggendario con più di duecento anni. Cosa fareste voi di fronte ad un individuo del genere? La cosa meno sensata sarebbe forse intervistarlo. Eppure è proprio questo che succede in "Intervista col Vampiro", film di Neil Jordan del 1994.

La trama è presto detta: il vampiro Louis (interpretato da Brad Pitt) decide di raccontare in un'intervista ad un giornalista (Christian Slater) la propria vita di non-morto, dalle origini in Louisiana, quando fu trasformato dallo spregiudicato Lestat (Tom Cruise), al suo incontro con la piccola Claudia, la bambina-vampira; dal viaggio assieme a lei in Europa, dove incontrerà Armand (Antonio Banderas), potente vampiro di Parigi, fino al suo ritorno a New Orleans, sua città natale.

Film complesso e barocco, "Intervista col Vampiro" seduce attraverso una formula in bilico tra drammatico e noir e, soprattutto, riesce in quello che sembrerebbe essere il suo principale obiettivo: far rivivere il mito del vampiro, tanto abusato in passato da cinema e letteratura, sotto una nuova luce, a tratti più umana, privandolo dei molteplici stereotipi che ne avevano logorato la figura.
Insomma, una perla del cinema horror contemporaneo, un prodotto assolutamente originale seppur tratto (come tanti film di genere) da un romanzo, "Intervista col Vampiro", dell'americana Anne Rice, pubblicato nel 1976.

E' piuttosto noto quanto sia difficile trarre da un buon racconto un film altrettanto buono (salta subito in mente il "Dracula" di Bram Stoker, riedito da ultimo da Francis Ford Coppola nel 1992) e quanto sia difficile concentrare in una manciata di minuti le molte pagine di un libro.
Proprio per questo sono tante, nel passaggio da carta a pellicola, le omissioni che, senza nulla togliere al senso dell'opera, ne alleggeriscono il peso da avvenimenti non cruciali o per lo più di sfondo. Un'operazione dovuta e accettata, questa, dalla stessa Anne Rice, tra l'altro sceneggiatrice del lungometraggio di Jordan. Meno accettabili però sono apparse alcune scelte, in special modo quelle pertinenti agli attori. A parte Brad Pitt, capace di trasmettere tutta la filosofia e il fascino del vampiro Louis, non particolarmente azzeccata appare la scelta di Tom Cruise per il ruolo di Lestat (l'attore non era stato voluto dalla scrittrice, cosa che ha causando non pochi problemi alla produzione) che qui appare privo dello spessore, seppur negativo, di cui era stato dotato nelle pagine del romanzo; così come quella di Banderas per l'interpretazione di Armand (il personaggio letterario, in realtà non più grande di un ragazzino di diciassette anni, mal si adatta al fisico e all'età dell'attore).
A parte questo, il passaggio da libro a film è risultata un'operazione particolarmente riuscita.
I vampiri di questa pellicola, unici protagonisti, sono personaggi romantici e altezzosi, goduriosi e terribili, più nella loro umanità che per la loro origine oscura.
Ma sono poi così diversi dagli umani di cui si cibano? Molte sono le somiglianze con grandi scrittori e poeti di epoche passate, ed un Byron, uno Shelley o un Wilde non sarebbero riusciti ad essere meno terribili, poetici e disperati di questi mostri affascinanti e dannati, abitanti di case abbandonate e frequentatori di bar, cinema e teatri, così diversi dagli stilosi vampiri di "Underworld" o dai famelici e sanguinari predatori di "Trenta Giorni di Buio".

Un prodotto datato, insomma, ma non per questo meno interessante, grazie anche all'elegante fotografia di Philippe Rousselot ("Big Fish", "Constantine", "La Fabbrica di Cioccolato"), le cupe scenografie dei nostri Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (novelli vincitori dell'Oscar per "Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street") e le musiche originali di Elliot Goldenthal.

Il personaggio del vampiro Lestat ricomparirà al cinema nel film "La regina dei Dannati", di Michael Rymer.

Commenta la recensione di INTERVISTA COL VAMPIRO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Zero00 - aggiornata al 31/03/2008

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004839 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net