Recensione il segno di venere regia di Dino Risi Italia 1955
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione il segno di venere (1955)

Voto Visitatori:   7,11 / 10 (14 voti)7,11Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film IL SEGNO DI VENERE

Immagine tratta dal film IL SEGNO DI VENERE

Immagine tratta dal film IL SEGNO DI VENERE

Immagine tratta dal film IL SEGNO DI VENERE

Immagine tratta dal film IL SEGNO DI VENERE
 

Film del 1955 diretto da Dino Risi, "Il segno di Venere" si avvale di uno stuolo di attori e caratteristi di prim'ordine, impegnati a dar vita a dei personaggi che li caratterizzeranno per buona parte della loro restante carriera: ecco quindi la bruttina stagionata a cui dÓ vita Franca Valeri, coprotagonista insieme a Sofia Loren (la bellona provocante corteggiata e molestata da uomini di ogni etÓ), il cialtrone parolaio di mezz'etÓ (Vittorio De Sica), il furfantello mammone (Alberto Sordi) e la zitella bisbetica (Tina Pica).

Il cinema anni Cinquanta si apre alle donne, qui protagoniste assolute con i loro sogni e le loro amarezze. Risi si sofferma sulla vita minima di due cugine legate tra loro e al contempo molto diverse: Cesira (F. Valeri) sogna il matrimonio e vede il principe azzurro in ogni uomo che avvicina, sua cugina (Sofia Loren) vorrebbe l'indipendenza economica ma deve scontrarsi con il fardello della sua bellezza, pesante incomodo in un'Italia ancora dominata dai pregiudizi e dal gallismo. Accanto a loro degli uomini deboli dominatori per le leggi ancora restrittive della societÓ dell'epoca ma giÓ disorientati di fronte alla determinazione delle loro compagne.
Si guarda alle donne che lavorano all'epoca: generalmente ragazze in etÓ da marito pronte a lasciare dopo il matrimonio o ex ragazze ormai in lÓ negli anni che possono contare solo sull'occupazione per guadagnarsi da vivere.

Il film, pur leggero, Ŕ velato di malinconia: tutti i protagonisti cercano qualcosa e devono arrendersi di fronte a quello che l'esistenza gli offre effettivamente. Cesira, nella sua disperata ricerca si ritrova involontaria pronuba di sua cugina e si rassegna al destino di "zitella"; l'aitante vigile del fuoco (Raf Vallone) dopo attimi di passione "perde la sua libertÓ" a causa di una inaspettata paternitÓ; il fotografo Peppino De Filippo, corteggiatore per noia della Valeri, torna alla monotonia quotidiana resosi conto dell'inutilitÓ di un matrimonio per solitudine; l'intellettuale in bolletta De Sica sceglie la rassicurante coetanea abbiente alle sue poesie poco retribuite e pochissimo comprese.

Ancora una volta la commedia mostra gli svariati aspetti della vita: i personaggi del film sono uomini e donne comuni che non vivono grandi tragedie ma lasciano ugualmente col groppo alla gola. Anche se a suo modo il regista prepara un lieto fine: le nozze sia pur "riparatrici" tra Loren e Vallone e il nascente romanzetto tra De Sica e la matura coinquilina di Cesira, il soffermarsi della camera sulla grigia mattina invernale e sull'autobus stracolmo di varia umanitÓ che dalla periferia porta al lavoro, le giovani donne vestite tutte uguali che corrono per non perdere il mezzo, lasciano con l'amaro in bocca.
La vita Ŕ scandita da momenti sempre uguali: andare al lavoro, pranzare, cenare; i sogni finiscono all'alba ed occorre affrontare la giornata.

Nonostante sia una pellicola minore se paragonata al pi¨ scoppiettante "Poveri ma belli", uscito con la regia di Risi l'anno successivo, "Il segno di Venere" dipinge la piccola borghesia sgomitante che vorrebbe farsi strada nella vita, un ritratto interessante per chi vuole conoscere il passato prossimo del nostro Paese e per chi vuole godersi delle valide prove attoriali, vista la penuria di buona recitazione nella cinematografia contemporanea.

Commenta la recensione di IL SEGNO DI VENERE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 09/09/2008

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051502 commenti su 50768 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net