Recensione il cosmo sul como' regia di Marcello Cesena Italia 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione il cosmo sul como' (2008)

Voto Visitatori:   4,80 / 10 (254 voti)4,80Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film IL COSMO SUL COMO'

Immagine tratta dal film IL COSMO SUL COMO'

Immagine tratta dal film IL COSMO SUL COMO'

Immagine tratta dal film IL COSMO SUL COMO'

Immagine tratta dal film IL COSMO SUL COMO'

Immagine tratta dal film IL COSMO SUL COMO'
 

Tra i comici televisivi degli ultimi anni, Aldo Giovanni e Giacomo sono stati gli unici a capire che il cinema ha un ritmo ed un linguaggio diverso dal teatro e dalla tv e sono riusciti a fare dei veri film, più o meno riusciti, ma da veri amanti e professionisti del cinema (si sprecano nei loro film le citazioni e gli omaggi) sempre con rispetto per se stessi e per gli spettatori.

"Il cosmo sul comò" è un film di quattro episodi più uno che fa da contenitore: nel primo corto, "Milano Beach", le famiglie di tre amici preparano la partenza per le vacanze estive con esiti alterni e inaspettati; nel secondo, "L'autobus del peccato", un prete deve gestire la varia umanità dei suoi parrocchiani e del suo meschino sagrestano; nel terzo corto, "Falsi prigionieri", in una sala colma di ritratti, i personaggi dei quadri prendono vita e tentano di fuggire la loro prigione in cornice; nell'ultimo corto, "Temperatura basale", una coppia le prova tutte per concepire un figlio che non vuole arrivare. A fare da cornice, il maestro Tsu-Nam e i suoi indisciplinati allievi cercano l'illuminazione nel lontano oriente.

"Il cosmo sul comò", va detto, ha molti difetti, e risulta nel complesso inferiore almeno ai primi tre film del trio, ma non manca di inventiva e coraggio. I vari corti non sono tutti dello stesso livello, ma soprattutto la storia "contenitore" dei monaci zen è abbastanza inutile all'economia del film e fuori luogo, con gag già viste sotto altre forme in lavori precedenti. Prendendo separatamente i quattro corti reali, invece, per ognuno va fatto un discorso a parte.

Il primo, "Milano Beach" sembra un omaggio ai film degli anni sessanta ma soffre della poca interazione tra i tre, e fa ridere solo (ma parecchio) nella sequenza di Aldo con la macchina e la suocera. Giovanni che fa il padre pignolo all'inverosimile arriva circa trent'anni dopo il geniale Furio di Verdone, e quindi annoia un po'; Giacomino quasi non pervenuto.
Il secondo corto, "L'autobus del peccato", ha la trama più articolata, e Aldo, Giovanni&Giacomo si cimentano in caratterizzazioni meno scontate, con un curioso, interessante risultato: sembrano attori e non un trio comico. Si ride poco, ma non c'è male.
Il terzo corto, "Falsi prigionieri", è il più sperimentale dal punto di vista tecnico e di contenuto, ambientato in una sala piena di dipinti i cui personaggi si animano e tentano di sfuggire alle loro cornici e pose. Dall'iniziale citazione di "Harry Potter" in poi, quantomeno si apprezza la voglia di fare qualcosa di diverso e anche visivamente i risultati sono interessanti. Da sottolineare che la regia è di Marcello Cesena e si vede decisamente una mano esperta e creativa che valorizza gli scenari e le idee dei tre, mettendoci forse anche qualcosa in più che non guasta affatto.
Il quarto e ultimo corto, "Temperatura Basale", è il più "classico" in quanto ad ambientazioni, ruoli e atmosfere e, non a caso, il più riuscito, quello in cui comunque si ritrovano gli Aldo Giovanni e Giacomo che funzionano meglio tra loro e con il pubblico, riprendendo tanti dei marchi di fabbrica che li hanno resi popolari, dalla passione per l'Inter alla continua presa in gira ora dell'uno ora dell'altro da parte degli altri due. Meravigliosa come sempre Angela Finocchiaro, stavolta nel ruolo della dottoressa algida e antipatica che aiuta Giacomino e sua moglie (Sara D'Amario) a concepire un figlio. L'ultima scena con il cassonetto è inquietante, i tre invecchiando si sono un po' incattiviti e non è detto che sia un male.

Ultima cosa, il titolo. Un giochetto di parole un po' sciocco e fuori contesto; si poteva fare di meglio, anche perchè nel film tutto sembra tranne che "il cosmo" sia a portata di mano.
Insomma, non tutto è perduto, cartucce da sparare ce ne sono ancora, anche se i livelli dei primi tre film ormai sembrano inarrivabili; peccato, perchè sembrava di aver trovato qualche comico in grado di reggere al cinema per molto tempo, come il primo Verdone, ad esempio. In mancanza di altro, comunque, ci si può accontentare, eccome.

Commenta la recensione di IL COSMO SUL COMO' sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 27/01/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006130 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net