Recensione il bandito della casbah regia di Julien Duvivier Francia 1937
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione il bandito della casbah (1937)

Voto Visitatori:   8,38 / 10 (4 voti)8,38Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film IL BANDITO DELLA CASBAH

Immagine tratta dal film IL BANDITO DELLA CASBAH

Immagine tratta dal film IL BANDITO DELLA CASBAH

Immagine tratta dal film IL BANDITO DELLA CASBAH

Immagine tratta dal film IL BANDITO DELLA CASBAH

Immagine tratta dal film IL BANDITO DELLA CASBAH
 

Il film di Julien Duvivier si inserisce perfettamente, per ispirazione e cronologia, nell'aria, per non dire nel movimento, del realismo poetico: sguardo cinematografico francese, che si ritiene abbia avuto il suo culmine storico tra il 1935 e il 1939, quando a fare cinema erano impegnati, per questa via, oltre Duvivier, autori come Jean Renoir e Marcel Carnè. Brividi caldi, volti disincantati, condanna sentimentale, brume umide sono le componenti delle tragiche vite dipinte dal realismo poetico; vite umili, stravolte dalla sfiducia nei confronti degli esseri umani, vite autolesionistiche per le quali non sembra esserci alcun raggio di sole, anzi segnate sempre più dall'affogamento fatale nell'istante della speranza. E nel "Bandito", Jean Gabin disegna un altro uomo disilluso dagli eventi e rassegnato al suo destino, qualunque esso sia; criminale per forza di cose, deciso da una volontà che non è la sua.

Poesia sublime, il destino di Pèpè le Moko. Questi è un bandito francese che, per affari loschi commessi in Francia, si rifugia ad Algeri; ma non solo: si rifugia nella casbah della città, luogo inaccessibile e impenetrabile per la polizia locale, a causa dei suoi infiniti cunicoli ombrosi e dei suoi tetti comunicanti. Pèpè così conduce l'esistenza tranquilla del Ras grazie ad un sistema d'informazioni e di passaparola che precede ogni azione delle forze dell'ordine. A sconvolgere la sua vita monarchica, e apparentemente serena, basta un incontro decisivo, secondo la "logica" (e diremo perché non si può parlare di logica, in questo senso) del realismo poetico.

Pèpè è un uomo che ama: ama a modo suo l'ispettore Slimane (Lucas Gridoux), che gli dà amorevolmente la caccia, e ama a modo suo Pierrot (Gilbert Gil), il suo preferito tra gli scagnozzi: li ama di un amore eterosessuale, più solidale ed incantato dell'amicizia; un amore che sembra voler condividere una sofferenza solitaria altrimenti insopportabile. Tutti, nella casbah, vogliono la sua stima, perché quando lui stima, stima davvero, senza fronzoli, con tutto l'affetto possibile. Dietro la scorza criminale si agitano i turbamenti di un angelo sentimentale, uno sguardo amorevole e quasi universalmente solidale.
È il sentimento che sembra muovere tutta la dinamica del film. Se i ragionamenti, le tattiche, le mappe dei tetti, appartengono ad una dimensione prettamente sociale, fatta di ruoli, è anche vero che le decisioni più importanti, le storie e la memoria dei personaggi, si riservano un luogo d'azione che scavalca l'intelletto ed agisce per impulso, senza distinzioni di genere.
La sensibilità di Pèpè è fatale, ha occhi solo per certe cose, solo per certe donne: al di là del rango di Ras, che gli permette di avere anche "più di tremila donne in fila al suo funerale", Pèpè è un esiliato: ecco perché l'incontro con Gaby (Mireille Balin) sarà fatale: dietro i suoi gioielli, il suo profumo e i suoi occhi, si cela Parigi. Lei è il deus ex machina, anzi ex urbe, l'ennesimo incontro sbagliato. Lei cancella le tremila donne della fila al funerale, i vicoli sudici, la zingara Ines (Line Noro) che lo ama, i traffici illeciti, le fughe.

Si percepisce sullo schermo il grande tema dell'uomo che lotta contro forze destinali, che impugna la propria vita per poi perdere e perderla miseramente. In fondo, Pèpè, contro ogni logica, agendo d'impulso, quando esce dalla roccaforte, è già un fantasma. Il suo è un suicido che non termina con la morte, ma con l'intrappolamento: Pèpè non solo è morto, suicida effettivo, ma è morto ingabbiato, recluso: separato dalla donna che incarna ogni possibile orizzonte luminoso e dalla donna che lo ha amato fino a tradirlo, Ines. Pèpè muore con il volto tra le sbarre, angelo incompreso, creatura dannata, troppo delicato per quel mondo di banditi, al di fuori del quale si compie il disegno già da sempre intravisto e preannunciato. Pèpè può morire solo in quel modo perché solo quello è peggiore della morte stessa: la fine è davvero fine, come l'amore è davvero amore, senza mezzi termini, senza fronzoli.

Commenta la recensione di IL BANDITO DELLA CASBAH sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Gilles - aggiornata al 04/02/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051300 commenti su 50769 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net