Recensione gli intoccabili regia di Brian De Palma USA 1987
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione gli intoccabili (1987)

Voto Visitatori:   8,40 / 10 (321 voti)8,40Grafico
Voto Recensore:   9,00 / 10  9,00
Miglior attore non protagonista (Sean Connery)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior attore non protagonista (Sean Connery)
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film GLI INTOCCABILI

Immagine tratta dal film GLI INTOCCABILI

Immagine tratta dal film GLI INTOCCABILI

Immagine tratta dal film GLI INTOCCABILI

Immagine tratta dal film GLI INTOCCABILI

Immagine tratta dal film GLI INTOCCABILI
 

Chicago, 1930, anni del Proibizionismo. La capitale dell'Illinois Ŕ ormai diventata un "possedimento" di Al Capone, spietato mafioso che ha in mano il traffico illecito dell'alcool.
Una squadra di quattro poliziotti, composta dall'agente speciale del Tesoro Elliot Ness, dall'anziano ed esperto James Malone, dalla recluta George Stone (alias Giuseppe Petri) e dal ragioniere Oscar Wallace tenta di far crollare l'impero costruito dal boss del crimine.
La vicenda narrata nel film si Ŕ ispirata direttamente alla vera storia dell'agente federale Elliot Ness, il quale ha scritto un romanzo diventato poi il soggetto del film. Ad onor del vero bisogna comunque ricordare che il film appare forse un po' "romanzato", discostandosi dalla realtÓ. Molto curioso il fatto che, tra la vera squadra adoperante contro Capone, era perfino presente John Edgar Hoover (futuro presidente degli Stati Uniti d'America).

"The Untouchables - Gli intoccabili" Ŕ una pellicola diretta da Brian de Palma e anche una delle pi¨ rappresentative. Questo film Ŕ riuscito immediatamente a raccogliere sia i favori del grande pubblico, sia quelli di gran parte della critica. Un fatto simile che solitamente Ŕ alquanto raro, si pu˛ decodificare piuttosto facilmente: i primi lo apprezzano per l'incredibile capacitÓ che il direttore ha nel narrare la vicenda in questione e i secondi per la sua straordinaria tecnica registica.
Nonostante in alcuni suoi film De Palma dimostri che il suo tallone d'Achille Ŕ proprio una capacitÓ narrativa non eccelsa, ne "Gli intoccabili" si pu˛ affermare il contrario: la storia Ŕ raccontata con grande fervore, ha un ritmo davvero incalzante e presenta pi¨ di un colpo di scena. E questo, dopotutto, il grande pubblico lo apprezza sempre. Lo spettatore si immedesima totalmente nell'evoluzione della vicenda, appassionandosi e tifando per i suoi eroi.
La critica, dal canto suo, non pu˛ non ammettere la straordinaria abilitÓ tecnica di De Palma il quale, in questo film, da sfoggio di tutta la sua bravura. Il regista Ŕ indubbiamente uno dei pi¨ dotati cineasti degli ultimi vent'anni, nonchÚ uno dei pezzi pi¨ pregiati che l'attuale Hollywood possieda.

L'indiscussa classe di Brian, in questa pellicola, si materializza in pi¨ di una sequenza. La pi¨ famosa e acclamata Ŕ quella in cui la carrozzina di un bambino vola gi¨ per uno scalone alla stazione ferroviaria di Chicago. Il regista, oltre a rendere omaggio a una famosissima scena de "La corazzata Potemkin" (di Sergej EjzenÜtejn), ci regala pure un vero e proprio saggio di virtuosismo registico.
La tensione a la drammaticitÓ di questo passaggio sono assolutamente palpabili e, chi guarda il film, non pu˛ non immergersi nell'intensitÓ evocata dal regista. Quindi il direttore per accrescere ulteriormente il pathos di questa scena da sfoggio di tutta la propria tecnica anche grazie a un sapiente utilizzo del "rallenty" che conferisce al punto in questione una carica emozionale davvero consistente. Questa tecnica (tanto bistrattata da moltissimi registi hollywoodiani attuali) viene ormai impiegata soltanto per dar sfoggio di effetti speciali tanto belli, quanto inutili.
In "The Untouchables", invece, assume un ruolo davvero importante e non funzionale alla potenza visiva che solitamente moltissimi "blockbuster" vogliono trasmettere. Come giÓ sottolineato in precedenza essa diventa proprio strumento di forte impatto emotivo.

Un'altra sequenza che merita perlomeno una menzione Ŕ quella in cui Al Capone "spacca la testa" a un mafioso traditore. La scena presenta un dialogo introduttivo e, nel giro di pochissimi istanti, il ritmo ha un'impennata verso l'alto davvero notevole. Se prima di questa scena il mafioso italo-americano poteva quasi essere inquadrato come un criminale "cortese", dal passaggio in questione lo spettatore intuisce la vera natura di Capone, personaggio senza scrupoli e pronto a uccidere un traditore anche a sangue freddo.
La pellicola presenta comunque altri passaggi memorabili: come giÓ argomentato in precedenza il direttore statunitense riempie la sua opera di riprese soggettive, piani sequenza, montaggi alternati che contribuiscono a rendere la pellicola un vero e proprio gioiellino. In effetti, un altro momento incisivo corrisponde alla scena in cui un sicario entra in casa di Malone per ucciderlo. Questo passo, narrato quasi esclusivamente in soggettiva, Ŕ indubbiamente riuscito e, oltre ad essere esempio di straordinaria tecnica, riesce anche ad inchiodare lo spettatore alla poltrona. Va per˛ ricordato che parte della critica non apprezza De Palma e, soprattutto, i canoni di realizzazione dei suoi film.
In effetti i detrattori accusano al regista una concezione di cinema concentrata prettamente allo sfoggio di esercizi di stile ritenuti, a loro detta, spesso superflui ed evitabili. Chi scrive la recensione non si trova d'accordo con questa parte della critica in quanto pensa che, se un regista ha un bagaglio tecnico decisamente elevato, non deve nascondere la propria bravura.
In un cinema come quello di questi anni, in cui le case produttrici sempre pi¨ spesso giocano le proprie fortune sulla spettacolaritÓ degli effetti speciali (i quali lasciano sempre meno spazio alla tecnica di taluni registi), ben venga se qualche direttore riesce ancora a dar sfoggio del proprio stile!

Osservando le componenti tecniche dello staff si distinguono almeno due o tre grandi nomi. Il pi¨ importante Ŕ indubbiamente quello del nostro Ennio Morricone autore, ovviamente, della colonna sonora. In tal senso Ŕ d'obbligo ricordare che le musiche del compositore romano si integrano perfettamente nell'economia della pellicola, quasi dettando i tempi della stessa. Un po' come aveva giÓ fatto John Williams in "Guerre stellari", Morricone contribuisce alla caratterizzazione dei personaggi tramite dei motivi musicali che variano a seconda dei personaggi in scena: quando ci si trova di fronte al gruppo degli intoccabili il tema Ŕ appassionato e quasi commovente; all'arrivo di Capone, invece, Ŕ lento e (forse) un po' fiacco.
Comunque Ennio non Ŕ l'unico italiano che ha lavorato in questo film: gli abiti, infatti, sono curati da Giorgio Armani e contribuiscono a rendere verosimile la ricostruzione della Chicago degli anni '30. Come giÓ menzionato, il film Ŕ tratto dalle memorie di Elliot Ness (scritte assieme a Oscar Fraley) e vengono sceneggiate da David Mamet (autore anche di quella di "Il postino suona sempre due volte" e regista di diversi film, tra cui "Spartan").
La sceneggiatura di questo Ŕ decisamente ben scritta e non presenta nessuna difficoltÓ di interpretazione, nÚ tantomeno nessun "buco nero".
Anche da ricordare la presenza di Stephen H. Burum direttore di una splendida fotografia, il quale ha comunque conseguito un rapporto pluriennale con De Palma. Tra i film del loro connubio vanno ricordati "Omicidio a luci rosse" e "Carlito's way". Infine risulta obbligatorio accennare alle splendide scenografie, magnificamente riprodotte da William A. Elliott, il quale aveva giÓ lavorato con De Palma sempre in "Body Double". In tal senso va ricordato che la ricostruzione di Chicago Ŕ davvero riuscita e contribuisce anche a caricare il film di un'atmosfera quantomai azzeccata.

Analizzando il film sono visibili diversi aspetti che vanno perlomeno discussi.
La pellicola, non direttamente indicabile al genere noir, non Ŕ di facile collocazione: nonostante l'atmosfera del film sia compatibile con quella del genere riportato pi¨ sopra, "Gli intoccabili" non Ŕ accostabile alla filmografia nera. Infatti sotto questo aspetto la pellicola Ŕ priva di una peculiaritÓ fondamentale di questo genere, vale a dire la voce fuori campo.
Va quindi evidenziato che sebbene il film tratti di personaggi mafiosi, non Ŕ neanche direttamente catalogabile nello scenario di gangster-movie che si era venuto a creare negli anni successivi all'uscita de "Il Padrino" o di "C'era una volta in America", in cui venivano narrate le gesta di criminali e non di paladini della giustizia. In un certo senso De Palma attinge direttamente da quei vecchi film western, stile "Sentieri selvaggi", in cui la distinzione tra buoni e cattivi Ŕ chiara e distinta.
Infatti "The Untouchables" Ŕ radicalmente diverso da altri capolavori depalmiani come "Scarface". In questo secondo titolo, la distinzione tra Bene e Male non era contemplata: in effetti, nel film del 1983, erano presenti soltanto i cattivi. In questa pellicola, invece, la separazione Ŕ assolutamente chiara: gli intoccabili sono i "buoni", Al Capone e i suoi uomini sono i "cattivi".
De Palma Ŕ maestro nel trascinare il pubblico, il quale, fa il tifo per la squadra di Ness, gioendo per le sue vittorie e piangendo per le sconfitte. Proprio come giÓ riportato in precedenza, il film Ŕ una perfetta macchina di emozioni talvolta positive e altre volte negative, utili anche a far conseguire ai film di De Palma un importante successo di pubblico.

Ottima Ŕ anche la caratterizzazione dei personaggi decisamente accurata e mai superficiale. Elliott Ness, proprio come viene pi¨ volte descritto nei giornali, Ŕ una sorta di crociato. Egli Ŕ un esempio quasi pi¨ unico che raro di poliziotto onesto, non ancora corrotto dal potere dei soldi. Stesso discorso Ŕ attribuibile agli altri tre personaggi, anche se ognuno ha delle caratteristiche proprie: Malone, vecchio e astuto agente di pattuglia, Ŕ un personaggio che sa il fatto suo e sa come muoversi in un mondo ormai marcio; il giovane George Stone Ŕ determinato nel dimostrare che esistono anche italiani corretti e pronti a servire la legge; ed infine il ragioniere Wallace, parte integrante del quartetto, il quale si muoverÓ con tutte le sue forze per sconfiggere il mafioso.
Al Capone Ŕ l'esatto contrario: brutale, senza scrupoli, quasi mediocre. In questo senso la diversificazione tra le due classi non lascia punti interrogativi.
E, proprio come in "Scarface", anche gli ambienti in cui i personaggi si muovono, acquisiscono improvvisamente una connotazione ben pi¨ importante rispetto a una qualunque funzione di "addobbo": l'abitazione di Ness Ŕ sobria e semplice, ma Ŕ "scaldata" dall'amore di sua moglie e della sua bambina; gli appartamenti di Capone sono ridondanti, sfarzosi, ma privi d'anima. E infatti Ness viene dipinto come persona carica di valori importanti (l'amore, la giustizia, ecc.), mentre Capone come la faccia sporca di una medaglia sudicia.
Infine bisogna comunque sottolineare che una delle carte vincenti de "Gli intoccabili" sono gli attori, i quali conferiscono ai protagonisti un grande carisma: Kevin Costner nei panni di Ness Ŕ decisamente incisivo, mai ripetitivo e riesce perfettamente ad entrare nei panni del suo personaggio. Robert de Niro, pure lui in grandissimo spolvero, Ŕ a suo agio nel ruolo di mafioso (per˛ questa non Ŕ una novitÓ). Sean Connery, vincitore di un premio Oscar come miglior attore non protagonista, si conferma come uno dei pi¨ grandi attori inglesi di tutti i tempi. Molto convincenti anche Andy Garcia, futura star hollywoodiana e Charles Martin Smith nei panni di Oscar Wallace.

Da annotare che il soggetto di questo film era giÓ stato utilizzato per una nota serie televisiva andata in onda tra la fine degli anni '50 e gli inizi '60.

Commenta la recensione di GLI INTOCCABILI sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Harpo - aggiornata al 31/10/2006

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele18 regali
 NEW
19171968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astra
 NEW
adoration (2019)ailo - un'avventura tra i ghiacci
 NEW
andrej tarkovskij. il cinema come preghieraangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhiblack christmas
 NEW
boterobrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamenteche fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicity of crime
 NEW
color out of spacecountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadio e' donna e si chiama petrunyadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'arteescher - viaggio nell'infinito
 NEW
figli (2020)figli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orogood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigrazie a diohammamet
 NEW
herzog incontra gorbaciovhole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del cane
 NEW
il drago di romagnail giorno pi¨ bello del mondoil mio profilo miglioreil mistero henri pickil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il terzo omicidioil varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!jojo rabbit
 HOT R
jokerjumanji - the next level
 NEW
just charlie - diventa chi seila belle epoquela dea fortunala famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala ragazza d'autunnola scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marelast christmasle mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetleonardo. le operel'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor smetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottipaw patrol mighty pups - il film dei super cucciolipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the movieploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last bloodrichard jewellritratto della giovane in fiammeroger waters us + themrosa (2019)santa subitoscary stories to tell in the darkscherza con i fantischool of the damnedse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonshow me the picture: the story of jim marshallsolesono solo fantasmisorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkerstoria di un matrimoniostrange but truesulle ali dell'avventura
 NEW
tappo - cucciolo in un mare di guaiterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe farewell - una bugia buonathe gallows act iithe grudge (2020)the informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe lodgethe new popethe reporttolkien
 HOT
tolo tolotorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padre
 NEW
underwatervasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

997099 commenti su 42705 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net