Recensione diario di uno scandalo regia di Richard Eyre Gran Bretagna 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione diario di uno scandalo (2006)

Voto Visitatori:   6,82 / 10 (95 voti)6,82Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film DIARIO DI UNO SCANDALO

Immagine tratta dal film DIARIO DI UNO SCANDALO

Immagine tratta dal film DIARIO DI UNO SCANDALO

Immagine tratta dal film DIARIO DI UNO SCANDALO

Immagine tratta dal film DIARIO DI UNO SCANDALO
 

Uno dei film più controversi e audaci dell'anno è la produzione britannica Diario di uno scandalo, tratto dal romanzo What Was She Thinking: Notes on a Scandal, della scrittrice Zoe Heller, storia del complesso dramma di una professoressa che ha un legame con un suo allievo di 15 anni.

In modo maturo e solido, attraverso un disegno intelligente, il film racconta lo sviluppo non solo di questa relazione scandalosa, ma anche di altre che evidenziano le dimensioni della condizione umana, e lo fa con similitudini e senza eccessi grazie al talento del regista Richard Eyre. Come nel precedente Iris, i suoi personaggi sono esseri umani in carne ed ossa, con sentimenti, errori, debolezze, passioni e desideri, all'interno di una sceneggiatura vera ed effettiva che penetra nelle relazioni individuali senza convenzionalismi.

Il film colpisce nel segno, le storie sono a partita doppia poiché è il racconto di due complessi e intriganti rapporti: non soltanto quello della professoressa sposata Sheba con il suo giovanissimo allievo, ma anche quello tra lei e Barbara Covett, una vecchia insegnante la cui personalità è disegnata in modo complesso e profondo. Storia di due ossessioni, di due donne intrappolate dalle proprie passioni autodistruttive. Nessuna delle due donne ha il controllo delle proprie azioni, così come molte persone quando sono innamorate.

L'apice del racconto non si raggiunge soltanto con la descrizione della scandalosa relazione con la quale Sheba commette un delitto penale (il ragazzo è minorenne), ma anche con la descrizione di Barbara, una donna vecchia e solitaria che desidera stabilire legami possessivi con donne più giovani. Viene analizzata la sua personalità misteriosa, perversa, dominante e crudele, fragile quanto ossessiva. E' un messaggio psicologico carico di turbamento con la voce fuori campo come filo narrativo per mostrare, attraverso le citazioni del diario personale della vecchia professoressa, tutte le matrici di una personalità complessa che evoca il lato scuro dell'individuo.

Non si tratta di un assassino né di un maniaco schizofrenico, il cui comportamento sarebbe stato più prevedibile, ma di una persona raffinata e colta, che con spaventoso sangue freddo medita, analizza ed è cosciente delle conseguenze delle sue azioni, il che la rende più pericolosa. Proprio per questo la scena finale è penetrante poiché lascia immaginare allo spettatore le possibili tematiche che si possono aprire.

Opera di qualità e non convenzionale, trascendente e vigorosa che penetra nella mente dello spettatore che forse ha bisogno di una ventata di aria fresca contro l'ipocrisia del puritanesimo che invade il mondo; coesistono alienazione e assenze di relazioni, città che accolgono milioni di persone ma in cui tutti ricercano la compagnia e la presenza di qualcuno.
Il romanzo pubblicato nel 2001 trasmette questo sentimento universale di solitudine e ossessione, delle relazioni di amicizia tra gli uomini e dell'intossicazione da sesso, raccontato dal punto di vista di Barbara, disperatamente sola poiché non ha mai conosciuto l'amore, ma al tempo stesso incredibilmente spietata.

Judi Dench compie alla perfezione la sua complessa e difficile interpretazione con un personaggio che va dalla malvagità fino alla innocente vulnerabilità, percorrendo le emozioni del ricatto, del tradimento e della manipolazione, con un concetto di amore malato sia nel dare che nel ricevere. Allo stesso tempo Cate Blanchett regala un'ottima interpretazione di un essere vivo con tanti difetti ma carico di versatilità e intensità.

Un film inquietante che dimostra con precisione quanto l'amore e la passione possano essere fatali se alimentati dalla monotonia disperante di una vita solitaria di cui non si riesce a vedere la fine. La decisione sarà dello spettatore: stabilire se ci sono dei vincitori o solo dei perdenti, con l'amara considerazione che nessuno merita il perdono, dal momento che la crudeltà del carnefice è solo il riflesso della debolezza della vittima.

Commenta la recensione di DIARIO DI UNO SCANDALO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Gabriela - aggiornata al 14/03/2007

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004989 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net