Recensione cloud atlas regia di Tom Tykwer, Andy Wachowski, Lana Wachowski Germania, Hong Kong, Singapore, USA 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione cloud atlas (2012)

Voto Visitatori:   6,46 / 10 (177 voti)6,46Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film CLOUD ATLAS

Immagine tratta dal film CLOUD ATLAS

Immagine tratta dal film CLOUD ATLAS

Immagine tratta dal film CLOUD ATLAS

Immagine tratta dal film CLOUD ATLAS

Immagine tratta dal film CLOUD ATLAS
 

1849: il viaggio di affari di Adam Ewing (Jim Sturgess) si trasforma in un incubo quando contrae uno strano morbo, le cure del medico sembrano non avere effetto e, durante il viaggio di ritorno, sulla nave spunta un misterioso clandestino...

1936: Il diario di Adam Ewing finisce tra le mani di Robert Frobisher (Ben Whishaw), giovane compositore omosessuale, che intrattiene un rapporto epistolare con il suo amante, Rufus Sixmith (James D'Arcy), al quale racconta la genesi della sua composizione, il sestetto "Atlante delle Nuvole", e il suo desiderio di suicidarsi una volta completata l'opera.

1973: le lettere di Frobisher sono rinvenute dalla giornalista Luisa Rey (Halle Berry) nell'appartamento del dottor Sixsmith, ucciso poco prima che potesse consegnarle le prove di un complotto riguardante un impianto nucleare a rischio. Luisa dovrÓ scegliere quanto Ŕ disposta a sacrificare per far emergere la veritÓ...

2012: Timothy Cavendish (Jim Broadbent), editore dalle alterne fortune, Ŕ raggirato dal fratello e rinchiuso in una casa di riposo, dove architetta un audace piano di fuga. La storia di Luisa Rey Ŕ tra i manoscritti che sta vagliando per un'eventuale pubblicazione...

2144: in una futuribile Neo Seoul, Sonmi-451 (Doona Bae), replicante costruito per servire in un fast food, viene liberata dai ribelli in guerra guidati da Hae-Joo Chang (Jim Sturgess) ed utilizzata come simbolo della rivoluzione. Dopo essere stata catturata, Sonmi racconta a un archivista (James D'Arcy) ci˛ che ha imparato sul valore della vita e della libertÓ nel breve periodo in cui ha potuto avere la possibilitÓ di scegliere la propria strada, grazie anche alla visione del film ispirato alle memorie di Timothy Cavendish.

Lontano futuro: i Valligeri e i Prescienti si dividono ci˛ che resta della Terra dopo "la caduta": i primi vivono simili a uomini primitivi nelle foreste delle Hawaii, venerando la dea Sonmi e combattendo ogni giorno per la propria sopravvivenza contro le trib¨ di predatori cannibali, i secondi dispongono di una tecnologia avanzatissima, ma il livello di radiazioni nel loro organismo li sta uccidendo. Il Valligero Zachary (Tom Hanks) accetta riluttante di accompagnare la Presciente Meronym (Halle Berry) sulla cima del vulcano, dove ella spera di trovare il modo di contattare le colonie umane partite per lo spazio anni prima e chiedere loro aiuto prima che sia troppo tardi...

Raccontare sei storie, con sei registri molto diversi, ambientate in epoche diverse, usando gli stessi attori, comporre un affresco caleidoscopico per un messaggio molto affascinante, e tuttavia poco originale: che tutti siamo e saremo per sempre connessi, che la vita ci porrÓ sempre nelle condizioni di esercitare o subire un potere e le nostre scelte condizioneranno gli altri in modi impensabili. Per quante critiche si possano muovere a "Cloud Atlas", di certo non gli si pu˛ imputare la mancanza di coraggio.

L'adattamento del libro di David Mitchell poteva essere certamente realizzato in maniera pi¨ lineare (ad esempio senza riutilizzare gli attori da un segmento all'altro) ma sarebbe stato - appunto - un mero adattamento, probabilmente di quelli che lasciano sulla pagina le cose migliori. La versione di Tom Tykwer e dei fratelli Wachowski cerca un'altra prospettiva da dare allo spettatore, mischiando ulteriormente le carte, aggiungendo nuovi elementi e togliendo linearitÓ all'intreccio.
Il trio di registi rinuncia alla struttura simmetrica del romanzo per sfruttare il montaggio come mezzo per interconnettere i vari segmenti. Il risultato Ŕ una struttura meno comprensibile a prima vista, ma una maggior spettacolaritÓ. In certi momenti la scelta paga, in altri la frammentazione eccessiva danneggia il film.
Ogni storia fa parte - in qualche modo - del segmento temporalmente successivo (tramite un diario, un libro, una composizione, un film, un ologramma): le epoche diverse si parlano fra loro e nel finale si lascia intendere persino una circolaritÓ del tempo, un'ineluttabile ruota dell'esistenza che non si esaurisce mai. Il libero arbitrio stesso - cardine del pensiero alla base di "Cloud Atlas" - Ŕ messo in discussione, se si abbraccia quest'ottica.

"Cloud Atlas" Ŕ una lunga riflessione sulla vita e sulla natura umana, sul bene e sul male che possiamo scegliere di fare o di subire, che ereditiamo dal passato, che ispiriamo nel futuro. Ogni vicenda Ŕ incentrata su un rapporto di forza che minaccia la libertÓ di uno o pi¨ individui, con un personaggio centrale che compie un percorso di liberazione (fisica o intellettuale), che influenza in maniera diretta o indiretta la vicenda collocata successivamente dal punto di vista cronologico. Il tema dell'ascesa spirituale verso l'illuminazione Ŕ riflesso simbolicamente in molteplici ascensioni fisiche disseminate lungo i percorsi dei personaggi.

Essendo coinvolti i fratelli Wachowski, non si pu˛ sfuggire al confronto con "Matrix": innegabilmente, "Matrix" coniugava abilmente una sintesi pi¨ organica delle sue molte fonti con un apparato visivo innovativo e seminale. Rispetto a "Matrix", "Cloud Atlas" sembra per˛ un'opera pi¨ autentica, che resisterÓ forse meglio alla prova del tempo, e cui si possono pi¨ facilmente perdonare alcuni eccessi.

Difficile arrivare alla fine con le idee chiare: l'obiettivo Ŕ proprio quello di spingere lo spettatore a ragionare - se non altro - della struttura del film, oltre che del suo significato. Non c'Ŕ sintesi preconfezionata, nemmeno per lo spettatore pi¨ ottuso: una certa dose di frustrazione Ŕ necessaria e voluta dagli autori, che giocano con gli attori rimodellandone continuamente i lineamenti e riservando a ciascuno ruoli anche minimi in ogni segmento (alcuni talmente nascosti che si scopriranno solo nei titoli di coda).
E' un gioco divertente, ma forse fuorviante, cercare di collegare fra loro i vari personaggi di un singolo attore: se ad Hugo Weaving e Hugh Grant sono destinati sempre i personaggi che rappresentano violenza e falsitÓ (ma per i quali non viene suggerita alcuna continuitÓ spirituale), gli altri si alternano tra il personaggio cui spetta in ogni storia il percorso di ascesa ed illuminazione (il tatuaggio a forma di cometa indica il percorso di una stessa anima attraverso i secoli?) e i ruoli meno definiti e di varia importanza. Una sorta di anima collettiva si muove attraverso il tempo, e dalla semplice vicenda di Adam Ewing si arriva alla genesi di una divinitÓ, Sonmi, circa cinque secoli dopo. La ribellione di Adam Ewing alle politiche schiaviste, la sua personale ascesa verso un mondo fatto di libertÓ e uguaglianza ha influenzato in maniera indiretta il destino dell'umanitÓ.
Reincarnazione, karma, eterno ritorno, effetto farfalla: c'Ŕ di tutto, ma al contrario di "Matrix", in cui la giustapposizione di elementi filosofici, letterari e religiosi sembra un vacuo esercizio di stile, "Cloud Atlas" Ŕ un sentito inno alla solidarietÓ e al sacrificio personale. Porre il bene collettivo al di sopra di quello personale ("la nostra vita non ci appartiene" Ŕ il mantra di Sonmi): sarÓ curioso vedere come risponderanno gli americani a un messaggio che va contro i fondamenti dell'individualismo esasperato su cui sono basati molti dei loro collaudati modelli sociali. Va d'altra parte ricordato che "Cloud Atlas" Ŕ un film prodotto in Europa, e probabilmente punta a un mercato globale (anche se il makeup degli attori occidentali trasformati in coreani Ŕ francamente imbarazzante e si Ŕ giÓ attirato numerose critiche).

Tra gli attori, spicca un Tom Hanks ispiratissimo e istrionico, moltiplicato dalla sceneggiatura e nascosto sotto chili di trucco, fino al segmento di cui Ŕ protagonista, quello ambientato nel remoto futuro.
La bravura di Hanks in realtÓ fa emergere uno dei punti pi¨ controversi del film: la necessitÓ di utilizzare - spesso quasi a sproposito - il talento di attori del calibro di Jim Broadbent, Susan Sarandon e Hanks per parti minime, a volte dei semplici cameo. A Halle Berry toccano due ruoli fondamentali: Luisa Rey (nel segmento "thriller" del 1973) e Meronym (nel segmento del futuro post-apocalittico), ma - al contrario di Tom Hanks - la sua prova risulta piuttosto scolastica. Pi¨ incisivi risultano senz'altro Jim Sturgess, che ha il delicato compito di dare vita ad Adam Ewing e Jim Broadbent, che ha tre ruoli importanti (Il capitano della nave di Ewing, il vecchio musicista che accoglie Frobisher e infine Timothy Cavendish) in tre storie dai toni molto diversi fra loro e riesce ogni volta a dare il meglio.

Tykwer e i fratelli Wachowski si sono divisi i segmenti temporali: i due nel futuro e quello nel diciannovesimo secolo ai Wchowski, Tykwer gli altri tre. Non si nota alcuno scarto stilistico (tranne quelli richiesti dalla sceneggiatura) e "Cloud Atlas" si presenta come un'unica storia epica, un kolossal di matrice europea e ispirazione universale. Imponente, ma destinato ad un giudizio che pu˛ dipendere dal semplice stato d'animo dello spettatore e dalla sua predisposizione ad accettare o meno certe teorie e la melodrammaticitÓ dell'esposizione.
Senza dubbio, un film da prendere in considerazione.

Commenta la recensione di CLOUD ATLAS sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 25/01/2013 15.41.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10x102030 - fuga per il futuro
 NEW
77 giorni8 minutia beautiful daya quiet place - un posto tranquillo
 NEW
abracadabraarrivano i prof
 HOT
avengers: infinity warbad samaritanbenvenuto in germania!bob & marys - criminali a domiciliocharley thompsonci vuole un fisicocontromanocosa dira' la gente
 NEW
deadpool 2
 NEW
dogmandopo la guerradoppio amoreearth - un giorno straordinarioera giovane e aveva gli occhi chiariescobar - il fascino del maleeva (2018)ex libris: new york public library
 NEW
famiglia allargatafixeurfoxtrot - la danza del destinogame night - indovina chi muore stasera?garden partyghost stories
 NEW
giu' le mani dalle nostre figliegualtiero marchesi - the great italianhappy winterhostiles - ostilii segreti di wind riveri, tonyaicaros: a vision
 NEW
il codice del babbuinoil cratereil dubbio - un caso di coscienzail giovane karl marxil mio nome e' thomasil mio uomo perfettoil mistero di donald c.il prigioniero coreanoil sole a mezzanotte (2018)il tuttofareil viaggio delle ragazzeillegittimoinsyriatedio c'e'io sono tempestala banalitÓ del criminela casa sul marela melodiela stanza delle meravigliel'amore secondo isabellele grida del silenzio
 NEW
le meraviglie del marel'isola dei caniloro 1loro 2lovers (2018)l'ultimo viaggio (2018)manuelmaria by callasmaria maddalenametti la nonna in freezermolly monstermolly's gamenato a casal di principenella tana dei lupinelle pieghe del temponick cave - distant sky - live in copenhagenoh mio dio!oltre la nottepacific rim 2 - la rivolta
 NEW
parigi a piedi nudiparlami di lucypertini il combattentepeter rabbitpetit paysan - un eroe singolarequando arriva l'amorequanto bastarabbit school - i guardiani dell'uovo d'ororachelrampage - furia animaleready player onerimetti a noi i nostri debitirudolf alla ricerca della felicita'rumble: il grande spirito del rocksea sorrow - il dolore del malesherlock gnomesshow dogs - entriamo in scenasi muore tutti democristiani
 NEW
slender mansotto il segno della vittoriasuccedesurbilesterra bruciata! il laboratorio italiano della ferocia nazistathe constitution - due insolite storie d'amorethe happy prince - l'ultimo ritratto di oscar wildethe silent manthe titanthe wicked gift
 NEW
theytomb raider (2018)tonno spiaggiatotremors 6: a cold day in helltu mi nascondi qualcosaun amore sopra le righeun sogno chiamato floridauna festa esageratauntitledvan gogh - tra il grano e il cielovisages, villageswajib - invito al matrimonioyoutopiazerovskij - solo per amore

973722 commenti su 39399 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net