Recensione che pasticcio, bridget jones! regia di Beeban Kidron Gran Bretagna 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione che pasticcio, bridget jones! (2004)

Voto Visitatori:   5,48 / 10 (169 voti)5,48Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!

Immagine tratta dal film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!

Immagine tratta dal film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!

Immagine tratta dal film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!

Immagine tratta dal film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!

Immagine tratta dal film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!

Immagine tratta dal film CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES!
 

Dopo il grande successo del primo film "Il diario di Bridget Jones" ecco il sequel con le nuove avventure della simpatica "single" inglese (interpretata però da una texana) dalle forme un po' generose con lo stesso cast dell'edizione precedente e un cambio alla regia (Beeban Kidron al posto di Sharon Maguire).
Come in tutti i sequels però anche in questo film la delusione trionfa imperiosa sin dalle prime battute.

Il ritmo brioso della prima pellicola è sostituito da battute stentate, situazioni misere e tirate per i capelli mentre gli interpreti che erano riusciti tanto bene ne "Il diario.." non sembrano più tanto convinti.
Colin Firth nel ruolo dell'aristocratico Mark Darcy -neofidanzato di Bridget- è più rigido e freddo che mai (un vero peccato perché nel primo film il ruolo pareva stare a pennello al suo interprete) e Hugh Grant (Daniel Cleaver -l'ex capo di Bridget- donnaiolo e "simpatica canaglia") prosegue stancamente a recitare un ruolo già visto anche se forse è il migliore tra i tre interpreti principali; persino la Zellweger che aveva attirato le simpatie di tutte le post-trentenni in carne nonostante la faticosa dieta al contrario non riesce a bissare il successo precedente anzi in alcune (piuttosto rare) scene più coinvolgenti suscita una serpeggiante antipatia.
L'azione è lenta, la colonna sonora zeppa di brani di successo interrotti e rimontati grezzamente che si susseguono uno dietro l'altro senza un fine né un metodo e lo spettatore assiste stancamente in attesa di vedere una scena più simpatica delle altre o una battuta degna di nota invece, niente di tutto questo.
Forse il problema di fondo può essere attribuito alla regista non troppo nota che ha scelto di seguire fedelmente il romanzo di Helen Fielding senza però dare un ritmo valido, elemento necessario per far funzionare l'intreccio cinematografico. Se la prima parte può sia pur lontanamente ricordare il film precedente, nella seconda l'azione si sgretola del tutto per scadere nello scontato più ovvio nelle scene ambientate in Thailandia.
Qui l'estro della regista si spegne descrivendo il paese solo come attrattiva turistica e persino una possibile denuncia sociale (Bridget è in una gremitissima cella con una pesante accusa sulle spalle) si perde nel nulla con le detenute che si comportano come allegre collegiali in vacanza e Bridget che sfoga il suo "impegno sociale" regalando cosmetici e reggiseni.

La smania di fare qualcosa "politically correct" fa vedere verso la fine anche un bacio saffico e così tutti sono stati accontentati in attesa di una eventuale ma evitabilissima terza parte.

Commenta la recensione di CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES! sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 17/01/2005

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcharlie's angels (2019)criminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofamosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacygli anni piu' belligretel e hanselgreyhound: il nemico invisibileil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil re di staten islandil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinomorbiusnel nome della terranon si scherza col fuocoonward - oltre la magiaoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di sawstar lightstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutantsthe old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusun lungo viaggio nella notteuna intima convinzionevivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1007214 commenti su 43880 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net