Recensione aspettando il mare regia di Bakhtiar Khudojnazarov Russia, Germania, Belgio, Francia 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione aspettando il mare (2012Film Novità

Voto Visitatori:   5,00 / 10 (1 voti)5,00Grafico
Voto Recensore:   5,00 / 10  5,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE
 

Esistono davvero i film da festival. E Marco Müller, neodirettore del festival del cinema di Roma nel 2012, ne sa qualcosa, se è vero che ha scelto, come film d'apertura della rassegna, una pellicola priva di richiamo commerciale, scelta in base al suo sedicente valore artistico, e che risulta a conti fatti artistoide. Un po' antipatica, anche, nella sua pretenziosità, coniugata a incapacità di trasmettere autentiche emozioni. "Aspettando il mare" è un film velleitario, intessuto di inquadrature e movimenti di macchina estetizzanti e "poetici", che aspira, nella sua deliberata lentezza, a veicolare profondi contenuti, in una cornice fitta di simboli abusati, di stilemi presi in prestito ad altri autori (Kusturica, soprattutto, ma anche Makhmalbaf), e di citazionismi smaccati ("Fitzcarraldo" di Herzog, con la sua celeberrima nave trainata su di una montagna).
"Aspettando il mare" è un film di produzione europea internazionale (Russia, Kazakistan, Francia, Germania, ecc.), diretto da un regista nato in Tagikistan, Khudojnazarov, noto al mondo per un film del 1999, "Luna papa", che riscosse all'epoca grande successo di critica. Confessiamo di non conoscere la carriera di Khudojnazarov, ma a onor del vero la visione di "Aspettando il mare" non ci lascia la sensazione che la lacuna da colmare sia grande.

Il film narra, con toni di commedia, la vicenda di Marat, capitano di una nave colata a picco durante una tempesta, che dopo alcuni anni torna al suo villaggio, un tempo baciato dal mare, che si trova ora circondato dal deserto. Il mare si è ritirato, quasi prosciugato a pozza di sale: al suo posto, si stende un'arida distesa di sabbia. In luogo del porto, un inutile aeroporto. Marat - spinto dal senso di colpa per non aver ascoltato un vaticinio, aver abbandonato la nave prima del naufragio, ed esser l'unico sopravvissuto alla tragedia in cui ha perso la vita anche la moglie - recupera il relitto, ormai spiaggiato, e si lancia nella folle impresa di ricondurlo al mare attraverso il deserto, trainandolo lentamente per mezzo di un argano. Intorno a lui, le vicende di alcuni personaggi, tra i quali il suocero e Tamara, la cognata innamorata di lui.
Tra un ballo scatenato in cui Marat sfoga il suo vitalismo di fronte agli allibiti compaesani (la follia salverà il mondo...), di scena surreale in scena surreale (la nave di volta in volta trainata da alcuni dromedari o da camion di passaggio), il film scorre, pianissimo, verso quel mare che un biblico terremoto farà infine "sgorgare" di nuovo dalla terra.

La leziosità di Khudojnazarov è evidente sin dall'incipit, quando si sospetta il peggio per un tono fiabesco che fa a pugni con il nitore eccessivo del digitale, per una fotografia cromaticamente troppo accesa. Una messa in scena che complessivamente stenta a convincere, nel suo posticcio "realismo magico".
Riscattano in parte la pellicola molte eleganti composizioni sceniche, a tratti assai suggestive; ma non si riesce mai a partecipare per davvero del continuo rimando alla poetica dell'attesa, esplicita sin dal titolo (non si comprende perché suggerire l'attesa, del mare, quando la vicenda racconta piuttosto la sua ricerca).
"Aspettando il mare" si colloca in una tradizione dell'assurdo che ha salde radici nell'Europa dell'est (si pensi a Ionesco, al Polanski degli anni '60, a registi dell'ex Jugoslavia come lo stesso Kusturica o Goran Paskaljevic). Aspira a farsi parabola universale sin dalla scelta di non ambientare la pellicola in nessun luogo preciso, per quanto l'allusione sia al dramma ecologico ed economico del prosciugamento del lago d'Aral, sito tra Uzbekistan e Kazakhstan, dovuto a scellerate forme di sfruttamento in epoca sovietica (la sua superficie d'acqua è attualmente ridotta di 2/3 rispetto a vent'anni fa).

Il film vuole essere allegoria di una civiltà umana che ha prosciugato le sue stesse risorse vitali, a causa della propria tracotanza; la figura di Marat assume, di converso, su di sé, la vocazione al riscatto attraverso il sacrificio e l'abnegazione: una scommessa, infine premiata, prima che la pellicola termini nientemeno che con una citazione ad effetto dall'Apocalisse: "Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano passati, e il mare non era più". Poco persuasi, in verità, della rivelazione giovannea appena manifestatasi sotto i nostri occhi sottoforma di una sconfinata distesa di mare (?), lasciamo la sala sbigottiti.

Commenta la recensione di ASPETTANDO IL MARE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Stefano Santoli - aggiornata al 14/11/2012 17.12.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1938 diversi22 julya kashaa tramway in jerusalema voce alta - la forza della parolaacusadaadam und evelynamanda (2018)american dharmaaquarelaarrivederci saigonat eternity's gatea-x-l: un'amicizia extraordinariabetes blondesblackkklansmanboarding schoolbogside storyboxe capitalecadaver (2018)camorra (2018)carmine street guitarsc'est ca l'amourcharlie sayscome ti divento bella!continuercountry for old mendachradark crimesdead women walkingdeslembrodog daysdomingodon't worrydoubles viesdragged across concretedriven (2018)e' nata una stella (2018)el pepe, una vida supremaemma peetersescape plan 2 - ritorno all'infernofire squad - incubo di fuocofreres ennemis
 NEW
fuoricampogirlgli incredibili 2gotti - un vero padrino americano
 NEW
guarda in alto
 NEW
halloweenhappy lamentohotel transylvania 3 - una vacanza mostruosai villeggiantiil banchiere anarchicoil bene mioil complicato mondo di nathalieil fiume (2018)il giorno che ho perso la mia ombrail maestro di violinoil mistero della casa del tempoil ragazzo piu' felice del mondoil saluto
 NEW
il verdetto - the children actimagine (2018)
 NEW
in viaggio con adeleisis, tomorrow. the lost souls of mosuljinpajohnny english colpisce ancorajose'joy (2018)just charlie - diventa chi seila ballata di buster scruggsla banda grossila casa dei librila fuitina sbagliatala morte legalela noche de 12 anosla profezia dell’armadillola quietudla ragazza dei tulipanila settima musala strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'annuncio
 NEW
l'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizione
 NEW
le ereditierele fidelel'enkasles tombeaux sans nomsl'heure de la sortielissa ammetsajjellola + jeremyluckyl'uomo che sorprese tuttil'uomo che uccise don chisciottem (2018)mafakmagic lanternmamma mia! ci risiamomandymanta raymary shelley - un amore immortalementre morivometti una nottemi obra maestramichelangelo - infinitomio figliomiraimission: impossible - falloutmonkey king - the hero is backmonrovia, indianamr. long
 NEW
nessuno come noi
 T
new york academy - freedancenon e' vero ma ci credonuestro tiempooltre la nebbia - il mistero di rainer merzombraopera senza autorepapa francesco - un uomo di parolapearl (2018)peterloopiazza vittorio
 NEW
piccoli brividi 2 - i fantasmi di halloween
 NEW
pupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionerenzo piano: l'architetto della luceresta con merevengericchi di fantasiaricordi del mio corporicordi?rideritorno al bosco dei 100 acriroma (2018)saremo giovani e bellissimi
 NEW
searchingsei ancora qui - i still see yousembra mio figlioseparati ma non tropposlender mansmallfoot - il mio amico delle nevi
 NEW
sogno di una notte di mezza eta'
 NEW
soldadosonispogliatosulla mia pelle (2018)teen titans go! il filmtel aviv on firethe domesticsthe equalizer 2 - senza perdonothe ghost of peter sellersthe islethe little strangerthe milk system - la verita' sull'industria del lattethe mountain (2018)
 R
the nightingalethe nightmare gallerythe nun - la vocazione del malethe sisters brothersthe wife - vivere nell'ombrathey'll love me when i'm deadthree adventures of brooketi imas noctouch me nottramonto (2018)tumbbadtutti in piediun affare di famiglia (2018)un amore così grandeun figlio all'improvvisoun giorno all'improvvisoun marito a meta'un nemico che ti vuole beneuna storia senza nomevenom (2018)ville neuvevox luxwhat you gonna do when the world's on fire?why are we creative?zanzanna bianca (2018)

979946 commenti su 40335 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net