Recensione aspettando il mare regia di Bakhtiar Khudojnazarov Russia, Germania, Belgio, Francia 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione aspettando il mare (2012Film Novità

Voto Visitatori:   5,00 / 10 (1 voti)5,00Grafico
Voto Recensore:   5,00 / 10  5,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE

Immagine tratta dal film ASPETTANDO IL MARE
 

Esistono davvero i film da festival. E Marco Müller, neodirettore del festival del cinema di Roma nel 2012, ne sa qualcosa, se è vero che ha scelto, come film d'apertura della rassegna, una pellicola priva di richiamo commerciale, scelta in base al suo sedicente valore artistico, e che risulta a conti fatti artistoide. Un po' antipatica, anche, nella sua pretenziosità, coniugata a incapacità di trasmettere autentiche emozioni. "Aspettando il mare" è un film velleitario, intessuto di inquadrature e movimenti di macchina estetizzanti e "poetici", che aspira, nella sua deliberata lentezza, a veicolare profondi contenuti, in una cornice fitta di simboli abusati, di stilemi presi in prestito ad altri autori (Kusturica, soprattutto, ma anche Makhmalbaf), e di citazionismi smaccati ("Fitzcarraldo" di Herzog, con la sua celeberrima nave trainata su di una montagna).
"Aspettando il mare" è un film di produzione europea internazionale (Russia, Kazakistan, Francia, Germania, ecc.), diretto da un regista nato in Tagikistan, Khudojnazarov, noto al mondo per un film del 1999, "Luna papa", che riscosse all'epoca grande successo di critica. Confessiamo di non conoscere la carriera di Khudojnazarov, ma a onor del vero la visione di "Aspettando il mare" non ci lascia la sensazione che la lacuna da colmare sia grande.

Il film narra, con toni di commedia, la vicenda di Marat, capitano di una nave colata a picco durante una tempesta, che dopo alcuni anni torna al suo villaggio, un tempo baciato dal mare, che si trova ora circondato dal deserto. Il mare si è ritirato, quasi prosciugato a pozza di sale: al suo posto, si stende un'arida distesa di sabbia. In luogo del porto, un inutile aeroporto. Marat - spinto dal senso di colpa per non aver ascoltato un vaticinio, aver abbandonato la nave prima del naufragio, ed esser l'unico sopravvissuto alla tragedia in cui ha perso la vita anche la moglie - recupera il relitto, ormai spiaggiato, e si lancia nella folle impresa di ricondurlo al mare attraverso il deserto, trainandolo lentamente per mezzo di un argano. Intorno a lui, le vicende di alcuni personaggi, tra i quali il suocero e Tamara, la cognata innamorata di lui.
Tra un ballo scatenato in cui Marat sfoga il suo vitalismo di fronte agli allibiti compaesani (la follia salverà il mondo...), di scena surreale in scena surreale (la nave di volta in volta trainata da alcuni dromedari o da camion di passaggio), il film scorre, pianissimo, verso quel mare che un biblico terremoto farà infine "sgorgare" di nuovo dalla terra.

La leziosità di Khudojnazarov è evidente sin dall'incipit, quando si sospetta il peggio per un tono fiabesco che fa a pugni con il nitore eccessivo del digitale, per una fotografia cromaticamente troppo accesa. Una messa in scena che complessivamente stenta a convincere, nel suo posticcio "realismo magico".
Riscattano in parte la pellicola molte eleganti composizioni sceniche, a tratti assai suggestive; ma non si riesce mai a partecipare per davvero del continuo rimando alla poetica dell'attesa, esplicita sin dal titolo (non si comprende perché suggerire l'attesa, del mare, quando la vicenda racconta piuttosto la sua ricerca).
"Aspettando il mare" si colloca in una tradizione dell'assurdo che ha salde radici nell'Europa dell'est (si pensi a Ionesco, al Polanski degli anni '60, a registi dell'ex Jugoslavia come lo stesso Kusturica o Goran Paskaljevic). Aspira a farsi parabola universale sin dalla scelta di non ambientare la pellicola in nessun luogo preciso, per quanto l'allusione sia al dramma ecologico ed economico del prosciugamento del lago d'Aral, sito tra Uzbekistan e Kazakhstan, dovuto a scellerate forme di sfruttamento in epoca sovietica (la sua superficie d'acqua è attualmente ridotta di 2/3 rispetto a vent'anni fa).

Il film vuole essere allegoria di una civiltà umana che ha prosciugato le sue stesse risorse vitali, a causa della propria tracotanza; la figura di Marat assume, di converso, su di sé, la vocazione al riscatto attraverso il sacrificio e l'abnegazione: una scommessa, infine premiata, prima che la pellicola termini nientemeno che con una citazione ad effetto dall'Apocalisse: "Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano passati, e il mare non era più". Poco persuasi, in verità, della rivelazione giovannea appena manifestatasi sotto i nostri occhi sottoforma di una sconfinata distesa di mare (?), lasciamo la sala sbigottiti.

Commenta la recensione di ASPETTANDO IL MARE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Stefano Santoli - aggiornata al 14/11/2012 17.12.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdade
 NEW
a proposito di rosea sona spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebrave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolatidelphinediego maradonadora e la citta' perdutadrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragiofellini fine maifiebre austral
 NEW
figli del setfulci for fakegemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgli angeli nascosti di luchino viscontigloria mundi
 NEW
grazie a diogretaguest of honourhava, maryam, ayeshahole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)
 NEW
il bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil criminale
 NEW
il mio profilo miglioreil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2
 NEW
jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerjust 6.5kingdom comela fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigatela scomparsa di mia madrela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaola voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'l'uomo che volle vivere 120 annimademoisellemadre (2019)
 NEW
maleficent 2: signora del malemanta raymarriage storymartin edenmes jours de gloire
 NEW
metallica and san francisco symphony: s&m2mio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnato a xibetnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la bufera
 NEW
panama papersparthenonpelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscales
 NEW
scary stories to tell in the darkscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligari
 NEW
se mi vuoi bene
 NEW
searching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognothanks!the burnt orange heresythe diverthe great green wall
 NEW
the informer - tre secondi per sopravvivere
 NEW
the kill teamthe king (2019)the kingmakerthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostoun monde plus grandverdictvivere (2019)vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp network
 NEW
weathering with you - la ragazza del tempowomanyesterday (2019)you will die at 20yuli - danza e liberta'zerozerozero - stagione 1zumiriki

993093 commenti su 42194 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net