Recensione across the universe regia di Julie Taymor USA 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione across the universe (2007)

Voto Visitatori:   7,74 / 10 (94 voti)7,74Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film ACROSS THE UNIVERSE

Immagine tratta dal film ACROSS THE UNIVERSE

Immagine tratta dal film ACROSS THE UNIVERSE

Immagine tratta dal film ACROSS THE UNIVERSE

Immagine tratta dal film ACROSS THE UNIVERSE

Immagine tratta dal film ACROSS THE UNIVERSE
 

Is there anybody going to listen to my story?

Era il 1963 quando faceva capolino sulla scena musicale inglese il singolo "Please please me", scoppiettante preludio beat di una band che, nell'arco di appena sette anni, stravolgerà il modo di concepire e creare musica.
John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr ben presto si trovarono a disagio nel frivolo nome che avevano scelto per il proprio progetto – "The Beatles", storpiatura in chiave beat di "beetles", "scarafaggi" – virando verso altissime vette pop, rock e sperimentale e finendo per rappresentare lo specchio e la colonna sonora di un decennio attraversato da violenti scossoni e profonde contraddizioni ideologiche.
Appare quindi piuttosto credibile il progetto della regista americana Julie Taymor, già sugli schermi con l'adattamento da Shakespeare "Titus" e con il biopic "Frida", di raccontare le vite di un gruppo di adolescenti dei sixties immergendole nel tessuto sonoro della band di Liverpool e permeandole del suo intenso profumo di libertà

Found my way upstairs and had a smoke, and somebody spoke and I went into a dream.

La storia è quella di un giovane operaio di Liverpool, Jude, che decide di partire alla volta degli Stati Uniti in cerca del padre che non ha mai conosciuto.
Una volta a destinazione stringerà amicizia con un ragazzo scapestrato ma d'animo gentile, Max, ed incontrerà l'amore di Lucy, sorella di questi; il tutto in una New York sconvolta dai disordini e dalle manifestazioni contro l'intervento militare statunitense in Vietnam ed attraversata da personaggi peculiari di una stagione sopra le righe.

Somebody calls you, you answer quite slowly

E' evidente come la storia non brilli per originalità, né si presti ad articolate soluzioni di sceneggiatura; ciononostante Julie Taymor riesce a confezionare un musical lieve quanto piacevole, una vera rivelazione nella sua soave spensieratezza.
Alla Taymor riesce infatti la delicata alchimia tra musica, coreografie, caratterizzazioni e ritmo narrativo, evitando con cura di ricadere nel citazionismo fine a se stesso e nella mera esaltazione agiografica; dosando efficacemente gli ingredienti a propria disposizione e giocando astutamente su stilemi comuni non solo generazione dei sixties, la regista americana riesce a rendere universale un prodotto potenzialmente appetibile ai soli fan dei Beatles.

Turn off your mind relax and float down-stream.

Molti sono stati i precedenti tentativi volti a portare sul grande schermo la musica dei Beatles, con risultati altalenanti: si ricordano a tale proposito i musical "A hard day's night" del 1964 ed "Help!" dell'anno seguente, entrambi diretti da Richard Lester, lo strampalato "Magical Mystery Tour" del 1967, che vide i Beatles impegnarsi direttamente nella regia, ed il cartoon "Yellow Submarine", il cui interesse è perlopiù circoscritto ai soli fan. Più interessante da un punto di vista qualitativo e decisamente più vicino a quello che sarà poi lo spirito di "Across the Universe" sarà invece "Mi chiamo Sam", diretto da Jessie Nelson nel 2001, in cui Sean Penn interpreta Sam, un padre affetto da menomazioni mentali in lotta per evitare che gli venga portata via la figlia Lucy.
La colonna sonora di "Mi chiamo Sam" è interamente composta da pezzi dei Beatles, eseguiti - inter alia - da interpreti come Ben Harper, Eddie Vedder, Aimee Mann e Nick Cave; a rispecchiare la passione di Sam per i fab four, ogni brano scandisce un momento della vita del protagonista, amplificandone la portata simbolica.

What would you do if I sang out of tune?

In "Across theUniverse, come in "Mi chiamo Sam", la musica dei Beatles diventa ideale tappeto sonoro per la storia portante, fungendo però non solo da semplice sottofondo quanto da vera e propria architrave strutturale del film: ogni emozione, ogni delusione, ogni avvenimento è sorretto ed al contempo veicolato dalla musica di Lennon e McCartney.
A tale proposito, è immediatamente evidente la particolare attenzione dedicata alla scelta dei trentaquattro brani utilizzati dalla pellicola. Si tratta di adattamenti sobri e funzionali di alcune tra le più raffinate perle del repertorio dei Beatles, evitando di cedere alle invitanti tentazioni mainstream: non c'è traccia alcuna di "Yesterday", "Love me do" o "Help!", mentre i pezzi più noti al grande pubblico sono comunque utilizzati con onestà e rigore stilistico; non stona quindi l'inserimento nella colonna sonora di "Let it be", "All you need is love" o "Hey Jude".

You may be a lover but you ain't no dancer.

Un importante ruolo nella riuscita di "Across the Universe" è giocato dalle ottime coreografie che accompagnano le esecuzioni dei brani: si segnalano in particolare la scoppiettante "With a little help of my friends", che omaggia nella parte finale la nota cover che ne fece Joe Cocker, appena prima di ritrovare lo stesso Cocker protagonista dell'ottima ed intensa interpretazione di "Come together"; straordinarie poi le coreografie di "I want you" e "Being for the benefit of Mr. Kite!", mentre merita di essere ricordato l'autoironico cameo di Bono degli U2 nel ruolo di Dr. Robert , alle prese con una fedele e fedelmente surreale "I am the Walrus", intonata a bordo di un autobus che tanto ricorda quello del "Magical Mystery Tour". Lo stesso Bono interpreterà poi "Lucy in the sky with diamonds" sui titoli di coda, ideale saluto ad un mondo tanto scanzonato quanto affascinante.
La migliore delle coreografie è però quella orchestrata per "Happiness is a warm gun", che vede protagonista una sensuale Salma Hayek – che aveva già lavorato con la Taymor in "Frida" – in mise da infermiera.

Words are flying out like endless rain into a paper cup.

Convincente il cast, in cui spicca la giovane Evan Rachel Wood, nota per il controverso "Thirteen" e per una altrettanto controversa liason con il cantante Marilyn Manson, ma in cui non demeritano i due co-protagonisti Jim Sturgess (Jude) e Joe Anderson (Max); Mr. Kite è invece interpretato dal cantante ed attore comico britannico Eddie Izzard, noto per i suoi travestitismi

Living is easy with eyes closed.

E' con vivo entusiasmo che si saluta pertanto un musical finalmente intelligente, brillante e brioso, libero sia di quella fastidiosa ruffianeria che ha afflitto tutte le più recenti produzioni hollywoodiane, sia di quell'aura modaiola patinata che incombeva sul pur originale "Moulin Rouge".
"Across the Universe" è un prodotto rivolto a chiunque abbia voglia di avvicinarvisi, e non necessariamente ai soli fan dei Beatles; certo, questi ultimi si diletteranno nel cercare di individuare le innumerevoli citazioni di cui è infarcita la pellicola, ma il profumo di un campo di fragole è inebriante per chiunque abbia la voglia e la pazienza di lasciarcisi condurre.

Commenta la recensione di ACROSS THE UNIVERSE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Jellybelly - aggiornata al 12/11/2007

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

about endlessnessafter 2after midnight (2019)alessandra - un grande amore e niente piu'alpsantebellumbalto e togo - la leggendabombshell - la voce dello scandaloburraco fatalecambio tutto!charlie's angels (2019)cosa resta della rivoluzione
 NEW
cosa saràcreators: the pastcrescendo - #makemusicnotwarda 5 bloods - come fratellidivorzio a las vegaseasy living - la vita facileel practicanteemaendlessenola holmesfamosafellini degli spiritigenesis 2.0ghostbusters: legacygreenlandgreyhound: il nemico invisibileguida romantica a posti perdutihoneyland
 NEW
i predatoriil caso pantani - l'omicidio di un campioneil condominio inclinatoil giorno sbagliatoil meglio deve ancora venireil primo annoil principe dimenticatoil processo ai chicago 7il re di staten islandimprevisti digitalijack in the boxla piazza della mia citta' - bologna e lo stato socialela prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala vacanza (2020)la vita straordinaria di david copperfieldlaccil'anno che verràlasciami andarele sorelle macalusolockdown all'italianal'uomo delfinomai per sempremaledetto modiglianimi chiamo francesco tottimiss marxmister linkmolecolemorbius
 NEW
murdershownel nome della terranomad: in cammino con bruce chatwinnon conosci papichanotturnoonward - oltre la magiaoutbackpadrenostro
 NEW
palazzo di giustizia
 NEW
palm springs - vivi come se non ci fosse un domanipaolo conte, via con meparadise - una nuova vitaparadise hillsproject powerqua la zampa 2 - un amico e' per semprequattro viterosa pietra stellaroubaix, una lucerun sweetheart runsemina il ventosola al mio matrimoniostar lightstay still
 NEW
sul piu' bello
 HOT
tenetthe book of visionthe gentlementhe new mutantsthe old guardthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatutto il mondo e' paleseun divano a tunisiun lungo viaggio nella notte
 NEW
una classe per i ribelliuna intima convinzioneuna notte al louvre: leonardo da vinciundine - un amore per semprevivariumvulnerabiliwaiting for the barbarianswaves
 NEW
we are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000

1009587 commenti su 44247 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net