ultima notte a soho regia di Edgar Wright Gran Bretagna, Usa 2021
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ultima notte a soho (2021)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ULTIMA NOTTE A SOHO

Titolo Originale: LAST NIGHT IN SOHO

RegiaEdgar Wright

InterpretiThomasin McKenzie, Anya Taylor-Joy, Matt Smith, Diana Rigg, Terence Stamp, Synnove Karlsen, James Phelps, Rita Tushingham, Oliver Phelps, Michael Jibson

Durata: h 1.31
NazionalitàGran Bretagna, Usa 2021
Generehorror
Al cinema nel Novembre 2021

•  Altri film di Edgar Wright

Trama del film Ultima notte a soho

Il primo desiderio di tutti i ragazzi consiste nell’incontro con i propri idoli e per Eloise (Thomasin McKeinze), giovane appassionata di fashion design, non è diverso: misteriosamente riesce a trovare un modo per viaggiare nel tempo, precisamente nella capitale britannica durante gli incredibili anni ’60, e incontrare l’esuberante cantante Sandy..

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,04 / 10 (25 voti)7,04Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ultima notte a soho, 25 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

maxi82  @  16/05/2022 15:36:29
   7 / 10
Un buon film,parte a ritmo un po' lento quasi musical,poi pian piano diventa misteriosamente interessante fino all'ottimo finale,le aspettative erano buone e conferma il pronostico,da vedere

markos  @  06/05/2022 21:03:37
   7 / 10
Film originale, a tratti sembra un musical. Bravi i protagonisti. Promosso

BlueBlaster  @  18/04/2022 17:12:09
   6½ / 10
Film particolare, di certo originale nella messinscena...
Non si capisce bene che binari percorra ed in che genere si collochi ma il risultato finale non è malvagio.
Ottima la regia e gli aspetti tecnici nonché la recitazione.
Però non è molto concreto, non crea mai tensione o ansia ed alla lunga non vedevo l'ora finesse (tra l'altro non è vero che dura 90' come scritto in questa scheda).

Signor Wolf  @  10/04/2022 17:11:27
   7½ / 10
Solitamente non mi piace questo tipo di film, quello con le visioni che spuntano dietro l'angolo e la gente che si chiede in continuazione se la protagonista stia bene con il cervello (ed il pubblico con loro). Personalmente lo ritengo un metodo furbetto per creare tensione, e anche strabusato.
Ma bisogna dire che Edgar Wright ha fatto un ottimo lavoro, specie durante prima visione. Messa in scena impeccabile.

pak7  @  19/03/2022 12:57:25
   8 / 10
Di difficile collocazione, in quanto potrebbe appartenere a un genere piuttosto che a un altro. Definirlo horror è quasi troppo, thriller è già un pochino più centrato.
Parte come quello che sembra essere un racconto di formazione, per poi appunto trasformarsi piano piano.
Quello che mi ha stupito è stata sicuramente la regia di Wright, davvero interessante, particolare e mi ha ricordato un pò quella di Aronofsky in Requiem for a Dream e quella di Jordan Peele, in Scappa - Get Out.
Molto particolare questa unione spazio- temporale, in cui la protagonista, dopo essersi addormentata, si ritrova protagonista negli anni '60, nei panni di Sandie, una giovane donna, molto somigliante a lei.
Sarà l'inizio di una discesa rapida in qualcosa più grande di lei.

the saint  @  16/03/2022 13:08:34
   6½ / 10
alla fine godibile e finalmente un thriller originale

Kyo_Kusanagi  @  02/03/2022 12:09:25
   7 / 10
Niente male, un horror/mistery che abbraccia anche il musical, il dramma psicologico e il thriller catapultandoci nella Swinging London che non ti aspetti, eccellenti le due protagoniste Thomasin Mckenzie e Anya Taylor-Joy con quest'ultima forse più a suo agio nel mood dopo La regina degli scacchi. Ritmo incalzante,ottima colonna sonora fatta di celebri brani e un buon finale garantiscono un buon ricordo di questo film. Consigliato

Febrisio  @  19/02/2022 18:03:27
   7 / 10
Ero stanco durante la visione. Mi sono addormentato e ho visto me stesso che guardava il film e gli piaceva, dalla colonna sonora, splendida la canzone a cappella, a come ingrana la storia parallela tra presente e il sogno di donne che odiano gli uomini negli anni '60. Promosso anche se per colpa dei precedenti di Wright ci si aspetta qualcosa di ancor più brillante.

Goldust  @  11/02/2022 17:28:55
   7½ / 10
Edgar Wright fa di nuovo centro e ci regala un insolito horror contaminato da mille altre cose, come spesso ci ha abituato lungo la sua scintillante carriera. Parte come una commedia nostalgica classica, sul peso delle responsabilità e l'importanza della memoria, immersa in un'atmosfera onirica dove la giovane Eloise fa correre senza freni la propria fantasia a ritroso nel tempo fino ad incontrare una sorta di fascinosa starlette anni '50, capricciosa ma determinata. Da qui in poi è meglio non svelare troppo, anche se vista la tipologia di film ci saranno demoni mai sopiti e colpi ad effetto pronti a comparire in scena; si può dire però senza indugi che il primo "incontro" tra le due ragazze è quanto di più magicamente emozionante si sia visto su un grande schermo negli ultimi anni e che l'introduzione della protagonista un pò vintage, che dalla campagna è scaraventata in una metropoli troppo grande per lei funziona benissimo. La seconda parte non vale la prima perchè ha il difetto di solito riscontrabile in tanti horror: vorrebbe sorprendere ma non sempre ci riesce, e gioco forza alcune soluzioni sono attese al varco dallo spettatore. Grande confezione ed alchimia tra le tre donne protagoniste, Thomasin McKenzie si conferma dopo l'ottimo "Jojo Rabbit". Promosso.

zerimor  @  07/02/2022 04:23:38
   6½ / 10
Thriller psicologico onirico. Eloise ha un sogno e per realizzarlo viaggia destinazione Londra, ma ben presto cadrà in un vortice di pazzia incontrollabile che porterà la giovane ragazza a dubitare di sé stessa e del suo talento.
Bella la fotografia e la colonna sonora con alcuni brani degni di nota, classici intramontabili. Un tuffo negli anni 60.
Purtroppo la sceneggiatura soffre un po' e a risentirne maggiormente è un finale a mio avviso debole. Ad onor del vero, si intravede un calo già a partire dalla seconda metà del film.
Buone le interpretazioni.

Non per tutti i palati.

jason13  @  30/01/2022 23:21:55
   7½ / 10
Davvero un bel thriller...parte un po' in sordina per poi aumentare di tensione. Bravissime le interpreti. Consigliatissimo.

topsecret  @  14/12/2021 14:24:39
   6 / 10
Questo genere di thriller psicologico visionario non è esattamente tra i miei preferiti, peggio ancora se non presenta grande originalità nelle situazioni che propone e nello sviluppo che ne consegue, dove qualche tassello non convince pienamente e alcune cose hanno un che di superficiale o poco approfondito.
Non fa eccezione questo ULTIMA NOTTE A SOHO, che non mi ha impressionato più di tanto ma che premio con la sufficienza piena per l'impegno del cast e del regista nel cercare di fare risaltare al meglio un soggetto poco ispirato ma non banale, nonostante alcune lungaggini evitabili.

Macs  @  10/12/2021 08:50:35
   6 / 10
MI aspettavo di meglio, ho guardato questo film con grande curiosita' e i primi 15-20 minuti promettevano molto bene riguardo originalita' ed estetica. Ben presto pero' la sceneggiatura ha iniziato a rientrare su binari moolto piu' convenzionali. Certe scene iniziano a ripetersi sempre uguali, e per quanto posso apprezzare le musiche e la ricostruzione culturale degli anni '60 londinesi, alla lunga questa monotonia ha iniziato a stufare. Anche la CGI delle "creature" si e' rivelata di bassissimo livello, oltre che decisamente troppo invasiva, e il ripetersi di scene tutte uguali con gli "zombi" alla fine ha ingenerato noia e sbadigli. Il finale poi e' una delusione: tutte le ottime premesse che il film mette in essere all'inizio, e che almeno in parte sopravvivono fino alla fine, vengono disattese da una risoluzione decisamente convenzionale - di film cosi' se ne sono visti a bizzeffe. Nel complesso un film piuttosto parac***, che punta ad ammaliare lo spettatore con un'estetica straripante, per nascondere la pochezza e poverta' della sceneggiatura. Do' la sufficienza perche' comunque una visione gliela si puo' dare.

TheLegend  @  08/12/2021 00:44:52
   6½ / 10
Film curato e ben realizzato.
Prima parte intrigante ma si perde nella seconda.

Jumpy  @  02/12/2021 15:35:44
   7 / 10
Curatissime ambientazioni e fotografia, colpiscono dalle prme inquadrature: i colori di Londra le luci coloratissime del quartiere Soho.... contribuiscono a creare la giusta atmosfera surreale e sospesa: tra i contemporaneo e gli anni '60, insieme alle musiche.
Son mescolati vari generi... che contribuiscono al fattore sorpresa ed a confondere, volutamente, lo spettatore (a mio parare vedere il film senza saperne nulla o quasi, cotribisce molto, mai come in questo caso, a goderselo al meglio).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Imperdibile per gli appassonati di thriller insoliti (personalmente, essendo cresciuto con le passate di pomodoro splatter degli anni '80, di veramente horror ci ho trovato poco).

marcogiannelli  @  28/11/2021 12:42:27
   8 / 10
Finalmente un altro film di Edgar Wright, finalmente un'opera sicuramente interessante. Con tante citazioni e tanti capisaldi da cui attingere, come sempre, per il regista inglese. Dentro ci sta Suspiria, L'Inquilino del terzo piano, The neon demon, Shining, Nightmare. Ci stanno tantissimi temi e tantissime scene belle da vedere.
SIcuramente è difficile da catalogare come un semplice horror. Non ci sono jumpscare, c'è una discreta tensione, c'è sicuramente una voglia di tenere sotto tensione lo spettatore. Ma non è un horroretto da 4 soldi ecco. Non c'è la classica sequela di morti.
Inoltre la prima parte mi ha fatto pensare che il tema fosse il doppio, le ambizioni, l'immedesimazione. Poi viene fuori il marcio, lo sfruttamento di giovani ragazze, vecchi maiali che inzuppano dove possono. E proprio il tema del femminismo è al centro (devo dire con un pò di confusione nel finale nel renderli quasi delle vittime).
Ci sono dei passaggi a vuoto nella sceneggiatura; prima credi che siano un doppio e infatti ad es Eloise ha un succhiotto, dopo scopri che sono delle visioni o la droga che la viene messa dalla vecchia viene tralasciata dopo pochi minuti ma, tutto sommato, ci sono passato sopra.
Un altro difetto è che nell'ultima parte, quella visivamente più horror, c'è un pò una ripetizione di Wright con queste ombre.
Grande lavoro sulle luci, sulla fotografia del comparto tecnico, una immersione completa nel mondo di Sandy. Ma anche la musica collega benissimo le varie parti di film e fa da tappero sonoro ad una splendida vicenda.
Perfette le due protagoniste ed è incredbile la già incredibile carriera della Taylor-Joy così come stia esplodendo negli ultimi due anni la McKenzie.
Non perfetto come lavoro, sicuramente però da top 10 dell'anno.

Mauro@Lanari  @  28/11/2021 10:18:34
   6½ / 10
Eros e Thanatos d'importazione, almeno per chi non è giapponese o britannico. Il lolitismo (se non addirittura peggio) è sbarcato fra i giovani occidentali tramite manga e anime, ancora oggi quando qualche sito m'impone di disabilitare l'adblock può spuntarmi fuori la pubblicità d'un filmato porno di quella categoria, mentre il malessere, l'angoscia, il turbamento tardoadolescenziali ci sono giunti attraverso la musica inglese che noi chiamavamo dark e che invece era corretto definire goth rock, una contaminazione con l'occultismo della mitologia ossianica. La 21enne Thomasin McKenzie è semplicemente perfetta nel suo provocante ruolo da fumetto nipponico: volto ovale, occhioni, labbra, mento e un seno mozzafiato. Per il ballo alla festa d'Halloween la scelta d'"Happy House" (https://youtu.be/son2PiCVePo; 1980: https://youtu.be/37PKcsvD0hg, live at the Royal Albert Hall, London, 1983: https://youtu.be/beoTFcYMi-8) di Siouxsie and the Banshees è altrettanto perfetta nell'evocare atmosfere malsan'e spiritiche. Inoltre: il film afferma più volte d'essere ambientato nella swinging London, nella beat generation della seconda metà degli anni '60, eppure inizia con "A World Without Love", brano scritto da McCartney e lasciato incidere nel febbraio '64 al duo Peter and Gordon proprio perché i Beatles stavano per compiere il gran salto dal beat al rock/brit pop (dicembre 1965: "Rubber Soul"); idem per "(Love Is Like A) Heat Wave" nella versione beat degli Who del '65 (https://youtu.be/NfQ-t49j5Uw). Uno sfasamento temporale e culturale rimarchevole, tanto quanto lo sdoppiamento figlia-madre (Jocasta?), i molteplici Doppelgänger (Lynch) e giochi di specchi (Welles), nonché l'intera prima metà del film che si diverte a confondere sogno e realtà come nel video, girato da Michel Gondry, di "Let Forever Be" dei Chemical Brothers (1999: https://youtu.be/s5FyfQDO5g0). L'occhio nel bicchiere da cocktail vi ha ricordato il Korova milk bar di Qualcuno? Se quest'opera di Wright pone un problema, è su come giudicare il citazionismo: un valore aggiunt'o una mancanza d'originalità?

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2021 01.13.21
Visualizza / Rispondi al commento
antoeboli  @  18/11/2021 16:18:22
   8 / 10
E.Wright,regisata di grande talento,ma molto sottovalutato,riesce a tirar fuori un gioiellino che mi ha parecchio entusiasmato.
Passare dal comico demenziale come la trilogia del cornetto,al thriller e poi agli elementi da horror non è mai semplice,ma è riuscito a farlo pienamente.
Ultima notte a Soho,rappresenta qualcosa come se ci si chiede Quale sia il prezzo da pagare per avere successo nella vita,specie se si ambisce a grandi e prestigiosi traguardi.
La pellicola pèrende spunto dai maestri del cinema come può essere Refn,attraverso l uso di filtri fotografici,o anche prende in qualche modo la psicologia dei film alla Lynch,fino a omaggiare persino Wes Craven in una certa scena.
Il cast è composto da grossi nomi,sia del passato che del presente,a cui va sicuramente menzionato che durante la complessa produzione per via del covid,lattrice Diana Rigg,è venuta a mancare.
Un thriller psicologico con qualche tinta horror,che parte in maniera parecchio lenta e quando pensi di aver capito tutto,capisci che invece non è cosi.
La regia è di gran livello,specie nelle riprese in esterna e negli interni che riprendono lo stile anni 60 di un tempo.

Bert  @  12/11/2021 11:26:54
   8½ / 10
Edgar Wright è sempre una garanzia, ma qui, a mio modesto parere, si è addirittura superato. Film tecnicamente mostruoso e narrativamente coinvolgente, portato in scena da un cast in perfetta parte. Ad avercene.

Wilding  @  11/11/2021 20:52:38
   7 / 10
Un giallo/thriller discretamente originale e decisamente bello, con bravi interpreti, scene e costumi eccellenti e una meravigliosa colonna sonora. Per i miei gusti forse un tantino troppi i "fantasmi" che imperversano in scena, irritando e spostando l'attenzione dal fulcro del giallo in questione.

Manticora  @  11/11/2021 18:06:21
   8 / 10
Edgar Wright è tornato, con un film diverso dal suo solito, intanto umorismo ed ironia assenti, si parte dalla provincia e si finisce a Londra, dove tutto può essere troppo. Metti un attrice giovane ma in parte come Thomasin McKenzie che finalmente ha il ruolo della protagonista, aggiungi il suo DOPPIO ovvero Anya Taylor-Joy, costruisci una storia di fantasmi del passato che sforeranno nel presente, ribalta punto di vista e prospettiva, e infine aggiungi qualche colpo di scena e sangue a profusione, così avrai una storia ben congegnata con una ottima colonna sonora. Insomma Wright dopo Baby Driver non si è certo seduto sugli allori, anzi infatti nonostante il film sia un flop per chi ha gusto e giudizio sarà una piccola sorpresa che verrà rivalutato nel futuro.
" Londra può essere troppo..."

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/11/2021 23:57:07
   7 / 10
Basterebbero le presenze di Dianne Rigg, adorabilmente diabolica, di Terence Stamp (sempre affascinante e inquietante) e Rita Tushingham a far tessere gli elogi di questa favola horror-dark che inizia come fosse "Il Diavolo veste Prada" poi sfuma nei territori metaforici del miglior Lynch, infine ti annienta con il grand-guignol alla Brian Yuzna. Che dire? Visivamente è un film potentissimo, peccato che verso l'epilogo rischia di diventare la parodia di sé stesso. Comunque un thriller (è molto altro ancora) di tutto rispetto, insolito, in una Swinging London glamour e raccapricciante nella sua esteriore bellezza

Filman  @  05/11/2021 14:56:40
   7 / 10
Ventisei anni dall'esordio ufficioso, diciassette da quello ufficiale. Edgar Wright ha smesso di fare alcune cose ma non altre.
Ha smesso di fare film comici, per esempio. Ha smesso, dunque, con le parodie. Ha smesso di rendere comici alcuni generi di film che dovrebbero essere seri. Ha cessato di fare film per ironizzare sugli inglesi di provincia. Non ha mai smesso, invece, di toccare generi cinematografici diversi fra loro e di sperimentare le loro variazioni.
LAST NIGHT IN SOHO si colloca in questa discontinua continuità. Lascia assaporare per la prima parte dei frammenti di comicità brutale (dettata da personaggi fuori dal mondo) che sono/erano un marchio di fabbrica dell'english humor dell'autore. Lancia anche indizi sulla visione che lui ha degli inglesi di oggi, tra pub e giovani anaffettivi. Ma le costanti che rimangono veramente sono: un ritmo avvolgente unico e rispetto totale per i cliché. Se ai suoi inizi, per il regista era importantissimo il montaggio oggi lo è la musica.
Mette così a segno un film di genere moderno, sia nel suo essere teen sia nella sua tecnica. Il trauma del passaggio dalla provincia alla città della protagonista non è solo il soggetto ma il leitmotiv dell'intero film, che usa una storia di fantasmi come metafora della sua stessa idea di partenza, come dovrebbero fare tutti i film di genere oggi e come in maggioranza fanno.
Questo trauma, infatti, inizia narrativamente e conclude emotivamente l'arco della giovane studentessa, il cui cambio di personalità viene sottolineato dal suo stesso abbigliamento, elemento importante nel racconto e pertanto particolarmente curato.
Non si tratta di un ghost movie dalla rivoluzionaria idea narrativa di partenza e la sua idea visiva portante coincide con una fotografia che per quanto contemporanea non è certamente nuova. Le invenzioni non mancano ma il film non poggia su di esse e per quanto si tratti di un film gotico come mai se ne vedono, questo non ha in realtà nulla di originale che potrebbe ispirarne di altri, direttamente. Ci si chiede se il divertimento che Wright nutre nel dirigere film di genere con professionalità e classe, ma tenendo a freno ogni suo azzardo e impedendone ogni contaminazione, non possa essere un limite che debba lasciare a qualcun altro con meno doti di lui.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  25/09/2021 12:12:59
   7½ / 10
Ultima notte a Soho non è certo un film perfetto, ma esprime al suo interno una certa vitalità. C'è un palese citazionismo con il cinema di quegli anni, ma l'analisi di Wright porta su strade diverse da quelle del mero citazionismo. C'è in fondo una critica nemmeno troppo velata alla mitizzazione di luoghi ed epoche viste come il paradiso in terra, tuttavia anche in tali paradisi c'erano angoli d'inferno che frena la vena nostalgica di tutta l'operazione. Molto bella la colonna sonora, molte invenzioni visive e qualche buco di sceneggiatura. Attori pienamente in parte, uno degli aspetti migliori di questo film che in fondo salutano una delle icone di quegli anni come Diana Rigg alla sua ultima interpretazione.

4 risposte al commento
Ultima risposta 10/11/2021 09.45.07
Visualizza / Rispondi al commento
matt_995  @  09/09/2021 23:35:12
   5 / 10
Filmetto piccolo piccolo da un Wright decisamente poco in forma.
C'è poco della Swimming London o della fascinazione per quel mondo patinato degli anni '60, se non una colonna sonora con brani pazzeschi e costumi e scenografie degni di nota.
Non è un Midnight in Paris in versione horror come avrebbe potuto (e dovuto) essere ma un thrillerino semplice semplice incentrato su una storiella piccola piccola in cui gli eccessivi jumpscare a nulla possono contro la noia generale.
Si salva solo una fantastica Diana Rigg, al suo ultimo ruolo per il cinema, con una parte degna dell'Olenna Tyrell che l'ha riportata in auge negli ultimi anni di vita.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

(im)perfetti criminalia declaration of loveacque profonde (2022)after loveagainst the iceali & ava - storia di un incontroaline - la voce dell'amorealtrimenti ci arrabbiamo (2022)ambulanceamerica latinaamma's way - un abbraccio al mondoananda (2022)anima bellaanimali fantastici: i segreti di silenteapollo 10 e mezzoarthur rambo - il blogger maledettoassassinio sul nilo (2022)atlantis (2019)bad roads - le strade del donbassbe my voicebeautiful mindsbelfastbella ciao - per la liberta'belli ciaobig bugbla bla babybocche inutilibrotherhood (2021)calcinculocaliforniecaveman - il gigante nascostoc'era una volta il criminecitta' novecentoclean (2020)c'mon c'moncorro da tecriminali si diventacyranodakotadarklingdio e' in pausa pranzodoctor strange nel multiverso della folliadownfall: il caso boeingdownton abbey 2: una nuova erae' andato tutto benee buonanotteennio: the maestrofellini e l'ombrafemminile singolarefinale a sorpresa - official competitionfleefragilefresh (2022)full time - al cento per centofurioza
 NEW
generazione low costghiacciogiovanna, storie di una vocegiulia - una selvaggia voglia di liberta'gli amori di anaisgli amori di suzanna andlergli anni belligli idoli delle donnegli occhi di tammy fayegli stati uniti contro billie holidaygold (2022)
 NEW
hope (2019)hopper e il tempio perdutohotel transylvania 4 - uno scambio mostruosoi cassamortarii cieli di alicei segni del cuoreil discorso perfettoil filo invisibileil legionarioil lupo e il leoneil male non esisteil mondo a scattiil muto di gallurail naso o la cospirazione degli anticonformistiil palazzoil peggior lavoro della mia vitail ritratto del ducail sesso degli angeliil tempo rimastoil truffatore di tinder
 NEW
io e lulu'io lo so chi sieteio restoio sono veraitalia. il fuoco, la cenerejackass foreverjimmy savile: a british horror storyking - un cucciolo da salvarekoza nostra
 NEW
kurdbun - essere curdola cena delle spiela cena perfettala crociatala donna per mela fantastica signora maisel - stagione 4la fiera delle illusioni - nightmare alleyla figlia oscurala grande guerra del salentola macchina delle immagini di alfredo c.la notte piu' lunga dell'annola nuova scuola genovesela promessa: il prezzo del poterela scuola degli animali magicila tana (2021)l'accusal'altro buio in salalamb
 NEW
l'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionelaurent garnier: off the recordleonardo - il capolavoro perdutoleonora addiolet's kiss - franco grillini storia di una rivoluzione gentilelicorice pizza
 NEW
l'incendiaria (2022)lizzy e red - amici per semprel'ombra del giornoluigi proietti detto gigil'ultimo giorno sulla terralunana - il villaggio alla fine del mondomancino naturalemarry me - sposamimartin luther king vs fbimatrix resurrectionsme contro te: il film - persi nel tempomemory boxmistero a saint-tropezmoonfallmorbius
 NEW
navalnyno exitnoi duenotre-dame in fiammeocchiali neri
 NEW
only the animals - storie di spiriti amantiopen arms - la legge del mareour fatherparigi, 13 arr.parigi, tutto in una notteperdutamente (2021)petrov’s flupiccolo corpopopower of romequando hitler rubo' il coniglio rosaquel giorno tu sarairadiograph of a familyred rocketreflectionsarura - the future is an unknown placescream (2022)seance - piccoli omicidi tra amiche
 NEW
secret team 355sempre piu' bellosenza fine (2021)settembre (2022)sonic 2 - il filmspencerstoria di mia mogliestrawberry mansionstringimi fortesul sentiero blusulle nuvolesundowntakeawaytapirulanthe adam projectthe alpinistthe batmanthe bunker gamethe contractor (2022)the king's man - le originithe last rave - a free party storythe lost city (2022)the northmanthe tender barthe tragedy of macbeththe wall of shadowsthey live in the greytintoretto - l'artista che uccise la pitturatra due mondi (2021)tromperie - ingannotroppo cattivitrue motherstutankhamon. l'ultima mostraun altro mondo (2021)un eroeun figlioun mondo in piu'una famiglia vincente - king richarduna femminauna madre, una figliauna squadrauna storia d'amore e di desideriouna vita in fugaunchartedunderwater - federica pellegrini
 NEW
unwelcomevecchie canaglievesuvio - ovvero: come hanno imparato a vivere in mezzo ai vulcanivetrovoyage of time - il cammino della vitawindfallwyrmwood: apocalypsex (2022)you won't be alone

1029296 commenti su 47618 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

IL RAGAZZO DEL MARELIES MY FATHER TOLD ME

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net