the terminal regia di Steven Spielberg USA 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the terminal (2004)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE TERMINAL

Titolo Originale: THE TERMINAL

RegiaSteven Spielberg

InterpretiTom Hanks, Catherine Zeta-Jones, Stanley Tucci, Chi McBride, Diego Luna, Barry

Durata: h 2.08
NazionalitàUSA 2004
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 2004

•  Altri film di Steven Spielberg

•  Link al sito di THE TERMINAL

Trama del film The terminal

Viktor Navorsky è appena sbarcato all'aereoporto di New York dall'Europa dell'Est, ma per ironia della sorte nello stesso momento il suo paese di origine viene dichiarato inesistente a causa della fine della guerra. Viktor è senza patria e senza lavoro visto che il suo passaporto e i suoi documenti non sono più validi. Si stabilisce così nel terminal dell'aereoporto, dove viene accolto dallo staff e dove si innamora di una hostess.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,96 / 10 (301 voti)6,96Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The terminal, 301 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  15/08/2010 14:11:41
   4 / 10
L'inizio non è male. L'introduzione è molto ben fatta. Ci vengono mostrate immagini del frenetico e caotico movimento in un grande aeroporto americano, le faccie delle persone che entrano, gli impiegati che ricevono, la cinepresa che gira in continuazione, svaria dal particolare al generale e inquadra un mondo artificiale e particolare fatto di luci, gente, vetro, oggetti. Un mondo sfavillante ma decisamente straniante.
La vicenda di Victor, proveniente da uno stato formalmente non "riconosciuto" e quindi essere umano burocraticamente inesistente, si presterebbe ad imbastire una critica alla degenerazione burocratica di cui soffre la società americana (e non solo), e l'aeroporto potrebbe assurgere a metafora del nostro modo di vivere da prigionieri di un mondo pieno di oggetti ma umanamente e naturalmente inospitale.
"Potrebbe" e il fatto che queste premesse vengano completamente disattese riempie di grande delusione chi ama il cinema-specchio-riflessione del nostro reale e complesso stato di vita attuale. Al film viene fatta prendere invece tutta un'altra strada, quella dell'illusorietà e dell'irrealtà ed è un precipitare in luoghi comuni, stereotipi, sentimentalismi, ruffianerie, storture idealizzate di ogni genere. Il film perde qualsiasi aggancio con la vita effettiva, per dipingere un mondo ideale, appunto illusorio, ma non di meno quanto più lontano dal reale e dal concreto, tanto da sfiorare a volte l'assurdo. Non ci si sarebbe niente di male in questa operazione se ciò non fosse l'ennesimo ripetersi allo sfinimento dello stesso modello hollywoodiano, della stessa pratica progandistica che mira all'accettazione e all'idealizzazione edulcorante del reale.
Un'operazione di bassa lega che mi meraviglia sia stata fatta da Spielberg. Se non altro nei film precedenti l'accento era sulla tensione, sull'avventura oppure sul sentimento familiare; qui invece lo stereotipo diventa l'oggetto stesso e l'argomento principale del film.
Poco aiuta la forma qui. Comunque varrebbe la pena analizzare come Spielberg abbia ottenuto il suo scopo. Intanto cambia la sensazione di tempo. Nel film non esiste noia, tempi morti, l'idea di fatica, di tempo infinito e sfinente. Gli avvenimenti si susseguono puliti e perfetti e si ricrea il tempo fantastico tipico delle favole (e in effetti a volte sembra una zuccherosa favola moderna). Viene poi evitato il "male". A tutti i personaggi viene dato un lato positivo che alla fine prevale. Si crea quindi quest'atmosfera che nonostante tutto (l'alienazione burocratica, le leggi "inflessibili" e il materialismo imperante) suggerische che la "naturale" bontà umana finisce sempre per prevalere, soprattutto in una nazione così ricca, varia e "ospitale" come gli Stati Uniti.
E pensare che questo film è uscito all'indomani dell'11 settembre, quando la vita aeroportuale fu letteralmente sconvolta e resa molto più tesa e difficile.
Tom Hanks qui appare molto scialbo. Niente da dire, un pessimo film. Peccato.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)
 NEW
alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbotero
 NEW
caterinacena con delitto - knives out
 NEW
cercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacediamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
fabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovato
 NEW
fantasy islandfigli (2020)
 NEW
gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorni
 NEW
il lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le operel'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 NEW HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estatepiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshall
 NEW
sonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

998622 commenti su 42900 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net