punto d'impatto regia di Matthew Chapman USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

punto d'impatto (2011)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PUNTO D'IMPATTO

Titolo Originale: THE LEDGE

RegiaMatthew Chapman

InterpretiCharlie Hunnam, Terrence Howard, Liv Tyler, Patrick Wilson, Christopher Gorham

Durata: -
NazionalitàUSA 2011
Generethriller
Al cinema nel Giugno 2011

•  Altri film di Matthew Chapman

Trama del film Punto d'impatto

Gavin, un giovane professore di college, è in piedi sul cornicione di un palazzo, evidentemente intenzionato a saltare e togliersi la vita. Quando Hollis, un detective della polizia, viene inviato sul posto per parlare con lui e dissuaderlo, scopre che Gavin "deve" saltare prima che scocchi mezzogiorno. Anche Hollis però ha da poco subito dei traumi fortissimi, e presto tra i due uomini i ruoli s'invertiranno...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,54 / 10 (27 voti)6,54Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Punto d'impatto, 27 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

riobissolo  @  02/05/2020 13:59:00
   7½ / 10
Fa pensare è questo non é poco.
Ho letto altri commenti , la maggior parte infastiditi da come viene trattato il tema della religiosità .
Lì capisco, ma il film tocca corde importanti . Poi uno la pensa come vuole .
Film da vedere .

Inkle  @  19/09/2016 12:37:19
   10 / 10
Trama coinvolgente, protagonista posto di fronte a scelta ardua se non impossibile.. pellicola sottovalutatissima, tyler in splendida forma.. come si fa a dare meno di 7,5 a questo film? Mah
Sollevo un po' la media perché è veramente irrisoria

sweetyy  @  09/10/2015 00:35:16
   6 / 10
Boh...a me sembra sconclusionato ed esagerato. Liv Tyler non mi piace

kastaldi  @  16/03/2014 19:09:26
   6½ / 10
Mi piacciono i film che, in un verso o nell'altro, fanno riflettere lo spettatore su temi religiosi anche in modo abbastanza aggressivo (prendete Dogma per esempio). Qui si genera il solito triangolo alla Unfaithful o Shakespeare in love, che precipita velocemente quando il marito ha i primi dubbi (galeotto fu il cellulare !). Interessanti i dialoghi ateo vs. religioso. Per il resto si lascia vedere, niente di eccelso, drammatico per la maggior parte del film e thriller solo negli ultimi minuti. Pessima invece la scelta del titolo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  29/12/2013 16:19:45
   6½ / 10
Davvero niente male questo The Ledge.
Trama interessante e attori al massimo delle loro capacità. Alcuni risvolti sono piuttosto prevedibili ma complessivamente ho apprezzato le qualità del film, assolutamente da non sottovalutare.

eletar  @  29/08/2013 10:13:19
   4 / 10
definire thriller questo film è a dir poco un abominio. Piatto, prevdibile, soporifero. La trama è fin troppo semplice ( adirittura potrei dire ordinaria trattandosi del classico tradimento) e scontata (il maritoche se ne accorge subito e ricatta l'amante). La narazzione segue un ritmo abbastanza lento e nemmeno il confronto in primo piano tra credente e ateo riesce a rinvigorire una pellicola modesta e sciapa che per il resto offre argomenti e
tematiche gia viste: tradimenti, ricatti, fede e scontro tra
credo differenti. Certo i dialoghi, tra Joe e Gavin, sono vivi e interessanti perche' riescono in poco tempo a rappresentare bene le argomentazioni degli atei e dei cristiani. Il film e' anch'esso sicuramente schierato e se non anti-religioso al cento per cento e' certamente un film critico e contrario al
fondamentalismo e fanatismo religioso che accieca le
persone (Joe). Alla fin fine fa vedere come tutte le persone
religiose della storia si allontanino definitivamente dalla
fede (Shana in primis, l'agente per ultimo).
Ma un argomento simile poteva essere sviluppato
infinitamente meglio e con un pizzico di orginalita' in piu'
nella trama. Anche perche' i personaggi sono troppo
stereotipati: il credente e' un fanatico, acciecato dalla
gelosia e rabbia, chiuso mentalmente (i n una parola
credente= cattivo ) e cosi via fino a rendersi l'artefice di un
omicidio. L'ateo invece diventa un martire che si sacrifica
in nome dell'amore ( in una parola ateo= buono ). Peccato
che nella realta' le cose non siano cosi bianco/nero come
nei film ma ben piu' complesse.
Regia coerente con la storia ma narrazione lenta e stanca.
Attori modesti, non brillano certo per le recitazioni
convincenti. Colonna sonora ben piu' che modesta.
Fotografia minimale.
Per concludere direi che "The Ledge" offre dei spunti
narrativi buoni che vengono pero' sprecati in una trama
non-originale e piatta.

MonkeyIsland  @  18/06/2013 17:19:35
   4 / 10
Mtv faceva meglio a trasmettere le 750 volta Donnie Darko e The Believer che questo scempio!!
Dialoghi imbarazzanti, tema religioso trattato in modo imbarazzante per un film che vuole essere serissimo!! (fosse stato una commedia come Dogma potevo capire e lo dico da non credente).
Joe è troppo antipatico e di una bigottaggine che imbarazzerebbe pure il vecchio papa.
Tutto il buonismo finto che ruota attorno alla pellicola da il voltastomaco perché è esageratamente forzato e non credibile, salvo solo la bella Tyler che recita benino.

Da evitare come se non ci fosse un domani, forse il 4 è pure un voto troppo genereso.

Mic Hey  @  25/12/2012 15:52:17
   8 / 10
Charlie Hunnam dopo il bellissimo Hooligans si conferma ottimo e capace attore in questo dramma/thriller costruito sul tema del classico "triangolo" lei,lui e l'altro e il gentilsesso è nientemeno che la favolosa LivTyler ! scusate se è poco!

Film per niente banale anzi i personaggi sono descritti in maniera profonda e spirituale al pari dei temi trattati il chè dona al film una certa aura mistico-religiosa che lo porta una spanna sopra lo standard medio.

Da vedere (anche ma non solo per la splendida LivTyler)

Trixter  @  06/12/2012 22:28:29
   5½ / 10
Pur riconoscendo il buon lavoro sviluppato dal regista e l'ottima prova del giovane attore protagonista (ammetto l'ignoranza ma credo di non averlo mai visto prima), Punto d'Impatto ha il pregio di apparecchiare dialoghi interessanti ma, ahimè, ha il grosso difetto di essere piuttosto prevedibile e, soprattutto, per lunghi tratti decisamente soporifero. Non so se le intenzioni degli sceneggiatori fossero quelle di avvalorare tesi vicine all'ateismo, di contestare l'omosessualità ovvero difenderne le ragioni; sta di fatto che, per quanto concerne il film, ritengo potesse farsi qualcosa di meglio, tanto da rinnegare la definizione di 'thriller' (spesso caratterizzati da un'azione più sostenuta) per posizionarlo sullo scaffale dei drammatici.

Jolly Roger  @  15/07/2012 20:32:41
   7 / 10
Dunque, leggendo i commenti di questo film ci si rende un po' conto di quanto poche siano le persone equilibrate in itaglia (a proposito: non rimproveratemi di ignoranza ogni volta che scrivo itaglia minuscolo e con la g. Lo faccio apposta, non per errore ;-)

A parte 2 o 3 commenti molto equilibrati (complimenti soprattutto ad Outsider per il bellissimo commento), gli altri mi sembrano influenzati dalle convinzioni religiose / filosofiche di chi li ha scritti.

Come a dire che il colore di un oggetto cambia, a seconda del colore delle lenti degli occhiali che porti!

Come a dire che, se sei cattolico, ti offenderai perché il film espone con vivacità delle tesi che smontano alcune convinzioni cattoliche. Anche se, più che offendersi, si ritraggono come ricci, arrivando in qualche caso (addirittura) a difendere l'operato del marito fanatico (ma che dite?!)

Altri invece, atei o agnostici, per gli stessi motivi fanno l'opposto: esaltano questo film arrivando (addirittura) a sostenere che la monogamia non esiste, che ci è stata inculcata dalla cultura o dalla religione! E che quindi dovrebbero separarsi tutti!!!!

Ragazzi, davvero...
Bevetevi tutti un sorso d'acqua, fatevi un respiro, guardatevi più spesso...che ne so...Super Quark!

Mi dispiace profondamente, abituato come sono a vedere montagne di film horror, commentare di tanto in tanto qualche film drammatico / thriller e sentirmi obbligato, prima di parlare del film in sè, a dover ribadire quelle che reputo essere delle banalità, postulati che dovrebbero essere noti e accettati da tutti a prescindere dal proprio credo religioso.

L'omosessualità esiste in natura. Non ci potete fare niente, signori cattolici, accettatelo, perchè Dio le cose le ha fatte così, se volete reclamate direttamente contro il Boss.

La monogamia, altrettanto, esiste in natura per molte specie animali, come ad esempio l'uomo. Non è stata la civiltà, o la cultura, a renderci monogami, ma è stata l'evoluzione.
E' tutta colpa di Darwin. Che si fa? Lo si mette in croce perchè ce lo ha spiegato?!
Almeno...sempre che non vi sentiate portati a vivere in un branco di venti individui, in cui solo il capobranco copula con le femmine, vedete voi! quel che è certo è che non sarà un tradimento, fatto o subito, a renderci "poligami".

Veniamo ora finalmente al film.
Obiettivamente questo è un film in cui al decimo minuto ti figuri già tutto, capisci per filo e per segno quello che succederà e come andrà a finire. Un difetto, direi.
Ma, da un punto di vista narrativo, non si può non sottolineare che questo film fa una profonda analisi interiore dei protagonisti. Chiaro anche che questo approccio Dostoievskjiano viene in parte smorzato per dare alla storia un aspetto romanzesco e per incastrare le vicende in un'ora e quaranta di film...
E' vero infatti che alcune situazioni sono un po' forzate, come giustamente sottolineato nel commento di tylerdurden73)

Ciononostante, il film regge. Il suo significato, altrettanto, regge.
E come il protagonista maschile


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

allo stesso modo la protagonista femminile

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

L'amore tra un uomo e una donna (o fra due gay) è una cosa molto più profonda, istintiva, ancestrale e sentimentale della mera riconoscenza!
Remember this!
:-)

Juza21  @  08/07/2012 23:19:19
   7½ / 10
Buon film,piacevole. Più drammatico che thriller.

Invia una mail all'autore del commento kampai  @  14/02/2012 08:43:39
   5½ / 10
vorrei intanto sapere chi è il genio che ha classificato sto film thriller.mi dispiace rovinare la media ma proprio non ci siamo.se si voleva fare una riflessione su il comportamento di 2 mondi opposti ( ateisti vs integralisti religiosi) non ci è riuscito per niente.questo film non è altro che la solita storia di un triangolo che finirà inevitabilmente male.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  17/01/2012 11:08:05
   6½ / 10
Un uomo in piedi su un cornicione di un palazzo medita il suicidio,un poliziotto che ha appena scoperto una shockante verità riguardo i suoi cari tenta una disperata mediazione.Sono queste le prime due pedine del dramma imbastito da Matthew Chapman,lontano dalla scene,almeno come regista,dal lontano 1998,anno in cui girò "Urla di mezzanotte".
Con il classico procedimento del flashback vengono ricostruite le loro vite,soprattutto quella del persuasivo Charlie Hunnam,attore poco noto ma dalle indiscutibili qualità che rammenta il suo incontro con i nuovi vicini di casa,una coppia piuttosto stramba,lei inibita e bellissima,lui fanatico seguace della dottrina cristiana.
Film sviluppato benino capace di reggere la tensione sino alla fine,resta qualche dubbio sulla ragionevolezza dell'estremo gesto,tanto che fatta luce sulla vicenda i quesiti del poliziotto (Terrence Howard) coincidono con quelli dello spettatore,inevitabilmente dubbioso sul comportamento dell'uomo che avrebbe potuto tranquillamente agire in modo molto meno drastico.A questo riguardo le risposte evasive suonano deboli,come del resto i discordanti ragionamenti che istigano al contrasto i due protagonisti.Chapman punta in alto,denota un'audace direzione verso riflessioni di non facile approfondimento ma sembra raggiungere lo scopo solo in modo vago e altalenante.
Opportuna la caratterizzazione delle figure in gioco, tra cui Patrick Wilson in versione forse fin troppo accalorata riguardo le proprie convinzioni ma interessante nella sua natura estrema grondante disperazione.Intensa Liv Tyler,per lei recitazione sofferta in sottrazione,sempre bellissima nonostante abiti sciatti e un make-up minimale.
"Punto d'impatto" è un film accettabile pur non possedendo il giusto equilibrio nella trattazione di temi importanti,alcune situazioni danno la sensazione di essere posticce,estremizzate ad hoc per giustificare ogni passo dei protagonisti (a tal proposito si veda il tormentato passato di ognuno di loro),nel complesso però scivola bene senza mostrare magagne o lungaggini irritanti.

albyhfintegrale  @  07/01/2012 18:17:54
   5 / 10
Il film in sè non è male, inteso come svolgimento, ritmo e in quanto a carpire l'attenzione dello spettatore.

Ottimi attori...trama intrigante e basata sulla contrapposizione nelle emozioni dello spettatore nella ricerca in sè di cosa sia giusto o sbagliato nei comportamenti dei protagonisti...ma...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

e lasciamo perdere il titolo italiano che con quello in inglese non c'entra niente (la traduzione letterale sarebbe "Il Cornicione", ma si sa....punto d'impatto faceva "più figo"...)

Che poi avevano già dato questo titolo ad un altro film del 1990 (sempre che non c'entrava niente col titolo originale "The Last of the Finest")


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

detto ciò...quello che non mi è piaciuto è stata soprattutto la morale che invece ad altri piacerà.
E ve lo dice uno scettico non praticante...
Infatti se questo film da un lato critica giustamente i fondamentalismi religiosi e le loro assurdità, dall'altro vuole che si assuma come assoluta verità quella che è l'uomo ad essere al centro dell'universo e non c'è nessun Dio su cui fare affidamento...anche per giustificare magari delitti fatti in base alla propria religione...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Mi sembra cioè che se da un lato la storia dica che gli estremismi religiosi sono negativi, dall'altro insinui che lo sono comunque tutte le religioni e che quanto detto dal protagonista laico e non credente siano la verità a cui....dover credere: ossia che non c'è alcun Dio e che l'uomo vive in base al caso e/o alle proprie scelte. E quando sei morto...sei morto.

Trovo che si sia voluto calcare su certi aspetti della religione accantonandone altri magari positivi solo per poterla denigrare e di fatto dicendo che quello che di positivo fa il religioso lo fa anche il laico....solo che quest'ultimo non ha i difetti del religioso...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Detto ciò...non mi è piaciuto anche per la morale che vorrebbe il protagonista come l'eroe per un altro motivo...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Detto ciò quindi il film mi ha colpito...certamente: ma non mi è piaciuto

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/07/2012 11.10.20
Visualizza / Rispondi al commento
outsider  @  30/12/2011 13:53:11
   7½ / 10
dunque, "Punto d'impatto" è un film che, come ben detto dal bravo Joker sotto, riporta principalmente la problematica e le caratteristiche delle differenze fra gli uomini in base a quello che, a torto o a ragione, viene considerato fanatismo religioso. è un lato questo che gli osservatori acuti e sottili non mancheranno di notare, non già perchè celato, ma perchè ci sono due cose, ovvero la perdita di chi si ama, la reazione, la differenza nell'evoluzione del dolore e della visione del dolore, che diventano praticamente il centro del film. infatti alla fine, oltre la consapevolezza di aver visto trattato il tema religioso, un'acuta analisi spinge a vedere quello che probabilmente il regista desiderava, ovvero validare o invalidare o semplicemente sottolineare la diversa visione dell'uomo. non posso svelare gli accadimenti e non lo faccio nemmeno in spoiler, ma il discorso dell'evoluzione del dolore del biondino riguardo la figlia, la contrapposta pazzia dell'antipatico marito, la bella scena del nero a tavola...(...perchè sono tuo padre) nell'unico aspetto piacevole e, diciamo così, lieto e consolatorio, questi aspetti, dicevo, mi hanno fatto addirittura pensare che il regista volesse spostare ai margini qualsiasi credenza religiosa ed osannare l'uomo, la vita, come principio e fine di qualsiasi cosa e quasi considerare che credere in qualcosa oltre la vita sia solo un fatto che serve a farci desiderare che tutto non si esaurisca qui, serve solo a consolare chi, come i bambini malati di cui parlano, pensano al dopo.
Insomma, questo è un film importante nei temi e nello sviluppo. buona la recitazione, la bellissima Liv Tyler, veramente meravigliosa, chapeaux al papà musicista, qui tocca il cuore, fa riflettere, pensare seriamente. Erotismo solo sfiorato e funzionale alla storia d'amore quindi. il finale è duro, crudele, da pianto senza fine e ci si alza con la voglia di mandare all'ergastolo il marito pazzo e crudele. Punto d'impatto è un film forte, intelligente, toccante perchè reale, incredibilmente profondo, ancor più valido in quanto fatto negli USA, dove è più facile lasciarsi andare a stupidaggini Alleniane, mi si perdoni lo smontaggio di questo ormai vecchio ed irrisolto auto esaltatore, od a effetti speciali a volte eccessivi e da cartone animato.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/12/2011 14.28.58
Visualizza / Rispondi al commento
JOKER1926  @  24/12/2011 16:41:32
   6½ / 10
"Punto di impatto" è un teatro di correnti religiose, di pensieri ed ideali che si scontrano in un circuito drammatico, fra morte ed amore.
Matthew Chapman non delude con questo prodotto del 2011, lo spettatore, tutto sommato, dovrebbe esser soddisfatto e il più delle volte interessato agli sviluppi.
Sviluppi del film di buona fattura, "Punto di impatto" per quasi tutto il tempo si presenta come un film molto dialogato, disamina dei personaggi e subito si entra in una carreggiata di discorsi religiosi, qui, infatti, lo scontro vede in scena un estremista e un ateo, due correnti, due stili praticamente lontani, definitivamente diversi.
In tutto ciò però, la regia, inserisce una storia d'amore fatta di passione e ti grande dramma, storia che praticamente segna e domina, poi, ogni dinamica di "Punto di impatto".
La pellicola merita la visione, il film in pratica si lascia vedere e non cade mai in banalità, la sceneggiatura non mostra grosse inadeguatezze, tutto gira bene, convince pure il finale. Finale che nasconde piccoli grandi messaggi che richiamano un pò tutti i dialoghi e le logiche che riempiono "Punto di impatto".

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/12/2011 14.25.35
Visualizza / Rispondi al commento
Teofilatto  @  21/11/2011 14:05:51
   10 / 10
beh...devo dire che questo film spiega alla perfezione le conseguenze del patriarcato e della famiglia monogamica, degli imprinting che ci hanno inculcato in testa dalla culla alla scuola e dell'ilusione nella quale siamo costretti a vivere. al giorno d'oggi leggendo le statistiche uno su sei non è figlio del padre anagrafico, 9 su 11 tradiscono il partner e le corna sono all'ordine del giorno. l'amore romantico non esiste, è solo la sublimazione del desiderio sessuale che ci hanno represso fin da piccoli. Per non parlare poi di dio, che sia maometto, il padre di cristo, allah, javeh...sono tutti maschi e single. i dieci comandamenti sono pressochè uguali in tutte le religioni semitiche e monoteistiche..."non desiderare la donna d'altri, non rubare"...tutto fondato sulla proprietà privata. Quando dentro di noi riusciremo ad accettare che una cosa è l'influenza culturale e un'altra è l'impulso naturale della natura...vivremo molto meglio. NON SPOSATEVI E NON ASPETTATE DI AMARE OD ESSERE AMATI DA UN UNICA DONNA PER TUTTA LA VITA!!!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/12/2012 16.00.09
Visualizza / Rispondi al commento
PATRICK KENZIE  @  18/11/2011 18:10:04
   7½ / 10
più che interessante con uno svolgimento della trama ottimo! Regia semplice e pulita e dialoghi coinvolgenti... E la delicatezza della Tyler e la bravura mostruosa di Wilson ne aumentano il risultato... E quanto mi piace Charlie Hunnam!!!

BuDuS  @  05/11/2011 18:43:42
   6½ / 10
L'interpretazione è un po' quella che è. Certe situazioni sono abbastanza imbarazzanti ed inverosimili, ma sorvoliamo.

La trama è pure originale ma il messaggio che si vuole comunicare mi è sembrato un po' troppo forzato (da qualcuno che, evidentemente, ce l'ha a morte con la religione cristiana).

Complessivamente direi che è un film guardabile ma, la sua lentezza, potrebbe far addormentare qualcuno.

jason13  @  20/10/2011 00:12:48
   1 / 10
penso che alcuni di voi abbia guardato nella sua vita al massimo una trentina di film.....questa pellicola e' di una noiosita' unica e interpretata malissimo...a volte scade nel ridicolo soprattutto nei dialoghi anche se presumo che la traduzione sia stata fatta in modo approssimativo. DA EVITARE ASSOLUTAMENTE.

Burdie  @  18/10/2011 05:18:34
   6½ / 10
..più dramma che thriller

Vinicius  @  14/08/2011 23:56:40
   7 / 10
Niente di nuovo ma buon ritmo e trama che mantine sempre alta l'attenzione.I temi sono ben sviluppati ed alla fine tutte le doamnde trovano una risposta.

Azrharn  @  29/07/2011 09:58:19
   6½ / 10
Onesto thriller/dramma tecnicamente povero ma dalla trama interessente e ritmo discreto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  08/07/2011 12:20:55
   7 / 10
Buon film drammatico che condanna apertamente il fanatismo religioso e ciò a cui questo può spingere. Bravi attori, ritmo adatto alla messa in scena e calibrata dose di tensione.

Izivs  @  02/07/2011 22:43:37
   5½ / 10
La trama, apparentemente intrigante, si rivela di una banalità assurda......Un plausolo a Liv.....passano gli anni ma si tiene benissimo.....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

albert74  @  27/06/2011 00:00:58
   7½ / 10
molto bello. Interessante lo scontro tra l'ateo e il religioso. Uno scontro che pervade il film dall'inizio fino alla fine fino alle estreme conseguenze. i temi dell'omosessualità, della religione vissuta con fanatismo, dell'amore stesso sono analizzati in maniera precisa.
Non posso che assegnare un buon voto a questo film e consigliarlo a tutti.

lucasssss  @  12/06/2011 08:49:35
   8 / 10
ottimo thriller, fino alla fine
da vedere

Luca

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006051 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net