inception regia di Christopher Nolan Gran Bretagna, USA 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

inception (2010)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film INCEPTION

Titolo Originale: INCEPTION

RegiaChristopher Nolan

InterpretiLeonardo DiCaprio, Marion Cotillard, Ellen Page, Cillian Murphy, Michael Caine, Ken Watanabe, Joseph Gordon-Levitt, Tom Hardy, Tom Berenger, Lukas Haas

Durata: h 2.22
NazionalitàGran Bretagna, USA 2010
Generethriller
Al cinema nel Settembre 2010

•  Altri film di Christopher Nolan

Trama del film Inception

Dom Cobb è un abile ladro, il migliore in assoluto nell'arte pericolosa dell'estrazione, rubando segreti preziosi dal profondo del subconscio durante lo stato dei sogni, quando la mente è più vulnerabile. La rara capacità di Cobb l'ha reso un giocatore ambito in questo nuovo e infido mondo dello spionaggio aziendale, ma ha anche fatto di lui un latitante internazionale a cui è costato tutto ciò che ha mai amato. Ora a Cobb viene offerto una possibilità di redenzione. Un ultimo lavoro che potrebbe ridargli indietro la sua vita, ma solo se può realizzare l'impossibile inception. Al posto della rapina perfetta, Cobb e il suo team di specialisti devono realizzare il contrario: il loro compito non è quello di rubare un idea, ma di piantare una. Se riusciranno, si potrebbe trattare del crimine perfetto. Ma nessuna attenta pianificazione o esperienza è in grado di preparare la squadra per il pericoloso nemico che sembra prevedere ogni loro mossa. Un nemico che solo Cobb avrebbe potuto prevedere.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,99 / 10 (658 voti)7,99Grafico
Voto Recensore:   8,50 / 10  8,50
Miglior fotografia (Wally Pfister)Migliori effetti specialiMiglior sonoroMiglior montaggio sonoro
VINCITORE DI 4 PREMI OSCAR:
Miglior fotografia (Wally Pfister), Migliori effetti speciali, Miglior sonoro, Miglior montaggio sonoro
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Inception, 658 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  
Commenti negativiStai visualizzando solo i commenti negativi

C_0_  @  17/11/2017 15:30:46
   4½ / 10
Sarà colpa mia. Forse non l'ho capito a fondo ma proprio non mi è piaciuto. Come mattone non c'è male. Noioso e fondamentalmente molto vuoto. Non ho trovato nessuna emozione nel guardarlo ma solo una certa sonnolenza. Tecnicamente molto valido, come tutti i film di Nolan ma questo a me interessa marginalmente. DiCaprio poi l'ho trovato abbastanza fuori parte.

xanter  @  24/07/2015 00:04:29
   5 / 10
Nolan è uno dei pochi registi che riesce a fare film pieni d'azione ed effetti speciali che mi annoiano a morte, sarà pure considerato un genio ed un grande innovatore ma proprio non riesco a sopportarlo.

Hana Tsukishima  @  01/05/2015 11:57:54
   4 / 10
Film pomposo, pesante e falsamente intellettuale, dove un cerebralissimo e alla lunga massacrante per le meningi (avevo un mal di testa formato famiglia, quando sono uscito dalla sala), gioco di scatole cinesi é il perno della vicenda. La fantasia del linguaggio filmico, sta a zero o quasi in una pellicola del genere (e ne avrebbe intrinsecamente bisogno, alla fine, visto che parliamo di sogni), e i vari viaggi mentali non fanno altro che diventare realtà parallele senza alcun guizzo, dove ci si può permettere anche robe scollegate del tipo: "oh, aspetta, quanto mi evoco un fucile per sparare". Così, a caso.

m3tal  @  25/01/2015 11:18:49
   5½ / 10
Tante aspettative per un film che rivela infine puntare agli effetti speciali più che a tutto il resto, e che non rappresenta minimamente l'essenza del sogno (come mille volte meglio fatto da Lynch o, nello specifico, Kon). Tolte le belle musiche e l'impressionante apparato grafico, quel che rimane è un film d'azione come altri, o addirittura più sbrigativo di altri. Poco credibili le reazioni umane, bravi, ma non affatto memorabili, nemmeno gli attori. Finale prevedibile, attinente al copione del prodotto hollywoodiano medio.

bucho  @  04/10/2014 07:36:35
   3 / 10
Di tanto in tanto mi piace essere una voce fuori dal coro.
Questo film secondo mio modesto parere è uno dei più sopravalutati degli ultimi anni, i 4 premi oscar sono meritati e su questo non discuto, ma un'opera cinematografica non consiste solo in un mix di effetti grafici e sonori spettacolari, ciò che conta di più è il soggetto, la sceneggiatura e il cast.
Il soggetto è interessante e anche abbastanza originale, il cast è ottimo ma la sceneggiatura fa pena, esageratamente intricata e con troppi buchi narrativi, la zuppa è bella ma indigesta.

4 risposte al commento
Ultima risposta 25/01/2015 01.12.44
Visualizza / Rispondi al commento
zeppelin  @  01/06/2014 23:57:14
   5½ / 10
La confezione è ricca, molto più ricca del contenuto.
Qualcuno, per favore, spieghi agli americani che nei sogni non è necessario sparare tonnellate di piombo e che i "guardiani" potrebbero assumere l'aspetto anche di un tombino aperto ed essere comunque letali!
La storia di per sé è intrigante, ma lo sviluppo onirico, per quanto relizzato bene, manca delle inevitabili componenti assurde, illogiche e -sopratutto- imprevedibili che accompagnano i sogni, anche degli orientali.
Un film che parte bene ma finisce per essere prevedibile, pieno di stereotipi che non sorprende e si trasforma, purtroppo, in un inutile film sparatutto.

4 oscar, infatti, tutti per il contorno: fotografia, effetti speciali, sonoro, e montaggio sonoro, la "ciccia" non c'è.

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/02/2016 23.50.17
Visualizza / Rispondi al commento
camifilm  @  07/10/2013 18:04:23
   4 / 10
Quando si fa un film lo si dovrebbe rendere anche comprensibile!
Qui si è al limite della sopportazione, non è un film da guardare distrattamente. Richiede la massima concentrazione per capire la distinzione del momento narrato se sogno o realtà. Troppo lungo.

Bravi gli attori. Belle scene. Ma il film non mi è piaciuto.

devis  @  11/09/2013 14:40:04
   3 / 10
Un pessimo film, ho cercato di vederlo due volte. La prima mi sono addormentato a metà( è la prima volta che un film classificato come thriller mi fa questo effetto). La seconda l'ho guardato faticosamente fino alla fine (2h.30 di film, terribile!) ma non mi ha lasciato nulla. Non capisco qusta media alta.
Ottimi gli effetti speciali e la colonna sonora che mi fanno alzare il voto del film. Assolutamente non raccomando la visione.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/10/2013 18.25.03
Visualizza / Rispondi al commento
pisano  @  06/04/2013 19:52:48
   1 / 10
mentre guardavo il film inizialmente ho pensato bella trovata.. ma poi mi sono chiesto " ma tutto sto casino per cosa? un minimo di credibilità nei film la desidero. un minimo di conseguenze per le scelte e le azioni fatte la desidero. una coerenza con quello fatto e detto prima. il film dice tutto e il contrario di tutto. il tutto senza dialoghi degni. si salva solo per alcuni effetti speciali.e per quella musica assordante che mi ha fatto fare un bel sorriso. brummm brummm

Bradipo87  @  01/02/2012 12:02:29
   5½ / 10
Secondo me uno dei film più sopravvalutati della storia. Lo sviluppo della trama è abbastanza chiaro ma nel tentativo di renderlo un film estremamente complesso, il risultato è un po' artificioso, nient'affatto intrigante e coinvolgente. Merita la quasi sufficienza perchè è un film tecnicamente buono.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/01/2015 01.19.47
Visualizza / Rispondi al commento
mac lane  @  14/10/2011 19:41:16
   3½ / 10
mah....bruttissimo...troppo lungo, trama sviluppata male...unico pregio la colonna sonora...per il resto una noia mortale!

5 risposte al commento
Ultima risposta 10/09/2012 15.27.10
Visualizza / Rispondi al commento
secondanatura  @  09/10/2011 14:25:44
   4 / 10
Sempre la solita solfa. Sembra che il regista continui a ricalcare in qualche modo le idee che lo hanno reso famoso: Memento, The prestige,.. lo stampo del film è sempre quello.. quasi avesse trovato la sua ricetta per fare grana. Il film non fa completamente schifo, ma non sì capisce che senso possa avere: ha pretese di essere originale senza però esserlo. Mi sembra molto un minestrone. Certo a qualcosa serve:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

riobissolo  @  23/08/2011 14:30:08
   4 / 10
Confesso di non aver visto gli ultimi 10 minuti, non mi importava assolutamente sapere come sarebbe finito. Oscar tecnici sicuramente meritati, fotografia ecc. ma il film non mi è piaciuto, forse non è il mio genere.

Zanibo  @  15/08/2011 11:38:02
   5½ / 10
Secondo me si salva solo l'inizio. Per il resto mi è sembrata una accozzaglia di generi e ruoli studiati a tavolino e senza arte. Non mi ha preso per niente. Ma riescono a fare un film senza sparatoie e inseguimenti in auto?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Alberto091  @  04/08/2011 08:56:16
   4 / 10
Nessuna critica sul profilo tecnico del film, compresi gli effetti speciali. Il discorso si complica per la storia. Se già dopo i 5 minuti ho fatto fatica a capire di cosa si parlava, a metà film avevo già perso moltissimi sensi logici.
L'idea sarebbe anche bella, ma troppo complicato e sopratutto a renderlo di più è la durata di 2 ore e 20 minuti.

antoeboli  @  18/06/2011 23:55:40
   3½ / 10
4 premi oscar di certo meritatissimi . un film che sinceramenre inizia molto bene e appassiona lo spettatore con la sua trama molto profonda ,scritta peraltro dallo stesso Nolan ma che mi ha soltanto provocato dei mal di testa e un incapacità di seguire il senso logico. arrivato a metà film non ci ho capito piu nulla ma sono riuscito ad arrivare fortunatamente sino alla conclusione .
Certamente sotto il profilo tecnico è un ottimo film con un gran cast che anche con il doppiaggio in italiano regge molto bene ma che puo piacere o non piacere proprio . per il sottoscritto p toccata la seconda opzione .

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 31/10/2011 23.40.34
Visualizza / Rispondi al commento
Alien.  @  05/05/2011 12:44:02
   5½ / 10
Idea di base grandiosa...peccato la lunghezza.Certe volte la gente non sa davvero proprio quando dire basta.Ad un certo punto pregavo perche' il film finisse presto!

sweetyy  @  28/04/2011 17:52:56
   5 / 10
Non me ne vogliate...purtroppo a me non piace molto Nolan, i sogni, la magia e i temi ricorrenti negli ultimi suoi film non mi intrigano abbastanza.
Inception è oggettivamente valido e da alcuni addirittura considerato un capolavoro...Tuttavia potrebbe risultarmi interessante (ma neanche troppo) grazie alla prima parte...ma nella seconda parte sfocia in una sorta di film alla James Bond, con tanto di sparatorie e casini vari e in tutto questo troviamo anche la fastidiosa e onnipresente colonna sonora (senza togliere nulla ad Hans Zimmer, che ammiro molto).
Nel complesso per me è un 5.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/05/2011 17.51.10
Visualizza / Rispondi al commento
lupin 3  @  26/04/2011 14:28:45
   1 / 10
Di Christopher Nolan mi è piaciuto FOLLOWING e MEMENTO oltre al cortometraggio DOODLEBUG.
Sicuramente Nolan è un bravo regista e il film ha un buon impatto visivo, ma a me la storia dei sogni disordinata dentro altri sogni non mi è piaciuta per niente, non l'ho retta.
Mi dispiace ma sento di penalizzare questa pellicola.

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/10/2011 19.44.32
Visualizza / Rispondi al commento
Buba Smith  @  29/03/2011 14:13:29
   4½ / 10

No... Mi spiace ma non mi ha per niente convinto... Troppo assurdo e intricato. In certi punti (Spoiler) risulta essere pure noioso...


Come diceva giustamente un amico, questo film non ha vie di mezzo. O piace o non piace.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

albert74  @  27/02/2011 13:13:30
   5½ / 10
ingegnosa e cervellotica macchina cinematografica. Un insieme a tratti confuso di livelli narrativi e una trama troppo elaborata. Ottimi effetti speciali ma non basta. A mio avviso un film appunto "cervellotico" che fa venire il mal di testa.

albyhfintegrale  @  17/02/2011 21:37:32
   4 / 10
ma possibile che solo io l'ho trovato noioso e mal costruito?

a me non è piaciuto...eppure sono un'amante del genere...

chissà...forse mi aspettavo troppo. certo l'idea di partenza era buona ed originale, ma per me poi il tutto sfocia nella banalità da un cert

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2011 14.28.46
Visualizza / Rispondi al commento
vehuel  @  08/02/2011 08:19:05
   5 / 10
Ennesimo esercizio stilistico del sopravvalutato Nolan.
Premetto che il "Cavaliere oscuro" è il Batman che mi è piaciuto meno.
Per non parlare di Memento, un film cervellotico e assurdo che invece di emozionarmi, mi ha lasciato dentro dentro un gran mal di testa..
Inception invece, ha il pregio di avere una trama molto originale, alcuni effetti speciali notevoli, schiera un bravissimo Di Caprio , ma la sensazione che mi ha lasciato dopo averlo visto, è il vuoto + assoluto.

Paolo70  @  23/01/2011 15:00:29
   4½ / 10
Film fantastico con una buona azione con un'idea buona per ciò che riguarda la trama ma che risulta molto astratto, a tratti incomprensibile (difficile capire quando si tratta di realtà o di sogni) e in alcune fasi, soprattutto nella prima parte, noioso. Discreta l'interpretazione di Di Caprio.

lady  @  22/01/2011 20:41:37
   4½ / 10
Carina l'idea ma lo svilgimento è terribilmente involuto e complesso. Un film faticoso da seguire.

emagiul  @  16/01/2011 23:53:18
   5½ / 10
trama veramente originale, ma difficile trovare un nesso e un senso...

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/01/2011 21.12.20
Visualizza / Rispondi al commento
alexdiaman  @  28/12/2010 09:55:52
   1 / 10
Film veramente brutto e noioso

18 risposte al commento
Ultima risposta 07/04/2011 22.05.22
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  03/12/2010 11:44:39
   5½ / 10
Un blockbuster ipereffettato,pretenzioso e pseudo-intellettuale.Visivamente non ci siamo,poco suggestivo.Inoltre didascalico,eccessivamente verboso e scialbo nelle scene(insipide) d'azione.Approfondimento dei personaggi non pervenuto(a parte Cobb).Tecnicamente perfetto ma io da Nolan voglio emozioni e coinvolgimento che qui non sono stati pervenuti.

3 risposte al commento
Ultima risposta 20/12/2010 23.32.47
Visualizza / Rispondi al commento
benzo24  @  17/11/2010 19:34:29
   4½ / 10
Il soggetto di questo film è un’idea meravigliosa, purtroppo il risultato è veramente deludente.
Uomini che vagano nei sogni, che sono dentro altri sogni, che sono dentro altri sogni ancora, che potrebbero essere ancora dentro altri sogni ancora e ancora e ancora, Proiezioni che sparano in ogni sogno matrioska, Perchè? Estrapolare, sedimentare un’idea, tutto nella maniera più difficile possibile, fatta da uno che mette in ogni sogno proiezioni che sparano, che picchiano, che ammazzano. Perché?
Difficile guardando questo film trovare una risposta, per trarre un senso da tutto questo mosaico di sogni matrioska vi consiglio di vedere la decima puntata (sì dovrebbe essere la decima) della quattordicesima serie di South Park, allora tutto vi sarà chiaro…nel, mentre non posso far altro che ringraziare il sopravalutato Nolan per aver permesso a Matt Stone e Trey Parker di aver fatto una delle puntate più belle della loro serie, una puntata che è un vero e proprio capolavoro (la puntata di South Park, non certo questo film.).

6 risposte al commento
Ultima risposta 27/11/2010 06.33.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gabo Viola  @  04/11/2010 11:59:04
   1 / 10
Il film, a mio parere, è strettamente correlato a "Natale in India" dei fratelli Vanzina. La differenza sostanziale tra alcune opere di intrattenimento è il nulla esplicito o il nulla implicito. Laddove "Troppo Belli" (il capolavoro con Daniele e Costantino) non ha alcuna pretesta introspettiva, umana, di potenza visiva, il baluba Christoper Nolan è assurto a mito per la superficialità barocca delle sue pellicole (Il cavaliere oscuro vale quanto il cavaliere mascarato di Striscia la notizia). E' il solito vecchio trucco dell' effetto speciale, l' onnipresente treno Lumiere, il quale avanza sullo schermo davanti ad una platea di raccoglitori diretti di patate.

L'effetto audio della pioggia mi ha seriamente convinto che i cèssi del cinema si fossero rotti.

Leonardo di Caprio è sempre lo stesso, il progresso da Genitori in Blue jeans è microscopico (così come il cervello di nolan).

Questo è un film che che non farei mai vedere ai miei figli, qualora un giorno decidessi di riconoscerli.

Nolan Vitagliano hai sbagliato carriera, che smacco per le agenzie immobiliari non potersi fregiare della tua presenza.

Siccome ormai i riempitivi con sparatorie, cazzotti e càgate melense hanno stancato, tiè, prendetevi 4 livelli con ambientazioni diverse tutto al prezzo di un biglietto.

"Correteee siniori e siniore, 4 livelli con trottola fnale al prezzo di unooo. I pop corn sono da quella parte".

Baluba.

20 risposte al commento
Ultima risposta 04/12/2010 13.44.18
Visualizza / Rispondi al commento
Faisim  @  14/10/2010 14:27:35
   4½ / 10
Film dalla trama semplice volutamente incasinato per tenere incollato allo schermo lo spettatore con la paura di perdersi un passaggio importante che comprometterebbe la visione.
Personaggi buttati li a caso che fanno da contorno a Di Caprio e niente più.

Dexter88  @  11/10/2010 14:41:41
   5½ / 10
film molto particolare e originale.Secondo me la sceneggiatura è esagerata e la storia risulta essere troppo arzigogolata.
Per quanto l'idea di base fosse ottima,ad un certo punto il film diventa troppo complicato e certi passaggi sono ad un passo dal ridicolo.
Come sempre i film così originali riscuotono grande successo e valutazioni alte,ma se al posto di Nolan e Di Caprio ci fossero state due persone qualunque,il film sarebbe visto per quello che è:un discreto film d'azione ed effetti speciali come tanti altri.

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/10/2010 10.38.04
Visualizza / Rispondi al commento
carriebess  @  11/10/2010 13:19:25
   3½ / 10
Ero abbastanza curiosa di vedere questo film dal momento che i suoi precedenti lavori finora li avevo apprezzati, ma purtroppo è stata una pessima idea, non mi ha lasciato niente: tutti questi effetti speciali e queste evoluzioni stilistiche e architettoniche atte a stupire lo spettatore mi hanno annoiato non poco. Il resto è scritto nei commenti di denial, wooden, pompiere, ciumi, bulldog e forse pochi altri.

34 risposte al commento
Ultima risposta 12/10/2010 11.10.38
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  11/10/2010 11:02:54
   5 / 10
Se esprimere concetti complessi in poche e semplici parole era la virtù dei pochi, esporre un'idea banale attraverso astrusi giri di parole, elaborati pensieri, cervellotiche allocuzioni, sembra sia diventata la migliore qualità dei molti.

Nolan ha impiegato una decina di anni a disegnare un labirinto che richiedesse almeno tre o quattro visioni per risolverlo completamente. Ovvio, uno schizzo non bastava, per rendere il gioco stimolante bisognava aggiungere più livelli, mura moventi, ribaltamenti mastodontici, scenari innevati, esplosioni, impalcature verbali atte a spiegare e rispiegare - effetti di alta tecnologia che talvolta hanno lo stesso fascino di una pubblicità per automobili. Ma c'è già chi imboccando i primi percorsi proposti, chi incappando nei primi vicoli ciechi, si accorge che poi l'itinerario giusto è ancora una traccia senza spessore, una linea arzigogolata che se la immagini retta è molto corta, e ha perso del tutto d'interesse. Tra l'entrata e l'uscita del labirinto ci sono pochi metri (il segmento di una vicenda famigliare), ma troppe superfici ripiegate l'una sull'altra, molte ridondanze. Non si può neppure spaziare, si procede sulle false vie come sopra dei binari, una volta giunti all'uscio, ci si è divertiti?

Non c'è umanità in 'Inception', non arte, non indagine sensibile, non profondità, dunque, cosa resta? Il cinema e basta, seppure ben fatto: l'intreccio narrativo, le musiche onnipresenti, la finzione, lo spettacolo; ma immodesti, anzi tracotanti; il mezzo potenziato e non quel che il mezzo conterrebbe e potrebbe portare - l'autista, i passeggeri divenuti inanimi optional dell'abitacolo.

Altresì, è proprio il sogno il primo grande assente di questo film: l'indefinitezza dei suoi contorni, la sua materia inconscia, magmatica o sfocata (se si escludono forse le due bambine, sempre in fuga dai luoghi e che non si voltano mai) non ci sono. L’argomento onirico è trattato con aria adulta ma in maniera adolescenziale, a tratti imbarazzante, come da un ambizioso laureando in ingegneria esaltato dell’infinito aritmetico e dai sincronismi temporali. I livelli virtuali che visitiamo tra un loading e l'altro, sono quelli matematici, geometrici di un sontuoso videogioco - soprattutto, quelli architettonici di un mondo virtuale che sembra quasi ricalcare, con i suoi uomini incravattati, ambienti dirigenziali, corridoi dei piani alti, aeroporti, grattaceli - moderne cattedrali di stupefazione?

Il cinema di Nolan è perlopiù formale. E' come se la struttura dell'opera, la complessità della sua costruzione, fosse diventata tutta l'opera essa stessa, l'unico impegno possibile, e che da sola bastasse a occupare la mente prima dell'autore, poi dello spettatore, nel nulla significativo. Più la vicenda è intricata e più sembra profonda. Non è così. E’ soltanto più ingombra e scombinata dei suoi elementi. Avesse preso un po' della semplicità dalla sua piccola trottola che gira (ma non sarebbe più un lavoro di Nolan!), forse, il film sarebbe stato se non meno superficiale almeno più leggero; poiché, a dirla tutta, 'Inception' è un'opera anche raffinata, senza dubbio ottima dal punto di vista tecnico, a tratti altamente spettacolare, ma soprattutto molto noiosa.

78 risposte al commento
Ultima risposta 05/11/2010 07.27.41
Visualizza / Rispondi al commento
bulldog  @  10/10/2010 14:34:14
   3 / 10
Bè, ieri sera ho finalmente visto questo Inception. Ora, cercherò di esser il meno prolisso possibile, anche perchè non amo argomentare. Non voglio cominciare a far la solita lezioncina sull'arte, e sul fatto che debba per forza di cose risultare libera da qualsivoglia concezione sociale e morale.
Mi son recato al cinema perplesso, da buon osservatore del decorso moderno, ma onde evitare di esser influenzato da preconcetti, una volta cominciato il film ho resettato e mi son messo comodo e tranquillo sulla poltroncina del cinema, tra gente con cellulari perennemente accesi, pop corn e coca cola.
Cosa ho visto in fondo?
Una narrazione che tenta di essere "ingegneristica",scaltrissima, composta da onanismi mentali, passaggi cervellotici, dialoghi deprimenti, effettoni speciali, sparatorie, inseguimenti, esplosioni,
il tutto chiaramente supportato da una tecnica registica impeccabile.
Personaggi completamente sgonfiati e sterilizzati di umanità, ma che assomigliano sempre più all'umanità attuale automatizzata e consumata.
Fanta realistico, accademico, colmo di ludismo intellettuale, raffinato e composto esclusivamente da
algoritmi narrativi per menti corrotte.
Un'insostenibile e titanica operazione imprenditoriale da pelle d'oca che ambisce al grande pubblico cercando di esser però il più possibile autentica e fintocolta.
Ora dico cazz.o, finchè Nolan faceva il complessificatore del decorso narrativo per tirarmi fuori Memento, Following o The Prestige mi stava anche bene.
Questo però no.
Io non mi aspettavo Rohmer, ma un filmetto che avesse avuto una sceneggiatura di base che tendesse all'onirico, al claustrofobico, che penetrasse nelle misteriose dimensioni sognanti ma non solamente da un mero punto di vista tecnico.
Mi son ritrovato invece sommerso da architetture artificiose, banalità spazio/temporali, bombe ed
esplosioni.
Non posso che consigliare di snobbare clamorosamente prodotti del genere.
Recuperate Solaris di Tarkovsky e diffidate da questi soggetti che rappresentano al meglio la perdita di orientamento, lo stato di confusione mentale e la furbizia contempranea.
Gettano fumo negli occhi e distruggono i neuroni della gente.
Avvilente.

24 risposte al commento
Ultima risposta 12/10/2010 14.09.50
Visualizza / Rispondi al commento
ezequiel  @  10/10/2010 00:06:46
   1 / 10
vergognoso.

(spoiler)

quelli sulla neve che sparano per mezzora a non si sa chi ( le proiezioni, già)
intanto quello in alto che vola a dare un calcio di qua e uno di là, aspettando quello giusto.
il pullman che prova ad entrare in acqua, ma mai prima o dopo che.
quattro piani di soffice nulla, accompagnato dal die hard by r.e.m.


nel mezzo la storiellina.

dove siamo arrivati.


la colpa non è solo del regista, che vale, e lo sa, tanto da tirar fuori un qualcosa di troppo pretenzioso.

la colpa è di chi, nel giudicare un film, guarda prima chi è il regista.
non può essere brutto, un film suo.

e gli u2 hanno fatto sempre dischi stupendi.

10 risposte al commento
Ultima risposta 03/01/2012 20.41.23
Visualizza / Rispondi al commento
Skylong69  @  09/10/2010 08:39:50
   1½ / 10
Veramente brutto questo film.

Quattro livelli di sogni, in alcuni c'è la gravità, in altri no, non si capisce niente.

Il mezzo punto in più lo do per la signorina.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

32 risposte al commento
Ultima risposta 28/01/2011 16.24.56
Visualizza / Rispondi al commento
fluke  @  05/10/2010 22:45:32
   5½ / 10
Lo spunto dell'innesto di un'idea nella mente di qualcuno attraverso la dinamica dei sogni è interessante ma si perde nell'inutile affollamento di contendenti e sparatorie sparatorie sparatorie (RIDICOLEEE!) e salti antigravitazionali alla Matrix. Stucchevole il finale da cartolina superpatinata (ma è uguale a Shutter Island). Incoerente e disorganico.Non riuscirei e rivederlo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/10/2010 19.37.39
Visualizza / Rispondi al commento
tirex84  @  04/10/2010 10:23:10
   2 / 10
Film con un filo logico disperso nello zapping dei livelli del sonno! Nessun livello ha una storia... nessuno sogna qualcosa di più ingegnoso se non pugni e spari come nella vita reale. Metà film è composto da un furgone che sta per cadere...hahahaha. che cavolata... Sconsiglio a chi vuole una storia decente. Effetti speciali più nel trailer che nel film!!! Con 50 euro te ne faccio uno migliore!

18 risposte al commento
Ultima risposta 09/10/2010 18.27.28
Visualizza / Rispondi al commento
arturo  @  03/10/2010 22:56:38
   1 / 10
tronfia, roboante e spesso ridicola baracconata incantaburini presumibilmente concepita dopo la lettura della quarta di copertina di un libro di Freud e la visita domenicale ad una mostra di disegni di Escher. Le scene sulla neve sembrano tratte da un film di Bond, all'epoca in cui lo interpretava Roger Moore. La bassezza del voto è direttamente proporzionale alla presunzione che trasuda dal tutto.

18 risposte al commento
Ultima risposta 30/01/2013 17.56.05
Visualizza / Rispondi al commento
onodli  @  03/10/2010 13:01:46
   4 / 10
io do 4 per il fatto che per me è stato "non bello anche se non paghi"..ieri sera sono andato al cinema e.. la prima ora è stato un momento di smarrimento totale non si capiva niente...il resto ...PURE!! ammiro gli effetti speciali e la tattica della concezione del sogno che crea un po di piu di carisma.ma è troppo irreale!!v spoiler->
ps..io non posso dare voti piu grandi del 7 ad un film cosi! non ha un verso!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 04/10/2010 15.18.18
Visualizza / Rispondi al commento
Sabatoun  @  01/10/2010 15:19:16
   5½ / 10
cito un commento qui sotto...Tonfo di Nolan, che pure era partito bene (memento). M'è piaciuto solo una cosa

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

wooden  @  01/10/2010 10:15:47
   3 / 10
Leggo dovunque "capolavoro che consacra Nolan", o giù di lì.

Ora, io mi ero recato al cinema con le migliori intenzioni. Sapevo che mi sarei trovato di fronte a un blockbuster; ok, passiamo 'ste 2 ore, ne hanno parlato tutti bene, e la trama finalmente sembra più interessante della "colonizzazione dello spazio in 3d".

Di Caprio recita "l'omo bello e un pò perso che indaga in questioni segrete e ha il senso di colpa per la famigghia", come da 37 film a questa parte. La Page fuori ruolo in maniera imbarazzante. Vabè, ma non è questo il punto.

Verboso a manetta, anche quando una sceneggiatura su presupposti onirici come questa potrebbe e dovrebbe permettersi più libertà espressiva. Invece no, ogni pretesto è buono per infilare dettagli (inutili) su come funziona il tutto.

Il problema principale è un altro. Inception è un film d'azione. Potrebbero averlo chiamato Rambo 9 e nessuno l'avrebbe cag.ato. Ma con la scusa che "le sparatorie che state vedendo sono solo un sogno" ahhh beh, allora genio.
Si, avete letto bene, SPARATORIE. Esplosioni, macchine che saltano, fuciloni, bazooka, bombe a mano, inseguimenti....Complimenti per la fantasia Nolan, gran bella esperienza onirica.

Tonfo del mediocre Nolan, che pure era partito bene (memento). Ovviamente si prevede una pioggia di premi e consacrazioni, come da copione.

26 risposte al commento
Ultima risposta 30/04/2013 13.01.50
Visualizza / Rispondi al commento
LadyVampyre  @  29/09/2010 21:08:45
   5 / 10
Non ho amato particolarmente il precedente figlio di Nolan, forse per le troppe aspettative con cui ci ha tartassato per mesi il mondo dei media, ma nonostante questo avevo ancora speranze positive per questo nuovo film.
Ora, per poter dichiarare un film un successo o per poterlo premiare coi grandi voti che ho visto qui sotto, credo che di assi nella manica debba averne qualcuno. Può avere una trama originale o appassionante all'inversimile. Può vantare una recitazione eccellente (che purtroppo coi doppiaggi spesso siamo costretti a perdere). Può trattare in modo anomalo, disincantato e crudo qualche razza di problema sociale. Può avere una regia e una sceneggiatura talmente allucinata, da farci catapultare all'interno della pellicola e farci dimenticare che viviamo nel mondo reale.
Cos'ha questo film di così entusiasmante e avvolgente? Niente.
Nonostante la pseudo originalità della trama, nonostante questo gruppo di esserini riesca magicamente ad entrare nel regno dei sogni, nonostante ci si addentri sempre più (forse un pò troppo?? decisamente!) nell'inconscio di "chi più ne ha più ne metta"...il tutto non convince.
Idea non male da sviluppare ma in tutti altri modi. Personaggi troppo cindizionati da questo super eroe del mondo onirico - Di Caprio - che seguirebbero in capo al mondo (dei sogni) per qualche strano motivo che forne è sfuggito allo spettatore troppo intento a pensare a come costruire un proprio e indistruttibile mondo dei sogni.
Intrighi troppo evitabili, momenti troppo lenti ed altri forse troppo veloci.
Cosa mi ha lasciato questo film? Non so se sono l'unica ad averlo pensato, ma se proprio vogliamo trovarci una morale da quello che ho potuto constatare io è quella di non incasinarsi troppo in mondi inventati e non reali, perchè tornare a mondo vero sarebbe troppo traumatico.
Se qualche spettatore in più fosse uscito dal cinema con l'impressione che ho avuto io, probabilmente Inception non sarebbe uscito fuori come il film dell'anno.
Forse con meno azione a mio parere non sempre necessaria, con meno punti di domanda irrisolti a causa dei 2000 viaggi che questi si fanno nei sogni di chissà chi, con una storia del protagonista meno tragica e angosciosa che sinceramente a me non ha toccato minimamente, forse poteva salvarsi qualcosa dall'idea di base.

6 risposte al commento
Ultima risposta 03/10/2010 21.34.26
Visualizza / Rispondi al commento
Cinema is Dead  @  29/09/2010 19:25:02
   2 / 10
Questo voto è assolutamente veritiero e figlio di una rabbia incontrollabile che mi ha assalito poco dopo la fine di questo scempio, che sono andato a vedere ieri sera con ottima e aperta disposizione mentale.

[SOGNI, MONDO (INDIPENDENTE E INCONTROLLABILE) INTIMO E LABILE DI BEATITUDINE, EVASIONE, FOLLIA O PERDIZIONE CARATTERISTICO SOPRATTUTTO DELL'INFANZIA DOVE (RI)VIVERE IN PRIMA PERSONA FRAMMENTI DI RICORDI, ESPERIENZE PASSATE E INEDITE O ASPETTATIVE FUTURE CHE SI FRAMMISTANO FRA LORO IN UNA DIMENSIONE DISTORTA E AMENA, PRETTAMENTE SLEGATA DA QUALSIVOGLIA FERREA CONNESSIONE RAZIONALE.
GENERAZIONI DI INTELLETTUALI, ARTISTI E SCIENZIATI HANNO PRVATO CON UMILTA' A DEFINIRE O COMUNQUE COGLIERE UN BAGLIORE DI QUESTO LIMBO INSONDABILE E IRRIPRODUCIBILE.]

Non ho mai visto un film così presuntuosamente brutto in una sala di cinema.
Qui a farmi vomitare bile basta la ridicola presunzione di questo talentuoso regista di blockbuster multimilionari da cassetta di poter ridurre il sogno a semplice contenitore di livelli videoludici d'azione controllato e sfruttato a comando dal solito gruppo di bellocci cool e arrabbiati, duri e pupe.
Il sogno non si presta ad altro che a mero pretesto strumentale per giustificare due americanissime ore e mezza di effetti speciali, sparatorie, esplosioni e filosofia da due soldi accuratamente patinate, aggrovigliate, declinate e poi (ovviamente) spiegate fin nei minimi e deliranti dettagli per il piacere e la soddisfazione masturbatoria delle masse di ******** che escono convinti di aver assistito ad un film epocale.

Ora qualcuno mi dovrebbe spiegare in quali aspetti tecnici e filmici questa immonda ***** di film eccelle e si distingue da un qualsiasi Guerra dei Mondi, oltre che negli incassi planetari dovuti all'enorme campagna pubblicitaria. Questi sono i tratti salienti che ho rilevato io.
Solita regia digitale di stampo adrenalinco-videoclipparo alternata all'ormai insopportabile piano americano durante i dialoghi. Non un inquadratura, non un dettaglio, non una scelta, non una sfumatura del carrello possono dirsi personali o comunque proprio di un autore-artista. Le inutili tamarrate visive che hanno gonfiato a dismisura il budget per quanto sono gratuite e scollegate dal contesto (esplosioni rallentate, città accartocciate, specchi in frantumi, ponti volanti) stonerebbero perfino anche in una pubblicità di televisori al plasma di decima generazione.
Colonna sonora di routine che evoca solo il nulla e non dà un sussulto, non un'emozione, non un ***** di mezzo brivido nella schiena.
Sceneggiatura patetica che alterna le solite e insulse americanate a incredibili e interminabili deliri tecno-filosofici fortemente trash che se non fosse per gli 8 euro ti farebbero cagar la cena dalle risate, assurdamente declamati nelle situazioni più improbabili con l'unico fine di dare le solite spiegazioni più biecamente giustificazioniste allo spettatore medio che non sapendo nemmeno lontanamente chi sia Freud, con pop corn e coca alla mano va in trip segaioli da videogioco e si autoconvince di fruire di un prodotto altamente intellettuale.
Il peggio arriva poi dalla caratterizzazione dei personaggi, che porco cane in due ore e mezza poteva anche essere abbozzata. Invece no, quindi eccoli:
Il bello e tormentato (ma perennemente cotonato e in fondotinta) con la solita situazione famigliare difficile, i comprimari che in pratica tacciono e fungono da marionette di contorno, la bella mogliettina che tra una ******* e l'altra che spara si suicida per tornare nei sogni, la bella e brillante studentessa adolescente che pronti via uno due in 5 minuti è già la coccolata capetta saccentona. Poi come ***** si fa a definire grandiosa la prestazione di
Di Caprio, che negli ultimi film sembra non riuscire a fare altro che il bel maledetto perennemente incazzato e che qui non ha letteralemente una capacità espressiva e si limita a sbraitare dall'inizio alla fine.
Qualcuno infine ha visto qualcosa che si possa paragonare a una fotografia?
Qualcuno non ha notato enormi voragini di sceneggiatura e una stessa sceneggiatura che non segue un filo di coerenza e rigore scenico ma si va ad accartocciare sempre di più tra livelli e sub livelli fino ad arrivare ad un finale così roseo,sbrigativo e penoso da risultare praticamente inaspettato, al contrario della scena della trottola che l'avrebbe prevista pure il mio gatto.

Qui come sempre la gente vota la tamarraggine visiva, la velocità dell'azione, l'effetto speciale, il vortice videosonoro che ti deve inevitabilemente travolgere nel cinema del ventunesimo secolo a scapito dei minimi valori intellettuali od emotivi, che ormai stanno scomparendo in modo inarrestabile sull'altare modaiolo del consumo di massa.

Nolan, tu e tutti gli altri che lobotomizzandoci e prendendoci regolarmente per il **** vivete nelle vostre megaville e andate al lavoro negli studios a mezzogiorno in Bugatti, con tutto il cuore, ma andatevene a fare in ****.

Giuro che se non mi passa mi sparo Il Posto delle Fragole per 20 ore di fila, chissà che non mi disintossico.

87 risposte al commento
Ultima risposta 27/12/2010 20.05.17
Visualizza / Rispondi al commento
Scuderia  @  29/09/2010 18:17:34
   5 / 10
Qualcuno prima di me si è preso la briga di stilare le 10 regole x capire meglio il film.Per l'amor di Dio,encomiabile,ma il problema del film sta proprio qui.Bisognerebbe presentarsi al cinema già "studiati" e con carta e penna x tenere sotto controllo in quale sogno siamo:sogno1?sogno2?sogno3?quale livello?a no ,forse è un sottolivello...occhio agli innesti...ferma ferma,un paradosso.....
Visivamente ineccepibile ma a parer mio un pò ingarbugliato e con Di Caprio alle prese con le stesse schizofrenie di Shutter Island.

Simmetria84  @  28/09/2010 19:51:16
   5½ / 10
Il film ha un buon ritmo, buoni effetti speciali, certo, un buon montaggio, ma anche tante pecche. Prima fra tutte quella di presunzione da parte del regista, che pensa di poter manipolare e ingabbiare il mondo onirico in un impalcatura/gabbia di regolette un pò troppo razionali e di concetti pseudo-scientifici alquanto improbabili. Sogno del sogno? gioco affascinante ma abusato, e chi dice che sia così lineare e razionale il percorso per avvicinarsi al subconscio? Certamente una visione limitata e superficiale della cosa. Nolan questo meccanismo lo utilizza come in una matrioska, si aggrappa al meccanismo stesso per non sprofondare anzi per non arrischiarsi in un impresa troppo grande per lui. Nolan con questa matrioska mentale non sfrutta in alcun modo il potenziale onirico del film, ancor peggio ce lo fa annusare, pregustare inizialmente con evoluzioni incredibili, trasformazioni paesaggistiche mirabilanti, ma poi ci toglie il boccone da sotto i denti. Perchè? perchè si accorge che non potrà mai gestire questa massa informe che cresce e allora gli mette dei paletti, ma non reggono e lasciano trabordare la materia. Quando ci si accorge che il sogno ha poco a che fare con ciò che si sta guardando, ci si ritrova in un freddo action movie che sa di vecchio.
A mente fredda mi interrogo sui numerosi particolari lasciati al caso dal regista, che, se all'inizio sono perdonabili perchè pochi, alla fine si moltiplicano e inziano a pesare sulla trama stessa. Mi chiedo come mai la realtà non venga modificata per sfuggire alle guardie armate, come mai non ci si attrezzi con armi + potenti, come mai la fantasia non esista, come mai i ricordi non esistano ne di fisher ne di altri attori se non di Di Caprio...
Troppe domande forse, magari insignificanti dettagli su un progetto troppo grande. Ma non sono questi che fanno il film, magari però danno una base solida al film, garantendo una maggior coerenza complessiva.
Riguardo Di Caprio però mi piacerebbe sapere, ma è davvero possibile che in una distribuzione del genere ci si debba affidare all'attore che ha rivestito + volte quel particolare ruolo, e dannazione sempre lo stesso IDENTICO RUOLO?
E poi perchè circondarlo da anonimi e alienati personaggi privi di carattere ? forse per far risaltare ulteriormente la sua prestazione ? a questo punto credo proprio di si.

3 risposte al commento
Ultima risposta 01/10/2010 15.01.01
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  28/09/2010 17:52:56
   4 / 10
Gigi Marzullo: "La vita è un sogno o sono i sogni che aiutano a vivere meglio?".
Christopher Nolan: "Dipende dall'installazione del sogno e da come interagisce col subconscio. Non dimenticando la condizione onirica per la quale un sogno all'interno di un altro sogno potrebbe generare un labirinto o, chessò, un Limbo".
Gigi Marzullo (compassionevole): "Ah".

Squilibrato tra gangster-movie, spy-story, action, thriller, poliziesco, fantascienza d'élite, e atmosfere che attingono (ancora una volta) a piene mani dallo sguardo pesante e laborioso di Michael Mann (tanto che lui e Nolan sembrano avere consistenze di pensiero quasi inscindibili), "Inception" sta facendo… incepta di incassi un po' in tutto il mondo.
IncaSTONATO com'è tra le atmosfere urbane gelide e astratte, che stavolta si prestano a un tour gratuito di alcune delle più belle e affascinanti città del mondo, con tanto di parentesi esotica, e per giunta architettonicamente rivestibili in un modo divertente quanto risibile, il film vaga impavido e sfrontato come Berlusconi a un comizio di Forza Italia (Perché esiste ancora… Non è che me lo sto sognando, vero?).

Non mancano nemmeno le ormai inevitabili sfilate di vestiti eleganti, con quella cravatta impiegatizia (tanto per chiarire che siamo sempre al servizio di qualcuno) fatta apposta per le multinazionali con aspirazioni da Impero, o donne con l'infelice aura della pupa sfruttata, pronte a maneggiare la pistola ma che non vedono da secoli un fornello da cucina.
Così stereotipato, Nolan si sente al sicuro. Si coccola per quello che riesce a fare, e se ne compiace. Come il suo personaggio principale, Dom Cobb (Leonardo Di Caprio), da oggi ribattezzabile Dom Peridon, per la sua interpretazione sgargiante come un pavone in un cortile di tacchini.

Rivendicare la paternità di un sogno può essere intrigante quando quello che si fantastica è avvincente, piacevole, stuzzicante. Peccato che qui manchi la quadratura del cerchio: troppi sogni condivisi che esplodono al rallentatore rischiano di diventare un incubo. Anche per chi è a occhi aperti.
Troppa retorica e moltitudini di assurde verbosità: come dimenticare "lo spazio onirico grezzo"?! Spudoratamente accademico e didascalico, il bel cinema non prevedrebbe la spiegazione delle azioni, bensì la loro semplice esposizione. Assetato di entrare nell'oLimbo dei più grandi autori di tutti i tempi, Nolan arrischia una partita affidandosi al bluff, barcamenato tra giochini masturbatori fini a se stessi.

Ecco perché "Inception" risulta un nuovo film vecchio, superficiale nella sua bizzarra pretesa di rappresentare una meditazione sulla memoria, l'amore, la sofferenza.
Che l'autore si faccia pure innestare un'idea. Basta che sia buona e che non gli sbatta in faccia come un asfalto messo lì a mo' di muro ramp(ic)ante. Al Livello dove si trova adesso sarà oppresso da un Totem gigantesco, tanto da farlo rimanere quasi senz'aria.

20 risposte al commento
Ultima risposta 30/09/2010 18.37.32
Visualizza / Rispondi al commento
ivan75  @  28/09/2010 01:21:33
   5 / 10
di originale non c'è niente, l'idea di base è quella di matrix in chiave onirica con i braccialetti (!!!) al posto degli spinotti. Diventa via via sempre più involuto e pesante. Bravo di Caprio, almeno lui.

Silver  @  27/09/2010 21:25:17
   4½ / 10
"Ora si viaggia nei sogni con potenti sonniferi, le collegiali ***** sono grandi architetti e chi scrive ste porcherie viene considerato genio, addio Bergman"

11 risposte al commento
Ultima risposta 12/10/2010 03.05.16
Visualizza / Rispondi al commento
Wyrael  @  27/09/2010 21:21:25
   5½ / 10
Un'Americanata colossale.
Soggetto interessante, adattato e sviluppato in maniera a dir poco imbarazzante.
Chi vede in questo film qualcosa di originale, beh... Evidentemente possiede una cultura alquanto ridotta.
Il film è colmo di scene di azione TOTALMENTE INUTILI, che come già detto da qualcuno ha poco senso che esistano dato che essendo un sogno i protagonisti potrebbero tranquillamente immaginarsi di sparare bombe atomiche. La cosa realmente più irritante è che siano forzatissime, realizzate col solo scopo di intrattenere lo spettatore più tamarro.
I dialoghi sono di una banalità disarmante, senza contare la poca caratterizzazione dei personaggi. Forse quello che risalta di più è la moglie del protagonista, che deve tutto il suo charme a se stessa e non al personaggio che interpreta. Il montaggio è A DIR POCO ciò di più mai visto e rivisto, per fare un esempio le classiche sequenze iperveloci accompagnate dalle voci degli attori che intanto spiegano tutte le meccaniche della missione in ogni suo particolare. Senza contare i vari rallenty alla Matrix ed una fotografia inesistente. Infatti il tutto viene fortunatamente salvato dalla colonna sonora e dagli effetti speciali sbalorditivi.
La sceneggiatura è COLMA di buchi ed incongruenze, ma non per quanto riguarda le varie meccaniche dell'innesto, o la funzionalità dei sogni, bensì per la strutturazione confusionaria della trama della quale ogni colpo di scena appare SCONTATISSIMO e ridicolo. Io ricordo di aver riso in più scene.
il finale: NO COMMENT.
Insomma un prodotto confezionato col pretesto di apparire "Bello ed intelligente". Ma di bello esteticamente ci ho visto ben poco. Fuori dagli effetti speciali nessuna inquadratura che ti rimanga impressa. Beh, sull'apparente fascino ed intelligenza, non c'è nemmeno da esprimersi. La sostanza è inesistente, nessuna emozione... Se non la noia e l'ansia di attendere che finisca.

Infine solita storiella del tizio depresso che vuole tornare a casa dai figli, ma per farlo deve combattere i cattivi che lo inseguono in tutto il film e solo sconfiggendoli potrà riabbracciarli. Il tutto condito con sogni, coscienza e storiellina d'amore angosciante con un pizzico di PESSIMO umorismo.
Il peggior film di Nolan...

40 risposte al commento
Ultima risposta 03/10/2010 18.43.12
Visualizza / Rispondi al commento
Uninvited79  @  27/09/2010 10:04:29
   4 / 10
Non mi ha lasciato nulla. Tranne un paio di concetti interessanti (non sviluppati), solito film spaccacervello il cui unico scopo è quello di capire cosa succede. La trama alla fine si potrebbe scrivere in due righe. Sono curioso di vedere il voto del recensore...

DiReCtOr  @  27/09/2010 03:45:55
   2½ / 10
Prima di questo, ho apprezzato Nolan.
Odio profondamente questo film inutile ed insulso, capace solo di cercare il colpo di scena a tutti i costi. Questo tema è affrontato in maniera ridicola, attori sprecati.
Filmettino per le grandi masse, niente di più.
Unica nota positiva, le musiche di Zimmer e gli effetti sonori.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7 risposte al commento
Ultima risposta 29/05/2011 18.33.06
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento roizzz  @  27/09/2010 00:00:08
   4 / 10
Mi spiace dare un 4 a Nolan ma davvero non riesco da dare un voto migliore a questo film.

Le idee ci sono e sono molto buone, ma il film no, proprio non c'è. E' tutto sbagliato:



Film da dimenticare.. (x me, ovviamente)



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

8 risposte al commento
Ultima risposta 27/09/2010 17.05.21
Visualizza / Rispondi al commento
daghy  @  26/09/2010 23:08:00
   1 / 10
E questo sarebbe il film dell'anno!? Delusione completa, mi aspettavo tutt'altro guardando i voti su questo sito e invece ho sprecato tempo e buttato via i soldi....Pesante, lungo, noioso e troppo confusionario, non si capisce niente, sogni realtà, realtà sogni, l'architetto che costruisce labirinti, subconsci killer....Nell'intervallo la sala si è mezza svuotata, la gente non ne poteva più e mi pento di non averli seguiti....Forse è meglio che il signor Nolan torni alla realtà, non si può vivere di sogni.

15 risposte al commento
Ultima risposta 04/01/2015 15.09.31
Visualizza / Rispondi al commento
denial  @  26/09/2010 11:49:11
   1 / 10
Sogni che nascono, sogni che finiscono. Sogni, essenzialmente, in medias res. Ma, soprattutto, sogni che si frantumano, tra cui quello di C. Nolan di diventare il nuovo Orson Welles.
Mira troppo in alto e perde, paradossalmente, il contatto con la realtà, nonostante provi a farci credere che si tratti tutto di un sogno, di un'illusione, di cui egli ha a portata di mano la soluzione verso la quale prova a condurci. Getta sullo schermo cinematografico una serie di idee che prova a sviluppare, intrecciare e risolvere, che ci smarrisce; lasciando al non detto, non descritto, non fatto, il compito di coprire il vuoto di un problema che non trova soluzione. Si perde lo spettatore nell'uggiosità metropolitana, nel candore innevato di un rifugio-fortezza d'alta montagna. Gli scenari si susseguono, trascinandoci nel vortice che vorrebbe essere onirico e invece è solamente confusionario. Cerca di innestare il seme dell'idea, ne getta tanti a dire il vero, li fa crescere e poi li abbandona, li riprende, poi nella confusione del non detto, del non descritto, del non fatto, li porta a compimento. Come un risveglio traumatico.
Mi aspettavo di più. Intensità, pathos, claustrofobia. Mi aspettavo di meno. Azione, effetti speciali, intellettualismo. Ma è questo ciò che offre la cinematografia moderna, di cui Cristopher Nolan è un campione. E di ciò pare accontentarsi, con la sua furbizia tutta contemporanea. Un occhio allo spettatore che vuole il brivido dell'azione, un occhio a chi vuol essere (ancora ?!?) stupito dagli effetti speciali, un occhio a chi vuole (vorrebbe) qualcosa su cui riflettere. Eh si, c'era proprio bisogno di Nolan per riflettere sull'intreccio sogno-vita. Tra un'esplosione e l'altra (troppe) e architetture paradossali. Pretenzioso.
Pretenzioso come la squadra degli attori, fra cui spicca Leonardo Di Caprio da cui mi aspettavo un miglioramento e che invece gira sempre intorno a qualcosa di indefinito, sempre intento a dimostrare di essere un grande della recitazione, ma alla fine irrimediabilmente uguale a se stesso, monocorde. Si specchia, si piace e compiace di come affronta il ruolo. Con la soddisfazione di chi finalmente vede il suo riflesso sulle vetrine, dopo aver comprato l'abito che tanto desiderava. Gli altri attori, invece, impalpabili.
Questo film meriterebbe di sostare a lungo nel limbo della mediocrità e di scomparire poi nel nulla. Invece mi sento di concedergli l'onore delle armi, quanto meno per avermi fatto apprezzare il gusto di un film insignificante attorniato da persone estasiate nella presuntuosa grandezza di un cinema multisala. Quindi, invece della mediocrità di un quattro e mezzo/cinque, gli lascio la perfezione dell'uno.

32 risposte al commento
Ultima risposta 27/09/2010 13.35.35
Visualizza / Rispondi al commento
gaffe  @  26/09/2010 02:10:59
   4 / 10
Premetto che sono partito prevenuto,non mi piacciono i film criptici ma per passare una serata con gli amici ho visto questo film
Ci sono persone che fanno sogni dei sogni, subconscio qui subconscio là e poi??
In Inception non c'è sostanza è tutto un gran bel frullato che non lascia niente in bocca
A Parer mio è!

16 risposte al commento
Ultima risposta 27/09/2010 11.54.08
Visualizza / Rispondi al commento
goodwolf  @  25/09/2010 11:01:51
   4 / 10
Ma è un film d'azione, un film psicologico, un thriller o cosa?
Non ho trovato una sola cosa che mi sia piaciuta in questo film:
la storia è davvero eccessiva e sviluppata in modo abbastanza confusionario, forzando la mano su troppe (e discutibili) scene d'azione.
I personaggi sono caratterizzati male, scopriamo qualcosa del protagonista solo a metà film e ci sono troppi personaggi sullo schermo senza sapere praticamente nulla di loro.
Troppo lungo, ingarbugliato, e davvero con troppa troppa carne al fuoco. A metà film ho gettato la spugna. Peccato, perchè adoro l'ultima produzione di Nolan.
Uno dei film più brutti che abbia mai visto al cinema (pagando).

19 risposte al commento
Ultima risposta 26/09/2010 16.05.33
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnboterocaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
doppio sospettofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amici
 NEW
gretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortuna
 NEW
la gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il pop
 NEW
la partita (2020)la ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontano
 NEW
lourdes (2019)lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancy
 NEW
non si scherza col fuocoodio l'estate
 NEW
permette? alberto sordipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

999063 commenti su 42955 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net