imago mortis regia di Stefano Bessoni Italia, Spagna, Irlanda 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

imago mortis (2008)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IMAGO MORTIS

Titolo Originale: IMAGO MORTIS

RegiaStefano Bessoni

InterpretiGeraldine Chaplin, Leticia Dolera, Silvia De Santis, Jun Ichikawa, ┴lex Angulo, Helena Carriˇn, Francesco Carnelutti

Durata: h 1.49
NazionalitàItalia, Spagna, Irlanda 2008
Generethriller
Al cinema nel Gennaio 2009

•  Altri film di Stefano Bessoni

Trama del film Imago mortis

Agli studenti della scuola di cinema Murnau si para davanti inaspettatamente una serie di scoperte sconcertanti e personaggi incredibili coinvolti in sanguinosi omicidi rimasti per anni nel mistero. Strane apparizioni e percezioni visionarie mischiano le carte dei confini tra la realtÓ e il fantastico, il materiale e l'immaginario.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,85 / 10 (103 voti)4,85Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Imago mortis, 103 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

alex94  @  01/03/2016 19:48:03
   6 / 10
Imago Mortis è la classica pellicola bizzarra che soddisferà sicuramente l'amante del genere ma lascerà a bocca asciutta chi si aspetta un ritmo elevato e tanto splatter (qualcosina c'è però).
La sceneggiatura nonostante a tratti trascuri un po troppo i personaggi e alcuni elementi alquanto importanti è abbastanza affascinante ed anche se presenta una parte finale alquanto mediocre a grandi linee riesce a farsi seguire senza troppi problemi.
Stupisce positivamente la regia e la fotografia entrambe parecchio eleganti e capaci,molto belle e d'effetto le scenografie.
Pessima invece la recitazione.
Non ho visto gli altri lavori di questo regista,ma Imago Mortis merita una visione (nonostante c'è da dire che visto il budget abbastanza alto era lecito aspettarsi qualcosa di più) è particolare,è un buffo (e non del tutto riuscito) miscuglio di thriller, horror e fantasy.

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/03/2016 14.00.30
Visualizza / Rispondi al commento
Adremingineb  @  07/11/2012 22:57:21
   10 / 10
Bellissimo film!
Da 9 ma un voto in più lo dò perchè è italiano.
Il finale è strepitoso, una trama che ti incolla dall'inizio alla fine.
Assolutamente da vedere

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/11/2012 14.19.42
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  12/04/2011 23:25:27
   6½ / 10
Come si fa a non volergli bene? O.K, se volessimo massacrarlo ci offre abbastanza il fianco ma come si fa a non prendere Alex Amarilla (il protagonista) e dargli un grosso abbraccione? O andare dal regista Stefano Bessoni e fargli un buffetto sul naso? Ci han provato sti ragazzi, e l'hanno fatto con enorme entusiasmo, amore per il proprio lavoro, passione per il Cinema e soprattutto tanta genuinità. Poi è normale che uno si fa prendere la mano, perde un pò il controllo, tende a strafare, aggiunge invece di sottrarre e crea pasticci. Il grosso errore di Bessoni è che malgrado dimostri umiltà, abbia tentato di fare subito il colpaccio, il piccolo capolavoro horror forte in tutte le sue componenti, ma non tutti sono Bayona e possono permettersi The Orphanage al primo colpo (tra l'altro con la Chaplin in entrambi i film). Eppure ha idee, passione, eleganza, ottima mano in regia. Mi sembra Lavezzi, giocatorone che eccelle in tutto ma spesso va fuori fase per troppa generosità.
Imago Mortis è un profondo omaggio alla macchina Cinema; ambientato in una scuola di di cinematografia racconta con entusiasmo di bobine, fotografie, pellicole e montaggio. Il protagonista trova un macchinario, il Thanatoscopio, ideato nel 1600 da un certo Fumagalli con il quale lo scienziato estraeva dai bulbi oculari di una vittima l'ultima immagine impressa nella retina prima della morte. Il macchinario è conosciuto dai professori della scuola che, saputone il ritrovamento, vogliono impossessarsene. Il film, come accennato, si perde nella trama, si confonde, e fa perdere il filo, sempre che ne abbia uno, più di una volta. Non mancano poi diversi errori, come il film nel film fatto dai professori anni prima montato con tanto di titoli iniziali senza che fosse stato finito (strano...), i luoghi sempre bui in quella che alla fine è un'università in qualche modo moderna, una cricca di professori che sembra uscita da Harry Potter, la ragazza disposta anche ad uccidere per essere regista, un'università che d'impovviso come fosse normale si ritrova un ammasso di morti e assassini. Insomma, si scavalca la realtà, si hanno sviluppi narrativi funambolici e forzati, c'è tanta, ma tanta ingenuità, ma l'atmosfera è ottima, gli attori son bravi, la passione vien fuori. E il protagonista, lo ripeto, lo vuoi abbracciare con quella faccia.(c'è da vedere se è "piagnone" di suo oppure ha interpretato perfettamente la parte). Io son arrivato in fondo senza problemi e aspetto Bessoni con molto entusiasmo alla prossima. Chi l'ha massacrato non ha cuore nè occhio lungo. Oppure, semplicemente, ha visto poco cinema horror italiano.

3 risposte al commento
Ultima risposta 01/06/2014 18.42.55
Visualizza / Rispondi al commento
_Hollow_  @  30/12/2010 04:41:55
   3½ / 10
Di film brutti ne ho visti, ma per girare qualcosa di così insulso e noioso bisogna veramente impegnarsi. Visto al cinema, purtroppo. Come mi capita spesso vedendo film brutti, non ricordo a distanza di pochi anni in cosa consistesse la trama, solo la sensazione di insoddisfazione nel pensare come quella fosse banale e mal sviluppata una volta uscito dalla sala. Tra i film visti al cinema in quel periodo di così brutto ricordo solo "Vagina Dentata", ma almeno su di quello ho potuto farmi qualche risata una volta fuori dalla sala, maledendo i compari che m'avevan costretto a vederlo. Se non si fosse capito, decisamente evitabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/12/2010 04.44.47
Visualizza / Rispondi al commento
vale1984  @  28/06/2009 20:50:40
   6 / 10
Film potenzialmente molto bello, con una storia intrigante ed originale...peccato che si perda un pò sulla spiegazioni e diventi confusionario...non spiega davvero bene le ragioni dei vari gesti, anzi inciampa un pò sul finale. Tuttavia gli attori rendono l'idea e sono decenti considerando che sicuramente il budget non era alto...non fa paura ma non mi sento affatto di scosigliarlo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 07/07/2009 23.23.26
Visualizza / Rispondi al commento
Dott.Gex  @  28/06/2009 12:01:33
   1½ / 10
Ridicolo...
L'ho visto al cinema e penso che film del genere nn dovrebbero proprio essere proiettati xchè fanno veramente pena.
Sconsigliatissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/06/2009 19.06.32
Visualizza / Rispondi al commento
John Carpenter  @  16/06/2009 20:24:43
   5 / 10
Il 5 è un voto abbondante, dato soprattutto al coraggio di chi ha lavorato in questo film, che finalmente è una cosa nuova nel panorama cinematografico italiano.
Per il resto il lato tecnico del film è da 10: regia accurata, fotografia eccezionale, cast di tutto rispetto e un sonoro che accompagna fedelmente l'opera fino al finale. Però manca il coinvolgimento, il pathos, e non parlo di splatter o tensione, di cui il film è assente, ma manca proprio un'anima a questo film, è piatto, monotono, non succede mai niente, è come un uovo di pasqua ben incartato ma senza sorpresa.
Spero di aver reso l'idea, comunque il regista Stefano Bessoni si farà sentire in futuro.

John.

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/06/2009 20.25.56
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI paul  @  16/06/2009 12:12:35
   7½ / 10
Sarò controcorrente, ma a me è piaciuto assai. Se poi aggiungiamo che è una produzione italiana, mezzo voto in più. Certo, tensione e trama latitano, ma la tecnica è eccellente, soprattutto la fotografia di Catinari. Tra i film di genere made in Italy degli ultimi anni, per me uno dei migliori.

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/06/2009 12.29.39
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  08/05/2009 11:40:53
   5 / 10
Mi piange il cuore ma non me la sento di premiare quest’opera.Da elogiare sicuramente il fatto che finalmente un horror italiano venga distribuito e pubblicizzato dignitosamente.La cosa lascia ben sperare per il futuro di un genere bistrattato (penso soprattutto a Zuccon) che ci ha visto grandi maestri ed interpreti nel recente passato.
Nell’odierno desolante panorama cinematografico italiano che ,a parte rari casi, si basa ormai da tempo su imbarazzanti creazioni clone, tra volgari ed idioti cinepanettoni natalizi,drammucci isterico-borghesi dallo stereotipo facile e ed escursioni in un mondo giovanile che può esistere solo nel nulla cosmico del cervello di Moccia e compagnia bella,”Imago Mortis” è in grado di sorprendere perché lontano anni luce da tutto ciò e riferibile ad un modo di fare cinema considerato anacronistico e poco remunerativo.
Detto questo veniamo alle note dolenti,“Imago Mortis” fallisce perché basato su una sceneggiatura che non sta in piedi,pregna di voragini in sede di scrittura oltre che di situazioni forzate,se non addirittura ridicole,di dialoghi insulsi ed attori,che nonostante l'impegno,non lasciano nulla.Anche la noia gioca il suo ruolo,e dopo una buona prima parte ci si perde velocemente nel tedio assoluto.
Il film ha però alcuni pregi,innanzitutto si nota che Bessoni è un appassionato,resuscita l’horror gotico degli anni ’60 e ’70 e riferendosi in particolare a Mario Bava miscela il suo operato con chiari rimandi all’attuale movimento spagnolo,strizzando l’occhio in sede di regia al Dario Argento degli anni d’oro,omaggiandolo poi con il palese riferimento a “Quattro mosche di velluto grigio”.Straordinaria la fotografia,davvero inquietanti le ambientazioni,ma non bastano ad innalzare il film da una generale mediocrità dettata da una trama che gira a vuoto,tra apparizioni spettrali,macchinari diabolici e sperimentazioni scientifiche poco plausibili,legate tra loro da uno script debole che stride,purtroppo,in maniera evidente, con una visione d’insieme curata,intelligente,suggestiva e meritevole di argomentazione meno confuse ed acerbe.

3 risposte al commento
Ultima risposta 08/05/2009 16.46.35
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento ědi° PÁr°  @  24/04/2009 19:40:55
   6½ / 10
Similmente a quel che mesi fa dissi in un remoto angolo del forum, dovendo giudicarlo di primo impatto gli avrei piazzato un 3 secco. Però, è bene dire che in fin dei conti Imago Mortis non è un film così mediocre come può sembrare.
Intendiamoci, la sceneggiatura contiene situazioni e voragini a dir poco pazzesche e i dialoghi rasentano il ridicolo; ma alcuni pregi li ha, e il punto è che non è semplice trovarli di recente in un film di questo tipo. Specie se di produzione nostrana. Il soggetto non è davvero niente male, la storia è affascinante, le idee abbondano. Il problema è che tutti gli elementi [per niente pochi, specie per quanto riguarda quelli della sceneggiatura, appunto] sono stati fusi in modo abbastanza confusionario e questo rende la pellicola molto debole dal punto di vista della solidità narrativa.

Salta però all'occhio che visivamente non gli si può criticare nulla: le ambientazioni e la fotografia [sarà stata usata la tanatoscopia?] sono favolose, davvero impossibile dire il contrario. Molto valido anche registicamente, imho.

Magari, ecco, delle interpretazioni pessime [altro modesto personal parere..], rovinano le ottime caratterizzazioni dei personaggi [tutto tranne che normali]; specialmente per quanto riguarda il protagonista: costui è infatti una pura contraddizione per molteplici aspetti, il che potrà sembrare un altro degli aspetti negativi del film, ma non è assolutamente facile portare un personaggio così in una pellicola, e personalmente credo che questa sia una delle idee sfruttate meglio.

Qui thriller e horror si fondono non per generare situazioni efferate e dallo spavento imminente, ma per creare un'atmosfera tetra ed inquietante, non fortissima ma decisamente palpabile.

Non posso dargli di più perché di norma preferisco farmi trasportare più dalla pratica che dagli aspetti tecnicoteorici, ma forse stavolta per il prodotto di Bessoni val bene un'eccezione.

9 risposte al commento
Ultima risposta 26/04/2009 22.33.42
Visualizza / Rispondi al commento
Gui80  @  23/01/2009 22:17:38
   4 / 10
Che delusione... come già accennato da altri, dal Trailer mi aspettavo tutt'altro... magari non un capolavoro, ma almeno un film che avesse un senso e che, in qualche modo, inquietasse...
A tratti ridicolo (anche con recitazione pessima), questo film è, in una parola, INUTILE...

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/01/2009 22.53.20
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  22/01/2009 16:14:49
   7 / 10
"Imago Mortis" Ŕ una pellicola gotica di forte impatto visivo e dalle atmosfere assai curate e seducenti.
La sceneggiatura presenta vuoti narrativi enormi e dialoghi di una banalitÓ sconcertante, ma l'opera nel suo complesso Ŕ pi¨ che valida.

Per un'analisi pi¨ approfondita: Vedi recensione

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/01/2009 19.44.52
Visualizza / Rispondi al commento
DarioArgento  @  22/01/2009 00:25:25
   7½ / 10
opera coraggiosa per un regista italiano, è un buon film e fa la sua bella figura in mezzo a tante ****** horror uscite ultimamente.
complimenti a Bessoni

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/01/2009 13.23.51
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Granf  @  19/01/2009 21:17:17
   2½ / 10
Sinceramente non capisco, il film è stato molto criticato e a ricevuto voti bassissimi del tutto giustificati secondo me. La questione non è il voler linciare a tutti i costi un regista giovane ed esordiente e quindi un film che prometteva molto ed era decisamente affascinante, la questione è guardare in faccia la realtà. Il film è pessimo sotto tutti i punti di vista. Vorrei tanto anche io dare il mio appoggio ad un regista in grado di far rinascere l'horror, soprattutto quello italiano, e portarlo ai livelli che ha raggiunto in passato, ma sinceramente questo Imago Mortis fa cadere le braccia. E' inguardabile, recitato da cani e con una sceneggiatura che definire ridicola è gia un complimento. Si cade praticamente subito nel ridicolo involontario e con il susseguirsi degli eventi mi sono quasi vergognato. Mi sembra incredibile che qualcuno finanzi delle opere del genere, e soprattutto mi pento per aver speso i soldi del biglietto.
Si parla di originalità della trama, ma escludendo l'idea della thanatografia il film è un susseguirsi di apparizioni, scontate e soprattutto viste e riviste (alla seconda gia mi ero stancato) di personaggi grotteschi e poco credibili che si infilano in situazioni a dir poco assurde, è composto come sempre da una casa-scuola-albergo che è completamente fuori dal mondo senza nemmeno l'ombra della legge (l'intero corpo di polizia era in vacanza?) e infine i soliti colpi di scena assolutamente illogici. E potrei fare tantissimi esempi. Non mi è piaciuta nemmeno la regia e ho trovato senza mordente la colonna sonora.
Io rispetto la gente a cui il film è piaciuto ma bisogna fare altrettanto e non definire assurdi i voti bassi. E ripeto, non sono partito affatto prevenuto, anzi, mi aspettavo proprio di vedere un film che potesse risollevare il genere. Non mi resta che attendere ancora.
Mi sento comunque di elogiare l'ottima fotografia e il coraggio. Ma certamente non si fa un film solo con il coraggio, bisogna avere un minimo di talento. Questo è il mio pensiero e nel mio piccolo sconsiglio la visione del film.

6 risposte al commento
Ultima risposta 22/01/2009 14.27.15
Visualizza / Rispondi al commento
Ellis77  @  19/01/2009 15:33:04
   7 / 10
In linea con i due commenti che mi precedono. Niente male, soprattutto perché finalmente viene trattato un tema interessante e diverso dalla solita "minestra horror"; bella la fotografia, l'ambientazione, le musiche e non mi è dispiaciuta nemmeno la recitazione degli attori.
Ho trovato la storia abbastanza lineare e coerente e se ho perso qualcosa è stata per colpa di quei sei dementi che si intrattenevano allegramente nella fila dietro la mia....
In sostanza mi sento di consigliarlo, per me è un prodotto discretamente riuscito...

10 risposte al commento
Ultima risposta 23/01/2009 23.14.07
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI matteoscarface  @  19/01/2009 01:26:24
   7½ / 10
mi scusino i votanti, ma io non capisco davvero i commenti dati al film. va bene dare voti bassi se non è piaciuto ma qui siamo davvero al linciaggio. Certo non è un grande film, ma è
1) fatto bene tecnicamente, non è un film fatto con seimila lire e Argento per la terza madre avrebbe fatto bene a chiedere lumi a Bessoni e al suo direttore della fotografia, che ha curato delle luci spettacolari
2) la storia è originale e sebbene abbia qualche buco di sceneggiatura non scade nel ridicolo, forse qualche passaggio è lento, qualche scena non c'azzecca tanto, questo è vero, ma non per questo viene meno l'interesse.
3) alcune scene sono venute molto bene (quella degli studenti giapponesi per esempio, alla Argento vecchia maniera).
4) è un film internazionale
5) ci sono un cast di caratteristi (c'è il dottore de Il labirinto del fauno) e delle belle musiche
Ho visto e letto gente dire vergogna e gridare le peggio bestemmie contro questo film, io dico solo che se si parte prevenuti non si arriva da nessuna parte.
Innanzitutto Imago Mortis è 10 volte meglio della maggiorparte dei remake e horror americani e degli ultimi film di argento e bava, poi a volte le critiche sono veramente forzate.
Come opera prima a me sembra più che buona, molto meglio di altra roba che viene accettata normalmente. Secondo me ogni tanto si può anche chiudere un occhio su certi punti non riusciti che, ripeto, sono perdonabilissimi e mai affossano il film. Diamogli una possibilità, se il cinema horror non risorge è anche perchè nessuno, da parte del pubblico, gli da fiducia, poi però quando esce l'ennesimo capitolo idiota di Saw tutti in massa a vederlo. Questo film non merita questo trattamento, ho paura che sia così solamente perchè si tratta di un film italiano. Tutto sommato non c'è mai una parte che fa gridare allo scandalo, è un normale film horror che si distacca (per una volta! Deo gratias!) dai soliti clichè, non ci sono bambini indemoniati, non ci sono assassini con la maschera, non ci sono ragazzini torturati da un maniaco, non c'è la solita fotografia verdognola (la fotografia, non mi stanco di dirlo, è fenomenale). E' un film cinematografico, al 100%, e il regista è uno che sembra mosso dalla passione per il genere, per cui tralasciati alcuni errori di inesperienza e di una sceneggiatura non sempre limpidissima c'è del buon in Imago Mortis, e a mio avviso c'è ne tanto, che può migliorare in un'eventuale opera seconda (ad esempio, un consiglio che darei è quello di osare di più con le scene di paura, senza tagliare dopo qualche secondo).
E scusate lo sfogo, Bessoni ha tutto il mio sostegno.

18 risposte al commento
Ultima risposta 21/01/2009 14.14.51
Visualizza / Rispondi al commento
hellknight2  @  17/01/2009 20:35:14
   7 / 10
Un buon film le cui atmosfere ricordano molto i film horror vecchio stile. Numerose le citazioni (Caligari, il nome della scuola Murnau... ecc.).La fotografia è abbastanza buona. Peccato per gli attori non eccellenti (ma il budget non era molto alto), il finale e la regia un poco inesperta. Chiaramente da non andare a vedere in cerca dello spavento. Forse il genere in cui metterlo è il thriller.

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/01/2009 14.10.52
Visualizza / Rispondi al commento
Traianus  @  17/01/2009 15:57:57
   1 / 10
Il soggetto magari è anche interessante. Ma Imago Mortis di tale Stefano Bessoni è davvero un film di rara bruttezza con una regia di una convenzionalità estrema e degli attori diretti in modo imbarazzante. Rinascita del genere? Non scherziamo per favore...

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/01/2009 18.21.02
Visualizza / Rispondi al commento
puffetto  @  17/01/2009 15:37:40
   2 / 10
Non ci siamo proprio. Non ho mai dato un voto così basso, ma Imago Mortis se lo merita tutto.
La storia, pur partendo da premesse storiche vagamente interessanti, si perde nel ridicolo dopo dieci minuti.
La sceneggiatura ha più buchi di una gruviera.
La tensione è inesistente, anche a causa di un sonoro che ti fa capire subito quando sta per arrivare il momento di "sobbalzare dalla sedia"...e nessuno sobbalza.
Ma ragazzi, passi tutto questo, ma la cosa più brutta del film è...la RECITAZIONE!! L'attore principale fa pena, ha delle espressioni di paura più finte di una borsa di Gucci venduta per strada. Il doppiaggio italiano è SCANDALOSO.
Mi dispiace, perchè poi passa l'idea che si abbia un pregiudizio nei confronti dei film italiani...ma finchè usciranno film come Imago Mortis l'idea del cinema italiano nel mondo non cambierà mai.
Allora buona visione (a chi nonostante tutto vorrà andare a vederlo) e...Imago MortACCIs di chi ha scritto il primo commento dando 9 al film...ma chi è, il regista? :)

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/01/2009 17.09.00
Visualizza / Rispondi al commento
Jamma89  @  17/01/2009 15:24:05
   6½ / 10
premetto che il mezzo punto in più è perchè apprezzo il fatto che gli italiani abbiano finalmente realizzato un film horror "guardabile"...dai tempi di dario argento non se ne erano più visti. Non è certamente un gran film o come potevo aspettarmelo, però ritengo che possa essere un inizio per non realizzare quasi sempre film alla natale a rio...

tutto sommato ritengo che possa essere a mio parere un film guardabile, buona almeno l'idea di partenza lascia però alcune scene campate per aria o male spiegate.

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/01/2009 01.25.25
Visualizza / Rispondi al commento
Nic8519  @  17/01/2009 01:00:28
   5 / 10
parlando di semplice trama e storia del film non mi ha convinto piu di tanto, è lenta e non coinvolge più di tanto...molto buoni altri aspetti come la fotografia e in generale l'atmosfera creata...peccato perchè l'aspettativa c'era...a chi non ha fretta consiglio di vederlo su dvd...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/01/2009 11.45.26
Visualizza / Rispondi al commento
Cleric Preston  @  17/01/2009 00:56:42
   4½ / 10
Era parecchio che non rischiavo di addormentarmi al cinema... Mai nella vita avrei pensato che mi ricapitasse con un horror.
Può un film risultare mortalmente lento e ripetitivo pur aprendo di continuo parentesi su parentesi (senza peraltro mai chiuderle)?
La risposta è si, e "Imago Mortis" ne è la prova.
Molto bella la fotografia, ma attori e regista molto spesso lasciano a desiderare (si possono ammirare stacchi di scena in stile "I Robinson", ovvero carrellata davanti all'ingresso dell'edificio per far capire la location della scena successiva).
Nota speciale per l'attrice protagonista, un sorriso da favola che illumina la scena, solo che, come un'arma impropria, andrebbe usato solo quando ce ne è bisogno.
Lei lo usa sempre, risultando alla fine irritante.

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/01/2009 23.02.35
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnboterocaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
doppio sospettofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amici
 NEW
gretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortuna
 NEW
la gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il pop
 NEW
la partita (2020)la ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontano
 NEW
lourdes (2019)lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancy
 NEW
non si scherza col fuocoodio l'estate
 NEW
permette? alberto sordipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia dĺarteunderwatervilletta con ospiti

999130 commenti su 42955 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net