il gobbo regia di Carlo Lizzani Italia 1960
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il gobbo (1960)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film IL GOBBO

Titolo Originale: IL GOBBO

RegiaCarlo Lizzani

InterpretiIvo Garrani, Bernard Blier, Gérard Blain, Anna Maria Ferrero, Guido Celano, Tino Bianchi, Franco Balducci, Enzo Cerusico, Roy Ciccolini, Alex Nicol, Nino Castelnuovo, Edgardo Siroli, Teresa Pellati

Durata: h 1.35
NazionalitàItalia 1960
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 1960

•  Altri film di Carlo Lizzani

Trama del film Il gobbo

Vita, imprese e morte di Alvaro Cosenza, detto il “Gobbo del Quarticciolo”, giovane diseredato che nella Roma occupata prende le armi contro i tedeschi e, a liberazione avvenuta, contro gli americani, diventando un bandito.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,60 / 10 (5 voti)8,60Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il gobbo, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento marco986  @  24/06/2019 18:19:03
   9 / 10
Gran film di Lizzani.

Curiosamente l'ho visto oggi subito dopo Acthung Banditi sempre di Lizzani con all'inizio del film una tematica simile.

Personaggio che nasce come "bandito"della resistenza ed invece poi si trasforma in un criminale.

Moltro bravo il francese Gerard Blain, ottima Anna Maria Ferrero e curiosa presenza di Pasolini come attore.

Sceneggiano Elio Petri e Luciano Vincenzoni.

Musiche di Piero Piccioni

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  01/12/2013 15:57:56
   8 / 10
Strana figura quella del gobbo, più fuorilegge che partigiano, un antieroe tragico le cui azioni possono definirsi eroiche e scellerate, da nemici o alleati. Lizzani punta molto sulle convincenti interpretazioni di Blain e di un nutrito gruppo di ottimi comprimari. Una rappresentazione molto realistica dove si inserisce bene la tematica di un personaggio da classico gangster movie. Un film poco visto e poco conosciuto, uno dei migliori di Carlo Lizzani che merita di essere recuperato.

Zpnv  @  09/09/2013 13:12:05
   10 / 10
Il più bel film di Lizzani e uno dei migliori del nostro cinema, duro e abbastanza violento per l'epoca, che ci racconta di una periodo difficilissimo per un Italia che aveva perso la guerra e ogni suo punto di riferimento, dove tutti erano abbandonati a se stessi e dove trovavano terreno fertile personaggi come il Gobbo, che se da un punto di vista si schieravano contro i tedeschi, allo stesso tempo prendevano le distanze anche dai partigiani stessi, insomma dei fuorilegge, il cui unico credo era la violenza, del resto non poteva essere altrimenti visto che la situazione era più che disperata. Il Gobbo è stata una figura che per le borgate romane ha sempre rappresentato un idolo, uno che combatteva per il bene del popolo, insomma una figura mitizzata che ha avuto sicuramente più ombre che luci. Un personaggio così complesso non poteva essere trascurato dal cinema, ci pensa il grande Lizzani a raccontare le vicende del Gobbo Giuseppe Albano, per l'occasione ribattezzato Alvaro Cosenza, e regalandoci due personaggi straordinari, il Gobbo che quindi è un personaggio realmente esistito, e Ninetta, che è un personaggio nato dalla fantasia degli sceneggiatori, reso indimenticabile dall'attrice italiana più bella e brava di sempre: Anna Maria Ferrero.
Per il ruolo da protagonista viene scelto il francese Gerard Blain, trattandosi di una coproduzione è quasi una scelta obbligatoria, in un primo momento potrebbe sembrare una stonatura, ma non è così, il bravissimo Blain ce la mette davvero tutta per sembrare un ragazzo delle borgate romane, egli stesso dichiarò che i ragazzi di strada che facevo le comparse nel film durante le riprese a Pietralata oppure al Quarticciolo non erano poi così differenti da quelli della periferia parigina che l'attore conosce molto bene, Ne esce così un'ottima interpretazione, certo anche la voce di Giuseppe Rinaldi che doppia l'attore aiuta non poco alla resa finale del personaggio, ma l'espressività del volto di Blain, una volta feroce e violento un'altra teneramente innamorato della sua Ninetta, meritava sicuramente più considerazione da parte dei critici dell'epoca.
Ma veniamo a Ninetta, la migliore interpretazione di Anna Maria Ferrero, difficilmente un'attrice è mai stata così intensa, anche lei stessa fu contenta di come era riuscito il suo personaggio, una ragazza indifesa e sola, viene violentata dal Gobbo, gli uccidono il padre, abortisce e si da alla prostituzione, insomma tutte situazioni che avrebbero abbattuto chiunque, ma non lei, capace di rialzarsi e di guardare sempre avanti, tutto con le sue sole forze, fino al tragico finale accanto al suo amato/odiato gobbo. Anna Maria veniva da uno dei periodi più brutti della sua vita, si era da poco lasciata con Vittorio Gassman, questo dolore l'aveva chiusa in se stessa. Sicuramente ha trasmesso quello che stava provando in quel momento, tristezza e rabbia per una storia finita forse anche per una propria colpa, ma Anna Maria non si buttò mai giù, concentrò tutta le sue innate doti di grande attrice e ci regalò questo straordinario personaggio che è Ninetta.
Ninetta e il gobbo sono due personaggi non troppo diversi, nel gobbo c'è anche qualcosa di buono così come Ninetta non è propriamente un personaggio positivo, è vero che subisce una violenza, ma è lei di propria iniziativa ad iniziare a prostituirsi ed a rifiutare il bambino che aspettava dal gobbo stesso. Nel tragico finale è sempre lei a seguire per l'ultima volta il suo amante nella disperata fuga, dove troveranno entrambi la morte, quindi Ninetta è vittima ma allo stesso tempo artefice del suo triste destino. Un gran bel personaggio.
Tornando al film, si può certo dire che se la censura dell'epoca non fosse stata così stupida, sicuramente la pellicola ne avrebbe guadagnato non poco sotto ogni punto di vista, mi riferisco al momento dello stupro di Ninetta, oppure quando lei stessa abortisce il figlio non desiderato del gobbo, di certo temi che nel 1960 era un tabù solo pensarli, quindi bisognava accontentarsi. Nonostante l'impegno di Lizzani di mantenersi il più lontano possibile dalla censura, il film fu accusato di apologia della violenza, ma fortunatamente non ci furono problemi seri che ritardarono la proiezione del film, che uscì nelle sale l'anno successivo e fu uno dei maggiori incassi.
Tuttavia è sbagliato pensare che il film siano solo di due protagonisti, un applauso a Lizzani per aver saputo ricostruire così bene quei nove mesi della resistenza romana che segnarono per sempre la vita degli abitanti delle borgate romane, quegli stessi che furono testimoni delle imprese del Gobbo del Quarticciolo, non era difficile fabbricare falsi eroi in quegli anni difficili, ci si aggrappava a qualsiasi cosa pur di sperare in futuro meno bruto del presente. Sicuramente il gobbo fu una figura negativa, e anche per questo ha il suo fascino, ed è per questo che ha meritato che le sue gesta siano state raccontate in un film.
La scena indimenticabile: Ninetta ormai si è data alla prostituzione, rientra a casa e trova il gobbo, che vorrebbe parlarle e forse chiarire il suo sentimento verso la ragazza, vorrebbe strapparla a quella vita che non le appartiene, è sottomesso e non ha più la spavalderia di un tempo, al contrario Ninetta appare sicura di se e fiera della sua nuova vita, i soldi non le mancano, si offre al suo ex amante come fosse un cliente qualsiasi, si spoglia e si siede sul letto, il gobbo la accarezza, all'improvviso i due ripensavo a quei pochi bei momenti vissuti insieme, a quello che sarebbe potuto essere e invece per colpa di una guerra che li ha segnati non potrà mai essere. Ecco che Ninetta perde tutta la sua sicurezza, anche il gobbo è imbarazzato, la ragazza dice "Co te nun posso manco se me ricopri d'oro" e si lasciato con tutti i rimpianti possibili. Pochi minuti e poche parole, carichi di una drammaticità indescrivibile che solo il cinema e soprattutto una grande attrice sanno dare, Grazie di esistere Anna Maria!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  31/08/2013 23:36:32
   8 / 10
Uno dei migliori Lizzani di sempre, e notevole l'interpretazione di Gerard Blain per un film che mi ha sempre trasmesso un'aurea di epica tragicita'

DarkRareMirko  @  01/09/2009 23:12:30
   8 / 10
Buon film di Lizzani, anche se lento e prolisso, soprattutto nelle parti descrittive, dove tutto si evolve a poco a poco.

Gran bel cast (c'è pure un bravo Pasolini doppiato nel ruolo del violento), ottime caratterizzazioni dei personaggi (lo spettatore non riesce totalmente a considerare cattivo Cosenza, come non riesce neppur e a considerarlo totalmente buono però), regia invisibile e iperrealistica, per un film che a fine visione lascia più che sazi, seppur la durata sia di canonici 90 minuti.

Da recuperare.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

20.000 specie di api50 km all'oraa dire il veroadagioall soulsamerican fictionappuntamento a land’s endaquaman e il regno perdutoarfargylle - la super spiabang bank
 NEW
bob marley: one lovebuon natale da candy cane lanechi ha rapito jerry cala’?chi segna vince
 NEW
city hunter: the movie - angel dustcolpo di fortunacome puo' uno scogliocover story - vent'anni di vanity fairdeserto particulardieci minutidivinitydobbiamo stare vicinielf me
 NEW
emma e il giaguaro neroeneaferrarifinalmente l'albafinestkindfoglie al ventogenoa. comunque e ovunquegiorni felicigodzilla minus onehazbin hotel - stagione 1how to have sexi soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil fantasma di canterville (2024)il faraone, il selvaggio e la principessail maestro giardiniereil male non esiste (2023)il migliore dei mondiil mondo dietro di teil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeimprovvisamente a natale mi sposo
 NEW
in the land of saints and sinnerskriptonla chiocciolala natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitanti
 NEW
la zona d'interessel'anima in pacele avventure del piccolo nicolas
 NEW
le seduzionimadame web
 NEW
martedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)mr. & mrs. smith - stagione 1napoleon (2023)
 NEW
night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)one lifepare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 R
povere creature!prendi il voloprima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpuffin rock - il filmrebel moon - parte 1: figlia del fuocored roomsrenaissance: a film by beyoncericomincio da me (2023)robot dreamsromeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operasantocielosilver e il libro dei sognisound of freedom - il canto della liberta'succede anche nelle migliori famigliesuncoastte l'avevo dettothe beekeeper
 NEW
the cage - nella gabbiathe family planthe holdovers - lezioni di vitathe miracle clubthe piper (2023)the warrior - the iron clawtrue detective - stagione 4tutti a parte mio marito - it's raining mentutti tranne teuna bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giappone
 NEW
volarewishwonder: white birdwonkayannick - la rivincita dello spettatore

1047821 commenti su 50425 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALIENATEAMERICAN NIGHTMARE - MINISERIE TVAPOCALISSE DI GHIACCIOBADLAND HUNTERSCALIFANOCAUSA DI DIVORZIOERADICATIONFREE FALL - CADUTA LIBERAGLI AMICI DELLE VACANZEGLI AMICI DELLE VACANZE 2IL DEMONE NEROIL SENTIERO DELLA VENDETTAIL TESORO DELLE 4 CORONEJUJUTSU KAISEN 0 - IL FILMLA BATTAGLIA DI HANSANLA FESSURALA LEGGENDA DI LONE RANGERLA ROSA DELL'ISTRIAL'AMORE ARRIVA DOLCEMENTEMALIZIOSAMENTENAGAOCCHIO NERO OCCHIO BIONDO OCCHIO FELINO…ONCE UPON A CRIMEPOUPELLE DELLA CITTA' DEI CAMINISEGUI IL TUO CUORESHERLOCK HOLMES - SCANDALO IN BOEMIASHUT IN (2022)SUFFERING BIBLETAURUSTERRA BRUCIATA (1953)UNA RETE DI BUGIE (2023)ZOMBIE 100 - CENTO COSE DA FARE PRIMA DI NON-MORIRE

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net