aprile (1961) regia di Otar Iosseliani URSS 1961
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

aprile (1961)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Titolo Originale: APRILI

RegiaOtar Iosseliani

InterpretiT. Chanturia, Gia Chiraqadze, A. Chikvaidze, V. Maisuradze, A. Jorbenadze

Durata: h 0.46
NazionalitàURSS 1961
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 1961

•  Altri film di Otar Iosseliani

Trama del film Aprile (1961)

-

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,00 / 10 (1 voti)8,00Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Aprile (1961), 1 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  20/06/2006 18:38:10
   8 / 10
Siamo di fronte ad un film più che sconosciuto direi, ma non per questo non bello. Si tratta di un mediometraggio del regista georgiano Otar Iosseliani e racconta la vicenda di due innamorati che prendono casa. All'inizio è una casa spoglia, dove tutti i condomini vivono senza mobili e fanno i propri lavori senza problemi. Dopo il loro appartamento viene arredato con mobili che segneranno la fine della loro felicità: essi si impadroniscono delle loro menti a tal punto che la casa viene riempita fino all'orlo di mobili e suppellettili e non si riesce neanche più a girare. Questa condizione di schiavismo, di dipendenza dalle cose materiali turba la loro felicità, finchè non si ribellano ad essa e ritornano alla loro libertà.

Sembra quasi un precursore del film Fight Club in un certo senso, le cose materiali che si impossessano di noi e possono distruggere sentimenti quali l'amore reciproco ed il senso di libertà. Inoltre va letto sulla base del periodo storico nel quale è stato girato: è infatti anche una critica al regime sovietico.
Ma la particolarità di questo film sta in altri piccoli particolari, a dire il vero veramente strani, che ne fanno a tratti quasi una commedia, ma che non sto a dirvi per non rovinarvi il gusto del film.

P.S. Vi consiglio di scordarvi di poterlo trovare in cassetta o quant'altro. Io l'ho registrato dal programma di Giorgio Ghezzi (Fuori Orario) quindi penso che se volete vederlo dovreste andare a qualche rassegna cinematografica.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008579 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net