anche i boia muoiono regia di Fritz Lang USA 1943
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

anche i boia muoiono (1943)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ANCHE I BOIA MUOIONO

Titolo Originale: HANGMEN ALSO DIE

RegiaFritz Lang

InterpretiDennis O'Keefe, Anna Lee, Walter Brennan, Brian Donlevy

Durata: h 2.11
NazionalitàUSA 1943
Generedrammatico
Al cinema nell'Aprile 1943

•  Altri film di Fritz Lang

Trama del film Anche i boia muoiono

Nella Praga occupata dai nazisti viene ucciso il "Reichsprotektor", Reinhard Heydrich: per evitare la repressione, la Resistenza individua un collaborazionista come cavia e fa convergere su di lui le prove…

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,75 / 10 (4 voti)8,75Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Anche i boia muoiono, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  04/06/2011 12:32:10
   8 / 10
Ottimo film di Lang. La parte più bella e interessante è la maniera con cui Lang evoca l'oppressione nazista in una nazione occupata. Direi insolitamente azzeccata e realista. Ciò è dovuto senz'altro alla mano di Bertold Brecht che ha aiutato Lang a concepire quest'opera. Anche qui si incontra uno dei temi cardine del cinema di Lang, cioè quello della contrapposizione fra legge costituita e legge popolare. A differenza dei film precedenti, qui Lang si schiera decisamente a favore della seconda. Purtroppo il film è rovinato dal sentimentalismo e dalle forzature narrative, tipiche dei film americani dell'epoca. Peccato. Certi personaggi (come quello del professore) emergono però per umanità e realismo. Certamente l'atmosfera partigiana, di esaltazione della resistenza popolare si fa sentire notevolmente (la guerra era ancora in corso), ciò non toglie che in qualche breve scena alcune figure popolari riescano ad emergere in tutta la loro schiettezza (merito indubbiamente di Brecht).
I nazisti sono ritratti in maniera abbastanza caricaturale (effeminati, crudelissimi, viziosi, morbosi) ma decisamente pervasivi e oppressivi. L'atmosfera di arbitrio e di paura, di sorda resistenza, di dubbi e stanchezze, è rappresentata benissimo.
C'è anche una figura di commissario che ricorda un po' quella di Lohmann, tipica dei film tedeschi di Lang. Sta dalla parte del "male", però agisce in maniera molto scaltra e fine e riesce addirittura a pervenire quasi alla verità. Ricorda un po' il commissario nazista di "Bastardi senza gloria".
Sono solo delle forzature narrative (imposte dai gusti dell'epoca) a "salvare" i personaggi buoni, lasciando però qualcheduno cadere per poter rappresentare un nobile sacrificio.
Tutto questo riesce a creare una caratterizzazione tutto sommato europea e realista. Nel film viene introdotta però la figura della figlia del professore, la quale rappresenta l'americana media come veniva concepita allora: buona, ingenua, che però impara a reagire e a capire dove sta veramente il "bene", al di là delle apparenze. C'è poi tutta un'attenzione particolare al perbenismo all'istituzione della famiglia borghese.
Il film scade però nel finale quando si vuole assolutamente dare un lieto fine che salvi i principali personaggi buoni e condanni quello cattivo. L'intreccio diventa un po' macchinoso e improbabile, ma così si voleva allora al cinema e Lang non si poteva tirare indietro.

Goldust  @  02/05/2011 16:52:40
   9 / 10
Semplicemente superbo, un dramma vibrante che prende spunto da un avvenimento vero. A mio parere erroneamente catalogato come film di propaganda anti-nazista ( e perciò sminuito ) è un film che brilla di luce propria, tremendamente appassionante ancora oggi grazie al suo ritmo teso ed alla sceneggiatura perfetta. Uno dei migliori di Lang, imperdibile.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/03/2011 23:32:38
   8½ / 10
Anteporre gli interessi collettivi di una nazione oppressa dal giogo nazista a quelli personali, anche a costo di perdere irrimediabilmente i propri affetti personali. Questo è ciò che emerge nella prima parte di questo film in cui la famiglia Novotny viene messa a dura prova e disgregata a causa della protezione offerta all'attentatore del Boia di Praga. Nella seconda parte viene messo in luce quella tematica cara a Lang già evidenziata in M: la contraddizione fra la verità e giustizia. In questo caso la volontà collettiva di un popolo occulta la verità per punire un traditore, la menzogna e la delazione sono gli strumenti per ottenere la giustizia. Lang orchestra bene la molta carne al fuoco a disposizione, delineando in maniera eccellente i personaggi coinvolti, anche quelli più secondari. Meno propagandistico o retorico di quanto ci si possa immaginare.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  05/03/2010 00:30:44
   9½ / 10
Chi ha amato l'affresco post-moderno di "Bastardi senza gloria" può rivolgersi indirettamente a questo incantevole e misconosciuto film di Lang. Rettifico: il miglior film americano di Lang in assoluto, anche se pochi lo sanno...
Verrebbe da dire "troppo per un uomo solo", e in questo caso gli uomini sono due, un carnefice quasi senza volto e un esecutore "democratico".
"Anche i boia muoiono" è non solo la rievocazione dell'occupazione nazista a Praga, ma anche un grande racconto che fa perno sulle vicissitudini della famiglia Novotwy.
Sorretto da dialoghi strepitosi ("La libertà non è un bene che si possieda come tante cose al mondo, bisogna lottare per la libertà), una giustificata retorica, un lirismo struggente almeno quanto l'intreccio (si potrebbe coniare la definizione di noir post-bellico) è un film doppiamente coraggioso, sia per la sua data di uscita sia per le origini del grande regista.
Permeato di un gustoso e irriverente cocktail che mescola dramma a un'ironia tremendamente macabra e scoperta, diventa alla fine quasi un remake di "M", con un caratterista superlativo che finisce per riprodurre le movenze e l'espressionismo di Peter Lorre in quell'immutato capolavoro.
Più che un film sul trionfo del bene sul male, si direbbe un film di propaganda apertamente di sinistra, dove la politica dei sospetti e del "tradimento" diventano a modo loro inesorabili e fondamentali come profetici del clima maccartista dell'america di qualche anno dopo.
Assolutamente da non perdere

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006098 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net