a ciascuno il suo cinema regia di Nanni Moretti, Amos Gitai, Tsai Ming-Liang, Takeshi Kitano, Hou Hsiao-Hsien, David Cronenberg, David Lynch, Chen Kaige, Lars Von Trier, Wim Wenders, Zhang Yimou, Gus Van Sant, Roman Polanski, Wong Kar-Wai Italia, Cina, Israele, Giappone, USA, Taiwan, Danimarca, Finlandia, Spagna, Iran, Francia 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitŕ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

a ciascuno il suo cinema (2007)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film A CIASCUNO IL SUO CINEMA

Titolo Originale: CHACUN SON CINEMA

RegiaNanni Moretti, Amos Gitai, Tsai Ming-Liang, Takeshi Kitano, Hou Hsiao-Hsien, David Cronenberg, David Lynch, Chen Kaige, Lars Von Trier, Wim Wenders, Zhang Yimou, Gus Van Sant, Roman Polanski, Wong Kar-Wai

InterpretiJosh Brolin, Émilie Dequenne, Sara Forestier, Sylvia Kristel, Jeanne Moreau, Michel Piccoli, Anna Karina

Durata: h 1.51
NazionalitàItalia, Cina, Israele, Giappone, USA, Taiwan, Danimarca, Finlandia, Spagna, Iran, Francia 2007
Generedocumentario
Al cinema nel Febbraio 2007

•  Altri film di Nanni Moretti
•  Altri film di Amos Gitai
•  Altri film di Tsai Ming-Liang
•  Altri film di Takeshi Kitano
•  Altri film di Hou Hsiao-Hsien
•  Altri film di David Cronenberg
•  Altri film di David Lynch
•  Altri film di Chen Kaige
•  Altri film di Lars Von Trier
•  Altri film di Wim Wenders
•  Altri film di Zhang Yimou
•  Altri film di Gus Van Sant
•  Altri film di Roman Polanski
•  Altri film di Wong Kar-Wai

Trama del film A ciascuno il suo cinema

Ogni tanto gli anniversari non vengono per nuocere. Č il caso del sessantesimo del Festival di Cannes che ha spinto il suo Presidente e mentore Gil Jacob a celebrare offrendo ai registi di cui sopra la possibilitŕ di realizzare un film di 3 minuti avente al centro la sala cinematografica o comunque l'idea di film giŕ realizzato. Quindi niente lavoro del set, registi e attori ecc.. ma l'opera finita e il suo rapporto con il luogo che resta ancora (almeno idealmente) al centro della sua fruizione. Ne č uscito un mosaico davvero interessante di letture e di spunti.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,20 / 10 (5 voti)7,20Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su A ciascuno il suo cinema, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Filman  @  01/02/2015 20:01:42
   7½ / 10
Omaggio ed individualità sono i binari che trasportano ciascun regista nella creazione finale di CHACUN SON CINEMA, assegnato quasi come un compito e reso un esperimento collettivo di 34 episodi, ciascuno dei quali aventi il cinema e la visione in sala come elemento in comune, filo conduttore e tema portante che, se da una parte rende monotona la visione, dall'altra offre l'interessante modo di vedere il cinema di ciascun regista attraverso il suo stesso modo di farlo.
E' così che ci si trova catapultati in un mosaico di scenari, situazioni, generi e stili differenti, sequenziati con un ritmo, eccessivamente, e anche troppo velocemente, altalenante, ma che in più frangenti regala il lato affascinante della varietà, tra cui la rappresentazione onirica di Lynch, l'egocentrismo (e l'eccentricità) di Von trier, il piano-sequenza di Inarritu, per dirne qualcuno, senza escludere un'enorme catasta di materiale indie, il tutto convergente nel sentimento rivolto e proveniente dalla settima arte.

speXia  @  20/05/2012 10:34:41
   8 / 10
ARENA ESTIVA (Depardon): il peggiore in assoluto. Non ha proprio niente da dire o da mostrare, ed è un peccato che sia proprio questo pessimo episodio ad aprire le danze. Voto: 3.
UNA BELLA GIORNATA (Kitano): divertente. Il protagonista, poi, suscita tanta pena. Voto: 7,5.
TRE MINUTI (Angelopoulos): niente male, bravissima l'attrice principale. Voto: 7.
AL BUIO (Koncalovskij): inizia in modo malinconico, ma finisce con l'essere piuttosto bizzarro. Descrive abbastanza bene cosa significhi non riuscire a godersi un film per colpa di elementi disturbatori. Nel trattare questo tema, però, è decisamente meglio l'epicissimo Occupants. Voto: 7.
DIARIO DI UNO SPETTATORE (Moretti): molto simpatico, specialmente quando parla del bambino. Voto: 7.
THE ELECTRIC PRINCESS PICTURE HOUSE (Hou): non mi ha detto più di tanto. Comunque, i bambini sono tenerissimi, la fotografia tendente al giallastro molto adatta, e l'ambientazione (cinema nella Cina di qualche decennio fa) è nostalgica e affascinante. Voto: 6,5.
NELL'OSCURITA' (Dardenne): romanticissimo e poetico. Voto: 8.
ABSURDA (Lynch): terribilmente inquietante, molto weird, sembra quasi un horror a tinte sovrannaturali. Voto: 8.
ANNA (Inarritu): "Era un film in bianco e nero?"
"No. Era a colori."
Poetico, triste, struggente. Voto: 9.
GUARDANDO IL FILM (Zhang): nel suo essere fanciullesco, divertente e quasi magico. Yimou, come quasi sempre fa nei suoi film, adora mostrarci la Cina in tutta la sua bellezza, con gli alberi, il cielo e la natura. Voto: 8.
IL DIBBUK DI HAIFA (Gitai): crudo e spiazzante. Voto: 8.
LADY INSETTO (Campion): totalmente nonsense, e per questo molto divertente. Ottimi il montaggio e gli "effetti speciali". Voto: 7,5.
ARTAUD DOPPIO SPETTACOLO (Egoyan): all'inizio è un po' confuso e poco interessante, ma il finale è decisamente macabro. Voto: 7.
LA FONDERIA (Kaurismaki): forse sono io a non averlo compreso, ma questo episodio non mi ha convinto tanto. Voto: 5.
RECRUDESCENZA (Assayas): boh? E' un episodio curioso... Voto: 6.
47 ANNI DOPO (Chahine): simpatico, pieno di ottimismo e con una bellissima morale. Peccato solo che sia un po' troppo autocelebrativo. Voto: 7,5.
È UN SOGNO (Tsai): sognante e dall'atmosfera fiabesca. Una bellissima dimostrazione di amore verso il cinema. Voto: 8,5.
OCCUPATIONS (Von Trier): fot.tutamente geniale. Quello che ogni amante del cinema vorrebbe fare in sala! Voto: 10.
IL DONO (Ruiz): interessante e affascinante. Voto: 7.
IL CINEMA SUL BOULEVARD (Lelouch): un amore per il cinema che dura per tutta la vita, per poi essere, infine, "donato" ai figli. Magnifico. Voto: 9.
PRIMO BACIO (Van Sant): un po' troppo paradossale, però non nascondo che mi piacerebbe moltissimo poter fare come il protagonista. Voto: 6.
CINEMA EROTICO (Polanski): spassosissimo, con una rivelazione finale assolutamente geniale e divertente. Sembra una barzelletta tramutata in film. Voto: 9,5.
TRADUZIONE NON RICHIESTA (Cimino): delirante, forse troppo. Ogni tanto fa sorridere, ma non basta. Mezzo punto in più per i glutei della tipa. Voto: 5,5.
IL SUICIDIO DELL'ULTIMO EBREO DEL MONDO NELL'ULTIMO CINEMA DEL MONDO (Cronenberg): una possibile morte del cinema mostrata in modo freddo e spietato. Da notare come la ragazza (rappresentante le nuove generazioni) confonda la nascita del cinema con la nascita di Hollywood. Voto: 8,5.
I TRAVELLED 9000 KM TO GIVE IT TO YOU (Wong): classico, nello stile del regista. Voto: 6.
DOV'È IL MIO ROMEO? (Kiarostami): non mi ha detto assolutamente niente. Voto: 5.
APPUNTAMENTO ALL'ULTIMO SPETTACOLO (August): ottimo. E io che ogni tanto porto la mia ragazza cinese (che capisce l'italiano, ma non benissimo) a guardare un film al cinema, capisco appieno cosa prova il protagonista. Voto: 8.
MALDESTRO (Suleiman): buffo, fa sorridere ma niente di più. Passabile. Voto: 6.
L'UNICO INCONTRO (De Oliveira): un simpatico, bell'omaggio al cinema del passato. Voto: 7,5.
A 8944 CHILOMETRI DA CANNES (Salles): divertentissimo, con due protagonisti mitici ed una musica che gasa un botto. Uno dei migliori insieme ad Occupants e Cinema Erotico. Voto: 10.
GUERRA IN TEMPO DI PACE (Wenders): vorrebbe criticare la guerra, ma purtroppo fallisce clamorosamente. Tra tutti gli episodi, questo è forse quello con la fotografia che mi è piaciuta di meno. Uno dei peggiori. Voto: 4,5.
NEL VILLAGGIO DI ZHANXIOU (Chen): si apre in modo buffo, simpatico e leggero, ma alla fine si rivela molto malinconico, quasi struggente. Un altra splendida dimostrazione di amore verso il cinema proveniente dalla Cina. Voto: 8,5.
WORLD CINEMA (fratelli Coen): nulla di chè. Il loro stile si nota parecchio. Tutto sommato passabile. Voto: 6.
LIETO FINE (Loach): l'indecisione e l'imbranataggine dei personaggi fanno sorridere, ma per il resto non è un granchè. Per concludere, ci voleva un episodio migliore. Voto: 6.
EPILOGO (Clair): magnifico, peccato però che non sia un episodio vero e proprio.

Quoto in tutto e per tutto quello che ha detto il buon Terry prima di me. Chacun Son Cinéma è un delizioso (e piacevolissimo, aggiungerei io) omaggio al cinema, ed essendo un film ad episodi, la media andrebbe calcolata matematicamente. Come in ogni film omnibus, la qualità degli episodi può essere altalenante, ma qui si mantiene sempre su ottimi livelli. Ci sono quelli che fanno ridere (A 8944 Chilometri, Cinema Erotico), quelli che commuovono (Anna, Zhanxiou), quelli che inquietano (Absurda, Doppio Spettacolo), quelli che trasudano puro amore per il cinema (Cinema Sul Boulevard, È Un Sogno).
Fatto sta che questa pellicola è davvero un grandissimo omaggio al mondo cinematografico, una sorta di ringraziamento internazionale verso tutte le emozioni che uno schermo e una pellicola possono incuterci. E persino i ciechi riescono a percepire questo grande amore, viste le varie volte in cui il protagonista è un non vedente.

Voto: 7/8, ma direi che l'otto si può tranquillamente dare.
Assolutamente da recuperare per ogni vero amante del cinema.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  23/12/2011 01:40:58
   7½ / 10
DEPARDON: didascalico. (6)
KITANO: Non troppo divertente, e neanche montato bene. Passabile (6)
ANGHELOPULOS: di classe. Mas*****nni e J. Moreau splendidi. (7)
KONCALOVSKIJ: Divertentissimo e commuovente. (8)
MORETTI: Come al solito l'unico italiano. Divertente. (7,5)
HSIAO-HSIEN: Boh? (4)
DARDENNE: Magico (bellissima la colonna sonora dal film di Bresson). (8)
LYNCH: Domina. (8)
INARRITU: Alta qualità. (8)
ZIMOU: Classico e dolce. (8)
GITAI: Crudo e visivamente pazzesco. (8)
CAMPION: Bellini i dialoghi. Per il resto inutile. (6,5)
EGOYAN: Affascinante e inquietante. (7,5)
KAURISMAKI: Critico (non troppo riuscito). (6,5)
ASSAYAS: Tensionante, bello. (7,5)
CHAHINE: Autoreferenziale, ma divertente nella prima parte. Bel messaggio ai giovani (6)
MING-LIANG: Sogno bellissimo. (7,5)
VON TRIER: Il migliore. Geniale. Quello che vorrei fare sempre al cinema. (10)
RUIZ: Affascinante, ma incomprensibile. (7)
LELOUCH: Incantevole. (9)
VAN SANT: Weird, ma passabile. (6,5)
POLANSKI: Surreale, ma divertente. (7,5)
CIMINO: Pazzo. (5)
CRONENBERG: Profetico. (8)
KIAROSTAMI: Grazie maestro. (8,5)
KAR-WAI: Tipico del suo stile. (7)
AUGUST: Ottimo (ironia, serietà, protagonisti, tutto..). (7,5)
SULEIMAN: Carino. (6,5)
DE OLIVEIRA: Chicca cinematografica. Piccoli genio. (8,5)
SALLES: Il migliore insieme a Occupations. (10)
WENDERS: Pessimo. (3)
KAIGE: dolce e bellissimo, molto amaro. (8)
LOACH: Mah, difficile da classificare. (6)

E con L'Epilogo di Clair termina questo delizioso omaggio al Cinema (e a Fellini). Il voto è una media matematica (per eccesso). Non sono un fanatico dei film a episodi, ma si trova sempre qualcosa di interessante. I due commenti precedenti non rendono giustizia al film a mio parere. Con questo commento ho cercato di essere obiettivo per una pellicola da recuperare almeno per una visione, la definirei "deliziosa". Siamo o no appassionati di Cinema?

tonnorefanio  @  26/02/2011 16:43:25
   10 / 10
WildHorse  @  14/10/2010 00:46:27
   3 / 10
Ecco, non avete ancora visto questo collage di autocompiacimento degli addetti ai lavori? Benissimo, è una fortuna! Perché questo mosaico è fatto apposta ed esclusivamente per loro. Noi di qua a guardare, loro di là a compiacersi e a brindare alla faccia nostra. Un muro alto quanto la bravura di ogni singolo regista che ha collaborato spacciato per opera d'arte. Se lo potevano risparmiare.

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/11/2010 04.19.57
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

120 battiti al minuto19222 biglietti della lotteria40 sono i nuovi 20addio fottuti musi verdi
 NEW
agadahalibi.comall eyez on meammore e malavitaappuntamento al parcoauguri per la tua mortebaby driver - il genio della fugababylon sistersbarry seal - una storia americana
 HOT
blade runner 2049borg mcenroebrutti e cattivicapitan mutanda: il filmcars 3chi m'ha vistocold groundcome ti ammazzo il bodyguardcosi' parlo' de crescenzocure a domiciliodavid gilmour - live at pompeii
 NEW
death ward 13dementia 13dove cadono le ombredove non ho mai abitatoearth - one amazing dayemoji - accendi le emozioniferrante feverfinche' c'e' prosecco c'e' speranzafottute!franca: chaos and creationfuori c'e' un mondogatta cenerentolageostormgifted - il dono del talentogli asteroidiglory - non c'e' tempo per gli onestigood timehouse on elm lakehuman flowibiil colore nascosto delle coseil contagioil culto di chuckyil mio godardil palazzo del vicere'
 NEW
i'm - infinita come lo spazioin dubious battle - il coraggio degli ultimiin questo angolo di mondo
 HOT
it (2017)ivory. a crime storyjohnny gruesomejukai - la foresta dei suicidi
 NEW
justice leaguekingsman: il cerchio d'orokoudelka fotografa la terra santal’ordine delle cosela battaglia dei sessi (2017)
 NEW
la casa di famigliala forma della vocela fratellanza (2017)la ragazza nella nebbia
 NEW
la signora dello zoo di varsavial'altra meta' della storialbjleatherfacelego ninjago - il filml'equilibriol'esodo
 NEW
lezione di pittural'incredibile vita di normanl'inganno (2017)l'intrusa (2017)loving vincentl'uomo dal cuore di ferrol'uomo di nevemade in china napoletanomadre!malarazzamanifestomarrowbonemazinga z - infinitymiss sloane - giochi di poteremistero a crooked housemonster familymr. ovemy name is adilmy name is emilynemesi
 NEW
never ending man - hayao miyazakinico, 1988noi siamo tuttonon c'e' camponove lune e mezza
 NEW
ogni tuo respirootherlifepaddington 2party bus to hell
 NEW
pipě, pupů e rosmarina in il mistero delle note rapitepokemon: scelgo te!renegades - commando d'assaltoritorno in borgognarock paper deadsaw: legacyterapia di coppia per amanti
 NEW
the big sick
 NEW
the broken keythe devil's candythe midnight manthe night watchmen
 NEW
the paris operathe placethe ritualthe square (2017)the teacherthe third murderthor: ragnaroktiro liberotragedy girlsuna di noiuna donna fantasticauna famigliauna questione privata (2017)una scomoda verita' 2valerian e la citta' dei mille pianetivampirettovelenivelenovita da giungla: alla riscossa! - il filmvittoria e abdulwalk with mewe are x

964336 commenti su 38302 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net