Recensione e la nave va regia di Federico Fellini Italia, Francia 1983
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione e la nave va (1983)

Voto Visitatori:   8,39 / 10 (14 voti)8,39Grafico
Miglior filmMigliore sceneggiaturaMiglior fotografiaMigliore scenografia
VINCITORE DI 4 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Miglior film, Migliore sceneggiatura, Miglior fotografia, Migliore scenografia
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film E LA NAVE VA

Immagine tratta dal film E LA NAVE VA

Immagine tratta dal film E LA NAVE VA

Immagine tratta dal film E LA NAVE VA

Immagine tratta dal film E LA NAVE VA
 

Il film Ŕ del 1983. Narra le vicende di un gruppo di artisti, prevalentemente dedicati al canto lirico e alla musica, che si ritrovano in un viaggio per mare. Lo scopo della crociera Ŕ di compiere la cerimonia funebre di una famosa cantante lirica. Durante il viaggio la cantante defunta rimane protagonista incontrastata nei discorsi dei personaggi del piroscafo.
Coloro che l'hanno conosciuta, amata e frequentata, provano a definirne alcune particolaritÓ. Parlando di lei tradiscono anche aspetti delle proprie personalitÓ che appaiono sensibili ai problemi umani ma animate anche da forti passioni professionali e desideri inconfessabili.

Fellini costruisce aspetti filmici di queste personalitÓ portandole su un piano dal tono brillante e giocando sui processi di identificazione che una figura di genio come la defunta cantante poteva attivare. Sullo schermo immaginifico della nobile cantante lirica scomparsa i personaggi della nave tracciano pensieri, riflessioni, ricordi ricchi di enigmi e curiositÓ biografiche che daranno alla narrazione un andamento a tratti grave ma spesso anche gioioso e sorprendente.
Quando la nave Gloria N. arriva nei pressi dell'isola Greca di Erimo le ceneri della cantante scomparsa, Edmea Tetua, vengono posate su un cuscino, sistemato con cura sul bordo delle ringhiera del ponte, lasciando che il vento a lei familiare potesse disperdere gli ultimi segni tangibili della sua esistenza. Erimo era il luogo nativo della famosa cantante lirica.

Il film Ŕ ambientato nel 1914 alla vigilia della prima guerra mondiale ma l'itinerario spaziale della nave si incrocia ad un certo punto con le vicende temporali legate all'inizio della prima guerra mondiale. La raccolta di alcuni naufraghi serbi sfuggiti alle persecuzioni austriache dopo l'attentato di Sarajevo sono infatti il segno di qualcosa che sta storicamente precipitando: l'unitÓ della triplice alleanza di cui anche l'Italia faceva parte comincia a mostrare preoccupanti crepe.
Fellini presenta un campionario di personaggi eterogeneo e molto vasto: senza preoccupazioni di separare volutamente classi diverse o etnie rispetto ai tradizionali ruoli ben definiti dal senso comune.
Le classi e le etnie si incontrano amichevolmente, ma si separano anche con magica spontaneitÓ o ferrea logica di appartenenza. Si incontrano nel mito dell'arte lirica, nel sesso, nell'amore e nella bellezza della nave con tutte le sue comoditÓ elargite generosamente dal comandante; ma si separano quando i discorsi acquistano negli artisti raffinatezza estetica e intimitÓ progettuale, una emarginazione sottile nella parola che fa ripiegare i discorsi dei poveri nei pensieri ossessivi del quotidiano in cui si svolge un tema molto pi¨ prosaico: come sopravvivere senza rassegnazione al negativo che il sociale mostra e impone.

Anche se protagonisti delle scene sono soprattutto gli artisti eruditi e nobili tutta la nave comunque partecipa alla coralitÓ recitativa, compreso i naufraghi serbi.
Nel film si succedono con una divertente e colorita linea narrativa i seguenti personaggi: il granduca prussiano Harzock con la sorella cieca Lherimia e la loro piccola corte, gli ufficiali e marinai di bordo, impresari, maestri di canto, direttori d'orchestra, nobili, ammiratori, naufraghi serbi, il giornalista Orlando narratore della storia, sovrintendenti dell'opera lirica di Roma e Milano.
Nell'ambito di un discorso sui registi visionari Enrico Ghezzi, nel suo libro "Paura e desiderio", giudica lo stile del film "E la nave va" come il pi¨ vicino alla creativitÓ di David Lynch. Sembrerebbe un paradosso ma a parte le diversitÓ sui contenuti tematici dei loro film, la capacitÓ inventiva e innovativa dei due registi sembra avvicinarsi molto quando toccano temi onirici e immaginari.
Una capacitÓ che nasce forse da una grande predisposizione dei due registi per l'immaginario, per la cura dei sogni e dei deliri, visti questi ultimi in un ambito pi¨ sintomatico e passionale. Sia Fellini che Lynch esprimono una iperattivitÓ di fantasie, intese sovente come messaggio misterioso proveniente da un altrove che ci riguarda e da cui scaturiscono ansiositÓ e bizzarria legate a coazioni a pensare che indicano la presenza di desideri impossibili o contrastati.

Enrico Grezzi, nel giÓ citato "Paura e desiderio", considera questo film astratto e funereo, ma insieme al "Casanova" lo colloca tra i capolavori. Il critico cinematografico sembra apprezzare in Fellini quella misteriosa e inesauribile capacitÓ di immettere del vero nel reale del film passando per le vie pi¨ recondite e censurate del lavoro onirico, come ad esempio accade quando fa entrare in gioco il pudore estetico: qualcosa di pi¨ raffinato e che si avverte sovente, sapientemente pigiato, nei delicati dialoghi e nel ricamo delle scene.
I cori del film "E la nave va" scritti appositamente dal poeta Andrea Zanzotto rappresentano insieme alle musiche di Verdi, Strauss, Rossini i punti pi¨ alti del film: ci˛ che rende estremamente intenso e suggestivo il melodramma di Fellini: nel mentre ne scandisce i vari capitoli.
Il film Ŕ stato realizzato in quattro settimane a CinecittÓ: prevalentemente su una piattaforma circolare supportata da martinetti pneumatici telecomandati. L'ondeggiamento della piattaforma simulava l'agire delle onde sui fianchi della nave: mostrando alla cinepresa i conseguenti effetti sul ponte.
Questa opera segna il ritorno di Fellini al cinema dopo quattro anni dall'ultimo film "La cittÓ delle donne".

"E la nave va" pu˛ sembrare un film con una materia molto diversa dalle precedenti opere del regista riminese, in realtÓ il tema del sogno e dell'immaginifico Ŕ una costante in Fellini, cambiano solo gli oggetti che le fantasie dei film prendono di mira, in questa opera sono la musica lirica e i cori, inseriti nello spessore storico e poetico straordinario dell'insieme. Questi argomenti sono oggetti molto forti e avvincenti della pellicola.
Da sottolineare anche le numerose tecniche sintattiche cinematografiche messe in atto da Fellini in questa pellicola.
Ne sono un esempio il prologo e l'epilogo del film che si svolgono su uno schermo intero con scene in bianco e nero e color seppia, senza sonoro, con la sola presenza uditiva dello scorrere incerto del motore del proiettore: essi fanno pensare alla malinconia struggente che il ricordo di un epoca scomparsa pu˛ dare: un tempo pi¨ nobile, forse impregnato di gestualitÓ raffinata e attenzioni verso l'impegno lirico fuso con la vita (interclassista), qualcosa che Fellini a un certo scopre e apprezza?

Da notare anche nel linguaggio pi¨ propriamente filmico l'intervista ai personaggi della nave da parte del giornalista Orlando e la ripresa di particolari di vita anche scabrosi senza istanze giudicanti, scene che nello stesso tempo dicono e divertono riportando gli accadimenti del viaggio al di lÓ dell'ironia o della satira pungente.
Scene che avvengono di fronte anche a un'altra vecchia telecamera destinata a un pubblico scelto, probabilmente artistico. Una, per noi, antica macchina da ripresa funzionante a manovella che sembra introdurre un altro punto di vista, un film nel film. Un dispositivo tecnico il cui scopo Ŕ di immettere pi¨ soggetti e referenti nelle scene alleggerendo la pesantezza che pu˛ dare un unico luogo di ripresa come in questo caso la vita in una nave.
Orlando, il narratore giornalista, incaricato di scrivere per il suo giornale diviene anche un referente reale tra i personaggi mantenendo per˛ una posizione neutrale nei loro confronti, cosa che rafforza la fedeltÓ informativa di Orlando verso il lettore immaginario e lo spettatore.

In una intervista a Charlotte Chandler (*1), sua carissima amica, Fellini dichiara che "E la nave va" Ŕ un film che ha a che fare essenzialmente con l'opera lirica e sembra dispiaciuto di essere giunto cosý tardi al film operistico, infatti aggiunge che, all'inizio della sua carriera, non poteva svolgere film del genere, non riusciva ad apprezzare come si conveniva la tradizione operistica italiana. " Per tutta la vita ho resistito a ci˛ che piace a tutti o che ci si immagina che piaccia a tutti. [...] Da poco ho sviluppato un certo interesse per l'opera, ma Ŕ difficile ammettere di essere interessato a qualcosa a cui per anni hai veementemente negato qualsiasi importanza".
Da notare infine il raffinatissimo dialogo a pranzo tra la principessa Lherimia e il gran duca prussiano Harzock che dimostra come la sensibilitÓ percettiva dei ciechi possa raggiungere mete impensabili. La principessa impara ad associare alle modulazioni delle voci che percepisce una gamma di colori molto vasta. La sorella del gran duca dice ad un certo punto a suo fratello: "Quando la tua mente Ŕ turbata la voce che esce dalle tue labbra assume per me un colore simile alla ruggine...".

*1 Io, Federico Fellini, di Charlotte Chandler, Introduzione di Billy Wilder, Arnoldo Mondadori Editore, MI 1995

Commenta la recensione di E LA NAVE VA sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Giordano Biagio - aggiornata al 19/06/2006

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele18 regali
 NEW
19171968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astra
 NEW
adoration (2019)ailo - un'avventura tra i ghiacci
 NEW
andrej tarkovskij. il cinema come preghieraangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhiblack christmas
 NEW
boterobrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamenteche fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicity of crime
 NEW
color out of spacecountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadio e' donna e si chiama petrunyadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'arteescher - viaggio nell'infinito
 NEW
figli (2020)figli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orogood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigrazie a diohammamet
 NEW
herzog incontra gorbaciovhole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del cane
 NEW
il drago di romagnail giorno pi¨ bello del mondoil mio profilo miglioreil mistero henri pickil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il terzo omicidioil varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!jojo rabbit
 HOT R
jokerjumanji - the next level
 NEW
just charlie - diventa chi seila belle epoquela dea fortunala famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala ragazza d'autunnola scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marelast christmasle mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetleonardo. le operel'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor smetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottipaw patrol mighty pups - il film dei super cucciolipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the movieploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last bloodrichard jewellritratto della giovane in fiammeroger waters us + themrosa (2019)santa subitoscary stories to tell in the darkscherza con i fantischool of the damnedse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonshow me the picture: the story of jim marshallsolesono solo fantasmisorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkerstoria di un matrimoniostrange but truesulle ali dell'avventura
 NEW
tappo - cucciolo in un mare di guaiterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe farewell - una bugia buonathe gallows act iithe grudge (2020)the informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe lodgethe new popethe reporttolkien
 HOT
tolo tolotorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padre
 NEW
underwatervasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

997099 commenti su 42705 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net