Recensione dachra regia di Abdelhamid Bouchnak Tunisia 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione dachra (2018)

Voto Visitatori:   6,00 / 10 (1 voti)6,00Grafico
Voto Recensore:   6,00 / 10  6,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film DACHRA

Immagine tratta dal film DACHRA

Immagine tratta dal film DACHRA

Immagine tratta dal film DACHRA

Immagine tratta dal film DACHRA
 

Presentato Fuori concorso presso la sezione della Settimana della Critica della 75° edizione del Festival di Venezia, Dachra rappresenta una sorta di primizia riguardo il cinema di genere. E' uno dei pochissimi horror originali, forse il primo in assoluto prodotto in tutta l'area del Magreb nordafricano, se si eccettuano produzioni egiziane che comunque rielaborano, in forma di remake, film americani.
Siamo di fronte quindi ad un lavoro inusuale per la realtÓ nordafricana, un'apertura sia pure timida e con tutti i limiti possibili verso produzioni che abbracciano i generi come l'horror nel caso specifico di Dachra.

Yassmine, studentessa di giornalismo, cerca insieme agli amici Walid e Bilel di venire a capo di un misterioso crimine accaduto pi¨ di 25 anni prima, quando una donna fu ritrovata mutilata e quasi morta in mezzo al nulla. Le loro ricerche li porteranno nel cuore della foresta, fino ad un piccolo villaggio isolato di nome Dachra. Sentendosi intrappolati, proveranno a sfuggire all'orrore.

Il docente di questi tre ragazzi inizia subito a mettere dei paletti ben precisi sull'argomento della loro tesi. Anzi, dovrÓ essere una tesi che non dovrÓ trattare la Primavera araba, in considerazione del fatto che fin troppe tesi presentate trattavano appunto questo argomento. L'indagine quindi si sposta su un vecchio caso di una donna ritrovata ferita e mutilata 25 anni prima e mai si Ŕ giunti ad una conclusione precisa sulla successione degli eventi che hanno portato al suo ritrovamento, vicino al villaggio di Dachra, un luogo fuori cittÓ circondato da i boschi. La donna Ŕ ancora viva, ma rinchiusa in un manicomio e considerata essa stessa una strega.

Il regista del film, Abdelhamid Bouchnak, sviluppa una storia che parla di una apparente modernitÓ nel mondo arabo e quello tunisino in particolare, contrapposto ad un passato ancora regolato da codici non scritti e secolari. Questo evidente contrasto Ŕ reso ancora pi¨ evidente non soltanto per una questione generazionale, ma anche per rimarcare l'enorme differenza tra un ambiente metropolitano pi¨ moderno e quello rurale del paese, in cui la modernitÓ non riesce a trovare il suo spazio.
Nelle intenzioni del regista, l'obiettivo programmatico era proprio evidenziare questo aspetto. Il clima che si respira nel momento stesso che i tre ragazzi giungono al villaggio, fin dal primo momento Ŕ molto pesante, malgrado l'apparente ospitalitÓ e convivialitÓ del capovillaggio. Altrettanto evidente che tutti gli escamotage creati da quest'ultimo, non sono altro che scuse per tenere il pi¨ tempo possibile, per non dire prigionieri, i tre ragazzi entro i confini dell'abitato.
Espedienti di scrittura non certo originali, ma comunque funzionali allo sviluppo del racconto che si inserisce in una cornice sinistra e minacciosa, dominata dai colori freddi e grigiastri che non danno assolutamente punti di riferimento spaziali per i tre studenti che vogliono fuggire da questo posto.

Sotto l'aspetto puramente visivo la scelta di utilizzare una fotografia molto desaturata dei colori Ŕ indubbiamente interessante, nonchÚ coerente con l'intento del regista. Rimarcare, come detto prima, il solco profondo delle due anime della Tunisia attuale, quello moderno e quello arcaico. Tale scelta evidenzia il senso di isolamento dei tre studenti, in un contesto che diventa metafisico ed ancestrale e permettendo lo svilupparsi di una certa tensione nel momento in cui i giovani capiscono che l'ospitalitÓ Ŕ pi¨ vicina alla prigionia.
Bouchnak non Ŕ certamente un regista sprovveduto, conosce bene la cinematografia horror e la riproduce all'interno dei suoi film, anche con qualche citazione. Solo che in questo modo tende ad occidentalizzare il prodotto, che se da un lato favorisce la sua esportabilitÓ all'estero, dall'altro rinuncia alla particolaritÓ del folklore del proprio paese, facendo diventare Dachra un prodotto come tanti altri sul mercato. In poche parole si corre il rischio di fare la figura dello studente zelante che ha applicato diligentemente i clichŔ ed i topoi del genere. Le stesse apparizioni della bambina con il cappotto rosso, non pu˛ non far venire in mente il Roeg di A Venezia... un dicembre rosso shocking.

I limiti maggiori si notano nella costruzione dei personaggi dei tre giovani studenti. Non c'Ŕ soltanto una contrapposizione tra l'antica e moderna Tunisia, ma anche una nuova visione della donna nei confronti dell'uomo. Il personaggio di Yassmine Ŕ il prototipo di una donna moderna, volitiva e dal carattere combattivo, contrapposto ai due caratteri maschili, irritanti, litigiosi e soprattutto stupidi. Certamente Ŕ funzionale nell'evidenziare l'inadeguatezza nell'agire dei due ragazzi rispetto alla donna, ma tale confronto difetta molto per schematicitÓ, oltrepassando i limiti del macchiettismo, tanto che tali giovani non sono tanto differenti dall'idiozia dei vari teenager americani, carne da macello di tanti slasher.

In definitiva questo film Ŕ un prodotto dignitoso, segno di un'apertura degli orizzonti della cinematografia nordafricana al grande mercato dei film di genere. L'horror poi permette di veicolare messaggi in maniera pi¨ diretta ed immediata rispetto ai film di denuncia pura, tuttavia Ŕ un lavoro dalle molti imperfezioni che possono essere corrette strada facendo con l'esperienza ed una scrittura pi¨ efficace, perchŔ a livello visivo e tecnico Dachra Ŕ un prodotto di tutto rispetto.

Commenta la recensione di DACHRA sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di The Gaunt - aggiornata al 28/06/2019 10.14.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3
 NEW
antropocene - l'epoca umanaapollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movie
 NEW
burning - l'amore bruciaburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dice
 NEW
chiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)e poi c'e' katherine
 NEW
eat local - a cena con i vampiriedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondo
 NEW
i migliori anni della nostra vita (2019)i morti non muoiono
 NEW
il colpo del caneil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitÓil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfie
 NEW
selfie di famigliaserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sameti presento patricktolkientony driver
 NEW
torino nera (2019)toy story 4tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991868 commenti su 41971 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net