c'era una volta a... hollywood regia di Quentin Tarantino Gran Bretagna, USA 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

c'era una volta a... hollywood (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

Titolo Originale: ONCE UPON A TIME IN HOLLYWOOD

RegiaQuentin Tarantino

InterpretiLeonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Emile Hirsch, Margaret Qualley, Timothy Olyphant, Julia Butters, Austin Butler, Dakota Fanning, Bruce Dern, Mike Moh, Luke Perry, Damian Lewis, Al Pacino, Kurt Russell, Nicholas Hammond, Samantha Robinson, Rafał Zawierucha, Lorenza Izzo, Damon Herriman, Lena Dunham, Madisen Beaty, Mikey Madison, James Landry Hébert, Maya Hawke, Victoria Pedretti, Sydney Sweeney, Harley Quinn Smith, Dallas Jay Hunter, Kansas Bowling, Parker Love Bowling

Durata: h 2.41
NazionalitàGran Bretagna, USA 2019
Generecommedia
Al cinema nel Settembre 2019

•  Altri film di Quentin Tarantino

Trama del film C'era una volta a... hollywood

Nella Los Angeles del 1969 in cui tutto sta cambiando, l'attore televisivo Rick Dalton e la sua storica controfigura Cliff Booth cercano di farsi strada in una Hollywood che ormai non riconoscono più.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,24 / 10 (95 voti)7,24Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su C'era una volta a... hollywood, 95 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
««Commenti Precedenti   Pagina di 2  

JOKER1926  @  22/09/2019 00:46:52
   4 / 10
Tarantino rientra nel blocco dei cineasti più importanti del Cinema dei nostri giorni: è uno dei pochi ad aver uno stile e la fortuna (è anche capacità) di giocare con gli assi ,ossia con attori all'acme della loro carriera.

"C'era una volta a… Hollywood" è la sua nuova produzione, nel corpus attoriale figura Leonardo di Caprio , Brad Pitt e Al Pacino.
La vittoria appare essere una prassi, cosa può impedire a Tarantino di stravincere? Nulla praticamente.

Gli incassi al botteghino sono da urlo, la massa spettatrice pende dal disegno di Quentin Tarantino, un po' come la situazione della fiaba de "I vestiti nuovi dell'imperatore", la gente guarda anche il nulla se questo nulla è il tutto.
"C'era una volta a… Hollywood" parte da un titolo che rammenta, in maniera anche indegna e subdola, altre grandiosi produzioni , firmate Sergio Leone; la megalomania di Tarantino alle volte è così grande che diventa ingombrante .
Il film è l'elaborazione di uno scempio "telefonato"; insomma le nostre perplessità erano parecchie, il risicato plot non lasciava prospettive, si temeva un film barocco, ma è andata pure peggio.

L'ultima fatica di Tarantino è un elefante che cammina su un suolo rovente, tre ore di film che non hanno proiezione e non hanno niente del vecchio cineasta. Mancano dialoghi taglienti, manca il gioco sincronico dei flashback, manca persino l'introspezione (o profondità) dei soggetti , manca proprio Tarantino in altre parole.
Dopo un'ora di film o poco più (insomma all'intervallo) , si avverte una cosa su tutte: il film non è decollato e non ha creato un minimo di empatia con lo spettatore: l'accozzaglia di personaggi buttati in scena sono al limite della decenza, pessimo il cameo di Al Pacino, orribile il compassato Brad Pitt in un ruolo troppo schematico. Non se la passa meglio il munifico Leonardo di Caprio, è in una parte troppo impasticciata, non si prende sul serio, fra il patetico e l'eccessivo. La bella Margot Robbie , plastificata è abbandonata ad uno stranissimo ruolo, ha la valenza del 2 e del 7 alla texana.
Se la giostra attoriale sembra crollare in toto, le colpe, in maniera inesorabile, ricadono su una sceneggiatura debole ed epidermica. Tolte le suggestive costruzioni sceniche e di atmosfera anni sessanta/settanta di un mondo incantato americano, "C'era una volta a… Hollywood" non ha più niente. Troppo rude per essere un film riflessivo, troppo superficiale per essere etichettato , al medesimo tempo, come film riflessivo.
Si arriva piano piano ( tre ore sono due partite di calcio) ad una conclusione balorda e senza volontà.

Tarantino è un grande uomo di spettacolo, ma qualsiasi artista può attraversare fasi poco gradevoli, o sbagliare qualche film . Elogiare a prescindere è prostituzione mentale, noi questa volta ci dissociamo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/10/2019 00.01.19
Visualizza / Rispondi al commento
gano  @  21/09/2019 21:05:45
   8½ / 10
In linea con la media..Tarantino fa meno il Tarantino degli ultimi anni e sforma una pellicola magistrale..attori in stato di grazia ben caratterizzati..mi ha particolarmente colpito la morale rivisitata finale in stile fiabesco (vedi spoiler)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  21/09/2019 15:27:26
   8 / 10
Questo regista non ha mai sbagliato un film. Ma come fa?
Che interpretazioni sontuose.

Absolutely Free  @  21/09/2019 15:24:59
   8 / 10
Ennesima buonissima prova per Tarantino. Una vacanza di due ore e mezza nella Hollywood degli anni '60

gemellino86  @  21/09/2019 11:28:30
   9 / 10
Si tratta di un film contemporaneo dove ci si tuffa in pieno sulla magia degli anni 60. Magistrale DiCaprio nella parte di un attore in crisi mentre Brad Pitt che fa il duro l'ho trovato a suo modo un personaggio divertente. Impalpabili però Margot Robbie e Hirsch. Tarantino si conferma un regista di altissimo livello con questo poetico ritratto cinematografico d'epoca. Assolutamente da vedere.

Wilding  @  20/09/2019 21:09:13
   9½ / 10
Per gli amanti del Cinema è pura magia!! Magistrale.

StefanoG  @  20/09/2019 12:01:18
   7 / 10
bel film, ma da Tarantino mi aspetto molto di più.
a me piace il ritmo a volte lento di Tarantino, ma qui a volte mi sembra un lento fine a se stesso, si dilunga in situazioni poco rilevanti per la storia. sicuramente è voluto e sicuramente io colgo solo alcuni dei riferimenti, ma a me talvolta ha "annoiato".
magari poi lo rivedo e cambio idea!

Sestri Potente  @  20/09/2019 07:31:40
   9 / 10
Sicuramente è l'opera più malinconica di Tarantino: lui stesso ha dichiarato che rappresenta in qualche modo la sua infanzia con tutti questi riferimenti (talvolta un po' forzati) agli anni 60' come ad esempio le pubblicità, la tv, e soprattutto la radio che "ruggisce" nell'automobile di Rick praticamente per tutta la prima parte del film.
È un film molto particolare e diverso dagli altri in quanto sembra mancare una vera e propria storia da seguire, diciamo un filo conduttore..
Ma è bellissimo immergersi in questa atmosfera anni 60' e godersi l'ennesimo capolavoro...

LaCalamita  @  20/09/2019 05:11:26
   8½ / 10
Un film difficilissimo da recensire, anche perché sono sicuro sia uno di quelli che, visto una seconda volta, potrebbe cambiare sensibilmente il modo in cui si percepisce a caldo.

In ogni caso, provando a riportare ciò che mi viene in mente:

L'incompresione c'è tutta. Conosco bene gli altri 8 film di Tarantino, ma per la prima volta esco dalla sala con l'idea che si tratta di un film "da capire", come quando si va su Google e si cerca "titolo del film...spiegazione".

I lavori di Tarantino non hanno mai avuto bisogno di spiegoni.

Gli elementi nuovi ci sono; il ritmo è più basso, il tempo è notevolmente dilatato: in molte scene, il tempo del racconto coincide con il tempo del film. Come in The Hateful Eight, Tarantino realizza un unico grande climax, lungo addirittura l'intero film. E' sempre presente l'umorismo del mondo tarantiniano, ma mai come adesso si ride con un sentimento alle spalle, una sorta di amarezza. Forse ora capisco perché si è insistito tanto su questa storia dell'ultimo/penultimo film: Once upon a time in Hollywood (titolo preciso, azzeccato: "C'era una volta..." in stile fiaba) infatti comunica in maniera verbale, non verbale e con il mezzo cinematografico la chiusura di qualcosa, che sia quel modo di fare cinema o la carriera del creatore di Pulp Fiction (opera irripetibile, e ogni nuovo lavoro lo dimostra). L'atmosfera è malinconica. Si lega moltissimo con il sublime duo Pitt - DiCaprio. Ci si potrebbe quasi commuovere (è davvero un film di Tarantino quello che sto guardando??), non perché è in gioco la loro vita, ma perché si assiste ala disillusione di due amici, i cui sogni sono morenti, probabilmente spenti nel caso di Cliff.

Queste novità a mio parere sono croce e delizia di quest'ultima fatica del buon Quentin. Non le apprezzo tutte. Non apprezzo questo blasonato omaggio al cinema; il cinema si omaggia creando un bel film, non parlando del mondo del cinema. Il cinema e il mondo del cinema sono due cose diverse. Personalmente amo il cinema, ma ho davvero poco interesse sul mondo dei produttori, su come Tizio abbia ottenuto per caso la parte al posto di Caio. A dirla tutta, ho sempre mal digerito quei film in cui i personaggi sono degli attori, e li vediamo quindi recitare un film nel film. Potrebbe essere questo il "miracolo" di Tarantino, perché C'era una volta a Hollywood me lo sono goduto. Potrebbe, ma non è questo.

Il fatto è che Quentin avrebbe potuto sfruttare l'intera struttura messa in piedi (i personaggi, l'ambientazione) e semplicemente impostare il film alla sua classica maniera:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invero, tutto questo è ridotto all'osso.

Cosa c'è dunque al posto di dialoghi brillanti e dello splatter? C'è Cliff che ascolta musica in auto mentre attraversa Hollywood, c'è Sharon Tate appagata dalle risate degli spettatori in sala, c'è Rick Dalton che dimentica le battute e si parla allo specchio. Veri e propri spezzoni di vita vissuta, privi sostanzialmente di un qualche scopo. Eppure quanto sono belli? L'automobile, vero e proprio marchio di fabbrica tarantiana, qui non è mai stata tanto presente. Cliff in sella all'auto è a tutto gli effetti un cowboy con il suo cavallo. Così ascoltare la radio mentre si guida (Grindhouse, Pulp Fiction). E ancora, l'auto come vero e proprio luogo in cui i personaggi si incontrano, parlano; è in auto che succedono le cose, e si prendono decisioni. Tarantino ama così tanto questo spazio che anche nei film in cui non esistevano, trova comunque sfogo nelle carrozze (Django Unchained, The Hateful Eight). Queste scene le ho trovate fantastiche, avrei potuto guardarle ed ascoltarle a lungo, così come un Christian Bale esistenziale in Knight of cups.

Lo stile è eccezionale, C'era una volta a Hollywood è proprio bello da guardare. Guarderete tutto, e dico tutto, il repertorio di inquadrature tipiche del regista americano. Inoltre, non si può non apprezzare l'ambientazione ed i costumi, aspetto rasente la perfezione.

Se dovessi ragionare in base a ciò che ha reso famoso Tarantino direi che è un peccato che il regista in grado di farti ricordare per sempre personaggi visti letteralmente per pochi minuti (Larry "quel caxxo di cappello" Gomez, il maggiore Dieter Hellstrom ed ovviamente il signor Wolf) qui scelga di non cogliere l'infinito potenziale a disposizione:
- Emile Hirsch, ahimè impalpabile e anonimo;
- Timothy Olyphant, preso forse per la sua caratteristica camminata;
- Al Pacino, in versione "Robert De Niro in Jackie Brown";
- Scoot McNairy, attore a mio bravissimo ad interpretare personaggi sopra le righe.

Stessa cosa all'incirca per Michael Madsen e Luke Perry.

Bene invece Margaret Qualley, Kurt Russell, Damon Herriman, Bruce Dern...e Mike Moh.

Tarantino sceglie di rischiare con coraggio; perché in tanti misureranno il film negli esplosivi minuti finali, ignorando sostanzialmente il resto. Se non fosse che non farà altri film, con il tempo imparerei ad accettare totalmente questo nuovo Tarantino. Anche un Terrence Malick ha goduto di cast stellari per poi ignorare completamente il mainstream realizzando dei capolavori invendibili. Non essendo possibile, più avanti rivedrò questo C'era una volta a...Hollywood fino a digerirlo del tutto.

FABRIT  @  19/09/2019 15:44:32
   8½ / 10
un omaggio al cinema?
secondo me tutti i film di Tarantino sono un omaggio al cinema, un omaggio a noi spettatori di cinema...
parlare del film è superfluo, il peggio di Tarantino è comunque preferibile al meglio del 90% degli altri registi...
la sclerata in strada di Di Caprio quando incrocia la Manson family in caccia di vittime su un vecchio macinino traballante vale da sola il prezzo del biglietto, come le bellissime musiche, la scenografia, la regia cosa ve lo dico a fare.....
W il cinema di Quentin Tarantino

anthony  @  19/09/2019 12:40:06
   10 / 10
Fosse "C'era una volta a.. Hollywood" il canto del cigno del geniaccio di Knoxville, avrebbe perfettamente senso; sarebbe il suggello di una carriera fantastica e irripetibile, magica e favolosa.
In questo affresco monumentale della Hollywood, in radicale mutamento, del 1969.. Tarantino ci narra meravigliosamente questa fiaba sul Cinema di un'epoca (cinematografica) che non sarà più.
Mai come questa volta, Quentin ci porta per mano raccontandoci una storia per immagini, suoni, atmosfere e 'sensazioni'... rinunciando - in parte- ai dialoghi scatenati, taglienti e sopra le righe che da sempre lo hanno contraddistinto; questa caratteristica ha portato diverse persone a sentenziare, di già, a un (supposto) calo vertiginoso delle qualità di regista e di sceneggiatore del nostro, a una mancanza di idee.... etc, etc.. Ecco allora che, intorno al fan deluso, si costituisce un sistema inflazionato sul peggioramento delle 'prestazioni' del regista a ogni film che fa, andando avanti...
Sì, "C'era una volta a..Hollywood'' parla per immagini e sensazioni e lo fa in modo eccezionale; non mi soffermerò, quindi, sui livelli oggettivamente 'oltre' di regia, a livello tecnico o di direzione degli attori.. perché quando si parla di Tarantino è quantomai superfluo.

Ci troviamo, invero, dinanzi a un capolavoro di cinema sul cinema.. un immersione totale, stratificata e complessa nella (e della) cinefilia. Un atto di amore puro del Mezzo e di chi lo rende reale, dai più grandi registi fino al più remoto e dimenticato stuntman. Si piange in "C'era una volta a.. Hollywood", ci si emoziona e si si lascia andare e andare e andare fino alla sublimazione dell'atto Filmico.
Il Cinema è potere ed è amore; l'Amore della f(i/u)nzione del Cinema che ha il potere di influenzare la Storia di nuovo, ancora una volta.
Per sempre.
Grazie Quentin Tarantino.

codino18  @  19/09/2019 11:33:31
   7 / 10
Gli dò 7 perchè ad un film di Tarantino non riesco a dare meno. Però faccio fatica a capirne il senso. E dopo il capolavoro le Iene e soprattutto Pulp Fiction, gli altri sono sempre stati assolutamente all'altezza (jackie Brown a parte), ma gli ultimi 2 francamente mi hanno deluso. Cioè sempre livelli alti ma forse non li ho capiti.

simonpietro92  @  19/09/2019 11:30:53
   4½ / 10
Inizio con il dire che non avevo nessun preconcetto prima di vedere questo film. Si, tarantino mi piace molto ma ogni film lo guardo come se fosse da zero. Credo che sostanzialmente in questa pellicola si parli «dell'auto-monumento di un regista convinto di potersi permettere qualsiasi cosa».
E' una continua citazione alle sue convizioni cinematografiche che a me personalmente mi hanno annoiato. Sceneggiatura volutamente assente, nonostante l'ottima interpretazione degli attori (ti piace vincere facile).
Il film per me non è mai decollato e non mi è arrivato quello che voleva trasmettere dell'america del 69. So che verrò criticato molto per questo commento ma purtroppo sono uscito dal cinema molto deluso e non posso far finta di dire "è bellissimo" solo perchè è un film "di marca"

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/09/2019 14.58.22
Visualizza / Rispondi al commento
jek93  @  19/09/2019 08:22:49
   8 / 10
Nonostante i dialoghi non sempre eccellenti e una durata eccessiva, si tratta comunque di un ottimo film, consigliato specialmente per gli amanti di Tarantino.

Invia una mail all'autore del commento Bosso92  @  18/09/2019 23:17:09
   7 / 10
Non me ne intendo di cinema, non ho mai studiato l'argomento. Credo che sia un bel film. Io la vedo anche come un'omaggio al cinema degli anni '60.

«« Commenti Precedenti   Pagina di 2  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele18 regali1968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astraailo - un'avventura tra i ghiacciangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhiblack christmasbrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamenteche fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicity of crimecountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadio e' donna e si chiama petrunyadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'arteescher - viaggio nell'infinitofigli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orogood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigrazie a diohammamethole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil giorno più bello del mondoil mio profilo miglioreil mistero henri pickil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il terzo omicidioil varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 NEW
jojo rabbit
 HOT R
jokerjumanji - the next levella belle epoquela dea fortunala famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala ragazza d'autunnola scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marelast christmasle mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall street
 NEW
leonardo. le operel'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta ray
 NEW
marco polo - un anno tra i banchi di scuola
 NEW
me contro te: il film - la vendetta del signor smetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottipaw patrol mighty pups - il film dei super cucciolipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the movieploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last blood
 NEW
richard jewellritratto della giovane in fiammeroger waters us + themrosa (2019)santa subitoscary stories to tell in the dark
 NEW
scherza con i fanti
 NEW
school of the damnedse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddon
 NEW
show me the picture: the story of jim marshallsolesono solo fantasmisorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkerstoria di un matrimoniostrange but truesulle ali dell'avventuraterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe farewell - una bugia buonathe gallows act iithe grudge (2020)the informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill team
 NEW
the lodgethe new popethe reporttolkien
 HOT
tolo tolotorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padrevasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

996785 commenti su 42705 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net