it follows regia di David Robert Mitchell Usa 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

it follows (2014)

 Trailer Trailer IT FOLLOWS

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film IT FOLLOWS

Titolo Originale: IT FOLLOWS

RegiaDavid Robert Mitchell

InterpretiMaika Monroe, Keir Gilchrist, Jake Weary, Olivia Luccardi, Daniel Zovatto, Lili Sepe, Linda Boston, Heather Fairbanks, Ruby Harris, Bailey Spry, Debbie Williams, Christopher Hohman, Aldante Foster

Durata: h 1.40
NazionalitàUsa 2014
Generehorror
Al cinema nel Luglio 2016

•  Altri film di David Robert Mitchell

Trama del film It follows

Per la diciannovenne Jay, l'autunno dovrebbe significare scuola, ragazzi e fine settimana al lago. Ma dopo un incontro sessuale apparentemente innocente, si ritrova perseguitata da strane visioni e dalla sensazione inevitabile che qualcuno, o qualcosa, la stia seguendo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,79 / 10 (58 voti)6,79Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su It follows, 58 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Darksyders77  @  27/07/2016 16:57:24
   3 / 10
L'idea di base è davvero notevole,agghiacciante.Purtroppo lo è allo stesso modo anche il resto del film,recitazione,svolgimento e conclusione-Un polpettone patetico difficile da digerire...come tutte le pellicole horror degli ultimi tempi....Sconsigliato-

3 risposte al commento
Ultima risposta oggi alle 09:54:30
Visualizza / Rispondi al commento
Alex89  @  26/07/2016 11:02:22
   4½ / 10
Sembra girato per una telenovela su canale 5. cinepresa da beatiful, di conseguenza la qualità è pessima, la storia lenta e pochissimi momenti di tensione. sconsiglio.

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/07/2016 12.57.35
Visualizza / Rispondi al commento
farfy  @  26/07/2016 00:51:11
   7½ / 10
Mi ha ricordato lo sviluppo enigmatico di Donnie Darko e la tensione horror dei film di Dario Argento.
Un film sconvolgente, strano, manipolatore.
Ho apprezzato l'atmosfera anni 70/80, con tutti quegli oggetti ormai scomparsi e prima fortemente necessari. Ha qualcosa di tetro e di profondamente ingiusto. Non voglio leggere né recensioni né commenti, perché ho un'idea personale che spiego nello spoiler.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/07/2016 13.05.19
Visualizza / Rispondi al commento
Edredone  @  19/07/2016 10:45:24
   7½ / 10
Originae e coinvolgente; consigliato.

markos  @  18/07/2016 15:55:28
   6 / 10
L'idea della trama mi piace, a tratti inquietante, da uscire pazzi. Ci sono molti punti interrogativi buttati li e non risolti. Belle le musiche.

TheGame  @  18/07/2016 14:50:09
   4½ / 10
Piccola scusa per due carrellate ed effetti che ricordano da vicino Drive e una moraletta spicciola per non dire quasi puritana.

statididiso  @  18/07/2016 12:20:17
   8 / 10
Il primo commento che mi viene spontaneo è: ANGOSCIANTE! Per tutta la sua durata si respira un senso di accerchiamento e di paranoia degni del miglior slasher, grazie anche a movimenti di camera, con largo uso di steadycam, che gira e rigira senza però "degenerare" nel mockuhorror. Dello slasher mantiene anche la critica all'amore libertino e, quindi, all'intergrità morale dei giovani d'oggi (ancora più di ieri, se si pensa a pellicole come "Venerdì 13"): in tal senso, il finale è inequivocabile. Già dalla locandina si evince un certo tipo di richiamo al filone fantascientifico. Mi viene in mente "Shivers", soltanto che in questo caso il parassita è un virus, invisibile ai nostri occhi. Proprio questa peculiarità giustifica le poche cadute di tono (in realtà, non più di un paio) presenti nel film... c'era un gioco che si faceva da bambini detto "Aids" (cit. Jessica Tiberi), in cui il malcapitato per liberarsi della "sciagura" doveva riuscire a toccare qualcun altro e così facendo la trasferiva... sostanzialmente è questo :-)

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  18/07/2016 12:14:29
   6½ / 10
La media voti degli horror moderni difficilmente é sufficente, ma questa volta la regia particolare ed unica fa la differenza.
La storia non é originalissima, ma il ritmo tenuto volutamente lento e angosciante piace.
Naturalmente ci sono le solite incongruenze tipiche delle trame horror.

El merendero  @  18/07/2016 09:53:00
   5 / 10
Ecco cosa avviene quando un mare irrefrenabile di idiozie si scontra con un ostacolo inamovibile: insufficienza. Non mi avrete mai, io non lo accetto.
Non mi farete citare il nome del regista di Strade Perdute, non mi farete citare il nome del regista di Halloween. A quel degradante e disonesto gioco non partecipo più.

Semplici angoli di campo a "V" e lunghe carrellate non bastano ad alzare il voto.
A dirla tutta, raccordi di soggettiva elementari e "cameracrane" nostalgici ben si sposano con la pochezza della trama, ed è questo il motivo per cui non ho infierito. Nel banale la coerenza registica ha salvato il prodotto. Da qui le stelline patinate sulla locandina.
Niente di più.

The BluBus  @  17/07/2016 22:38:58
   7½ / 10
Davvero niente male, da guardare senza farsi troppe domande.

Jack_Burton  @  15/07/2016 11:06:34
   7½ / 10
Horror ben realizzato che mi ha trasmesso la sensazione di essere in un "vicolo cieco" per tutto il film...
Regia ispirata, sceneggiatura atipica, musiche elettroniche belle e funzionali...
Mi è piaciuta la scelta del regista di ricorrere poco all'utilizzo dell'effetto salto dalla sedia per creare tensione psicologica...
Da vedere, specialmente per gli appassionati del genere, per i quali potrebbe diventare un piccolo cult.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/07/2016 12.06.26
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento luca986  @  14/07/2016 00:46:14
   7 / 10
Musiche bellissime. Non annoia. Sceneggiatura non esente da difetti. Attori nella media.

DarkRareMirko  @  14/07/2016 00:18:10
   8 / 10
Mi è piaciuto, anche se non fornisce troppe spiegazioni ne come incipit, ne riguardo al finale.

Ottime musiche (lo stile è quello di Refn), ottima fotografia e regia molto moderna.

Inquieta e prende e, con qualche accortezza in più, si poteva fare anche di meglio.

Adolescenti per una volta non stereotipati e più o meno credibili; fa riflettere un pò nel finale (l'amore vince sempre?) e lo spunto iniziale slasher del sesso=morte è grottesco.

Come rendere bene ed in modo originale un'idea piccola e limitata non potendo contare su troppi soldi (e strizzando pure un pò l'occhio al body horror ed al tema sempriterno della contaminazione); carine le ragazze.

Un horror molto buono, da noi uscito con 2 anni di ritardo (l'ho visto al cinema).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Aztek  @  13/07/2016 22:57:39
   5½ / 10
Peccato, visto la media su filmscoop e leggendo qualche recensione sul web mi aspettavo di meglio. Dopo un inizio convincente la trama rallenta parecchio e rende il film molto noioso in alcuni punti. Storia che non mi ha appassionato per nulla.
Interpretazioni non un granché, nel contempo davvero ottima la regia.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  13/07/2016 10:01:29
   7½ / 10
Non vi è alcun intento moralistico in "It follows", il sesso, considerato come fonte di contagio, non di natura virale bensì soprannaturale, è semplicemente il mezzo per introdurre una riflessione sul disagio giovanile. La maturazione dall'età infantile a quella adulta vede indubbiamente l'atto sessuale come step inderogabile, e come ogni passaggio determinante può diventare fonte d'ansia e problemi.
Senza un supporto adeguato -sintomatico notare come le figure adulte siano praticamente escluse dal quadro generale- si immagina diventi un modo per trasmettere una sorta di maledizione, simile a quella di certi celebri j-horror.
Il malessere muta in male implacabile, senza volto, o meglio, con volti infiniti, capace di variare e prendere fattezze d'ogni genere, l'attacco è subdolo ed in effetti ricorda l'iter di una malattia sessualmente trasmissibile. Ma David Robert Mitchell si spinge oltre il banale, evita gli stereotipi dell'horror di massa, e avanza sposando un ritmo compassato con relativa abrogazione dei soliti insopportabili sbalzi di volume.
Ne esce un lavoro atipico, in cui l'incedere flemmatico -simile a quello delle creature assassine- permette la creazione di una tensione di gran spessore, giocata molto sull'indefinibilità del pericolo in grado di materializzarsi senza distinzione di luogo o tempo.
Molto buona la colonna sonora, un incedere cupo di synth debitori all'"Halloween" di Carpenter, con la celebre pellicola ad ergersi a più di semplice suggestione. Basti pensare all'ambientazione suburbana fatta di villette ordinate e ben tenute, simbolo di una provincia in cui la facciata funge da scudo contro aberranti verità. In questo caso lo scenario è reso ancor più inquietante dalla fotografia caratterizzata da cromatismi molto particolari, in cui il colore più vivace viene trattato con tonalità autunnali, mentre regia eccellente e definizione dei personaggi (sufficientemente strutturati) rendono il film una chicca, soprattutto per chi cerca dal genere horror qualcosa ancora in grado di sorprendere.

12 risposte al commento
Ultima risposta 21/07/2016 11.47.43
Visualizza / Rispondi al commento
chem84  @  12/07/2016 17:41:29
   6½ / 10
Dunque ammetto che ero molto curioso di vedere questo film che, pur essendo del 2014, mi pare stia uscendo or ora al cinema da noi, e sul quale avevo sentito in giro pareri molto positivi, alcuni dei quali anche decisamente entusiastici.
Le fasi iniziali mi sono piaciute molto, con quell'alone di mistero che la fa da padrone e quelle inquadrature in prima persona che sembrano chiamare continuamente quel qualcosa che in realtà non succede, ma che ti costringe in ogni caso a rimanere attaccato allo schermo, senza distrarsi.
Dopo che avviene poi il primo "passaggio di consegne" la faccenda si fa interessante di brutto; le apparizioni di quella "cosa?" riescono a trasmettere una certa inquietudine e non nascondo che un paio di volte ho dovuto allontanare leggermente le cuffiette dall'orecchio, cosa che oggettivamente non mi accedeva da lustri. Eppure non è che ci siano reali momenti di terrore, o facili jump scare, è solo quel senso di costante allerta in cui il regista costringe sapientemente lo spettatore, aiutato dalla lentezza esasperante del nemico (fattore a mio avviso azzeccato) e da una colonna sonora veramente geniale. Già perché è stata proprio questa la prima cosa che mi ha seriamente colpito, delle musiche a dir poco intriganti ed inquietanti allo stesso tempo, che si addicono in maniera superlativa alla situazione.
Per cui, stando a quanto appena detto, appare logico aspettarsi il filmone che attendevo da molto tempo ed invece devo ammettere con grande rammarico che mi trovo a dover riferire di una parziale delusione, iniziata a materializzarsi nella fase centrale piuttosto spenta per poi compiersi definitivamente nelle ultime fasi, con una scena in piscina che francamente non convince per nulla.
Certo è che la delusione non deriva affatto dalla "carenza" di informazioni sull'origine del male, perché in questo contesto ho trovato l'idea giusta, dato che gli aspetti privilegiati sono stati altri, ma proprio da una significativa diminuzione del coinvolgimento che il film riesce a dare da un certo punto in poi, limitando decisamente le apparizioni dell'entità malvagia e perdendosi troppo sul passaggio della "malattia", quasi che si stesse giocando a "Ce l'hai".
Le prestazioni recitative inoltre non mi hanno esaltato, fatta eccezione per quella della protagonista che in fin dei conti se la cava piuttosto bene nella parte che le è stata ritagliata per l'occasione.
In conclusione il giudizio sul film è stato piuttosto complicato da formulare, per i motivi esposti precedentemente. Nel complesso direi che vale un'abbondante sufficienza, dovuta in gran parte alla fase iniziale, all'aspetto puramente tecnico e al fatto che comunque anche a distanza di giorni ti rimane dentro, non cadendo facilmente nel dimenticatoio come altri suoi più o meno illustri colleghi.
Certo è che non si tratta di uno dei migliori horror degli ultimi 10 anni, come recita la locandina (almeno per me) e la delusione è ancora difficile da smaltire.

lucasssss  @  12/07/2016 10:59:39
   9 / 10
decisamente un ottimo film, tanta la tensione

almeno un voto in più per la colonna sonora veramente disturbante


assolutamente da vedere

ciao
Lucasssss

CyberDave  @  12/07/2016 10:54:40
   3 / 10
Questo film è una porcheria assoluta sotto quasi tutti gli aspetti, si salva veramente poco a mio parere.
L'incipit del film può anche essere una buona trovata, a patto però che lo si sviluppi con logica e non lasciando nulla al caso, invece ci sono evidenti buchi di sceneggiatura, un sacco di momenti in cui ci si chiede come mai sia successa una cosa, piuttosto del perchè di certi comportamenti dei protagonisti.
Le domande che alla fine restano senza risposte sono fin troppe, e in un film horror che non vuole essere splatter questo non è accettabile, almeno un finale con un minimo di spiegazione me lo sarei aspettato, invece il nulla più totale.



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Potrei andare avanti ancora, ad esempio la scena della piscina è qualcosa che non si vede neanche nei film di serie z, il comportamento di tutti i ragazzi è assurdo, non fanno nulla, non indagano minimamente su quello che sta succedendo.

Altra perla: capisci di avere una maledizione cosi, qualcosa ti segue e vuole ucciderti e la puoi trasmettere a chiunque facendoci sesso, qual'è la tua idea?
Passarla ad un tuo amicoooo???? Ma perchè??? Sei una ragazza, vai in un locale, ti porti uno in macchina, quando hai finito gli spieghi ciò che sta succedendo e te ne vai, tanto se muore ti ritorna comunque, almeno non metti in pericolo un tuo amico.

Giuro, 90 minuti circa di cose inspiegabili, uno dei film più a caso che abbia mai visto.
Non riesco davvero a capire questa media, va bene chè il panorama horror non offre più quasi nulla, però esaltarsi con questo film non lo concepisco proprio.

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/07/2016 01.05.53
Visualizza / Rispondi al commento
mmagliahia1954  @  12/07/2016 09:54:45
   7 / 10
Cosa c'è di meglio di un cinema e un film horror nella calura silenziosa e positivamente meno popolosa di Luglio? E se il film è un horror anni '70/'80 nello stile, meglio. Trascinata al cinema da mio nipote, non so perché ma sicuro di trovare il capolavoro; siamo rimasti un po' con un punto interrogativo sulla seconda parte. Non c'è una vera e propria rivelazione di cosa accada, inoltre varie incongruenze

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILERUn prodotto che nel panorama di poca qualità attuale non può che spiccare. Le musiche valide, quel rumore negli altoparlanti che simula una vibrazione imprecisata meno. I colori e le inquadrature belli. Non sono d'accordo sugli sfocati. Gia ci vedo poco di mio, data l'età.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/07/2016 15.34.24
Visualizza / Rispondi al commento
Jumpy  @  12/07/2016 00:38:10
   6 / 10
Son andato a vederlo anch'io vista la marea di recensioni entusiaste sui media... deluso... sinceramente non capisco la media altissima.
C'è chi lo osanno come un capolavoro citando Lynch e Carpenter.
Cioè... davvero... questo film sarebbe paragonabile a Strade Perdute o Velluto Blu (che quando lo vidi la prima volta non ci dormii la notte per quanto è inquietante), o a il Seme della Follia o a La Cosa?
State scherzando vero? State tutti scherzando? :D

A me è sembrata la versione moderna di uno dei millemila teen-horror-movie degli anni '80 (che all'epoca adoravo... il che ha inciso, in positivo, sul voto)... anche le ambientazioni me li ricordano molto, fin dalle prime inquadrature.
L'idea parte da uno spunto che sarebbe anche interessante, ma il film dopo i primi 15-20 minuti di curiosità, vola basso, non riesce a tenere attento lo spettatore. Buono da passare in tv in seconda serata, complessivamente mi ha dato più l'idea di un tv-movie che di un film da cinema.

Mildhouse  @  11/07/2016 11:01:38
   5½ / 10
"It follows" vanta un'idea formidabile che , ahimè , durante il corso del film perde la sua verginità un pò come la protagonista del film.
La domanda sorge spontanea : perchè? Beh, semplicemente perchè gli sceneggiatori dopo aver scritto delle valide prime pagine si sono semplicemente rotti i ******** ed hanno rimestato tutto in chiave paranormale , componendo alcune scene di rara bruttezza. Peccato, se avessero continuato sullo stesso livello ne sarebbe venuto fuori un gran bel film.

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/07/2016 14.27.57
Visualizza / Rispondi al commento
alexmuse_1991  @  10/07/2016 19:52:09
   8½ / 10
Questo film ha diviso, e in effetti è uno di quei film che si amano oppure si odiano.
Io l'ho amato: atmosfera stupenda che ricorda davvero Lynch, pochi dialoghi e tanta musica, colonna sonora incredibile, una delle migliori degli ultimi 10 anni senza dubbio. Alza da sola di un punto il voto finale del film.
L'attrice protagonista è davvero brava, gli altri attori invece forniscono una prova sufficiente.
Solo due cose non mi sono piaciute: il finale e

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Così si è rischiato davvero di cadere nel ridicolo, una scelta stilistica che sinceramente avrei evitato.

Per il resto, grande, grandissimo film. Uno di quei (rari) film che mi rimarrà stampato in testa a lungo!

barone_rosso  @  10/07/2016 19:20:43
   4½ / 10
Qualcuno scrive che ricorda Carpenter e Lynch e tutti ad urlare al capolavoro. Parliamoci chiaro, è un teen-horror, dove la parte teen fa pietà, non un attore in gamba, zero totale. Per quanto riguarda l'horror, beh... Le solite scenette per far sobbalzare sulla sedia, trama abbozzata e mai sviluppata, finale inesistente dato che neanche chi l'ha scritto aveva chiaramente in testa dove voleva andare a parare... Si salva giusto l'idea e qualche scena realizzata bene, che viene presto dimenticata a causa delle scene dell'"uomo invisibile" che tira i capelli e sposta gli oggetti... Pietà.

DeepRed81  @  10/07/2016 14:55:14
   5½ / 10
Vista la media dei voti qui presenti e qualche recensione in giro per il web, mi sono deciso a vedere questo film. Male. Ho buttato nel wc 100 minuti della mia vita, per un film assolutamente sconclusionato, trama assurda, recitazione pessima. Personaggi che sembrano usciti direttamente dalle pagine dei più brutti racconti di Piccoli brividi. Lento all'inverosimile, ho iniziato a sbadigliare dopo i primi 15 minuti, e ho fatto davvero molta fatica ad arrivare alla fine. La storia non regge sotto nessun punto di vista, non viene spiegato nulla, non si approfondisce nulla. Evitatelo.

jiko  @  10/07/2016 12:06:41
   8 / 10
Non vedevo un horror di questo livello da almeno 10 anni, la tensione è palpabile per tutta la durata del film, come già detto da molti le atmosfere ricordano quelle del miglior Carpenter, anche la colonna sonora e le musiche sono vagamente retrò. L'idea di fondo non brilla per originalità e lascia molte domande senza risposta, ma il risultato finale è davvero efficace. Se amate il genere, che ormai sembrava non avere più nulla da offrire, un film davvero consigliato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  10/07/2016 02:12:24
   6 / 10
Vado controcorrente, se dico che il tanto osannato "It follows", nonostante un'ottima idea di base, non mi e' piaciuto. Vero ricorda Carpenter ma soprattutto Lynch, al cui confronto sembra un regista mainstream...fotografia eccezionale, lascia a bocca aperta, ma al di la' dei pregi formali l'impressione di un film che gira su se stesso, come il cane che si morde la classica coda, permane. 8 dunque alla realizzazione tecnica, 5 per il risultato artistico. Forse non ho voluto capirlo, ma diciamo che un teenager horror con ambizioni da film d'essai (da festival) e' un po' troppo. La tensione non manca, emozioni impalpabili che pero' cedono a un'ambizione sfrenata, talmente gratuita da risultare perlopiu' pedante e pesante. Non e' un horror come gli altri, e va apprezzato per questo, ma dipende dalle angolazioni, quindi occhio a strappare applausi o magari provare, come il sottoscritto, a non sbadigliare invano

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/07/2016 11.16.03
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento dollydolly  @  09/07/2016 17:40:54
   6½ / 10
si distingue dalla media degli horror che ultimamente ci vengono propinati per un approccio più reale, meno da "salti sulla sedia", e non è l'ennesima sagra della banalità. si fa seguire e non annoia MA non va sopravvalutato. la storia alla fin fine si basa su una unica idea che non ha in realtà spessore, non c'è una "storia", qualcosa da scoprire, una indagine, una plausibile spiegazione,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
sarà anche una scelta stilistica ("non pensa, non ha pietà, non si ferma" ergo non dobbiamo aspettarci nulla di più dal film), ma messa così sembra un po' troppo "facile"; non ne viene fuori un brutto film, anzi, meglio dell'ennesimo esorcismo in salsa splatter e della porta che cigola da sola, ma molto più piatto di come sarebbe potuto essere. sono stata ad aspettare fino alla fine che ci fosse un colpo di scena, un cambio nella storia, qualcosa...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Diciamo che lievemente delude. è probabile anche che ci sia un senso metaforico, forse rappresenta qualcosa, ma ho come l'impressione che in mano a qualcun altro avrebbe potuto avere un significato più profondo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  09/07/2016 10:10:16
   8 / 10
Uno dei migliori horror usciti negli ultimi anni.
Idea azzeccata e soprattutto ben narrata.
Tensione piu' che palpabile.
Cast interessante.
Colonna sonora perfetta.
Da vedere, in una sala semi deserta poi rende davvero tanto.

Wilding  @  09/07/2016 09:50:43
   6 / 10
Un pizzico di originalità c'è, appassiona sino alla fine, ma al tirare delle somme alzandosi dalla poltrona resta una pellicoletta sconclusionata e appena sufficiente che cerca di distinguersi dalla massa.

anthony  @  05/05/2016 20:15:19
   8 / 10
Diretto con maestria, fotografato altrettanto..con una scrittura intelligente che strizza l'occhio a Carpenter e crea un senso della sospensione dell'incredulità formidabile.
Una pellicola intensa, cupa, cinica e profonda..come non se ne vedeva da tempo (se si esclude ''Babadook'', ''Masks'' e l'italianissimo e stupefacente ''oltre il guado'') e, cosa non da meno, fa una paura fòttuta.
Sorprendente, davvero.

76eric  @  03/01/2016 23:37:34
   8 / 10
In un' ora e mezzo di film, soprattutto poi se trattasi di un horror, è assai difficile ottenere tutte le spiegazioni per avere un quadro logico della situazione...

Credo che sia il film di genere più furbetto ma al contempo più ambizioso da tantissimo tempo a questa parte. Non si sà da dove sia partito questo Male e quanti contagiati ci siano in giro per la cittadina..., per il globo a stò punto... Molto pessimista, nessuno si fida più di nessuno, come diceva il TOTEM Mac Ready, puoi solo affidarti al Signore... Il mondo là fuori è cattivo e spietato, devi arrangiarti da solo..., ma in questo caso almeno ci sono gli amici..., i veri amici, che possono aiutarti.... La tematica del sesso con annesse malattie è piuttosto retrograda, fa tornare in mente ciò che sconvolse l' opinione collettiva negli anni '80..., così come soprattutto all' inizio, sembra di essere nell' Haddonfield Halloweeniana.... La cosa che più mi ha stupito è l' uso del sonoro e soprattutto delle musiche synth, veramente meravigliose, soprattutto nella traccia principale... E' insomma un deciso ritorno agli anni che furono... Carpenter e Co., hanno dato tanto ed ora molti registi sanno come omaggiare questi insegnamenti....
I giovani però sono consci della realtà, di ciò che stà accadendo e non sono più quelle macchiette allupate intente solamente a soddisfare le proprie pulsazioni...
Se poi vogliamo aggiungere la grande incidenza che ha avuto Sadako ( la prima volta che la vidi uscire.......) e tutte le migliaia di suoi derivati, si capisce che il regista a modo suo ha cercato se non altro di mettere tanta carne al fuoco... non ci si limita ai soliti cliché del facile spavento...
Potrebbe essere più un film giapponese a questo punto, visto che loro sono così contorti.....

Si potrebbe ancora parlare della bellezza e del senso di inquietudine che trasmette la cittadina di periferia, acuito maggiormente dall' atmosfera autunnale, o dei riferimenti alle pellicole del passato come e soprattutto "Halloween", "Nightmare"..., secondo me è lo stesso viale dove camminava Laurie Strode con le sue amiche.... A me il finale è piaciuto...

Con Babadook, Masks e It follows credo di aver visto ciò che di meglio il genere aveva da offrire da un pò di tempo a questa parte..., anzi forse da molto tempo a questa parte.... Ognuno con le sue sbavature ( poche a mio avviso) e con i suoi numerosi punti di forza...


P.S.: Quella musichetta al sintetizzatore suona davvero bene.... Mi piace troppo...

3 risposte al commento
Ultima risposta 12/07/2016 10.57.59
Visualizza / Rispondi al commento
Curiosity  @  02/01/2016 22:16:48
   6½ / 10
Incensato da tutti coloro che hanno avuto modo di vederlo, ho deciso di dargli un occhiata.
Si ok, non è male, inizio folgorante, buono lo svoglimento, finale nsomma. Ma non i giudizi roboanti letti altrove. Capisco che con l'horror in affanno basta un film decente per gridare al capolavoro, però...

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  26/12/2015 20:57:04
   6 / 10
Boh... il film è indubbiamente affascinante e citazionista..... la cittadina dove si svolge la vicenda e alcune riprese e scene sono un tributo neanche troppo velato all'Halloween di Carpenter.... musiche interessanti con quei synth inquietanti vicine alle composizioni di Simonetti e Frizzi che hanno commentato divinamente gli horror nostrani degli anni '80.... e il film parte pure bene ma poi non sale di livello e gli ultimi 20 minuti sono caotici e incomprensibili..... non c'è approfondimento delle entità che "seguono" chi sono, perchè agiscono così.... si suppone che siano anime inquiete, spiriti..... però non esiste apertura..... e l'idea di scoparsi qualcuno per liberarsi della presenza è assai ridicola.... peccato perchè l'idea è comunque interessante ma complessivamente non mi ha convinto..... è una pellicola incompiuta a mio parere.....

gianni1969  @  14/10/2015 03:45:43
   8½ / 10
A mio avviso tra i migliori horror dell'ultimo periodo,se non il migliore; innanzitutto finalmente qualcosa di originale, che spiazza ,un idea all"apparenza semplice ma finora inedita, bravi davvero. Uno slasher che richiama e cita molti lavori del periodo d'oro (fine 70/metà 80) ma molto più introspettivo e con un messaggio ben chiaro (non fate l'amore senza amore altrimenti....) ,e poi le figure che " ti seguono " fanno veramente strizzare, e al giorno d'oggi è di una rarità disarmante. Bravi anche i giovani attori, assolutamente da non perdere. Infine la cosa che mi da più fastidio,come può una pellicola di questa portata non avere una distribuzione italiana,inconcepibile; a questo punto non credo sia l'ignoranza di chi decide le uscite ( sarebbero tutti incompetenti,e francamente mi pare impossibile che nessuna casa di distribuzione non abbia mai sentito parlare di questo film,è del successo riscontrato in tutto il globo ), allora qual'e' il motivo, perché ci deve essere, mah se qualcuno ne sa qualcosa.....

GianniArshavin  @  03/10/2015 01:17:00
   7½ / 10
It follows è stato per me davvero una piacevole scoperta, un titolo che porta una ventata di aria fresca all'horror made in USA ormai da tantissimo tempo incapace di sfornare lavori importanti se non salvo rare eccezioni.

Questo teen-horror molto moderno e dalle ritmiche calibrate si basa su un'idea originale (con annessa lampante metafora ) che viene sviluppata ottimamente , donando alla storia fascino e mistero dal primo all'ultimo minuto.
Il regista è bravo e intelligente nel dosare le spaventose scene di tensione ,alternandole a momenti di riflessione e di conoscenza dei protagonisti. Indovinatissima la cittadina che fa da cornice al film (ricorda molto la location di Halloween) ed anche la colonna sonora è una delle migliori degli ultimi anni in ambito horror.
Senza sangue e mostri Mitchell riesce a ricreare un clima da brividi , che terrà lo spettatore sotto una pressione continua. La trama procederà verso un finale non risolutivo ma per me calzante in un crescendo di paura e inquietudine , tutto basato sulla sfiducia verso gli altri e sull'impossibilità di fidarsi di chi ci circonda.

It follows dunque non spaventa grazie a facili giochetti sonori o visivi, ma utilizza tutti gli elementi che il racconto fornisce per incutere timore e smarrimento.

In definitiva un film di grande livello,che ridà nuova linfa all'horror moderno. Non perfetto o esente da difetti, tuttavia i numerosi pregi qui elencati lo rendono un prodotto imperdibile.

7219415  @  10/09/2015 15:24:14
   6 / 10
Per essere un horror non è niente male...tensione da inizio a fine film...anche se odio il sovrannaturale...

BrundleFly  @  27/08/2015 11:42:13
   7½ / 10
Quanti non hanno mai sognato di essere inseguiti da qualcuno e non riuscire a fuggire?!
David Mitchell mette in scena uno degli incubi più ricorrenti e lo utilizza come metafora per rappresentare le malattie sessualmente trasmissibili.
Un film girato benissimo e dalle atmosfere inquietanti.
Assolutamente consigliato a chi come me ama gli horror indipendenti...e non solo, per mostrare come con pochi soldi si riescano a realizzare horror migliori di quelli a budget milionari e zeppi di effettoni speciali.

bood  @  24/08/2015 16:51:07
   8 / 10
rimando ai commenti , nella sua categoria ( thriller-horror con poco sangue e poco macabro ) una delle migliori produzioni americane mai viste direi . mi ha stupito e soddisfatto molto , dall'inizio alla fine , per la cura estrema , il realismo e la caratterizzazione dei personnaggi , il pathos della tensione . semplice ma decisamente riuscito

Marco247  @  21/08/2015 23:22:03
   6½ / 10
discreto horror, tensione abbastanza alta per tutto il film.
si avverte sin dalle prime battute un'atmosfera malsana ed inquietante.
peccato che in alcuni passaggi il comportamento dei protagonisti sia abbastanza insensato e che ci sia qualche buco nella sceneggiatura.
Anche il finale non è proprio il massimo, anzi.....

Light-Alex  @  03/08/2015 00:56:07
   6½ / 10
Molto originale il plot, e devo dire realizzato anche discretamente bene. Gli effetti speciali sono discreti e la tensione è giusta. Bella la regia con queste inquadrature a 360°, immancabili in effetti in un film in cui ti devi sempre guardare le spalle.

Certo, c'è un certo utilizzo ripetuto dell'effetto bu-bu-settete per mettere paura, e la trama è inconcludente. Però un prodotto che si distingue per una sua singolare originalità.

alex94  @  21/07/2015 20:26:15
   7 / 10
Finalmente sono riuscito a vedere un horror americano di qualità,già perchè questo secondo film di David Robert Mitchell riesce a creare tensione ricorrendo si a trucchetti moderni (apparizioni improvvise,mostri ecc) ma anche sopratutto costruendo un clima di di terrore e di minaccia costante semplicemente unico e difficilmente imitabile.
La trama parte da un idea di fondo maledettamente intrigante ed interessante,mi ha ricordato parecchio la formula tipica degli slasher anni 70-80 (chi fa sesso muore) sviluppata però con uno stile che invece ricorda i j-horror (il fantasma che si avvicina lentamente alle sue vittime).
Il risultato finale è un horror inquietante,sinistro e coinvolgente,che lascia addosso allo spettatore la sgradevole sensazione di essere osservato e seguito.
Dal punto di vista tecnico è realizzato molto bene,la regia è molto buona,molto attenta ai dettagli ed in grado di realizzare delle inquadrature suggestive e ricercate.
Buona anche la fotografia e la colonna sonora,convincente la recitazione.
Non mancano comunque sopratutto nella sceneggiatura dei difetti parecchio gravi che sfortunatamente penalizzano in parte il film (la parte nella piscina che secondo me non ha senso).
Resta comunque uno dei migliori horror del anno ,sicuramente da vedere.

TheLegend  @  06/07/2015 05:35:15
   7½ / 10
Uno tra i migliori horror degli ultimi tempi.
Finalmente un horror che riesce a creare l'atmosfera giusta e a non ricorrere solo allo splatter.
Mi sarei aspettato qualcosa in più solo nella parte finale,mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca.

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  26/06/2015 02:16:21
   7½ / 10
Non ho mai amato particolarmente il genere horror, ma questo it follows nel suo piccolo è davvero un gioiellino .
A dispetto di quanto dicono molti dei commenti qui sotto trovo che il vero punto di forza della pellicola sia proprio quell'alone di mistero, di non detto e di inspiegabile che avvolge tutto... ma poi io dico, minkia è un horror mica sokurov, che ***** vi ostinate a cercare una spiegazione o un senso a tutti i costi ?
La protagonista poi oltre a essere veramente bona trasmette alla perferzione un senso di paranoia e angoscia , (a tal proposito perfetta anche la scelta delle musiche e dei movimenti di camera lenti) paranoia che colpisce anche lo spettatore nel bellissimo finale, che è veramente la ciliegina sulla torta, altro che tallone d'achille !!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 26/06/2015 02.30.07
Visualizza / Rispondi al commento
MonkeyIsland  @  24/06/2015 10:35:21
   7½ / 10
Uno dei migliori horror d'atmosfera per quanto mi riguarda, ottima l'ambientazione e la regia che è sagace e non si perde in trucchetti da horror post anni 2000 (rimbombo volume e bubusettete) e qui si respira sempre quella sensazione di malessere e quel brivido lungo la schiena cosa difficile da trovare in un horror moderno vista la massiccia dose di scene di raccordo tra un momento di paura e uno spiegone.
Discreto anche il cast, peccato per un film non proprio all'altezza ma un film del genere merita di essere visto e se possibile distribuito.

6 risposte al commento
Ultima risposta 26/06/2015 02.32.42
Visualizza / Rispondi al commento
InvictuSteele  @  22/06/2015 00:17:33
   6½ / 10
Horror vecchio stile che evita i continui e irritanti colpi di scena col sonoro improvviso ma che cerca di fare presa grazie a una tensione di fondo. Perciò è da lodare. Detto ciò il plot è abbastanza originale e costruito in modo positivo, è interessante l'idea di base sviluppata su scene perlopiù azzeccate, inoltre è molto bella la fotografia e l'ambientazione da provincia americana che (come fatto notare da altri) ricorda i classici del cinema horror (Halloween ad esempio). Purtroppo le buone idee presenti non sono sviluppate nel migliore dei modi, risultando soffocate in più punti. Il risultato è una sceneggiatura a tratti debole, noiosa (soprattutto nella parte centrale) e un po' trascinata, nonostante i dialoghi siano buoni (non ci sono battutacce da teen horror insomma) e la regia sicuramente efficace. Peccato perché di materiale ce n'è, il film è buono ma, con qualche accortezza in più, sarebbe potuto essere ottimo.

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  17/06/2015 14:47:57
   7½ / 10
Impossibile non pensare all'Halloween carpenteriano a tutti i livelli....regia, fotografia, ambientazioni...persino la (bella ed efficace) colonna sonora elettronica, un mix tra quelle composte per i suoni dei suoi film dallo stesso Carpenter con Alan Horvart e certe azzeccate composizioni goblinian-simonettiane per i film di Dario Argento.
Detto questo è un film che ha tanti pregi, sembra che il regista si sia chiesto cosa veramente possa terrorizzare una vittima in un film horror..la primordiale risposta sta in qualcosa che avanza lentamente ma inesorabilmente verso di lui per massacrarlo, come i più classici villains dei più classici slashers o gli spiriti vendicativi degli horror orientali o gli zombi "vecchio stampo" romeriani...qualcosa che non si può fermare, lento ma inesorabile come la morte.
E poi è un film che lascia in un raro stato di malessere e di tensione costante, con 2 o 3 momenti che davvero fanno venire i brividi, come quasi mai è capitato nei 3500 film horror visti finora.
Difetti? Un finale non troppo convincente, come anche non mi ha tanto convinto l'espediente trovato per la "trasmissione" del maleficio e le modalità di interazione tra chi è stato "unto" e chi no....
Tutto sommato però se questo non è il miglior horror del 2014 sicuramente sale sul podio!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/06/2015 22:47:01
   8½ / 10
Una cittadina qualunque, dei sobborghi qualunque come tanti negli Stati Uniti, case fatte con lo stampino quasi uguali. Come la Haddonfield di Carpenter nel suo Halloween. It Follows ha dei riferimenti precisi e David Robert Mitchell li conosce bene, senza tuttavia ridurre questo film ad una mera operazione cinefila. Le citazioni, le atmosfere sono riconoscibili agli appassionati di horror. Tanti titoli da perdersi, ma il regista riesce in maniera straordinaria a contestualizzarli in un ambito dove le cittadine vivono in uno stato di sottile assedio da una crisi economica e morale, dove bastano pochi isolati a trovare case diroccate ed abbandonate. Mancano completamente figure di riferimento come gli adulti in genere ed i genitori in particolare, assenti nel migliore dei casi o letali nei peggiori. Una generazione che deve fare affidamento a se stessa e lasciata alla deriva, in cui solo la solidarietà reciproca ed i forti vincoli di amicizia possonno impedire un destino già scritto, dal cammino lento ma implacabile come l'incedere del Michael Myers che fu.
David Robert Mitchel costruisce un piccolo gioiello con una forte impronta personale, meno dinamico ma incredibilmente suggestivo e carico di una tensione palpabile che traspare in tante sequenze (stupende le panoramiche lente a 360 gradi, specialmente quella iniziale). Come detto il referente maggiore è sicuramente il cinema di John Carpenter ed una conferma è la stupenda colonna sonora, vero valore aggiunto del film ed una delle migliori composte negli ultimi anni.

5 risposte al commento
Ultima risposta 24/08/2015 22.12.38
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  10/06/2015 02:00:03
   8 / 10
Inizio dicendo subito che il mio voto forse è un pò esagerato rispetto a quello che sarebbe dovuto essere veramente; il film ha tanti elementi positivi ma purtroppo vengono un pò smorzati da alcune scene inspiegabili e da alcuni cali di ritmo fastidiosi; quindi,a ragione di questo,dovrei abbassare leggermente la valutazione se non fosse per quella "cosetta" che mi ha intrigato tantissimo....vale a dire L'IDEA....
Il prologo(dove si vede il cadavere più assurdo di tutta la cinematografia horror) lascia un pò così,perplessi diciamo,ma quando si capisce da cosa è rappresentato il pericolo viene la pelle d'oca.....un concetto semplicissimo,come quello di una "presenza" che ti segue ovunque,pensata con un principio inquietante e arcano.....era da tempo che non mi agitavo così....ed era pure da tempo che aspettavo un film horror con qualche nuova formula.....bhè "It follows" ha in parte soddisfatto le mie esigenze...considerando pure che il film ha delle musiche ed uno spirito molto vicino ai film horror dei primi anni 80; a volte mi ha ricordato "Halloween"....altre volte "Nightmare"......
Un idea davvero macabra che non ho inquadrato da subito....ci ho messo 20 minuti buoni per capire veramente quanto fosse agghiacciante il concetto....e quando l'ho capito mi è passato un brivido dietro la schiena; niente sangue,niente mostri(o quasi)....niente non morti o demoni o lupi mannari...niente Freddy...niente Jason.....niente "Rape & Revenge" o "splatter"...qui c'è un mostro nuovo ed è presentato con una forma retrò che lo valorizza ancora di più; raramente mi capita di rimanere sorpreso così dal concept di un horror e quando il terrore è più psicologico che visivo,allora li si che mi inquieto sul serio....
Il finale però mi ha lasciato un pò con l'amaro in bocca....

6 risposte al commento
Ultima risposta 14/06/2015 23.34.08
Visualizza / Rispondi al commento
Macs  @  09/06/2015 08:40:52
   7 / 10
Si dai interessante, i pregi principali sono l'idea abbastanza originale (anche se realizzata non in modo eccelso), la fotografia e l'epica colonna sonora, azzeccatissima.
Per il resto qualche brivido lo procura, l'atmosfera e' ben costruita anche grazie alle musiche e gli effetti sonori. Pochi i jump scares, e questo e' un pregio, la tensione nasce dal potenziale terrificante di alcune scene - e questo film dimostra che per creare paura non ci vogliono per forza notti tempestose e porte che scricchiolano: le scene piu' terribili sono quelle sulla spiaggia e alla luce del Sole. Peccato non aver scritto un po' meglio il film, con qualche scena a effetto in piu'. Non sento il bisogno di una "spiegazione", solo di qualche passo falso in meno (questi ragazzi dormono per meta' del film? O_O) e qualche presenza genitoriale in piu' (dove sono finiti tutti quanti i parents?). Comunque valido, in un panorama horror sempre piu' desolante. SI spera in un seguito con un budget leggerment piu' alto e una sceneggiatura gestita in modo un po' piu' completo e convincente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  05/06/2015 21:31:54
   8½ / 10
la suburbia carpenteriana incontra l'inesorabile fatalità del j-horror in un film più allegorico e profondo di quanto possa apparire.
ah, e poi mi ha fatto c.agare addosso.

9 risposte al commento
Ultima risposta 06/06/2015 17.06.38
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  04/06/2015 10:30:00
   6 / 10
Attratto dalle numerosissime chiacchiere in rete, ho affrontato " It follows" a mente sgombra e senza farmi influenzare da commenti e pareri di terzi.
A mio parere una buona idea, che però viene sprecata in maniera incredibile.
Prima di tutto il film si apre con una sequenza anche moderatamente straniante e inquietante, ma è completamente slegata dal resto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
L'idea dell'entità che ti segue a passo lento (in modo inesorabile) funziona, ed è soltanto per questo motivo che il film prenderà da me la sufficienza.
Perchè si, ci sono un paio di sequenze azzeccate, ma per dovere di cronaca non si possono tralasciare gli immensi buchi di sceneggiatura e la quantità innumerevole di scene inutili ai fini della trama.
Sti ragazzi passano tipo 15/20 minuti di film in macchina, con riprese continue sul paesaggio che cambia mentre viaggiano, poi altri 15/20 minuti chiacchierano nei giardini di casa ( cambiano tipo 3-4 case, ma non si sa di chi siano ste case).
Inoltre il film commette il gravissimo errore di non contestualizzare questo pericolo: lo spettatore a fine film non saprà nulla.
Attori nella media, dialoghi abbastanza risibili e atmosfera che funziona a tratti, senza però mai realmente convincere.
Non so se fosse una critica ai rapporti sessuali affrettati (aggiungiamoci anche l'assenza del mondo adulto in quello giovanile), ma se il film aveva pretese di questo tipo deve impostare 10 volte meglio tutto il discorso.
" It Follows" rimane una pellicola moderatamente inquietante, a tratti anche curiosa, ma terribilmente inconcludente e fine a sè stessa.

9 risposte al commento
Ultima risposta 26/12/2015 20.59.32
Visualizza / Rispondi al commento
Giovans91  @  03/06/2015 11:40:33
   8½ / 10
Con "It Follows", sembra di essere tornati agli anni di John Carpenter: le atmosfere sono simili e il terrore anche. Il regista David Robert Mitchell non racconta la società, si ferma all'orrore puro. Il regista ha scarsi mezzi a disposizione, ma utilizzati tutti al massimo delle loro potenzialità. La regia vince, usa effetti quando necessario e il montaggio non arriva a interrompere il discorso con stacchi inopportuni. -L'occhio segue l'inseguito e l'inseguitore-. È una guida notevole, sia sul fronte registico che narrativo, aiutata da un cast eccellente.
Maika Monroe, (già apprezzata nell'ottimo thriller-horror "The Guest" di Adam Wingard), è la giusta vittima per l'orrore di "It Follows", lei non è mai sopra le righe, credibile dal primo all'ultimo minuto.
Il finale lascia spazio all'immaginazione: è più spaventoso sapere cosa potrà mai accadere oppure rimanere eternamente nel dubbio? In questo film c'è un 'virus', e come molti di essi non ha un volto con cui confrontarsi direttamente - qualcuno potrebbe entrare in casa dalla finestra-.
Infine, la colonna sonora di Richard Vreeland è fantastica, che farà da accompagnamento musicale ai vostri incubi.
"It Follows" è uno dei migliori horror in circolazione.

Filmaster95  @  25/05/2015 19:53:19
   7 / 10
All'inizio del film ho detto, ecco sto vedendo il film horror migliore dell'anno, c'era tutto quello di cui ha bisogno per essere considerato tale, mistero, angoscia, atmosfera cupa, colonna sonora meravigliosa e con attori neanche cosi fuori anzi, ma man mano che i minuti scorrevano, continuavo a ripetermi di quanto fosse buona l'idea ma di quanto essa sia stata sviluppata e sfruttata male.

Ci sono purtroppo troppi buchi nella sceneggiatura per considerare questa pellicola come un piccolo gioiellino, a parte il fatto che non venga spiegato come è nato tutto e da chi, cosa che ci può stare ma che non mi è piaciuta per niente, vi è anche il problema dei genitori, che sono inesistenti per tutto il film, non solo per la protagonista e la sorella ma per tutti i suoi amici, cioè stanno fuori per dei giorni, urlano alla notte, rubano la loro macchina e loro niente.

Molto superficiale anche la scena della morte di greg e la scena dove vedi lei al mare che guarda dei ragazzi su una barca, forse dando anche a loro la "maledizione".

Mi è veramente piaciuto il finale invece, con secondo me una grande finezza nel mostrare alle spalle dei due ragazzi una figura simile al protagonista che sta camminando ponendo il dubbio allo spettatore se li stia seguendo o sia solo frutto della nostra immaginazione.

Insomma un film con una grande idea di fondo che spero in futuro possa essere sfruttato meglio ma che qui ha troppi buchi nella sceneggiatura per essere considerato un piccolo gioiellino.
Comunque lo premio con un voto buono per, scusate se mi ripeto, l'idea, l'atmosfera cupa, ambientazioni e una grandissima colonna sonora.

Larry Filmaiolo  @  24/05/2015 16:23:32
   6 / 10
mediocre rispetto al parlare che se ne fa sulla rete, nell'ambiente indie un po' internazionale. si regge su un'idea (abbozzata a grandi linee) e la sfrutta pure malaccio. paura? ma dove. teenager? na marea. implicazioni moraleggianti, simbologia? mah, forse. io non credo. credo solo alla provocazione e al procacciare ca$h. che ci sta, però almeno due cose credibili nella sceneggiatura è bene metterle. 'na mezza occasione sprecata.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

musdur  @  17/05/2015 10:59:46
   6 / 10
Il giudizio è sicuramente positivo, a dispetto dell'esiguo budget, in alcune parti il film è abbastanza inquietante. Peccato che non spieghi il motivo per cui tutto ha avuto inizio.

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/05/2015 14.23.24
Visualizza / Rispondi al commento
marfsime  @  16/05/2015 23:35:47
   6½ / 10
Horror interessante..quantomeno originale nella trama. Mi è piaciuta la colonna sonora che a tratti mi ha ricordato qualche perla horror degli anni '70-'80 in stile Dario Argento. Peccato i soliti buchi nella sceneggiatura..ma d'altronde spiegare proprio tutto sarebbe stato probabilmente contro producente per la pellicola stessa. Finale che francamente risulta essere troppo scontato e banale rispetto al resto del film.

topsecret  @  14/05/2015 15:56:32
   6½ / 10
La sensazione opprimente di essere costantemente inseguiti da qualcosa o qualcuno che non si conosce è alla base di questo horror soprannaturale americano. Chi si è cimentato con videogiochi come CLOCK TOWER o HAUNTING GROUND capirà meglio la meccanica del film in questione, anche se ovviamente vanno tenute in considerazione le nette differenze di modalità e di percorso narrativo. Ma la sensazione che David Robert Mitchell intende instillare nel pubblico è proprio quella di rendere lo spettatore quasi impotente di fronte a quello che capita ai protagonisti.
Se vogliamo trovare una pecca evidente in questo IT FOLLOWS si possono obiettare alcune contraddizioni tra quello che si sente nei dialoghi e quello che poi accade e le spiegazioni che latitano del tutto sull'origine dell'evento raccontato, ma è davvero poca roba poichè la storia presenta una freschezza, un impianto emozionale e una discreta cappa di tensione che non permettono cali di attenzione.
Per i miei gusti, e per il mio essere altamente pignolo, devo ammettere che mi aspettavo qualche lungaggine di meno e qualche scena da brivido in più, infarcita da un make up migliore e qualche effetto grafico in più, magari con una spruzzata di gore che non si limitasse a poche scene. Ma tutto sommato non fatico a concedere la sufficienza per questo prodotto giovane e indipendente, ma ci andrei piano con gli entusiasmi troppo facili...in fondo non siamo al cospetto di un capolavoro ai livelli di THE BABADOOK.
Si parla di un possibile seguito...staremo a vedere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/05/2015 14.25.53
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  14/05/2015 14:00:52
   7½ / 10
Negli ultimi tempi sto alla larga dalla marea di nuovi horror fatti con lo stampino che si trovano in giro per la rete, specie se hanno una locandina come quella del film in questione.
Ma di questo IT FOLLOWS (già il titolo ispira) avevo letto bene in un sito di settore in cui ci si lamentava non avesse ancora avuto una distribuzione italiana quando nel mondo aveva avuto gran rilievo tra gli horror indipendenti...così senza grandi aspettative, ma con una certa speranza, ho deciso di guardarlo come si deve.
A metà film sono uscito per una sigaretta e vi giuro che mi guardavo in giro costantemente scrutando ogni rumore e movimento, indizio che stava colpendo nel segno :)

L'ho trovato piuttosto originale e sopratutto capace di angosciare senza per forza usare jumpscares (che comunque ci sono in un paio di momenti)...certamente la sceneggiatura avrebbe necessitato qualche ritocco perché ha delle incongruenze e lascia aperte molte domande, insomma l'idea è bella ma lo svolgimento avrebbe meritato di più per trasformare questa opera in un gioiello!
Atmosfere riuscitissime, colonna sonora a dir poco fantastica (erano anni che non si realizzava qualcosa con uno score così azzeccato, forse il remake di "Maniac" aveva fatto bene da questo punto di vista), fotografia ombrosa e curata.
La regia di David Robert Mitchell, nonostante sia un novello, è di quelle curate e ricercate un poco come Ti West...si prende i suoi tempi instillando la tensione a gocce, gira e rigira (nel vero senso della parola in alcune sequenze) con la mdp per calarci nei panni dell'angosciata protagonista, largo uso di steadycam, ci mette dentro momenti quasi amatoriali o P.O.V. senza però trasformarlo in un mockuhorror.
Il cast è sconosciuto ma funzionale e la protagonista fa un discreto lavoro anche se ovviamente qualche attore di qualità avrebbe portato beneficio.
Non so bene il motivo preciso ma mi è tornato varie volte alla mente THE RING e secondo me era intenzione dello sceneggiatore pescare qualcosa da quel film ed in generale dai j-horror...sarà per la possibilità di passare questa piaga ad altri, sarà per l'arrancare "zombesco", sarà per una scena con una donna che perde acqua dal corpo o persino per l'inizio in spiaggia ma di certo ci somiglia.

Davvero una bella trama (l'idea è una figàta secondo me e con possibili chiavi di lettura) che in fin dei conti rimane fedele a se stessa cadendo solo nel finale nei stereotipi del genere, a tal proposito spiace notare (come già avvenuto nel buon "Babadook") che queste perle horror dei nostri tempi trovino spesso nella parte finale il loro tallone d'Achille scadendo quasi nel trash ed alludo alla scena in piscina ad esempio.
Io avrei evitato una certa dose di retorica che scema la tensione, avrei lasciato la protagonista un pò più sola e non sempre con gli amici e sopratutto avrei smussato le criptiche letture di passi filosofici atti probabilmente a dare qualche spiegazione al perché....
Nel complesso comunque un film serio, molto cupo, girato con dovizia, capace di regalare qualche brivido ed una sana inquietudine generale fondata sulla diffidenza.
La prima sarebbe praticamente perfetta per dar spazio ad una seconda parte da brividi puri, peccato che si perda per strada il climax e così la prima ora evolve senza strappare applausi ma comunque bella la scena finale.

Comunque buonissimo horror, da vedersi ovviamente soli al buio cercando di mettersi nei panni dei protagonisti, che spicca per originalità e buona volontà di creare un prodotto psicologico e ricercato che instilla paure ancestrali.
Da vedersi abbinato a THE HOUSE OF THE DEVIL, "Babadook", THE POUGHKEEPSIE TAPES e THE LAST WILL AND TESTAMENT OF ROSALIND LEIGH.

9 risposte al commento
Ultima risposta 13/07/2016 13.10.13
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 T
a dragon arrives!
 T
a girl walks at home alone at night
 T
american ultra
 T
angry birds - il film
 T
bastille day - il colpo del secoloboar
 T
calcolo infinitesimale
 T
cattivi vicini 2
 T
cell
 T
ciao brother
 T
cinque tequila
 T
conspiracy - la cospirazione
 T
cristian e palletta contro tutti
 T
eddie the eagle - il coraggio della follia
 T
friend request - la morte ha il tuo profilo
 NEW T
ghostbusters
 T
gli invisibili
 NEW
goodnight mommy
 T
gueros
 T
i miei giorni piu' belli
 T
il nostro ultimo
 T
il piano di maggie - a cosa servono gli uomini
 T
in nome di mia figlia
 HOT T
it follows
 T
jem e le hologramskiki & i segreti del sesso
 T
la battaglia degli imperi - dragon blade
 T
la canzone del mare
 T
la casa delle estati lontane
 NEW T
la notte del giudizio - election year
 T
laurence anyways
 T
lo scambio
 T
l'uomo che vide l'infinito
 T
ma ma
 T
marguerite et julien - la leggenda degli amanti impossibili
 T
miami beach
 T
mother's day (2016)
 T
mr cobbler e la bottega magica
 T
my bakery in brooklyn - un pasticcio in cucina
 T
nahid
 T
now you see me 2: i maghi del crimine
 T
paradise beach - dentro l'incubo
 T
passo falso
 T
press - storie di false verita'
 T
ratchet & clank - il filmsadako vs. kayako
 T
segreti di famiglia (2015)
 NEW T
skiptrace - missione hong kong
 T
star trek beyond
 T
tartarughe ninja: fuori dall'ombrathe blackcoat's daughter
 T
the boss
 T
the conjuring - il caso enfield
 T
the legend of tarzan
 T
the neon demon
 T
the nice guys
 T
the zero theorem
 T
tokyo love hotel
 T
top cat e i gatti combinaguai
 T
toxic jungle
 T
tra la terra e il cielotre giorni dopo
 T
tutti vogliono qualcosaun mercoledi' di maggio
 T
una spia e mezzo
 T
warcraft - l'inizio

938457 commenti su 35403 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net