sanpa: luci e tenebre di san patrignano regia di Cosima Spender Italia 2020
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVsanpa: luci e tenebre di san patrignano (2020)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SANPA: LUCI E TENEBRE DI SAN PATRIGNANO

Titolo Originale: SANPA: LUCI E TENEBRE DI SAN PATRIGNANO

RegiaCosima Spender

InterpretiVincenzo Andreucci, Walter Delogu, Antonio Boschini, Fabio Cantelli, Andrea Muccioli, Vincenzo Muccioli, Luciano Nigro, Daren Donofrio, Fabio Mini, Red Ronnie, Paolo Negri, Angelo Battistini, Pier Andrea Muccioli, Leonardo Montecchi, Sergio Pierini, Sebas

Durata: h 5.00
NazionalitàItalia 2020
Generedocumentario
Prima TV nel Dicembre 2020

•  Altri film di Cosima Spender

Trama del film Sanpa: luci e tenebre di san patrignano

Docu-serie che ricostruisce i primi anni di vita della comunitÓ di San Patrignano, soffermandosi soprattutto sulla figura del suo fondatore Vincenzo Muccioli. Si presenta uno spaccato dell'Italia negli anni 70 e i suoi giovani, sempre pi¨ attirati dal consumo di eroina. Socialmente ripudiati i giovani che nessuno voleva si riversano nelle colline riminesi nella tenuta offerta gratuitamente da Muccioli. L'opinione pubblica si spacca pi¨ volte, ma Vincenzo riesce a cambiare l'opinione di un intero paese, nonostante le gravi accuse che pendono a suo carico.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,80 / 10 (5 voti)8,80Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Sanpa: luci e tenebre di san patrignano, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

The bitter end  @  24/02/2021 22:59:11
   8 / 10
Più che un documentario su San Patrignano mi pare più che altro un'ottima docufiction su Vincenzo Muccioli (come dimostrato dai minutaggi dedicati alle sue esperienze pre-comunità o alla malattia, ben superiori a quello riservato alla fase post-Muccioli ovvero gli ultimi VENTICINQUE anni).

Se avesse voluto essere documentario gli autori avrebbero raccontato gli anni bui del boom dell'eroina e dell'arrivo dell'HIV con all'ausilio di esperti: storici, sociologi, virologi, psichiatri etc. mentre riguardo a San Patrignano avrebbero narrato almeno un paio delle migliaia di storie ragazzi che ce l'hanno fatta.

Nulla di tutto ciò, la scelta è chiara: Si privilegia l'intrattenimento alla funzione informativa e devo dire che la scelta è vincente perchè Vincenzo Muccioli si presta al genere: la sua figura imponente e ambigua domina la scena e cattura lo spettatore dall'inizio alla fine. Lui è al centro del racconto e non la comunità, quasi tutte le testimonianze e gli avvenimenti ruotano a lui attorno e vivono in funzione sua.

La docu-fiction si mantiene molto godibile dall'inizio alla fine grazie appunto al protagonista magnetico e alla scelta furbetta di mettere in scena (grazie anche all'azzeccato uso di cliffanger) tutte le "ombre", ovvero gli episodi controversi che hanno animato quegli anni, mentre di "luci" onestamente ne ho viste poche (solo nel primo episodio).

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  24/02/2021 15:53:18
   9 / 10
Controverso Vincenzo Muccioli, controversa la comunità di San Patrignano. Un documentario che letteralmente evidenzia le luci ed ombre di una comunità storica, forse la più grande in Europa, per il recupero di quella che era considerata la feccia della società. Giovani allo sbando distrutti dal cancro dell'eroina prima e con l'avvento del'AIDS poi. Categoria debole a cui Muccioli apre le porte, ma di cui lui ì l'unico possessore delle chiavi per uscire. Luci ed ombre raccontate dai protagonisti diretti ed indiretti della storia di questa comunità. Non mi è mai piaciuto Muccioli, mai fatto mistero di questo, per questa esaltazione di se stesso ben oltre la megalomania, quando i riflettori erano continuamente puntati su di lui. Lo santifichi un giorno e lo trascini nella polvere il giorno dopo. pratica tipicamente italiota. Un documentario che cerca di tramettere a 360 gradi quella che è tuttora un'esperienza, dove le ombre sono maggiori delle luci dal momento in cui Muccioli stesso ha perso il controllo della sua stessa creatura. Dalla gestione familiare, più diretta è diventato quasi un impero economico. Tale salto è stato deleterio per essere gestito da un'unica persona e delegato a persone non all'altezza della situazione. Muccioli per me era un imprenditore scaltro, non un benefattore.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  31/01/2021 13:19:20
   8½ / 10
Documentario imperdibile.
Assolutamente interessante.
Cinque ore che puntano i riflettori su una realtà dura e su un personaggio controverso; le testimonianze riportate non sono assolutamente tutte negative (come ho letto in alcuni articoli) anzi.
Quello di Cantelli è un nome che non conoscevo, ma che da oggi farò fatica a scordare.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  26/01/2021 14:08:00
   10 / 10
È pieno di spoiler, quindi se non conoscete la storia passate oltre.
Visto che la Moratti e Red Ronnie hanno subito avanzato accuse dissociandosi dal lavoro di Gianluca Neri, prima di iniziare urge una premessa: i documentari sono il punto di vista di chi li gira, non c'è dubbio. Ma accusare 'SanPa' di non raccontare la verità mettendo in scena solo interviste denigratorie è una *******ta immensa. In 5 ore di durata viene dato grande spazio a tantissimi supporter, dai coniugi Moratti a Red Ronnie, passando per il tutt'ora responsabile medico della comunità Antonio Boschini, il figlio stesso di Muccioli (Andrea), una serie di giornalisti e amici come Enzo Biagi, Indro Montanelli, Paolo Villaggio e Maurizio Costanzo, più le immagini dello struggente corteo delle madri davanti il tribunale, una sequenza che colpisce talmente a fondo da rendere la materia assolutamente complicata da argomentare. Se cmq il tuo intento è solo quello di schierarti contro, sta roba la accenni, la tagli, la proponi nella maniera più paracula possibile, e invece qui lo storytelling è tutto ampiamente bilanciato. Tra l'altro non può sicuramente essere colpa dei detrattori se è lo stesso Muccioli a rivendicare davanti le telecamere i suoi metodi (o meglio, i suoi reati, per chiamarli con il giusto nome).
Pazzesco, quindi, vedere come le varie difese di ufficio diventano sempre più imbarazzanti puntata dopo puntata, così come l'opinione pubblica implacabile nel non lasciarsi scalfire neanche davanti le foto di quattro ragazzi incatenati alle pareti di stanze 2 metri per 2 ricoperte di ***** di cane. Un metodo riabilitativo che salvava la vita alla gente: questa era la percezione in un periodo storico in cui "tossico stamme lontano, poi se prendi una pizza in faccia o ti legano per venti giorni a un palo, eh pazienza". Capisco il contesto, basta ascoltare Montanelli sull'argomento: "Io avevo Mussolini, ho portato la camicia nera con entusiasmo fino a 25 anni, l'educazione è crudeltà" poche parole che ribadiscono bene il concetto di fascinazione per le soluzioni autoritarie e la violenza fisica come metodo rieducativo. Volendo allargare il discorso, ci starebbe anche una riflessione sul limite invalicabile dell'istituzione, che l'impostazione "te meno a fin di bene" è ancora oggi ben radicata.
Da un lato, quindi, le tantissime vite che ha salvato e un intento (perlomeno iniziale) assolutamente lodevole. Dall'altro le amicizie potenti (280 miliardi di sovvenzioni dalla famiglia Moratti), l'ostracismo con cui l'opinione pubblica colpiva chiunque cercasse di raccontare il marcio dentro le mura, i suicidi assolutamente riconducibili a situazioni psicologiche delicate cui la reclusione coatta non portava alcun giovamento, l'astinenza curata senza medicinali, i reparti punitivi con tanto di filo spinato, "la stasi" sulla corrispondenza, l'omicidio Maranzano, favoreggiamento e occultamento di cadavere, l'istigazione all'omicidio e la ripetute denunce (mai accolte, anzi giustificate) di violenze sessuali subite da donne dove, con il giochino dell'anello (ma che cristo de bestia), ho avuto una reazione divisa tra "mortacci tua" e "pezzo di *****".
Il ritratto che ho percepito di quest'uomo è impietoso, un narcisista autoritario e potentissimo manipolatore, innamorato del potere e mai condannato grazie anche a una falla storica in cui si inseriva il suo operato; niente di meglio per lo Stato che mandare un tossico a costo zero a San Patrignano. Seguono foto di visite con passeggiate a braccetto con Craxi, Andreotti e compagnia cantante. Non so se fosse questo fin dal principio, SanPa non risponde a tutte le domande. Ma di sicuro la messa in onda di questo materiale ha il merito di scardinare un 25ennio di totale silenzio per una storia che andava raccontata (su un archivio RAI di 180 ore di materiale. 180)
Tra i tanti volti, le vite spezzate e le testimonianze struggenti, mi rimarrà impressa a lungo l'immagine di Fabio Cantelli, il dolore che imprime a ogni sillaba è devastante.

VincVega  @  22/01/2021 20:24:53
   8½ / 10
Documentario appassionante, coinvolgente ed equilibrato. Cinque episodi che raccontano gli avvenimenti clou della comunità di San Patrignano, guidata dal controverso Vincenzo Muccioli, un personaggio ottimamente ritratto, capace di fare del bene salvando da morte certa alcuni ragazzi (avere a che fare col tossicodipendente non è per nulla facile), ma anche di oltrepassare i limiti, con metodi fascistoidi e poco ortodossi. I deliri di onnipotenza progressivi di Muccioli sono resi molto bene, tra interviste a personaggi molto importanti che sono stati a fianco del "Padre" di "Sanpa", alcuni rimarranno a fianco a lui fino alla fine, altri lo abbandoneranno col passare degli anni. L'espansione di San Patrignano va avanti di pari passo con il sempre più potere acquisito da Muccioli, che idolatrato dalla gente, vivrà momenti molti alti di popolarità, ma perderà sempre più la bussola, fino ad una parte finale amara della sua vita. Il documentario è straordinario, assolutamente equilibrato e mai di parte, con filmati di repertorio eccezionali. Da vedere assolutamente.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecosa sarÓcreators: the pastdivorzio a las vegaselegia americana
 NEW
fino all'ultimo indizio
 NEW
girl power - la rivoluzione comincia a scuolagreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil talento del calabroneimprevisti digitalila nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldlasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)maledetto modiglianimankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondopalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2range runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliwe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turn

1014967 commenti su 45013 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net