i soprano - stagione 6 regia di Timothy Van Patten, John Patterson, Allen Coulter, Alan Taylor, Henry Bronchtein, Jack Bender, Steve Buscemi, Daniel Attias, Lee Tamahori, Mike Figgis, Peter Bogdanovich, altri USA 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVi soprano - stagione 6 (2006)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I SOPRANO - STAGIONE 6

Titolo Originale: THE SOPRANOS - SEASON 6

RegiaTimothy Van Patten, John Patterson, Allen Coulter, Alan Taylor, Henry Bronchtein, Jack Bender, Steve Buscemi, Daniel Attias, Lee Tamahori, Mike Figgis, Peter Bogdanovich, altri

InterpretiJames Gandolfini, Lorraine Bracco, Edie Falco, Michael Imperioli, Dominic Chianese, Steven Van Zandt, Tony Sirico, Robert Iler, Jamie-Lynn Sigler, Aida Turturro, Vincent Curatola, Joe Pantoliano, Steve Buscemi

Durata: h 0.58
NazionalitàUSA 2006
Generepoliziesco
Stagioni: 6
Prima TV nel Marzo 2006

•  Altri film di Timothy Van Patten
•  Altri film di John Patterson
•  Altri film di Allen Coulter
•  Altri film di Alan Taylor
•  Altri film di Henry Bronchtein
•  Altri film di Jack Bender
•  Altri film di Steve Buscemi
•  Altri film di Daniel Attias
•  Altri film di Lee Tamahori
•  Altri film di Mike Figgis
•  Altri film di Peter Bogdanovich

Trama del film I soprano - stagione 6

La serie descrive la vita di Tony Soprano, boss della mafia italoamericana: la famiglia Soprano, i cui avi italiani sono originari di Avellino, vive nel New Jersey, vanta importanti contatti con le cosche newyorkesi e mantiene relazioni affaristiche con la camorra napoletana. Il boss è soggetto ad attacchi di panico che lo portano sul lettino di una psicoanalista, alla quale confida ben presto i suoi turbamenti legati alla famiglia, in particolare nel rapporto col terribile personaggio della madre Livia: i suoi guai però passano anche attraverso il complesso legame con la moglie Carmela (connivente ma estranea alle imprese criminali del marito), i figli adolescenti, lo zio (fratello del padre) che non lo considera come boss e lo contrasta in ogni modo. A questi problemi personali si aggiungono quelli "lavorativi", in cui Tony deve destreggiarsi fra l'FBI, traditori della sua stessa famiglia e boss in ascesa di famiglie rivali.

Film collegati a I SOPRANO - STAGIONE 6

 •  I SOPRANO - STAGIONE 1, 1999
 •  I SOPRANO - STAGIONE 2, 2000
 •  I SOPRANO - STAGIONE 3, 2001
 •  I SOPRANO - STAGIONE 4, 2002
 •  I SOPRANO - STAGIONE 5, 2004

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   9,97 / 10 (18 voti)9,97Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I soprano - stagione 6, 18 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

7219415  @  09/02/2020 22:53:24
   10 / 10
Una delle migliori serie televisive mai realizzate

AMERICANFREE  @  21/09/2016 08:48:56
   10 / 10
Insieme a breaking bad la mia serie preferita

LaCalamita  @  28/05/2016 12:26:34
   10 / 10
Si possono certamente fare degli approfondimenti sulle singole stagioni, ma mai come nel caso de I Soprano mi sento di giudicare e commentare la serie in modo unitario : voto 10 vero.

Difficile fare un commento che possa rendere giustizia a questo capolavoro. Una serie tv che inizia bene, ma personalmente è col passare del tempo che mi sono reso conto di cosa avevo tra le mani. Una serie che una volta finita di vedere mi ha fatto ancora più impressione...per certi tratti si assapora addirittura l'aria di leggenda. Non serve a nulla fare storie dove bisogna salvare il mondo o altre robe simili, la vera epicità si raggiunge entrando dentro, approfondendo. Quella che è la storia di un mafioso come tanti, il singolo racconto di un abitante di questo pianeta funge da simbolo del labirinto morale, delle scelte che ognuno di noi è chiamato a compiere nella vita. Il che non vuol dire solo decidere se assassinare la gente ma anche educare i figli in un certo modo, fare delle scelte riguardo il proprio futuro, etc. Oltre alla trama in sè c'è una vera storia morale che riguarda il protagonista e i suoi personaggi.
La quantità di argomenti in gioco è tale da poter considerare la serie un affresco dell'america e dell'occidente in generale. Altro che commentare, ci si potrebbe scrivere un libro su I Soprano.
I personaggi così incredibilmente ben scritti che guarderesti con piacere anche una scena dove si scopre che a tizio piace la marmellata. Una coerenza paurosa, un'accuratezza nel delineare i tratti dei personaggi mai vista prima. E' il caso di dire che i personaggi "prendono vita".
E che dire del fatto che la serie sembra vivere sospesa tra due livelli : quello del realismo e quello mistico-soprannaturale, a cui la serie fa cenno molte e molte volte, eppure mai rivelato ufficialmente. Un qualcosa che va al di là di ciò che vediamo o frutto della mente dei personaggi? Non importa, questa lettura secondaria agli eventi della serie si sposa incredibilmente bene col realismo di cui gode la serie: uno stile, un modo di raccontare le varie storie e singole situazioni senza fronzoli, senza "pompaggi" banali in stile trash-hollywood.
Qualcosa di eccezionale I Soprano.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/03/2016 13:54:21
   10 / 10
Il re è nudo, solo e rabbiosamente disperato. Semina morte e viene accerchiato dalla morte. Il nero lugubre prima dei titoli di coda. Un finale strano ed affascinante con tanto di citazione a 2001.

guidox  @  01/12/2015 21:44:38
   10 / 10
voto per tutte le stagioni, serie televisiva indimenticabile.
nella mia personale classifica, un pelino inferiore a The Wire, ma stiamo nuotando nel mare scintillante dell'altissima qualità.

Pierpacco  @  12/06/2015 00:27:46
   10 / 10
Tony Soprano è un personaggio eterno ed indimenticabile, al di sopra di tutto e di tutti. Capolavoro enorme.

dagon  @  26/03/2015 23:25:21
   10 / 10
Serie storica, tra quelle che hanno cambiato la televisione, abbattendo il confine che la seprava dal cinema. Traendo la sua ispirazione da film come "Goodfellas" (peraltro citato), la serie narra storie di ordinaria quotidianità di malavita italoamericana. Quello che rimane nella mente è la perfezione della sceneggiatura, il tratteggio particlare e sfaccettato dei personaggi fino all'ultimo dei comprimari, le interpretazioni di tutti gli attori (favoriti personali: Van Zandt e Sirico) e la confezione nel complesso. Un capolavoro imperdibile.

maitton  @  09/03/2015 13:37:47
   10 / 10
"la piu'grande serie tv di sempre" (cit. terry)

alex94  @  06/01/2015 12:34:32
   10 / 10
Sesta ed ultima stagione di quella che secondo me è la più bella serie tv di sempre.
Semplicemente perfetta,indimenticabile l'episodio finale....
Per me è un capolavoro assoluto da vedere almeno una volta.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  12/07/2014 12:14:33
   10 / 10
Finale con attributi giganteschi.

Qui la serie sprofonda nel simbolismo, nel surreale, tutti i nodi vengono al pettine (ma, come direbbe Sciascia, se c'è il pettine), alcuni personaggi escono di scena, Tony resta sempre più solo, paranoico e sofferente, riflette sulla sua vita e decide di continuare la strada del crimine.
La stagione è divisa in due tronconi, è la più lunga. In molti si sono lamentati per l'accrescimento del ruolo riservato a Vito, personaggio secondario fino a quel momento: eppure non deve sorprendere. Da occasione di trattare con una certa intelligenza e crudezza l'omosessualità nel mondo dei gangster, le dinamiche in cui questa e altre ipocrite regole "estetiche" sono viste.
Incredibile il quartetto di episodi iniziale, con "Join the club" che è una delle cose più belle mai viste su piccolo schermo, incluso l'eccezionale, struggente finale.

Dispiace sia finita ma è giusto così.
Come Tony, alzo le braccia al cielo strafatto di peyote e urlo "I GET IT!"
Ma non sappiamo cosa. Tutto è evanescente, labile come un velo, ci sfugge dalle mani e non ci resta niente, il nero di uno schermo improvvisamente piombato ad oscurare suono immagini sensazioni previsioni.
I Sopranos ci fanno vedere un mondo che andava avanti prima che iniziasse la serie, e andrà avanti anche dopo. Con Tony oramai allo sbando, da solo.

Capolavoro enorme.

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/07/2014 18.07.11
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  13/06/2014 09:14:32
   10 / 10
La sesta ed ultima stagione de I Soprano inizia con una prima puntata (Members Only) e un finale di puntata, tra le migliori dell'intera serie. Il processo di analisi della psiche del Boss continua con approfondimenti inaspettati (come il sogno di un'altra vita, che probabilmente nasconde il desiderio di non essere mai stato quel personaggio enorme dalla caratura incontrastabile, e le sue riflessioni ispirate dalla droga sul ruolo della madre). I suoi rimorsi e sensi di colpa generano i soliti improvvisi e stupendi attacchi d'ira (il finale di Matrimonio in catene è esemplare). Meadow col tempo si fa magra e bella (e basta), e Anthony Jr si rivela personaggio interessantissimo, per quanto odioso, lagnoso, viziato e smidollato possa essere. Carmela-Edie Falco è superba. Un pò di gloria va a Bobby, in uno dei più belli episodi di sempre "Il compleanno di Tony".
Finisce meravigliosamente una serie capolavoro.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

gemellino86  @  10/03/2014 09:18:54
   10 / 10
Chiusura perfetta della serie. Forse è la stagione migliore anzi la mia preferita. Gandolfini sempre grande e anche gli altri attori danno il massimo. Un capolavoro visivo.

camifilm  @  08/02/2014 15:02:34
   10 / 10
Dalla prima all'ultima stagione una espressione perfetta di quello che significa analisi di un personaggio in un contesto di pretesto, come quello mafioso.

Chi ci vede solo una storia di mafia, non ha capito questa serie tv (tanto meno "il padrino").

Gruppo REDAZIONE K.S.T.D.E.D.  @  05/02/2014 13:32:25
   9½ / 10
Lì tra le altre, nell'Olimpo televisivo, I Soprano rivela nella sua ultima stagione, se ancora qualcuno non lo avesse capito, che il racconto non è quello della mafia, né di una parentesi mafiosa. Il racconto, per ben 6 stagioni, è quello di Tony Soprano, di un unico personaggio. La forza della serie è esattamente qui. Che sia un mafioso o un falegname o un uomo d'affari importa poco, se non per un contesto, quello appunto mafioso, che riempie e aiuta l'analisi. A venirne fuori è forse il ritratto più completo di sempre, non manca nulla, è stato detto tutto e lo spettatore, al termine, conosce meglio Tony Soprano della propria famiglia.

In un'ottica generale, quanto raccontato è maledettamente coerente, così coerente che il finale è perfetto. Ma il fatto è che non è solo perfetto, il finale, è pazzesco, per tutta una serie di motivi. Non c'è un finale migliore in circolazione, perché oltre alla coerenza mostra, come si suol dire, due palle così <--->. Come ripeto spesso, non ho idea di come glielo abbiano lasciato fare, ma lo ha fatto: uno schiaffo in piena faccia, qualche minuto di straniamento, un po' di rfilessioni e poi tutto prende forma, si realizza: finale capolavoro.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  03/02/2014 12:46:01
   10 / 10
L'ultimo atto è, ovviamente, quello in cui le cose iniziano ad andare malissimo. La fine di alcune sottotrame è talmente perfetta da generare lacrime a profusione. Il finale stesso, è la miglior casa mai girata su piccolo schermo. Un 10 che da solo non basta a tessere le lodi di una serie tv immensa. La tv che annienta il cinema. Nell'era delle serie televisive, I Soprano è qualcosa da mandare giù a memoria.

Gruppo REDAZIONE Invia una mail all'autore del commento cash  @  30/01/2014 13:47:48
   10 / 10
DIfficile parlare dei Soprano senza pesare bene le parole, al netto delle emozioni.
Una volta conclusa questa epopea, un bello spazio vuoto è quello che rimane. Non comprendo come si possa criticare il finale, davvero. In fin dei conti I Soprano non ha una trama ben precisa e non è nemmeno un serial episodico. E'l'irruzione della telecamera nella vita quotidiana di un meccanismo mafioso che, purtroppo, affascina. Non racconta nulla di preciso, non si ha l'impressione di essere di fronte ai tipici percorsi e colpi di scena da televisione. Una volta compreso questo, pare ovvio che non c'è nessuna storia che debba chiudersi, nessun nodo deve arrivare al pettine. Da qui l'assoluta perfezione di un finale che ritengo secondo solo a quello di the shield. E come the shield, si ha l'impressione che tutto il mondo dei Soprano contuini ad andare avanti, nonostante lo schermo nero, nonostante la fine della serie. Guardare I Soprano significa contruibuire alla creazione di un mondo paralleo che sopravviverà e viaggerà tangente al nostro, per sempre. Non è un caso che queste sensazioni me le lascino serial con personaggi scritti da persone davvero meritevoli d'esistenza, caratteri la cui complessità è tale da dare l'impressioni di poterli toccare. Tony Soprano è uno di questi; ambiguo, omicida, padre affettuoso, criminale, spacciatore, scemo.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  30/01/2014 01:30:43
   10 / 10
La più grande serie tv di sempre.

Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  29/01/2014 14:25:33
   10 / 10
Capolavoro
Gran parte del merito si deve alla performance di James Galdolfini, il boss che crolla; tanto spietato quanto indifeso e vulnerabile.
Una storia, quella di tutte le stagioni, che dosa perfettamente sia la verità che le convenzioni, il realismo e lo stereotipo.
Baccalà, Paulie e Spatafore diventano importantissimi per la storia ma io ho amato Dante.
Il finale più perfetto, sono rimasta inchiodata davanti allo schermo nero. fottuto capolavoro

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008470 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net