hill house - stagione 1 regia di Mike Flanagan USA 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVhill house - stagione 1 (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film HILL HOUSE - STAGIONE 1

Titolo Originale: THE HAUNTING OF HILL HOUSE - SEASON 1

RegiaMike Flanagan

InterpretiMichiel Huisman, Carla Gugino, Henry Thomas, Elizabeth Reaser, Oliver Jackson-Cohen, Kate Siegel, Victoria Pedretti, Lulu Wilson, Mckenna Grace, Paxton Singleton, Julian Hilliard, Violet McGraw, Timothy Hutton

Durata: h 0.42
NazionalitàUSA 2018
Generehorror
Prima TV nell'Ottobre 2018

•  Altri film di Mike Flanagan

Trama del film Hill house - stagione 1

La serie racconta la storia di un gruppo di fratelli che, da bambini, sono cresciuti in quella che in seguito sarebbe diventata la casa infestata pi¨ famosa del paese. Ora adulti e costretti a stare di nuovo insieme di fronte alla tragedia, la famiglia deve finalmente affrontare i fantasmi del loro passato, alcuni dei quali sono ancora in agguato nelle loro menti, mentre altri potrebbero nascondersi nell'ombra.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,95 / 10 (11 voti)7,95Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Hill house - stagione 1, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Junipher  @  20/03/2021 13:42:03
   7 / 10
Molto liberamente ispirato al romanzo di Sherley Jackson, per chi vuole seguire una trasposizione cinematografica fedele al romanzo vi rimando al capolavoro di Robert Wise "Gli Invasati"

Come già hanno fatto notare altri utenti, questa serie è un riuscito minestrone di generi ed influenze disparate che spaziano da King a Lovecraft fino ad Henry James, Bradbury ed appunto la Jackson...
Sforzo produttivo piuttosto notevole anche se il bravo Flanagan non è esente da compromessi o ridondanze.
Per gli appassionati horror comunque una serie imperdibile. Il finale può essere discutibile ma tutto sommato ci può anche stare...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  28/12/2020 01:04:05
   8½ / 10
Questa si che è una grande sorpresa, Hill House mi ha spiazzato ed è andato oltre ogni mia aspettativa.
La serie conta 10 episodi di 40 minuti circa l'uno. La stagione è strutturata in maniera particolare, alternando il presente con il passato, dando ogni tanto un piccolo sguardo al futuro.
Riuscire a costruire una serie horror in questi anni non è un'affare facile, soprattutto quando il soggetto risale a 70 anni fa. Ma il regista Mike Flanagan ci è riuscito con dei grandi risultati.
Ogni episodio è diverso dagli altri, pur non trattandosi di una serie antologica. Tutti i personaggi hanno il loro spazio e il cast è quindi corale. Tutti gli eventi sono caratterizzati da un'atmosfera necessariamente cupa, in stile dark, ma questa oscurità è sempre contestualizzata e mai fine a se stessa.
La mano del regista è tuttavia presente, in alcune inquadrature atipiche ma certamente d'effetto. Sono infatti presenti alcuni brevi piani-sequenza carichi di tensione, riprese dall'alto in cui si possono notare diversi dettagli importanti e, talvolta, la ripetizione di alcune inquadrature, ma da angolazioni diverse.
È un horror atipico di questi tempi, il cui terrore sta più nella costruzione della tensione, nell'atmosfera generale, che in veri e propri momenti di spavento.
Hill House non è quel tipo di horror tutto urla, violenza e jumpscare, può farti saltare dalla sedia o spaventarti, ma è maggiormente un racconto di dolore, di consapevolezza, di accettazione, sentimenti che alla fine di tutto fanno molta più paura di un fantasma che ci fissa urlando.
Il cast, complessivamente, ha fatto un ottimo lavoro. Spiccano tra tutti Carla Gugino e Oliver Jackson-Cohen, molto credibile nella sua parte di tossicodipendente. Kate Siegel, moglie del regista, ha il pregio di essere molto espressiva.
L'intera stagione appare quindi coerente, mai noiosa, una storia di fantasmi, ma non solo sotto forma di spiriti, ma anche di sensi di colpa e altarini sapientemente nascosti.
Veramente una bella sorpresa, tra le migliori per il panorama horror degli ultimi 10 15 anni.

alex94  @  02/04/2020 18:53:46
   8 / 10
Parte con tutti classici cliché del genere, per poi prenderne le distanze, narrando la storia come una sorta di epopea familiare intrisa di dramma.
La sceneggiatura ad incastro risulta particolarmente curata ed aiutata anche da un cast affiatato coinvolge assicurando anche numerosi brividi,ispirata la regia di Flanagan che riesce a costruire un ottima atmosfera.
Veramente una bella serie, sconsigliata se si cerca un horror puro però, per gli altri invece è un chicca da recuperare ad ogni costo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/03/2019 17:48:57
   9 / 10
Hill House è la dimora imponente e spettrale di incubi, di traumi infantili che hanno diviso una famiglia tra dolori e sensi di colpa. E' una casa che ti entra sotto la pelle, ti irretisce e ti divora con il suo fascino gotico e perverso. E' la casa il personaggio principale di questo prodotto, con la sua Red Room, cuore pulsante e marcio. Puoi sfuggirgli ma si è sempre costretti a tornare, perchè tale è la sua forza di attrazione ed allo stesso tempo tanti sono rimasti in sospeso i conti da regolare con il suo passato di misteri.
Flanagan tira fuori dal cilindro una serie di primissimo livello. Mescola il dramma familiare con le suggestioni dell'horror gotico, tenendo presenti grandi classici come Gli invasati e soprattutto Suspence. Un montaggio perfetto che dissemina le pedine di un puzzle che si ricompone lentamente. Cast ottimo, tutti all'altezza della situazione e tutti con personaggi perfettamente delineati, che ti piace scoprire nelle loro sfaccettature. Una narrazione tra varie linee temporali che spiazza, ma non confonde. Un racconto teso e molto coinvolgente. Tra tutte le puntate scelgo la quinta, La signora dal collo spezzato, un vero gioiello.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento ilSimo81  @  11/03/2019 17:39:53
   10 / 10
Ancor prima di iniziare, "Hill House" (aka "The haunting" o "The haunting of Hill House") ha a suo sfavore tutti i pronostici, dettati da quell'importante potenziale di fallimento e frustrazione che attende dietro l'angolo, quando il seme di un'idea ambiziosa viene poggiato in un solco già profondamente percorso.

La casa posseduta è stata protagonista di copiosa cinematografia mondiale, non solo nella modernità, ma già nel secolo scorso (per esempio "The Amityville Horror" del 1979 o "The changeling" del 1980) e addirittura prima degli anni '50 ("La casa sulla scogliera" è del 1944).
Persino la formula della serie horror in una casa posseduta è un espediente già realizzato con discreti risultati ("American Horror Story – Murder House" del 2011 o "Haunted" del 2018).
E infine, nemmeno lo script è cosa nuova. Hill House viene dipinta per la prima volta, a tinte macabre, nell'eccellente romanzo "L'incubo di Hill House" (1959), per poi venire ritratta su schermo in diverse occasioni (vedi "Gli invasati" del 1963 e "Haunting - Presenze" del 1999).

Ne viene invece una storia intensa, con trama e struttura che distaccano "Hill House" da tutti i modelli e ispirazioni succitati, rendendolo a tutti gli effetti un prodotto nuovo, fresco e ben riuscito.
La serie si prende i tempi giusti per parlare non solo e non tanto di una reggia in cui si aggirano spettri, ma anche e soprattutto per narrare la complicata storia di una famiglia, i Crain: cinque fratelli, indissolubilmente legati nel bene o nel male ai loro genitori, che nella loro vita hanno dovuto convivere e spesso combattere contro i fantasmi paranormali ed interiori.
La psicologia dei personaggi e il senso degli eventi si svelano puntata dopo puntata e si approfondiscono mediante delicati flashback, ingranaggi della ruota dentellata di un tempo che ci ostiniamo ad immaginare erroneamente lineare.

"Hill House" si svela con bellezza in ogni dettaglio. Un cast superlativo, con recitazioni sopraffine di disperate donne bellissime e conturbanti, con personaggi dalla notevole profondità psicologica. In ambienti studiati alla perfezione per affascinare e intimorire, la psicologia del terrore viene predisposta nelle attese e nei dettagli nascosti. E' uno spettacolo bello da vedere, arricchito dai virtuosismi di una fotografia semplicemente meravigliosa e da eccellenze registiche sopraffine (l'episodio sesto, "Due temporali", è girato su stupefacenti piani sequenza).

Nel periodo storico delle serie televisive, molte delle quali si trascinano annacquate per anni tentando di vivere di rendita, "Hill House" ha l'ulteriore merito di avere un numero limitato di episodi (dieci) e di essere autoconclusiva. La seconda stagione infatti, recentemente annunciata, punterà su un cast completamente rinnovato e verterà su tutt'altra storia: pare infatti che l'ispirazione venga dal noto libro di Henry James "Il giro di vite" (1898), storia che mantiene nella possessione il fil rouge tematico della prima stagione. Sarà decisamente sfidante non deludere le aspettative giustamente alimentate da cotanto successo.

Applausi a scena aperta, insomma, per questa serie interamente firmata Mike Flanagan. D'altra parte, da un regista nato a Salem non ci si poteva aspettare niente di meno.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  14/01/2019 20:08:52
   7½ / 10
Bella questa serie horror! E bravi un po' tutti (dalla regia alla sceneggiatura, passando per gli attori) che sono riusciti a creare dieci episodi avvincenti nonostante il tema della casa infestata sia stato largamente sfruttato nella cinematografia horror. Se infatti l'originalità non è un punto forte di "Hill House", tale lacuna viene colmata da una sceneggiatura che sa spaziare sapientemente e coerentemente tra due piani temporali, lasciando anche ampio spazio alle storie personali dei protagonisti, da un'ottima atmosfera che si mantiene sempre su buoni livelli di tensione e da un cast che fa il suo sporco lavoro. Qualche volte la regia si lascia andare a dei "spaventi a sorpresa" che non hanno molto senso



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ma nel complesso è l'atmosfera dark e tesa a dare quel tocco horror che un tale prodotto deve avere.

Un po' meglio le prime sei puntate rispetto alle successive che comunque non scendono mai sotto la soglia di guardia e devo dire che, contrariamente a tante opinioni, anche il finale mi è piaciuto.

Budojo Jocan  @  08/01/2019 17:41:21
   6 / 10
Che peccato! I primi episodi appassionano per come si sviluppa la sceneggiatura, per la recitazione ottima e per l'atmosfera gotica, ma gli ultimi 3-4 cominciano a diventare pesanti e noiosi, quasi a diventare una dolciastra fiaba Disney!

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  02/01/2019 18:48:51
   8½ / 10
Bellissima serie che crea un livello di tensione continua e crescente, fino al finale, che potrebbe deludere un po' le aspettative, ma risulta in assoluta sintonia col resto della serie. Finalmente un prodotto horror che non si concentra su inutili jumpscare, ma scova l'orrore nella psiche dei protagonisti, il cui profilo psicologico viene accuratamente tracciato. Ottimo il montaggio che mischia i piano temporali, buonissima la recitazione e davvero notevole la regia, che regala memorabili piani sequenza.
Senza ombra di dubbio sul podio delle migliori serie del 2018.

Macs  @  26/11/2018 22:22:48
   7½ / 10
Beh si, è Mike Flanagan quindi non ci si poteva aspettare niente di meno. Mescolone di Shirley Jackson (ovvio, dal titolo della serie ai nomi dei personaggi), Lovecraft (l'Outsideness, I Topi nel Muro) e King (Shining soprattutto), piani temporali che si intersecano, sceneggiatura praticamente perfetta dove ogni particolare è curato al dettaglio e trova un riscontro narrativo, personaggi interessanti e ben sviluppati, interpretazioni convincenti sorrette da un casting efficace che rende credibili i personaggi adulti e il loro corrispettivo da bambini (finalmente! in un testo audiovisivo d'invenzione!), e poi il vero gioiello: un sesto episodio da mostrare nelle scuole di cinema non solo e non tanto perché è 1 ora di piano sequenza, ma per come la tecnica - narrativa e registica - diventa strumento di costruzione della tensione - emotiva. Non una serie comunque priva di difetti, tra cui spicca l'episodio finale un po' troppo edulcorato: il messaggio è chiaro - Hill House non è il male, è solo l'Altro "assoluto" e incomprensibile per la mente, e l'accettazione dell'Altro è possibile solo attraverso una serena riconciliazione, che è anche riconoscimento della sconfitta. Ma forse si poteva esprimere lo stesso concetto mantenendo un tono più goticamente simile al resto della serie.

maxi82  @  11/11/2018 15:35:15
   6½ / 10
Meriterebbe un voto più alto ma per il finale un Po così mi ha deluso..per 9 puntate atmosfere dark ed è fatto molto bene collegandosi con i due periodi...suspance e coinvolgimento ne fanno da padrone..ma come detto la fine quando ti aspetti di tutto purtroppo si rimane delusi...poteva essere un horror doc

BlueBlaster  @  11/11/2018 12:41:11
   9 / 10
Una serie CAPOLAVORO!

Mike Flanagan, a mio avviso, si conferma un eccellente regista di genere capace di dirigere in modo impeccabile utilizzando i giusti tempi e muovendosi benissimo con la macchina da presa. Riesce ad inquietare senza mostrare mai troppo e a dosare in modo equilibrato parti drammatiche e parti horror.

Cast davvero in sintonia e capace, inoltre la scelta degli attori è stata effettuata con grande cura visto la fortissima somiglianza degli attori che compongono la famiglia e sopratutto la somiglianza tra gli attori che compongono il cast della parte ambientata negli anni 80 e quella al giorno d'oggi!

La serie si svolge in due periodi temporali raccontati senza soluzione di continuità e come avvenuto per il suo film "Ocolus" il regista (essendo stato un montatore) riesce magistralmente a fondere le distanze temporali con anche dei lampi di genio.

Ottima sceneggiatura per una storia classica (anche in questo caso basata sul romanzo "L'incubo di Hill House") ma attualizzata ed elaborata in senso drammatico e metaforico...alcuni momenti sono davvero toccanti mentre altri davvero al cardiopalma anche se forse ci si dedica un poco di più al dramma famigliare.

Le scenografie della villa malefica sono strepitose così come la fotografia, vi è una cura tecnica di primissimo livello che aiuta non poco a creare atmosfera.
Vi è un episodio dal titolo DUE TEMPORALI che secondo me è il più riuscito sotto tutti gli aspetti e specie sotto il profilo del terrore, se anche gli altri episodi fossero come questo il 10 era assicurato, e che sfrutta al massimo le ambientazioni!

Non mi spingo oltre con il voto per via dell'ultimo episodio che mi ha deluso rispetto alle aspettative...c'erano le premesse per una puntatona finale da farsela sotto ed invece si è presa molto di più la strada drammatico-sentimentale.
La cosa ottima è che comunque tutti i tasselli compongono una sceneggiatura intrigante e complessa in cui alla fine ogni attimo trova una spiegazione.

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/12/2018 19.21.28
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americana
 NEW
estraneo a bordofino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggovernance - il prezzo del poteregreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitaliio sono nessunojakob's wifejudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminari
 NEW
monster huntermurdershownomad: in cammino con bruce chatwin
 NEW
non mi ucciderenotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaythunder forcetua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswhy did you kill me?wonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016764 commenti su 45363 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net