breaking bad - reazioni collaterali - stagione 1 regia di Michelle MacLaren, Adam Bernstein, Vince Gilligan, Colin Bucksey, Bryan Cranston, altri USA 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVbreaking bad - reazioni collaterali - stagione 1 (2008)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BREAKING BAD - REAZIONI COLLATERALI - STAGIONE 1

Titolo Originale: BREAKING BAD - SEASON 1

RegiaMichelle MacLaren, Adam Bernstein, Vince Gilligan, Colin Bucksey, Bryan Cranston, altri

InterpretiBryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Dean Norris, Betsy Brandt, RJ Mitte, Steven Michael Quezada, Bob Odenkirk, Giancarlo Esposito, Jonathan Banks

Durata: h 0.45
NazionalitàUSA 2008
Generethriller
Stagioni: 5
Prima TV nel Marzo 2008

•  Altri film di Michelle MacLaren
•  Altri film di Adam Bernstein
•  Altri film di Vince Gilligan
•  Altri film di Colin Bucksey
•  Altri film di Bryan Cranston

Trama del film Breaking bad - reazioni collaterali - stagione 1

Walter White è un professore di chimica di Albuquerque. Vive con la moglie Skyler, incinta della loro secondogenita, e il figlio Walter Jr, affetto da un handicap motorio che gli causa difficoltà nel linguaggio e che lo obbliga a camminare tramite delle stampelle. Alla soglia del compimento dei cinquant'anni, Walter è costretto a svolgere un secondo lavoro come dipendente di un autolavaggio, per far fronte alle difficoltà economiche previste dall'imminente nascita della figlia. Quando a Walter viene diagnosticato un cancro ai polmoni, i suoi problemi sembrano precipitare. Tuttavia, in seguito al casuale incontro con Jesse Pinkman, un suo ex-studente diventato uno spacciatore di poco conto, Walter decide di sfruttare le sue conoscenze chimiche per "cucinare" metanfetamina di elevata purezza, con i cui guadagni potrà assicurare un futuro economico alla sua famiglia.

Film collegati a BREAKING BAD - REAZIONI COLLATERALI - STAGIONE 1

 •  BREAKING BAD - REAZIONI COLLATERALI - STAGIONE 2, 2009
 •  BREAKING BAD - REAZIONI COLLATERALI - STAGIONE 3, 2010
 •  BREAKING BAD - REAZIONI COLLATERALI - STAGIONE 4, 2011
 •  BREAKING BAD - REAZIONI COLLATERALI - STAGIONE 5, 2012

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,63 / 10 (56 voti)8,63Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Breaking bad - reazioni collaterali - stagione 1, 56 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  30/12/2019 10:25:10
   7½ / 10
Prima stagione ben scritta.
E' più che altro un capitolo introduttivo; una buona descrizione dei personaggi che animeranno la serie.
E' un buon incipit, senza sbavature; non di quelli che lasciano proprio a bocca aperta.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  15/11/2018 14:38:48
   6 / 10
Sto commentando dopo aver visto solo la prima di stagione ma, nonostante il giudizio non esaltante, proseguirò con le successive. Vediamo se ha ragione un mio amico a dirmi che la prima stagione è la peggiore e con meno idee e che è una serie in crescendo.

Arkantos  @  07/08/2018 00:24:34
   5 / 10
[Dopo la visione della prima stagione]

"Aaah, che delusione!... Alla fine avevo ragione, sei noiosa, adesso muori." (Cit. Ofelia, Claymore)
Quanto potenziale sprecato… Ma prima di iniziare dovrò fare delle premesse: essendo partito con le miniserie, dove per ovvi motivi la storia inizia e conclude nella medesima stagione, io mi sono assimilato la loro gestione degli avvenimenti, più compatta, infatti ho faticato non poco per abituarmi al ritmo di Breaking Bad non solo per la mia inesperienza con prodotti che dipanano una singola storia per più stagioni, ma anche per motivi che approfondirò più avanti. Ci saranno i voti anche delle altre 4 stagioni successive, ci vuole ben più di una manciata di filler a fermarmi! Solo Wowowiwowa può bloccarmi, lui e i suoi meme!

ATTENZIONE SPOILER!!!

Innanzitutto, partiamo dai pregi della serie: l'idea è non solo molto intrigante, ma anche originale; insomma, spacciare meth per dare un aiuto economico alla famiglia? Chi non si gaserebbe con una simile premessa che mette in discussione il limite tra il bene e il male?! Oltre a ciò, aggiungeteci un buon cast, dove spicca in particolar modo Bryan Cranston, che ho conosciuto grazie alla magnifica miniserie "Dalla Terra alla Luna" (quella sì che è un capolavoro!), con un'interpretazione a dir poco eccellente. Purtroppo, almeno su questa prima stagione, ci sono problemi che affliggono non poco queste sette puntate.
Primo fra tutti, è troppo "Walt-centrico"… O "Heisenberg-centrico": il carisma del protagonista, un professore di chimica piuttosto timido che vuole aiutare la sua famiglia pure commettendo azioni illegali, è di un vivido tale da offuscare tutti gli altri che, tralasciando Jesse Pinkman a cui è dedicato il quarto episodio, non sono neanche così tanto approfonditi; non a caso quando la serie si allontana dalle vicende di Heisenberg perde molto velocemente il mio interesse, manca un secondo personaggio carismatico come lui.
Altro problema è la sceneggiatura che presenta situazioni fin troppo forzate o surreali (come nel quinto episodio dove il tizio in libertà vigilata pretende la meth da Jesse "roteandolo") che cozzano con la narrazione compassata e analitica. Ma c'è un problema ancora più grande di quelli appena elencati: la sua incostanza.
Infatti, nonostante le puntate 1-6 molto belle e 4-7 decenti, ci sono quei dannatissimi episodi 2-3-5 difficilissimi da digerire non solo per le appena citate forzature, ma anche, soprattutto, per la gestione della storia "a singhiozzo", dove per la prima mezz'ora non succede quasi nulla, compattando gli avvenimenti negli ultimi 15 minuti forzando il cliffhanger, una cosa del tipo "bravo, visto che hai resistito, ti do la caramella", facendomi sbroccare più volte perché potevano tranquillamente tagliare o accorciare varie lungaggini dovute più alla "pigrizia" che a un effettivo ritmo lento.

Guarda, magari le stagioni successive saranno pure migliori, ma questo "assaggino", che dimostra le sue potenzialità solo nella puntata pilota e nell'ultimo paio, è piuttosto fiacco, a mio modesto parere non è neanche sufficiente.

Mattealus  @  06/06/2018 19:54:55
   9 / 10
Commentata una stagione, commentate tutte. Serie della madosca

Sbrillo  @  18/05/2018 12:44:05
   8 / 10
"la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni!"...
Un buon inizio di stagione...dove si iniziano a mettere le carte in tavola e a presentare i personaggi...

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  24/03/2018 19:33:21
   10 / 10
A mio giudizIo una serie strepitosa .
Non ci si rilassa mai .
Bellissima .

Mattia100690  @  24/12/2017 13:54:44
   10 / 10
Questa è LA serie tv. Non c'è un istante di calma, la tensione regna sovrana e accompagna lo spettatore in tutte e cinque le stagioni (una più bella dell'altra): tutto è studiato nei minimi dettagli, i (pochissimi) personaggi sono le vere colonne della serie tv. CAPOLAVORO.

lukef  @  06/09/2017 21:11:38
   7 / 10
Azione e coinvolgimento non mancano ma per certi versi questa stagione mi sa ancora acerba.
I personaggi sono delineati grossolanamente e anche lo storytelling è ancora in rodaggio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  07/07/2017 23:39:47
   8½ / 10
In questa prima stagione si dispongono con cura le carte sul tavolo. Un improbabile quanto fantastico protagonista alle prese con una situazione iniziale da uomo comune non certo baciato dalla fortuna, ma con quell'unico talento capace di toglierlo in apparenza dai guai per fiondarlo verso percorsi a lui ignoti e probabilmente più pericolosi. Brillante nella regia e nei dialoghi. Non ci sono molti personaggi e questo aiuta molto la loro caratterizzazione. Sette puntate dove si intuisce un potenziale enorme che questa stagione lascia intravedere.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  06/07/2017 21:49:25
   9 / 10
Una prima stagione che promette ottime aspettative.

BuDuS  @  08/06/2017 20:34:05
   9 / 10
Penso che, vedendolo, qualcuno si chiederà perché ha un voto così alto.

Effettivamente, sotto molti aspetti, non lo merita.

Però non lo so, sarà perché l'ho trovato molto originale, sarà che il protagonista ha una sorta di riscatto esaltante o semplicemente perché - come dovrebbe fare ogni serie tv - viene sempre voglia di vedere "cosa succederà dopo", il risultato è tale che si tratta di una delle serie tv che più mi è piaciuta.

daaani  @  02/04/2017 14:34:30
   10 / 10
werther  @  18/03/2017 08:54:26
   6½ / 10
Un buon inizio ma non ottimo, le prime stagioni non sempre sono sinonimo di successo sfolgorante, in alcuni casi si ma non in questo, almeno secondo me. E' una stagione introduttiva a quello che accadrà certamente dopo, l'idea è originale e apprezzo sia sceneggiatura che dialoghi ma aspettiamo a sparare voti alti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  14/09/2016 13:17:46
   8½ / 10
Serie televisiva di Alta Qualità. C'è humor ma anche tanta cattiveria. L'inizio è coi fiocchi, non si può far altro che procedere.

David94  @  20/06/2016 13:54:12
   8½ / 10
Prima stagione di assoluto livello. Intoduzione perfetta ai due protagonisti Walter e Jesse, recitazione pazzesca. Peccato per i pochi episodi.

markos  @  23/03/2016 11:17:50
   10 / 10
Vedi commento stagione 5.

totty  @  06/12/2015 15:36:40
   9½ / 10
in questi ultimi tempi mi sto accorgendo di un fattore che sta cambiando l'intrattenimento degli ultimi 10\20 anni: le serie tv inglesi, che a partire da "twin peaks" hanno dato una svolta decisiva nell'industria.
Oggi questo fattore è più visibile che mai. La tv sta battendo il cinema, ormai non esce nulla di ecclatante se ci pensate (PAN, ennesimo remake live action inutile, Premonitions, Paranormal Activity 5, la lista è lunga...) mentre sul piccolo schermo abbiamo delle bombe come "true detective" e "vikings", per dire due nomi a caso.
Non dico che il cinema sta morendo, ma che sta subendo una profonda crisi e mancanza d'idee originali. L'ultimo bel film che ho visto al cinema è Inside Out, il resto è robetta.
Il prodotto che secondo me ha battuto il cinema 10-0 in questi anni è sicuramente Breaking Bad.
B.B. ha semplicemente rivoluzionato la televisione per la seconda volta dopo "twin peaks", l'ha elevata al di sopra dei suoi standard insieme alle grandi vette televisive dei comprimari "dexter", "heroes", "lost", "scrubs" e "firefly"(peccato sia durata poco). Non starò qui a parlare dei tanti pregi e della storia, perchè in fondo la conoscono un pò tutti. Il voto vale per tutte le cinque serie:

prima: 8
seconda: 9
terza e quarta: 10
quinta: 8 e mezzo
Semplicemente, la serie più bella di sempre. Finisce quando deve finire, i personaggi sono caratterizzati benissimo, Gus è memorabile, la quinta cala un pò in partenza ma si riprende alla grande.
La perfezione (a parte due cosine nello SPOILAH).


Per chi ha guardato la serie, vedere lo spoiler per una descrizione dettagliata dei difetti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

alex94  @  07/09/2015 18:55:12
   7½ / 10
Una bella prima stagione,che riesce a miscelare molto bene l'ironia con il dramma,risultando sempre abbastanza coinvolgente........
Si nota comunque che questa stagione (composta da solo sette episodi) è una sorta d'introduzione,di presentazione dei personaggi (ben caratterizzati e ben interpretati).
Lascia già intravedere comunque, tutte le potenzialità della serie che però raggiungerà picchi elevati solo nelle stagioni successive.

cine88  @  18/07/2015 02:01:53
   10 / 10
Dalla prima all'ultima stagione il mio voto non cambierà mai. IL TOP DEL TOP

Elmatty  @  23/06/2015 18:39:54
   8½ / 10
Ero partito un po' prevenuto nei confronti di questa serie nonostante le eccellenti critiche ricevute, nonostante i premi vinti e nonostante la mia morosa sia innamorata da questa serie per il semplice fatto che non mi inspirava l'argomento trattato.
Così un giorno ho preso il maxi-cofanetto di tutte le serie di mia morosa ed ho iniziato a vedere questo Breaking Bad.
Devo ammettere che mi è piaciuta tanto questa serie, principalmente non il modo in cui racconta il mondo della droga e l'originalità del personaggio principale.
Questa prima serie è corta ma ci introduce e sviluppa la base dei personaggi e della vicenda che entrerà nel vivo nelle prossime stagioni.
Consigliata, adesso mi metterò piano-piano a guardare tutte le puntate.
Mi è stata messa la pulce nell'orecchio...

Oskarsson88  @  01/06/2015 02:18:01
   10 / 10
Inizia con soli sette episodi, ma già cattura con le avventure di Walt e Jesse

albert74  @  06/04/2015 02:06:17
   9 / 10
Non saprei cosa dire di questo film tv.
Ho iniziato a vedere la prima stagione a metà dicembre. La prima scena la ricordo benissimo. un uomo in mutande in un camper.
Non potevo certo immaginare che questo film tv fosse molto di più di un film tv ma un'odissea, un insieme straordinario di colpi di scena, un crescendo di tensione, un romanzo psicologico in cui il protagonista, da padre di famiglia e tranquillo professore diventa un grande produttore e trafficante di droga.
Si comincia piano piano, puntata dopo puntata a delineare i protagonisti, a caratterizzarli e tutto ruota intorno a questo uomo che vuole ammassare soldi per la famiglia, per dare un avvenire alla sua famiglia. Il motore pulsante è sicuramente il tumore ai polmoni.
IN tutto questo ritengo riduttivo definire questo un film tv: per regia, sceneggiatura, recitazione, ambientazioni siamo di fronte a qualcosa di unico, di eccezionale. Un gigantesco film a puntate, una parabola psicologica in cui il protagonista, il professor White (interpretazione da oscar!) è supportato dalla recitazione perfetta degli altri attori che impareremo a conoscere puntata dopo puntata.
Insomma: la prima stagione è l'introduzione a quella che, secondo me, è la migliore serie televisiva in assoluta del cinema americano.
La prima stagione è ovviamente leggermente meno suggestiva rispetto alle altre (in particolare la terza e la quinta) ma già si capisce il livello altissimo del prodotto.

sono veramente sconvolto e stupito da questa eccezionale serie

CavaliereOscuro  @  08/02/2015 13:54:24
   10 / 10
Stato dell'Arte per il genere e come serie televisiva. Un mix di emozioni per una sceneggiatura da Oscar interpretata da grandissimi attori.

luis 98  @  25/01/2015 17:13:18
   8 / 10
è partita veramente bene però le ultime puntate sono un po troppo noiose e prive di contenuto ma poi si riprende molto bene nell'ultima.... per ora è da 8 visto la bellissima storia e il perfetto cast...speriamo che le prossime stagioni mantengano gli stessi livelli...

ste88  @  19/01/2015 10:21:05
   8½ / 10
Molto Bella, pecca di lentezza a volte.

gemellino86  @  05/01/2015 11:40:14
   10 / 10
La prima stagione è perfetta. Episodi splendidi che sono un concentrato di violenza ben fatta. Bravi anche gli attori. Imperdibile.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  27/11/2014 12:42:30
   9 / 10
Esordio folgorante. Dopo la quinta è la miglior stagione della serie.

Project Pat  @  26/11/2014 14:04:48
   7½ / 10
La serie è iniziata e per adesso è una fig.ata. Avanti così.

AMERICANFREE  @  27/10/2014 23:19:11
   9 / 10
stupenda serie la prima stagione vista in un giorno.prossimi giorni commentero' le altre

marcogiannelli  @  07/10/2014 14:23:43
   10 / 10
la serie perfetta...sono alla 1a stagione e non so come faranno a mantenersi su questa media allucinante

pernice89  @  10/09/2014 10:50:25
   10 / 10
Che dire? Non posso che dargli il massimo dei voti. E' spettacolare. Bryan Cranston, che lo conoscevo per essere un impacciato papà di 3 mocciosi in "Malcolm", qui è superlativo.

chem84  @  02/09/2014 22:29:42
   8 / 10
Gran bell'inizio, serie che da questa prima stagione promette già bene.
Straordinario Bryan Cranston, bravo Aaron Paul; bello il finale dell'ultimo episodio, impossibile non continuare la visione.

topsecret  @  01/09/2014 16:07:27
   6½ / 10
Convinto da mio nipote ho da poco terminato la visione dell'ultima puntata di questa prima tranche. Devo dire che non sono rimasto entusiasta come in altre occasioni, ma tutto sommato questo professore di chimica all'ultimo stadio mi è sembrato foriero di buone intenzioni, dal punto di vista della narrazione ovviamente, e credo meriti una seconda chance.
Vedremo se le cose si frizzeranno di più nella seconda stagione.

slint  @  30/08/2014 21:49:04
   10 / 10
Non credo si possa pretendere di più' da una serie..assolutamente imperdibile,già' guardato 2 volte.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  27/07/2014 14:42:30
   7 / 10
La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

Neurotico  @  28/06/2014 18:28:26
   9 / 10
"Gli esseri umani fanno cose strane per la propria famiglia" W.W.

Tutti i semi sono stati gettati qui, nella prima stagione, come germi del male che cresceranno nei successivi capitoli sbalordendo per coerenza narrativa, trama in perfetto equilibrio tra azione, tensione, dramma, investigazione da poliziesco e tematiche morali.

In nuce tutto Breaking Bad è contenuto nella prima serie. Walt era diventato Heisenberg già alla prima puntata (ma ne prenderà coscienza solo alla sesta, in uno dei picchi più esaltanti). Il tumore che cova dentro è l'elemento materiale, la preoccupazione per la famiglia è il catalizzatore della reazione che innalzerà il male materiale in male morale. L'orgoglio, la rivalsa, l'invidia e la gelosia (tutte forme della tracotanza dell'uomo, che ognuno di noi ha dentro) sono i reagenti che consumeranno l'identità del brav'uomo (ligio al dovere, devoto alla famiglia) trasformandolo in un gigante della criminalità legata al traffico della droga: una figura imponente per intelligenza, cattiveria, cinismo, ed egoismo.

Il bene, incarnato nell'uomo comune, corrotto dalla coscienza della sua fine precoce (il cancro), scopre il fascino e l'eccitazione del male, e non c'è più discernimento moraleggiante tra pro e contro.

Un elemento della formula magica è il personaggio di Hank, il cognato/antagonista/amico, e quando entra in scena, è evocato in un contrasto pregno di suspense il suo polo opposto Walt, sempre che i due non siano in scena insieme, e allora la tensione monta in un battito di ciglia, e al mondo ci sei tu e loro. Nient'altro.

La morale della storia qual è? Che ci si può realizzare anche facendo del crimine il proprio contesto di autoaffermazione, o almeno questo sembra uno degli argomenti che usa Walt per spronare la sua spalla, Jesse, per continuare a produrre meta ("Oggi è il primo giorno del resto della tua vita, (...) una vita in cui rinunci a credere in te stesso?"). L'uomo comune non guarda in faccia a nessuno e comincia a insozzarsi di immoralità, calcoli meschini, raggiri subdoli, scoprendo così che l'illecito è addirittura eccitante. Il valore è la famiglia, e tutto il resto è sacrificabile, anche la propria identità. Chapeaux.

albyhfintegrale  @  13/05/2014 19:45:58
   10 / 10
Idea eccezionale, trama superlativa, suspance a non finire, attori bravissimi.
Che si vuole di più?

david briar  @  21/04/2014 19:27:50
   7½ / 10
Esaltato da critica e pubblico come una delle migliori e più influenti serie televisive degli ultimi anni,mi sembrava una mancanza importante da colmare ,vista anche la mia ignoranza sulle serie televisive.

In effetti,"Breaking bad",fin dall'inizio,colpisce per l'interessantissima idea di base e per la situazione in cui essa pone i personaggi,con dei rapporti costantemente in tensione dei quali si vuole sapere sempre di più.
Questa prima stagione ha l'aria di essere un preludio,una premessa necessaria ed è evidente che il succo si vedrà dopo,seppur ci siano alcune scene madri di grande potenza,che definiscono i caratteri ambigui e complessi dei personaggi.Su tutti spiccano gli ultimi episodi,con alcune scelte simboliche e metaforiche,come una partita a carte che rivela le posizioni di poliziotto e criminale e rappresenta l'inizio di quello che avverrà successivamente.Per non parlare di tutto l'importante discorso sul filo sottile che divide legalità e illegalità,su quello che si ha il coraggio di fare per i propri cari e su quanto essi possano essere importanti,nella buona sorte e nelle avversità.

L'attenzione maggiore è rivolta verso i due protagonisti,scritti entrambi molto bene con svolte imprevedibili e rischiose.E se Bryan Cranston parte magari un po' in sordina con qualche espressione poco efficace,per poi raggiungere un'intensità emotiva estremamente variegata che lascia esterrefatti,Aaron Paul colpisce fin dalla prima scena.E' bravissimo a non cadere nel classico ritratto del pusher ragazzo ribelle dalla testa calda ,ma offre qualcosa di più,con sfumature inaspettate che l'attore gestisce nel migliore dei modi.

Non tutto fila per il verso giusto,con qualche situazione risolta in maniera un po' troppo sbrigativa e anche poco realistica,ma si tratta di cose non troppo rilevanti.A impedire il capolavoro c'è anche una certa lentezza a metà stagione,ma in alcuni momenti è necessaria,come in una riunione di famiglia che delinea al meglio le opinioni dei suoi componenti.E per quanto i personaggi secondari siano spesso trascurati dando molto spazio a "professore e alunno", è lodevole notare come si eviti la piattezza e la bidimensionalità,se non in qualche dialogo visto e rivisto di cui si poteva fare a meno.

Per ora,mi sembra un'ottima serie tv che può dare tantissimo a livello di personaggi e svolgimento,le potenzialità sono evidenti.Sebbene questa prima stagione non sia perfetta,rimane un ottimo prologo,che fa tante eccezionali promesse.Speriamo che le mantenga..

camifilm  @  16/04/2014 18:15:50
   7½ / 10
Non credo proprio sia la serie tV più bella degli ultimi anni.
Certamente il personaggio protagonista è ben creato, ma purtroppo non altrettanto gli altri personaggi. Come ad esempio il figlio disabile della coppia e la stessa moglie non sono al livello che è stato messo per impostare il protagonista.

La serietv, la stagione prima, parte con il botto. Come spesso accadrà anche nel seguito delle altre puntate e stagioni sembra che le parti migliori siano dedicate al presigla e al protagonista. Trascurati i personaggi comprimari.

Quindi grazie alla potenza impressa al protagonista, secondo me questa è una buona serie, ma altre per cura e produzione sono state maggiormente più accattivanti.

Bluesky  @  10/04/2014 14:45:43
   8 / 10
Bella! interessante

kiteneomare  @  29/03/2014 18:02:58
   10 / 10
La serie più bella degli ultimi 20 anni!
Peccato sia terminata sopo sole 5 stagioni!
Sceneggiatura, fotografia, regia, interpreti, tutti da oscar!

antani  @  13/03/2014 15:53:00
   10 / 10
la prima stagione di una serie che farà storia!
trama originalissima e molto ben diretta!

ValeGo  @  13/03/2014 14:54:04
   9 / 10
Prima, memorabile, incredibile stagione di un tf davvero incredibile!

scantia  @  10/02/2014 11:56:56
   9½ / 10
Serial epocale, il superamento definitivo del politicamente scorretto e di tutti gli anti-eroi simpatici/antipatici alla dr. House: Walter White è il cattivo, punto!
E' il diario di una metamorfosi irreversibile da Jekyll ad Hide, durante la quale progressivamente si perde ogni motivo di empatia verso il protagonista, fino all'apoteosi finale in cui cade anche l'alibi delle necessità economiche


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Geniale nella realizzazione ed onesto nel concepimento: nonostante il successo si è evitato di allungare inutilmente il brodo con ulteriori stagioni, la storia si conclude nel momento e nel modo giusto, lasciando lo spazio ad eventuali sviluppi negli spin-off (Better call Saul).

7219415  @  03/02/2014 11:39:18
   10 / 10
Che dire insieme (forse un pelino sotto) a twin peaks è la migliore serie televisiva mai prodotta

hghgg  @  01/02/2014 13:25:31
   8 / 10
L'inizio di quella che è senza dubbio una delle migliori serie televisive mai prodotte, per qualità di regia e fotografia, di interpretazioni e scenografie, di intreccio e soluzioni visive, di momenti topici e scene straordinariamente coinvolgenti, di unione tra dramma e commedia (soprattutto nelle prime tre stagioni, poi il primo aspetto prenderà il sopravvento come ovvio che sia) di soggetto e sceneggiatura (magari quest'ultima ogni tanto con qualche buco e difetto ma nel complesso ben solida).
Il soggetto: la storia di un geniale chimico che ha visto svanire i suoi sogni e si è sempre visto sottovalutato, limitato, denudato dei suoi meriti dall'ex-socio ormai miliardario a capo di un'importante società da loro fondata (forse il vero motore intrinseco di tutto), costretto ad un frustrante lavoro di insegnante di chimica in un liceo e sposato ad una donna bigotta e maniaca del controllo che ama ma alla quale è sottomesso, con un figlio afflitto da problemi di salute e... e poi dopo il cinquantesimo compleanno, scopre anche di avere un bel cancro che gli lascia al massimo un anno di vita. Olè, che ****. E allora, prossimo alla morte, decide di diventare produttore (e poi spacciatore) di Metanfetamina (in seguito ad un filmato della polizia sul traffico della stessa, visto il giorno del compleanno insieme al cognato Hank, agente della DIA, ops) per guadagnare quanto basta (tanto) affinché la sua famiglia potesse esser mantenuta senza problemi dopo la sua morte.
Ecco non so, a me il plot base di questa serie è sembrato fin da subito assolutamente geniale, fuori dagli schemi, originale, eccellente.
E da qui inizierà la lenta ma inarrestabile evoluzione di Walter White: da mite professore di chimica a letale signore internazionale della droga, Heisenberg.

Questa prima serie è composta soltanto da 7 episodi ed è ovviamente, un preludio, una preparazione. Ottima però. Cominciano a venir presentati i personaggi e le loro caratterizzazioni (ottime). Molti sono ancora acerbi, magari un po' bi-dimensionali e si evolveranno con il tempo, i due protagonisti però, Walter White e Jesse Uomorosa (o Rosauomo fate voi) sono già ben centrati anche se in ovvia fase evolutiva.
Il personaggio di Walter è davvero uno dei migliori mai apparsi in televisione, perfetto, potentissimo nella sua miseria; l'interpretazione di Bryan Cranston è eccellente e diventerà, col tempo, mostruosa. L'intero cast comunque è in palla.
E allora, 7 buonissimi episodi, primo e ultimi due soprattutto. Primi ostacoli, primi nemici, primi segni di cambiamento. L'introduzione del personaggio di Tuco Salamanca, totalmente pazzo e pericolosissimo primo vero grande "nemico".
Tecnicamente è una serie eccellente, Gilligan ha preso attorno a se un grande equipaggio di preparati sceneggiatori e registi, lui stesso ovviamente quando scrive, o dirige, fa uscire grandi cose. Si è fatto le ossa in "X-Files" di cui ha scritto qualcosa come 30 episodi, alcuni dei quali tra i migliori della serie (e in uno c'era Bryan Cranston guarda il caso) e ha imparato tanto. Alla regia i virtuosismi, le soluzioni vertiginose si susseguono spesso e volentieri e il bello è che sono quasi sempre ben centrate ed utilizzate. Gran serie, registicamente parlando. A livello di scrittura è già solida e con momenti geniali, con una fortissima dose di umorismo nero e dialoghi davvero splendidi a volte, con scambi tra Cranston e Aaron Paul (Jesse) assolutamente esilaranti. Dramma e ironia nera, come detto, un mix letale. E gli scoppi di violenza di Walter, che ci regala momenti di pura rivalsa e adrenalina.
Prima stagione che prometteva tanto dunque e che, fortunatamente, ha mantenuto tutto. Eccome.

Gruppo REDAZIONE Invia una mail all'autore del commento cash  @  31/01/2014 12:45:55
   7½ / 10
Al netto del fenomeno BB, la prima stagione è un piccolo seme. Germoglieranno grandi frutti, ma sempre un seme resta. Scrittura e recitazione già da sturbo, ma anche la prima stagione di BB non è esente da uno delle principali peculiarità delle opening season: personaggi grezzi, situazioni non ancora ben definite. Ma già si intuisce che qui non si scherza.

maitton  @  30/01/2014 11:22:09
   9 / 10
inizio shock.
poi il vuoto.
il miglior vuoto di sempre.

l'inizio di un mito.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  30/01/2014 01:17:04
   9 / 10
A una seconda visione, tutto si chiarisce. Un immenso prologo, Gilligan è uno dei pochi scrittori al mondo che può ancora permettersi il lusso della lentezza, della meticolosità.

Una stagione di cui (ovviamente) non ricordavo nulla. Emozionante ripercorrere la scoperta del cancro, e poi quel "mi sono svegliato", così strano e umano ancora. Meravigliosi i momenti di solitudine con Walt, un personaggio totalmente assorbito da una vita angusta e monotona fino al parossismo, salvo poi notare la candidatura al nobel per la chimica e una capacità inquietante di inseguire caparbiamente l'idea sbagliata.

"Fulminato di mercurio"

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Rask  @  29/01/2014 21:26:24
   9 / 10
Folgorato. Qui siamo ancora in piena empatia con Walt e disposti se non a giustificare il male, almeno ad accettarlo.
Si intuisce la grandiosità del progetto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  29/01/2014 20:03:15
   7½ / 10
La prima stagione non è assolutamente al livello delle successive per cause poco inerenti allo show in sé: lo sciopero degli sceneggiatori porta questo primo ciclo di episodi ad una chiusura anticipata, col risultato di puntate impressionanti (seconda e terza) ma quando sembra esserci un'impennata la prima stagione si chiude sul più bello.
Cranston già dimostra di essere un mostro e il resto del cast poi gli terrà testa.
Le altre stagioni sono su un altro pianeta, vertigine assoluta.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  29/01/2014 19:07:11
   8½ / 10
Grande esordio di una serie che, con una cavalcata inarrestabile, diventerà l'emblema della serie TV di qualità e di culto. La prima stagione è prettamente introduttiva, ma fondamentale per costruire l'empatia/repulsione verso Walter White, timido ed imbranato professore di chimica che si trasforma in un signore della droga.

Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  29/01/2014 13:01:01
   6½ / 10
Ho fatto molta fatica con la prima stagione. L'ho ricominciata per ben due volte ma una volta superata la prima stagione sono entrata nel tunnel di BB.

Ecco, ora devo votare le altre stagioni

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  29/01/2014 12:43:52
   8 / 10
Ho amato subito Breaking Bad, sin dal primo episodio. La coppia che scoppia formata da Cranston e Paul è di quelle che bucano lo schermo. 7 episodi introduttivi che gettano basi potenzialmente devastanti. Applausi.

peppe87  @  28/01/2014 20:35:30
   10 / 10
o guarda chi si vede..
la miglior serie tv di tutti i tempi

Gruppo COLLABORATORI SENIOR HollywoodUndead  @  28/01/2014 18:54:39
   9½ / 10
L'inizio di una grande serie televisiva.
Bryan Cranston insieme ad Aaron Paul danno vita ad una delle più belle serie degli ultimi 10 anni. Breaking Bad stagione 1, è l'inizio di un'avventura fatta di droghe, di businness, di omicidi, di sospetti e di soldi, tanti soldi.
Dalla sceneggiatura cattiva e da una regia lineare, Breaking Bad è un successo commerciale che cresce a dismisura stagione dopo stagione.
Chi non potrebbe appassionarsi alle vicende di Walter White aka Heisenberg, in mezzo ad omicidi, inseguimenti, signori della droga ecc.
Grande serie, nient'altro da aggiungere.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1005167 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net