zan regia di Shinya Tsukamoto Giappone 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

zan (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ZAN

Titolo Originale: ZAN

RegiaShinya Tsukamoto

InterpretiSousuke Ikematsu, Yu Aoi, Tatsuya Nakamura, Shinya Tsukamoto, Ryusei Maeda

Durata: h 1.20
NazionalitàGiappone 2018
Generedrammatico
Al cinema nell'Agosto 2018

•  Altri film di Shinya Tsukamoto

Trama del film Zan

La fine di una pace durata 250 anni nella cittÓ di Edo. Un ronin deve affrontare il conflitto tra la vita e la morte, attraversando le onde del tempo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,50 / 10 (3 voti)8,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Zan, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento kampai  @  21/09/2018 08:53:24
   8½ / 10
Un film girato con tre attori, uno è il regista che fa il ronin , due yen e un'ambientazione tutta giapponese, che sfiora il capolavoro. Zan vuol dire uccidere, il film tratta tutto quello che comporta quando decidi di uccidere un uomo. Non solo con la spada, ma annullando anima, testa oltre il corpo. Visivamente cupo, tutto girato in esterni, foresta, tranne poche scene. La gente non lo capirà mai. Sublime

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/09/2018 17:38:45
   9 / 10
Anche in un'epoca incerta per non dire caotica, cioé quella del passaggio tra il periodo Tokugawa e quello moderno Mejii, i samurai, ormai ronin senza padrone, hanno nel loro codice impresso quell'ideogramma che significa Uccidere. Il giovane samurai Mokunoshin è un'eccezione ed al tempo stesso una bestemmia per tale codice. Si rifiuta di uccidere, allena un giovane contadino con una spada di legno ed aiuta la comunità locale di contadini nel lavorare la terra.
Come in Nobi dove nell'inquadratura iniziale si vedeva un paesaggio idilliaco per andare poi nel profondo della foresta e toccare con l'orrore della guerra, anche Zan offre un preludio pacifico. La regia di Tsukamoto riprende gli allenamenti con ampi movimenti assecondando le movenze dei due uomini, ma non appena appare il samurai Sawamura, la camera è fissa, quasi intimorita da quel samurai che con movimenti rapidissimi ed essenziali, uccide in duello un avversario.
Il film declina verso tonalità sempre più tragiche. Sawamura, interpetato dallo stesso Tsukamoto, conscio della grande tecnica del giovane Mokunoshin lo vuole ingaggiare per andare a Edo insieme ad altri samurai per combattere a fianco dello shogun. Ma Mokunoshin no vuole uccidere. E' come un bambino immaturo, per niente maturo secondo quella che è letica di un samurai. E' immaturo anche come uomo che desidera una giovane contadina, che ricambierebbe le sue attenzioni, ma non si dichiara mai e finisce per masturbarsi come gli adolescenti spiando una donna.
Tutto il film di Tsukamoto è una guerra psicologica fra questi due samurai, dove il primo (Sawamura) stimola in continuazione l'istinto ad uccidere del secondo. Farlo passare dalla spada di legno alla fredda e letale lama di metallo, istingandolo a battagliare contro un gruppuscolo di ronin dediti al brigantaggio.
Un film che pone al centro la coscienza individuale e l'etica di un codice che richiama ad una tradizione tragica e sanguinosa. Un film da gustare dal primo all'ultimo minuto. Per quello che può contare, cioé nulla, il mio personale Leone d'oro di Venezia 75. Ovviamente la giuria di Del Toro non se lo è filato minimamente.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  07/09/2018 00:47:31
   8 / 10
Un film fatto con due soldi, visivamente splendido, con una morale da western anti-litteram. Una storia di vendette possibili o sedate dalla lotta interiore di due uomini in conflitto con sé stessi. Il senso della vita della morte e il bisogno /diritto di uccidere, come nei Comandamenti biblici. Forse un film irrisolto, ma capace di descrivere con molta efficacia i conflitti generazionali. Un film di genere nella miglior eccezione del termine, un regista sempre capace di sperimentare anche con mezzi economici relativamente modesti

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebangla
 NEW
beautiful boy (2018)bene ma non benissimo
 NEW
blue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?
 NEW
christo - walking on water
 NEW
climax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sisters
 NEW
i morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposa
 NEW
il grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malel'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema cosa ci dice il cervello
 NEW
maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormaloro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleanersrapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!
 NEW
shelter: addio all'eden
 NEW
soledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

988860 commenti su 41438 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net