van gogh - sulla soglia dell'eternita' regia di Julian Schnabel Gran Bretagna, Francia, USA 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

van gogh - sulla soglia dell'eternita' (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film VAN GOGH - SULLA SOGLIA DELL'ETERNITA'

Titolo Originale: AT ETERNITY'S GATE

RegiaJulian Schnabel

InterpretiWillem Dafoe, Oscar Isaac, Mads Mikkelsen, Rupert Friend, Niels Arestrup, Stella Schnabel, Patrick Chesnais

Durata: h 1.50
NazionalitàGran Bretagna, Francia, USA 2018
Generebiografico
Al cinema nel Gennaio 2019

•  Altri film di Julian Schnabel

Trama del film Van gogh - sulla soglia dell'eternita'

Dopo oltre vent'anni dall'uscita del film su Basquiat, il regista Julian Schnabel torna a raccontare la grande arte, questa volta portando sul grande schermo con Van Gogh - Sulla soglia dell'eternitÓ gli ultimi e tormentati anni di Vincent Van Gogh. Un ritratto dell'irrequieto pittore olandese - qui interpretato da un sorprendete Willem Dafoe - dal burrascoso rapporto con Gauguin (Oscar Isaac) nel 1988 fino al colpo di pistola che gli ha tolto la vita a soli 37 anni. Un frangente di vita frenetico quello preso in considerazione, che ha portato a momenti molto produttivi e alla conseguente creazione di capolavori che hanno fatto la storia dellĺarte e che tutt'oggi continuano a incantare il mondo intero.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,23 / 10 (13 voti)6,23Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Van gogh - sulla soglia dell'eternita', 13 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  31/05/2019 00:36:42
   6½ / 10
Schnabel si concentra sul Van Gogh artista - anima inquieta che cerca di mettere su tela la sua visione del mondo - e non perde tempo su particolari biografici, alcuni non del tutto chiari, come la morte del pittore.
La regia però è a tratti fastidiosa, perché ricorre a una camera a spalla molto mossa anche in scene statiche, dando un effetto "ubriacatura" continuo, e non mirato ad alcune sequenze.
Nel complesso è un buon film, ben fotografato e con un bravo Willem Dafoe.

bongha  @  01/05/2019 22:11:21
   4 / 10
Peccato, non si può vedere sciupare un potenziale bel film dalla mano tremolante del regista, mi è venuta la nausea a vederlo, inaccettabile

TheLegend  @  01/05/2019 03:33:46
   6 / 10
Non è un brutto film ma la visione non è proprio leggera.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  24/02/2019 05:17:47
   7 / 10
Alla fine Schnabel, regista per cui provo a seconda dei suoi film odio e amore, è riuscito a convincermi, mettendo molto di suo e facendo del "suo" Van Gogh forse il ritratto più incisivo e profondo dai tempi di "Brama di vivere" di Minnelli. Il film mi ha ricordato quasi l'operazione Oscar Wilde da parte di Rupert Everett. Girare in stile "Dogma" (ma credo non si usi più questo termine) può irritare, alcuni dialoghi sullo sfondo dell'erotismo (v. Il dialogo col prete) fanno spazientire chiunque, eppure la bellezza di un'arte che diventa ragione di vita, e che la società di allora non capisce, è resa magnificamente. Non per nulla la fotografia tocca vertici molto alti. E Defoe? Bravo, a volte sembra sopraffatto dal suo personaggio, com'è che mi ricorda tanto il Gesù apocrifo di un vecchio film di Scorsese?

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/04/2019 22.55.45
Visualizza / Rispondi al commento
marimito  @  29/01/2019 20:49:47
   6½ / 10
Un film molto interessante ma anche molto molto lento.
L'essere di Van Gogh, o forse sarebbe meglio dire la sua stessa essenza stessa, il suo rapporto ossessivo con la luce, con la natura e con Gauguin sono rappresentati divinamente, anche se i frequenti e repentini movimenti della cinepresa fanno quasi venire il mal di mare.
Forse anche un pò troppo lungo; un film così lento, se anche lungo, induce alla sonnolenza.

ValeGo  @  19/01/2019 18:37:12
   6 / 10
Una bella interpretazione di Dafoe. Bellissimi i paesaggi e l'idea di far vedere allo spettatore con l'occhio del pittore. Quei colori vivaci, quei panorami selvaggi. Una vera e propria fusione con la natura. Peccato che a tratti il film risulti un pò lento e le scene sfocate a mio parere sono troppe.

LoPsichedelico  @  18/01/2019 01:02:43
   6 / 10
Film molto pretenzioso. il regista vorrebbe infonderci la "pazzia" di Van Gogh tramite immagini suggestive e/o sfocate. In parte ci riesce, ma non abbastanza. Purtroppo non coinvolge, rimane freddo e piatto. Bella la ricostruzione scenografica, molto realistica, ma non basta. Non mi ha preso, mi ha annoiato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Aliena  @  15/01/2019 17:26:24
   7 / 10
Questo film è pretenzioso (come Schnabel) a tratti convincente (come Dafoe) e decisamente disturbante (come Van Gogh)
L'idea del film è quella di ricreare la vita del complesso artista e di farla esperire allo spettatore (per quanto possibile) attraverso riprese che ne ricreano il disagio, il giallo, la bellezza, la malattia, il vento, l'incomprensione, la solitudine e il colore frustato con la tempera sulle tele come unico mezzo di sollievo reale.

E direi che riesce nel suo intento.
Ero un po' infastidita e mi sono abbioccata a più riprese.

Promemoria: non mangiare panino falafel, spritz, pacchetto di pop corn, barretta cioccolatino milka e sacchetto di M&m's prima di visioni impegnative)

Appunto: mi sono piaciuti assai i personaggi 'collaterali' nota di merito a Gauguin

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  14/01/2019 10:38:44
   6 / 10
Frammenti di vita in bilico tra genio e follia agglomerati in uno script privo del giusto afflato drammatico, in cui a spiccare per eccellenza è il volto sofferto di Willem Dafoe, e, per urticante autocompiacimento, la regia di Julian Schnabel. Camera a mano ed obiettivo sfocato per sottolineare il disagio del pittore olandese, un esercizio di stile fine a se stesso reso più digeribile da un contesto panoramico di grande effetto , da un incedere in cui il pensiero di Van Gogh viene estrapolato in modo convincente, anche se forse troppo slegato da una visione d'insieme meritevole di una composizione meno abbandonata al sapere dello spettatore.
Passano bene l' emarginazione, come l' insofferenza unita alla tragica consapevolezza, manca però qualcosa che riesca a dare un aspetto agiografico più umano e meno artisticamente distaccato.

mrmassori  @  09/01/2019 09:22:45
   7½ / 10
l'ho trovato veramente un buon adattamento biografico, e mi ha trasmessso ciò che il regista ha intenzionalmente ideato e costruito in modo tale che lo spettaore si calasse nella parte di un genio disatattato, angosciato dalla vita e dalle persone che gli stavano accanto e le quali non comprendevano la sua arte poichè ancora non erano pronte a guardare e capire le sue opere che erano fin troppo per il proprio tempo. La camera traballante, lo schermo diviso a metà con la visione di ciò che noi percepiamo della realtà e la realtà offuscata che arrivava dritta alla mente di van gogh per essere trasmutata e codificata ein qualcosa di sublime e che potesse rimanere in eterno. Bello davvero e grande Willem Dafoe.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  06/01/2019 12:55:58
   5½ / 10
Schnabel usa la camera da presa come un pennello scaturito direttamente fuoriuscito dagli occhi di Van Gogh. Le immagini mistiche, dalla fotografia sferoidale e sokuroviana si accavallano alle parole sconnesse di Vincent, tutt'uno con la luce e la natura, in un impatto malickiano dalle forme fluide della mente. Il colore si fa scultura materica, decisione impellente, bisogno fisico permanente, follia emostatica che a intervalli priva la mente di Vincent del sangue della consapevolezza e della realtà. L'estetica visionaria e lucente però non coinvolge, si sbarazza di orpelli narrativi per vagare o correre come Vincent incontro all'oggetto del desiderio. Colpisce solo come un cinema inanimato, senza coltello fra i denti, senza pugni in faccia.

Wilding  @  05/01/2019 11:48:03
   4 / 10
Sarebbe tutto estremamente interessante se la tremolante mano del regista non facesse venire il mal di mare a gran parte della sala. Non per tutti certo, l'andatura lentissima annoia molti, i lunghi silenzi, persino il video spento con la voce dell'immenso artista a far da protagonista assoluta, ma molti lo apprezzerebbero se non avessero la nausea!! Che bisogno c'è di sbatacchiare a destra e manca la telecamera?!!!

5 risposte al commento
Ultima risposta 01/05/2019 22.16.44
Visualizza / Rispondi al commento
Tuttounpo85  @  03/01/2019 17:40:15
   9 / 10
Non per tutti premetto,questo film ci catapulta con primi piani,inquadrature sbilenche molti silenzi,attraverso la triste vita del grande Vincent Van Gogh,artista non compreso ai tempi amico di gaugain;ci fa sentire nelle prime scene la sua povertà,il freddo che aleggiava nella sua abitazione,i calzini e le scarpe rotte e come sarebbe proseguita tristemente la sua vita fino al gesto che lo portò al manicomio.coppa volpi meritata all' attore William Defoe veramente da non perdere

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lolachristo - walking on waterclimax (2018)
 NEW
crawl - intrappolatidaitonadi tutti i colori
 NEW
diamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstonehotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
in fabricjuliet, naked
 NEW
kinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mail'angelo del criminelucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from hometesnotathe boy 2the deepthe elevatorthe mirror and the rascal
 NEW
the nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capasso
 NEW
wake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990835 commenti su 41757 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net