the new world - il nuovo mondo regia di Terrence Malick USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the new world - il nuovo mondo (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE NEW WORLD - IL NUOVO MONDO

Titolo Originale: THE NEW WORLD

RegiaTerrence Malick

InterpretiColin Farrell, Joe Inscoe, Jamie Harris, Michael Greyeyes, Jason Aaron Baca, Q'Orianka Kilcher, Eddie Marsan, Christian Bale

Durata: h 2.31
NazionalitàUSA 2005
Genereavventura
Al cinema nel Gennaio 2006

•  Altri film di Terrence Malick

•  Link al sito di THE NEW WORLD - IL NUOVO MONDO

Trama del film The new world - il nuovo mondo

1607, America. I coloni si apprestano ad iniziare una "nuova" vita nel "nuovo" continente. Ambientata nella cittÓ di Jamestown, la trama prende spunto dalla storia d'amore tra Pocahontas, una nativa-americana, e John Smith, soldato inglese.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,37 / 10 (159 voti)6,37Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The new world - il nuovo mondo, 159 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

VincVega  @  15/09/2021 16:54:12
   7½ / 10
"The New World" non è per tutti, è un'opera tutt'altro che perfetta, contemplativo e di andatura lenta, ma quello che riesce a fare Malick con le emozioni e soprattutto con gli aspetti visivi/sonori non è da tutti. La divisone bene/indigeni - male/coloni è fin troppo marcata, però Malick mette la sua firma alla pellicola lasciando il suo segno ben distinguibile, tra camera a mano, immagini memorabili, pensieri intimisti, montaggio intervallato e talvolta enigmatico. Prendere o lasciare, io prendo. Ottimo il cast, su tutti la quasi esordiente Q'orianka Kilcher.

Oskarsson88  @  17/02/2020 17:54:44
   3½ / 10
Avevo apprezzato tantissimo la sottile linea rossa e questa sembra la copia al contrario, in negativo. L'unica cosa bella (e tra l'altro simile al film precedente) è la fotografia con le erbe alte e i personaggi immersi tra loro. Il resto però è di una noia devastante, un prolungarsi e dilatarsi del tempo ingiustificato e pretenzioso, voci fuori campo banali. In pratica ci si vuole ben presto impiccare, ma la tortura va avanti per praticamente tre ore. Non lo consiglierei neanche al mio peggior nemico.

dagon  @  30/12/2019 21:04:02
   7 / 10
Film che fa da ponte tra "la sottile linea rossa" e i deliri panteistici propinati da "tree of life" in modo sempre più manieristico. Anche qui la natura è immota testimone della violenza umana, le voci fuori campo si interrogano sull'amore ecc. Merita di esser visto soprattutto per la meravigliosa fotografia di Lubezki.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  01/07/2018 07:16:15
   6½ / 10
ultimo bel film di Malick prima della svolta introspettiva che segnerà i suoi successivi lavori .
Ruba a mani basse dalla storia di Pochaontas e quindi pecca di originalità , ma almeno nella prima ora svela uno sguardo duro e sincero sull'America da poco scoperta e ancora pericolosa e misteriosa .
Grande prova di Farrel , perfetto nel ruolo.

kafka62  @  25/03/2018 19:15:53
   7½ / 10
Natura vs. cultura, mondo primitivo vs. civiltà: Malick tratta questo tema, già innumerevoli volte affrontato dal cinema, nell'unico modo a lui congeniale, e cioè non attraverso una ricostruzione storica fedele e documentata, né per mezzo di una favola alla Pocahontas, e neppure con la rappresentazione critica di uno scontro tra due universi contrapposti e inconciliabili (con annesse nostalgie ecologiste o polemiche no global), bensì lasciando parlare (come già aveva magistralmente fatto ne "La sottile linea rossa") le immagini, e diluendo la storia (e a tratti, verrebbe da dire, quasi dimenticandola) nel fluire impassibile del tempo e della natura. Ne esce fuori un film strano, astratto nonostante la sua panica concretezza, atemporale pur nella sua precisa collocazione cronologica, privo di emozioni tangibili pur raccontando una delicata storia d'amore, un film dalla lentezza estenuante in cui però la noia latente sotto la sua superficie è un giusto pegno da pagare alla ammirevole maestria registica di Malick. "The New World" è un'opera da prendere o lasciare, da amare o da odiare, senza mezzi termini. Non vi si trova né retorica né commozione (nonostante che il soggetto – una donna divisa tra due uomini che ama o rispetta, e che muore alla fine del film – fornisca l'occasione per più di una scena madre), ma neppure, ad essere sinceri, afflato epico o riflessione filosofica (nonostante l'onnipresente voce off ad esprimere i pensieri dei protagonisti). La sua bellezza va cercata nelle piccole cose, nelle inquadrature non necessarie, nei dettagli apparentemente gratuiti, nella attitudine contemplativa di Malick, oltre che ovviamente nella contagiosa vitalità e dolcezza di Q'Orianka Kilcher, incantevole sia quando saltella infantilmente in un prato sia quando si aggira curiosa e smarrita nelle lussuose sale del palazzo reale. Forse, in assenza di una autentica empatia con gli ambigui e sfuggenti personaggi e di una morale che chiuda in qualche modo il cerchio delle due ore e mezzo di una storia ellittica e anti-psicologica, bisognerebbe semplicemente mettere da parte le usuali facoltà critiche e abbandonarsi al fascino enigmatico e magico di immagini bellissime che sembrano rivendicare, inquadratura dopo inquadratura, sequenza dopo sequenza, l'assoluto predominio della visione sulla narrazione. Se questa è stata l'intenzione dell'autore, allora si può ragionevolmente dire di aver assistito se non proprio a un capolavoro, sicuramente alla originale, coerente e al giorno d'oggi quasi anacronistica (nel senso migliore del termine) espressione di una personalissima poetica cinematografica.

Filman  @  06/10/2017 13:23:31
   8 / 10
Chiaro il modus operandi di Terrence Malick, che non salvaguarda la purezza di una sceneggiatura, un melodramma ambientano nelle colonie del "nuovo continente" diventa inevitabilmente qualcosa di più di una storia d'amore, già raccontata, definita da distanze sociali e culturali, promuovendo la maniera rispetto al fatto, come conferma l'aumentare del minutaggio di uso della camera a mano in situazioni di rifinita spontaneità e di impatto impressionistico, oppure l'incremento di una manipolazione audio che esclude o include determinati suoni, compresi silenzi o voice over. La predominanza di pattern blu e verdi aumenta ulteriormente il peso che la natura ha nell'economia complessiva di THE NEW WORLD, instaurando dapprima un contrasto con la civiltà e poi relazionando la "téchne" ad un'essenza vitale antenata tramite intrecci umani di diversa natura o ancor di più con sequenze concettuali, lasciate allo stimolo dei sensi e condutte ad una riflessione ad personam.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/09/2016 22:29:06
   7½ / 10
Due civiltà a confronto, due singoli individui che si incontrano, le rispettive civiltà che si scontrano. L'armonia con la natura dei nativi, la voglia di libertà dell'altra, accompagnata tuttavia dall'ambizione e dall'avidità. Una simbiosi irrealizzabile, l'anima divisa in due di Pochahontas e Smith, fra giuramenti e promesse d'amore e il richiamo dei rispettivi vincoli, di dovere e lealtà. Un film affascinante, di immagini meravigliose e di conflitti interiori. Malick ci accompagna in un viaggio alle origini della nascita dell'America.

krystian  @  04/05/2016 07:44:13
   6 / 10
Questo film è talmente lento nella progressione che metterebbe a dura prova addirittura un monaco buddista. Un po' mi è andato bene, ma tre ore di immagini e dialoghi fuori campo (che io non sopporto) sono davvero eccessivi!!!!!!!!
Metto la sufficienza per la fotografia e la presenza di Colin Farrell e Christian Bale.

Burdie  @  10/01/2016 01:31:19
   6 / 10
....Pocaontas? Inutilmente lento...vale solo la fotografia

LaCalamita  @  03/08/2015 08:28:19
   10 / 10
Rivisto l'altro giorno, fantastico film di Malick !

Grande prova recitativa di Colin Farrell che tra l'altro sto rivalutando guardando True Detective.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/08/2015 08.40.46
Visualizza / Rispondi al commento
Javier81  @  17/11/2014 12:05:09
   5½ / 10
Dopo aver letto le recensioni, pensavo di assistere ad un film in qualche modo originale, una perla fuori dal coro, lontano dalle solite americanate, copiature o "furbate" da botteghino.
Personale interpretazione della storia di Pochaontas, The New World non è per tutti,e a mio avviso alla fine dei conti, nemmeno riuscito. Un film che promette e poi mantiene davvero poco. Una mezza tortura lunga 2 ore e mezza. Questo perchè per ogni 5 minuti di buon cinema ne seguono 10-15 di apatica lentezza, una lentezza universale e oggettiva, più che soggettiva, tempo in cui invece di perdersi in preziosismi inutili si poteva caratterizzare meglio personaggi e trama. Smith, il protagonista, è praticamente muto. Un personaggio fondamentale muto è una scelta azzardata che si paga se non si è dannatamente in gamba. E' Malick e collaboratori non lo sono poi molto. Di Pochaontas non mi è piaciuto il doppiaggio, e ho trovato un pò superficiali gli interventi delle voci esterne e narranti.
Peccato. La storia d'amore poteva essere notevole, soprattutto con la svolta del buon Bale e il finale. In definitiva è un opera divagante, tediosa, un buon film mancato in cui viene oppresso ciò che di buono effettivamente c'era.

Clint Eastwood  @  19/09/2013 23:41:02
   7 / 10
Malick è forse il più grande falsario della storia del cinema ma ciò non toglie che tra alti e bassi i suoi film commuovono. Col beneficio del dubbio voto positivo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/01/2016 08.52.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Peter Lyman  @  15/08/2013 10:30:35
   10 / 10
Che questo film possa annoiare non è un dato di fatto oggettivo, bensì una conseguenza dell'atteggiamento che lo spettatore assume nei confronti di tale pellicola nel momento in cui capisce che le immagini prendono sempre di più il sopravvento sui dialoghi e/o agli elementi extra-diegetici. Malick fa una scelta registica coraggiosa tanto quanto efficacie, perché ci insegna, come altri prima di lui, che le immagini possono avere un potenziale ben più grande di scene costruite con maggiore quantità di elementi di supporto e cariche di quei cliché senza i quali ormai sembra impossibile vivere.
Ho amato questo film dal primo fotogramma, il sorriso di Q'Orianka Kilcher è probabilmente il più bello che abbia mai visto. The New World narra di una storia struggente attraverso immagini struggenti, ho visto poche cose meglio di questa.

MonkeyIsland  @  28/06/2013 02:53:54
   5 / 10
Ho adorato La Sottile Linea Rossa e La Rabbia Giovane ma questo film proprio non mi è andato giù.
Quasi muto ed è un male visto che da Farrell a Bale recitano tutti male, fotografia ottima ma noiosissimo visto che non ho trovato nessuno spunto interessante durante la visione.

danielplainview  @  25/01/2013 12:20:45
   8 / 10
L'ho preferito a Tree of Life, perché nonostante il tocco di malick è onnipresente, il film racconta una storia di amore molto poetica, incorniciata da una fotografia sempre maestosa, sullo sfondo della nascita di una nazione, e la storia è sempre ben seguibile e la voce fuori campo narrante non risulta mai di troppo, fuori luogo o retorica, cosa che invece avviene in Tree of Life.
THe new World si posiziona sotto la sottile linea rossa e sopra The tree of life.
Da vedere.

Andrea Cisonkik  @  06/12/2012 19:34:12
   4 / 10
troppo noioso.l'ho visto che avevo 17 anni ,ma penso che anche adesso lo troverei estremamente lento e che lascia troppo spazio alle scene.infatti la prima parola è della voce narrante e se non mi sbaglio fu o "libertà"o qualcosxa del genere...eppure il cast prometteva bene

mauro84  @  02/07/2012 01:09:13
   7 / 10
film che avevo trovato la sua bella visione, devo dire sui bellissimi di rete4 questa primavera.. rimasto felice di aver visto una bell'idea di scoperta dell'america e di relativa colonnizazione.. come citan alcuni.. la vera storia di Pocahontas.. bè potrebbe esser un bel film da far veder a scuola in merito al periodo.
ottima prova del regista poi acclamato nel 2011 con tree of life..
ottimo cast.. sceneggiature.. ambientazione e costumi.
consigliabile! da vedere!

gemellino86  @  14/04/2012 22:33:30
   7 / 10
Buon filmone sentimentale con qualche accenno d'avventura. La vera storia di Pocahontas è questa, non quella del classico Disney. Bravi Bale e Farrell.

Federico  @  24/03/2012 14:19:31
   8 / 10
molto bello e poetico... sconsigliato a chi ama films con ritmo incalzante e azione...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  26/01/2012 00:05:50
   7 / 10
Ci tengo a chiarire che Malick non è un regista che mi sta molto simpatico, anzi. Ma i suoi film mi piacciono spesso e volentieri (capirai, ne ha fatti cinque e ne ho visti solo quattro fin'ora). Solo è qualcosa nel suo carattere estremamente perfezionista (non mi frega nulla la riservatezza), tanto perfezionista in virtù di cosa mi chiedo?
I suoi film comunque possono non colpire ad una prima visione. Eppure alcune immagini ti rimangono impresse e giorni dopo ancora le ricordi con vividezza sconcertante.

Su "The New World" mi riservo un secondo giudizio quando vedrò la versione estesa. Esatto, perché quella priva di una mezz'ora di film che ho visionato (approvata comunque dal suo regista) è poco omogenea tra le sue parti, contrappone parti lente ad altri stravolgimenti di ambienti e personaggi velocizzati troppo e che qualcosa fanno perdere alla compattezza generale della pellicola.
Aggiungiamoci che questa volta l'utilizzo della voce fuori campo a spiegare sensazioni metafisiche e domande senza risposta con personaggi immersi nella natura un pò mi ha scòglionato. Non in generale, dico proprio per come le utilizza Malick...
Però poi alcune scene sono di una bellezza innegabile da togliere il fiato, e allora si perdona tutto all'odiato regista. Bellezza che culmina in un bellissimo finale.
E quindi per la prima volta mi aspetto una rivalutazione in toto dell'intero film, in attesa della versione estesa. Certo, più lunga (e già due ore non sono una passeggiata coi ritmi lenti e dilatati tipici), ma forse con un omogeneità di fondo che la renderà più entusiasmante e significativa. Spero.

xymox  @  18/01/2012 11:31:57
   6½ / 10
Devo ammettere che da questo film mi aspettavo di più. In certi punti troppo lento e anche leggermente noioso. Bella l'ambientazione e la fotografia, merita di essere visto più per queste cosa che per la storia.
Sicuramente avere visto il giorno prima "La sottile linea rossa", non mi ha aiutato a dare un voto più alto a questo film.
L'altro a confronto è un vero capolavoro.

paride_86  @  12/01/2012 01:41:27
   9 / 10
Fedele più alla vera storia di Pocahontas che al fortunato cartoon che ne è stato realizzato dalla Walt Disney, Terrence Malick firma un film che sta tra il meraviglioso e il sublime.
Girato con grande maestria e con un sapiente uso della musica, è imperniato di una grazia iperrealista e allo stesso tempo immaginifica; racconta e descrive con realismo quello che fu lo scontro tra gli indigeni americani e gli inglesi, senza fare sconti alla mediocrità del capitano Smith.
Attori in stato di grazia, Colin Farrell su tutti.
Un film stupende, da vedere assolutamente!

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/01/2012 01.02.37
Visualizza / Rispondi al commento
Fratuck89  @  21/11/2011 19:41:46
   2½ / 10
ricordo il giorno in cui sono andato a vederlo al cinema, uno dei giorni più brutti della mia vita, non sapevo ancora cosa mi aspettava, ero convinto di vedere un bel film in stile ultimo dei mohicani, e invece mi sono trovato dinnanzi a una bestialità senza precedenti, ero in uno stato di morte apparente, tremavo, sudavo freddo, riuscivo solo a guardare la luce verde con la scritta exit alla mia sinistra, volevo dormire ma i sedili erano stretti e non riuscivo, ho iniziato a mordermi la lingua e a tamburellare ritmicamente con le dita, una lentezza angosciante, mentre i minuti passavano ho visto tutta la mia vita passarmi dinnanzi, non vedevo l'ora che finisse, ma era eterno... infinito... temevo di morire lì su quella sedia, non dimenticherò mai la prima boccata d'ossigeno appena uscito dal cinema, era come tornare vivi da un viaggio negli inferi.

david briar  @  10/11/2011 17:31:14
   7½ / 10
Posso trovarmi d'accordo con la maggior parte delle persone che dicono che questo film è una delusione.Perchè,in effetti,si tratta del film meno perfetto di Malick,per certi versi il meno convincente.
Il problema principale è il montaggio.Già,perchè soprattutto nella prima mezz'ora è pieno di scene totalmente sconesse fra loro,come se mancassero pezzi.Non si capisce se è colpa del regista o della produzione che ha imposto tagli(ipotesi più probabile)tuttavia la pellicola ne esce indebolita.A questo punto,era meglio allungare il tutto,cosa peraltro non folle visto che il film dopo la prima mezz'ora inizia ad essere travolgente e coinvolgente.
La colonna sonora mi verrebbe da salvarla,non fosse che spesso viene riproposta fino alla nausea risultando fastidiosa e stucchevole.La sceneggiatura mi è sembrata di medio livello,sono pochi i momenti che non funzionano,e quasi tutti sono concentrati nella parte iniziale.
Il doppiaggio di Pocahontas è veramente pessimo e dovrebbe essere preso ad esempio di tutti i danni che può fare il doppiaggio.

In compenso con questi difetti,la regia di Malick è come al solito poetica e emozionante,regala scene veramente bellissime e dimostra abilità eccezionale nel rendere una storia d'amore che poteva risultare scontata interessante e struggente.
La fotografia e la scenografia erano tranquillamente meritevoli dell'Oscar,è evidente la cura maniacale per i dettagli,frutto di un lavoro notevole.
Christian Bale e Colin Farrell,a dispetto delle critiche,offrono solidissime interpretazioni che aiutano a reggere la pellicola.

Nonostante quanto ho detto prima,non si tratta del peggior film di Malick,titolo che per ora assegno a "I giorni del cielo",che magari non aveva difetti così evidenti,ma che era molto meno interessante e più noioso.

In conclusione,un film che poteva essere tranquillamente un capolavoro ma è una buona pellicola, per colpa dei vistosi tagli.In ogni caso,imperdibile per i fan di questo regista.Comunque,presto vedrò l'ultimo film di Malick,sperando che stavolta sia riuscito a dare più senso all'operazione.Perchè,in tal caso,potrà decisamente entrare nella lista dei miei film preferiti,"onore" che hanno già avuto "La rabbia giovane"e "La sottile linea rossa"...

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  26/10/2011 22:53:35
   9 / 10
A Malick non riesco a dare meno. è un regista a me molto congeniale e i suoi film mi incantano sempre. Certo i paesaggi e la natura sono caratterista fondante del suo Cinema, e si potrebbe discutere se sia un merito fondare la bellezza visiva dei propri film su quella naturale, ma a livello squisitamente empatico Malick è il regista che ha acquisito al meglio e più profondamente la lezione di Tarkovskij. E mi spiego.
Malick fa film intrisi di spiritualità, moralità e religiosità. Ma il suo non è cinema didascalico. In lui dimora un panismo ancestrale, in lui è un inestinguibile desiderio di ricongiungersi con la Spontaneità del mondo. Odia gli uomini, anche se non può fare a meno di adorare il suo Personaggio. Malick è un feticista dell'attore. Ma mi riferisco precipuamente a Pochaontas. Farrel assomglia al tenente de L'Infanzia di Ivan, quello che scaravolta la sedia in una delle immagini finali del film. E infatti Malick cita la scena in una sequenza particolarmente bella dove Farrel dimostra la sua grandezza attoriale: Smith rovescia un tavolo trattenendo a stento le lacrime rabbiose. Smith non può amare Lei. Lei appartiene alla sua "Mother..", alla sua gente. Il Cinema di Malick vorrebbe cedere spesso alla tentazione della Tristezza, ma esso trova riscatto nella Natura, luogo senza sentimento.
Il Cinema di Malick è estremamente americano. Tutti i suoi film, come tutti i grandi film americani, parlano dell'America. Malick ha variato sul tema, è stato originale, è stato bravo. Ma ha sempre parlato dell'America, e questo è il film che più lo dimostra. Ma Malick va prima della grande America cristiana. Lui ricerca le radici che sa di aver perso per sempre, e odia tutti i captains Smith che lo hanno privato di questa culla in cui riposare, in cui meditare, in cui morire.

Invia una mail all'autore del commento RaaH  @  26/08/2011 12:58:57
   9½ / 10
Un film bellissimo... ero partita volendo vedere un film d'avventura con movimento e azione e mi sono ritrovata a vedere un film che nonostante non avesse queste caratteristiche è riuscito a coinvolgermi in modo assoluto. Già da metà film sono stata sopraffata dalle emozioni... una storia delicatissima rappresentata in modo superbo, immagini paradisiache, la voce esterna dei protagonisti che trasmettono con dolcezza e in poche ma significative parole la complessità dei sentimenti e delle situazioni. Per questi e per altri mille motivi mi sento di consigliare il film in special modo a chi possiede una certa sensibilità e pazienza. Buona visione :)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  17/06/2011 21:22:29
   7 / 10
Ecco Malick con uno dei suoi film che sono vera e propria poesia visiva!
Una poesia in questo caso dedicata alla Madre terra,alla Natura,che viene invasa dagli Europei conquistatori!
In questa lotta di territorio prevale l'amore tra un ufficiale e la figlia del capo Indigeno...proprio come "balla coi lupi",insomma la classica storia d'amore!
Poi è il regista che fa il resto regalandoci immagini magnifiche anche se ripetitive...
Studiare gli ambienti dove si svolge la storia basterebbe per dare un significato al film...
Pochaontas ha un villaggio dove tutti (forse) vorremo vivere,immerso nel verde!
Gli Inglesi vivono dentro un recinto in mezzo al fango come fossero dei maiali,senza cibo e sporchi!
Quando ci trasferiamo in Inghilterra predomina un lusso ma in questo caso la lussureggiante Pocahontas in versione civile-nobile passeggia tutto il tempo nei giardini regali!
Alla fine quindi abbiamo questo anello di congiunzione tra natura e civilta'!
Buon film tecnicamente perfetto ma un po' mieloso per i miei gusti...

TheLegend  @  14/06/2011 19:35:44
   7½ / 10
é un film che va vissuto in silenzio;l'ho trovato molto profondo e ben curato.
Molto sottovalutato.

rekorder  @  14/06/2011 04:27:08
   10 / 10
Bisogna avere una sensibilità elevata per apprezzare a pieno quest'opera, è un film stupendo, stupende le musiche ,stupende le immagini ,stupendi i pensieri che vengono espressi dai protagonisti. Mi rattrista leggere voti bassi addirittura chi gli da 1, ma come molti capolavori e normale che non venga capito dai molti. comunque stupendo

Invia una mail all'autore del commento zanzom  @  11/06/2011 21:18:24
   6 / 10
Classico esempio di come anche i grandi registi riescono a fare addormentare gli spettatori...... Per carità!!! Stilisticamente è perfetto. La sensibilità del regista non si discute. La cura di ogni dettaglio è quasi maniacale. La recitazione degli attori è più che buona. Allora? Allora....zero pathos,zero colpi di scena.Solo la storia d'amore tra un soldato e colono inglese e una indigena,che sarà pure sotto certi aspetti struggente,ma per chi si aspetta un film d'avventura è di una noia mortale. Ciò nonostante, proprio per i motivi che ho elencato prima, non posso ritenerlo un brutto film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  08/06/2011 01:04:06
   9 / 10
Malick ancora una volta rinuncia all'identitÓ univoca di cineasta e si lascia invasare da filosofi, pittori e poeti del passato. L'esaltazione della vita primitiva, libera da indottrinamenti, aviditÓ e sopraffazione, ricalca perfettamente il mito del "buon selvaggio" di Rousseau. Il volto e il corpo di Q'Orianka Kilcher sono dorati come quelli immortalati da Gaugin nel periodo tahitiano. Pocahontas sussurra "Chi sei tu.." come la Giulietta shakespeariana ("chi sei tu che nel buio della notte osi inciampare nei miei pi¨ profondi pensieri?"), John medita di "rinunciare al nome Smith " come Romeo ("non sarÓ mai pi¨ Romeo"). Una miriade di suggestioni sapientemente intessute, parole distillate e riecheggianti, immagini che rapiscono, musica che invade. "The new world" Ŕ una magnifica lezione di levitÓ espressiva.

guidox  @  16/01/2011 14:35:31
   3 / 10
l'ho visto addirittura due volte, visto che dopo una prima visione non mi aveva detto nulla e invece chi mi aveva prestato il dvd continuava a dirmi che non ne avevo colto il senso.
la seconda volta che l'ho guardato però, il senso di noia devastante è stato ancor maggiore.
probabilmente non l'avrò capito.
me ne farò una ragione.

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/01/2011 18.07.58
Visualizza / Rispondi al commento
BeaFede  @  10/12/2010 15:22:36
   3 / 10
Veramente noioso... si salva solo e soltanto la fotografia

Libss  @  02/03/2010 14:10:12
   7½ / 10
Sottovalutato film di Malick (soprattutto per i suoi ritmi dilitati e i suoi tempi lunghi, la costruzione visiva/sonora un po' demodè, l'impronta personale spiazzante) è invece un'opera di grande lucidità e senso cinematografico. Visivamente splendido.

desertoceano  @  03/02/2010 16:36:47
   3 / 10
Film fatto malissimo. A volte non si capiscono i passaggi tra una scena e l'altra e si dilunga in scene noiose che fanno venire il sonno. Fatto veramente male.
La voce di lei poi è insopportabile. Potevano scegliere una interprete migliore, questa ti fa venir voglia di tagliarti le vene.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/04/2010 21.45.24
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Luke07  @  17/10/2009 17:43:31
   1 / 10
Andai a vedere questo film solo perchè me lo chiesero, ma mai visione fù più tragica. Di una noia mortale che al confronto il morso di un mamba nero arreca solo un lieve solletico. Da evitare con tutto il cuore.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  12/09/2009 18:03:45
   7½ / 10
Buon film di Malick che non tralascia il Cinema evocativo nemmeno con questa rivisitazione della storia di Pocahontas. Melodrammone, almeno 3 momenti diretti da 10 e lode, gli ingredienti del regista ci sono tutti, ma non colpisce più come i decenni passati. Eppoi 'sti armamentari qua supertecnologici in 2,25:1 sono freddi anche per uno come Terence Malick.

edmond90  @  09/09/2009 14:17:33
   4 / 10
Cosi come La Sottile Linea Rossa mi ha impressionato in positivo,questo The New World mi ha impressionato in negativo.Ok la fotografia è stupenda e ricercatissima ma poi?Poi il nulla totale,attori sciatti,storia senza alcun senso e dialoghi semi-inesistenti.

DarkRareMirko  @  17/08/2009 23:11:29
   9½ / 10
La storia di Pocahontas rivisitata alla Malick, con solita ottima natura parlante e soliti ottimi grandi attori.

Figurativamente e contenutisticamente eccelso, non è affatto un film lento, solo molto pensato e raccontato in un certo modo (divisione in capitoli, modo di far cinema diverso dai soliti canoni e via dicendo).

Grandissimi Farrell e Bale, ottimo anche Plummer all'inizio.

Da una parte ci sono i coloni, dall'altro il cosiddetto mondo erudito; entrambi per Malick han luci ed ombre; la natura però viene sempre sottomessa ad entrambi.

Bisogna sempre seguire il proprio cuore checchè dicano/impongano altri.

Da non perdere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/10/2009 23.42.11
Visualizza / Rispondi al commento
pat3  @  13/08/2009 14:49:42
   9 / 10
La storia è quella di Pocahontas nativa americana e Smith avventuriero e soldato inglese. una struggente , melanconica storia d'amore non raccontata alla Disney, per intenderci, ma fedele al romanzo dal quale è tratta. ma non è solo il loro amore che viene raccontato anzi esso fa da sfondo a un tema certamente noto ma mai privo di fascino: la distanza tra la civiltà indigena con il suo amore spassionato per la natura, l'armonia e la semplicità nel vivere la quotidianità, il senso vero del gruppo e il nostro mondo corrotto, malsano, avido, egoista, dominato da interessi meschini e dallo smisurato desiderio di ricchezza e dal sogno di conquista e gloria. Pocahontas ovvero l'innocenza e Smith la cui sete di conquista lo renderà l'artefice e poi complice di massacri che fanno parte di uno dei più brutti e feroci capitoli della nostra storia: la "distruzione" del Nuovo Mondo. quel mondo bellissimo che lo stesso Smith un tempo aveva così intensamente amato da voler lasciare il suo per sempre.
Girato con maestria da un genio del cinema come Malick, raccontato con dialoghi scarni ma preziosi e introspettivi dalla voce fuori campo (espediente molto amato dal regista e che lo caratterizza), colonna sonora meravigliosa e fotografia di rara bellezza. Ogni inquadratura sembra un dipinto, bellissimo e struggente che suscita emozioni e regala momenti di pura poesia.
BELLISSIMO!

RideTheLightng  @  04/08/2009 00:17:03
   2 / 10
Bella solo la fotografia, per il resto il nonsenso totale.

topsecret  @  04/06/2009 17:22:30
   5 / 10
Storia d'amore tra un colono inglese ed una nativa americana (con l'intrusione del terzo incomodo) fatta di sguardi, primi piani e voci fuori campo.
Chi avrà la pazienza di sorbirsi queste due ore e mezza di lenta agonia avrà tutto il mio rispetto.
L'affascinante protagonista (Q'Orianka Kilcher) è brava, Farrell e Bale nulla di particolare....come tutto il film.
Belle l'ambientazione.

6 risposte al commento
Ultima risposta 11/06/2009 19.14.37
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Dexter '86  @  07/04/2009 21:56:52
   6 / 10
Dire che si tratta di un film lento è un eufemismo.
Ovviamente "lento" non è necessariamente sinonimo di "noioso" ma la lentezza dovrebbe essere giustificata e in questo caso poteva essere gestita meglio: non mi sembra molto sensato indugiare un quarto d'ora su due persone che si guardano senza dire o fare nulla e poi in meno di un secondo far trascorrere dei mesi tralasciando snodi fondamentali per lo sviluppo della vicenda.
Deludenti i dialoghi sia come quantità (sommando tutte le parole dette nel film non credo che si superino i 10 minuti) che come qualità: vorrebbero essere poetici ma spesso sembrano più che altro retorici e banali, anche se questo potrebbe essere dovuto alla traduzione.
Arriva alla sufficienza grazie alla fotografia, alle ambientazioni e ai costumi, tutti di alto livello oltre che per qualche messaggio arrivato a destinazione: la bellezza dei momenti che può regalare un amore impossibile, il contrasto tra culture diversissime, ecc...
Nonostante tutti i difetti sopra elencati sono sicuro che se fosse durato una mezz'oretta in meno l'avrei apprezzato molto di più, mentre così com'è rimane un film che difficilmente mi verrà voglia di rivedere.

Aragorn  @  14/02/2009 23:07:18
   4 / 10
bella la fotografia.
per il resto.... mamma mia che noia e che film inutile!!!
per fortuna col dvd si può

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/02/2009 23.07.44
Visualizza / Rispondi al commento
LoRe_91  @  22/01/2009 14:11:10
   4½ / 10
Belle la fotografia, ma solo quella... x il resto diciamo che mi ha conciliato il sonno! Lento e decisamente al di sotto delle aspettative... non penso proprio lo rivedrei

3 risposte al commento
Ultima risposta 26/01/2009 18.49.44
Visualizza / Rispondi al commento
Alone  @  12/01/2009 11:00:45
   6 / 10
Metto la sufficenza perchè comunque è un film con una fotografia e una realizzazione molto bella. Però alla lunga e un pò noioso. Attenzione.

Invia una mail all'autore del commento iron klad  @  10/11/2008 21:25:58
   7 / 10
La storia di Pocahontas in film.
é romanzato e poetico forse a molti non piace.... inoltre è lungo e pesante.
Chi non è appassionato al genere meglio che non lo veda

Manu90  @  11/10/2008 23:39:29
   7½ / 10
Un film che si ama o si odia. Purtroppo la maggioranza è contro, ma questo film è poesia allo stato puro. Senza dubbio l'andamento della pellicola è lento, ma sinceramente avrebbe perso qualcosa se non fosse stato tale.
Ovviamente questa è una mia impressione...
Ottima la fotografia, e poi ragazzi, la scena iniziale è splendida.

popoviasproni  @  26/06/2008 23:26:00
   8 / 10
Una prima parte di una poesia disarmante salva un film che si sviluppa aimè come una banale e prolissa soap-opera.
Sublime il lavoro fatto dalla fotografia.
Capolavoro sbucciato!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Granf  @  26/06/2008 22:37:19
   9 / 10
Un viaggio profondo, immenso e poetico nella natura e nel rapporto che l'uomo instaura con essa.
Più che un film è un esperienza da vivere in religioso silenzio, mi è andato giù addirittura Farrel, bravissimo anche Bale.

Gentiluomo  @  07/06/2008 13:23:59
   8 / 10
Il film a volte sembra lentO...ma questa lentezza ti dà il tempo di assaporare la poesia...E' un film per chi ama come me il romanticismo...
...POETICO...

ilMoralizzatore  @  05/06/2008 12:00:27
   3½ / 10
Premesso che l'unica cosa da salvare sono i paesaggi e la sceneggiatura, devo dire che sto film è una p.alla assurda!!!! Ad avvalorare la mia tesi il fatto che alla fine (per fortuna finisce, a un certo punto non ci speravo più) la sala è scoppiata in un applauso liberatorio....e non era per la bellezza della pellicola...LENTO LENTO TROPPO LENTO

6 risposte al commento
Ultima risposta 15/06/2011 04.35.31
Visualizza / Rispondi al commento
Mr_Blue  @  26/02/2008 12:01:55
   10 / 10
La morte di un'utopia e la morte dell'uomo.

androjoker  @  12/02/2008 11:10:27
   4 / 10
Riceverò insulti a tutto spiano ma non mi interessa.

Cosa dovevo apprezzare io di questo film?
Forse i paesaggi. La musica era spesso odiosissima e fuori tema.
Poi il film è davvero troppo, troppo, troppo lento.
Mamma mia la sala non ce la faceva più ... 2.31 h di nulla a mio avviso. Fosse durato un'ora in meno magari sarebbe stato un buon film.

Dove sta il capolavoro scusate? Non sono uno che guarda solo film d'azione, ma per fare un esempio: Balla coi Lupi. Quello non è di certo un film d'azione, va gustato con calma .... miseria ma quello è un bel film! Questo era veramente pesantissimo.

7 risposte al commento
Ultima risposta 01/07/2008 09.35.38
Visualizza / Rispondi al commento
Harvey Ross  @  09/02/2008 18:24:30
   9 / 10
Ottimo film..interpreti straordinari. Il genio incompreso di Malick si fa sentire ancora una volta!!!

Dari  @  05/02/2008 21:40:06
   9 / 10
UNA POESIA

C'è SCOPERTA DEL DIVERSO, PASSIONE...TRA DUE ESSERI BELLI COME IL SOLE

UN AMORE NELLA NATURA APERTA , VIVA E SELVAGGIA....

REGNA IL SILENZIO

ACCOMPAGNATO DA UN'INTIMA COLONNA SONORA.

Per me doveva finire a metà del racconto...ma mi ha emozionato e portato via per un pò dal mio mondo.

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  29/12/2007 21:09:16
   10 / 10
Senza timor di smentita, si può dire che insieme a "A history of a violence" e a "INLAND EMPIRE", "The new world" sia il più bel film americano di inizio millennio.
Come qualsiasi altro capolavoro, avrà bisogno di tempo per essere valorizzato e compreso appieno, ma state pur certi che tra una decina d'anni verrà ricordato tra le pietre miliari del cinema contemporaneo.
Un'autentica poesia, dove dominano la sacralità del silenzio, lo splendore della Natura, il contrasto fra antico e moderno. Lasciatevi trasportare, accompagnati dalle note del preludio del "Das Rheingold", sulle sponde di quest'inno all'amore.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/01/2008 20.22.24
Visualizza / Rispondi al commento
unpoeta67  @  23/12/2007 22:57:03
   4½ / 10
la poesia avvolge il quotidiano esistere , a tratti pervade gli occhi ed irrompe nei polmoni inalata dalle narici ... di poesia in questo film ve n'è in verità , ma vi sono incompresibili squarci nella vicenda narrata , il personaggio femminile è delineato a tratti in un modo e poi in uno diverso , non v'è senso compiuto in alcune decisioni del regista , al di là della pesantezza del film stesso , che è reale , probabilmente , pur vivendo io stesso sdi e nella poesia , non ho trovato rispondenza in questo film che la poesia ci lascia respirare solo attraverso gli ambienti naturalistici , peraltro molto contrastanti , a mio modo di vedere inutilmente dato che a differenza di pochi metri v'era il paradiso e l'inferno .. non so , non mi è piaciuto , nonostante io ami i film in genere . lo sconsiglierei .

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/12/2007 15.31.38
Visualizza / Rispondi al commento
Da&Le'  @  07/12/2007 21:34:23
   3 / 10
Il 3 è solo per la sceneggiatura... per il resto è più noioso di 6 ore filate di lezioni sulle derivate

Aborash  @  22/11/2007 23:35:27
   4½ / 10
dopo un ora di film, ho mollato.Film di una lentezza unica,pesante e noioso.La quasi completa assenza di dialoghi nn da ritmo, il quale subisce delle accelerazioni incomprensibili,nn dando una linearita' al film.I paesaggi, la musica,la fotografia,la poesia quasi dei pensieri dei protagonisti,nn bastano a mantenere un film,sicuramente molto coraggioso nel modo di essere raccontato.

Alex2782  @  12/11/2007 00:16:03
   4 / 10
film solo fotografia...non ci sono dialoghi non so ..mi ha annoiato parecchio! si salva solo la fotografia e gli scenari. 4

Invia una mail all'autore del commento Mariposa  @  30/10/2007 11:03:22
   6½ / 10
Bellissima lo fotografia. Il film stanca dopo un po', per il fatto che la quasi totale assenza di dialoghi in certi punti, nonostante sia una trovata interessante, non è condotta abbastanza sapientemente. E poi non tutti gli attori del cast recitano alla perfezione..anzi..Il migliore per me è Christian Bale..

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  17/10/2007 09:40:44
   5½ / 10
Malick dietro una macchina da presa più che in un regista si trasforma in un poeta dell'immagine, la sua è vera e propria magia evocativa. I paesaggi fotografati in questo film sono qualcosa che lascia senza fiato, perchè in ogni suo film la natura ha sempre un ruolo più che rilevante.
Mi dispiace sinceramente che questo film per me sia stata una delusione, sotto vari aspetti, innanzitutto gli attori sono veramente pessimi, inoltre i dialoghi o monologhi qui mi sembrano talmente rarefatti e pesanti da scadere a tratti nel ridicolo a tratti nel noioso. Il film dura parecchio e la cosa solitamente non mi pesa, ma in questo caso credo che le oltre due ore si avvertano tutte!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/10/2007 15.38.29
Visualizza / Rispondi al commento
sonhador  @  14/10/2007 14:45:03
   8½ / 10
Ottimo film intriso di pura poesia e sensualità. Splendide le ambientazioni.

carloverga  @  08/08/2007 10:55:23
   6 / 10
Lungoooooooooooooooooooooooooooooooo. Non avevo letto i commenti o visto i trailer prima di vedere il film. Mi sono trovato con amici e mentre il film scorreva, avendo gia' visto il cartone Pocahontas della Disney, ho subito capito che si trattava del film. Mi ricordavo pero' che il cartone finiva diversamente. Per certi tratti stufa.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

KILL 74  @  07/08/2007 10:51:16
   6 / 10
bello l'inizio, poi man mano perde un po..
Comunque bel film, un po troppo lungo e lneto nel finale....

Rand  @  30/06/2007 01:20:48
   10 / 10
Sono stato folgorato da questo film definito da molti lento, palloso ecc ecc...
Questo è un film che o si ama o si odia, Malich racconta con le immagini, ha bisogno di poche parole, usa una colonna sonora bellissima, costruisce le immagini e la storia, ti fa appassionare ad una tormentata storia d'amore che dire semplicemente: è la storia tra Smith e Pochaontas non riesce a rendere l'idea!
Fino ad ora non ha sbagliato niente, ma il pubblico preferisce cose più semplici....eppure la fotografia, le interpretazioni, la musica, i costumi, la storia e tutto il resto mi sono parsi magistrali e impeccabili, come il montaggio. Invece dopo la debacle al botteghino Malich è stato costretto a rimontare il film, sperando che non si attacchi di nuovo alla bottiglia per la delusione che lo ha tenuto lontano anni dalla macchia da presa

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/08/2007 15.26.09
Visualizza / Rispondi al commento
RickDeckard83  @  13/04/2007 22:39:21
   1 / 10
La sottile linea rossa: capolavoro
I giorni del cielo: bellissimo
The New World: Malick ci ha preso tutti per il ****! Ma come si fa a dire che questo film è un capolavoro? Cosa c'è di poetico e di profondo in due lobotomizzati che per tutto il film non fanno altro che dirsi, anzi pensare, quanto è bello il vento, quanto sono belli gli uccelli, che belli gli alberi ecc. ecc.
Un film truffa! Grazie Terrence Malick!

4 risposte al commento
Ultima risposta 30/06/2007 01.02.34
Visualizza / Rispondi al commento
Bukkake  @  10/04/2007 15:05:24
   2 / 10
a cosa pensava il regista mentre girava il film???!!!sicuramente gli attori non avranno avuto problemi ad imparare il copione in quanto non parlano praticamente mai...non ci siamo!!!

3 risposte al commento
Ultima risposta 25/02/2008 20.17.32
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Rusty il Selvag  @  11/03/2007 19:26:01
   10 / 10
Cosa dire dell'ennesimo capolavoro di Malick,come sempre stilisticamente e

tecnicamente perfetto,ma ciò non basta per essere artista,

la sua capacità di visione e la sua sensibilità inondano di poesia e sacralità

ogni immagine e riflessione, in modo che tutto si trasfiguri ed elevi in un

sogno eterno,che ti rapisce,che ti avvolge e soprattutto segna il tuo spirito.


Mika

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2008 21.53.13
Visualizza / Rispondi al commento
valerio1989  @  02/02/2007 16:42:30
   7 / 10
Bè... sicuramente mi aspettavo di meglio.
Se non altro perchè la parte centrale mi ha annoiato molto; comunque ci sono dei particolari che sono veramente epici come la fotografia, le location, il trucco, i costumi e tutta la narrazione della storia di Pocahontas.
Bravi gli attori, in particolare Farrel, Kilcher e Bale.
Bello, ma potrebbe essere migliore.

Beefheart  @  28/01/2007 00:53:47
   4 / 10
Pretenziosamente poetico ed infinitamente lungo e noioso.
Tanta estetica fotografica, molta natura incontaminata, musiche classiche e lingue originali non bastano a rendere digeribile un film dalla sceneggiatura sfilacciata e dal ritmo incerto.
Sconsigliato.

The Monia 84  @  26/01/2007 14:50:00
   9½ / 10
The new world è un film lirico, epico, struggente come un quadro del Michelangelo o una scultura del Bernini. Bisogna osservare, o meglio ammirarne, ogni singolo fotogramma.

La storia della Principessa Pocahontas e dell'avventuriero ed esploratore inglese John Smith trattata con realismo, senza la loro trasformazione (ipocrita) in simbolo di riconciliazione tra razze.

Lunghe inquadrature, musiche che ti fanno lievitare, ricercata fotografia, tutto al di sopre della media e da ogni catalogazione.
Il capolavoro di Malick è La Sottile Linea Rossa, ma The New World mi ha cavato le viscere dal ventre.

3 risposte al commento
Ultima risposta 30/06/2007 01.23.23
Visualizza / Rispondi al commento
BalboaRocky  @  11/01/2007 21:50:08
   10 / 10
La poesia..La passione...un film che guarda all'interno dell'interiorità dell'uomo,non bisogna essere superficiali, oggi il mondo ne è pieno, ma bisogna sentire, ascoltare la poesia che è nelle parole...Come per magia, come nelle favole, esce la cosa più importante al mondo....L'AMORE....X tutti coloro che amano e conoscono la porola Romanticismo....

HATEBREEDER  @  11/01/2007 14:01:46
   8 / 10
Lo vidi a suo tempo al cinema, ed al termine della proiezione, uno spettatore gridò "SIIII!", accompagnato da una conseguente standing ovation generale.
In effetti, per una generazione abituata a vedere dei videogiochi al posto dei film di avventura, la visione di questo film può risultare piuttosto pesantuccia: tra l'altro ricordo che il furbissimo (come al solito) trailer mostrava solo alcuni spezzoni delle poche scene d'azione vera e propria.
Francamente il film a me è piaciuto, senza stare tanto lì ad entrare nel merito di presunte pippe filosofico/umanistiche: semplicemente non trovo niente per cui debba essere criticato, perchè il reparto tecnico è tutto di ottimo livello e anche gli interpreti mi hanno convinto.
Quando il pubblico del nuovo millennio imparerà ad apprezzare un film senza sentire il bisogno di inquadrature da videoclip e di dialoghi serrati stile spot pubblicitario, sarà comunque troppo tardi.

phemt  @  10/01/2007 13:03:31
   6 / 10
Di fatto il film si salva grazie alla solita eccezionale regia di Malick, alla fotografia, alle splendide ambientazioni e grazie ad una serie di scene evocative e poetiche… Il problema è che la storia di fondo è abbastanza banale e bruttarella, e soprattutto è raccontata in maniera così slegata da sembrare, a tratti, quasi confusa… Nel complesso non mi ha convinto granché, da Malick è lecito attendersi di meglio…

Anita  @  16/12/2006 02:52:22
   8 / 10
Esco dal coro e do un bell'8. A me questo film e' piaciuto. E anche se un po' lungo non mi ha mai annoiato.

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  13/12/2006 12:55:44
   5 / 10
Mi dispiace, nonostante la poesia delle splendide immagini, il film non mi ha lasciato nulla. E' troppo discontinuo, talvolta spezzato, con un ritmo altalenante, è lentissimo con rapide accelerazioni fuori luogo. Gli attori sono poco convincenti e la storia sembra svaporarsi in sequenze slegate.
E' brutto paragonare un'opera ad un'altra, ma per l'intero film ho avuto davanti agli occhi le splendide immagini di "Mission", i suoi dialoghi pregnanti,
certamente un film diverso da questo, ma dotato di un'intensità che qui non ho trovato.

3 risposte al commento
Ultima risposta 12/01/2007 17.31.32
Visualizza / Rispondi al commento
Kobe  @  11/12/2006 12:33:33
   4 / 10
Film di una lentezza impressionate, noioso e prevedibile...e è stato invece fulmineo nel troncare il finale (anke se è quasi un pregio visto ke nn vedevo l'ora...)

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/12/2006 12.38.21
Visualizza / Rispondi al commento
erika  @  20/11/2006 17:02:52
   4½ / 10
cm dicono anke gli altri fai fatica arrivare alla fine...è lunghissimo e pesante...stupende alcune scene(paesaggi) e la fine è carina ma se sapevo che era così nn me lo sarei mai visto

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adaadorazionealcarras - l'ultimo raccoltoall the streets are silentalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenope
 NEW
bodies bodies bodiescasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfly - vola verso i tuoi sognifreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holidaygold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'io e spottyitalia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salentola mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionele voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemicmistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenon sarai solanostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpaolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.peter va sulla lunapleasure
 NEW
prey (2022)quel che conta e' il pensierorevolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret love (2021)secret team 355settembre (2022)shark baitspiderhead
 NEW
sposa in rossostudio 666tapirulantenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe forgiventhe gray manthe man from torontothe other side (2020)the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzithe slaughter - la mattanzathe twin - l'altro volto del malethor: love and thundertoilettop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostrauna boccata d'ariaunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresavieni come seiwild nights with emily dickinsonx - a sexy horror story

1031540 commenti su 47992 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

...E DIVENNE IL PIU' SPIETATO BANDITO DEL SUDALONE TOGETHERAMERICAN HORROR HOUSEBLACKLIGHTCAPTORSCOCAPOPDELITTI, AMORE E GELOSIADISASTRO A CLOUDY MOUNTAINERZULIEFANTASIEFINAL CUT (2022)FIRE ISLANDFRESH HELLGENERATION WARGOOD MAMAMHUESERAI SOPRAVVISSUTI DEL 2000INCANTATIONJACK O'LANTERNLA FOLLIA VIENE DAL PASSATOLA RAGAZZA NELLA FOTOLA RIVOLTA (1983)L'INCANTESIMO DEL LAGO 10 - UN MATRIMONIO REALEL'INCANTESIMO DEL LAGO 6 - LA PRINCIPESSA PIRATAL'INCANTESIMO DEL LAGO 7 - MISSIONE SPIEL'INCANTESIMO DEL LAGO 8 - MIZTERO REALEL'INCANTESIMO DEL LAGO 9 - IL REGNO DELLA MUSICAL'UOMO DALL'ABITO MARRONEMALNAZIDOS - NELLA VALLE DELLA MORTEMID-CENTURYMOON, 66 QUESTIONSMY NAME IS SARANON E' UN LUPORESURRECTION (2022)SINDROMSTEM CELLSUMMONING BLOODY MARYTERROR ON THE PRAIRIETHE DISSIDENTTHE HOUSE (2022)THE HUNTRESS: RUNE OF THE DEADTHE MATCH - LA GRANDE PARTITATHE OVERNIGHT (2022)THE PREY: LEGEND OF KARNOCTUSTHE RISING HAWK - L'ASCESA DEL FALCOTONGS: A NEW YORK CHINATOWN STORYTONY HAWK: UNTIL THE WHEELS FALL OFFTRE PUNTO SEIVENGEANCEVORTEXWIG

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net