the hours regia di Stephen Daldry USA 2002
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the hours (2002)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film THE HOURS

Titolo Originale: THE HOURS

RegiaStephen Daldry

InterpretiNicole Kidman, Julianne Moore, Meryl Streep, Toni Collette, Ed Harris, Claire Danes, John C. Reilly, Miranda Richardson, Allison Janney, Jeff Daniels, Margo Martindale, Eileen Atkins, Stephen Dillane

Durata: h 1.54
NazionalitàUSA 2002
Generedrammatico
Tratto dal libro "The hours" di Michael Cunningham
Al cinema nel Marzo 2003

•  Altri film di Stephen Daldry

Trama del film The hours

La vita di tre donne, di tre diversi tra il 1923 ed i giorni nostri, hanno in comune il dover lottare contro la depressione e brutti pensieri di suicidio e sono stranamente legate dal nome "Mrs Dalloway", (il titolo del libro di Virginia Woolf).

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,71 / 10 (181 voti)7,71Grafico
Voto Recensore:   9,00 / 10  9,00
Miglior attrice protagonista (Nicole Kidman)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior attrice protagonista (Nicole Kidman)
Miglior film drammaticoMiglior attrice in un film drammatico (Nicole Kidman)
VINCITORE DI 2 PREMI GOLDEN GLOBE:
Miglior film drammatico, Miglior attrice in un film drammatico (Nicole Kidman)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The hours, 181 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  20/08/2023 01:14:59
   10 / 10
"Caro Leonard,
guardare la vita in faccia, sempre; guardare la vita in faccia e conoscerla per quello che è; al fine conoscerla, amarla per quello che è, e poi metterla da parte. Leonard, per sempre gli anni che abbiamo trascorso, per sempre gli anni, per sempre l'amore; per sempre, le ore."

Emozione pura.

Oskarsson88  @  28/06/2020 14:32:19
   5½ / 10
Francamente non se ne sentiva il bisogno, americanata mielosa inutile. Proprio non mi ha detto nulla e anzi mi ha irritato col suo sofisticare coi suoi diversi piani temporali intrecciati.

Paolo70  @  21/02/2020 16:09:26
   7½ / 10
Film drammatico ben fatto dal regista con le storie delle vite delle protagoniste ben collegate dalle scene che si susseguono. Ottime intepretazioni da parte dei protagonisti. Da vedere ma non adatto per i bambini.

Chemako  @  26/09/2019 05:34:39
   5 / 10
Mattone, deprimente...

kafka62  @  28/02/2018 09:45:30
   7 / 10
"Qualcuno deve morire, per far sì che gli altri possano apprezzare la vita". "E chi deve morire?" "Il poeta deve morire, il visionario". A suggello di questo dialogo, tre suicidi o tentati suicidi ricorrono nel bel film di Stephen Daldry: quello realmente avvenuto di Virginia Woolf, annegatasi nel 1941; quello del poeta malato di AIDS Richard, ai giorni nostri; e infine quello, non consumato, di Laura (che scopriamo più tardi essere la madre di Richard), nel 1951. Il filo rosso che lega tra loro i suicidi, e i personaggi che li circondano, è un romanzo, "La signora Dalloway", un libro in cui la Woolf ha cercato di raccontare l'intera vita di una donna in ventiquattro ore: un romanzo sperimentale, diventato un caposaldo della letteratura del Novecento, così come sperimentale appare "The hours", che mescola con virtuosistica abilità tre epoche diverse per distillare, senza retorici proclami e senza colpi di scena spettacolari, una non facile morale. Che questa morale non sia facile lo si capisce dal senso di disorientamento che coglie lo spettatore al termine del film. Per chi, o per cosa, è morta Virginia, per chi Richard? E perché Laura, così come Clarissa Dalloway, non deve morire? La risposta sta nelle frasi, praticamente identiche, che pronunciano Virginia e Richard prima di togliersi la vita: "non avremmo potuto essere più felici di come siamo stati". Ciò che avevamo una volta, in gioventù, considerato una promessa di felicità futura, e che alla luce di come sono andate le cose è diventata, per non aver rispettato le nostre aspettative, fonte di delusione, era già, essa stessa, felicità: è proprio questa consapevolezza che i poeti – al tempo stesso vati e agnelli sacrificali – vogliono affermare con la loro morte esemplare. A chi sopravvive, a Leonard, a Laura, a Clarissa, non resta che cercare di comprendere e accettare questa filosofia di vita: sia pure con dolore e con fatica, sia pure (come la signora Ramsay di "Gita al faro") con gli occhi del ricordo e del rimpianto.
"The hours" potrebbe essere scambiato per un film da signore: intellettualismo e alta letteratura, arte e vita, AIDS e amore saffico, e in più tre attrici del calibro di Kidman, Moore e Streep a giganteggiare sullo schermo. Ma in esso c'è ben altro: quella sotterranea inquietudine che alberga negli animi di tutti i personaggi, e che viene fuori solo a sprazzi e per ellittiche epifanie (splendidamente contrappuntata dalla nervosa e sottilmente angosciante musica di Philip Glass), è qualcosa che ci tocca tutti troppo da vicino per confinarla nell'esercizio di stile fine a se stesso. Sotto gli abiti vittoriani di Virginia, le acconciature anni '50 di Laura e gli ambienti neo-esistenzialisti di Richard, uniti da un montaggio sapiente e calibratissimo, si nasconde infatti la sempiterna, frustrante, esaltante, incoerente, fiduciosa, balbettante, eppure sempre necessaria, quasi doverosa, ricerca del senso autentico dell'esistenza.

paolo__r  @  04/01/2018 23:20:23
   9 / 10
Strepitoso. La Streep immensa. Visto e rivisto molte volte, questo film ti colpisce, si prende parte di te e non te la restituisce più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  24/11/2017 19:05:37
   8 / 10
Filmone di Daldry che riesce a intrecciare magnificamente storie di donne, a far traspirare attraverso lo schermo il loro male di vivere, a regalarci una pellicola delicata ed elegante, resa ancora più sontuosa da tre bravissime attrici (senza dimenticarci di Ed Harris).
Ottimo sotto tutti gli aspetti tecnici, dalla fotografia alle musiche, anche se gran parte degli applausi vanno ad un montaggio che definirei magistrale.

dagon  @  05/08/2017 08:15:50
   8 / 10
Un film dominato dal male di vivere, diretto con mano elegante e con un cast mostruoso. Eccellente il montaggio che, in alcuni casi, sconfina nel virtuosismo.

DarkRareMirko  @  27/12/2016 04:11:04
   8 / 10
Daldry (Billy Elliot, The reader) si riconferma autore delicato e pacato, dotato di tatto e sensibilità.

Il film, in pratica, non appartiene a nessun genere (è fatto di connessioni tra tempi e persone); notevoli attori e attrici (Harris l'ho sempre adorato, bene la Kidman con protesi annessa, ok anche il resto del mega cast).

Che dire, coraggioso realizzare un lungometraggio così intimo e sincero, sia a Hollywood, sia per un pubblico per lo più mainstream e non necessariamente di palato ricercato (o che semplciemente non ha voglia di vedere un film del genere).

L'autore ha comunque saputo ritrarre le tre donne con un piglio che nulla ha da invidiare all'Allen delle sue opere migliori.

Notevole cura tecnica, ottime musiche.

L'ho apprezzato; buono, buono, buono.

Capisco che non tutti apprezzino; i dialoghi e le situazioni non sono abbordabilissime.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  22/01/2016 20:48:27
   6 / 10
Ottimo il cast, ma il risultato un film che sembra non decollare mai e fa avvertire allo spettatore una pesantezza eccessiva. Peccato.

Matteoxr6  @  17/01/2015 21:48:44
   8 / 10
Ho letto molti commenti sul forum e mi sono stupito di un fatto: sia chi ha dato insufficienze ingiutificabili, sia chi ha trovato molti pregi pur sostendo che mancasse qualcosa, ha trovato nella falla principale il mancato parallelismo effettive tra le storie, un vero e proprio punto di contatto che mancherebbe nella seconda parte del film. Il collegamento puro non c'è, e lo si evince anche dal fatto che molte emozioni, momenti provati dai vari protagonisti non sono sempre corrispondenti negli stessi alter ego delle tre epoche; ciò che viene trasmesso, in comune, sono le sensazioni, le medesime emozioni provate in un singolo momento, in un certo dialogo o esperienza. È, a mio avviso una trama sulle sensazioni, ecco. E meno male, a tal proposito che a recitare il ruolo delle tre donne sono state delle attrici formidabili.
Certo, poi la pellicola non è solo questo: tratta altri temi su cui però non mi preme soffermarmi in questo forum e che sono di minore importanza, secondo me.
Detto questo, non mi stupirei affatto di chi abbia dato o potesse dare un giudizio personale pari a 6,5 o a 9.

Note tecniche: recitazione sublime, montaggio perfetto (il film, già breve di per sé, scorre velocissimamente senza difficili incastri), fotografia e colonna sonora all'altezza.

horror83  @  14/06/2014 13:33:04
   2 / 10
Questo è stato uno di quei film dove ho fatto molta fatica ad arrivare alla fine. Noioso, senza trama, deprimente, e non mi ha coinvolta per nulla. In poche parole un mattone!!! Se l'intento del regista era quello di far deprimere lo spettatore, con me ci è riuscito, ma questo genere di cinema non mi piace. Non ho problemi a guardarmi un film drammatico, e ce ne sono di bellissimi, ma questo proprio non mi è piaciuto per niente. Un film veramente molto brutto!!!!

BlackNight90  @  04/03/2013 00:27:55
   8½ / 10
"Caro Leonard, guardare la vita in faccia, sempre, guardare la vita in faccia, e conoscerla per quello che è. Alfine, conoscerla, amarla, per quello che è, e poi metterla da parte. Leonard, per sempre gli anni che abbiamo trascorso, per sempre gli anni, per sempre l'amore, per sempre le ore."

Anche se è inutile, è dovere morale citare il trio di straordinarie attrici + Ed Harris, e le musiche incantevoli di Philip Glass.
Se resistete alla prima ora sarete emotivamente ricompensati.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  24/12/2012 22:54:27
   9 / 10
Trasporre Cunningham e la sua frastornante potenza di dettaglio psicologico, quel lavoro di chirurgia mentale ed espressiva, un lavorio tormentato quanto le sue disumane e straordinarie protagoniste, era lavoro assai arduo.
9 di ammirazione per un regista che ha avuto il coraggio di rendere cinema uno dei libri più impossibili da trasferire della storia della letteratura.
9 di merito per aver non solo raccontato una storia, di non essersi pedissequamente nascosto dietro il suo alter-ego letterario, ma di aver osato con la potenza dell'immagine, della recitazione, delle voci.
9 a tutti coloro che hanno reso grande questo film, tre immense attrici, un immenso attore.
9 a chi ha composto le musiche più sontuose e appropriate che si potessero regalare a chi silenziosamente ha seguito i pensieri di un grande scrittore americano. Le musiche che scandiscono "le ore" di dolore di questi pezzi di umanità, le musiche che già ci narrano ogni singolo evento di questa storia.
9 a tutto ciò che è stato tolto, e a tutto ciò che è stato aggiunto.
9 e non 10, perché solo avendo letto il libro si può comprendere l'architettonica magnificenza con cui queste tre storie sono intrecciate. Un'architettura psicologica e non narrativa.

E un ricordo particolare a Virginia Woolf, che senza di lei tutto ciò e noi e il mondo con lei forse non sarebbero stati possibili.

beppe.fadda  @  25/10/2012 20:00:39
   10 / 10
Un CAPOLAVORO! Un film bellissimo, commovente, drammatico e molto toccante. Non mi ha mai annoiato, nemmeno uno sbadiglio, questo film è in assoluto il mio preferito. Certo, la narrazione a volte può sembrare lenta, ma questo film è imperdibile, per l'eccezionale regia, la sceneggiatura geniale, e soprattutto le splendide interpretazioni. Meryl Streep è grandiosa, e su questo non si discute, La sua interpretazione di Clarissa è splendida, ma questa volta è il caso di metterla un gradino sotto alle altre due, Julianne Moore e Nicole Kidman. La Moore anche quando sorride riesce a comunicare il suo dolore con gli occhi, la nomination agli Oscar ci sta tutta. Nicole è bravissima nel ruolo di Virginia Woolf, la considero una delle migliori performance della storia del cinema (anche se il naso finto che indossa non ricorda quello della Woolf). L'Oscar è meritatissimo, e quell'anno erano in gara anche la Zellweger per "Chicago" e la Moore per "Lontano dal Paradiso". Anche gli attori secondari, Ed Harris, Miranda Richardson, Toni Collete e Stephen Dillane, lasciano un segno nella pellicola. Splendido film su tre storie commoventi che si richiamano tra loro.

movieman  @  29/04/2012 11:30:15
   9 / 10
Con un cast del genere non potevo che aspettarmi un capolavoro. E così è stato. Il film presenta due punti di forza. Il primo è una trama estesa su più livelli narrativi, proprio come nei libri, che se inizialmente può lasciare un po' smarriti, risulta nel complesso estremamente geniale. Il secondo punto è la profonda introspezione psicologica dei personaggi, che risultano essere disturbati, alienati nella società in cui vivono, incapaci di vivere. Una tematica, tipica proprio dell'età moderna dal 900 in poi. In conclusione trama ottima e complessa, recitazione molto buona e regia altrettanto. Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  07/03/2012 21:31:58
   5½ / 10
E' probabile che non avendo letto il libro da cui è tratto mi ha lasciato una sensazione di incompiuto e di non averlo compreso fino in fondo, come se non riuscissi ad andare oltre il filo conduttore di un intenso male di vivere che accomuna tre donne di tre generazioni diverse. E' un dire basta a quei piccoli o grandi compromessi che impediscono di vivere appieno la propria esistenza, secondo le aspirazioni individuali e non per rassicurare quelle di altri.
Tre grandi attrici (più Harris) che certamente sono da apprezzare per la grande bravura (in questo caso metto un gradino sotto la Streep), ma che per quanto mi riguarda non sono riuscite a farmi entrare in completa empatia con questo film, molte volte statico ai limiti dell'apatia che molte volte gira su se stesso.

mauro84  @  15/02/2012 01:47:45
   8 / 10
mi sento in dovere di alzar la media e ci stà tutto un bell'8 a sto film.. un cast tutte donne che fanno il loro compito in maniera perfetta.. una storia drammattica.. triste.. raccontata in maniera speldida e che prende man mano il film prosegue fino al sua conclusione.

kidman merita il premio di miglior attrice protagonista.. da vedere!

il migliore  @  15/02/2012 00:53:41
   10 / 10
poetico ed emozionante brave tutte e tre le attrici toccante la colonna sonora

halb  @  28/01/2012 12:52:28
   7½ / 10
Questa pellicola tanto acclamata mi ha lasciato un po' perplesso, dopo la visione mi sembrava mancasse qualcosa. Straordinarie tutte le interpretazioni, l'Oscar non era da dare solo alla Kidman ma anche alla Moore e alla Streep, ciò nonostante secondo me a questo film manca qualcosa … Parzialmente soddisfatto. Il voto rispecchia soprattutto la bravura del cast!

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/01/2012 16.35.49
Visualizza / Rispondi al commento
gemellino86  @  11/12/2011 18:38:54
   7 / 10
Un buon film che vale la pena vedere ma c'è qualcosa che mi ha poco convinto. Brave le attrici soprattutto la Moore. Merita la visione.

david briar  @  17/09/2011 22:33:25
   8 / 10
Film corale molto riuscito,è interessante il modo in cui le tre storie vengono rappresentate e i vari parallelismi che ci sono fra esse.
La prima parte è di altissimo livello,riesce subito a catturare l'attenzione.Nella seconda parte c'è qualche caduta di stile,ma il film regge bene per tutti i suoi 110 minuti.

Le cadute di stile avvengono quasi sempre nella storia meno forte,quella ambientata nel 1951.Non aiuta il fatto che Julianne Moore sia di gran lunga inferiore alle altre due interpreti,e che il suo personaggio a volte sembri uscito da una puntata di "Desperate Housewives".

Ma a parte questo difetto,è difficile trovarne altri.
Nicole Kidman è straordinaria,e la sua interpretazione andrebbe studiata nelle scuole di recitazione.Riesce a comunicare tantissimo con un solo sguardo,quasi fosse un'attrice di cinema muto.Uno degli Oscar più meritati del decennio.
Bene anche Meryl Streep,non al livello della Kidman,ma non gliene si può fare una colpa,visto che è un'interpretazione difficile da eguagliare.E'sempre credibile ed è molto intensa nell'ultima mezz'ora.

Solo elogi anche per i comprimari,come Ed Harris e John C.Reilly,che con poco tempo a disposizione costruiscono personaggi memorabili.Perfino Toni Collette,che ha un'unica scena,lascia un segno nella pellicola.

La colonna è eccezionale,mantiene sempre alta la tensione e risulta molto emozionante.Ottima anche la regia di Daldry,che con uno sguardo personale racconta bene l'intreccio su cui si basa il film.

In conclusione,"The hours" è un gran film,emozionante e travolgente,che rispetta le aspettative.Memorabile.

kako  @  01/09/2011 15:37:21
   9 / 10
intenso ed originale impreziosita dalle straordinarie interpretazioni delle protagoniste (l'oscar alla kidman non è meritato più di quanto l'avrebbero meritato anche le altre due). Delicato e profondo affronta il tema dell'angoscia esistenziale, dell'oscillazione tra la pace con se stessi e con chi/cosa ci sta intorno e la tristezza di una vita che si sente inadeguata, in maniera non retorica e mai superficiale. E' bello vedere ogni tanto anche questi gioiellini che esulano dai soliti canoni hollywoodiani. Oltre alle tre attrici femminili immenso anche Ed Harris.

dommm  @  30/08/2011 03:36:13
   10 / 10
le attrici.. una più brava dell'altra. la fotografia è bellissima. toccante

ste 10  @  10/02/2011 21:58:13
   8½ / 10
Riesce a riproporre molte delle emozioni fantastiche che dona l'omonimo libro: poetico e straordinariamente emozionante

SKULLL  @  20/10/2010 03:29:01
   9 / 10
Bellissimo. Da vedere.

donfabios  @  16/10/2010 00:11:55
   8½ / 10
un film difficile da commentare, più orientato verso la poesia e l'emozione che verso la trama. Attrici e colonna sonora superbi.
Da guardare da soli e al buio.

unpoeta67  @  31/08/2010 15:10:09
   8 / 10
la scarnificazione della coscienza, oltre il vivere e il morire, trapunta da una colonna sonora che va a toccare le corde dell'anima.

dave89  @  18/04/2010 13:34:29
   7½ / 10
film un po' noioso ma con tematiche di rilievo

Daad  @  01/04/2010 13:46:59
   6 / 10
Musica ottima, recitazione anche. È la storia che diventa pesante... il femminismo... Virginia che è matta e fa sempre quello che vuole fregandosene di tutti...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Film passabile e decisamente femminista.

BrundleFly  @  25/02/2010 09:27:39
   5 / 10
Un film noioso e senza nè capo nè coda. Le prove degli attori sono senz'altro ottime, come anche le musiche di Philip Glass, ma un film deve anche coinvolgere con la trama, cosa che con me non ha fatto.
O non ne ho capito il "significato" o è un film altamente sopravvalutato.

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/02/2011 13.51.38
Visualizza / Rispondi al commento
gandyovo  @  17/01/2010 17:44:20
   8½ / 10
atmosfera glaciale in questo film (non per tutti). intenso e molto drammatico; mi è piaciuto moltissimo.

TheLegend  @  11/01/2010 03:59:39
   8 / 10
Bel film davvero.
Ottimo il cast,il montaggio e i daloghi.

Marga80  @  06/12/2009 11:17:11
   7½ / 10
Cast di tutto riguardo per un film assai poetico.
La storia non è una vera e propria storia ma il tentativo vano di creare un filo conduttore tra storie individuali non mi ha molto convinta.
Tra una Kidman sfascinata(la il nasone è il suo?), una Streep al di sotto delle sue possibilità, la Moore riveste bene il ritratto delle mamme moderne che massacrano i figli e poi o, miracolosamente, rimuovono il gesto oppure, povere care, finiscono in cura perchè vittime di un mondo crudele.
Peccato per Ed Harris, stimabile interprete, cui credo sarebbe stato più opportuno dare maggiore spazio.

Invia una mail all'autore del commento lorenzo971  @  15/07/2009 20:54:42
   9 / 10
Come una serie di note una dopo l'altra le tre storie sono armonizzate nel film, note tutte diverse, eppure cosi vicine, che nascono dall'eco delle precedenti e muoiono congiungendosi alle successive. Le vicende sono distillate dalle pagine di Mrs Dalloway, dall'esperienza autobiografica dell'autrice, dalla vita in generale. Cosa hanno in cumune le tre donne? Non le epoche, non le vite, non le situazioni che variano e si articolano in modo diverso, ma i così detti "moment of beengs", sensazioni, emozioni, pensieri, riflessioni, condividono sguardi, lagrime, sorrisi ed in fine si ritrovano allo stesso bivio, alla stessa scelta: accettare e proseguire ad affrontare le "ore" della nostra vita che ancora devono venire, o fermare tutto , scomparire in un nulla eterno, in un oblio che cancelli la disperazione. A questo bivio le strade dei protagonisti si dividono. Il tutto si muove elegantemente, finemente, come le note delle colonna sonora scorrono le immagini tanto sconnesse quanto congiunte, dando vita ad un'opera d'arte totale ed innegabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/07/2009 21.00.46
Visualizza / Rispondi al commento
kalin_dran  @  23/06/2009 18:56:15
   7 / 10
Un cast notevole e una caratterizzazione dei personaggi curata in maniera maniacale sono i punti di forza di questa pellicola che però si muove un po' troppo lentamente, rendendo poco digeribile la trama, alquanto complessa.
Eccezionale la Kidman che effettua una vera e propria metamorfosi incarnando perfettamente carattere e sembianze di Virginia Woolf.

Lory_noir  @  16/05/2009 21:08:15
   8½ / 10
Fantastico! Di una carica emotiva notevole, non riestra nel solito film drammatico, a contrario scava nel profondo della coscienza umana di tre donne e delle persone che vivono accanto a loro. Le tre storie all'inizio sembrano quasi inconciliabili visto che si svolgono in tre età diverse e sembrano avere anche colori diversi, invece alla fine tutto sembra una storia soltanto. Interpretazioni magistrali, sceneggiatura ottima.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR jem.  @  11/02/2009 18:05:45
   4 / 10
Film senza una trama.
La Kidman non meritava l'oscar per questo film.
E' di una noia mortale e quando arrivi faticosamente alla fine ti chiede "ma che ho visto?"
Ho letto che è tratto da un libro, bè non ho letto il libro ma forse come accade molte volte, i libri andrebbero lasciati tali e non volerli per forza trasformare in film, specialmente se il risultato deve essere questo.

5 risposte al commento
Ultima risposta 24/12/2012 22.46.50
Visualizza / Rispondi al commento
monty morgan  @  07/12/2008 11:42:45
   9 / 10
Finalmente un film che non tradisce lo spirito del romanzo da cui è tratto ! Un libro, quello di Cunningham, affascinante ma difficile, che necessita di un’attenta lettura. E anche il film vive della stessa complessità. Poco sembra accadere, ma l’apparente ordinarietà delle giornate vissute dalle protagoniste, è l’occasione per analizzare sia la loro fragilità, sia la loro forza. Tre splendidi ritratti femminili, di tre donne che hanno “vissuto per gli altri” e che si riappropriano, pur pagando un prezzo altissimo, della loro vita, con scelte talvolta estreme. La Kidman, la Moore (forse la migliore, ma è uno scontro fra Titani !), la Streep sono eccezionali, in un film dove più che le parole, sono gli sguardi ad urlare le emozioni. La lentezza è necessaria, ma è una lentezza apparente, dietro anche al più ordinario dei gesti (preparare una torta, comprare dei fiori) si può nascondere un mondo interiore pronto ad esplodere. E in questo affresco femminile, un bravo anche all’unico protagonista maschile, Ed Harris, che riesce con grande misura a conferire estrema dignità ad un uomo vittima, più che della malattia, del suo orgoglio.

topsecret  @  02/12/2008 19:32:27
   7 / 10
Premetto che non ho letto il libro da cui è tratto, ma questo film mi è sembrato molto impegnativo, certamente di non facile fruizione e molto intimista. Un film che ha di base il concetto della morte. Un film profondo, cupo, quasi ermetico. Tre interpreti di grande bravura, la Kidman addirittura premiata con l'oscar, che interpretano magistralmente tre donne, diverse tra loro, ma che hanno in comune la sofferenza di subire l' insopportabile peso della vita. Un film emozionale ed emozionante che vale la pena vedere.

florisd  @  02/12/2008 19:02:50
   9 / 10
Questo è un film ben fatto, le interpreti sono eccellenti davvero dalla Moore alla Kidman (che ha saputo dare voce piena a un personaggio talmente complesso come lo è Virginia Woolf, il premio oscar se lo è meritato totalmente)alla Streep.
Le tre voci, i tre fili di narrazione di questo film sono perfettamente connessi tra loro e cosa non meno importante talmente fedeli al romanzo da cui e tratto l'intero film, da restare felicemente sorpresi.
Personalmente ho letto prima il romanzo e dopo ho visto il film, come succede spesso qualsiasi film risulta noioso e pretenzioso se cerca di basarsi su un grande romanzo, ma in questo caso posso e devo dire a chi non ha letto il libro e o visto il film di fare entrambe le cose nell'ordine da me stessa seguito e non ne rimarrete delusi perchè è un film di rara bellezza e onestà.

Un 10 con lode va inoltre al grande Ed Harris che recita la parte di Richard.
VEDETELO!

the saint  @  02/12/2008 15:16:56
   3 / 10
visto con la mia ragazza. dopo la prima mezz'ora diciamo mi sono concentrato più sulla mia ragazza che sul film.....

3 risposte al commento
Ultima risposta 25/10/2012 20.26.05
Visualizza / Rispondi al commento
elmoro87  @  25/11/2008 14:16:31
   5 / 10
film molto lento e noioso, che non coinvolge per niente lo spettatore, risultando quindi una sassata nei maroni dopo 30 minuti... le donne sono troppo psicotiche ed esaurite... mette ansia solo a pensarci... la cosa che mi ha fatto piu paura è come è cresciuto quel piccolo bambino in mano a quella strega pazza... non lo rivedrò mai piu...

Invia una mail all'autore del commento Living Dead  @  13/10/2008 12:19:35
   8½ / 10
Un film glaciale e intensissimo sul male di vivere, sulla malattia, sull'amore e sulla forza di andare avanti. Tre donne, tre epoche, tre vite che inevitabilmente finiranno con il condizionarsi tra di loro. Un trio di attrici formidabili e una regia ottima impreziosicono ancora di più questo bellissimo film.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  07/10/2008 10:15:46
   6½ / 10
Non merita di più.
Le attrici saranno anche brave, ma dare l'Oscar alla Kidman solo per il trucco ben riuscito lo trovo un pò eccessivo.
Non mi ha entusiasmato, molto lento e poco coinvolgente.
I valori che tenta di trasmettere sono sbiaditi e anche nel finale (prevedibile) non trasmette niente, magari la colpa è la mia in quanto sono di tutt'altre vedute.

Film a mio avviso sopravvalutato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR faith81  @  18/09/2008 01:10:48
   9 / 10
Si, eccellente! Kidman e Streep favolose, commoventi, vere. Ottima regia. Bello anche il libro della Wolf. Morale profonda e importante. Peccato che pellicole di questo spessore escano nelle sale soltanto 1 volta ogni 10 anni...

paride_86  @  15/06/2008 16:26:27
   10 / 10
Tre attrici meravigliose per un bellissimo film sul male di vivere.

Gianmaria  @  14/04/2008 19:11:46
   10 / 10
L’intera vita di tre donne in un giorno, attraverso le loro ore, i loro amori, i loro dolori. Difficile riassumere un film in cui tanta materia si affolla nelle immagini e persino nei pensieri delle sue tre, magnifiche, protagoniste. Il film di Stephen Daldry, ispirato al romanzo omonimo di Michael Cunningham, a sua volta premiato con il Pulitzer, vola tra le ossessioni di scrittrice e di donna di Virginia Woolf, tra le malinconiche riflessioni di Laura Brown e lo sgretolarsi delle certezze di Clarissa… Ma bisogna “guardare la vita in faccia, sempre, e conoscerla per quello che è, alfine conoscerla, e amarla e poi metterla da parte”: ed è proprio così che queste tre donne di tre epoche diverse decidono di affrontare le ore della propria vita, riesaminando quelle passate e, nelle presenti, scegliere come e se vivere le future. La magia dell’intero film del regista inglese, autore dell’indimenticabile “Billy Elliott”, sta anche nell’aver accostato tre ‘soprano’ del cinema hollywoodiano. Affidando a Nicole Kidman il ruolo della Woolf, a Julianne Moore quello della casalinga insoddisfatta degli anni’50 e a Meryl Streep l’immagine di una moderna Mrs Dalloway, Daldry si è assicurato il successo. Le tre eroine infelici, inquiete e appassionate raccontano storie di straordinaria intimità e universalità, e pur in un linguaggio poetico e letterario assomigliano ai milioni di donne e di uomini che affollano questo mondo, persi perlopiù in pensieri di vita e di morte e a volte di rinascita. Tre donne i cui pensieri oscillano tra la gioia e la disperazione, tra i pieni e i vuoti di un’esistenza che non sempre sanno se mandare avanti o interrompere. Ma sempre e inevitabilmente in grado di guardarsi in faccia e di non perdere mai l’occasione di una ennesima domanda. Si dice spesso che la grandezza di un regista dipenda dagli attori che sceglie, ma che l’eccellenza di questi dipenda a sua volta dall’arte del primo. Certo è che “The Hours” è un capolavoro dell’arte cinematografica. Affondando le proprie radici nella letteratura diventa un tutt’uno con la macchina da presa che nel passare da una interprete all’altra, da un’epoca all’altra, costruisce un cerchio perfetto, e indimenticabile. Mentre, rimaste sospese dal quel breve tempo di riflessione, le tre protagoniste riprendono il proprio cammino: verso la morte, la vita altrove o l’amore

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  21/02/2008 12:11:21
   6 / 10
6 politico.
Dell'intero film, ricordo solo singole scene, sprazzi di grande regia in un racconto tuttavia frammentario.
Tre grandi attrici intepretano tre "momenti" (storici e interiori) con grande intensità, ma il film è scivolato via lasciandomi un po' fredda.
La migliore è stata di certo Julienne Moore, ma l'oscar è andato alla pur brava Kidman.

everyray  @  15/02/2008 15:56:52
   7½ / 10
grandi interpretazioni delle attrici principali,con una Kidman irriconoscibile e grandiosa!
Ottima colonna sonora che sottolinea in maniera perfetta stati d'animo altalenanti,così come altalenante è il ritmo del film!
Da seguire con molta attenzione..

Invia una mail all'autore del commento Napoli-89  @  05/04/2007 21:14:53
   5 / 10
il film nn mi è piaciuto, ma ho apprezzato la recitazione delle tre attrici e la colonna sonora. Poi nn ho capito una cosa, come fa Laura Brown, ke da giovane leggeva il libro Mrs Dalloway, ad incontrare Mrs Dalloway alla fine, poichè suo figlio era legato a quest'ultima??? perfavore rispondete perchè lo voglio capire.

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/09/2007 19.35.55
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/03/2007 21:30:25
   7½ / 10
un film che merita di essere visto per prima cosa per la bravura delle protagoniste...tre donne che vivono in epoche diverse che affrontano temi come la depressione,l'amore bisessuale,la maternita' e la morte!
le tre storie sono tutte interessanti e non cadono mai nella banalita' o nel cercare facili pietismi!
da sottolineare anche la bella colonna sonora!

aiemmdv  @  24/12/2006 01:01:05
   5½ / 10
Vale questo voto solo x il colpo di scena finale.
Ma tutte le tematiche di spessore presenti nel film, vengono affrontate con superficialità e con scarsa incisività..peccato

Mpo1  @  23/12/2006 00:19:48
   8 / 10
Bel film, coinvolgente e commovente. E' vero che per poter apprezzare in pieno questo film bisogna aver letto il bellissimo romanzo di Virginia Woolf "Mrs Dalloway", o almeno sapere qualcosa della vita e delle opere della grande scrittrice inglese: le altre due storie del film sono infatti piene di riferimenti al romanzo o alla vita della Woolf. Meritato l'oscar alla Kidman, anche se Julianne Moore e Meryl Streep sono altrettanto brave, così come il resto del cast. Il film parla di temi importanti: la sofferenza insita nella vita stessa, la difficoltà ad accettare la realtà, lo scarto incolmabile tra i nostri desideri e il vuoto dell'esistenza. Alcuni personaggi, gli artisti, scelgono di morire per non sopportare più la pesantezza della vita; il personaggio della Moore invece "uccide" il mondo circostante, abbandonando la famiglia, per poter vivere; e tutte queste scelte, superando ogni moralismo, sono assolutamente rispettabili. Nel suo romanzo la Woolf uccide il "visionario" perché solo eliminando quella parte di sé si può riuscire a sopportare la realtà; nella sua vita però non ci è riuscita... Insomma un grande film, ma bisogna essere psicologicamente preparati per vederlo... Infine consiglio di leggere i bellissimi romanzi della Woolf.

papera  @  07/11/2006 15:48:30
   9 / 10
Intenso, emozionante e commovente. A me è piaciuto proprio tanto, forse anche più del libro... Nicole Kidman è particolarmente brava forse proprio perchè non è legata alla sua bellezza: dimostra che non è l'arma necessaria per sfondare. Julianne Moore mi è piaciuta più di Meryl Streep.

giuliapra  @  13/10/2006 17:37:56
   10 / 10
intenso ed emozionante. .bellissimo come il libro

Cheeky Boy  @  08/09/2006 00:26:23
   10 / 10
Io sono sconvolto.Questo film ha la media quasi del 7.Impazziti.Poi fate salire voti a film come The Ring o kolossal americani che non valgono nulla vicino a questo piccolo gioiello della letterarura,e non solo,ma anche della psicologia umana compressa,quella più deprimente,quella più difficile.
Tre donne.Tre storie diverse.Tre tipi di emozioni.Ognuna ha un suo canone di vita,ognuna libera se stessa con le proprie capacità...ottime interpretazioni,buona sceneggiatura e bellissime musiche.Complimenti alla Kidman e alla Streep,formidabili.
Un film intenso,profondo,per persone che amano il genere molto drammatico,ma ve lo assicuro come un piccolo gioiello da vedere e rivedere.

edo88  @  06/09/2006 18:49:10
   7½ / 10
Bello bello.
Però per una volta mi prendo il lusso di finire il commento qui, ho fretta.
Ciao.
Ps: strepitose TUTTE E TRE LE ATTRICI.

Invia una mail all'autore del commento alessiofarrell  @  19/07/2006 22:28:48
   9 / 10
Eccellente.... è lento e pesantuccio in alcuni punti ma d'altronde il film riprende la bellezza e la pesantezza del libro....
Eccellenti tutti gli attori.... segue benissimo la storia del libro... non cambia quasi nulla....
Nicole si è meritato a pieno l'oscar!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  19/07/2006 13:13:04
   6 / 10
Quando l'avevo visto me lo avevano presentato come un filmone. Beh, per me di filmone non si tratta! Molto lento, deprimente: non mi ha colpito più di tanto. E' stato molto incensato anche a livello di attrici, e anche su questo non sono d'accordo: la migliore delle tre è Julianne Moore, Nicole Kidman irriconoscibile e "brutta" come mai non è da Oscar e anche Meryl Steep non la citerei (invece bravo Ed Harris).

ely80  @  24/06/2006 16:45:59
   8 / 10
Ottimo film al femminile, intenso e malinconico. Brave interpreti, menzione speciale per Ed Harris

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  10/06/2006 01:59:48
   8½ / 10
Cosa si cela nel cuore di una donna, questo The hours ci racconta. Tre donne legate da un filo sottile che il destino tesse nelle loro vite, attraverso il tempo. La scelta per ognuna di loro è la più grande: vivere o morire? Scegliere di morire dentro, uccidendo se stesse per la vita di qualcun altro. Sacrificare una parte di se stesse per quello che si ama, per quello che germoglia, per quello che ha ragione di esistere grazie a quel contatto materno che lega ogni uomo, che sia figlio, amante, amico, ad una donna. The hours ci mette di fronte a questa dolce e amara morte dell'anima che ogni donna porta con sè nel profondo del proprio cuore, al di là di quella forza che le permette di essere amore e forza. E lo fa con estrema umiltà, aiutandoci a comprendere le ragioni di chi di fronte ad una tale decisione sceglie di fuggire, o addirittura di mollare. Grande film sull'animo umano, grandissime attrici.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Silly  @  04/06/2006 18:24:03
   8½ / 10
Come mai ha una media così bassa? Ma dai, è un film terribilmente malinconico e triste..... E ciò lo deve rendere x forza brutto e noioso? Scusate ma non sono d'accordo. Le attrici sono eccezionali, la storia è intensa toccante. Io lo reputo un film ben fatto, credo meriti di più.

sweetyy  @  02/06/2006 18:00:14
   1 / 10
bruttissimo,noioso e triste

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  30/05/2006 09:39:39
   9 / 10
un film splendido sotto ogni aspetto:trama,montaggio,interpretazioni...da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  04/05/2006 21:31:48
   7 / 10
Un buon film con una storia ke lega tre donne di periodi e situazioni diverse. X me non è particolarmente noioso (ma può risultarlo x altri) e si lascia vedere, ma alla fine si rimane con niente in mano xkè il film è senza sostanza propria.

genni  @  03/05/2006 20:00:32
   8½ / 10
Un ottimo intreccio di vite completamente diverse legate da unica domanda di porsi nei confronti della vita.Tratto dal romanzo di Cunnigham,la storia si intreccia fra la storia della scrittrice Virginia Woolf pronta a compilare il suo romanzo Mrs dalloway per intero.Poi c'è Laura Brown nonchè Julianne Moore,che interpreta una casalinga frustata,in preda al suicidio ma che grazie alla lettura del romanzo cambiera propriamente le sue scelte di vita.
Infine c'è Vanessa,cioè la meravigliosa ed elegante Meryl Streep,nel ruolo di un personaggio in preda all'ansia che vive nella fredda e gelida New York dei nostri tempi,a caccia di felicità e serenità insieme al suo amico Richard in lotta contro l'AiDs.Il film è ben confezionato,ottima regia e scewneggiatura,buone musiche.
Tocca facilmenrte le corde del cuore ma lo fa con mestria ed eleganza.
Un thanks ai meravigliosi interpreti che ahimè hanno ingioiellato il film.

fred legh davis  @  16/04/2006 15:40:46
   8½ / 10
un film davvero non facile x l'intreccio delle vicende e la trama complessa
tuttavia mi e piaciuto moltissimo...realizzato benissimo
ineccepibile l'interpretazione dell'immensa meryl streep
fantastica julianne moore ke nello stesso anno ha interpretato lo stesso ruolo(magari meno frustrato)in "lontano dal paradiso"e con due nomination all'oscar, una x miglior attrice protagonista, una x non protagonista e tornata, purtroppo, a casa amani vuote;
nicole kidman e un attrice versatile bravissima ke si e vista il riconoscimento dell'academy x la sua impeccabile e sofferente interpretazione!

suzuki71  @  06/04/2006 17:20:50
   9½ / 10
Bellissimo, perfettamente montato, cast eccellente, musiche perfette, ottima sceneggiatura... e anche un bel finale pieno di speranza. Molto molto molto poetico...non come i libri della Wolf che (ahimè) non riesco mai a legegre oltre le prime 15 pagine (secondo me scrive troppo con una mentalità femminile, non che sia un limite anzi, ma preferisco sicuramente Hemingway...). Cmq film bellissimo, non ho letto il libro di Cunningham non posso ulteirormente giudicare...

Mavors84  @  17/03/2006 18:25:29
   8½ / 10
allora per questo film inizialmente non sapevo che voto dare.... l'ho visto molto tempo fa e una volta anche il lingua originale.
non ho dato di più solo per il fatto che si distacca molto dal libro di cunningham... per il resto abbiamo tre attrici bravissime, eccezionali, e doveva meritare anche un altro oscar: quello per la colonna sonora (philip glass per chi non ricorda), acnhe sel'ha vinto frida di elliot goldenthal quindi poco da dire!

Beefheart  @  06/03/2006 01:34:29
   6 / 10
Un melodramma vago e sfuggente che riflette sull'evergreen della vita/non-vita; tant'è che lo fa, indistintamente, attraverso tre storie, con personaggi ed epoche diverse, raccontate attraverso una minuziosa secneggiatura che saltella continuamente tra gli anni '20, '50 e 2000, una raffinata fotografia che ne scandisce i passaggi ed un'ottima interpretazione di un cast infarcito di nomi famosi (clamoroso il trucco di Nicole Kidman). Purtroppo cotanta estetica non è supportata da altrettanto spessore narrativo ed il tutto rimane artificioso. Problemi esistenziali, omosessualità più o meno represse, tendenze suicide e tante lacrime... ma in concreto?

nemoelegy  @  01/03/2006 01:03:36
   9 / 10
Bello e fatto bene. Non era nemmeno semplice...
Bravo Daldry, strepitosa la colonna sonora del mitico Philip Glass!
Peccato un piccolo enorme errore: la caduta del manichino dalla finestra, non ci voleva proprio. Come ha fatto a sbagliare questa?
La tragedia doveva fermarsi agli occhi della Streep, e assolutamente non andare oltre, era già tutto lì.
Questo ha reso tutto il film imperfetto, mentre altrimenti sarebbe stato perfetto.
Comunque è da vedere!

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  28/02/2006 17:24:21
   6½ / 10
Il film soffre di una cattiva trasposizione dal libro.
L'inizio è troppo lento e non si capisce bene dove vada a parare. Dalla metà in poi invece prende vigore e la trama ricercata del libro inizia a farsi sentire.
Bravo tutto il cast con una notazione particolare a E. Harris.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Caio  @  19/12/2005 12:13:18
   8 / 10
non avevo letto mrs dalloway, e nel vedere questo film ho avuto la sensazione che fosse necessario leggerlo per capirlo fino in fondo. Cmq, anche per chi non coglie tutte le sfumature, il film è molto molto bello. Le tre donne sono straordinarie, e alcuni dialoghi incredibilmente struggenti.

style  @  13/12/2005 10:07:00
   8 / 10
bel film, molto drammatico, con un cast eccezzionale.

Personalmente la recitazione che più mi ha colpito è stata quella della Streep e di Ed Harris (quest'ultimo comunque non compare più di 5-10 minuti).

Ch.Chaplin  @  04/12/2005 18:47:10
   8½ / 10
a me è piaciuto molto..anke se è veramente troppo malinconico...nn c'è un motivo x vivere qui dentro..t verrebbe voglia d suicidarti dopo ke l'hai visto..cmq meritevole e sicuramente consigliato..se prima si legge mrs.dalloway d virginia woolf meglio ancora!

dany_05  @  06/11/2005 09:56:31
   8 / 10
veramente bello........direi anke un po complicato da seguire xò bello bello bello!!!!!!

ele83  @  01/11/2005 10:22:20
   9 / 10
Questo film mi ha colpito profondamente ed è ora tra i miei preferiti di sempre. Si rasenta la perfezione:
- la trama: tratto da un romanzo premio Pulitzer, racconta la vita di tre donne, legate tra loro al di là del tempo e dello spazio. Sullo sfondo, come un filo rosso che le tiene unite, la vicenda di Mrs. Dalloway, romanzo capolavoro della Woolf. L'idea è geniale;
- la sceneggiatura: un lavoro magnifico. Sono state apportate alcune modifiche rispetto al romanzo, ma in generale lo sceneggiatore ha rispettato alla lettera anche i dialoghi. Il background dei protagonisti è meglio analizzato nel romanzo, il film lascia motlo più spazio a interpretazioni;
- gli attori: che dire? Nicole Kidman si porta a casa un Oscar meritatssimo; Meryl Streep è impeccabile come sempre (solo per la scena in cucina avrebbe meritato l'ennesima statuetta..); Julianne Moore, forse nel ruolo più diffiicile, è composta, non esagera mai, e fa trasparire anche solo con lo sguardo la sua sofferenza; Ed Harris è perfetto. E' presente in solo due scene, ma la sua forza espressiva lascia senza parole. E' sua la battuta migliore del film (secondo me): "Mrs. Dalloway.. Always giving parties..to cover the silence." Wow..; perfetto anche il resto del cast, da John C. Reilly nella parte del marito, a Claire Danes e Jeff Daniels.
- le musiche: Philip Glass compone una colonna sonora che si infiltra nelle trame del film, lo accompagna senza strafare, ti rimane dentro.
- la regia: al suo primo film Daldry dimostra di saper dirigere un cast di questo livello. Il suo tocco si vede. Delicato.. un uomo che dirige un film soprattutto di donne e sulle donne.. poteva risultare un dramma melenso, invece il regista inglese non perde mai il controllo del film e ciò che ne risulta è un film splendido.
Forse sa un po' troppo di "film a caccia di Oscar", ma nel complesso è un film da non perdere. Certo può non piacere, ma chi ha dato meno di 5, è forse troppo abituato ai film d'azione americani (che non lasciano il tempo per pensare) per cogliere la bellezza e la poesia di questo capolavoro. Commenti come "è noioso" o "è troppo lento" o "che palle!" non meritano nemmeno risposta.

Dan Rose  @  01/09/2005 01:49:25
   8 / 10
Il film è intriso di una drammaticità quasi "solida" , granitica a tratti.
Il peso della diversità e della solitudine si fa sentire sulle spalle delle tre protagoniste che danno prove di eccezionale recitazione.

Il tutto è fin troppo pesante per il povero spettatore, ma l'atmosfera, la recitazione e l'originalissimo soggetto meritano un otto pieno.



Mariospa  @  24/07/2005 14:22:40
   9 / 10
intenso e commovente...da vedere

  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a' la recherchea passo d'uomoamazing - fabio de luigi - stagione 1anatomia di una cadutaancora volano le farfalleappendagearkie e la magia delle luciassassinio a veneziaasteroid cityballerina (2023)bersaglio d'amorebuon natale da candy cane lanecallas - parigi, 1958casanova operapop - il filmcassandroc'e' ancora domanicento domenichecimitero vivente - le originicinque stanzeclub zero
 NEW
colpo di fortunacomandante (2023)con la grazia di un diodark harvestdiabolik chi sei?do not disturb (2023)doggy styledogman (2023)doppia coppiadoppio passodream scenario - hai mai sognato quest'uomo?elf meenzo jannacci vengo anch'iofair play (2023)felicita'fisherman's friendsfive nights at freddy'sflora and sonfoto di famigliagodzilla minus onegood vibesgorgonagran turismo - la storia di un sogno impossibileheartless - senza cuoreholidayhome education - le regole del malehunger games - la ballata dell'usignolo e del serpentei limoni d'invernoi mercen4ri - expendablesil caftano bluil canto del pavoneil castello invisibileil cielo bruciail confine verdeil convegnoil faraone, il selvaggio e la principessail grande carroil lato oscuro della luz del mundoil libro delle soluzioni
 NEW
il male non esiste (2023)il meglio di teil migliore dei mondiil mio amico tempestail mio grosso grasso matrimonio greco 3il paese dei jeans in agostoil paese del melodrammail pi¨ bel secolo della mia vitail terrorista nella testa
 NEW
improvvisamente a natale mi sposoin fila per duein the fireinfinitiio capitanojoika - a un passo dal sognokillers of the flower moonla caduta della casa degli usher - miniseriela chimera
 NEW
la chiocciolala festa del ritornola fortuna e' in un altro biscottola guerra dei nonnila guerra del tiburtino iiila moglie di tchaikovskyla seconda chancela sediala verita' secondo maureen k.l'altra vial'esorcista: il credentel'imprevedibile viaggio di harold fryl'invenzione della nevelubol'ultima luna di settembrel'ultima volta che siamo stati bambinimafia mammamamma qui comando iomary e lo spirito di mezzanottemay decemberme contro te: il film - vacanze in transilvaniami fanno male i capellimimi' - il principe delle tenebremisericordiamurnapoleon (2023)nata per tenessuno ti salvera'non credo in nientenormalenyad - oltre l'oceanoold dadspaesaggio con mano invisibilepain hustlers - il business del dolorepalazzina lafpasolini. cronologia di un delitto politicopatagoniapaw patrol - il super filmpetites - la vita che vorrei... per tephobiapovere creature!
 NEW
prendi il voloquiz ladyreptileretributionriabbracciare parigirustinsaw xsick of myselfsilent night - il silenzio della vendettaslotherhouseslysoldato petersorella mortestrange way of lifesuitable fleshtalk to me (2022)thanksgiving (2023)the burial ľ il caso o 'keefethe creatorthe holdovers - lezioni di vitathe killer (2023)the marvelsthe new toythe nun 2the old oakthe palacethe pigeon tunnel - ritratto di john le carre'the piper (2023)titinatotally killertrenque lauquentrolls 3 - tutti insiemeun anno difficileun weekend particolareuna sterminata domenicauomini da marciapiedevolevo un figlio maschioyuku e il fiore dell'himalaya

1045172 commenti su 50129 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ABERRANCEADAM (2020)ANNIE DEL KLONDIKECELLO (2023)CRACKEASTER BUNNY MASSACRE: THE BLOODY TRAILERGASTOLOFEED (2022)FROM ZERO TO I LOVE YOUGO WEST YOUNG MANHAPPY ENDING - IL SEGRETO DELLA FELICITA'I VANTAGGI DEL TRADIMENTOINVITO A UN ASSASSINIOLE PRIGIONIERE DELL'ISOLA DEL DIAVOLOLE SEDICENNIMACH 2MARY HAD A LITTLE LAMBMY LITTLE CHICKADEENIGHT OF THE HUNTEDONCE UPON A STUDIOOPERATION ORIENTPASSIONE - IL RAGAZZO D'OROPRELUDIO D'AMORERETURN OF KRAMPUSRITORNA IL TERZO UOMOSEXTETTESHY GUYTHE FORBIDDEN PLAYTHE PUPPETMANTHERE'S SOMETHING IN THE BARNTHREE BLIND MICEUN GRIDO D'AIUTOUNA SPOSA QUASI PERFETTAVINDICTA

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net