siamo donne regia di Luigi Zampa, Luchino Visconti, Roberto Rossellini, Gianni Franciolini, Alfredo Guarini Italia 1953
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

siamo donne (1953)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SIAMO DONNE

Titolo Originale: SIAMO DONNE

RegiaLuigi Zampa, Luchino Visconti, Roberto Rossellini, Gianni Franciolini, Alfredo Guarini

InterpretiAnna Magnani, Isa Miranda, Ingrid Bergman, Alida Valli, Anna Amendola

Durata: h 1.35
NazionalitàItalia 1953
Generecommedia
Al cinema nell'Aprile 1953

•  Altri film di Luigi Zampa
•  Altri film di Luchino Visconti
•  Altri film di Roberto Rossellini
•  Altri film di Gianni Franciolini
•  Altri film di Alfredo Guarini

Trama del film Siamo donne

Prologo (di Gianni Franciolini): Alida Valli e il fidanzato di un'altra; Alfredo Guarini: un concorso per aspiranti attrici; Roberto Rossellini: Ingrid Bergman e il pollo Loiacono; Luigi Zampa: Isa Miranda e la maternitÓ sacrificata alla carriera; Luchino Visconti: Anna Magnani e un taxista esigente.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,00 / 10 (5 voti)7,00Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Siamo donne, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

topsecret  @  06/03/2015 20:51:26
   7 / 10
Quattro famose (e ottime) attrici si raccontano in questo film ad episodi.
Si può notare nel prologo che introduce i vari episodi il contrasto tra l'aspirante attrice e la diva ricca e famosa.
Nel primo episodio con la Valli si evidenzia la voglia di normalità, di una vita semplice e appunto normale. Purtroppo si fatica a credere che la Valli avrebbe volentieri fatto a cambio con la vita della sua massaggiatrice, ma comunque è uno spaccato nostalgico che serve alla versatilità dell'attrice di Pola.
Nel secondo ci viene presentata una Ingrid Bergman spontanea, fresca e umanamente vera, nell'intimità della propria casa ma alle prese con un pollo e una signora dispettosi. Davvero molto simpatica la compianta attrice svedese che parla un bellissimo italiano.
Terzo episodio, forse quello più riuscito, con protagonista una Isa Miranda istintivamente materna che racconta la sua scelta di non avere figli per favorire la sua carriera. Malinconico epilogo.
Ultimo capitolo, quello di una sempre impetuosa e combattiva Anna Magnani che mette in mostra carisma, ironia e bel canto.
Un film gradevole, forse non eccelso per alcuni aspetti, ma scorrevole, dinamico e capace di offrire un punto di vista diverso su 4 grandi attrici che sarebbe bene riscoprire e non dimenticare mai.

hghgg  @  27/08/2013 11:06:52
   7 / 10
Piacevole e riuscito esperimento da un'idea di Zavattini di film a episodi in cui quattro grandi attrici, dirette da altrettanti registi, raccontano un episodio reale della loro vita (per quanto poi romanzato in stile cinematografico, ovvio). Coinvolte nel progetto Alida Valli (una delle migliori attrici italiane di sempre, per il sottoscritto), Ingrid Bergman (nientemeno) Isa Miranda (altra bravissima attrice) e Anna Magnani (...) tutte ovviamente nella parte di loro stesse, in un esperimento quasi meta-cinematografico a tratti divertente (Magnani-Bergman) a tratti malinconico (Valli-Miranda).
Il film si apre con l'episodio introduttivo diretto da Alfredo Guarini che narra di un concorso per aspiranti attrici con protagoniste Anna Amendola (diverrà soprattutto doppiatrice dopo qualche film spesso di poco conto) e Emma Danieli (in seguito volto televisivo come annunciatrice o presentatrice) vincitrici del concorso al quale viene appunto comunicato che la vicenda della loro partecipazione a tale concorso sarà l'episodio inserito all'inizio di questo film. Meta-cinema appunto. Sicuramente l'episodio più dimenticabile.
Poi si entra nel film e nei quattro episodi veri e propri. Il primo ha come protagonista (la grandissima) Alida Valli diretta da Gianni Franciolini. Bell'episodio, piuttosto malinconico ed è una buona dimostrazione dei possibili "contro" di una vita da diva.
Il secondo episodio ha un'idea di fondo geniale (anche se poi è tutt'altro che geniale). Infatti è l'episodio più leggero, goliardico e dagli intenti comici del film e paradossalmente ha come protagonista Ingrid Bergman, ossia la più grande diva di Hollywood degli anni '40, che troviamo qui intenta a inseguire un pollo dispettoso. Ovviamente diretta da Roberto Rossellini. L'episodio è una mera cavolata goliardica ma diverte vedere Ingrid Bergman in persona tanto smitizzata, tra figlietto, cani e figliastri vari. Recita personalmente in un buonissimo italiano, pur con qualche strafalcione che strappa un sorriso.
Subito dopo, l'episodio più intimista e malinconico con protagonista Isa Miranda, diretta da Luigi Zampa, con l'attrice che si trova a dover badare a dei bambini e riflette sul fatto di aver sacrificato alla carriera cinematografica anche il desiderio di avere dei figli. Frammento molto bello.
Si arriva alla fine con l'uragano Anna Magnani, diretta dall'amico Visconti. L'ho già detto che, oltre ad essere con distacco la migliore attrice italiana, per me la Magnani è anche la più grande di tutti i tempi in senso assoluto ? Credo di si, ma "repetita iuvant". La Magnani ci narra e porta in scena un episodio accadutole dieci anni prima (quindi nel 1943, due anni prima di "Roma città aperta" quando era attiva soprattutto, ma non solo, come grandissima dell'avanspettacolo), ossia una lite con un tassista per un motivo molto particolare. Un episodio che risulta molto divertente proprio grazie a quel tornado che è Anna Magnani che mostra tutta la sua "tigna" e riesce a spuntarla (c'aveva pure ragione eh) appena in tempo per arrivare a teatro, dove indiavolatissima se magna tutti quelli che le capitano davanti (quello che le vuole fare la multa perché arrivata in ritardo, "BE LEI ME LA LEVA LA MULTA! PERCHE' TANTO NON LA PAGO" :D) per poi esibirsi in uno splendido momento d'avanspettacolo che chiude benissimo il film. Attrice di un carisma, una presenza scenica, un timbro di voce, un'espressività, una spontaneità e soprattutto una formale imperfezione tutta di stampo popolare che la rendono paradossalmente l'attrice perfetta, che sia nel cinema drammatico, nell'avanspettacolo o in momenti più goliardici e "privati" come questo qui narrato.
In conclusione piacevole film a episodi adatto ad ammirare di seguito 4 attrici straordinarie.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  10/04/2013 20:47:57
   7 / 10
Esperimento documentaristico e metacinematografico zavattiano, intrigante e ritengo riuscito nonostante alcuni episodi non prendono con serietà il proponimento indebolendo il costrutto dell'opera, personalmente ho apprezzato l'aneddoto della Valli sulla tentazione e quello della Magnani che premette con autocritica la singolarità del suo carattere fumantino-irascibile e per questo traspone su celluloide un episodio tra il demenziale e il faceto, interessante quello introspettivo della Miranda che riconosce con sguardo malinconico di aver anteposto la carriera alla maternità, disimpegnato quello della Bergman, di taglio documentaristico l'ouverture di Guarini.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  20/10/2009 22:11:26
   7 / 10
Quattro raccontini su misura per le quattro dive protagoniste. L'episodio della Bergman diretta da Rossellini è abbastanza imbarazzante, quello della Valli non banale e molto tenero, commovente il pezzo con la meravigliosa Miranda, esilarante quello della Magnani diretta dall'amico Visconti, costretta a trovare l'appoggio di mezza Roma per giustificare la piccola taglia ("da grembo") del suo cagnolino e per non incorrere in una multa che non vuole pagare; il tutto prima di correre in teatro per regalare al suo pubblico un impagabile pezzo di indimenticabile avanspettacolo. C'è anche un noioso episodio su un concorso di aspiranti reginette di bellezza, piuttosto deprimente.

paride_86  @  17/10/2008 02:06:45
   7 / 10
Confessioni di quattro dive più la cronaca di un provino per aspirante attrice. Credibile l'episodio con Alida Valli, dolce e intenso quello con Isa Miranda; la storia della Bergman è piuttosto insulsa, così come il racconto del concorso. La vera mattatrice è Anna Magnani, autentica e strepitosa.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americanafino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggovernance - il prezzo del poteregreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitali
 NEW
jakob's wifejudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwin
 NEW
non mi ucciderenotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaythunder forcetua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswhy did you kill me?wonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016695 commenti su 45326 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net