se sara' luce sara' bellissimo - moro: un'altra storia regia di Aurelio Grimaldi Italia 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

se sara' luce sara' bellissimo - moro: un'altra storia (2008)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SE SARA' LUCE SARA' BELLISSIMO - MORO: UN'ALTRA STORIA

Titolo Originale: SE SARA' LUCE SARA' BELLISSIMO - MORO: UN'ALTRA STORIA

RegiaAurelio Grimaldi

InterpretiRoshan Seth, Steffan Boje, Craig Fairbrass, Edoardo Sala, Maria Papas, Gaetano Amato

Durata: h 1.31
NazionalitàItalia 2008
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2008

•  Altri film di Aurelio Grimaldi

Trama del film Se sara' luce sara' bellissimo - moro: un'altra storia

Aldo Moro è stato rapito dalla Brigate Rosse dopo una terribile strage. Successivamente a una prima fase nella quale non corrisponde alle richieste dei brigatisti che lo interrogano per conoscerne i segreti, chiede di poter scrivere delle lettere.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,50 / 10 (1 voti)7,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Se sara' luce sara' bellissimo - moro: un'altra storia, 1 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  15/04/2013 00:30:09
   7½ / 10
Ennesima ed interessante rilettura del Caso Moro operata da Grimaldi e passata, secondo me, con troppa leggerezza in silenzio perchè l'elemento positivo più rimarchevole della pellicola è l'approccio che partendo dalla centralità di quei 55 giorni di prigionia dello statista democristiano, si snoda nel vero obiettivo che il regista intende evidenziare, cioè le lacerazioni profonde che emersero in quel particolare periodo.
Lacerazioni di una sinistra divisa tra la partecipazione o meno al governo Andreotti, di cui Moro fu promotore principale. Lacerazioni di uno Stato imbeccato ed asservito alla volontà statunitense e pronto addirittura mettere in discussione sé stesso e lo stato di diritto in favore di una deriva da dittatura sudamericana. Le lacerazioni degli stessi brigatisti divisi tra la liberazione e l'uccisione dell'ostaggio. La lacerazione individuale di un uomo solo e abbandonato a sé stesso anche da coloro che riteneva amici e quella di un cristiano che si rendeva conto di non essersi comportato cristallinamente nella sua fulgida carriera politica. L'ammissione palese della propria ipocrisia.
Grimaldi rifugge dal semplice cronachismo di Ferrara, non vuole essere completamente fedele alla realtà storica, ma vuole ricostruire cercando di essere fedele allo stato d'animo di quel particolare periodo storico, tra i più duri mai affrontati dal nostro paese. Un film sorprendente e coraggioso.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008854 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net