rifkin's festival regia di Woody Allen USA, Spagna 2020
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

rifkin's festival (2020)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RIFKIN'S FESTIVAL

Titolo Originale: RIFKIN'S FESTIVAL

RegiaWoody Allen

InterpretiElena Anaya, Louis Garrel, Gina Gershon, Sergi Lˇpez, Wallace Shawn

Durata: h 1.28
NazionalitàUSA, Spagna 2020
Generecommedia
Al cinema nel Maggio 2021

•  Altri film di Woody Allen

Trama del film Rifkin's festival

Rifkin accompagna la moglie Sue, ufficio stampa, al San Sebastian Film Festival, in Spagna. Mentre lei si dedica al giovane e brillante regista francese suo cliente, Rifkin ha un'intesa particolare con Jo, una bellissima dottoressa del posto.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,22 / 10 (9 voti)6,22Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Rifkin's festival, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  10/09/2021 15:45:52
   5 / 10
Arriva nel 2021 l'opera più scopertamente cinefila del buon Woody, ormai da qualche anno non più presente in prima persona nei suoi lavori ma sostituito in questo caso da un collega quasi coetaneo come Shawn, riflesso in carne e ossa dei suoi soliti complessi e delle sue nevrosi. Già da questo si capisce che il nuovo film alleniano porta la solita acqua al solito mulino, anche se la location spagnola e gli espliciti inchini cinefili ai Bergman e Fellini di turno vorrebbero forse collocarlo in una dimensione meno abusata. Non è così perchè le dinamiche di amori e tradimenti sono sempre le stesse e le riflessioni sul vecchio e il nuovo e sulla passione e la ragione non sembrano trovare sbocchi interessanti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma se il racconto potrebbe essere visto come una onesta commedia sugli sbandamenti amorosi dell'età senile ( tra l'altro irrisolta, ma questo dipende dai punti di vista ) il caro Woody questa volta sbaglia quello che solitamente non sbaglia mai: la scelta del protagonista. Wallace Shawn è un brillante mestierante al quale fare la spalla riesce benissimo, ma è troppo debole per reggere la parte principale dell'alter ego del regista; il fatto poi che non abbia in bocca neanche una battuta buona in 90 minuti di film non lo aiuta di certo.

Trixter  @  10/09/2021 14:21:32
   6½ / 10
Un Allen un pò più dimesso e malinconico del solito. Tutto appare solo un pretesto per far conoscere l'idea di cinema del regista-protagonista, i vari omaggi al cinema che fu ed il poco apprezzamento nei confronti delle nuove leve. Qualche graffiante battuta non manca, ma si perde in mezzo a dialoghi sagaci, ritmati ma un pò annacquati. Per me, protagonista assoluta della pellicola resta la splendida location. Non il miglior Allen ma, comunque, un Allen godibile. Sempre inesorabilmente uguale ma, in fondo, ogni volta un pò diverso.

Wilding  @  23/08/2021 11:36:35
   6½ / 10
La solita commedia di Allen, piacevole, riflessiva, intelligente. Gli "intermezzi" onirici in b/n mi annoiavano, peraltro il riferimento a capolavori del Cinema è solo per intenditori, credo se ne potesse fare a meno, il risultato sarebbe stato un film più scorrevole.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/06/2021 19:02:07
   6½ / 10
Un Allen meno convincente del solito, ma con il buon intuito nella scelta dell'attore protagonista, Wallace Shawn, ulteriore alter ego alleniano in una versione più matura e malinconica. Certamente ha sempre quelle caratteristiche tipicamente alleniane ma questo personaggio comincia a fare quel bilancio esistenziale e scopre che è piuttosto deficitario. Un uomo perennemento insoddisfatto ed inconcludente che proprio fuori dall'ambiente newyorkese vede le cose in maniera più oggettiva come un matrimonio ormai finito. Un uomo fortemento legato alle logiche del secolo scorso e legato a quel cinema, soprattutto europeo, che ha amato in maniera intensa e che rappresenta la valvola di sfogo dei suoi pensieri più nascosti.

Mauro@Lanari  @  28/05/2021 19:04:51
   5 / 10
Nel bipolarismo d'Allen è il turno della fase up: non si sente più fagocitato dalla morte ma la irride assumendone il nome (Mort) e citando ironicamente "Il settimo sigillo". Buon per lui, meno per gli spettatori sfiancati dalla sua altalena umorale. Woody ha sempre voluto mostrarsi come cinefilo (1977: "Io e Annie" con la celebre scena in cui McLuhan interpreta se stesso [https://youtu.be/RqYE0YwSgDQ]) e in quest'occasione perviene al suo culmine. Avrebbe dovuto dire cose meno banali ma è un aforista e non un saggista, perciò la dicotomia fr'arte statunitense ed europea o fra cinema del Novecento e quell'odierno è da schizofrenici: solo nello spaziotempo da lui idealizzato ci si poneva la Seinsfrage esistenzialistica? Facesse pace con se stesso e si liberasse dalla contraddizione che gli fa aprire le citazioni oniriche di "Rifkin's Festival" con "Quarto potere". E, magari, capisse che certe domande sopravvivono ancor oggi, solo che lui disapprova le risposte fornite dalla cultur'attuale. A torto o a ragione? Troppo presto per una risposta definitiva.

Mauro Lanari

Misialory  @  24/05/2021 19:16:36
   7 / 10
la sceneggiatura è godibile e l'ambientazione in Spagna a San Sebastian un'ottima scelta. L'omaggio al cinema europeo (8 e 1/2 di Fellini il più riuscito) è una vera chicca. Non mi hanno però convinta i due protagonosti: Wallace Shawn dovrebbe essere l'alter ego del regista ma non ci riesce quasi per nulla. Le mitiche battute di Woody perdono gran parte della loro ironia perchè Shawn non ha la recitazione di Allen, nè l'espressività. I dialoghi risultano piatti e a tratti noiosi, si ride poco diversamente dagli altri fim in cui Woody e i suoi protagonisti migliori riescono a trasmettere il senso vero che rende unici i suoi film.
Gina Gershon sarà brava ma con quel viso liftato non mi ha trasmesso granchè. Perchè l'abbia scelta è un mistero...Carina invece la spagnola Alena Anaya. Louis Garrel è meno trasandato del suo solito, fa la sua figura come giovane regista francese di successo ma incide poco nelle storia. In sostanza il film avrebbe avuto i presupposti per una migliore riuscita. Mi rimane solo la voglia di tornare a San Sebastian, per il resto non lo riguarderò.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

marcogiannelli  @  21/05/2021 15:19:07
   6½ / 10
Film minore di Woody in tutto e per tutto che ha accompagnato il mio ritorno in sala con un pò di delusione.
Il regista newyorkese omaggia il cinema di un tempo che lui ha amato tramite la visione di un personaggio malinconico come quello di Mort. Amore per il cinema quindi, ma anche un apparente disprezzo per il cinema di oggi, fatto di remake, registi super overrati al primo film e un'apparenza che nella sostanza significa nulla.
Tantissime citazioni che si sprecano e un pò si perdono.
L'intreccio amoroso è qualcosa che abbiamo visto e rivisto nei film del buon Woody e qui sembra quasi essere una scusa per dire cosa si pensa dell'industria cinematografica.
Anche le battute funzionano meno e sono meno graffianti del solito.
Grandissima fotografia di Vittorio Storaro.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  19/05/2021 00:01:20
   7 / 10
Allen lascia momentaneamente New York e se ne va in Spagna, e da qui si lancia in un delirio di citazioni parodistiche di vari capolavori del cinema europeo, mettendo alla berlina quei giovani registi che voltano le spalle al grande cinema del vecchio continente per strizzare l'occhio al vuoto patinato di Hollywood.
Il solito grande cinema di Allen, sempre uguale a sé stesso e sempre nuovo e divertente.

topsecret  @  17/05/2021 14:00:11
   6 / 10
Allen torna in Spagna per girare questo suo ultimo film, rendendo omaggio ai grandi registi europei che lo hanno ispirato, o semplicemente accompagnato, durante la sua carriera. Citazioni per Fellini, Pasolini, Truffaut, Bunuel, Godard e Bergman (e qualcun altro che mi sarà sfuggito) in questa commedia votata al sentimentale, un po' nostalgica e decadente nei dialoghi, anche se non manca una corposa vena ironica, dal ritmo ragionato, ma forse troppo lineare nelle dinamiche che offrono pochi spunti davvero degni di nota.
Merito al cast che mi è sembrato abbastanza credibile.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

800 eroia cena con il lupoa classic horror storya dayagente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesall my lifeamazing grace (2018)ancora piu' belloatlasbaphometbeckettblack widow (2021)blood brothers: malcolm x & muhammad aliblood red skyblue bayoubon joviboys (2021)candymancapitan sciabola e il diamante magicocensorcodacome un gatto in tangenziale - ritorno a coccia di mortocomediansdau, natashademonic (2021)
 T
dune (2021)earwig e la stregaennio: the maestroescape room 2: gioco mortaleextraliscio - punk da balerafalling - storia di un padrefast & furious 9 - the fast sagafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666fellinopolisfigli del soleframmenti dal passato - reminiscencefree guy - eroe per giocofuturahasta la vista!i croods 2 - una nuova erai profumi di madame walbergil cieco che non voleva vedere titanicil collezionista di carteil gioco del destino e della fantasia
 T
il giro del mondo in 80 giorni (2021)il matrimonio di rosail mostro della criptail ragazzo piu' bello del mondoil silenzio grandeil viaggio del principein prima lineain the earthin the heights - sognando a new yorkio sono nessunoio, lui, lei e l'asinojodorowsky's dunejosepjungle cruisekatekufidla brava mogliela casa in fondo al lagola cordigliera dei sognila felicita' degli altri...la grande staffettala guerra a cubala guerra di domani (2021)la nostra storiala notte del giudizio per semprela ragazza con il braccialettola ragazza di stillwaterla terra dei figlila vita che verra'l'amante russol'amore non si salet us inlucal'uomo nel buio - man in the darkmadres paralelasmalignant (2021)mandibules - due uomini e una moscamarx puo' aspettareme contro te: il film - il mistero della scuola incantatamedusa: queen of the serpentmi chiedo quando ti manchero'mondocane (2021)monster hunterno sudden movenowhere specialocchi bluoldpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fugapigpossession - l'appartamento del diavolopunta sacraquello che non so di tequi rido ioreflectionritorno in apnearoom 9run (2020)school of mafiaschumachershang-chi e la leggenda dei dieci anellisibyl - labirinti di donnasnake eyes: g.i. joe - le originisongbirdspin time, che fatica la democrazia!spiral - l'eredita' di sawspirit - il ribellestate a casastorm boy - il ragazzo che sapeva volaresupernova (2021)the book of visionthe boy behind the doorthe green knightthe ice roadthe lockdown hauntingsthe nest (2021)the night house - la casa oscurathe protege'the sparks brothersthe suicide squad - missione suicidathe voyeursthey talktigerstoo late (2021)toothfairy 3triumphuna donna promettenteuna relazioneuno di noiuntitled horror movie (umh)
 NEW
venom - la furia di carnagevolami viavoyagerswelcome venicex&y - nella mente di anna

1021019 commenti su 46284 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net