radio days regia di Woody Allen USA 1987
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

radio days (1987)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RADIO DAYS

Titolo Originale: RADIO DAYS

RegiaWoody Allen

InterpretiAndrew Clark, Josh Mostel, Seth Green, Dianne Wiest, Julie Kavner, Mia Farrow

Durata: h 1.38
NazionalitàUSA 1987
Generecommedia
Al cinema nel Settembre 1987

•  Altri film di Woody Allen

Trama del film Radio days

I ricordi di Joe - la sua infanzia, la sua famiglia di origine ebrea - sono legati agli anni in cui non c'era la televisione e la radio era l'unica fonte di spettacolo e informazione. Negli anni Trenta, tra le canzoni di Glenn Miller e l'attacco di Pearl Harbour, attorno a Joe c'erano il padre, sempre pronto ad avventure sballate, lo zio, abilissimo pescatore, la madre burbera e affettuosa, una venditrice di sigarette di cui tutti erano innamorati,una zia, zitella e sognatrice.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,80 / 10 (27 voti)7,80Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Radio days, 27 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

fabio57  @  25/05/2016 08:50:31
   8½ / 10
Allen in forma smagliante gira il più autobiografico dei suoi film. Con la sua consueta ironia e il suo garbato umorismo, racconta l'America degli anni trenta e quaranta, attraverso la storia e le peripezie della sua famiglia d'origine, sempre raccolta intorno al totem dell'epoca, la radio.

GianniArshavin  @  27/12/2015 23:50:22
   7½ / 10
Radio days è uno dei film meno conosciuti di Woody Allen , ma anche uno dei più validi e meritevole di una riscoperta.
L'opera è un racconto biografica sulla sua infanzia di Allen , ricordi sparsi che fra nostalgia e disincanto , raccontano di un'epoca in cui si era felici con pochi soldi e tanti pasti consumati insieme ascoltando le voci e i suoni di una radio sempre accesa.

Il regista dunque ci porta con lui a conoscere il mondo durante i "giorni della radio", un periodo storico molto lontano da noi e mai trattato cosi bene prima di questo film. La trama è ammantata da un sottile strato di malinconia che tuttavia non impedisce tante battute e molte risate conseguenti. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e sarà semplice entrare in empatia con loro. Il cast non prevede grandi volti (se escludiamo Mia Farrow, comunque non impiegata in un ruolo principale) ma gli interpreti rispondono bene, diretti perfettamente dal maestro americano.
La pellicola , nella sua semplicità,riesce a far sorridere e riflettere ed inoltre riesce a coinvolgere davvero tanto , infondendo nello spettatore gli stessi sentimenti che prova il regista , un risultato eccezionale se pensiamo quanto la nostra società si differente da quella evocata nel film.
Quindi una pellicola intrisa di sketch divertenti e tanta nostalgia , da recuperare e adatta a tutte le tipologie di spettatori.

BlueBlaster  @  13/08/2014 03:36:11
   6½ / 10
Buon spaccato di un'epoca ormai dimenticata...usi e costumi degli anni 30 e "storia della radio statunitense" concentrata in un film leggero ma colmo di sentimenti personali per Allen che firma quello che forse è la sua pellicola più biografica ed emotiva visto che racconta la sua infanzia/pre-adolescenza .
Seth Green perfetto nel ruolo di Woody da bambino ma per il resto il cast è insapore.
Risate ben dosate ma ritmo molto ondeggiante che porta a momenti di noia.
In definitiva un film piacevole ma che non mi ha catturato o emozionato...pare più un progetto personale di ricordi che un film per il pubblico.

topsecret  @  10/06/2014 22:56:08
   7 / 10
Un Allen più intimista del solito racconta con garbo e nostalgia gli anni d'oro della radio che intratteneva, faceva sognare e accompagnava gli ascoltatori americani nel corso degli anni, dalle canzoni agli spettacoli d'intrattenimento fino alle notizie belliche.
Un film mai sopra le righe, trattato con disincanto e con malinconia, senza disdegnare qualche sorriso ben assestato, da un regista sempre abile nel tratteggiare e raccontare i sentimenti e le emozioni.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  07/02/2014 18:19:25
   7 / 10
Amarcord alleniano. Buon film nostalgico dove si può assaporare la comicità di Woody Allen anche senza la sua presenza in scena. Un atto d'amore verso gli anni d'oro della radio.

CitizenKane  @  13/08/2013 09:50:04
   9 / 10
A mio avviso, un film davvero bello. Si respira tutta la malinconicità di un uomo che vuole ricordare la propria infanzia, e decide di farlo con un mezzo che ha costellato la propria vita: la radio: una trovata molto originale.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  15/05/2013 16:55:10
   8 / 10
Opera autobiografica sulla quale Terence Davies nella sua celebre trilogia identificativa si è evidentemente ispirato, Allen qui narratore omodiegetico omaggia l'intrattenimento della sua infanzia, la radio.Si assapora tutta la nostalgia per un'epoca ormai andata, lo sviluppo frammentato, sincopato speculare al flusso dell'incoscio privo di ordine ed emesso a sensazioni.
Breve ma intenso il cameo della Keaton.

kako  @  26/11/2011 02:33:57
   7½ / 10
film ben costruito, una commedia dai tratti nostalgici, che alterna ironia e divertimento a momenti più malinconici con la solita intelligenza di Allen. Veramente piacevole

ste 10  @  28/06/2011 19:24:56
   8 / 10
Splendido film nostalgico che racconta in maniera splendida e carismatica i personaggi di un'epoca che non c'è piú

Goldust  @  14/03/2011 11:21:43
   7 / 10
Delicato affresco sull'infanzia Alleniana, dove i personaggi contano più della storia. Non si ride, ma si sorride in modo intelligente. Pollice in basso per l' insopportabile voce da gallina che il doppiaggio italiano ha riservato alla Farrow.

Oskarsson88  @  14/03/2011 10:29:23
   6½ / 10
Simpatica commedia nostalgica ai tempi di una tecnologia non ancora tanto sviluppata... si sente nei personaggi che è un film di Allen, nonostante di lui ci sia solo la voce narrativa fuori campo. Breve e romantico, va più che bene per una serata leggera...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  12/05/2010 12:54:58
   8 / 10
Film nostalgico sugli anni Trenta, gli anni in cui la radio era l'unico media che faceva davvero sognare. Un malinconico e divertente "amarcord" di una famiglia ebrea, borghese, i cui componenti sono personaggi divertenti e a tratti bizzarri.
Film imperdibile per i fan di Allen.

"Ma è sempre un ventriloquo alla radio! Che ne sai che non sta muovendo le labbra?"

Xavier666  @  15/10/2009 15:42:18
   7½ / 10
Film piacevole e con una punta di malinconia trattata con una leggerissima ironia. Riesce davvero a trasportarti in quegli anni , un bel ritratto della società americana degli anni 30/40 gli anni dell'innocenza fino all'entrare in scena (memorabile pezzo in radio quando viene interrotto l'esordio in radio dell'irresistibile Sally/Mia Farrow) della guerra con l'attacco a Pearl Harbour.

dobel  @  03/09/2009 13:39:15
   9 / 10
L' 'Amercord' di W.A.

Bathory  @  20/06/2009 13:39:36
   7½ / 10
Delizioso e malinconico film di Allen, che ripercorre con un sottile vero di nostalgia ed ironia, alcuni fatti della sua vita, veicolati da quel magico mezzo di comunicazione che è la radio, a quel tempo non ancora eclissata dalla televisione.
Come in ogni film del regista, le sequenze da antologia sono molte, con dei personaggi di contorno (soprattutto la zia zitella) veramente riusciti.

Radio Days racconta un periodo che non c'è e non ci sarà più, un periodo ancora innocente, dove forse era ancora lecito e possibile sognare.

mainoz  @  20/06/2009 11:48:26
   6½ / 10
Commedia ironica abbastanza godevele, forse con troppi alti e bassi..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

inferiore  @  08/06/2009 19:38:19
   8 / 10
Altro magnifico Allen che ripercorre con nostalgia la New York di fine anni '30 attraverso leggende e fatti realmente accuduti trasmessi dai programmi radiofonici.
Woody ci accompagna per questo viaggio con la voce fuori campo, decide di non apparire questa volta, ma di narrarci la storia con la sua voce, proprio come all'epoca delle radio.
Bene Mia Farrow, come tutto il cast. Bel cameo di Diane Keaton. Da vedere.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  07/10/2008 13:25:45
   7½ / 10
E' l'Allen dei ricordi d' America, dalle referenze Felliniane("Amarcord", e più di una sono le scene citate), tra racconti realmente accaduti e storie fittizie che come nella radio sono filtrate da un, insolito in questo caso per il regista, commento fuori campo. Illusioni, ricordi d' infanzia, tragedie raccontate qua e là con un accento malinconico, tra l' attacco a Pearl Harbour e la dichiarazione di guerra di Roosvelt, una radiocronaca in diretta di un' invasione di alieni(omaggio a Orson Welles?) e canzoni della cultura popolare d' America. Uno spaccato della società americana quindi, dove ogni singola differente trasmissione seguita riflette ogni singolo differente aspetto caratteriale dell' americano stesso. Eccellente come sempre la fotografia di Carlo di Palma, soprattutto quando iniziano a spegnersi le luci in una stanza, esperimento già riuscito ancora più incredibilmente nel precedente "Settembre". E' anche divertente, consigliato a tutti, anche a chi non ama particolarmente il regista.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  02/11/2007 10:32:15
   8 / 10
Woody Allen va agli antipodi della comunicazione globale e nazionale del Novecento, la radio. poi lo farà col cinema nell'altro meraviglioso "La Rosa Purpurea del Cairo" e sapientemente si fa da parte per non oscurare l'intento precipuo del film.
è un film avvolgente, intriso di colonne sonore meravigliose, multietnico, molto divertente in alcuni punti, serissimo su altri: la scena più bella è quella in cui l'America si ferma ad ascoltare un reporter che scandisce il ritrovamento di una bambina annegata, la paralisi di tutti, il lento cadenzare del giornalista e i fonici che spengono i macchinari per rispetto della bambina sono il simbolo di qualcosa che non c'è più, di una sensibilità che morirà con l'avvento dei paparazzi e della cronaca-spettacolo e Allen malinconicamente dice "a volte sembra che questi momenti stiano sparendo" e il cappello dello spettacolo galante si abbassa su anni dimenticati.

marco86  @  15/10/2007 11:15:49
   8½ / 10
molto divertente ma allo stesso tempo molto malinconico questo gioiellino diretto da un Allen in stato di grazia che qui si mette da parte ritagliandosi il ruolo di voce narrante.un atto d'amore sincero verso la radio e la sua funzione socio-psicologica (si veda l'episodio della bimba nel buco,i racconti della guerra ma anche,e forse soprattutto,i programmi di intrattenimento).
la malinconia finale è davvero onesta;ma è anche straordinariamente divertente in alcune scenette come il vicino di casa che impazzisce e scende in strada col coltello,o lo zio ebreo che si converte al comunismo.

woodygenemel  @  28/09/2007 19:07:29
   8½ / 10
standing ovatiooon

Dick  @  28/08/2007 12:08:02
   8 / 10
Piacevole film tra l' ironico e il nostalgico e realtà e fantasia dove si trova unità e si sogna sentendo la radio ed i suoi personaggi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  28/05/2007 22:56:57
   7½ / 10
Un Allen che si alterna tra il comico e il dramma ci regala un film molto piacevole che rende omaggio agli anni d'oro della radio!
tra i suoi lati positivi e quelli negativi...personaggi tutti simpatici,bella musica...
insomma un coktail vincente!

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  26/03/2007 00:18:04
   8 / 10
Film che sfoggia la consueta eleganza e l'altrettanto ricorrente amarezza e nostalgia che spesso sono caratteristica di Woody Allen. La pellicola Ŕ il ritratto di un periodo storico (gli anni Quaranta della Grande Guerra) e dei suoi personaggi, visti attraverso gli occhi di un bambino e narrati dal suo punto di vista, e scanditi dalle canzoni passate in radio che evocano i suoi ricordi. Probabilmente con intenzioni anche autobiografiche.

Curata la fotografia di Carlo Di Palma e belle le location e le ambientazioni.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/08/2007 12.12.27
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento martedi  @  21/03/2007 13:54:30
   9 / 10
uno dei film più belli di woody allen, malinconico, triste, divertente, intelligente, nostalgico. un racconto verosimile della sua infanzia e dei tempi che furono. spesso sottovalutato, non considerato facente parte della sua "produzione maggiore", rimane davvero un piccolo gioiello.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR agentediviaggi  @  15/03/2007 09:18:57
   8 / 10
Uno dei migliori di Allen, in questo caso in una vena particolarmente malinconica. Una rievocazione degli anni della sua infanzia e dei suoi genitori e altri personaggi di contorno (splendido ritratto) e di un periodo in cui la radio la faceva da padrona non ancora uccisa dalla tv. A tratti mi ha ricordato Amarcord di Fellini. Gioiello.

quaker  @  28/09/2006 21:02:02
   8½ / 10
Radio Days è il classico bel film di Woody Allen. Non eccelso, ma godibile al massimo. Ottima capacità di rievocazione, buon ritmo, bravi interpreti, battute di Allen sempre divertenti; ricostruzione accurata di un passato che sembra lontanissimo... Merita di essere rivisto, anche venti anani dopo, e non dimostra la sua età.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele18 regali1968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astraailo - un'avventura tra i ghiacci
 NEW
andrej tarkovskij. il cinema come preghieraangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhiblack christmasbrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamenteche fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicity of crimecountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadio e' donna e si chiama petrunyadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'arteescher - viaggio nell'infinitofigli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orogood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigrazie a diohammamet
 NEW
herzog incontra gorbaciovhole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil giorno pi¨ bello del mondoil mio profilo miglioreil mistero henri pickil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il terzo omicidioil varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 NEW
jojo rabbit
 HOT R
jokerjumanji - the next levella belle epoquela dea fortunala famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala ragazza d'autunnola scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marelast christmasle mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetleonardo. le operel'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta ray
 NEW
marco polo - un anno tra i banchi di scuola
 NEW
me contro te: il film - la vendetta del signor smetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottipaw patrol mighty pups - il film dei super cucciolipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the movieploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last blood
 NEW
richard jewellritratto della giovane in fiammeroger waters us + themrosa (2019)santa subitoscary stories to tell in the dark
 NEW
scherza con i fanti
 NEW
school of the damnedse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddon
 NEW
show me the picture: the story of jim marshallsolesono solo fantasmisorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkerstoria di un matrimoniostrange but truesulle ali dell'avventuraterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe farewell - una bugia buonathe gallows act iithe grudge (2020)the informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill team
 NEW
the lodgethe new popethe reporttolkien
 HOT
tolo tolotorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padrevasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

996839 commenti su 42705 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net