quando volano le cicogne regia di Michail K. Kalatozov URSS 1957
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

quando volano le cicogne (1957)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film QUANDO VOLANO LE CICOGNE

Titolo Originale: LETJAT ZURAVLI

RegiaMichail K. Kalatozov

InterpretiVasilij Merkur'ev, Aleksej Balalov, Tat'jana Samojlova

Durata: h 1.37
NazionalitàURSS 1957
Generedrammatico
Al cinema nell'Aprile 1957

•  Altri film di Michail K. Kalatozov

Trama del film Quando volano le cicogne

Veronika e Boris sono due giovani moscoviti che si innamorano l'uno dell'altro appena prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Boris deve partire per il fronte e Veronika, rimasta sola, per far fronte alle difficoltà economiche della sua famiglia, accetta di sposare il ricco cugino, pur non amandolo. Alla fine della guerra, lei attenderà il ritorno di Boris dal fronte, nella speranza vana di poterlo riabbracciare.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,67 / 10 (3 voti)8,67Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Quando volano le cicogne, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  16/01/2013 03:02:11
   8 / 10
Unico film sovietico ad aver mai vinto la Palma d'Oro a Cannes, The Cranes Are Flying è una struggente storia d'amore sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale.
Pessimista ma al contempo pregno di speranza, il poetico sguardo di Kalatozov sembra suggerire che l'amore non può vincere ma che la vita va avanti: le cicogne partono - come Boris per il fronte - ma ritornano per annunciare la libertà, la rinascita del paese, la previsione di un futuro di pace per le nuove generazioni (la scena finale del bebé sollevato al cielo, fra centinaia di persone in festa). Possiamo solo abbandonarci allo slancio nostalgico del ricordo, ma esse lasceranno il segno nella Storia.
La regia punta a cogliere le emozioni e le sensazioni indugiando sui volti, ma sa anche dimostrarsi dinamica nelle sequenze d'insieme - favolosa la carrellata nella scena della partenza di Boris, che passa in rassegna decine di volti rotti dal dolore dell'abbandono.
Riflette molto l'ideologia patriottica dell'Unione Sovietica stalinista nel ritrarre in modo eroico il personaggio di Boris (e criticando l'opportunismo di Marko), ma non manca di denunciare gli effetti catastrofici della Guerra: è la protagonista a pagarne le conseguenze, costretta al matrimonio di convenienza, ad unirsi a chi non ama, ad apparire come una traditrice.
La cinematografia europea post-bellica ha saputo regalare dei grandi esempi di Arte, e sul tema "Quando Volano le Cicogne" rimarrà fra i film sovietici da ricordare assieme ai film di Sergej Bondarchuk e "Ballata di un soldato" di Chukrai.

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  03/06/2009 23:33:59
   10 / 10
Bellissimo. Il contrasto tra i sentimenti più puri dell’ animo umano e le aberrazioni dello strumento che fa di tutto per distruggerli, la guerra, è garanzia di commozione, di fascino sublime, di totale coinvolgimento emotivo. Pur nella sua semplicità (Boris e Veronika vedono interrompersi la loro storia d’amore dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale e la conseguente partenza per il fronte del ragazzo) il film raggiunge livelli di stile inconsueti per i modelli del cinema sovietico di quegli anni; l’esaltazione dei valori, del coraggio, dello spirito di sacrificio tipici della filmografia russa, qui sono in contrapposizione con le debolezze e le contraddizioni interne della protagonista, fragile elemento di una forza in campo di gran lunga superiore alla sua. Il film non si può definire un film di guerra, la macchina bellica è volutamente tenuta ai margini dal regista, soltanto alcune brevi ma terribili scene di bombardamenti su Mosca ci ricordano che il vivere quotidiano dei protagonisti avviene in un periodo di guerra e non di pace.
Apparso sulla scena mondiale dopo gli anni dello stalinismo “Quando volano le cicogne” non vuole racchiudere nessuna ideologia, è soltanto una straordinaria prova della forza dei sentimenti e del coraggio necessario a controllarli, è il desiderio di pace comune a tutti quelli della generazione vissuta sotto le bombe, è il sopportare la mancanza dell’amore quando si è privati della cosa più bella e nobile per l’uomo: la libertà.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  06/04/2007 21:37:31
   8 / 10
Qualche volta accadono nella storia del cinema fatti insoliti come questo.
Un film russo e per giunta di un genere non propriamente destinato al successo (di guerra) che ottiene un buon successo di pubblico.
E' successo alla fine degli anni Cinquanta con questo film straordinario, tutt'altro che noioso, anzi appassionante e struggente nella rievocazione (cfr. via crucis) della protagonista, ed è probabilmente l'elemento sentimentale e "femminile" l'ingrediente davanti a cui molte persone (e molte donne soprattutto) si sono rispecchiate.
Oltretutto il film di Kalazotov è un prodotto di eccellente fattura: il titolo è riferito alla nostalgia di Veronika quando, alla fine, non le resta che rievocare quei momenti splendidi e spensierati in cui, col suo uomo, ammirava il volo delle cicogne, segno tangibile di libertà (o di pace?)

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
2 biglietti della lotteria7 giornia ciambraall eyez on meamityville: il risveglioangels wear whiteangoscia (2017)annabelle 2appuntamento al parcoatomica biondababy driver - il genio della fugabarry seal - una storia americanacars 3casa casino'cattivissimo me 3charley thompsonchips - (dis)ordine pubblicocrazy night: festa col mortocustodydavid gilmour - live at pompeiideath note (2017)diario di una schiappa: portatemi a casa!dove cadono le ombredownsizing
 HOT
dunkirkeasy - un viaggio facile facileex libris - the new york public libraryfirst reformedfottute!foxtrotfuori c'e' un mondogatta cenerentolagifted - il dono del talento
 NEW
glory - non c'e' tempo per gli onestihannahhouse on elm lakehuman flowil colore nascosto delle cosein dubious battle - il coraggio degli ultimi
 NEW
in questo angolo di mondojackals
 NEW
kingsman: il cerchio d'orol’ordine delle cosela fratellanza (2017)
 NEW
la musica del silenziola principessa e l'aquilala storia dell'amorela torre nerala villala vita in comuneleatherface
 NEW
l'equilibrio
 NEW
l'inganno (2017)l'insultelycanmektoub, my love: canto unomiss sloane - giochi di poteremonolithmotori ruggentinemesi
 NEW
noi siamo tuttoopen water 3 - cage diveoperation chromiteoverdrivepolaroidsafarisavvasuburbiconsweet countrytaranta on the roadthe black roomthe bye bye manthe devil's candythe gracefield incidentthe shape of waterthe teacherthe third murder
 NEW
tiro liberoun profilo per dueuss indianapolis
 NEW
valerian e la citta' dei mille pianetivelenowalk with mewish upon

961672 commenti su 37916 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net