padroni di casa regia di Edoardo Gabbriellini Italia 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

padroni di casa (2012)

 Trailer Trailer PADRONI DI CASA

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film PADRONI DI CASA

Titolo Originale: PADRONI DI CASA

RegiaEdoardo Gabbriellini

InterpretiValerio Mastandrea, Elio Germano, Gianni Morandi, Valeria Bruni Tedeschi, Francesca Rabbi, Mauro Marchese, Lorenzo Rivola, Alina Gulyalyeva, Giovanni Piccinini

Durata: h 1.30
NazionalitàItalia 2012
Generecommedia
Al cinema nell'Ottobre 2012

•  Altri film di Edoardo Gabbriellini

Trama del film Padroni di casa

Cosimo ed Elia sono due piastrellisti di Roma incaricati dal cantante Fausto Mieli di ripavimentare la terrazza di casa. Cantante di grande successo, Fausto ha scelto di ritirarsi dalle scene in seguito a una grave malattia della moglie Moira costretta su una sedia a rotelle. Nonostante le grandi manifestazioni di affetto, è evidente che tra Fausto e Moira c'è qualcosa che non va. La coppia vive ritirata dal mondo in un angolo all'apparenza paradisiaco dell'Appennino tosco-emiliano. Per sostenere la promozione turistica, Fausto ha accettato di tornare ad esibirsi in pubblico. Anche Elia e Cosimo non sembrano ciò che sono. Cosimo, il fratello maggiore, ha alle spalle storie difficili che l'hanno segnato in profondità. Elia, pur amando il fratello, ne subisce la presenza come un limite. La piccola comunità accoglie sin da subito i due fratelli con grande diffidenza, come due stranieri. E se Elia tenta di comportarsi in maniera estremamente professionale, Cosimo non può fare a meno di cedere al fascino del divo Fausto Mieli. Poco alla volta le diffidenze fra i due fratelli e il resto del paesino si acuiscono...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,91 / 10 (11 voti)5,91Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Padroni di casa, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oh Dae-su  @  15/11/2013 14:20:03
   5½ / 10
Adoro sia Germano che Mastandrea, e infatti loro non deludono, ma la sceneggiatura mi ha convinto poco, alcuni punti sono davvero discutibili, e la figura interpretata da Morandi non mi è parsa credibile.
Diciamo che però nel complesso il film si lasciava guardare, e alcune scene mi sono piaciute, tipo quella del ping pong.. il colpo di grazia però lo dà un finale che mi ha lasciato basito.. farcito da una violenza gratuita ed immotivata che a mio avviso non ci stava affatto. Peccato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  13/10/2013 18:26:05
   7 / 10
presenti spoiler

Inaspettata sorpresa.
Se c'è un tema che da Cane di Paglia a Calvaire, da Dogville a Il Vento fa il suo giro mi fa davvero impazzire è quello della reazione di una piccola comunità all'arrivo di uno "straniero", quasi sempre un cittadino o comunque qualcuno che per abitudini o cultura è molto diverso da loro.
Il giovane regista Gabbriellini ( l'attore protagonista di Ovosodo, ormai 16 anni fa) riesce nell'impresa di raccontare queste dinamiche in una maniera tremendamente realistica ed azzeccata e lo dico con cognizione di causa visto che vengo da un paesino di 900 anime (in città si dice abitanti, in paese anime, chissà perchè) e mi ricordo perfettamente quello che poteva succedere o non succedere con l'arrivo del romano di turno.
Anche qua i due forestieri cittadini sono romani (e romani de roma sono i due attori, i sempre bravi Mastandrea e Germano), due muratori venuti a piastrellare il terrazzo di un famoso cantante ormai da anni fuori dal giro. E coraggiosa è la scelta di Gabbriellini di affidare la parte a Gianni Morandi che interpreta quello che è praticamente un suo alter ego in maniera davvero convincente, specie nelle scene più dure e silenziose (quando parla e morandeggia richiama troppo sè stesso).
Come dicevo il racconto dell'impatto che i due hanno sul paesino è perfetto.
C'è la ragazzina che si innamora di uno dei due, probabilmente solo perchè viene da fuori, specie se da Roma.
C'è il ragazzino del paese che per questo si innervosisce.
Ci sono i due romani che hanno il loro solito approccio double face che se da un lato rivela la loro straordinaria capacità di esser divertenti e amichevoli sin da subito, dall'altro verso manifesta un senso di superiorità millenario.
Ci sono i paesani che guardano i due in modo storto, incapaci di instaurare un rapporto amichevole e pronti a punire ogni loro piccolo "errore".
La scena del ping pong è strepitosa ed esplicativa con il romano che la mette sullo scherzo, il ragazzino che non ci sta (anche perchè ha paura gli rubino la ragazzina), dice una frase di troppo e il romano di conseguenza continua con l'ironia ma stavolta in modo molto più pesante e di sfida. Grande scena.
Il film riesce a gestire in maniera molto buona parecchie dinamiche, l'ultimo concerto (o concerto di ritorno) del cantante, la faccenda del lupo, il rapporto tra il più giovane dei fratelli e la ragazza, le varie vicissitudini del più grande.
Poi alla fine del film c'è il collasso, tutte e 4 le vicende si incastrano tra di loro in modo tragico per portare a un finale davvero inaspettato, di una violenza inaudita.
E se è vero che da un lato tale finale colpisce favorevolmente, un'analisi più attenta porta però a un senso di inverosimiglianza e di eccesso davvero... eccessivi. E non parlo solo della conseguenze troppo più grandi delle cause ma anche di 2,3 passaggi di sceneggiatura abbastanza improbabili (il primo quello della badante che va a cambiarsi, ci mette non so quanto e intanto la padrona muore in casa e il marito è a metà concerto, la seconda i carabinieri che saputa una notizia così grave invece di fare un atto ufficiale, tipo sospendere il concerto e avvertire il cantante, comunicano la cosa solo ai paesani dall'animo più caldo).
Molto bello però, girato splendidamente ed emotivamente coinvolgente, il triplo montaggio tra il concerto (ottime le scene in pseudosoggettiva del cantante),. le vicende di Mastandrea e quelle di Germano.
Inquietante il personaggio di Morandi, davvero luciferino.
Molto bene Gabbriellini.
Splendida la locandina.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  11/10/2013 12:57:57
   7 / 10
I segreti e le ipocrisie di un piccolo paese vengono allo scoperto con l'arrivo di due "straniere" arrivati per fare un lavoro nella villa del Re del posto... il cantante Fauto Mieli.
Un film che offre uno spaccato crudo e disperato della solitudine. Il rapporto tra il cantante e la moglie disabile è lo spaccato di questo ambiente perbenistico di cui fa parte, appunto, Mieli.
Complimenti a Morandi che dopo tanti anni dal suo ultimo ruolo (sempre ruoli leggeri) decide di accettarne uno scomodo e cattivissimo.
Anche se ci sono alcune scelte nel finale che lasciano a desiderare mi sento di premiare qualcosa di nuovo prodotto dal nostro Paese.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/09/2013 14:51:37
   7 / 10
Padroni di casa é un buon film, direi anche coraggioso perché non é un prodotto usuale nelle sale cinematografiche italiane. Mi ricorda quell'atmosfera malsana di provincia tipico delle pellicole di Chabrol. Un apese chiuso dove due fratelli romani si trovano coinvolte fra dispute sotterranee che emergerano in tutta la loro violenza, fino a quel momento mostrata in maniera latente.
Personaggi in un microcosmo chiuso che trasmettono inquietudine come ogni buon thriller psicologico che si rispetti. Germano e Mastrandrea sono due sicurezze e perfettamente funzionale Morandi, un doppio in negativo dei tanti musicarelli intepretati.

outsider  @  14/08/2013 11:22:12
   8½ / 10
film corale per morandi, alias fausto mieli, anche tragicomico per la bruni tedeschi, istruita e bravissima nella parte della malata, per la presenza della coppia germano/mastandrea, intriso di natura, significati reconditi sulle maschere che coprono il " sottobosco" di ognuno di noi, in agguato, come lo scenario ( stupendo e poco pubblicizzato dell'appennino bolognese) del film, in quanto a flora e fauna.
un film la cui ispirazione questo geniale regista 33 enne trasse a 7 anni di età, quando i genitori gli regalarono un libro argentino. sceneggiatura maturata in 1 anno e mezzo e più volte corretta, porta all'attenzione della gente le possibili conseguenze estreme della reale/normale ( o accettata come tale) forma di realtà umana proposta. naturalmente, per universalizzare trama e senso, potremmo dire che queste forme sono fra le tante possibili. insomma, per quanto si guardi nella "confezione dell'essere umano", nessuno può stabilire con certezza cosa accade se, uno dei componenti del nostro flacone, subiscono un processo che li porta ad avariarsi e degenerare.
qui la causa della degradazione è l'arrivo dei due romani che, sebbene potessero essere accolti in paese, stimolano con una serie di piccole, grandi ed urticanti cose, per la gente del posto, l'insorgenza del seme del razzismo e dell'odio, fondato sul sospetto e sul desiderio di marcare un territorio, sulla lotta verso il diverso, l'estraneo. è universale e geniale questo ragazzo, gramellini, farà strada. alla fine le dinamiche di gruppi umani generano tragedie e mostruosità, al di là delle epoche, dei luoghi o di altro. le situazioni possibili sono anche queste e tutto va affrontato con prudenza.
un prodotto ben girato e interpretato. fotografia e scenografia buone, realismo al top, o quasi, purtroppo. bravissimi. gli attori giovani e "arruolati" per caso battono per realismo lo stesso morandi, un pò bolso, a dire il vero. stupende le interviste ed i backstage. Film da manuale, istruttivo, frutto di visione sapiente. Un ragazzo di 32-33 anni che giri come primo film un prodotto simile sarà pure stato aiutato dalla famiglia, ma dentro ha qualcosa in più.

sandrone65  @  13/07/2013 02:30:12
   4 / 10
Un film che avrebbe potuto forse dire qualcosa di buono si perde letteralmente in una sceneggiatura molto carente ed in una seconda parte totalmente insensata. Due attori in gamba come Mastandrea e Germano non dovrebbero prestarsi per simili film, veramente inguardabile Morandi che invece attore non lo è mai stato e ce lo conferma ancora una volta.
Il rapporto tra i due coniugi è di una superficialità fastidiosa, la parte finale fa cascare le braccia. Tutto ciò che accade non ha senso, o se ce l'ha il regista ha fatto di tutto per tenercelo nascosto. Chi fa un film brutto con bravi attori ha sbagliato mestiere e merita di essere stroncato.

ragazzoinblues  @  08/07/2013 21:33:33
   5 / 10
Dire che è un film senza mordente è un eufemismo.
Non c'è niente che funzioni: la sceneggiatura praticamente non esiste, a Morandi non si sa chi abbia rinnovato la patente per recitare, Germano mi sta sulle scatole a pelle e come attore non vale una cicca. Solo Mastandrea smorza un po' la noia con la sua buffa presenza.

gianni1969  @  30/10/2012 12:15:42
   3 / 10
non cspisco dove vada a parare questo film,sensa senso e confusionario

FABRIT  @  11/10/2012 16:35:11
   6 / 10
Film tenuto in piedi dalla coppia Germano/Mastrandrea, il buon Morandi risulta poco credibile nella parte della star che vive il dramma di una moglie disabile.
Un film pretenzioso che si conclude in modo violento, un 'occasione sprecata da un regista che forse regista non è.

Kitiara31  @  09/10/2012 22:31:55
   6 / 10
Con sommo dispiacere, devo dare appena la sufficienza a questo film che risulta confuso, poco riuscito, debole nella trama. Mastrandrea recita meglio di Germano (e lo dico io che mi tatuerei l'autografo di Germano sulla gamba).
Delusione. Morandi quasi imbarazzante, Valeria Bruni Tedeschi ,seppur muta ,riesce comunque a caratterizzare il suo personaggio.

KasinaKD  @  07/10/2012 23:26:34
   6 / 10
Peccato! E' davvero uno scempio fare un bel film come questo, perchè è un gran bel film, ma lasciarlo così incompleto! Non c'è alcun approfondimento dei protagonisti, sia dal punto di vista psicologico che dal punto di vista narrativo. Per tutto il tempo si ha l'impressione di rimandare i dettagli e le spiegazioni al colpo di scena finale.. che però non arriva mai.
Ha un finale muto e monco, lo spettatore viene reso partecipe visivamente di cosa succede, ma non c'è mai la catarsi, un chiarimento che possa riscattare i protagonisti del film. Gli eventi si incastrano fra loro in un modo troppo superficiale, che inficia e non poco, la credibilità e coerenza del finale. Ci sono troppe troppe troppe incoerenze o nonsense:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Morandi in un ruolo cattivo ma in realtà poteva e doveva essere molto più cattivo da cosa si leggeva in giro. Somiglianze con "Can di paglia" e "Un tranquillo week-end di paura"? Ma per favore....

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/10/2012 00.51.32
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

2047 - sights of death
 T
22 jump streetafflicted
 T
anarchia - la notte del giudizio
 NEW T
anime nere
 T
arance e martello
 T
babysitting
 T
barbecue
 T
belluscone, una storia sicilianablue ruin
 T
cattivi vicini
 T
chef - la ricetta perfetta
 T
colpa delle stelle
 T
comportamenti molto... cattivi
 T
dragon trainer 2
 T
everyday rebellion
 T
frances ha
 T
hercules - il guerriero
 T
i mercenari 3i muppet 2
 T
i nostri ragazzi
 T
il fuoco della vendetta - out of the furnace
 T
il pianeta delle scimmie: revolution
 T
insieme per forza (2014)
 T
into the storm
 T
io rom romantica
 T
io vengo ogni giorno
 NEW T
jimi: all is by my side
 T
la madre (2014)
 NEW T
la nostra terra
 NEW T
la preda perfetta
 T
la ragazza del dipinto
 T
la ricostruzione
 T
la zuppa del demonio
 NEW T
l'ape maia
 T
le due vie del destino
 T
le origini del male
 T
l'estate sta finendo
 T
liberaci dal male
 T
mai cosi' vicini
 T
maicol jecson
 T
mud
 T
necropolis - la citta' dei morti
 T
one on one
 T
paranormal stories
 T
pazza idea - xenia
 T
planes 2 - missione antincendiopostman pat
 T
provetta d'amore
 T
quel momento imbarazzante
 NEW T
resta anche domanirio 2096 - una storia d'amore e furia
 NEW T
se chiudo gli occhi non sono piu' qui
 T
senza nessuna pieta'
 T
sex tape - finiti in retesharknado 2: the second one
 R T
si alza il vento
 T
step up all insurrounded
 HOT R T
synecdoche, new york
 NEW T
tartarughe ninja
 T
the best man holidaythe damned
 R T
the giver - il mondo di jonasthe green infernothe look of silence
 T
the protector 2
 T
the stag - se sopravvivo mi sposo
 HOT T
transformers 4 - l'era dell'estinzione
 T
tutte contro lui - the other woman
 NEW T
un ragazzo d'oro
 T
una notte in giallo
 T
under the skin (2013)uscio e bottega
 T
vinodentro
 T
walking on sunshinewe are what we are (2013)
 T
winx club: il mistero degli abissi

874981 commenti su 31009 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net
Division: Workless