mystic river regia di Clint Eastwood USA 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

mystic river (2003)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Curiosità sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MYSTIC RIVER

Titolo Originale: MYSTIC RIVER

RegiaClint Eastwood

InterpretiSean Penn, Tim Robbins, Kevin Bacon, Laurence Fishburne, Marcia Gay Harden, Laura Linney

Durata: -
NazionalitàUSA 2003
Generedrammatico
Tratto dal libro "La morte non dimentica" di Dennis Lehane
Al cinema nell'Ottobre 2003

•  Altri film di Clint Eastwood

Trama del film Mystic river

Da ragazzini Jimmy Marcus, Sean Devine e Dave Boyle erano inseparabili. Ora, a distanza di molto tempo, i tre si ritrovano in occasione di un tragico evento: la morte della prima figlia di Jimmy. Sean, che fa il poliziotto, indaga sul fatto...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,76 / 10 (325 voti)7,76Grafico
Miglior attore protagonista (Sean Penn)Miglior attore non protagonista (Tim Robbins)
VINCITORE DI 2 PREMI OSCAR:
Miglior attore protagonista (Sean Penn), Miglior attore non protagonista (Tim Robbins)
Miglior film straniero
VINCITORE DI 1 PREMIO CÉSAR:
Miglior film straniero
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Mystic river, 325 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

Jokerizzo  @  14/02/2020 10:49:53
   10 / 10
Un altro capolavoro del grande MAESTRO!

mrmassori  @  14/02/2020 09:31:10
   8½ / 10
Un thriller drammatico perfetto. Attori fantastici così come la storia e i risvolti che ne conseguono. A mio parere assieme a gran Torino, million dollar baby e changeling è tra i migliori film della sua prolifica carriera da regista.

Filman  @  13/04/2019 13:57:46
   9 / 10
Il thriller moderno, quello freddo, drammatico, disturbante, immorale, calmo ma bestiale, quella densa coagulazione cinematografica del giallo e del noir, nasce con una serie di step evolutivi fondamentali, tra tutti MYSTIC RIVER e i suoi temi sulla giustizia privata, dietrofront cognitivo non poco autocritico di Clint Eastwood sulla sua visione del mondo come Far West, che dimostra ancora una volta una forte presenza poetica nei suoi film e nei suoi personaggi inclini all'eroismo punitivo. La tristezza della periferia e del suo quieto vivere fanno da sfondo ad un circolo vizioso di violenza e leggi del contrappasso. Una costante penombra in cui solo i contorni umani paiono illuminarsi crea l'estetica di questo capolavoro.

daaani  @  08/09/2018 23:53:36
   10 / 10
10 è poco.
Rimescola continuamente le carte in tavola, non riuscendo mai a farti realmente a capire chi sia l'assassino!
Da rimanere a bocca aperta..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

jek93  @  27/06/2018 11:21:00
   7½ / 10
Ottimo dramma/thriller, buone recitazioni, ottima fotografia, bellissima colonna sonora. Peccato che il finale sia poco soddisfacente e un pò superficiale. Tutto sommato un 8 sarebbe troppo generoso

Spotify  @  28/05/2018 23:24:14
   8½ / 10
Attenzione, spoiler presenti all'interno del commento.

Grandissimo film di Clint Eastwood con un cast stellare.
La trama in se non è nulla di particolarmente originale, ma quello su cui il regista indaga davvero, è il legame e le vicende tra i tre protagonisti, i quali da giovani sono stati segnati da un fatto che ha cambiato per sempre le loro vite.
La storia si svolge a Boston e ha come personaggi principali tre ragazzini, Jimmy, Dave e Sean. Un giorno, mentre il trio sta giocando in mezzo alla strada, irrompe un auto con due uomini all'interno. Dalla macchina scende uno degli uomini, apparentemente un poliziotto, che rimprovera i ragazzi, i quali si erano messi a incidere i propri nomi su del cemento fresco, e poi porta via con se Dave. In realtà i due uomini sono dei pedofili e Dave resterà loro prigioniero per quattro giorni prima di riuscire a scappare.
Dopo 25 anni, il trio, ormai adulto, non è più legato come una volta, sopratutto a causa di quanto accaduto a Dave. Un giorno, una ragazza viene uccisa e, delle indagini, se ne occupa Sean, che è diventato un poliziotto. La giovane ammazzata è la figlia di Jimmy, il quale giura di uccidere l'assassino di sua figlia, mentre, nel frattempo, Sean, svolge le indagini. In tutto ciò, Dave, cerca di stare vicino a Jimmy per fargli provare a superare il terribile momento. Nel ricercare l'omicida della figlia di Jimmy, il passato dei tre uomini tornerà a galla con inaspettate e drammatiche conseguenze.
All'apparenza, o per lo meno, durante la prima parte, il film si struttura secondo le regole del giallo classico, ovvero un omicidio e la conseguente ricerca dell'assassino.
In realtà, Eastwood vuole raccontare molto di più, perché, il delitto che avviene nella pellicola è, soltanto un pretesto per raccontare, in maniera celata, passato e presente dei tre protagonisti.
Il regista, nel fare questo, è davvero bravo, in quanto, man mano, inizia ad analizzare ogni personaggio sempre più a fondo, e più passa il tempo, più vengono fuori nuovi tasselli che vanno a formare l'intricato puzzle che vede i coinvolti i tre ex-amici.
Per fare tutto questo, Eastwood si avvale di una caratterizzazione dei protagonisti straordinaria. I tre attori, sono diretti egregiamente, risultando estremamente realistici.
Tim Robbins ne è la prova. Eastwood riesce a tirar fuori dall'attore, tutto il malessere che si possa provare per aver subito, da bambino, violenze sessuali. Difatti, ogni volta che Robbins compare, il film, già cupo di per sé, lo diventa ancora di più.
Il director, comincia pian piano a setacciare, a studiare il passato dei soggetti, collegandolo poi col presente, in modo tale da farci capire perché, ad esempio, Dave, ogni giorno che passa, diventa sempre più strano.
Viene indagato anche il passato di Jimmy Markum, passato che si scopre non essere esattamente immacolato.
Ed Eastwood, prima ancora che regista, si pone come spettatore primario, il quale inizia la sua indagine tra mille quesiti, tutti necessitanti di una risposta.
Successivamente, il regista pone noi astanti normali, come i detective di tutta la vicenda, conducendoci in un vero e proprio labirinto.
Con "Mystic River", il regista ci pone di fronte al seguente dilemma: quanto è labile il confine tra buono e cattivo?
Se Sean Devine è, per forza di cose, l'unico vero buono del film, Jimmy e Dave, ci sono presentati come due soggetti compresi nel limbo. Loro agiscono solo in base alle proprie emozioni, incuranti se le loro gesta siano giuste o sbagliate. Magari, sono giuste sotto alcuni punti di vista, ma sbagliate sotto altri. Ed è qui, appunto, che Eastwood annulla completamente il confine tra essere buono e essere cattivo.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Il ritmo, è ben scandito. In maniera lenta ma, al contempo, diretta, vengono fuori nuovi pezzi che, alla fine, vanno a comporre il complesso mosaico finale. In questo caso, è da elogiare il metodo narrativo di Eastwood, il quale trova il modo di raccontare sia tutta l'indagine che si svolge attorno all'omicidio, che il vissuto dei protagonisti.
Proprio su quest'ultimo punto, c'è un'ulteriore scelta registica davvero azzeccata. Il director non si concentra in maniera ossessiva sul passato dei personaggi, ma lo narra in maniera velata. Eppure, paradossalmente, è il proprio il trascorso di Sean, Dave e Jimmy ad essere protagonista. L'omicidio che avviene ad inizio pellicola, è solo il principio.
Alcune scene restano impresse, come ad esempio il confronto finale tra Jimmy e Dave. In questa sequenza, Eastwood da il meglio di sé, riuscendo innanzitutto a tirare fuori il meglio dagli attori, e poi, attraverso le singole inquadrature e l'uso della luce, crea una scena, per quanto cruda, di magistrale bellezza. Da notare come il regista illumini solo metà corpo dei protagonisti, lasciando l'altra metà nell'ombra, quasi metaforicamente.
L'atmosfera è opprimente, tetra. E lo spettatore ne risente fin da subito, perché quella che il regista mette in scena, è una storiaccia, senza momenti distensivi, senza perdono e che ha al centro, una delle cose più brutte che l'essere umano possa perpetrare, ovvero, la pedofilia. Personalmente, alla fine della visione, ero parecchio scosso.
La fotografia è fantastica. Contribuisce moltissimo a creare l'atmosfera freddissima che si respira. I toni sono gelidi, tendenti al grigio-blu, e si mantengono così per tutto il tempo.
La scenografia è come la fotografia, cupa e fredda. Il quartiere di Boston dove il film è ambientato, ci è mostrato spesso durante in notturna, come se si trattasse di un posto che nasconde molti segreti.
Eccezionale la colonna sonora. Enfatizza molto le scene più emotive.
Il cast è fenomenale. Eastwood non poteva scegliere attori migliori per le interpretazioni.
Sean Penn è pazzesco, magari non molto appariscente, ma è cosa voluta. Bastano un'interpretazione dei dialoghi spaziale e delle espressioni magnetiche per far si che l'attore di Santa Monica, faccia una recitazione indimenticabile. Nei 5 minuti che vedono Penn protagonista con Robbins sulla riva del "Mystic", il buon vecchio Sean è incredibile. Oscar sacrosanto.
Tim Robbins è inquietante. L'interprete recita in una maniera che mette i brividi, in tutti i sensi. Robbins, riesce a far provare all'astante, col solo sguardo, cosa significa aver subito quel genere di abusi, da ragazzino. Garantisco che sono sensazioni bruttissime. Ed è proprio in questo che Robbins è superlativo e infatti anche lui, vince un oscar meritatissimo.
Kevin Bacon è forse, del trio, quello che colpisce di meno, anche perché relegato ad un ruolo un po' più classico. Però, alla fine, anche lui fa il suo onesto lavoro.
La sceneggiatura, per quanto ottima, poteva essere, secondo me, un filo più dettagliata in certi punti, specie nell'ultima mezz'ora. C'è qualcosina che viene un po' arrotondata. Nulla di irreparabile comunque. L'impianto narrativo funziona, strutturato benissimo. I dialoghi sono sempre coinvolgenti, pur essendo piuttosto tipici, ma non per questo, banali. Ben orchestrati i colpi di scena. Eccellente la stesura dei personaggi.

Conclusione: senza dubbio, uno dei migliori film drammatici degli ultimi 15 anni. La perfetta sintonia tra regista e cast, tira fuori un vero gioiello. Non me la sento di definire "Mystic River" un capolavoro, ma, ci va davvero vicino. Se ancora non l'avete visto, guardatelo il prima possibile, non ve ne pentirete!

kafka62  @  06/04/2018 15:57:03
   8 / 10
"Mystic River" è anzitutto un giallo teso, avvincente, sufficientemente ambiguo perché niente sia veramente quello che sembra e lo spettatore non creda mai di essere in possesso della verità ultima e definitiva, almeno fino al classico e inaspettato colpo di scena finale. Quello che lo rende qualcosa di più di un film di genere sta però nell'aura simbolica di cui sono circonfusi i tre protagonisti, amici per la pelle negli anni dell'infanzia e riuniti molti anni dopo da una drammatica circostanza, l'omicidio della figlia di uno di loro. Jimmy, Sean e Dave sono infatti personaggi archetipici, che si trascinano il loro passato (soprattutto il terzo, segnato negli anni della fanciullezza da un traumatico episodio di violenza sessuale e destinato nel finale a diventare una inutile vittima sacrificale per pagare peccati non suoi) come fosse il fato ineluttabile di una tragedia antica. Il film si apre così a prospettive problematiche e inquietanti, affrontando ambiziosamente temi come l'ineluttabilità del male, la differenza impalpabile tra colpa e innocenza, il conflitto tra giustizia pubblica e vendetta privata (impersonate dal poliziotto Sean e dal padre della vittima Jimmy, ma entrambe ugualmente impotenti a fare realmente giustizia). In questa impresa Eastwood si rivela degno sia del grande cinema classico americano del passato, di cui è forse l'epigono più abile e consapevole, sia della lezione di cineasti come Polanski, Schrader, Ferrara (o lo stesso Sean Penn, qui attore sublime), interessati più che agli intrecci polizieschi della trama alle molteplici suggestioni simboliche, psicanalitiche o religiose della vicenda narrata.

camifilm  @  25/03/2018 21:02:04
   7½ / 10
Buon film. Trama interessante. Da seguire con curiosità fino la fine.
Buoni attori e regia.
Niente ausilio di effetti speciali, ma pura recitazione vecchio stile...ben riuscita e questo va premiato.

Milito22  @  03/03/2018 11:27:04
   7½ / 10
Non spettacolare e un po' prevedibile. Resta un ottimo film. Da vedere.

Buba Smith  @  19/09/2017 14:32:15
   7 / 10

Buon film.

Attori bravi, trama convincente.

Forse il colpo di scena principale, non l'ho trovato così... Stravolgente. Sinceramente avevo già intuito da un po'.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  19/03/2017 17:11:21
   8 / 10
Altro grande film di un regista che in questo secolo non ha mai sbagliato.

jonquerido  @  24/08/2016 23:17:35
   8 / 10
Come al solito un Clint superbo dietro la macchina da presa.
Bella la sceneggiatura per come si sviluppa il giallo con un ritmo lento, senza strappi ma che ti porta piano piano dentro la storia. Personaggi ben caratterizzati e bene interpretati.

Da vedere

Overfilm  @  02/05/2016 19:12:55
   9 / 10
Gran film.
Regia, fotografia, sceneggiatura, cast: c'e' tutto.
Tutti i personaggi son ben caratterizzati. E tutti ottimamente interpretati.
La vita e' strana: nello specifico un passato mai dimenticato e che ha lasciato il segno ritorna prepotentemente a galla.
Frase cult:
"A volte penso che... penso che ci siamo saliti tutti e tre insieme in quella macchina. E tutto questo è solo un sogno, lo sai?"

Crabbe  @  16/03/2016 10:04:10
   7½ / 10
Un grande Tim Robbins ed un convincente Sean Penn in un dramma elegante di Clint Eastwood,

marcogiannelli  @  06/02/2016 13:40:44
   9 / 10
Thriller magnifico, diretto egregiamente da Clin Eastwood e recitato perfettamente
Ogni personaggio è al suo posto: Sean Penn, magnifico, bene anche la Harden..orripilante il discorso finale della Fishburne, inaspettato...ma la colonna portante di tutto il film è Tim Robbins, capace di trasmettere tutte le inquietudini del passato e del presente con il suo personaggio..magnifico

enigmista  @  11/12/2015 18:22:09
   8½ / 10
Un gran thriller drammatico ottimamente diretto e interpretato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

deliver  @  28/11/2015 10:21:56
   7 / 10
Lo considero un buon film, ma non un ottimo film e sarà che non ho molto apprezzato il finale, ove quell'America fascista e forcaiola la fa franca...

Mystic River ha una patina scorsesiana nel dipingere la regressione dei rapporti umani a dinamiche di sopraffazione tribale con conseguente caduta di ogni significato e valore. La sceneggiatura riesce ad imbastire tensione per buon parte della durata, dimostrando però qualche calo soprattutto nel prefinale, ove lo snodo narrativo cede alla prevedibilità. Certamente sotto il profilo tecnico, Mystic River è girato in modo impeccabile, con molta cura per i dettagli, le inquadrature e la fotografia. L'epilogo rappresenta per me il neo della questione. Non l' ho apprezzato.
Rimane una delle prove migliori di Eastwood in cabina di regia.
Da vedere anche solo come lezione su come si gira un thriller con annessi climax. Molto interessante il ricorso al montaggio alternato verso la chiusura. Insomma, un prodotto ricco di spunti non banali.

krypton  @  01/04/2015 20:53:42
   7 / 10
Avevo già visto Mystic River nel lontano 2003; è un peccato che mi ricordassi ancora lo svolgersi degli eventi, mi ha tolto un po' di suspence. Sicuramente siamo di fronte ad un buon film, i personaggi sono ottimamente caratterizzati ed interpretati (vedi Sean Penn). Mi sono piaciuti meno i due detective, protagonisti di un'indagine dilettantesca che poteva essere sviluppata un po' meglio...

Dompi  @  27/02/2015 17:50:12
   10 / 10
(Il commento contiene spoiler)

Solo il profilo illuminato a metà al chiaro di luna di Tim Robbins vale tutta la visione. Leggo qui gente che:"bello, bellino, niente di speciale, un po' noioso", diamine non che mi soffermi sulla media però solo un 7 e 71 è uno strazio qui siamo di fronte al capolavoro, al vertice della poetica di Clint Eastwood, ne farà altri tre nella sua carriera Gran Torino, Million Dollar Baby e Gli Spietati ma parlarne ora è togliere spazio al film.

Quando lo guardi la prima volta rimani estasiato quando lo riguardi capisci il perché: il fatto di usare la mdp nel modo più essenziale possibile, l'essenzialità è la cosa più potente e Clint lo sa bene, senza cadute di stile, con piccoli movimenti, senza virtuosismi di sorta, un primo piano che dice tutto, una frase che esprime ogni cosa. A coso di Nispel servono i miliardi per girare
un film come anche ad altra gentaglia impronunciabile ma il Cinema è ben altra cosa. Si è abbastanza attoniti nel commentare un film del genere che ripeto, perché si deve sapere per chi si accinge alla visione che questo non è un buon film o un discreto film o un film guardabile qui siamo di fronte ad un capolavoro, musica, montaggio, interpretazioni, sceneggiatura, regia, fotografia. Clint ai massimi livelli che esplora ancora una volta l'animo umano di gente comune che ha mali comuni, una città mai più viva e allo stesso
tempo assente che delinea i contorni delle vite dei personaggi. Che poi c'è gente che elogia Gone Baby Gone di Affleck ritenendolo un grande thriller non è da considerare nemmeno, anche se Mystic River esce fuori dal genere di thriller: è più un'indagine della psicologia umana e dei rapporti umani e delle conseguenze delle nostre azioni, volute o non decise da noi come accade al povero Dave all'inizio del film.

No dicevo, qui c'è un Sean Penn che per intensità l'ho visto veramente in altri due film o tre, meravigliosa interpretazione, rasenta la perfezione, così come Tim Robbins il presunto antagonista è anch'egli magnifico nel delineare un personaggio di una complessità sconcertante che alla fine si risolve nel suo desiderio più profondo di aver potuto vivere una tenera e docile infanzia.
A completare il trittico c'è un Kevin Bacon che molti hanno visto sottotono o comunque non pregnante che invece è assolutamente fondamentale e anche lui da applausi. Merito assoluto di Clint è anche aver delineato i personaggi femminili del film, a partire dalla figlia Emmy Rossum che compare ovviamente pochissimo nel film ma che ha già detto tutto, la moglie di Tim Robbins attrice sottovalutata non amata particolarmente dal sottoscritto ma che si rivela di una perfezione nell'essere entrata nella parte della moglie che poco a poco vacilla nella sua fede nei confronti di ciò che potrebbe aver compiuto il marito ma che non ha il coraggio di chiedere. Infine è da sottolineare la prova del ragazzo nel film innamorato della figlia di Sean Penn, anche lui di una bravura nell'essersi calato in una parte che qualche altro regista non avrebbe sviluppato a pieno ma qui stiamo parlando di uno dei migliori registi esistenti.

Doveroso accenno alla citazione che Clint fa all'altro genio di Carpenter con Tim Robbins che guarda un film sui vampiri, "Vampires" appunto del maestro. Un finale spiazzante come pochi a questa parte, capisci che il buono che presumibilmente è identificato dallo spettatore da Sean Penn, gli muore la figlia deve badare alla sua famiglia vuole scoprire chi ha ucciso la figlia e vendicarsi, è solo un uomo plasmato da una sete di vendetta smodata che finisce per uccidere un innocente ricadendo negli errori del passato, Dave muore dicendo la verità ma sapendo comunque che sarebbe stato ucciso in ogni caso. Alla fine come del resto nella vita quello che può capitare a qualcuno è frutto di una coincidenza o di una malaugurata conseguenza non voluta. "A volte penso che... penso che ci siamo saliti tutti e tre insieme in quella macchina. E tutto questo è solo un sogno, lo sai?"


Il nome di Dave rimasto a metà inciso ancora sull'asfalto è solamente poesia.

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/02/2015 20.57.45
Visualizza / Rispondi al commento
william sczrbia  @  13/01/2015 22:16:34
   6 / 10
Niente di special

Nic90  @  27/07/2014 14:14:17
   8 / 10
Sicuramente uno dei migliori thriller drammatici,fatto benissimo con una grande prestazione di Penn,ottimo anche l'intreccio e la sceneggiatura.

DogDayAfternoon  @  13/07/2014 15:27:27
   7½ / 10
Dopo una decina di tentativi finalmente sono riuscito a trovare un film diretto da Clint Eastwood che mi abbia preso. Merito sicuramente della storia molto interessante e ben sviluppata, anche se credo che vista la portata il risultato finale sarebbe potuto essere ancora migliore: lo stampo del regista (in senso negativo) infatti è abbastanza evidente nei ritmi molto lenti di alcune scene e nella scarsa presenza dell'accompagnamento musicale che tante volte può fare la differenza soprattutto nelle scene ad alto tasso di drammaticità.

Tutto sommato comunque, per mio gusto personale, credo di poter definire "Mystic river" il miglior film del regista, aiutato anche da un cast azzeccato soprattutto nel trio di protagonisti con un Tim Robbins in particolare evidenza.

Inspiegabili gli ultimi dieci minuti, totalmente inutili.

3 risposte al commento
Ultima risposta 15/07/2014 23.50.32
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  04/03/2014 16:48:42
   8 / 10
Come tutti i film di Clint Eastwood anche questo deve la sua forza alla componente emotiva e alle relazioni dei vari personaggi.
"Mystic river" non è un vero e proprio Thriller...tratta piuttosto della storia drammatica di tre uomini,amici durante la loro infanzia.
L'elemento "omicidio" è un pretesto per analizzare in modo approfondito tre ragazzi dalla vita e dal carattere differente.
Il drammatico evento della morte di Katy,figlia di uno dei tre(il più bullo),porterà nuovamente a fare incrociare i loro destini....
Eastwood si diverte a stuzzicare lo spettatore con l'elemento investigativo,ma senza mai arrivare al Thriller vero e proprio...mantenendo sempre una certa attenzione sui tre protagonisti;la storia investigativa sembra più un tramite per raccontare quali siano state le conseguenze dei tre dopo le loro drammatiche esperienze.

Come sempre Clint Eastwood punta maggiormente sulle relazioni umane,sui sentimenti(dall'amore alla rabbia),presentando una produzione ammirevole,ben girata,con la solita buona fotografia,con le giuste musiche ed una sceneggiatura molto matura.....
...ma come al solito manca sempre quel qualcosa che mi intriga,che mi esalta perchè inaspettato....manca quell'intreccio di eventi che ti fanno rivalutare o vedere in modo differente tutta la storia....e questo è un elemento che manca in quasi tutti i suoi lavori;tranne qualche accenno ogni tanto:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
...ma sono solo brevi momenti che non sorreggono la sceneggiatura ma l'arricchiscono soltanto...

In definitiva è un film sempre ben fatto,Eastwood è comunque molto bravo,ma come in altre occasioni,pure questo non mi ha soddisfatto come avrei voluto....ma è un discorso puramente personale.

ketch  @  16/02/2014 13:25:58
   8½ / 10
grandissimo film, attori spettacolari e storia coinvolgente, che chiedere di piu?

Domius  @  14/01/2014 17:32:06
   9½ / 10
Diffidate di chi dice che è un buon film, è un grandissimo film, per sceneggiatura inquadrature, suspance, un film che attanaglia lo spettatore dall'inizio alla fine.
Davvero una bella scoperta questo film, violento ma necessario.

Sean Penn MERAVIGLIOSO.

Spera  @  14/01/2014 13:17:47
   7 / 10
Buon thriller questo Mystic River messo in scena da un Eastwood che non sbaglia un colpo.
Ottimo intreccio che tiene viva l'attenzione per tutto il film fino allo sbrigativo e insensato finale.
Ottimo Tim Robbins. Kavin Bacon che apprezzo molto qui non in una delle sue performance più accattivanti.
Trovo invece sempre più sopravvalutato Sean Penn di cui non riesco a capire l'oscar. Mi sembra sempre così finto e forzato nella sua recitazione.
Il ragazzino biondo fidanzatino della povera ragazza uccisa recita e piange molto meglio del nostro Penn.
Che dire ... se volete vedere un buon film guardatevi un film di Eastwood e andrete sul sicuro.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/01/2014 16.03.28
Visualizza / Rispondi al commento
Hyogonosuke  @  13/01/2014 21:31:51
   9½ / 10
Capolavoro.
Sceneggiatura ottima,attori superbi. Un must.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  18/11/2013 01:02:00
   8½ / 10
In questa pellicola tutto e meraviglioso dalla regia agli attori .
Non si può non vederlo

Oh Dae-su  @  06/11/2013 16:12:43
   7 / 10
Gran bel film, regia impeccabile, sceneggiatura molto interessante.. grandissima prova per Sean Penn! ..da vedere.

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  30/09/2013 21:28:42
   7 / 10
Un po' sopravvalutato, non per tecnica bensì per sceneggiatura, con Clint che si diverte come al solito a fare il moralista nei finali. Punti di vista, lo so, comunque un bel film.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/09/2013 23.04.47
Visualizza / Rispondi al commento
Chemako  @  01/09/2013 20:13:57
   8 / 10
Bello....
Bravissimi gli attori.....
Da vedere.....

TonyStark  @  01/09/2013 11:53:32
   7½ / 10
cupo e molto bello ottima interpretazione di Robbins

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  28/08/2013 03:16:42
   8 / 10
Pellicola imprescindibile della carriera registica di Clint Eastwood.
Grandi attori (Penn e Bacon su tutti) e un risvolto efficace rendono Mystic River il film conclamato che è oggi.

JB488  @  08/08/2013 21:06:46
   10 / 10
Clint è sinonimo di garanzia sedetevi e godete that's it

horror83  @  04/08/2013 23:21:13
   5 / 10
ne avevo sentito parlare benissimo ma a me non è piaciuto! era iniziato bene ma poi non l'ho trovato questo granchè. per me insufficiente!


pinhead88  @  26/07/2013 23:38:13
   8 / 10
Un thriller fluente che scivola via che è una bellezza, una fotografia tenue priva di colori sgargianti ma perfettamente funzionale al clima raffinato della pellicola.
Film di classe.

debaser  @  09/07/2013 14:31:01
   9 / 10
Un grandissimo thriller made Clint Estwood conuno strepitoso Sean Penn. Oscar super meritati. Da vedere assolutamente.

sarci83  @  21/06/2013 01:35:38
   8 / 10
ottimo film... cast stellare......... oscar meritati............

Tom2  @  14/06/2013 21:45:04
   8 / 10
Grande film, uno dei migliori di clint che riesce quasi sempre a far emozionare e al tempo stesso riflettere

Matteoxr6  @  02/06/2013 17:23:32
   7½ / 10
I thriller di solito, tranne qualche eccezione, vengono dimenticati dopo un paio di anni. Questa volta no (ecco perché do mezzo voto in più).
Grande regia di Clint Eastwood e ottime interpretazioni di tutto il cast (Penn su tutti). Ciò permette allo spettatore di calarsi completamente nel clima del film.

Atlantic  @  25/05/2013 13:56:04
   9 / 10
Forse il film più coinvolgente di Clint Eastwood regista , al punto di poterlo definire magico e vitale. Un capolavoro tratto da un romanzo stupendo , La morte non dimentica di Dennis Lehane. Sean Penn unico in una delle sue migliori interpretazioni in assoluto (oscar migliore attore protagonista) , grandissimo e deciso Kevin Bacon , sorprendente davvero Marcia Gay Harden , bravi anche Laurence Fishburne , Laura Linney e il cast rimanente soprattutto i giovani attori. Ma l'interpretazione più incredibile e toccante è Tim Robbins , che vincerà giustissimamente l'oscar come miglior attore non protagonista.
Colonna sonora celestiale , regia produzione e sceneggiatura ottime.
Divertente la comparsa di Eli Wallach , nel ruolo di un negoziante. Il Biondo e Tuco ancora una volta assieme.

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  30/04/2013 18:41:28
   8½ / 10
Ci leggo un collegamento tra il lento scorrere del fiume che dà il titolo al film, ed il lento scorrere dell'esistenza umana. Il primo trascina con sé , nel suo lungo percorso, i detriti delle rocce da cui nasce, la seconda trascina con sé i detriti dell'anima.
Tre bambini giocano per strada a baseball, emulano i campioni, quegli adulti che dovrebbero essere un punto di riferimento per loro, la palla va a finire in un tombino e il gioco si trasforma in noia, che fare? Una certa predisposizione a trasgredire le regole uno di loro ce l'ha e, fallito il tentativo di convincere i compagni a rubare una macchina per farsi un giro nel quartiere, ripiega su una più innocente azione, scrivere i propri nomi su un tratto di marciapiede appena cementato, l'arrivo di una macchina con due uomini a bordo interrompe il "gioco" lasciando il terzo nome scritto a metà, metafora di un'infanzia che andrà a spezzarsi, e stravolge per sempre le loro vite.
Clint Eastwood, come sempre, penetra all'interno del lato oscuro dell'esistenza, e lo fa con gli strumenti che gli sono consueti: Magistrale gestione della fotografia, sceneggiatura solida e un'attenta ed accurata scelta degli attori, capaci, in tutti i suoi film, di rispondere alle esigenze del regista Californiano.
La perdita dell'innocenza, l'impossibilità di cancellare il passato, la vendetta e la violenza sono i temi di questo film, bellissimo, dove vengono chiaramente espresse le intenzioni di Eastwood, mostrare gli intricati meccanismi della giustizia (il regolamento di conti, il libero arbitrio, l'indulgenza); indagare all' interno dell'animo umano quando le esperienze di vita inducono ad un percorso anziché ad un altro; confrontare queste esperienze e palesarne le conseguenze.
Il male, in tutte le sue forme, è il filo conduttore dell'intera pellicola, Eastwood lo mostra annidato profondamente nel tessuto della società, anche il salto temporale di 25 anni fortifica la convinzione che è inestirpabile, un quarto di secolo e nulla è cambiato, i segni della violenza sono ancora vivi ed anzi generano ulteriore violenza, la vittima diventa carnefice, parallelamente altre menti disturbate compiono un altro delitto, innescando una reazione a catena, condita di sospetti, ossessioni, propositi di vendetta.
In questo quadro di desolante abiezione, l'amore ne esce inesorabilmente sconfitto, schiacciato dal pesante maglio della violenza non riesce a trovare respiro, la progettata fuga d'amore dei due ragazzi viene annientata dalla crudeltà del destino, un destino però generato dall'uomo, unico responsabile dei mali del mondo.
E' emblematico come il regista abbia volutamente giocato con l'incertezza degli eventi, quello che appare scontato non lo è (ne fa le spese la moglie di Davie), sottolineando le debolezze dell' uomo di fronte a situazioni più grandi di lui e ricordandoci che la rabbia ed il dolore non restituiscono una condizione precedente, nessuna soluzione avrebbe ridato serenità a Jimmy, il fardello della responsabilità di padre rimane, nessuna consolazione, quando si vive di violenza si devono fare sempre i conti con essa, non c'è scampo, è forse questo il messaggio che vuole trasmettere questo drammatico ma bellissimo film.

Invia una mail all'autore del commento lapucciosauro89  @  22/04/2013 23:57:45
   7½ / 10
Belloccio, veramente un bel giallo ;)

farfy  @  22/04/2013 23:47:23
   8 / 10
E' un film che tocca le viscere.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Crazymo  @  31/03/2013 21:46:47
   9 / 10
Un autentico capolavoro firmato Clint Eastwood, al pari di Million Dollar Baby, Gli Spietati e Gran Torino... non ho parole, un bellissimo thriller e un grandissimo film che parla della storia di tre ragazzi cresciuti insieme che hanno percorso strade diverse e che si rincontrano, si ritrovano, a causa di un omicidio che finirà inevitabilmente per chiamarli tutti in causa e per far tornare a galla tanti vecchi ricordi. Un film fatto col cuore, e si vede; cito un'intervista di Clint Eastwood approposito del film "John Hughes anni fa disse che il modo migliore di fare un film è girare ogni scena come se fosse la più importante, in questo modo si ottiene un gran senso di completezza e armonia", c'è riuscito alla grande, anche grazie a tre grandissimi attori. Bellissimo il cambiamento dei ragazzi, da giovani innocenti a personaggi tristi e cupi, cambiati, in un modo o nell'altro, dalla società odierna, plasmati dalla realtà che li ha scossi e che li ha cambiati per sempre, e nulla d'ora in poi potrà farli tornare all'innocenza e all'armonia. Stupendo

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/04/2013 22.42.08
Visualizza / Rispondi al commento
Ironkarlo  @  07/03/2013 09:54:42
   6½ / 10
Può capitare anche al maestro, intendo rendere il film a tratti lento e poco strutturato.
La storia è bella comunque, interessante, ma mi è sembrato poco coinvolgente.
Il finale non è male e risolleva un po' la valutazione, ma mi aspettavo di più.

krueger419  @  24/02/2013 19:28:48
   6 / 10
Mi aspettavo moolto di più dopo aver visto gran torino...
La prima metà di film è piatta con un disastro di sceneggiatura, scene buttate a caso, non si capiva chi erano i protagonisti...
Poi il vecchio clint apre gli occhi, capisce che il film procede male e da una svolta alla trama, tutto, però solo nell'ultima mezz'ora....
Il 6 lo merita, e forse anche di più ma in confronto agli altri di eastwood è una vera delusione...
p.s: pessima recitazione di kevin bacon!

Bacarospus  @  22/02/2013 15:03:43
   9½ / 10
Non l'avete ancora visto?!?!!? Correte subito a noleggiare il film!!!

cacacaca  @  16/02/2013 01:38:15
   7½ / 10
Mystic river si potrebbe considerare un comune poliziesco ma per me ha qualcosa di più. Perchè sì la vicenda gira attorno all'indagine dell'omicidio ma in contemporanea si approfondiscono anche i personaggi, interpretati alla grande dagli attori, i tre protagonisti su tutti.

Probabilmente sono io che cerco dei significati ovunque, comunque a me questo film mi ha fatto riflettere su quanto il caso, la fortuna sia determinante nella vita, di quanto un episodio negativo ti possa condizionare l'esistenza, sia a te che a chi ti sta vicino ma sicuramente più a te.

maitton  @  26/11/2012 11:11:54
   8½ / 10
ho visto questo film con molto, troppo colpevole ritardo.
hanno gia'detto tutto...io posso solo aggiungere che e'uno dei film piu'belli degli ultimi 10 anni.
meraviglioso sean penn, ma piu'di lui non dimentichero'mai l'interpretazione straziante di tim robbins.

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  08/11/2012 11:57:14
   8½ / 10
nyc93  @  27/10/2012 13:26:10
   10 / 10
Bellissimo capolavoro di Clint Eastwood, un film che tiene incollato al televisore per tutta la sua durata, oscar meritatissimi.

genki91  @  20/10/2012 03:19:02
   9 / 10
Ne sentii parlare molto bene e decisi di vederlo. Incredibile, mozzafiato, eccellente sotto ogni punto di vista, un must del suo genere, un film che deve essere visto. Fa calare in un abisso di vicende lo spettatore, catturandolo completamente. Attori eccellenti, tra tutti il premio oscar Sean Penn, uno tra i miei attori preferiti, ma non posso fare a meno di ammirare in maniera spropositata Kevin Bacon.
Da vedere assolutamente.

Attila 2  @  11/09/2012 12:53:10
   8 / 10
Dopo averne sentito "tanto parlare",finalmente sono riuscito a vederlo e,devo dire,che ne e' valsa davvero la pena.Parlando della trama tutto sembra scontato,dopo un quarto d'ora di film,poi,ti rendi conto,che forse non e' poi tutto cosi' semplice,anche se alla fine,capisci che una tua intuizione iniziale,che poi hai lasciato perdere,era invece giusta.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER Il film va avanti , le storie si dipanano e tutto si chiarisce ed "esplode" nel finale incalzante e teso,davvero ben fatto e ben congeniato.Ma parliamo delle "sensazioni" che questo film da' durante la visione e che lascia alla fine.Durante la visione Clint,ti catapulta dentro la pellicola.Ti senti parte di quella cittadina,ma soprattutto ti senti come fossi il "quarto" amico dei protagonisti.La quasi totale assenza di colonna sonora,ti fa vivere le vicende con ancora piu' partecipazione.La tensione e' quella di un thriller , e piu' va avanti la vicenda e piu' aumenta.A tratti ti senti "angosciato" e "disturbato" da quello che stai vedendo e dalla storia e questo credo che fosse proprio l'intento di Eastwood.Largomento trattato,e' molto delicato,soprattutto per quel che riguarda la vicenda di Dave,e Clint lo tratta con crudezza e senza edulcorazioni.Te lo sbatte in faccia e ti fa capire quanto,nonostante possa passare il tempo e la vita continuare,un fatto come querllo successo a Dave,segni per sempre la sua vita e non solo la sua.Nulla puo' far dimenticare una cosa cosi' atroce.Questa cosa raccontata all'inizio del film,fa subito capire che il viaggio dello spettatore in questo "racconto" di due oer e un quarto,non sara' certo facile,e la premessa non verra' tradita.Praticamente tutto ruota attorno a quell'episodio e sia il fatto che l'atmosfera del film,mi hanno riportato alla mente,un'altra pellicola con Kevin Bacon "Sleepers",un film che mi ha "disturbato" anch'esso,in maniera notevole e che ha un po',come storia di base,la stessa di Mystic River ,dove i protagonisti vengono segnati da un episodio vissuto quando erano piccoli.Ma mentre in "Sleepers" il finale seppur drammatico,da' una sorta di "rivincita" ai protagonisti e un minimo di "soddisfazione" allo spettatore,qui Eastwood,non ci concede neanche quella.Il finale e' amarissimo,praticamente

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER Un film drammaticissimo ma che prende anche le sfumature del grande thriller.Un gran lavoro di Eastwood,un fiolm che non si dimentica.Poteva essere un capolavoro da 10- perche' io 10 l'ho dato solo a "Il grande Lebowski" se ci fossero stati due accorgimenti....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER Comunque un gran film

BlueBlaster  @  07/08/2012 01:38:10
   9 / 10
Un thriller-drammatico che è un capolavoro! Ti lascia l'amaro in bocca...non mi metto a descrivere tutte le qualità perché è quasi perfetto...dalla recitazione alla regia!

BuDuS  @  19/05/2012 23:29:27
   8 / 10
Con Clint si va a colpo sicuro.

Mi ha ricordato altri film (di cui uno interpretato sempre da Bacon), "Sleepers" ad esempio, ma qui la faccenda è abbastanza diversa.

Forse l'unico difetto è l'eccessiva lunghezza, a tratti tende un po' a pesare, ma poco. Le interpretazioni sono ottime, vale sicuramente la pena vederlo, gran bel film.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  08/05/2012 20:08:00
   8½ / 10
Zio Clint, caro zio Clint... ma come fai alla tua vegliarda età a sfornare uno dietro l'altro film di una qualità cosi cristallina?
Pensavo che più crudele di Million Dollar Baby, più visceralmente potente di Changeling non ci potesse essere nient'altro di suo. E invece dopo tanto tempo sono riuscito a vedere Mystic River. Ed è stata la folgorazione.

Nell'ordine credo che di meglio di Eastwood regista ci siano solo "Gli Spietati" e il sopra citato "Million Dollar Baby". Questo si piazza subito dietro.
è la parabola più amara, sorprendente e dolorosa di Clint, quella che ha meno sentimentalismi un pò retorici che fanno parte anche del suo (bel) cinema; certo, il messaggio facile c'è tutto (i nomi dei protagonisti con quello interrotto a metà) ma sono inseriti in una cornice cosi dura, eticamente disturbante (riprendo un commento più sotto) che colpiscono in positivo.
Le esistenze interrotte, l'infanzia rubata sono temi che Eastwood ha a cuore e li tratta con un pessimismo raro a trovarne, in Mystic River. Il fiume dei peccati e dei peccatori dove finiscono gli innocenti.
Lascia l'amaro in bocca questa storiella travolgente di tre (ex) amici, almeno uno dei quali si rivela passare da vittima a carnefice con una facilità impressionante. A pagarne le conseguenze in fin dei conti è uno solo il cui destino è letteralmente già scritto.
Diventa difficile quindi rileggere con una chiave di lettura semplicistica, come solitamente siamo portati a fare con il cinema di Eastwood, il finale apertissimo. C'è qualcosa di interrotto che fa male allo stomaco, un messaggio cinico e da duro che zio Clint spiattella in faccia allo spettatore siamo sicuri con uno dei suoi ghigni sardonici, mentre scorrono le immagini di un fiume e il nostro pensiero va ai segreti che seppellisce tra le sue onde.
Parabola crudele, esatto, terribilmente umana. Solitamente film come questo, con questa filosofia del dolore e dell'amoralità dilagante, vanno di pari passo con quelli di Inarritu... eppure ancora una volta Eastwood ha centrato perfettamente il bersaglio del nostro cuore. Ma questa volta per distruggerlo del tutto, per non lasciarci alcuno scampo. Il tempo della speranza in Changeling qui è completamente assente.


Grandissima prova attoriale dei tre protagonisti con Fishburne sullo sfondo.
E l'incipit si candida come uno dei più belli che abbia visto negli ultimi tempi, di una perfezione disarmante.

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/09/2012 19.07.01
Visualizza / Rispondi al commento
giraldiro  @  30/04/2012 09:19:38
   8 / 10
La storia è estremamente drammatica, tragica direi, quasi a essere crudele, è di fatto lo è; ma quello che colpisce di più di questo film è quel tocco di saggezza che esso racchiude. Mystic river non è solo il racconto di un dramma, ma una lezione di vita.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

aztsn38  @  11/04/2012 19:24:31
   7½ / 10
Pellicola intensa. Sean Penn e in Tim Robbins due interpreti ideali. Storia complessa che ruota intorno a tre amici d'infanzia in una zona operaia di Boston: Jimmy, Dave e Sean, interpretati da Sean Penn, Tim Robbins e Kevin Bacon, e descrive come le loro vite siano state devastate da un abuso sessuale avvenuto nel passato. Molto triste

Goldust  @  16/03/2012 12:10:40
   10 / 10
La giovinezza mancata, il dolore come veicolo necessario per poter vivere, l'atrocità del destino, l'impossibilità di liberarsi dai propri fantasmi o da etichette fastidiose, l'impunità e chissà quanti alti temi alti o bassi ho tralasciato o non ho riconosciuto in questa spietata e amarissima opera del grande Clint. E' semplicemente il suo miglior film, e quello meglio servito da un cast clamoroso, tutto - senza eccezione alcuna e cosa più unica che rara - perfettamente in parte.
Media voto insultante, questo è a buona ragione da considerare un capolavoro.

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/04/2012 10.11.22
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  06/03/2012 11:09:47
   9½ / 10
Un grande film nato dalla grande regia di un superbo Clint Eastwood. Un film drammatico e crudele in alcuni frangenti che è riuscito ad appassionarmi molto di più rispetto a film meglio considerati dello stesso regista ("Changeling" e "Gran Torino" universalmente riconosciuti come capolavori, mi sono molto piaciuti ma ho preferito di gran lunga questo "Mystic River").
Davvero ottime le prove dei protagonisti con Oscar meritatissimi per Sean Penn (anche se interpreta un personaggio davvero odioso a mio avviso) e per Tim Robbins, peccato per Kevin Bacon che è rimasto a mani vuote ma anche lui avrebbe meritato un qualche premio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/03/2012 11.11.19
Visualizza / Rispondi al commento
ValeGo  @  21/02/2012 12:45:03
   7½ / 10
Bel film di Clint, bravo Bacon.

Izivs  @  22/01/2012 20:16:48
   7½ / 10
Durante la visione del film mi chiedevo....certo questo regista ha del talento, certe atmosfere mi ricordano quelle di Sergio Leone....ops..era solo il grande Eastwood....che dal nostro sommo maestro ha ereditato moltissimo.
Il film, nel complesso, non ha una grandissima sceneggiatura, tuttavia cast e regina ne fanno un prodotto soddisfacente.

harlan  @  16/01/2012 02:52:01
   8½ / 10
nonostante sia passato del tempo dall'ultima visione, ne conservo ancora un nitido e bellissiimo ricordo. un film teso, cupo, con una trama abbastanza lineare, ma decisamente bella, con tutti i tasselli al posto giusto (e non era facile), nessuna incoerenza, e soprattutto tiene vivo l'interesse fino alla fine.
magistrali le interpretazioni, d'altronde con un cast del genere...
il buon clint fa davvero un ottimo lavoro alla macchina da presa, cosa che la storia ci dirà poi non essere un episodio visti poi i successivi capolavori che ha diretto..
da vedere assolutamente.

tobbie  @  06/12/2011 19:59:52
   8 / 10
Sebbene sia sorretto da un'ottima regia e una buona sceneggiatura, questa pellicola rimane per me senza lode.
Ottima la prova degli attori, del resto è difficile attendersi delusioni dal trittico Robbins,Bacon , Penn.

marimito  @  01/12/2011 17:26:24
   8 / 10
Cinema essenziale.. non hollywoodiano... spartano, ma profondo.. intimistico.. emozionante.. Eastwood non si è fatto mancare nulla ed il risultato non poteva deludere...grande regia.. storia molto bella, anche se triste ed accapponante.. attori degni di lode..

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Peter Lyman  @  23/11/2011 18:07:31
   8 / 10
Ottima prova di Eastwood e dei tre attori protagonisti, i personaggi sono curatissimi e la storia è molto affascinante, nonostante il climax crudo e tetro che caratterizza tutta la pellicola. Qualche pecca quà e là, ma relativamente di poco conto.

Oskarsson88  @  13/10/2011 11:31:47
   8½ / 10
Davvero bello e coinvolgente questo thriller dal sapore drammatico del buon vecchio Clint. Valida anche l'idea di partire con i 3 protagonisti nell'infanzia per poi ritrovarli 25 anni dopo, cresciuti ed ognuno con una vita piuttosto diversa rispetto agli altri. Kevin Bacon, forse col ruolo più semplice, l'ho trovato perfetto, Sean Penn molto bravo anche se in qualche sprazzo è stato forse troppo sfrozato (ma il ruolo era difficilissimo), perfetto anche Tim Robbins nel ruolo dell'adulto che non è riuscito mai a superare le nefandezze che ha dovuto subire da ragazzino. I contorni sono ottimi, come il sergente della polizia e le rispettive famiglie dei protagonisti. Non è pieno di colpi di scena, ma la tensione e l'interesse perdurano per tutte le due ore e passa... e arrivare a capire chi fosse l'assassino non era poi così scontato... anche se forse è l'unica cosa che lascia un minimo a desiderare, e diciamo che non convince 100%...
Ripeto, molto molto bello!

PignaSystem  @  30/09/2011 09:30:35
   8 / 10
Il ritrovamento della figlia di Penn e del suo strazio mi ha ricordato una tragedia greca, scena indimenticabile.
Stilisticamente credo sia quanto di meglio Eastwood abbia fatto!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  30/08/2011 20:48:04
   7½ / 10
Il buon Clint è una garanzia, e in effetti anche questo film non delude. Ben recitato, appoggia su di una solida sceneggiatura. L'oscar è andato a Penn, ma se devo essere sincero ho apprezzato molto di più l'interpretazione di Kevin Bacon, davvero bravo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/08/2011 21.04.11
Visualizza / Rispondi al commento
JOKER1926  @  15/08/2011 17:33:06
   6½ / 10
Con Clint Eastwood alla regia è difficile, quasi impossibile, da parte del pubblico, cadere in qualche film scialbo e poco emozionante. Nonostante qualche pellicola non sia un Capolavoro, emergono di gran lunga in essa tutte le potenzialità e le grazie del regista in questione.

"Mystic River" è l'ennesimo lavoro cinematografico del famoso ed elegante Eastwood che ancora una volta, infatti, non si smentisce. Il suo film del 2003 mette sotto i riflettori una storia di dramma totale con vari pregi.
Ovviamente, nel tutto, emerge alle volte qualche neo, difetti riscontrabili esclusivamente nella sceneggiatura. A livello di fotografia, attori e inquadrature gira tutto a dovere, come al solito quando si parla del buon Clint.
"Mystic River" alle volte, tuttavia, pecca a livello di storia, insomma la narrazione vista dall' alto è un po' sempliciotta e parzialmente inconcludente; a far da scena scenari freddi e poco armoniosi, i protagonisti invece sono tre amici cresciuti che si rincontreranno a causa di un dramma personale. Accennata la trama ci si accorge che mancano purtroppo veri e propri colpi di scena, gran parte del concetto è abbastanza intuibile dall'inizio.

Alla fine rimarrà negli occhi la prova dell'intero cast e specialmente quella di Sean Penn in una prestazione alla Al Pacino.
Film positivo, ma non perfetto.

elmoro87  @  19/07/2011 12:57:03
   8 / 10
Eastwood come al solito confeziona un filmone psicologico molto intenso, che gioca sugli stati d'animo di grandi protagonisti come Robbins, Penn e Bacon che danno notevole spessore al film lasciando da parte l'azione e ricercando il proprio topos nella riflessione e nel dolore presente e passato... Un bellissimo film di un regista che non ha bisogno di etichette... Grande Clint!

simo96  @  27/06/2011 20:48:19
   8 / 10
regia superba...
storia originale ed intrigante...
sean penn agghiacciante per la sua bravura...
tim robbins oscar meritato
kevin bacon molto bravo...
bellissimo il finale anche se l'ho digerito molto male...
grande film thriller drammatico...

guidox  @  02/06/2011 01:19:03
   7½ / 10
c'è tutto lo stile di Clint Eastwood, anche se non è uno dei suoi film più riusciti, seppur sia uno dei più famosi.
Tim Robbins mi è piaciuto, molto meno Sean Penn, troppo forzato nella sua interpretazione...l'oscar non glielo avrei dato, ma tanto buon per lui che io non conto niente. :-)
anche la trama non è poi così innovativa e i colpi di scena sono un po' debolucci.
però è comunque un buonissimo prodotto.

The BluBus  @  02/06/2011 00:30:01
   8 / 10
Clint è una garanzia, gli ottimi attori fanno il resto.

wooosh  @  23/05/2011 22:30:41
   8 / 10
Bellissimo. Uno dei film più belli di Eastwood. Crudo, crudele, tragico,freddo, interpretato straordinariamente da Bacon e Penn.

kako  @  10/05/2011 21:30:30
   8½ / 10
bellissimo dramma con un Sean Penn che ci regala un'interpretazione straordinaria. Molto bello il finale, trama molto ben strutturata.. alcuni momenti un po' dispersivi forse, ma non pesano nel complesso del film, che ci offre inoltre dei personaggi molto ben caratterizzati nelle loro vicende personali scaturite, sopratutto per quanto riguarda Dave, dall'episodio accadutogli nella loro infanzia quando erano amici. Amaro destino che li ha fatti dividere con una tragedia e ritrovare con una tragedia, che porta a ulteriori tragedie. Tanto triste quanto bello

sergiolandia  @  03/04/2011 00:12:33
   8½ / 10
Questo è il primo film di Clint Eastwood che m'ha fatto capire che oltre ad essere stato un grande attore, sarebbe diventato un ottimo regista.
Un cast eccezionale (bravi tutti) ed un intreccio "giallo/drammatico" sono una cornice perfetta.

lady342  @  26/03/2011 20:12:42
   8 / 10
Questo è un gran film, senza buonismi o stereotipi, senza tamarrate esasperate. Crudo, sincero, avvincente. Ottima interpretazione di Sean Penn e Tim Robbins

franky81  @  29/01/2011 11:39:58
   7½ / 10
bel film. ottima interpretazione di tutti gli attori, compreso kevin bacon ! bella regia , montaggio , trama. e bel finale. emozionante in alcuni punti.

  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006156 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net