mongol regia di Sergei Bodrov Russia, Mongolia 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

mongol (2007)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Extra sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MONGOL

Titolo Originale: MONGOL

RegiaSergei Bodrov

InterpretiTadanobu Asano, Sun Honglei, Khulan Chuluun, Odnyam Odsuren.

Durata: h 2.05
NazionalitàRussia, Mongolia 2007
Generestorico
Al cinema nel Maggio 2008

•  Altri film di Sergei Bodrov

Trama del film Mongol

L'infanzia e l'adolescenza del giovane Temudzhin, passato alla storia come Gengis Khan. La leggenda della moglie bambina, quella della rivalità con il migliore amico, la nascita dell'Orda che mise a ferro fuoco l'Asia all'inizio del XIII secolo, compongono un affresco shakespeariano sul senso del potere, il sogno della libertà, la volontà di conquista.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,71 / 10 (56 voti)6,71Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Mongol, 56 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

daniele64  @  18/01/2019 10:06:53
   7 / 10
L' infanzia leggendaria , l' insolente coraggio , la ferrea determinazione e le prime imprese guerresche di colui il quale sarebbe diventato il più grande conquistatore di tutti i tempi , Gengis Khan . Questo film doveva essere il primo capitolo di una trilogia sulla vita del condottiero mongolo , ma gli episodi successivi non sono stati ancora girati a distanza di oltre 10 anni ... Forse perchè , nonostante buone critiche e premi vari , l' accoglienza al botteghino non è stata abbastanza confortante , per questa insolita coproduzione russo - tedesco - mongolo - kazaka . Eppure non mi è parso un brutto film , anzi . La cosa più bella sono indubbiamente gli straordinari paesaggi naturali , fotografati così magnificamente da rendere persino attraenti le desolate lande della Mongolia . Poi c' è l' incredibile storia d' amore tra Temugin e Borte , che è quasi il filo conduttore della pellicola , più forte di tutti gli ostacoli e le traversie che il destino pone sul loro cammino . E siccome dietro ad un grande uomo c' è sempre una grande donna , anche Borte dimostra di avere le " gambe forti " ed un' invincibile ostinazione . Discutibili possono invece essere considerati certi salti temporali un po' esagerati tra una scena e l' altra , che possono complicare la comprensione del corso degli eventi . Oppure la ricostruzione di certi combattimenti , con tattiche strambe e dissennate , mentre è noto che la fama militare dei Mongoli era dovuta principalmente alla sensazionale abilità dei loro arcieri a cavallo ( che qui in pratica non si vedono ! ) . Il cast , per quanto sconosciuto ( a parte il giapponese Tadanobu Asano ) , fa un buon lavoro . Pure il regista russo Sergei Bodrov non se la cava male e , anche se eccede in qualche spettacolarizzazione di troppo , mi ha vagamente ricordato certo cinema sovietico dei tempi d 'oro , in cui l' eroico protagonista si impone grazie all' implacabile fiducia nel destino , che non può che arridere a chi lotta per i propri ideali . Per me , vale un 7 .

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  13/01/2019 18:05:51
   7½ / 10
Veramente un bel film da tutti i punti di vista.

Thorondir  @  24/11/2018 14:28:54
   7½ / 10
Un film che rifugge l'azione hollywoodiana e tenta un approccio narrativo totalmente differente, decisamente più epico e chiaramente omaggio a certi film epici della vecchia scuola russo/sovietica. Molto belle location e fotografia, per un film che punta sul pathos e la forza delle immagini.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Paolo70  @  08/02/2016 10:27:01
   7 / 10
Narrazione scorrevole ispirata a fatti storici. Scenografia ottima. Scene cruente di battaglia. Ben rappresenta la tenacia di Gengis Khan di resistere fino allo stremo delle forze per poi arrivare ad essere il capo di un grande impero.

ValeGo  @  25/09/2015 10:05:12
   7 / 10
L'ho trovato ben fatto, la storia è interessante e avvincente!

Trixter  @  08/10/2013 09:07:23
   6 / 10
Film con lati positivi e lati negativi. Se, infatti, la pellicola annovera un'eccellente fotografia, belle location ed interpretazioni convincenti dei protagonisti, dall'altro pecca in una regia un pò traballante, una sceneggiatura piena di buchi ed un ritmo a tratti decisamente soporifero.
Insomma, la giovinezza del terribile Gengis non sembra particolarmente interessante, tra storie d'amore zuccherose e desideri di vendetta troppo cinematografici. Non mi sento di sconsigliarne la visione in quanto, comunque, è un film ben confezionato, ma certamente non è una pellicola che lascia il segno.

gemellino86  @  25/11/2012 09:34:05
   7½ / 10
Buon film epico sulla vita di Gengis Khan. Narra le imprese che lo hanno portato a diventare un personaggio storico. Non è però privo di difetti come la violenza molto ridotta.

Arkantos  @  25/11/2012 08:32:57
   7 / 10
Un buon film storico sulla vita di Gengis Khan, che riesce ad avere un buon equilibrio tra le battaglie, che mi sono anche piaciute, e le scene dove viene spiegata la cultura dei mongoli.

Purtroppo anch'io ho notato qualche buco di sceneggiatura: perchè vuol unire i mongoli?

Nonostante ciò, il film mi è piaciuto.

Manticora  @  07/06/2012 16:48:08
   8 / 10
Trattandosi di una trilogia mi sarebbe piaciuto che il regista avesse già realizzato gli altri due, cosa che dal 2007 non è avvenuta. Comunque l'epica storia della vita giovanile di Temudzhin è veramente interessante. Un bambino che rischia di essere ucciso, anche se i mongoli non uccidono i bambini, la figura del padre, khan a cui la tribù fà riferimento. Il Capo, alla sua caduta ognuno può farsi avanti, il fatto è però che la società mongolo dell'epoca era superstiziosa, legata ai legami di sangue, con leggi non scritte che si rivelavano pure superstizioni, tipo che tutti i mongoli hanno paura dei fulmini. Interessante la figura della prima moglie, l'amata Buthe, a cui Temudzhin fà riferimento. Eppure senza il carisma acquisito in battaglia non sarebbe mai potuto diventare la figura quasi leggendaria che ha conquistato quasi l'intera Asia. Notevoli le battaglie, coreografate molto bene, in cui la violenza la fà da padrone, Tadanobu Asano regge grazie al suo volto iperscrutabile il peso della leggenda, un uomo che a soli 26 anni conquistò quella che attualmente è la Cina. Una mezione particolare alla natura, BELLISSIMA ma anche terribilmente spietata, in cui il vento, i fulmini, la neve e la pioggia sono i padroni assoluti. La forza di Gengis oltre al carisma stà anche nel perseguire l'unione di tutte le tribù claniche mongole, sotto un unico Khan.
Portando a compimento l'opera ha in parte imitato l'antico Alessandro Magno, anche se la sua figura è paradossalmente meno famosa del condottiero Macedone.
"Abbiamo bisogno di leggi."

mauro84  @  14/02/2012 01:55:24
   7½ / 10
un film che mi ha compiaciuto e ha reso onore a quello che è stato il conquistatore dell'Asia.. da davero il tutto come scene.. combattimenti vari.. quel senso di libertà.. potere e volonta di conquista.. eterna espansione.. tutto sotto un unico grande potere: Gengis Khan!!

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  19/09/2011 11:20:55
   7 / 10
Vita e leggenda di Gengis Khan. Un buon film sulla prima parte della vita di Gengis Khan.
Bene il cast, ottima la fotografia, affascinanti i paesaggi e riuscite anche le scene di battaglia.
Per gli appassionati del genere una visione la merita sicuramente.

Schizoid Man  @  28/05/2011 12:52:28
   7½ / 10
"Mongol", diretto da Sergej Bodrov (regista di film pregevoli come "Il prigioniero del Caucaso" e "La libertà è il paradiso"), è un kolossal imponente e spettacolare che racconta la vita di colui che, da figlio di un capo di una tribù nomade della Mongolia orientale, divenne, dopo numerose guerre, il potente e temuto Gengis Khan (ossia Sovrano Universale). Nato come Temujin il sedici aprile del 1162, egli guidò l'impero mongolo alla conquista dell'Asia, finendo col fondare quello che, probabilmente, fu il più grande impero della storia, dal momento che il suo regno si estendeva dalla Cina fino a parte dell'Europa orientale, passando per la Russia e la Persia. Questa è la prima parte di un'annunciata trilogia, che ha come obiettivo quello di raccontare la vita e le battaglie del suddetto personaggio. Siccome il progetto di Bodrov prevede tre film, in questo primo episodio il regista si concentra soprattutto sull'infanzia e sul periodo immediatamente successivo della vita di Temujin, quello in cui diverrà Khan, il guerriero in grado di sconfiggere qualsiasi nemico, grazie alle sue straordinarie doti di stratega militare.
L'inizio dedicato alla fanciullezza del protagonista è molto bello, anche perché Bodrov riesce a rendere benissimo il carattere da combattente di Temujin; come quando, senza la benché minima paura, nonostante sia solo un bambino, osa sfidare l'uomo che lo tiene prigioniero incatenato ad una ruota, dicendogli: "Un giorno ti ucciderò". In questo film, però, non c'è soltanto violenza: il cineasta russo, infatti, sa insinuare anche momenti di delicata poesia; ad esempio quando Temujin, sebbene abbia solo nove anni, deve scegliere, incoraggiato dal padre, la bambina che da grande diverrà sua moglie, Borte. Quest'ultima è un personaggio importante nella vita del futuro Khan, tanto che quando la tribù dei Merkit la rapisce per vendicarsi di un analogo gesto compiuto ai danni del loro capo proprio dal padre di Temujin, egli, pur di liberare la sua donna che ama alla follia, non esiterà neanche un istante ad entrare in guerra contro i Merkit.
La seconda parte di "Mongol", invece, si concentra sul complesso rapporto instauratosi tra Temujin e suo fratello, Jamukha: dapprima grandi alleati, al punto che combattono l'uno a fianco dell'altro per liberare la moglie del primo, finiranno poi col farsi la guerra a vicenda. I momenti migliori della pellicola sono le sequenze di battaglia, filmate con uno stile à la Kurosawa, con le quali Bodrov riesce a restituire perfettamente la brutalità della guerra; oltre ad essere di una ferocia impressionante, queste scene colpiscono per il loro enorme impatto spettacolare (splendidi i ralenti). Sicuramente ci troviamo di fronte ad un film ben fatto: al giorno d'oggi, poi, è assai raro vedere un'opera così epica, tesa e incalzante. Se il risultato finale è notevole, il merito principale è della regia di Bodrov, che riesce altresì a catturare tutta la bellezza maestosa del paesaggio nel quale è ambientata la pellicola. Ottime le interpretazioni di Asano Tadanobu (Temujin), Honglei Sun (Jamukha) e Khulan Chuluun (Borte). "Mongol", in definitiva, è un'opera affascinante e coinvolgente.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/08/2011 12.52.57
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  22/05/2011 18:38:49
   9 / 10
Film davvero sorprendente, dalla sceneggiatura appassionante e dinamica, e dai dialoghi corti ed impeccabili. Il potere del film sta nei lunghi silenzi, contornati da delle larghe inquadrature in delle locations straordinarie, con verdi ed estesi altopiani mongoli, e montagne grigie e scintillanti, che squarciano in cielo. In ambito interpretativo nulla dire: ottime prove di Tadanabu Asanu e Khulaan Kulun; per quanto riguarda, invece, il montaggio e la fotografia, superbi... rendono la pellicola impeccabile, dall'ambito tecnico.
Devo dire, sorprendente. Mai vista una pellicola così emozionante, dalla fiera filosofia mongola, così curata nei minimi particolari (costumi, capanne, luoghi, armi). Impeccabile

despise  @  22/02/2010 12:02:29
   5½ / 10
Mi ha deluso alquanto, mi aspettavo qualcosa in più....
Risulta abbastanza scontato e banale...
Uguale a molti prodotti di genere!

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/08/2011 10.34.54
Visualizza / Rispondi al commento
peppone  @  23/01/2010 17:03:12
   6½ / 10
Film sufficiente, ben interpretato, con una bella fotografia e che parla di un popolo poco conosciuto che desta curiosità allo spettatore medio, belli i costumi. Adesso passiamo alle dolenti note:

- Temudzhin poco caratterizzato
- dialoghi poco interessanti
- ci sono dei buchi nella trama
- risulta leggermente lento

Febrisio  @  03/01/2010 11:29:39
   8 / 10
Che Mongol! Il film dovrebbe essere una ricostruzione realistica della vita di Gengis Khan. La regia del russo Bodrov è praticamente perfetta, se non fosse per certi lacune temporali, a cui si avrebbe fatto piacere assistere, ma che non distuberanno il prodotto finale. Infatti il film avrebbe oltrepassare facilmente le 2 ore senza pagar nessuna conseguenza, anzi. Assisteremo ad una fotografia di scenografie stucchevoli di paesaggi mongoli e presumo paesi adiacenti. Apprezzabile la presenza di attori pressocchè sconosciuti, guadagnando in una rappresentazione più credibile. Discorsi e scene abbastanza asciutte, ma che sanno meravigliare con un minimo di spettacolarità. Tutto il film è un buon equilibrio tra il non eccedere troppo in fronzoli spettacolari alla braveheart o il gladiatore, ma pur ritracciandone i loro canoni in modo molto più pacato e verosimile e una caratterizzazione ben descritta del più grande Khan mai esistito. Durante le vicende che marcheranno la sua vita, il film ci offrirà la possibilità di assistere a inconsuete tradizioni poste in un dimenticatoio. Un racconto che sa stare aldifuori della storia, lasciando allo spettatore la decisione di giudicare il suo protagonista soprendentemente umano ed essenziale, con un futuro da sanguinario e inimmaginabile conquistatore di quasi tutta l'asia. Da non perdere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/08/2010 11.16.15
Visualizza / Rispondi al commento
squoqui  @  23/09/2009 23:24:19
   7 / 10
Non è male come film ma sono d'accordo con chi sostiene che il personaggio di Genghis Khan è solamente abbozzato. A mio parere manca di una caratterizzazione, si capisce solo che vuole arrivare in cima ma non le motivazioni che lo spingono. Unire i mongoli? Bene, perchè? Insomma poteva essere più curato, contando che è anche il protagonista di tutto.. Fantastiche le ambientazioni e bella la colonna sonora invece!

Leax  @  13/08/2009 16:45:17
   7 / 10
a me è piaciuto, bella storia...non è niente male..

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  11/08/2009 23:49:35
   5 / 10
Guardate io amo molto i film storici e sicuramente la storia di Gengis mi affascina in maniera sorprendente, ma questo film purtroppo manca quasi in tutto bisogna essere sinceri, tranne i luoghi dell'ambientazione e la scena finale del combattimento il resto e noia completa, sinceramente mi aspettavo molto di più anchio, poi e inconcludente. Insomma una delusione profonda.

asprakina  @  05/07/2009 14:53:05
   6 / 10
Pur stupendo il paesaggio, i costumi e il vivere una cultura diversa dalla nostra, ho trovato questo film manchevole.
Ci sono troppi buchi nella storia e soprattutto non si capisce cosa abbia fatto risvegliare nel giovane G. Khan il desiderio di condurre un popolo.
Non riesce a coinvolgere lo spettatore, io personalmente ho aspettato fino alla fine che venisse mostrato il guerriero, il trascinatore e invece si sveglia di punto in bianco e decide che leggi creare e neanche spiega come vorrebbe farle rispettare.
Bho mi lascia perplessa.

NandoMericoni  @  12/05/2009 10:24:22
   6½ / 10
il film è bello sopratutto per le ricostruzioni della vita della società mongola, mi lascia perplesso la storia "d'amore" secondo me artefatta ed in parte evitabile...

Burdie  @  11/05/2009 18:58:48
   7 / 10
Bellissima scenografia, fotografia e costumi. Ogni tanto manca di linearità e a volte risulta un po' superficiale.
Peccato perchè con poco di più si poteva confezionare un gran bel film...

Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  04/05/2009 22:40:08
   5 / 10
Che delusione, vista la produzione Russa mi aspettavo qualcosa di diverso...invece il Genghis Khan di questo film è uno dei classici eroi hollywoodiani supervirtuosi... che s'innamora della classica donna dalle risorse infinite... La storia è disomogenea e la trama in alcuni punti molto frettolosa... splendidi gli scenari mongoli!

TheLegend  @  01/04/2009 16:03:59
   5½ / 10
un film passabile ma poco approfondito in tutte le sue parti,alcuni passaggi avvengono troppo rapidamente e si perde il filo.
gli attori scadenti non rendono giustizia all'importanza della storia.
come detto da molta gente poteva essere fatto molto meglio data la grande quantità di fatti da raccontare.

goodwolf  @  01/03/2009 23:43:45
   6½ / 10
Il film è davvero valido, ma secondo me ha dei buchi clamorosi della sceneggiatura. Ci si trova inspiegabilmente da una situazione all'altra. Peccato, se si fosse curato di più questo aspetto sarebbe potuto essere molto di più..

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  01/02/2009 14:36:35
   5 / 10
D'accordo anche io sul fatto che è un film quasi incompiuto, che poteva essere molto migliore.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/02/2009 14.48.18
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento EnglishRain  @  29/01/2009 23:17:01
   6½ / 10
Coinvolgente a tratti..Scenografia e fotografia STUPENDA..Sceneggiatura a tratti lenta e a volte troppo precipitosa..Protagonista secondo me fuori luogo..Cmq consigliato per gli amanti dei film storici.

Titty@  @  01/01/2009 23:35:50
   5 / 10
Un film senza grosse pretese. Si poteva fare molto di più

Invia una mail all'autore del commento Dan Rose  @  21/11/2008 21:01:45
   7 / 10
Un bel film storico che svela il passato di uno dei più grandi guerrieri che la storia ricordi, se non il più grande, il mitico Gengis Kahn.
Girando per la rete tuttavia non ho trovato informazioni storiche che appurassero l'attendibilità storica del film.
---------------------SPOILER!!!!!!!!!-----------------------------

Il povero gengis infatti rimane povero come il barbone alla ferrovia per il 99 % del film, visivamente anche se non dice l'età pare che fino a 45 anni sia stato un povero cristo , tra l'altro in un crescendo di sfortuna fino a poi essere miracolosamente liberato per combattere la battaglia finale..
Mi piacerebbe capire se la storia sia andata veramente così che manco Will smith in alla ricerca della felicità.. comunque buon film da vedere anche al cinema.

Max78  @  02/11/2008 20:44:18
   5 / 10
Piatto quanto una tavola da surf, non posso credere che la vita di Gengis Khan
sia stata così soporifera.

vale1984  @  29/10/2008 22:48:53
   7 / 10
Le scenografie sono bellissime ed il film è ben calibrato, fatto di pause e grandi scene d'azione, non è spettacolare ma la storia è intensa e suggestiva.
Buon film, con una storia che coglie mille sfaccettature della cultura antica mongola attraversando amore, coraggio, guerre, principi e tradizioni...da vedere.

laconico  @  04/10/2008 21:51:37
   5½ / 10
Si poteva fare molto meglio, resta qualcosa di incompiuto. Un'epica etica che non persuade e non coinvolge. Il buon vecchio Gengis dal volto umano sembra una figura un po' macchiettistica e da "soap opera". Si pretendeva di essere originali e si è stati solo superficiali. Da rifare, premio solo l'idea e certa suggestione paesaggistica dalla Mongolia con amore.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  23/09/2008 09:49:15
   7 / 10
Buon film che però non mi ha totalmente convinto.Lascia infatti qualche perplessità a causa di un’eccessiva reiterazione di situazioni riscontrabile nella prima parte e di alcuni passaggi troppo veloci o su cui pare si sorvoli senza molti problemi nella seconda.
Forse tutto ciò è dovuto al fatto che “Mongol” è solo il primo capitolo di una trilogia dedicata alla vita di Gengis Khan,ma l’impressione che qualcosa sia incompiuto e rimanga sullo sfondo si fa pressante in più sequenze.
“Mongol” è una pellicola dal respiro epico,piuttosto lontana dallo stile occidentale con cui vengono solitamente illustrate le vite di celebri personaggi storici.Il film si basa molto su un attenta disamina dei personaggi e su dialoghi ridotti all’essenziale,centellinate anche le scene di battaglia,piuttosto cruente e coreografate in maniera encomiabile.Straordinaria l’ambientazione che contribuisce a rendere un impatto visivo di tutto rispetto e ad inserire la narrazione in un contesto quasi magico,atto a rappresentare la vita del temibile condottiero mongolo dall’infanzia sino alla battaglia che segnerà in maniera indelebile il suo destino.
Il regista Sergei Bodrov parla soprattutto attraverso le immagini e rivaluta la figura di Gengis Kahn,storicamente conosciuto come individuo feroce e sanguinario,qui invece rappresentato come uomo saggio ed equilibrato,capace di provare pietà per il nemico e depositario di un proprio codice morale che ne aumenta la grandezza.Molto spazio viene lasciato anche alla relazione con l’amatissima moglie,che segnerà il carattere del personaggio e ne indirizzerà la vita tanto quanto la difficile infanzia.Degna di lode l’interpretazione di Tadanobu Asano,attore giapponese dalle grandi qualità interpretative.
Dispiace che qualcosa non torni alla fine,soprattutto perché l’impegno di Bodrov è evidente nel cercare di strutturare la storia con personalità tale da rendere merito alla vita di un personaggio così controverso,senza tralasciare la giusta dose di spettacolarità ed azione.

4 risposte al commento
Ultima risposta 23/09/2008 14.44.47
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  21/09/2008 10:03:27
   8 / 10
La prima impressione del "Mongol" di Bodrov è quella di un'opera incompiuta. E in effetti su internet si legge che questo film dovrebbe essere soltanto il primo di una trilogia sulla vita di Gengis Kahn, risposta asiatica alle megaproduzioni occidentali.

In ogni caso, il film si lascia tranquillamente vedere in via autonoma: con una narrazione calma (il regista è russo), viene raccontata la gioventù del protagonista da bambinetto di 9 anni a condottiero.
Tra paesaggi mozzafiato, molto Kurosawa, e non troppe parole, il regista racconta di scontri sanguinolenti e la storia d'amore del protagonista.

Tutto molto bello, la produzione è internazionale, il regista è russo e il protagonista, il giapponese Asano Tanadobu di "Ichi the Killer" e "tabù" è semplicemente straordinario.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  20/09/2008 13:25:16
   5 / 10
non mi è parso un gran film.
Ho sbadigliato per tutto il tempo. Tutto troppo incentrato sulla storia di un moccioso a cui è stato ucciso il padre da un clan rivale e su come crescendo riconquista il potere. Di tutto questo non c'è neanche un traccia storica attendibile.
Mi sarebbe piaciuto di più vedere una storia avvincente sulle sue conquiste.
Non dimentichiamo che, anche se per breve durata, l'impero Mongolo è stato il più esteso della storia di tutti i tempi.
Speravo in un film diverso.

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/09/2008 14.18.47
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  05/08/2008 23:18:31
   5½ / 10
sinceramente sono rimasto deluso da Mongol
forse perchè mi aspettavo di vedere la storia del grande conquistatore, non del bambino poi adulto sempre dietro a scappare dagli inseguitori munito solo di una grande pazienza

benzo24  @  21/06/2008 18:21:58
   8 / 10
grandi scene e grande interpretazione di asano. un film da vedere.

ilMoralizzatore  @  04/06/2008 14:36:24
   5 / 10
Ne ho basta di questi registi che per adattare la storia a un film sistematicamente la cambiano!!! (vedi "le crociate", "il gladiatore","pathfinder","braveheart" ecc...). Non è assolutamente cosi che si sono svolte le vicende della vita di Temujin..Film troppo romanzato, si salva solo la scenografia e gli attori...Buchi temporali enormi (vedi spoiler)!!!! Non ci siamo...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/06/2008 08.41.20
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  23/05/2008 09:04:48
   6½ / 10
Bodrov mette in scena l'infanzia e la difficoltosa presa di potere da parte del giovane Temujin, colui che sarà ricordato come Gengis Khan. Il racconto è molto poco realistico e si avvicina maggiormente alla leggenda, ma non a quella di uno spietato sanguinario, ma a quella di un nobile guerriero di immensa forza d'animo. Film che probabilmente dovrà avere un seguito per completare il suo racconto.
Questo prodotto è frutto di una grande produzione russa e gli stupendi paesaggi della steppa e le scene di battaglie ne sono una testimonianza.
Un film ben costruito, ma non coinvolgente.

bonz74  @  20/05/2008 19:44:36
   5 / 10
"Dove passava lui, non cresceva più l'erba". Da piccolo, Gengis Khan me lo descrivevano così: fiero e sanguinario. Ricordandomi questo motto mi sono sorbito le due ore di questo film di Bodrov, che narra l'ascesa del giovane Temudzhin (e da qualche parte ho letto che intende farne un seguito).
Gli ampi spazi della tundra e qualche discreta scena di battaglia la fanno da padrone, ma per uno spettatore smaliziato il senso di deja vu è inevitabile: un po' HERO, un po' CONAN, con qualche spruzzata semi-fantasy e i duelli "velocizzati", come è ormai consuetudine (dal GLADIATORE a 300), la storia non mi ha coinvolto più di tanto. Gli attori sono anche bravi, ma i dialoghi non regalano sussulti e lo svolgimento è prevedibile. Insomma, giusto perché avevo il biglietto gratis.

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/05/2008 16.46.28
Visualizza / Rispondi al commento
ChriS2k  @  19/05/2008 11:47:33
   5 / 10
Mi attirava da morire prima di vederlo e per questo è stato una vera delusione.
Prima di tutto c'è una lacuna enorme nella storia, da quando è bambino a quando è adulto. In pratica lo si vede bambino e poi taglio e si riprende da lui adulto.
Stessa impressione per i vari tagli della storia. Poteva essere fatto molto meglio.

ducerieti  @  19/05/2008 09:13:10
   5½ / 10
All'ottima scenografia ed alle buone interpretazioni, si contrappone la lentezza della narrazione e la durata del film.
Soporifero.

gringo80pt  @  17/05/2008 12:55:16
   7 / 10
Spinto dalla media generale, mi son guardato pure 'sto film...i paesaggi e la regia appartengono alla schiera dei grandi film, ma la sensazione all'uscita del cinema è che la storia del protagonista sia tirata un pò via alla fine e che si sia soffermato un pò troppo su particolari durante la prima parte, che rallentano la visione!Cmq fa sempre bene rinfrescare un pò di storia medioevale e riflettere come il regista la trasferisca al pubblico!

mikland83  @  16/05/2008 23:10:21
   5½ / 10
Un film che prometteva molto bene, una cosa insolita narrare lo sviluppo di un personaggio come Gengis khan.
Devo dire che dopo averlo visto ci sono davvero poche cose che salverei.
Anzitutto la storia pur essendo narrata discretamente si discosta in maniera abissale da ciò che fu veramente. Eppur vero che non si conosce con precisione la vita di Gengis, ed è permesso fare delle congetture, ma qui si è addirittura stravolto quelli che sono fatti certi.
Le più grosse mancanze riguardano proprio il personaggio, il regista non è riuscito a trasmettere il carisma del condottiero.In più,a prescindere dal fatto che nella realtà, L'andah del khan è stato ucciso dopo aver rifiutato la libertà,le scene di battaglia sono assolutamente inguardabili.
Il solo pensiero che un'orda di mongoli descritti nel film possa aver conquistato mezzo mondo è ridicola.
Nella realtà Gengis Khan ha riformato letteralmente l'esercito, organizzandolo ed addestrandolo.Non esisteva la fanteria ma solo la cavalleria leggera,munita di archi e scimitarre.Nel film si scontrano due folle munite di picche, nella realtà le orde di gengis riuscivano a combattere come un uomo solo, in assoluto silenzio, compatte nelle formazioni chiamate thuman.
Insomma enormi mancanze, davvero enormi, quasi una vergogna chiamare questo film storico.
Quello che si salva sono ovviamente la fotografia e gli interpreti,in fondo non poteva essere diversamente.
Insomma un peccato davvero che un film con così grosse potenzialità sia stato realizzato così male.
insufficiente.

kastalya  @  14/05/2008 20:45:14
   6 / 10
film piacevole ma abbastanza piatto. mi aspettavo di meglio visto i voti molto alti. sicuramente in giro c'è di meglio.

forzalube  @  14/05/2008 15:45:03
   7 / 10
Aspetti negativi:
- non conosco la storia dell'infanzia di Gengis Khan, ma a naso mi pare sia stata un po' troppo romanzata.
-

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
-

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Aspetti positivi:
- Nel complesso la vita di Temugin è sicuramente affascinante ed una "novità" per il pubblico occidentale
- Ambientazioni spettacolari che giustificano la visione sul grande schermo e valgono da sole il prezzo del biglietto
- Nel complesso riuscite anche le scende di guerra.

Constantine  @  13/05/2008 13:10:46
   8 / 10
Una sorpresa questa pellicola di Bodrov che mi aspettavo molto meno interessante di quello che poi in realtà è stata, il film è di ottima qualità, curato nei dettagli e anche molto personale, diverso dalla solita narrazione di Gengis Khan sanguinario condottiero conquistatore, il tutto miscelato alla leggenda e alla superstizione. La fotografia e le location aggiungono fascino ad un lavoro impreziosito anche dalla grande cornice di costumi, tradizioni e usanze dell'impero Mongolo; un ottimo cast su cui tra tutti svetta il protagonista Tadanobu Asano, davvero magistrale nell'interpretazione dello schiavo Temudzhin. Le pecche sono in alcuni sfasamenti temporali non troppo riusciti e forse nell'aver sottovalutato particolari importanti per concentrarsi su alcuni meno rilevanti ma resta una pellicola dall'indubbia qualità e bellezza, che può annoiare lo spettatore alla ricerca di svago totale ma che incanterà coloro che al contrario non disdegnano il cinema d'autore. Colonna sonora davvero bellissima. Il film dovrebbe (stando a quanto si dice) far parte di una trilogia di cui vedrò sicuramente i capitoli mancanti.

" Il potere è nelle mani di chi lo sa conquistare…"

giumig  @  13/05/2008 01:26:16
   7 / 10
Mi aspettavo qualcosa di piu storico ed epico, invece il film regge tutto o quasi sulla vita privata di Gengis Khan, e la racconta in modo freddo e distaccato.

Tutto sommato pero il film è fatto bene, non annoia e le poche scene di battaglia sono davvero ben curate

onda  @  12/05/2008 18:41:41
   7 / 10
Storia piuttosto romanzata della giovinezza di Gengis Khan.
Gli scenari dela steppa mongola sono molto suggestivi e valgono da soli la visione del film. La regia però è abbastanza anonima e il film un pò ripetitivo e noiosetto.
Inoltre, si poteva evitare di mettere la solita scena di massa con la grafica al computer.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  12/05/2008 12:36:30
   7½ / 10
Mi aspettavo qualcosa di diverso, credevo di assistere alle battaglie del Khan alla conquista del suo vastissimo impero, invece il film segue le sue gesta dall'età di 9 anni fino ad arrivare capo assoluto dei mongoli! Dunque non ci si sofferma solamente sulla sua crudeltà e sulle sue strategie in battaglia, ma si analizza anche il rapporto con la moglie e i figli non suoi, con il fratello di sangue nonchè suo peggior nemico e l'assoluta devozione al suo Dio! Immagini suggestive delle steppe mongole, un protagonista assolutamente magnifico ed espressivo nonostante quegli occhi a mandorla e battaglie crude seppur a volte troppo forzate dalla computer grafica! A tratti sembra che manchi qualcosa alla trama, il regista si sofferma su punti meno importanti a discapito di momenti forse più emozionanti e alcuni passaggi risultano poco chiari per chi come me non conosce la storia di Temudzhin!
Bel film dunque, ma non bellissimo come doveva essere!

MadameButterfly  @  11/05/2008 14:09:44
   7½ / 10
Inizialmente all'uscita dal cinema avevo pensato all' 8 per questo film.. ma dopo a ver riflettuto, mi vedo costretta ad abbassarlo di mezzo punto, perchè ho trovato notevoli incongruenze sul personaggio di Gengis Khan.. Quando sentivo questo nome, lo associavo ad un personaggio crudele per via dei numerosi libri in cui veniva dipinto come uno dei personaggi più malvagi della storia... Quì invece sembra un condottiero giusto e leale.. il che non fa altro che confondere chi non conosce la storia...
Parlando invece del film, l'ho trovato avvincente fino alla fine... spettacolare....il mio unico rammarico sta solo nel fatto che le cose non siano andate realmente così...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/05/2011 19.43.48
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/05/2008 00:05:02
   8 / 10
A metà fra storia e leggenda questo kolossal russo su Gengis Khan, racconta la sua infanzia e la sua irresistibile ascesa, mostrando il condottiero come un uomo fortemente determinato, predestinato e dall'indiscutibile carisma che esercitava su chiunque incontrasse. Costruito su splendidi paesaggio che danno forza alla connotazione epica alla pellicola, il regista si sofferma per approfondire l'anima di questo personaggio cercando di dare più sfaccettature rispetto alla versione un po' troppo unidimensionale della Storia ufficiale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  10/05/2008 16:41:34
   7½ / 10
Superato lo shock iniziale del doppiaggio (quando impareranno a non doppiare i film asiatici sarà un gran giorno), Mongol appare come il classico colossal storico, fatto di eroi, amori e grandi battaglie.
Il film non racconta la storia del Gengis Khan conquistatore come mi aspettavo prima della visione ma descrive la vita del giovane Temudzhin e come sia arrivato a diventare il capo del popolo dei Mongoli, focalizzandosi sulla sua infanzia e sul tortuoso percorso per diventare appunto il Grande Khan.
Alcuni risvolti della vicenda possono non essere di facile comprensione, vuoi per le differenze tra la cultura e gli usi mongoli rispetto ai nostri e per la scelta del regista Bodrov di fondere leggenda e storia: ad ogni modo, il film risulta decisamente ben fatto anche se, come dice Matteo, il coinvolgimento non è totale durante tutta la pellicola.

La selvaggia e inospitale steppa mongola (splendidamente fotografata) fa da suggestivo sfondo: è proprio il fascino di questa terra, della sua gente e delle loro tradizioni uno dei punti forti dell'intero lavoro.
Il valoroso guerriero è interpretato da un buon Asano, anche se personalmente ho preferito Sun Honglei con uno spavaldo Jamukha.

Sicuramente merita di essere visto, in particolar modo dagli amanti dei film storici ma proprio per questi vincoli di genere forse non offre molto di più rispetto a molti altri colossal.

Gruppo COLLABORATORI matteoscarface  @  10/05/2008 15:00:10
   7½ / 10
I due commentatori a sud di me stesso saranno puniti. E' un buon film, una grande produzione russa che porta in scena alcuni affreschi della vita del Gran Khan Temudgin. Sicuramente ben fatto ma di poco coinvolgimento.
Bellissimi i paesagg e la fotografia, inoltre Bodrov dirige discretamente senza scadere mai nel ridicolo, soprattutto nelle belle scene di battaglia. Mezzo punto in più per Kakihara di Ichi the killer nella parte di Gengis Khan, come sempre talentuoso ed espressivo

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/05/2008 01.23.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  29/10/2007 22:13:24
   9 / 10
Mongol,ovvero vita,amori e battaglie di uno dei personaggi piu'importanti del XII secolo:Gengis Khan.
Il Regista russo,basandosi sui pochi documenti a disposizione,costruisce una biografia epica,affascinante e dotata di un impatto visivo straordinario:le location in cui e'ambientata la storia(Cina e Mongolia),acquistano vita propia senza limitarsi a fare da sfondo alle vicende narrate,e questo forse rappresenta uno dei motivi fondamentali della riuscita del film;per il resto ottima sceneggiatura e fotografia perfetta,senza dimenticare l'eccellente caratterizzazione di T.Asano nei panni del protagonista principale.
Peccato per quel digitale nella parte conclusiva del film:forse l'unica pecca...cmq,se mai verra'distribuito nelle sale cinematografiche italiane,non perdetelo.

4 risposte al commento
Ultima risposta 12/05/2008 20.14.03
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI paul  @  27/10/2007 15:39:42
   9 / 10
Degno del miglior Kurosawa. La vita del grande Gengis Khan, l'estensione del cui regno coprì mezzo mondo (l'impero più grande di ogni tempo) raccontata con ritmo incalzante, una fotografia superba, degli attori straordinari. Speriamo nel doppiaggio in italiano.
Leggenda e realtà si fondono in poesia cinematografica, e il personaggio viene dipinto oltre che per il suo spirito battagliero anche nella sua umanità di grande leader rispettoso verso gli amici, i figli illegittimi, le altre culture. Mezzo voto in meno per le scene di battaglia girate in digitale.
Un film comunque eccellente, da vedere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/12/2007 21.47.04
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele1968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astraailo - un'avventura tra i ghiacciangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhibrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore brucia
 NEW
cena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamentechiara ferragni - unpostedcitizen rosicountdown (2019)
 NEW
daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'artefigli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini man
 NEW
ghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orograzie a diohole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)
 NEW
i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil giorno più bello del mondoil mio profilo migliore
 NEW
il paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerla belle epoquela famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marele mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetl'eta' giovanelight of my life
 NEW
l'immortale (2019)
 NEW
l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottiploipupazzi alla riscossa - uglydolls
 NEW
qualcosa di meravigliosorambo: last bloodroger waters us + themrosa (2019)
 HOT
santa sangrescary stories to tell in the darkse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonsolesono solo fantasmistoria di un matrimoniostrange but trueterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe gallows act iithe informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe new popethe reporttolkientorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new york
 NEW
un sogno per papa'una canzone per mio padrevasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

995105 commenti su 42518 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net