mio cognato regia di Alessandro Piva Italia 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

mio cognato (2003)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MIO COGNATO

Titolo Originale: MIO COGNATO

RegiaAlessandro Piva

InterpretiLuigi Lo Cascio, Sergio Rubini, Mariangela Arcieri, Alessandra Sarno

Durata: h 1.30
NazionalitàItalia 2003
Generecommedia
Al cinema nell'Ottobre 2003

•  Altri film di Alessandro Piva

Trama del film Mio cognato

Bari, gli anni Duemila. Toni e Vito, uomini molto diversi tra loro, sono cognati e vanno poco d’accordo. Toni è un quarantenne navigato e facilone che attorno alle sue attività di piccolo imprenditore conduce un’esistenza sempre in corsa e senza orari, mentre Vito, che ha sposato la sorella di Toni, ha qualche anno di meno, un impiego qualsiasi e una vita ordinaria. Intervenuto con la moglie Anna alla cerimonia di battesimo del figlio di Toni, Vito subisce il furto della sua automobile nuova. Compromesso il buon esito della festa, Toni si offre, indotto dalla sorella e visibilmente a malincuore, di andare a cercare l’automobile del cognato.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,78 / 10 (46 voti)6,78Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Mio cognato, 46 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

topsecret  @  16/08/2020 22:05:32
   6 / 10
Mi ha dato l'impressione di un film che è sempre sul punto di decollare ma invece non quaglia mai. Racconta piccole storie che si intrecciano, piccoli dettagli tra il detto e non detto, pochi approfondimenti e non tutti incisivi nel modo giusto. Di contro, una buona prova del cast, una regia senza sbavature e spaccati di vita che trovano una loro identità precisa nel territorio che Piva conosce e che ha già esplorato.
Sufficiente ma non necessario.

marimito  @  05/09/2016 12:04:52
   6 / 10
Premetto che il genere non mi fa impazzire, ma l'ho guardato da barese trapiantata a Milano in un momento di forte nostalgia e devo dire che l'ho trovato estremamente vero, attendibile. Di certo guardandolo mi è passata la nostalgia, ma Bari so benissimo non essere assolutamente e solo questo. Personaggi molto verosimili, forse perché si è pescato fra gli autoctoni anche alle prime armi, ma la resa generale non mi è dispiaciuta affatto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  08/10/2014 19:31:15
   6½ / 10
Piva espande il suo raggio d'azione rispetto a La Capagira. Mio cognato, pur muovendosi sul territorio della città di Bari cerca di allargare il discorso, dalla microcriminalità che comunque costituisce la base di partenza, fino a sfere più elevate. Sulla falsariga del Sorpasso (con tonalità più noir) i due personaggi, così caratterialmente all'opposto fra di loro, si muovono fra personaggi che variano dall'ambiguamente losco ai mariuoli veri e propri. Più ci si avvicina a quest'ultimi, più l'atteggiamento di Toni si fa meno spavaldo e spaccone, come a non volersi immischiare fino in fondo e mantenendo quindi un tono di apparente rispettabilità. Niente male l'alchimia tra i due personaggi affidati peraltro ad attori troppo navigati per poter fallire. E' nei personaggi di contorno che si scade nel didascalico qualche volta oppure si lasciano a mezzaria degli spunti interessanti (le mogli dei due protagonisti) facendoli cadere colpevolmente nel dimenticatoio.

C.Spaulding  @  23/07/2012 02:51:23
   7 / 10
L'ho appena finito di vedere in tv e devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso. Un film gradevole e ben diretto. Bravissimo Lo Cascio perfetto nel ruolo del ragazzotto ingenuo......davvero un bel film. Consigliato.

e 82  @  23/05/2012 16:24:37
   7½ / 10
Da non pugliese (forse unico commento "esterno" tra tutti!) questo film è straordinario.
Rubini ottimo. La storia racconta di due mondi diversi che per forza di cose vengono in contatto. Lo Cascio dapprima molto stizzito e critico riguardo lo stile di vita di suo cognato, a poco a poco ne inizia a vedere gli aspetti piacevoli, si trasforma dando spazio a tutti gli atteggiamenti prima negati nella sua vita.
Ma è, come dimostra il finale, solo la bella facciata, di un mondo che in effetti non gli appartiene.
"Casualemnte" gli scaltri nel loro mondo riescono sempre a salvarsi.

Danyeluzzo  @  11/01/2011 00:50:43
   8½ / 10
Bello, molto bello, poi per un Barese ha quel qualcosa in più... Sergio Rubini davvero bravo. Troppo forte la scena dell'anguria!!!

Ironkarlo  @  23/10/2009 11:09:39
   6½ / 10
film divertente, rispecchia la realtà barese.
però il finale mi ha la lasciato un po' così....
cmq buon film

outsider  @  18/10/2009 14:22:41
   9 / 10
In una Bari maledettamente ben descritta trovano spazio un Rubini eccellente nel ruolo ed un fantastico Lo Cascio, sempre stratosfericamente bravo.
Che dire...la realtà nuda e cruda.
Bravi perbacco!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

baskettaro00  @  03/08/2009 15:44:18
   7 / 10
film carino che si lascia guardare senza troppe pretese.....
lo vidi anni fa e ricordo che mi piacque....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  22/12/2008 17:28:15
   6½ / 10
Alessandro Piva rimane nell’amata Puglia per il suo secondo lungometraggio dopo il giustamente celebrato “La Capa gira”.
Il film è un’escursione notturna in una Bari,che messa da parte l’immagine più solare e divertente, si traveste con ombre ed angoli bui in cui malavitosi d’ogni genere sguazzano a loro piacimento.
La ricerca di un’automobile rubata durante un battesimo si tramuta in una sorta di road movie cittadino per due uomini dai caratteri diametralmente opposti.Uno è impacciato,timido,gentile,l’altro è avvezzo ai luoghi in cui si addentrano e ne rispecchia fedelmente l’anima spaccona,ambigua e truffaldina.
Purtroppo lo spaccato sociale non è sempre riportato con la giusta dovizia e le presunte ambizioni di Piva,mirate a rinverdire i fasti della commedia italiana dai toni agrodolci non sempre vengono inquadrate nella giusta misura.Colpa di qualche stereotipo di troppo,di una sceneggiatura non sempre capace di fondere alla perfezione il lato più grottesco e divertente con quello tragico, come nel finale, inevitabile ma forse eccessivamente stridente con lo svolgimento del film, all’interno del quale non mancano comunque momenti riusciti.Il soggetto in fin dei conti è misero e il non riuscire ad arricchirlo a dovere influisce su un’opera non insignificante ma dalla quale sarebbe stato lecito attendersi qualcosina in più.
La coppia Lo Cascio-Rubini però è uno spasso.

ascot  @  16/11/2008 19:00:52
   7½ / 10
film che rispecchia un po una realta..bravissimi gli attori..e poi..SI VEDE CASA MIA NEL FILM!!

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  10/03/2008 15:52:54
   6½ / 10
Grandi i due attori protagonisti, per il resto è un film che si ricollega (anche per un paio di riferimenti) a Lacapagira ma che rende meno di quest'ultimo, secondo me. Io gli dò un 6 e1/2 ma solo perchè guardandolo ho riconosciuto posti, facce e situazioni, che quell'ombra di grottesco rende un po' meno di maniera!

Gruppo REDAZIONE K.S.T.D.E.D.  @  04/02/2008 13:52:40
   6 / 10
La recitazione non è spettacolare, effettivamente. La trama poteva essere sviluppata meglio e il contrasto tra dramma e ironia è leggermente eccessivo, tanto da provocare un certo stridio nella narrazione.
Alcuni dei personaggi sembrano più delle macchiette che altro e questo perchè Piva decide di calcare un po' troppo la mano sul lato caricaturale degli stessi.
Un film se non altro in grado di non annoiare.

Geniale davvero la finestra su "La Capa Gira".

2 risposte al commento
Ultima risposta 07/02/2008 02.07.20
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  24/01/2008 13:31:53
   6½ / 10
Un cult mancato.
Piva ci introduce nei meandri di una Bari "sconosciuta", quella popolata dai boss e malviventi di quartiere, attraverso l'incursione notturna di due personaggi diametralmente opposti, che rappresentano due antitetici aspetti del capoluogo pugliese: Toni, invischiato nella realtà delinquenziale barese; e Vito, un ragazzo di buona famiglia che è l'immagine dell'impiegato medio.
Il film, che sembra ispirarsi a "Fuori orario" e "Mean streets" di Scorsese, scorre bene ma tutto si svolge troppo velocemente, senza particolari approfondimenti nella descrizione dei personaggi, e più in generale di quello spaccato di realtà pugliese.
Molto bravi i due attori principali: Rubini riesce ad essere molto credibile nella parte dell'uomo navigato che si sa muovere nella realtà della malavita barese; mentre Lo Cascio ha il merito di trasmettere il senso di spaesamento del personaggio che si trova calato in una dimensione che non gli è propria.
Non ti preoccupare Piva, la prossima andrà meglio. Il talento c'è e si vede.

Babayaga  @  08/12/2007 20:10:19
   6 / 10
Il film in se e' carino.
Rubini mi piace molto, forse un Luigi Lo Cascio un'po in ombra, e non tanto valorizzato. Ma la scena finale del limone non e' che l'abbia capita molto...???
Urgesi spiegazioni, per chi le ha!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/01/2014 21.15.16
Visualizza / Rispondi al commento
Phelps  @  31/10/2007 17:32:46
   5½ / 10
Mi ha propio deluso....spiace perchè Rubini è tra i miei attori preferiti...Mediocre.

vehuel  @  04/09/2007 09:13:58
   10 / 10
bellissimo, l'ho già visto 4 volte, troppo bravi Lo Cascio e Rubini. Per me che sono pugliese e che conosco Bari, questo film rimane molto ma molto verosimile al quotidiano di moltissimi "personaggi" pugliesi...
Questo film è cruda realtà...!!!!
Viene un pò penalizzato chi non comprende il barese, ma l'uso del dialetto ha dato al film ancora più valore.

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  07/08/2007 11:23:58
   5 / 10
Un "Sorpasso" rivisitato e calato nella realtà barese, con tutti i suoi stereotipi e le tipiche situazioni (ovviamente non manca il battesimo).
Penalizzatissima nella comprensione dato l'uso di uno stretto dialetto barese, ho trovato comunque il film mediocre, recitato ai limiti della caricatura e con un certo sapore di già visto.
Rubini è bravo, ma sta sempre un po' sopra le righe.

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/01/2010 11.40.15
Visualizza / Rispondi al commento
larcio  @  11/07/2007 23:37:05
   6 / 10
mi aspettavo qualcosina di più da questo film...cmq nn male.....a mio parere il regista è un grande regista, ha uno stile ke mi poace molto.....speriamo faccia altri film

nimius83  @  24/01/2007 23:36:01
   7½ / 10
Grande interpretazione di Sergio Rubini, un film che riproduce al meglio uno spaccato della società malavitosa barese in cui molti come me, purtroppo, convivono quotidianamente!

Assenzio75  @  01/01/2007 13:59:51
   6½ / 10
Buon film e, a dire di Angelo, il pugliese con cui l'ho guardato (più che altro per usufruire di traduzione immediata in alcuni dialoghi incomprensibili), molto attinente alla realtà (...che tristezza eh??)..Rubini grandioso!!!
finale "col botto".. per essere una commedia...
Hola

macinazzi  @  01/09/2006 11:50:25
   8 / 10
Ottimo film Lo Cascio e Rubini eccezionali

Invia una mail all'autore del commento orsetto_bundi  @  01/09/2006 11:08:48
   6½ / 10
La Grecia sta massakrando i potentissimi Usa nella semi del mondiale cestistiko (Spanoulis idolo !!!!) ed io butto giù due righe per kommentare 'sto film ke me so' visto ieri by night.
Non ne avevo mai sentito parlare e non konoscevo il regista, per kui ero piuttosto kurioso.....avevo letto delle kritike piuttosto buone, ma......devo ammettere ke non mi ha esaltato molto......
non ke sia brutto.......la storia è di quelle "minimaliste" ke me piacciono tanto, Lo Cascio e Rubini (grande nel ruolo del tamarro !!!!) so' very very bravi e.....l'utilizzo del dialetto barese strettissimo- per quanto inkomprensibile- non lo trovo affatto un difetto......serve a dare un tokko "naif" alla storia.....il finale, poi, lascia quasi senza parole......
ma ho trovato il film un po' lentuccio e in un paio di momenti ho sfiorato la pennika......boh......
cmq dai......nel komplesso merita la sufficienza piena :-)

Invia una mail all'autore del commento damix  @  10/06/2006 01:35:43
   7 / 10
film discreto...rappresenta uno spaccato della vita pugliese (non m riferisco solo a bari, ma purtroppo è una cosa molto presente in puglia:sn pugliese e vivo anke a bari, am fidatevi ke nn è cosi solo a bari)

grande rubini, bravo lo cascio, il finale mi ha sorpreso..in realtà me l'aspettavo diverso...m ha deluso un po x quello...

cosa dire x il dialetto..m dispiace x i non pugliesi, ma certe frasi erano proprio da ridere!!!


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

refuori  @  31/03/2006 17:07:07
   8 / 10
Magnificamente reale!
Peccato per i non Baresi che forse capiscono poko il dialetto... ma originale per questo...
Cià
Distinto!

Brave^  @  16/10/2005 01:22:40
   9 / 10
L'unico handicap di questa pellicola è che molti non capiscono il dialetto.

E' un film intelligente, ironico, brillante. Piva è riuscito a cogliere gli aspetti più veri dell'underground barese, terra di piccoli criminali, di senza casa, di "pesci grossi" e di più piccoli.
Più che una fotografia è un aquerello...
Uno schizzo sulla vita e le opere di tanti personaggi che si affannano e si calpestano per sopravvivere "dignitosamente".
E' un film che per essere compreso va guardato almeno due volte, perchè al di la' della semplice "commediola" si possano cogliere significati piu profondi...



beolina  @  21/09/2005 23:14:00
   4 / 10
mi aspettavo molto di più e invece è stato davvero deludente.avevo visto l'anima gemella di rubini e mi era piaciuto,questo invece l'ho trovato noioso e con una trama insignificante trascinata troppo x le lunghe. forse un po' + di 4, ma 5 era troppo

Assenzio@75  @  11/09/2005 23:24:20
   6 / 10
6 e mezzo.
Buon film e, a dire del pugliese con cui l'ho guardato (più che altro per usufruire di traduzione immediata in alcuni dialoghi incomprensibili),molto attinente alla realtà (...che tristezza eh??)..Rubini grandioso!!!
finale "col botto".. per essere una commedia...
Hola

desi  @  22/08/2005 15:15:49
   6 / 10
Film molto strano.
Rubini è immenso e la sua interpretazione elargisce già la sufficienza.
In realtà non penso che lo spaccato della malavita barese sia venuta a galla in modo meramente esplicito allo spettatore.
Ma dopo tutto, il finale merita un applauso, avendo illuso lo spettatore stesso che la mafia alla fine abbia generosamente riconsegnato l'auto rubata del protagonista.
E tutti vissero felici e contenti? Macchè!
Regia ancora inesperta.
Nostrano

Kr0nK  @  06/05/2005 20:23:37
   7 / 10
E' senz'altro un bel film, la regia è ottima e gli attori sono grandiosi. Sergio Rubini ha una carica unica, attualmente credo sia tra i migliori se non il miglior rappresentante del cinema italiano. Anche Lo Cascio recita alla grande. Non sembra di vedere un film italiano..(critica al cinema italiano).
Sono perplesso però per la trama un po' confusa, potevano essere chiarite meglio alcune cose. Inoltre, si ok si parla della realtà barese, ci sono dei dialoghi in barese stretto incomprensibili...potevano anche non esagerare. In ogni caso è un buon film con tutti i suoi limiti. Applausi per Rubini...se la giocherebbe tranquillamente con attori americani di grande calibro.

margò  @  17/03/2005 23:10:50
   7 / 10
bello e realistico, a quanto pare(l'ho visto con una barese).Mea culpa: non conoscevo Lo Cascio, ma è bravissimo e si divide la scena con un altrettanto grande Rubini( ma un personaggio come il suo colpisce certo di più) margò

simposio  @  31/01/2005 23:47:46
   6 / 10
brutta copia del 'il sorpasso'.6 per la bravura degli attori e soprattutto per la bella ambientazione.

norah  @  05/01/2005 11:39:58
   6 / 10
Booooh,non era bruttissimo,ma mi ha deluso,sei solo a Rubini

dreamer  @  23/12/2004 15:43:45
   7 / 10
Un remake della "capagira".
Il contesto è lo stesso,gli attori sono indubbiamente di livello superiore e il film scorre molto piacevolmente.
La realtà barese è sintetizzata in maniera quasi fedele e i personaggi rispecchiano personalità opposte in un avvicendarsi di fatti ai quali dovranno tener conto.
Ilfilm guadagna molti punti per la regia che secondo me è qualcosa di superlativo.Grande Piva!!
Bel film,vale la pena vederlo con la speranza che il regista abbia la prossima volta un budget più alto magari per esprimere il suo talento...perchè C'E'.


musicamaestro  @  27/08/2004 10:49:31
   8 / 10
Il film rappresenta Bari, per quella che é.....stesso discorso per i Baresi. Rubini e Lo Cascio BRAVISSIMI

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  26/11/2003 17:49:01
   6 / 10
La carica eversiva linguistica ed estetica de Lacapagira sfuma quasi del tutto in questo Mio cognato, film che scivola nel conformismo solito di certo cinema medio(cre) italiano contemporaneo. Di quel sapiente uso linguistico del precedente film di Piva, in Mio cognato restano solo brevi passaggi antropologici che registrano alcuni aspetti "tipici" (anche nel senso lukacsiano del termine, come base realistica) di certi ambienti sottoproletari o delinquenziali di Bari: l'affermazione dell'identità (etnica) barese rispetto all'estraneo, riconoscibile proprio attraverso la lingua: nel momento in cui non vi è il riconoscimento del simile (il compaesano) scatta la domanda <<Ma tu non si Bar?>>, seguita immancabilmente dallo sfottò che rileva questo mancato riconoscimento e lo stigmatizza con l’irrisione dell’estraneo e dell’estraneità. Orgoglio barese; o meglio, orgoglio della bassa baresità sottoproletaria, simpatica proprio per questo. La chicca del film è l’autocitazione: geniale è infatti il passaggio transfilmico da Mio cognato a Lacapagira attraverso l’apertura di una porta che da un film c’introduce nell'altro. Per il resto, Rubini recita eccessivamente sopra le righe e dopo cinque minuti è già insostenibile; la trama è prevedibile (dopotutto una cosa simile l’avevamo già vista col Sorpasso di Risi e con risultati decisamente diversi); l’uso della lingua, un misto tra il barese stretto e l’italiano stentato e accentato barese/pugliese, è ormai abusato nel cinema meridionaleggiante ed evidentemente strizza l’occhio alle produzioni di tendenza “esotica” con scenari pugliesi, oggi in voga come non mai nel cinema italiano. Forse anche per accontantare la produzione RAI. Mah!…

lara93  @  01/11/2003 13:48:14
   7 / 10
L'ho trovato un film piacevole e ben interpretato da Rubini e Lo Cascio.

Invia una mail all'autore del commento piero  @  28/10/2003 16:56:20
   5 / 10
Non avevo visto nessuna opera del regista, sono andato a vedere questa attirato soprattutto dal cast....ho pensato: "Cavolo! Lo Cascio e Rubini nello stesso film....dev'essere bello!"
Bhè...devo dire che è stata una mezza delusione!!!
La storia mi pare inconsistente...troppo facile ricorrere al trittico "gente del sud-continua ricerca dell'imbroglio (le assicurazioni...)-legami con la malavita",mi pare che il cinema e la tv abbiano già sfornato materiale in abbondanza a riguardo.
La scelta dei dialoghi in dialetto poi...sicuramente caratteristica,si accaparrerà il benestare dei puristi...ma io francamente ho dovuto molto spesso intuire il senso delle battute,dato che non si capiva quasi nulla!
Di positivo ho trovato le interpretazioni degli attori,soprattutto quella di Sergio Rubini.
E poi la campagna di comunicazione,che ho trovato azzeccata (l'idea del limone che ricompare di tanto in tanto nel film e sulle locandine la trovo molto molto efficace!)
In definitiva.....c'è molto,molto di meglio tra le pellicole italiane!


beppe74  @  20/10/2003 02:29:18
   7 / 10
Se questo film devo valutarlo per la sua funzione di "documentario" della realta' barese... allora tutto ok, anche se forse si poteva scendere di piu' nei particolari.
Ma questa "realta' barese" che bisogno c'e' di rappresentarla? Neanche se fosse qualcosa di radicalmente diverso dalla realta' di molte altre citta' del sud! Si... potra' destare un po' di meraviglia nell' abitante di Pordenone o di Cuneo... ma niente di cosi' strano o particolarmente folkloristico! Insomma, basta con questa esaltazione seppur negativa della baresita' (o meglio di parte della baresita')! Vi assicuro che c'e' di meglio/peggio in tante altre citta'; per cui sforzarsi tanto di descrivere Bari cercando lo stupore del cuneese o il riconoscersi del barese... e' patetico! Pecchiamo di presunzione!!! Soprattutto se poi il film, preso per quello che e', non e' per nulla esaltante, anzi a tratti noioso. Cosa ci farai nel prossimo film Piva? forse un film-documentario sulla processione di S. Nicola?

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/10/2003 00.48.41
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Marco!!!  @  13/10/2003 19:14:53
   3 / 10
Pessimo, nn lo raccomando, veramente molto noioso...per fortuna il cinema italiano si stava riprendendo...

Freddie2  @  09/10/2003 11:19:52
   8 / 10
Ancora una volta un garnde spaccato della cultura barese e meridionale. Sicuramente non ha + l'effetto sorpresa de "La capagira" ma è davvero bello. Credo che la mancanza di una storia vera e propria sia una scelta precisa di Piva. Un solo appunto... che in giro si sappia che Bari non è solo quella.. non è un rimprovero a Piva.. solo un appunto!!!

Dr.Magalini  @  08/10/2003 16:00:26
   7 / 10
è sicuramente un bel film e risulta interessante per noi pugliesi che ci rispecchiamo un po'... ma anche per il resto d'talia che può farsi un'idea del nostro way of life notturno! dal punto di vista tecnico c'è sicuramente qualche vuoto di sceneggiatura e qualche approfondimento mancato. tutti gli attori e i caratteristi baresi (alcuni presi dallastrada) sono bravissimi, se qualche (pseudo)attore di fiction italiana va a vedere il film, cambia mestiere dalla vergogna!

Invia una mail all'autore del commento Savenic77  @  08/10/2003 01:49:13
   9 / 10
E' un film formidabile, soprattutto se visto con gli occhi di un barese. E' come avert creato una fotocopia di un'immagine perfetta usando una semplice matita a carbone. Un film divertente, allegro, non impegnativo da conservare una copia per tutta la vita e da tramandare ai propri figli. Lo consiglio a tutti, spprattutto ai baresi o a tutti coloro che hanno o voglio sapere le peculiarità, nascoste e non ,della nostra città: BARI!!
Non do 10 di voto, perchè sarei di parte, data la mia baresità verace!!!! Complimenti a Pica, Rubini (SE quel giono alla stazione avessi avuto il coraggio di chiederti un autografo!!!), e a tutti...
P.S. Avete riconosciuto Pupetta??? Che attore....!!!

Ciccio  @  06/10/2003 14:08:28
   6 / 10
Piva sei bravino Piva... Ma la storia Piva dove sta? No, voglio dire: La regìa è discreta, americaneggiante (Tarantino t'è piaciuto) Rubini è Rubini certo, Lo Cascio non è Rubini e vabene lo stesso, ma la storia? SCENEGGIATURA... Sarebbe quella cosa che precede le riprese... Comunque bravo Taran.. Cioè Piva, bravo Piva

francesco  @  06/10/2003 00:31:50
   9 / 10
Purtroppo è una Bari vera,
visto che il giorno dopo hanno sparato a fratello minore della vittima desigata

yanez  @  05/10/2003 19:07:41
   6 / 10
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

about endlessnessafter 2after midnight (2019)
 NEW
alessandra - un grande amore e niente piu'alpsantebellumbalto e togo - la leggendabombshell - la voce dello scandaloburraco fatalecambio tutto!charlie's angels (2019)cosa resta della rivoluzionecreators: the pastcrescendo - #makemusicnotwarda 5 bloods - come fratellidivorzio a las vegaseasy living - la vita facileel practicanteemaendlessenola holmesfamosafellini degli spiritigenesis 2.0ghostbusters: legacygreenlandgreyhound: il nemico invisibileguida romantica a posti perdutihoneylandil caso pantani - l'omicidio di un campioneil condominio inclinatoil giorno sbagliatoil meglio deve ancora venireil primo annoil principe dimenticatoil processo ai chicago 7il re di staten island
 NEW
imprevisti digitalijack in the boxla piazza della mia citta' - bologna e lo stato socialela prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala vacanza (2020)
 NEW
la vita straordinaria di david copperfieldlaccil'anno che verràlasciami andarele sorelle macaluso
 NEW
lockdown all'italianal'uomo delfinomai per sempre
 NEW
maledetto modigliani
 NEW
mi chiamo francesco tottimiss marxmister linkmolecolemorbiusnel nome della terra
 NEW
nomad: in cammino con bruce chatwinnon conosci papichanotturnoonward - oltre la magiaoutbackpadrenostropaolo conte, via con meparadise - una nuova vitaparadise hillsproject powerqua la zampa 2 - un amico e' per semprequattro viterosa pietra stellaroubaix, una lucerun sweetheart runsemina il ventosola al mio matrimoniostar lightstay still
 HOT
tenetthe book of visionthe gentlementhe new mutantsthe old guard
 NEW
the secret - le verita' nascoste
 NEW
trash - la leggenda della piramide magicatutto il mondo e' paleseun divano a tunisiun lungo viaggio nella notteuna intima convinzioneuna notte al louvre: leonardo da vinciundine - un amore per semprevivariumvulnerabiliwaiting for the barbarianswaves

1009408 commenti su 44222 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net