l'ultimo appello regia di James Foley USA 1997
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'ultimo appello (1997)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'ULTIMO APPELLO

Titolo Originale: THE CHAMBER

RegiaJames Foley

InterpretiGene Hackman, Chris O'Donnell, Faye Dunaway, Lela Rochon

Durata: h 1.50
NazionalitàUSA 1997
Generedrammatico
Al cinema nel Maggio 1997

•  Altri film di James Foley

Trama del film L'ultimo appello

Manca poco meno di un mese al giorno in cui Sam Cayhall, detenuto nel braccio della morte del carcere di Parchman, Mississippi, verrÓ giustiziato per l'assassinio di due bambini uccisi con una bomba nel 1967. Mentre conta i giorni che lo separano dalla condanna, Sam, razzista convinto, riceve la visita di Adam Hall, un giovane e inesperto avvocato. Il professionista tenta di salvare questo irriducibile razzista per dare un significato alla sua vita, visto che Adam Ŕ il nipote di Sam.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,13 / 10 (19 voti)6,13Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'ultimo appello, 19 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

barone_rosso  @  03/09/2017 10:53:17
   6 / 10
Bene ma non benissimo, Hackman, nonostante sia un condannato a morte, non riesce a catturare l'empatia dello spettatore. L'avvocato, ancora meno.

Goldust  @  22/02/2016 09:51:53
   4 / 10
Tra i film tratti dalle opere di Grisham è probabilmente il peggiore, la regia piatta di Foley non riesce ad infondere un minimo di interesse alla vicenda ed anche la tensione, da sempre marchio di fabbrica del thriller giudiziario, latita costantemente. Il peggio però è vedere un attore incompetente come O'Donnell nei panni del protagonista: già i primi due minuti della sua faccia quadrata ed inespressiva ti fanno capire che non ce la potrà fare. La Dunaway e Hackman si salvano col mestiere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohÓ  @  21/02/2016 23:46:50
   7 / 10
Il voto è tutto per il vecchio Hackman a cui, pare, la senilità dona da morire e lo rende una belva di recitazione, espressività e intensità.
Il giovane Chris O'Donnell hai voglia che si dibatta, non regge il confronto.

Comunque film gradevole, orrendo e penoso. Vedere la gente che strepita ed esulta per una condanna a morte mi ha dato da pensare.
Davvero si può, eufemisticamente, schiacciare un pulsante e porre fine ad una vita, per quanto sbagliata ed andare avanti come se niente fosse accaduto?
Che sia elettricità, gas o un'iniezione letale non credo che riuscirei a premere QUELL' interruttore. Un interruttore di vita.

ZanoDenis  @  24/10/2014 21:06:32
   6½ / 10
Dai è un buon film, mi ha coinvolto parecchio, è interessante la vicenda e la ricostruzione dei fatti, poi Gene Hackman recita veramente bene.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  16/10/2013 12:28:44
   5 / 10
Legal thriller piuttosto convenzionale e non così tanto avvincente.
Bravo Hackman, mono-espressivo O'Donnell.
Si dimentica facilmente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  15/10/2013 23:15:35
   4½ / 10
Solito dramma legale con le solite dinamiche ed il solito finale, per niente appassionante e stratirato per le lunghe.
Ulteriore ottima prova di Hackman, discreto il resto del cast a parte O'Donnell che fa pena.

Per Foley una macchia su un curriculum fino ad allora di tutto rispetto.

dagon  @  07/07/2013 23:51:28
   7 / 10
Non è un film pirotecnico (non avrebbero scelto Foley per dirigerlo, altrimenti), nondimeno è interessante. Peccato che O'Donnell messo di fronte ad uno come Gene Hackman mostri tutti i propri limiti di attore. Il vecchio leone, invece, sforna una interpretazione di altissimo livello.

Sbrillo  @  04/05/2013 01:24:22
   6½ / 10
un ottima interpretazione di gene hackman, per un film che tratta il tema del razzismo e della pena di morte...un film che si lascia guardare e che non annoia, seppur ci si aspetta quel colpo di scena finale che invece non arriva!!

topsecret  @  22/01/2013 17:26:25
   6½ / 10
Personaggio odioso ma con qualche contraddizione quello messo in atto da un Gene Hackman spigliato e come sempre carismatico, in un film dalle tematiche interessanti affrontate con moderato equilibrio, senza troppa enfasi o eccessiva retorica.
Una pellicola interessante che non annoia e si lascia guardare pur non essendo un capolavoro.

Invia una mail all'autore del commento eddiguff  @  29/11/2010 10:36:08
   6½ / 10
Pena di morte e razzismo. Temi che vengono trattati nel fim in maniera asciutta, senza lacrimoni inutili (fortunatamente). Ci si apetterebbe però qualche colpo di scena che però non arriva.

outsider  @  22/06/2010 20:22:33
   8½ / 10
non si può dire che sia un film leggero.
a tratti anche un pò pesante, visto la prima volta comunque tiene incollati allo schermo.
bravi tutti!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  14/03/2009 20:04:09
   6 / 10
Piu' che un film contro la pena capitale(perche si condanna una persona per un crimine non commesso materialmente)è la storia di redenzione di un razzista che grazie all'aiuto del nipote riesce ad apprezzare alcuni valori della vita!
Molto bella la storia d'amore/odio con la sorella...meno interessante il lavoro del nipote per salvare suo nonno...
Film comunque di pura routine

cinemamania  @  11/12/2008 17:55:47
   8 / 10
Grandi interpretazioni, specie di Gene Hackman

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/02/2011 09.50.32
Visualizza / Rispondi al commento
tesla  @  17/08/2008 14:21:50
   7 / 10
grande gene hackman

wega  @  15/10/2007 18:33:36
   5 / 10
un'altro hackman sprecato.a parte qualche intensità di recitazione l'ho trovato un film abbastanza noioso..non fa schifo però per quel che mi ricordo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  04/03/2007 01:20:54
   2 / 10
Non mi ha detto assolutamente nulla.
Buoni attori sprecati bellamente. Una trama dimenticata dopo pochissimo tempo. Regia di Foley pessima. Tutto di routine. Feye dunaway, classe 1941, è la figlia di gene Hackman, classe 1930.

rocketbabydollz  @  03/03/2007 23:33:40
   7 / 10
un ottimo legal thriller, forse un po' lento nel finale. vale la pena di vederlo soprattutto per l'interpretazione magistrale di gene hackman

Paolo70  @  22/01/2007 23:21:49
   6½ / 10
Film quasi discreto in alcune parti noioso che rappresenta il tentativo che fa un avvocato nipote di un condannato a morte di salvarlo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR frine  @  25/05/2006 00:18:30
   7 / 10
Tratto da un romanzo di Grisham, non è però il solito legal thriller, anche se non mancano tensione e colpi di scena. Il tema dominante del film è infatti quello, molto grave e importante , della pena di morte.
Accusato da più parti di ambiguità , il film è invece interessante proprio perché non è 'a tesi', e lascia le risposte, difficili e laceranti, alla coscienza del singolo.
Sam Cayhall, anziano razzista affiliato al Ku-Klux-Klan per tradizione di famiglia, è stato condannato a morte per l'efferato assassinio di due bambini ebrei e per la conseguente, tragica fine del loro padre. Dopo molti anni -ma a meno di un mese di distanza dalla data prevista per l'esecuzione- un giovane avvocato decide di accollarsi l'ultimo appello del vecchio sciagurato. Il giovane si chiama Adam Hall e ha vissuto per anni nella damnatio memoriae di Sam, di cui, nonostante la modifica apportata al cognome, è nipote.
Al primo incontro, Sam si dimostra ostico e scostante: pronuncia odiose frasi razziste e manda al diavolo il nipote, di cui diffida, poiché lo considera azzimato e inesperto.
Ma Adam non molla. Quali sono le sue motivazioni? Salvare il consanguineo dalla camera a gas?
Forse sì, forse anche questo. Tuttavia, Adam vuole soprattutto conoscere meglio lo scomodo nonno (ma dove sono i bravi nonnini di una volta, quelli che raccontano fiabe...) per comprendere la verità sulle disgrazie della propria famiglia e specialmente sul suicidio, a soli trentacinque anni, del proprio padre, figlio di Sam. Da questo punto di vista, le risposte sono fin troppo chiare e gli giungono dalla bella zia Lee, ormai devastata dall'alcolismo: quando lei e il padre di Adam erano piccoli, Sam aveva ucciso, senza alcuna seria ragione, un giovane di colore, e non era stato punito. Ma entrambi i suoi figli erano rimasti irrimediabilmente traumatizzati dall'evento.
Sull'altro fronte, Adam indaga, e riguardo all'assassinio della famiglia ebrea scopre (con l'abilità tipica dei personaggi di Grisham) cose che lo stesso nonno si era rifiutato di rivelare, per un malinteso senso di lealtà verso la propria organizzazione criminale (spoiler).
Nel frattempo, però, il rapporto personale fra nonno e nipote si consolida, l'ostilità cede il posto alla fiducia, al punto di convincere Sam a rivelare segreti estremamente preziosi per la giustizia. I mostri vengono alla luce, ma....
E' giusto uccidere Sam? Per chi è contrario alla pena di morte senza se e senza ma, certamente no. Lo stesso film lascia intuire quanto sia orribile e inumana la vendetta della società nei confronti di un singolo essere umano, per quanto colpevole di gravi delitti. Per di più, in anni di prigionia, Sam si è conquistato la stima e la simpatia di molte persone: quella degli altri condannati, di qualsiasi razza o condizione sociale e politica, e perfino quella della guardia di colore. Ma allora, chi è veramente Sam?
Il tempo è troppo poco per capirlo. Ci verrà detto solo che la responsabilità morale del crimine deve essere punita quanto la responsabilità materiale. Può essere giustizia, ma non è, e non può essere -almeno nella società americana-perdono.
L'intervento ambiguo, ragionevole ma sgradevole, del governatore, complica ancor più le cose. Cosicché alla fine ci sentiamo insoddisfatti, confusi, ma almeno siamo indotti a riflettere.
Gene Hackman vince l'agone attoriale a redini basse, ma Chris O'Donnell, che forse si misura con un ruolo troppo grande per lui, merita comunque la medaglia al valore. Affascinante Faye Dunaway, che con quel carisma e quel mestiere puù dire ciò che vuole.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecosa sarÓcreators: the pastdivorzio a las vegaselegia americana
 NEW
fino all'ultimo indizio
 NEW
girl power - la rivoluzione comincia a scuolagreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil talento del calabroneimprevisti digitalila nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldlasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)maledetto modiglianimankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondopalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2range runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliwe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turn

1014903 commenti su 45013 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net