le crociate regia di Ridley Scott USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

le crociate (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LE CROCIATE

Titolo Originale: KINGDOM OF HEAVEN

RegiaRidley Scott

InterpretiOrlando Bloom, Eva Green, Liam Neeson, Jeremy Irons, Brendan Gleeson, Edward Norton, Marton Csokas, Alexander Siddig, Michael Fitzgerald, David Thewlis

Durata: h 2.25
NazionalitàUSA 2005
Generedrammatico
Al cinema nel Maggio 2005

•  Altri film di Ridley Scott

Trama del film Le crociate

Balian Ŕ un maniscalco che ha perso la famiglia e che ha rischiato di perdere anche la fede. Le guerre di religione che sconvolgono la remota Terra Santa gli sembrano lontane anni luce. Ma il destino bussa alla porta di Balian sotto le spoglie di un grande cavaliere, Godfrey di Ibelin, un crociato che dopo aver combattuto nel lontano Oriente ha fatto momentaneamente ritorno...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,24 / 10 (258 voti)6,24Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Le crociate, 258 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

DogDayAfternoon  @  23/12/2018 09:54:37
   6 / 10
Scott cerca di cavalcare l'onda del successo de "Il gladiatore" con risultati piuttosto modesti. Funziona solo il comparto tecnico, con battaglie e scene di azione convincenti; non ci siamo invece dal lato della sceneggiatura, dei personaggi, dei dialoghi, tutto troppo banalizzato.

kafka62  @  18/04/2018 13:47:04
   5½ / 10
Cinque anni dopo "Il gladiatore", Ridley Scott realizza un film che non solo ambisce a replicare il grande successo di pubblico di questi, ma si propone quasi come un suo seguito ideale: se nella pellicola ambientata ai tempi dell'Impero Romano il protagonista Massimo, uno schiavo di nobili origini, era infatti capace di innalzarsi fino a diventare imperatore, ne "Le crociate" il maniscalco Baliano riesce similmente a trasformarsi in un eroico cavaliere, sul cui coraggio e sulle cui abilità è affidata la difesa di Gerusalemme assediata dai seguaci di Allah. E' evidente che, come ne "Il gladiatore", a Scott non interessa molto la verosimiglianza: "Le crociate" è soprattutto un film di avventura, con una trama avvincente, azioni spettacolari, grandiose scene di massa, personaggi semplici e psicologicamente ben delineati, e un eroe senza macchia e senza paura che, a forza di duelli ad armi bianche e ad altre esibizioni muscolari (ma diciamo subito, per essere giusti, che il fisico di Russell Crowe – a torso nudo o in tenuta da combattimento - era ben altra cosa rispetto a quello del pur volenteroso Orlando Bloom), conquista la bella regina di turno. Sbaglia quindi chi vuole vedere "Le crociate" come un film storicamente attendibile, con ambizioni revisionistiche circa il ruolo e le responsabilità dell'Europa cristiana nelle tanto contestate guerre da essa combattute per riconquistare e poi difendere il Santo Sepolcro. In questo senso il film di Scott è un po' come "Il codice Da Vinci", un'esca per gonzi, una trappola abilmente costruita per far gridare allo scandalo chi si adonta nel vedere gli islamici saggi, il Saladino per nulla feroce, e al contrario i Templari violenti e sanguinosi, e i vescovi pavidi e imbelli. Tutto questo è infatti la mera cornice di un'opera che ben potrebbe essere ambientata ai tempi di re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda senza perdere nulla del suo (peraltro non eccelso) fascino. Se proprio un motivo di riflessione si può trovare in questo film tutto sommato politically correct (alla fine, sia pure dopo una cruenta carneficina, prevalgono infatti non le velleità di guerra e di vendetta, ma le opposte esigenze di buon senso e di umanità), esso risiede nella volontà, in un periodo di preoccupante contrapposizione ideologica a livello mondiale, di gettare acqua sul fuoco di tutti i fondamentalismi, a beneficio di una tolleranza che sappia mettere in secondo piano ogni pretesa di supremazia culturale e religiosa. A chi pensa che questa sia solo una puerile utopia è facile replicare che questo oggi passa il convento hollywoodiano: che si tratti di film in costume o di fantascienza, di western o di polizieschi, di affreschi storici o di saghe familiari, alla fine a prevalere su ogni pretesa di realismo ideologico è sempre e solo una tutto sommato innocua critica no global e, ovviamente, l'amore.

Thorondir  @  15/01/2018 13:50:10
   5 / 10
Ho visto la versione non tagliata di oltre tre ore, ma leggendo i commenti vedo che ho riscontrato gli stessi difetti che lamentano altri. Per essere un kolossal con tanta di quella carne al fuoco da girarci 5 film e per essere un film del grande Scott, Le crociate è mio avviso è un film fiacchissimo. Lungo, estenuante, scritto male nei tempi e con dialoghi mai incisivi (e si che Monahan alla sceneggiatura non è proprio l'ultimo arrivato). Manca in larga parte anche quel pathos epico che da Scott mi sarei aspettato a piene mani. Invece è un film freddissimo, che trasmette poco, molto hollywoodiano nell'enfatizzare alcune parti, poco personale nel suo intero svolgimento. Vero, regia e fotografia sono come sempre inattaccabili, ma il film è estremamente debole e con un Orlando Bloom completamente fuori parte, che ha lo stesso carisma di un mattone bagnato.

Elfo Scuro  @  30/10/2017 18:39:00
   8 / 10
Parlare di Ridley Scott è come parlare di un Maestro che nel corso degli anni è riuscito (attraverso tante produzioni) a gettarsi addosso un alone che in molti non apprezzano, ma questa è ben altra storia. Kingdom of Heaven è il quindicesimo lungonetraggia diretto da Scort, è uno dei Kolossal americani definiti minori nel cinema moderno ed anche sottovalutato dai più. Il cotesto storico viene saggiamente rimaneggiato da William Monahan (qui alla sua prima sceneggiatura) in favore della settima arte e dello sviluppo narrativo, molti fatti e personalità dei personaggi storici messi in campo sono rimaneggiati così da elevare ulteriormente la storia: Saladino, anche se non è mai stato il feroce sultano dipinto in occidente, non era neppure un sovrano così riluttante alla guerra come nel film di Scott e certamente avrebbe fatto di tutto per riconquistare la città di Gerusalemme. Allo stesso modo Baldovino IV, il re lebbroso, aveva dimostrato come sovrano in primo luogo doti militari, mentre il regista ha amplificato un'iconografia da "re filosofo".

La forza che maggiormente fa splendere la pellicola non è solo il comparto bellico, ma i dialoghi ed il cobtesto del film che prende e muta il contesto delle crociate per comunicare tematiche che vanno dal pacifismo (spiegato attraverso bellissimi dialoghi) ma anche di redenzione e di quale sia la volontà più giusta per rispettare il dominio di una fede che nella maggior parte delle volte è solo un mezzo per uno mero scopo. Il nio maggior consiglio è di godersi la sublime Director's Cut che mette in mostra tutto il valore dell'opera i 45 minuti aggiuntivi sono come pezzi mancanti di un puzzle bello ma incompleto che era la versione standard uscita nei cinema.

Tecnicamente Scott è inattaccabile, la messa in mostra tra campi lunghi e soggettive unite ad un ampio e saggio uso della telecamera regala tutto quello che la storia può mostrare nella sua sceneggiatura. A parte le differenze storiche (peraltro già ampiamente riscontrate ne Il gladiatore), Scott dipinge un monumentale e fantasioso affresco della Palestina del XII secolo, nel quale si ritrovano una fotografia (John Mathieson) e un'illuminazione molto ricercate (quasi un marchio di fabbrica per questo regista), una regia talvolta imponente e tutta la grandezza del cinema bellico di Hollywood con rimandi ai capolavori di Kurosawa. Con un efficace dispiego di mezzi ed effetti speciali (The Moving Picture Company), il film non manca di sequenze spettacolari (l'attacco a Gerusalemme e tutta la battaglia finale), anche se, come già detto, alla cronaca dei fatti si preferisce una parabola più romanzata, dove la giustizia e la rettitudine sconfiggono l'avarizia e la malvagità. La scenografia di Arthur Max (unita ai bellissimi e dettagliati costumi di Janty Yates) è perfetta per la sontuosa ed evocativa colonna sonora composta da Harry Gregson-Williams che utilizzò anche il tema Valhalla - Viking Victory del film Il 13º guerriero, composto dal compianto Jerry Goldsmith, all'interno di questa pellicola (lo si può udire quando Baliano pronuncia il suo discorso di incoraggiamento per i difensori di Gerusalemme, per poi nominare cavalieri tutti gli uomini capaci di brandire un'arma).

Altra grande menzione per il bellissimo e variegato cast: un Bloom convincente in particolare nelle parti drammatiche che non è li solo come bella faccia, Eva Green bellissima e sensuale ma anche forte ed innocente nella sua debolezza, Liam Neeson che in treanta minuti regala una bellissima figura paterna in cerca di redenzione, Edward Norton che esprime carisma da tutti i pori nonostante porti una maschera per tutto il tempo e sia irriconoscibile sotto il trucco, Ghassan Massoud perfetto nei panni di Saladino che ne mostra un aspetto molto iconico e ottimamente analizzato in fase di sceneggiatura e seguono poi tutti gli altri grandi caratteristi iniziando da Jeremy Irons passando per David Thewlis senza scordarsi di Brendan Gleeson e Marton Csokas.

Goldust  @  06/10/2017 11:55:32
   5 / 10
Estenuante e soprattutto noiosissimo kolossal pseudo-storico, con un Orlando Bloom che purtroppo non possiede il physique du role del protagonista. Scenografie e regia ineccepibili, eppure per uscire dal torpore delle vicissitudini del buon Balian bisogna attendere la battaglia finale, che quantomeno è movimentata.

yeah1980  @  04/07/2017 13:37:48
   4½ / 10
Non ci siamo, occasione sprecata, sviluppato malissimo.

wicker  @  10/11/2016 19:45:21
   7 / 10
Bello , anche se pieno diincongruenze storiche ..
Giusta alternanza tra combattimenti ,pathos amoroso e diplomazia bellica ..
Bloom sugli scudi,Green gattamorta come mai è stata e sarà ..
Assedio finale emozionante e coinvolgente..

Filman  @  30/08/2016 20:40:33
   6½ / 10
Il genere storico ammirato e praticato più recentemente da Ridley Scott, trova in KINGDOM OF HEAVEN il massimo sforzo, non riuscendo ad offrire più di una storia evocativa in bilico tra epica scontata e sfaccettature storiche. In questo caso i difetti vanno conferiti ad una banalità canonica, distribuiti tra la formazione eroica del protagonista, il suo coinvolgimento sentimentale, la componente nemica e quella amica, tutti elementi archetipali costruiti con approssimazione e con poca inventiva di circostanza. D'altro canto emerge ancora una volta la morale anti-bellica del regista, che assume uno sguardo critico nei confronti di un passato clericale fatto di belligeranza e avidità, un mondo inadatto e non auspicabile che imprigiona moralmente il protagonista, come da regola, incline alla purezza d'animo.

sagara89  @  11/07/2014 11:08:34
   7 / 10
belissimo film..forse un po lungo ma x un film storico puo andare bene

Crystal_89  @  05/07/2014 15:51:50
   6 / 10
Kolossal che prova ad essere impegnato, con un'improbabile propaganda pacifista che non c'entra niente con un film epico ambientato in quell'epoca (e che nel trailer non compariva... furbescamente). Il cast stellare è vanificato da una recitazione algida, senz'anima (come molti prima di me hanno notato) soprattutto per colpa del protagonista. La scenaggiatura, molto curata, salva quasi tutto, ma non ci risparmia 2 ore e mezza di noia.

Sandro988  @  23/06/2014 13:28:35
   10 / 10
Un bellissimo film, complimenti Ridley Scott i suoi film sono sempre eccellenti.

daniele64  @  21/06/2014 19:06:08
   7 / 10
Certo la verità storica non è completamente rispettata in qualche punto ( le solite esigenze hollywoodiane ! ) , però è un buon film , con l'abile regia di Scott , un ottimo cast (tutti bravi , tranne uno...) , splendidi costumi , notevoli scene di combattimenti ( soprattutto l'assedio finale ) , buoni effetti speciali ed una valida colonna sonora . Con un protagonista più espressivo poteva uscire ancora meglio... Non sempre il buon Ridley riesce a sfornare dei capolavori , comunque secondo me è una pellicola più che dignitosa che merita di essere guardata con attenzione !

horror83  @  03/12/2013 09:04:47
   6½ / 10
Da dove incominciare? A me Ridley Scott mi piace come lavora, mi piacciono molti suoi film, e da questo "le crociate" mi aspettavo un film epico. Purtroppo sono rimasta delusa nelle aspettative. Io mi aspettavo un film da 10 e invece è un film da massimo 6 e mezzo. Certo 6 e mezzo non è un brutto voto e infatti reputo il film abbastanza ben fatto, ma gli manca qualcosa. Questo qualcosa è l'anima. Cioè del protagonista non ti affezioni, non provi niente per lui, se muore o no non ti fa né caldo né freddo (ovviamente la colpa è anche dell'attore Bloom), se provo a fare un paragone tra lui e Russell Crowe c'è l'abisso. Poi la storia l'ho trovata ingarbugliata e complessa. Anche gli altri personaggi non è che spicchino, cioè ognuno fa il suo compitino e tanti saluti. La storia per come è stata messa in pratica è un po pesante e quindi a tratti noiosa, e le 2 ore e mezza del film sembrano durare il doppio. Peccato, da Scott mi aspettavo di più. Ovviamente ci sono pure i pregi e sono il lato tecnico, i paesaggi nel deserto, il fascino del medio oriente, belle ambientazioni di interni, bei costumi, tutto molto curato (anche se non al 100%), le battaglie mi sono abbastanza piaciute ma non le ho trovate epiche come mi aspettavo, e belli gli effetti speciali.
Scott stavolta non mi hai entusiasmata, sarà per la prossima volta.

Chemako  @  15/08/2013 11:54:55
   7 / 10
Domius  @  08/04/2013 17:31:45
   8 / 10
Bel film appassionante e coinvolgente

biosman2010  @  26/03/2013 18:41:02
   7 / 10
Recitazione, scenografia, fotografia, ambientazione OK ma per il resto piuttosto debole come se si mantenesse in piedi con le stampelle, vabbè un 7 comunque ci sta.

alberto9  @  06/02/2013 08:02:58
   7 / 10
Ambientazioni e combattimenti fantastici, trama semplice ma piacevole. Sulla falsa linea del Gladiatore

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  23/10/2012 16:19:55
   7½ / 10
Una media voto bassissima per una pellicola davvero sottovalutata.
Buonissimo film in tutto e per tutto.

Dom Cobb  @  21/10/2012 17:59:19
   10 / 10
Francia, 1184. Il giovane fabbro Baliano riceve una visita da parte di un cavaliere in viaggio per la Terra Santa, cavaliere che si rivela essere suo padre. Baliano lo segue per ottenere la salvezza dell'anima sua e di sua moglie, morta suicida. Alla morte del padre, ne eredita titolo e territori e difende Gerusalemme dai Musulmani, fino a salvarla dal massacro dei suoi abitanti per mano delle truppe di Saladino... Non è certo il capolavoro dei capolavori, non è certo la vicenda storica fatta pellicola, magari qualcuno potrebbe persino considerarlo brutto, ma secondo me, per quanto riguarda messinscena, accuratezza storica e interpretazioni, questo film non solo non ha niente da invidiare ad altri prodotti dello stesso genere (penso al Gladiatore e Troy), ma gli è addirittura superiore. Gli effetti speciali garantiscono riprese ad effetto (le torri d'assedio che cadono durante la battaglia finale), le musiche di Harry Gregson-Williams sono suggestive quanto bastano, i personaggi sono caratterizzati ottimamente sia dalla sapiente sceneggiatura dell'esordiente William Monahan che dall'interpretazione di un cast "tutte stelle" capeggiato da un Orlando Bloom che una volta tanto non è solo lì per esibire il suo bel viso (vedi Paride in Troy). Certo, qua e là qualche lieve incoerenza si nota, forse qualche passaggio è un po' sbrigativo, forse una parte del cast può apparire un po' sprecato (Liam Neeson scompare quasi subito), ma di questo è causa solo la produzione, che ha costretto Scott a tagliare tre quarti d'ora di film abbassando un po' il livello qualitativo del film (che peccato che non si trova la versione director's cut!). In ogni caso, si tratta di un'opera da gustarsi fino in fondo, in grado di emozionare come pochi prodotti oggi in circolazione, ingiustamente snobbato forse a causa della sua posizione più a favore dei Musulmani che dei Cristiani (a riprova che i critici vengono pagati per farsi piacere qualcosa o meno e che, per giustificare la loro scelta ricorrono a goffe giustificazioni campate per aria)...insomma, assolutamente da vedere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/10/2012 17.12.30
Visualizza / Rispondi al commento
Elmatty  @  23/09/2012 19:12:30
   8 / 10
Un film ingiustamente votato con votazioni troppo basse.
Il mio voto và alla rara versione integrale di tre ore che ho la fortuna di possedere.
Innanzitutto la cosa che viene a galla con maggiore forza sono senza dubbio la fotografia, le scenografie e i costumi, bellissimi e curati con dettagli estremamente maniacali.
La colonna sonora è stupenda e si integra bene con le scene del film.
Reparto attori: il migliore è senza dubbio Jeremy Irons che, come sempre, conferisce un qualcosa in più al personaggio come solo i grandi attori riescono a fare, Eva Green è semplicemente bellissima e, nella versione integrale, il suo personaggio è più caratterizzato. anche Orlando Bloom, sempre nella versione integrale, conferisce al suo personaggio più enfasi e caratterizzazione; forse è l'unico film della sua carriera in cui non è fuori posto.
Un ottimo film di Ridley Scott, molto sottovalutato e, che sotto la sua pelle, nasconde una vitalità straordinaria.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  10/06/2012 16:24:00
   5½ / 10
Un film che colpisce per i bellissimi costumi e le stupende scenografie degni di un kolossal, però è totalmente privo di anima (cosa che succede spesso negli ultimi anni con i film epici, vedi "Troy", "Alexander" o "Robin Hood" dello stesso Scott... ah come sono lontani i tempi di "Braveheart"), non appassiona e non riesce assolutamente a coinvolgere con l'inevitabile conseguenza che, vista anche la lunghezza, diventa assai noioso.
Le interpretazioni sono buone però l'attore più deludente è Orlando Bloom, il protagonista principale, quello che avrebbe dovuto dare al film quel qualcosa in più.
Un film che si lascia vedere ma che dimenticherete in fretta.

mauro84  @  17/02/2012 23:19:48
   6 / 10
dal canto mio reputo il punto + basso del regista Scott.. un occasione persa visto il film, molte scene confuse ed altre che fanno fatica a intergrarsi a far si che il tutto vadi avanti.. però nel complesso anche come trama e scenografica non è malaccio e guardabile..

Orlando Bloom una delle colonne importanti degli attori ha deluso un po'.. un film da possibile capolavoro a film epicalmente drammatico in sostanza.. peccato

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  09/12/2011 22:33:15
   5 / 10
Un film che non mi ha lasciato molto, anzi quasi niente.
Dispiace che UNo come Scott dopo averci offerto prestazioni eccelse con Il gladiatore, blade Runner e Alien, ora ci offra una pellicola del genere..
la recitazione è anche buona, ma anche le location sono ben fatte: ma secondo me al film manca un'anima, non riesci ad affezionarti ai personaggi e di conseguenza questo film passa inevitabilmente in secondo piano rispetto ai grandi capolavori del passato!!!
Ritenta, Scott!!!!

76eric  @  25/10/2011 19:07:01
   8½ / 10
Comincio con il dire che non concordo assolutamente con alcuni colleghi di FilmScoop che disprezzano mettendo votacci al film in questione, anche inferiori al 4.
Spiegandomi meglio, anche con "Le crociate" il grandissimo regista britannico, pur non rimanendo fedele alle trasposizioni storiche inerenti il determinato contesto ( e questa non è una novità e se ne potrebbe parlare per un libro a riguardo), non lascia nulla al caso facendo fruttare a meraviglia le enormi palate di soldi ricevuti per la realizzazzione.
In base a questo, non mi si può venire a dire sempre secondo alcuni commenti letti, che la fotografia è scadente. Ma come....? Nell' era del digitale la fotografia può essere scadente??? E per giunta in un film di Ridley Scott che a parte il bellissimo film d' esordio "I duellanti" è uno che si è sempre fatto sganciare i denari e che quanto a passione per la settima arte, meticolosità e dedizione alla sua professione, non è secondo a nessuno????
La storia, detto già della non fedeltà, è fruibile al massimo con costumi sfarzosissimi, scenari e ricostruzioni megagalattiche e con spettacolari scene di battaglia che al pari di altri film più o meno contemporanei non ha nulla di che invidiare. Ottima e curata pure la computergrafica.
Certo è che se il genere storico non piace o perchè sfonda facilmente il cosìdetto "muro" delle 2h di durata, allora questo è un altro paio di maniche, ma la qualità è qualità.
Il reparto attori? Mi sembra che ognuno reciti all' altezza, persino lo sbarbato Orlando Bloom ( in questo caso neanche tanto), riesce a mio avviso a reggere il confronto senza bisogno di avere per forza un viso scavato o perennemente imbronciato. Jeremy Irons è una garanzia per cui non servono sprecare parole, Csokas pure Neeson e tutti gli altri idem.
Una parolina in più per il non molto conosciuto Ghassan Massoud che per espressività, logica, rispetto e lealtà nei confronti dei vinti incarna lo spirito del GRANDE Saladino alla perfezione. Senz' altro uno dei più rappresentativi personaggi della storia islamica.... Comunque una recita che avrebbe meritato secondo me maggior considerazione in termine di riconoscimenti....


Certo è che Scott col passare del tempo si è sempre maggiormente allontanato dai canoni e dalle cratività visionarie dei suoi primi film ( I Duellanti, Alien, Blade Runner, Black rain e Thelma e Louise) adagiandosi e piegandosi sempre più ai voleri e (giustamente) ai dollari delle major, cosa che se da un lato gli ha impedito di generare capolavori o comunque pellicole di culto ( Gladiatore a parte ma molto furbescamente); dall' altro, se questo è quello che vuole..., la sua panacea.., contento lui......, però (non) contenti tutti. Occorre farsene una ragione.

Mastodontico.

6 risposte al commento
Ultima risposta 28/10/2011 19.44.03
Visualizza / Rispondi al commento
PignaSystem  @  21/08/2011 23:03:35
   5½ / 10
La delusione più cocente deriva dalla constatazione che Ridley Scott si sia letteralmente adagiato su livelli registici non pessimi, ma mediocri e alcuni pensatori sostengono che la mediocrità sia molto peggiore dell'insufficienza, in quanto condizione stagnante ed afasica se paragonata ad eccellenze o insufficienze comunque sintomo di vitalità (positiva o negativa). Alla storia, tecnicamente, non manca nulla: la fotografia è discreta e le scene di battaglia convincenti, il "politically correct" si respira a piene mani nella raffigurazione positivista dei saraceni (tra l'altro unico elemento vero, visto che all'epoca gli arabi erano all'apice del loro splendore politico/sociale) e nel rifiuto viscerale, attribuito ad alcuni personaggi inventati e non, della barbarie e degli "scontri di civiltà" in nome di dei/profeti più o meno sanguinari; al buon Scott, probabilmente, è sfuggito l'estro dei suoi anni migliori e sceglie, quindi, di rifugiarsi in archetipi epici stantii (l'immancabile discorso di incoraggiamento alle truppe assediate e frivolezze varie) e nel ruolo di citazionista di lusso. Gli interpreti, infine, non lo aiutano ad alzare il livello della pellicola: l'inadeguatezza sia fisica che espressiva di Orlando Bloom, che prova ad Aragorn(eggiare) ma non ci riesce, è infatti ridondante.

3 risposte al commento
Ultima risposta 22/08/2011 08.11.12
Visualizza / Rispondi al commento
sonoalessio  @  08/07/2011 00:53:48
   4 / 10
Un demone si è impossessato del corpo di Ridley Scott e usa il nome che il regista si è fatto con capolavori come alien e blade runner per girare film piatti, pieni zeppi di luoghi comuni, finta retorica e con personaggi stereotipati. qualcuno chiami un esorcista

Alunia  @  20/06/2011 14:00:20
   5 / 10
Peccato.
I film simil-storici mi piacciono. Non mi è dispiaciuto, ma talvolta i personaggi sono banali, senza intelligenza o spirito di sopravvivenza. Solo il Saladino mi è piaciuto veramente come interpretazione.
E poi è piatto, come le espressioni facciali di Orlando Bloom. Perchè ci hanno messo lui e non un altro con un set di espressioni facciali?
Non lo butto via del tutto, ma non è niente di eccezionale, a tratti dà l'impressione di essere stato fatto in fretta e furia. Peccato!

draghetta1989  @  06/05/2011 11:02:16
   6 / 10
ridley scott dal 2000 ad oggi non è più stato lo stesso e anche questo "le Crociate" delude parecchio rispetto ai suoi lavori del passato ed anche rispetto al gladiatore. è un film decisamente piatto e retorico, punta molto solo sulla presenza del bell'orlando ma nulla più; è anche eccessivamente lungo rispetto a quanto ha da dire (ben poco per il modo in cui i temi sono trattati). ci sono svariati punti morti e personaggi fuori luogo, lo stesso Balian è quasi del tutto privo di carisma e non fa appassionare lo spettatore al suo vissuto, nemmeno le scene di battaglia sono particolarmente emozionanti. in questo film decisamente piatto e monotono facilmente dimenticabile salvo solo le scenografie davvero stupende, la colonna sonora e il sempre grande Jaremy Irons... per il resto come ho già detto nulla di memorabile anche se non è un film insufficiente.

dave90  @  15/04/2011 01:07:31
   4 / 10
Noioso e fatto male.
bocciato.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  27/12/2010 10:26:05
   10 / 10
"Le Crociate" è un film realizzato veramente in modo superbo! Non capisco nemmeno in questo caso come si fa a dare 2 a questo film! Io non lo so.... già la firma di Ridley Scott dovrebbe bastare a dare a questo film un 8 pieno, figuriamoci dopo, che se il film viene analizzato correttamente, non può che non valere molto di più. Fin dalle prime inquadrature, notiamo la neve che cade e che fa da sfondo al film, frutto di una scenografia incredibile. La fotografia è intensissima, le lunghe inquaudrature sugli altopiani desertici della Terra Santa sono stupendi; le inquadrature in battaglia sono ottime; i personaggi di Baliano, del padre Goffredo, di Sibilla, ma anche di altri personaggi come il conte Tiberias (interpretato da Jeremy Irons), Reginaldo di Chatillon, Baldovino Iv, Guido di Lusignano, sono ottimamente caratterizzati ognuno nel modo migliore, non c'è una sola scena in eccesso. La ricostruzione della cittadella di Messina che si affaccia sul mare, le inquadrature sul Golgota, la scena in cui mancavano i soldati e Baliano nomina tutti i popolani dei cavalieri.... non ho più parole, è semplicemente un film stupendo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/09/2011 16.00.45
Visualizza / Rispondi al commento
MidnightMikko  @  25/10/2010 15:56:21
   2 / 10
Visto appena uscì nelle sale. Insomma, appena uscito dalla sala mi sono scordato tutto e a distanza di 5 anni non ricordo nemmeno una scena.
Un film che non lascia nulla, nemmeno il ricordo di una scena, è sicuramente un film realizzato male.
L'unica cosa che ricordo bene è che quella sera mi annoiai da morire.
Stendo un velo pietoso su Scott, che molti si affannano ancora a chiamare grande, che sicuramente fu, ma che ora non è.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  17/09/2010 09:00:40
   5 / 10
Perfino peggio del Gladiatore. Ormai Scott produce filmetti-fotocopia tutti uguali su commissione. Qui si cerca di riciclare Orlando Bloom come nuovo attore figo emerso dalla saga del Signore degli Anelli. Niente da fare: l'elfo era lì perchè era bello e basta e il resto mancia. Brutto e noioso (e lunghissimo)

fedestip  @  17/09/2010 01:39:29
   9 / 10
bellissimo!!!!!!

Pico84  @  11/09/2010 12:30:44
   4 / 10
No no non ci siamo proprio l'ultimo ridley scott fa veramente accapponare la pelle.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  26/04/2010 15:34:14
   7 / 10
Un film carino sulle crociate, nonostante duri due ore e undici minuti, non mi ha annoiato.

tnx_hitman  @  11/04/2010 16:37:25
   4 / 10
Me lo ero completamente dimenticato questo film di....non riesco a dirlo,sembra proprio che non lo ha fatto Lui.
La sua passione per la realizzazione di perle,vedendo tanti di quei dietro le quinte con lui al lavoro...e poi questo.
Non e' un suo film dai...ma xke' scegliere Orlando Bloom poi?
E' un epico scadente...non convince..annoia...interpretazioni che non gasano..sequenze di battaglia che non brillano.
4 xke' come regia ci siamo...ma si puo' benissimo scartarlo.Non fateci trpp caso..non e' un film di Ridley.XD

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  06/04/2010 20:28:28
   6 / 10
Cheppalle sti filmoni!
Il Gladiatore era un bellissimo film, questo è la sua copia sbiadita!
Non mi piacque assolutamente, noioso fino alla morte e recitato proprio malino.
Resta che un film di Scott difficilmente delude al 100%, in definitiva si merita un sei e nulla di più.

gemellino86  @  14/03/2010 20:11:57
   4½ / 10
Scott fallisce stavolta. Avere come protagonista un pesce lesso come Bloom non aiuta proprio. Un'occasione sprecata.

JohnSnow  @  28/01/2010 21:20:46
   4½ / 10
premetto che sono un amante del genere, vado pazzo per i film epici con eroi carismatici.. da Leonida a William Wallace a Massimo X Meridio. Appunto, carismatici. Non ho ancora capito perchè si ostinino a fare recitare Orlando Bloom, a mio parere è un attore senza personalità. Cmq a parte questo, il film, dopo una partenza più o meno promettente fa...flop.

Frankys  @  11/01/2010 17:18:15
   5 / 10
Mi sarei aspettato molto più, sia dalla storia, sia degli interpreti che dalla regia ...
Invece si è rilevato una balla noiosa, un film per niente avvincete e per niente coinvolgente !
Sconsigliato !

Febrisio  @  09/12/2009 18:29:01
   6 / 10
Ha tutte le carte in regola per essere un film grandioso, peccato che Mr Scott si sia dimenticato di essere appassionante e coinvolgente.

sestogrado  @  07/12/2009 10:37:53
   4 / 10
trasporre un evento storico su pellicola cinematografica è compito assai arduo e gli effetti speciali non bastano per ottenere un buon risultato. le crociate è la prova di quanto stia affermando. un film noioso e pesante, la cui ricchezza di contenuto (quasimai espressa appieno) irrompe come un fiume in piena nella sceneggiatura, creando un po' di caos e con il risultato netto di trasformare anni di storia in una mitragliata rapidissima di eventi senza sviscerare alcun tema particolare. tra l'altro la narrazione non è attinente alla storia visto che Baliano, secondo gli scritti, era già stato in Terra Santa a combattere per il regno di Gerusalemme nel 1174, mentre nel film la narrazione parte dal 1183. attinenza alla storia a parte il film è noioso e scarno; non si riesce a cogliere alcun messaggio, se non la volontà che la convivenza tra cristiani e musulmani sia possibile e che qualcuno, anche nel 1184 l'avrebbe invocata. "quanto vale questo film?" parafrasando Orlando Bloom: molto poco. ma ad un grande regista si può perdonare

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  03/11/2009 12:04:23
   3 / 10
Atroce smandrappamento di pallucce... Mi si perdoni la franchezza, ma in assoluto uno dei film più estenuanti che io abbia mai visto! Protagonista risibile, regia con la mano sinistra di Scott, tonitruenza a più non posso. Mega blockbuster con ridicole pretese intellettuali che stende al tappeto senza pietà.

4 risposte al commento
Ultima risposta 08/04/2010 16.21.51
Visualizza / Rispondi al commento
massaro  @  18/10/2009 21:17:10
   6½ / 10
Molto inferiore al gladiatore ma il risultato è un film abbastanza decoroso nonostante ci sia Bloom (Crowe è imparagonabile a lui).

vale1984  @  04/09/2009 23:50:29
   6½ / 10
Film che racconta le crociate, le guerre, le morti ma soprattutto la storia di grandi personaggi e le vite intrecciate tra amori e sofferenze. Non commenta le atrocità anche se la regia riesce a spiegarle in modo molto verosimile, né le ragioni o i torti delle religioni ma si avvicina ai fatti in modo sfuggente mettendo in luce i protagonisti e dichiarando la simitudine di tutti i punti di vista. Musulmani e cristiani reagiscono nei medesimi modi ognuno convinto di avere la ragione ed il film risce ad alzarsi al di sopra in difesa della gente innocente. Bello, ben fatto anche se non eccezionale, bravi gli attori e buono il filo conduttore.

Tony yogurteria  @  29/08/2009 12:25:50
   3½ / 10
non mi è piaciuto scene confuse e troppo noioso! delusione più totale

bulldog  @  26/07/2009 18:23:57
   2 / 10
Banalissimo film storico del 'sempre peggio' R.Scott.
Da evitare.

FurFante9  @  26/06/2009 11:02:06
   5 / 10
Un cast "stellare", ma di una noia mortale! Sbadigli. Scott, m'hai deluso!!

TheLegend  @  15/05/2009 16:22:21
   7 / 10
Forse la media non rende giustizia a questo film che è sicuramente un buon prodotto.
Forse un pò troppo lungo e piatto in alcune parti ma con degli ottimi scenari.
Orlando Bloom non capisco come mai faccia l'attore.

Max78  @  11/04/2009 15:55:55
   7½ / 10
Ma la maschera non potevano metterla a Orlando Bloom?
Non tanto perché invidioso della sua bellezza ma perlomeno così gli donavano una parvenza di espressività...
Se per Legolas il suo volto asettico era perfetto per la parte, in questo film il buon Orlando conta come il 2 di picche quando la briscola è fiori.
Peccato perché un protagonista + carismatico avrebbe giovato maggiormente alla pellicola di Ridley Scott, che nonostante la lunghezza si lascia vedere senza particolari intoppi. Ottima la fotografia e molto bravi gli attori, a parte uno...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Lele87  @  11/04/2009 02:32:56
   7½ / 10
La media è troppo bassa per un film come questo, è vero che sia un po pesantuccio ma non è un brutto film e vale la pena vederlo.

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  29/01/2009 12:56:17
   7½ / 10
Mi è piaciuto molto più del secondo me sopravvalutatissimo Il Gladiatore. Le scne d'azione sono fantastiche, Neeson e Irons sono superlativi, solo Bloom fa ******, persino Norton con una maschera sulla faccia per tutto il film è più espressivo. La sceneggiatura mi ha convinto, la regia di Scott è come sempre perfetta anche se freddina. Chi se ne frega della ricostruzione storica... è solo un film...

Invia una mail all'autore del commento marcuse  @  14/01/2009 18:24:28
   7 / 10
Alone  @  12/01/2009 10:44:12
   7½ / 10
Un film storico più che buono.. mi è piaciuto.

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  11/01/2009 13:26:06
   6 / 10
Non è giusto paragonarlo al gladiatore perchè altrimenti dovrei mettere al massimo 3.Mi aspettavo molto di più,non certo ke a tratti mi sarei annoiata.
Per quanto riguarda gli errori storici,non mi destabilizzano più di tanto perchè se voglio "acculturarmi" sulle crociate mi leggo un libro di storia,non vado certo a guardare un film

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  06/01/2009 16:43:48
   6 / 10
Sembra che scorre, poi arricci il naso più di una volta e sembra che qualcosa non regga. Infatti il film è mediocre con qualche scena tosta e fotograficamente accettabile ma nulla di che. Orlando Bloom non convince, Liam Neeson invece è ok.

Ovarc  @  06/01/2009 01:47:05
   4½ / 10
Noiosissimo, complimenti a chi riesce arrivare alla fine.
Bruttissime le scene di battaglia dove non si riesce a capira nulla.

Invia una mail all'autore del commento LEM85  @  23/12/2008 17:46:23
   9 / 10
Film stupendo,avvolgente,nulla da dire.
Gran bel film!!

metal_psyche82  @  09/10/2008 01:22:27
   4 / 10
mi ha annoiato un bel po...se penso che esiste addirittura una versione integrale di 3 h....mah!

scimmia1996  @  18/09/2008 19:13:59
   3½ / 10
Film troppo lungo e noioso è veramente dura arrivare alla fine ci vuole serio impegno e determinazione.
Molto meglio il gladiatore.

JOKER1926  @  26/08/2008 14:20:57
   6 / 10
Dopo il Capolavoro de "Il Gladiatore" Ridley Scott ripropone al pubblico ancora vicende storiche: "Le Crociate".
Film che si "alimenta" di lunghissimi dialoghi e qualche sanguinoso combattimento, il regista si avvale di un buon cast e confeziona in linea di massima un film accettabile...
Buona la colonna sonora, buon lavoro tecnico, infatti le ambientazioni sono molto cupe, drammatiche...
E inoltre la fotografia Ŕ ineccepibile...
E' quasi impossibile non fare un paragone fra "Le Crociate" e "Il Gladiatore" figli dello stesso padre (Scott)...
Questo ultimo film Ŕ sicuramente migliore, "Le Crociate" invece Ŕ una pellicola (tratta ovviamente sempre vicende bellicose) a tratti piatta, schematica e nel complesso non attrae, non entusiasma totalmente lo spettatore...
Moltissimi dialoghi, e poca suspance...
Il film praticamente non entra mai nel vivo, pellicola in parte dispersiva che vive pochissimi momenti esaltanti (come quello del finale...)

La sufficienza per il grande regista c'Ŕ, ma era lecito aspettarsi di pi¨...
Nel film si nota la fattura cinematografica di Scott, ma il film perde credito a causa della lentezza , della storia poco coinvolgente e della limitata azione ...

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/08/2008 11.07.35
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento stuntman bob  @  03/07/2008 17:05:33
   6½ / 10
Premetto che non perdonerò mai al responsabile la scelta di orlando bloom come personaggio principale,ma si,adesso va di moda lui,sicuramente il pubblico nelle sale al 60% saranno donne,poi perchè prendere il bravo norton per un ruolo in cui deve solo parlare agonizzando?un ruolo di maggiore rilievo non c era?non male la storia e i combattimenti,ma il ridley scott dei tempi del gladiatore non è questo

ilMoralizzatore  @  01/06/2008 19:31:09
   4 / 10
Leggendo i vostri commenti urge fare un po di ripasso di storia.
Prima di tutto giustifico il voto che sarebbe la media tra il 2 per l'incoerenza storica e il 6 per i costumi, la sceneggiatura e la fotografia.
Premetto che non voglio fare il professore ma questo film non può passare per qualcosa di storico che ci possa illuminare su un' era molto difficile da comprendere. Bene iniziamo:
- Baliano d' Ibelin non arrivò mai in terrasanta dopo l'omicidio di un prete, ma era discendente di una casata (i signori di Ibelin) che da molto tempo era in terrasanta (venivano chiamati poulains queste famiglie), presumibilmente fin dalla prima "crociata" (termine nato nel XIII secolo) che ebbe luogo dal 1096 al 1099.
- Il padre non venne a cercarlo in Europa e nel modo piu' assoluto con Ruggero des Moulins (Gran maestro dell'ordine degli ospitalieri), il signore vestito di nero con la croce bianca. Per l'appunto lui (Ruggero) muore ai corni d' Hattin, ma c'è un errore, poichè gli ospitalieri andavano in battaglia vestiti di rosso con la croce bianca!!!!
- Del tutto falsa la relazione amorosa con la regina Sibilla la quale, al contrario di come la vediamo nel film, non era assoggettata a Guido di Lusignano suo 2° marito, ma ne era complice tantè che prima di morire Baldovino IV "il Lebbroso" (suo fratello), designò come suo erede Baldovino V, figlio di Sibilla e del suo primo marito, un bambino di 8 anni e come suo reggente non la madre ma Raimondo III di Tripoli. Nonostante ciò il re bambino mori dopo un anno in circostanze poco chaire e la corona andò a Sibilla la quale, con sua gioia chi fece re? Guido di Lusignano!!! In un film non è facile rappresentare ciò, ma ometterlo è peggio!!!
- La battaglia dei corni di Hattin (1187) non viene nemmeno fatta vedere, peccato che nella realtà Baliano d'Ibelin fosse li e che prima della disfatta riusci a ripiegare con il suo contingente per andare a difendere Gerusalemme. Forse la battaglia principale avrebbe potuto ricrearla.
- L'assedio è forse la parte meglio riuscita. E' vero che Baliano investi cavaliere tutti quelli al di sopra dei 15 anni e che rifiutò le trattative con il Saladino (Salah ad-Din Yusuf ibn Ayyub) il quale una volta presa la città si rivelò magnanimo (ATTENZIONE però che per non perpetrare un massacro aveva più ragioni politiche che umana pietà), ma dovete sapere che l'invenzione di quelle ancore che distruggono le torri mobili è pura fantasia!!!
- Alla fine Baliano non torna in Europa e ASSOLUTAMENTE re Riccardo I NON lo va a cercare, poichè a dirla tutta erano di fazioni contrapposte (Riccardo I era parente dei Lusignano).
Per il resto (e ne rimane poco) il film si puo vedere ed è abbastanza attendibile ma sicuramente ho dimenticato di precisare qualcosa, anche perchè l'ultima volta che l'ho visto era un po di tempo fa...
In conclusione a scapito della verità storica Scott ha realizzato un film pretenzioso che definirei d'avventura.

7 risposte al commento
Ultima risposta 15/10/2008 17.14.09
Visualizza / Rispondi al commento
dedalo1267  @  12/05/2008 22:00:50
   7 / 10
Zen,psicanalitico,FaVoLoSo.
L'uomo che non volle farsi re ma che si trombo' la regina.

Sestri Potente  @  22/03/2008 13:55:16
   7 / 10
I film storici non sono proprio il mio genere (Gladiatore a parte), ma devo ammettere che questo è davvero fatto molto bene: non solo epici scontri tra cristiani e musulmani, ma anche spazio alle relazioni e alla tolleranza. Viene da chiedersi: ma alla fine siamo davvero così diversi?

3 risposte al commento
Ultima risposta 28/03/2008 02.36.07
Visualizza / Rispondi al commento
rukawa  @  21/03/2008 23:59:45
   7 / 10
La storia della città di Gerusalemme ai tempi delle crociate contesa tra i Cristiani e i potentissimi Musulmani sotto la guida di Saladino ...Ottima interpretazione di Orlando Bloom ... il film diventa veramente coinvogente nella parte finale , quando vi è il maestoso scontro alle porte di Gerusalemme tra i due eserciti... da guardare sicuramente

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/06/2008 14.27.21
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/02/2008 17:47:34
   6½ / 10
Il film di Scott dal punto di vista del semplice intrattenimento funziona. Vi è una certa scorrevolezza narrativa, l'impatto epico della storia è notevole, tecnicamente molto curato nei dettagli e molti personaggi comprimari all'altezza del compito. Quello che delude è la scelta di affidare il ruolo di protagonista ad Orlando Bloom, che oltre ad avere meno espressività di un posacenere, non dà il minimo carisma al suo personaggio. Un'occasione perduta. Un altro protagonista al suo posto avrebbe sicuramente giovato.

Predator  @  16/02/2008 20:09:41
   8 / 10
Ancora una volta un bravissimo Ridley Scott dirige un bellissimo film sulle crociate con un cast di tutto rispetto!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  13/01/2008 14:01:03
   7½ / 10
Spezzo una lancia a favore di questo film..............polpettone storico?

No per niente, Ridley Scott, prede un periodo storico e ne esalta i suoi lati più spettacolari, confezionando un film imponente e sopratutto NON BANALE.

In primo luogo riesce a raccontare le Crociate sotto un altro punto di vista, Scott cerca di porsi in maniera equidistante fra le parti, evitando facili machineismi e rappresentando i personaggi storici del tempo sotto un'ottica differente.

Inoltre presenti molti riferimenti con la realtà odierna, non forzati, ma facilmente rinvenibili.
Certo Orlando Bloom è un triste esempio di miscasting, non è nemmeno colpa sua se non riesce a rendere credibile per un secondo il suo personaggio.
Per il resto un'opera che si fa vedere ed apprezzare, da riscoprire, di sicuro superiore per profondità e impegno a "Il Gladiatore" (che comunque ammetto di avere apprezzato anche io di più ma pe raltre ragioni)

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/03/2008 10.32.56
Visualizza / Rispondi al commento
mikland83  @  09/01/2008 23:59:21
   8½ / 10
Un ottima pellicola.Film girato superbamente, attori all'altezza delle aspettative.
Grandissimo Liam Neeson.
Un capolaavoro mancato.Peccato.
Da vedere specialmente per le scene di battaglia, mi riferisco all'assedio di Gerusalemme ma sopratutto all'incontro tra Saladino ed il re di Gerusalemme,una lezione di stile oserei dire, il rispetto tra i nemici.
Bellissima Eva Green
Consigliato a tutti!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  09/01/2008 22:20:10
   7 / 10
Un film che definirei guardabile e assolutamente non noioso, basta guardare la parte finale! assolutamente la parte migliore.
Poi per quanto riguarda la storia bisogna dire che mi e piaciuta moltissimo (anche perche la storia delle crociate mi affascina molto), l'interpretazione degli attori e stata sicuaramente buona, gli effetti speciali e la colonna sonora di buon spessore. Infine un film godibile e consiglio agli amanti del genere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/06/2008 14.29.14
Visualizza / Rispondi al commento
Englishbear  @  05/01/2008 21:17:35
   10 / 10
A me è piaciuto moltissimo... molto più del gladiatore e molto più di troy e di alexander... orlando bloom è bellissimo e bravissimo...è un film che ti mette i brividi...

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/09/2009 12.24.28
Visualizza / Rispondi al commento
amoreblu  @  31/12/2007 16:12:43
   7½ / 10
Scott ci risparmia un po' di truculenza e riflette sul bene e male che a ben vedere sembrano non esserci. Regge invece il discorso sulla difesa della propria fede che nasce dal rispetto che si ha per quella altrui.
Forse per questo motivo è stato un flop in Usa.

carisma  @  28/12/2007 22:57:35
   2 / 10
mi ha deluso tantissimo, una noia mortale

momo  @  18/09/2007 21:50:16
   7 / 10
Un film che si guarda volentieri, niente di speciale riguardo temi o dialoghi, ma almeno non c’è il solito cattivo nello schieramento opposto.

Signor Wolf  @  08/09/2007 20:31:56
   7 / 10
Orlando bloom perpreta la sua faccia da schiaffi ma questa volta recita benino, amo i film storici o quasi

Invia una mail all'autore del commento Il Cartaio  @  04/09/2007 22:47:34
   6½ / 10
Da Scott ci si aspetta doerosamente di più e non parlo esclusiwamente de "Il Gladiatore" che a me tutto sommato non ha fatto impazzire, inoltre l'Orlando Bloom de "Il Signore Degli Anelli" e della trilogia dei "Pirati" è un'altra cosa... tuttawia il film è abbastanza godibile e non annoia... come disse il sommo poeta: SENZA INFAMIA E SENZA LODE! Il Cartaio

Invia una mail all'autore del commento Andrix84  @  04/09/2007 20:47:55
   6 / 10
Mi asèpettavo di meglio..La battaglia finale è un pò abbastanza simile a diversi film dove un castello viene assediato dai nemici ecc ecc

Invia una mail all'autore del commento BIONDO  @  23/08/2007 08:28:21
   3 / 10
voto molto alto solo perche' c'è scott alla regia...cmnq il film è inguardabile...
il gladiatore c'è ne uno solo...non si puo' rifare.

cinemamania  @  16/08/2007 18:56:38
   8 / 10
Ridley Scott sei proprio un grande regista.
Orlando Bloom finalmente è un bello che sa recitare, era da tanto che non si vedevano di solito ci sono solo belli che non sanno recitare lui no.
Bellissimo film.

  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10 giorni senza mamma7 uomini a molloa private war
 NEW
alita - angelo della battagliaalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloanimali fantastici: i crimini di grindelwaldanimasaquamanattenti al gorilla
 NEW
beautiful boy (2018)ben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybts world tour: love yourself in seoulbumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolution
 NEW
cartachesil beach - il segreto di una nottechi scriverÓ la nostra storia?city of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)compromessi sposiconta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomichecoppermancosa fai a capodanno?creed ii
 NEW
crucifixion - il male e' stato invocatodinosaurs (2018)don't fuck in the woods 2dove bisogna staredragon trainer: il mondo nascostoescape room (2019)friedkin uncut - un diavolo di registaghostland - la casa delle bamboleglassgreen bookhepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii bambini di rue saint-maur 209i nomi del signor sulcici spit on your grave: deja vui villaniil castello di vetroil corriere - the muleil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mio capolavoroil primo reil professore cambia scuolail ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil vizio della speranzain guerraisabellela befana vien di nottela donna elettricala douleurla favorita
 R
la notte dei 12 anni
 NEW
la paranza dei bambinila prima pietrala scuola serale
 NEW
la vita in un attimol'agenzia dei bugiardilake placid: legacyle ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucel'esorcismo di hannah graceliberolo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksyl'uomo dal cuore di ferrom.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimalerbamaria regina di scoziamathera - l'ascolto dei sassimenocchiomia e il leone biancomorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionenelle tue mani (2018)
 NEW
nightmare cinemanon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menotti magiche
 NEW
ognuno ha diritto ad amare - touch me nototzi e il mistero del tempoovunque proteggimipeppermintpiercingralph spacca internetred zone - 22 miglia di fuocoremi
 NEW
rex - un cucciolo a palazzoricomincio da me (2019)ride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase la strada potesse parlarese son roseseguimisenza lasciare traccia (2018)spider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe final wishthe old man & the gunthe other side of the windthe young cannibalstramonto (2018)tre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun piccolo favore
 NEW
un valzer fra gli scaffali
 NEW
un'avventuraupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'velvet buzzsawvice - l'uomo nell'ombravoglio mangiare il tuo pancreaswidows: eredita' criminalezen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

984735 commenti su 40856 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net