la vita e' bella regia di Roberto Benigni Italia 1997
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la vita e' bella (1997)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film LA VITA E' BELLA

Titolo Originale: LA VITA E' BELLA

RegiaRoberto Benigni

InterpretiRoberto Benigni, Nicoletta Braschi, Giorgio Cantarini, Giustino Durano

Durata: h 2,00
NazionalitàItalia 1997
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 1997

•  Altri film di Roberto Benigni

Trama del film La vita e' bella

L'ebreo Guido Orefice viene deportato insieme al figlioletto durante il periodo nazista: farÓ credere al figlio di stare partecipando ad un gioco a premi, per evitargli l'orrore del campo di concentramento.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,72 / 10 (536 voti)8,72Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
Miglior film stranieroMiglior attore protagonista (Roberto Benigni)Miglior colonna sonora
VINCITORE DI 3 PREMI OSCAR:
Miglior film straniero, Miglior attore protagonista (Roberto Benigni), Miglior colonna sonora
Miglior filmMigliore regiaMiglior attore protagonista (Roberto Benigni)Miglior produttoreMigliore sceneggiaturaMiglior fotografiaMigliori costumiMigliore scenografia
VINCITORE DI 8 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Miglior film, Migliore regia, Miglior attore protagonista (Roberto Benigni), Miglior produttore, Migliore sceneggiatura, Miglior fotografia, Migliori costumi, Migliore scenografia
Miglior film straniero
VINCITORE DI 1 PREMIO CÉSAR:
Miglior film straniero
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La vita e' bella, 536 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 7   Commenti Successivi »»

matt_995  @  24/01/2022 23:23:21
   9 / 10
Un classico senza tempo. Una maschera comica e tragicomica che qui raggiunge il massimo del suo spessore. Una colonna sonora entrata nell'immaginario collettivo. Un trionfo per l'Italia agli oscar (forse non avrei premiato il Benigni attore ma sicuramente avrebbe meritato di vincere anche il Benigni sceneggiatore, insieme a quell'altro genio di Vincenzo Cerami, al servizio di una storia geniale e brillante che racconta gli orrori della guerra da un punto di vista nuovo e fin ora mai più eguagliato)

Ai detrattori che dicono che il carrarmato americano sia solo una gran paraculata rispondo: avete mai visto Auschwitz, anche solo in foto? E vi sembra quello in cui è ambientato il film? Non siate sciocchi, dai.

Giovanni78  @  05/11/2021 13:18:36
   10 / 10
Il miglior Benigni in un film che ormai è leggenda del cinema. Capolavoro assoluto. Colonna sonora stupenda di Nicola Piovani.

BenRichard  @  07/05/2020 20:34:21
   8 / 10
Non mi ha mai fatto gridare al capolavoro come a tanti ma è sicuramente uno dei migliori di Benigni. Indimenticabile

Pianetasud  @  25/01/2020 13:58:59
   10 / 10
Capolavoro assoluto.

VincVega  @  28/12/2019 10:52:40
   8 / 10
"La Vita è Bella" è uno di quei film che se incominci ad analizzarlo gli trovi svariati difetti. Basta lasciarsi trasportare dalla magia e i colpi di genio di Benigni non sono pochi, in particolare nella seconda parte, commovente ed emozionante.

barcella88  @  22/04/2019 23:04:48
   10 / 10
uno dei migliori film di sempre

mrmassori  @  26/05/2018 13:01:47
   9 / 10
uno dei film più belli e commoventi di sempre.

kafka62  @  16/05/2018 10:56:53
   7½ / 10
Da moltissimi anni maschera comica del cinema e del cabaret italiani, Benigni finalmente ingentilisce il suo personaggio di bischero toscanaccio, trattiene i suoi impeti giullareschi (pur non rinunciando ai momenti mattatoriali, come la dimostrazione burlesca della superiorità razziale italiana davanti alla scolaresca o la scena in cui fa da interprete da par suo al discorso in tedesco del soldato nazista), nobilita i temi spesso volgari delle sue storie, e – miracolo – fa un film vero, intenso, poetico, di quelli in cui si ride e si piange allo stesso tempo, come quando Chaplin faceva "Il monello", "Luci della città" e "Il grande dittatore". Debitore dichiarato di Charlot e di Totò, ma anche di Troisi (la corsa intorno all'isolato per incontrare "casualmente" la ragazza) e di Fellini (la scena quasi onirica, tra la nebbia, in cui Guido scopre l'ossario), Benigni riesce a fare un film insieme classico e originale. Classico perché la scansione comica degli episodi è orchestrata (da Cerami, il cui apporto alla sceneggiatura era già stato determinante in un film di ben altre ambizioni come "Johnny Stecchino") con la funzionalità narrativa e l'uso dell'ellissi tipici degli anni '40 e '50 (per esempio, i siparietti iniziali del cappello, di Schopenauer, della chiave gettata dalla finestra e di molti altri, vengono ripresi più avanti nel film con un esilarante effetto comico); originale perché il tema del lager interpretato come un gioco a punti per preservare il bambino dagli orrori nazisti salva il film dal patetismo e dalla convenzionalità (per quanto moralmente giustificata) di tanto cinema dell'Olocausto (e il discorso può essere trasferito agevolmente all'esposizione odierna dei bambini alla violenza televisiva, con una valenza sociologica non irrilevante).
Se da una parte non mancano alcune concessioni al pubblico (il commovente incontro finale di Giosué con la madre sopravvissuta), dall'altra bisogna dire che Benigni non cerca il facile e scontato happy end (tanto è vero che Guido muore senza riuscire a rivedere la moglie, tristissima dimostrazione di impotenza per un personaggio che nella prima parte ci aveva abituati ai "miracoli"). Non bisogna certo esagerare l'importanza di "La vita è bella", che da un punto di vista puramente cinematografico non è un capolavoro, ma, pur con i limiti che vi si possono trovare, non faccio fatica a dire che il film di Benigni non sfigura affatto, per fare un solo esempio, neppure di fronte al kolossal spielberghiano "Schindler's list".

arrivaal  @  28/01/2018 02:02:29
   8½ / 10
che c... vuol dire che è stato furbo perchè ha fatto arrivare gli americani... il campo di concentramento non è auschwitz è un campo imprecisato.
grandissimo film

C_0_  @  16/11/2017 20:58:03
   9½ / 10
Avrà tutti i difetti del mondo ma questo film per me è un'opera d'arte. Emozionante a livelli estremi. Fa ridere a crepapelle e fa commuovere fino alle lacrime. Benigni al suo massimo storico vince un oscar meritatissimo come miglior attore. Le inesattezze (per usare un eufemismo) storiche ci sono ma vengono perdonate vista la portata del film. La Braschi non è un granchè e si sapeva ma, visto che nella seconda parte del film quasi sparisce, non ci si fa troppo caso.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Truman84  @  21/09/2017 07:59:52
   10 / 10
Benigli al suo meglio. La vita è bella è un film che riesce a emozionare come pochi. Da rivedere sempre.

The BluBus  @  09/09/2017 19:09:19
   8 / 10
Ottimo e originale. Solo non capisco perché si ostina sempre ad usare la moglie per certi ruoli..

Mattia100690  @  28/08/2017 17:03:14
   10 / 10
Capolavoro. Un film da vedere costantemente per immergersi a pieno nella sua magia.

daaani  @  16/03/2017 19:05:03
   10 / 10
beh questo film è un classico da non perdere

cinematografo  @  04/11/2016 00:54:34
   10 / 10
Il capolavoro di Roberto Benigni!!...la prima volta che lo vidi, fu al cinema la sera di natale del 1997...ricordo la commozione mia e di tutta la sala, sulle note finali del film, dopo l'indimenticabile"abbiamo vinto" urlato a braccia alzate al cielo da Giosuè!!!!..film emozionante!!!.

ferzbox  @  01/06/2016 17:26:46
   8½ / 10
Avrei potuto commentarlo dal primo giorno che mi sono iscritto su filmscoop, però ho sempre voluto aspettare per far passare un pò di tempo e rivedermelo a parecchia distanza da quel dì che uscì nelle sale cinematografiche.
Questo perchè avendo lavorato nel set, e quindi avendo visto girare la maggiorparte delle scene nel campo di concentramento (in realtà una fabbrica abbandonata nella Valnerina), non riuscivo a cancellare quella patina sottile che mi contaminava la visione; non riuscivo ad estraniarmi completamente e di conseguenza non riuscivo a vedere la pellicola con gli occhi dello spettatore medio; oltre al fatto che, oltre a farmi un mazzò per la gestione delle comparse, mi avevano anche preso per fare una dele tante comparse che gestivo; così mi ritrovai ad essere pure uno dei tanti ebrei prigionieri.......
Al di là dell'esperienza bellissima dovetti rinunciare quindi all'estranietà dal film....almeno fino ad oggi.
Ieri mi sono rivisto questo piccolo gioiellino italiano, capace di commuovere in più momenti, sopratutto nella bellissima scena di chiusura, dove Benigni riuscì secondo me a superare se stesso, mostrando al mondo quanto il nostro paese era in grado di carpire piccoli e grandi valori con grande intensità emotiva....
Il film non sfocia mai nella drammaticità più esasperata; dopo una primissima parte molto divertente e introduttiva la pellicola immerge lo spettatore nel clima cupo e triste della prigionia subita dagli ebrei per opera dei nazisti, ma senza mai dimenticare la presenza di Josuè, il piccolo bambino di 5 anni, figlio del protagonista Guido, convinto che il posto dove si trovava fosse una sorta di campo vacanze dove si gareggiava in vari giochi a punti; creare un eccessiva tensione drammatica avrebbe spezzato il clima favolesco che il film voleva dare, quindi si vive il tutto con commozione e tenerezza, rispetto e dignità, ma mai sottolinenado quanto fossero effettivamente calpestati i diritti umani, donando allo spettatore la stessa goia che provava il bambino, cercando di trovare qualcosa di umano in un contesto che di umano non aveva nulla....
Ricordo che una volta Benigni disse che per vedere quanto sia più bella l'umanità rispetto alla crudeltà sarebbe stato sufficente vedere il sorriso e l'ingeniutà di un bambino come quello del film; supera qualsiasi atto disumano e spietato.....
....e cacchio.....è proprio vero.....
A mio parere il film più significativo ed importante dell'attore toscano......nonchè meritevole senza alcun dubbio dei premi conquistati....

Crabbe  @  08/03/2016 20:24:20
   8 / 10
Indimenticabile lavoro di Benigni sullo sfondo degli orrori della seconda guerra mondiale.
Un inno alla vita, degna di essere vissuta sempre e comunque.

kanon1981  @  18/02/2016 11:11:26
   9 / 10
Mi è piaciuto tantissimo.
Dalla vita fiabesca e spensierata all'inferno,tutto raccontato con una cupa ironia.
Geniale raccontare la prigionia nel campo di concentramento come se fosse un gioco.
Bravissimo Benigni e Cantarini.
L'unica cosa che non mi ha convinto è Nicoletta Braschi secondo me non all'altezza.

fabio57  @  28/12/2015 14:46:40
   8½ / 10
Considerato da tutti ,il capolavoro di Banigni, questo film è veramente insolito e diverso da tutti quelli da lui diretti o interpretati, Il registro comico che contraddistingue l'autore è visibile nella prima parte, ma nel secondo tempo vira inesorabilmente e decisamente, volgendosi verso il vero e proprio dramma .Il tema trattato è difficile e ostico, però trasfigurare l'olocausto per farlo diventare un gioco di società, anche se a fin di bene, mi sembra un po' surreale Detto ciò, non si può non sottolineare la grandezza dell'opera, che non a caso ha portato l'oscar al nostro cinema. Benigni è un grande e questa è l'apoteosi della sua carriera.

Silvia888  @  03/11/2015 18:19:16
   10 / 10
Il più bel film italiano di sempre, uno dei più bei film del mondo. Divertente quanto toccante e coinvolgente, spettacolo puro di un incredibile Roberto Benigni.

Overfilm  @  08/10/2015 15:16:36
   10 / 10
8 David di Donatello e 3 OSCAR e 1 CÉSAR...
Dovrebbero bastare questi numeri...
E se non vi bastano... beh..leggetevi i commenti degli altri utenti... :-)

totty  @  19/09/2015 16:16:21
   8 / 10
Bellissimo, tratta un argomento pesante in un modo delicato, un po ruffino e talvolta troppo leccac**o ma ci sta.
Ora però aspetto che hghgg faccia il suo commento chilometrico contro tendente...

3 risposte al commento
Ultima risposta 21/11/2015 14.43.03
Visualizza / Rispondi al commento
adrmb  @  11/08/2015 18:42:06
   8½ / 10
Sempre trovata una favola meravigliosa, con idee intelligentissime e divertentissime pur in un contesto agrodolce veramente ben delineato. Coinvolgente anche la prima parte, per me è sempre stato praticamente impossibile non lasciarsi trasportare dall'entusiasmo di Roberto.
L'unica pecca è la visione del campo di concentramento decisamente moooolto soft piegata completamente alle esigenze di sceneggiatura e messa su schermo, una via quasi "furbetta"; sarebbe stato interessante vedere il contrario, ovvero piegare una sceneggiatura comico-amara tenendo sempre in conto le esigenze di verosimiglianza.

..Eppur poi ripenso al meraviglioso accompagnamento musicale sul finale, "Abbiamo vinto!" e niente, brividi ogni volta.

pak7  @  22/06/2015 12:31:13
   10 / 10
Dopo anni e anni, l'ho rivisto con immenso piacere. Assolutamente un capolavoro del nostro cinema, un Benigni ormia inarrivabile, che dopo il buon "La tigre e la neve ", si è eclissato.
La pellicola viaggia su due spazi temporali differenti, e sembra appunto di assistere a due film diversi. Benigni con la sua comicità riesce a rendere una pellicola così profonda, leggera, con toni quasi da favola. Finale stupendo.

Niko.g  @  11/12/2014 12:05:45
   7 / 10
Robeertooooo, gridava la Loren quella famosa notte degli Oscar. Eccerto, Roberto si chiama, mica poteva chiamarlo Sigismondo.

Al film è stata mossa l'accusa di aver copiato l'idea di "Train de vie" (tradotto, certificato e timbrato dall'esimio Moni Ovadia), anche se già nel 1972 un lungometraggio incompiuto intitolato "The day the clown cried", diretto e interpretato da Jerry Lewis, anticipava questa tematica con la storia di un clown da circo imprigionato in un campo di concentramento nazista.

Col suo impianto favolistico, "La vita è bella" fa crollare automaticamente ogni accusa di retorica e buonismo, pilastri persuasivi sempre necessari di ogni favola. Il momento più alto ed emozionante, non a caso, è proprio il finale col suo grande messaggio.
Piuttosto, l'intenzione del protagonista di salvare letteralmente il figlioletto da un trauma di gigantesca dimensione, sembra delinearsi in più passaggi (a volte forzati) come atto estremo di non accettazione della follia nazista, quasi un non riconoscerla, da cui le critiche che da più parti sono piovute sul regista toscano (e che mi sento in parte di condividere). E' stato principalmente accusato di ridicolizzare un evento tragico come l'olocausto o di sminuirne la portata storica. Eppure, sotto quest'ottica, risulterebbe molto più irriguardoso proprio "Train de vie", dove addirittura gli stessi ebrei si vestono da nazisti. Oh, se sta bene a loro...
Robeertooooo

Lavezzi78  @  24/11/2013 10:31:14
   10 / 10
Film immensamente straordinario! Benigni al top della carriera.......Storia emozionante che colpisce al cuore!!......Nella scena finale non posso negare che ogni volta mi scappa una lacrima.....Grazie roberto!

marcogiannelli  @  10/11/2013 16:08:49
   10 / 10
La genialità di Benigni nel trasformare una tragedia in un gioco per bambini, senza mancare di rispetto ai deceduti..in questo film c'è tutto

Oh Dae-su  @  08/10/2013 15:36:54
   8 / 10
Un Film Italiano di cui andare fieri.. commovente, storico e indimenticabile. L'unico piccolo appunto, è la Braschi.. (ma non solo in questo film..) datele una Red Bull.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR alexava  @  25/09/2013 16:22:13
   9½ / 10
Esistono storie che danno tensione, che appassionano, che fanno arrabbiare.
l'aspetto più importante del cinema è quello puramente emotivo. Quindi, solo per la colonna sonora, il film arriva a 6.

Benigni, ci racconta una poesia straordinaria. Una storia così dura e drammatica resa commovente, dolce e gioiosa dalla speranza di andare avanti, superando la crudeltà che abbiamo attorno. Con "la Vita è Bella" Benigni è diventato, a tutti gli effetti, un grande filosofo e filantropo. Un maestro non di cinema, ma di vita.

pernice89  @  25/09/2013 13:41:02
   10 / 10
Film allo stesso tempo divertente per alcune gag,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER ma drammatico nel suo complesso, un diverso modo di raccontare la strage degli Ebrei del secolo scorso. Indimenticabile.

mauro84  @  23/09/2013 12:01:11
   9 / 10
siam nel 1997, son passati molti anni, io ne avevo 13 però sapevo già veder film e che film. questo lo vidi al cinema e mi lasciò biasito in tutto. La storia del genocidio ebreo e il nazismo, un ottimo intreccio tra dramma e a volte comicità che serve per drammatizare un tema pesantissimo reso piacevole.

3 premi oscar, 8 premi di david di donatello strameritati, ed vincitore miglior film straniero Cesar... tanto tanto!!

complimenti a tutto il cast ed allo stesso regista per sto film italiano che verrà ricordato per sempre nella storia del cinema italiano e non solo!

da vedere! per non dimenticare la storia!

Creepy90  @  17/08/2013 16:18:37
   9 / 10
Uno dei più bei film italiani che io abbia mai visto paragonabile,almeno per la prima parte,alle commedie degli anni '50 e '60 con Mastroianni,Sordi,ecc...(anche se non mi intendo molto di pellicole così datate) il che non è cosa da poco considerata la strada in discesa che stiamo percorrendo da questo punto di vista.Anzi,"La vita è bella" é probabilmente l'ultimo film a mia memoria che ha reso onore al cinema italiano: mai dopo della sua uscita mi è più capitato di vedere un'opera nostrana in cui vengono suscitate e mescolate le due emozioni più forti,umorismo garbato e drammaticità (le risate e le lacrime),meglio di così,soprattutto nella seconda parte.

Tuttavia,qualcosa mi trattiene dal dargli 10: il campo di concentramento (Auschwitz?),così come il trattamento di Guido e degli altri prigionieri,é generalmente fin troppo palesemente addolcito per i miei gusti.Ad esempio: 1 - Se i nazisti uccidono anziani e bambini,perchè non indirizzano Giosuè con lo zio nella fila per la camera a gas? Possibile che non se ne siano accorti? 2 - La baracca di Guido,poco più grande di un salotto,é imparangonabile rispetto a quelle del vero Auschwitz che erano lunghe circa 80 metri e contenevano centinaia di prigionieri ognuna. 3 - Ma i deportati,uomini e donne,non venivano completamente rasati? 4 - Il lavoro forzato delle donne non sembra davvero poi così forzato. 5 - Come avrebbe fatto Giosué a credere che le drammatiche ore dell'appello quotidiano sotto le violenze delle SS i progionieri fosse davvero un gioco?

horror83  @  03/08/2013 11:35:15
   9 / 10
uno dei pi¨ bei film italiani. Grande Roberto Benigni! Ŕ un film che si pu˛ dividere in due: la prima parte Ŕ molto divertente,classica commedia divertente alla Benigni che Ŕ molto superiore a tutti i cinepanettoni e altre schifezze simili, poi c'Ŕ la seconda parte molto triste perchŔ la tematica Ŕ molto drammatica (olocausto). nella prima parte si ride con gusto, nella seconda si piange! devo dire che Ŕ un film stupendo e che ha fatto il giro del mondo! Ŕ piaciuto molto anche all'estero! e i premi sono meritati!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

stupenda la colonna sonora


7 risposte al commento
Ultima risposta 24/05/2014 14.35.29
Visualizza / Rispondi al commento
Melefreghista  @  02/08/2013 16:16:37
   3 / 10
Uno dei film drammatici/storici più ruffiani e piatti che io abbia mai visto.
Peggio di questo solo "Il bambino con il pigiama a righe".
La prima parte è la solita commediucola benigniana (e qui potrebbe meritare un 6), dopodiché si assiste ad un altro film, senza capo ne coda, a tratti ridicolo.
Una rappresentazione buffa e grottesca che non rende certo omaggio alla memoria di quei tragici fatti.

Bello il finale con il carro armato USA che porta l'Oscar al Robertone nazionale.

P.S. un voto in meno per la presenza della moglie, ma perché si ostina a farla lavorare?

3 risposte al commento
Ultima risposta 11/12/2014 12.48.15
Visualizza / Rispondi al commento
sossio92  @  30/07/2013 00:37:45
   9½ / 10
Capolavoro , drammatico,divertente (nelle scene divertenti ovviamente),film che denuncia, colonna sonora bellissima,bravissimi gli attori ...non mi stanco mai di vederlo

Matteoxr6  @  24/06/2013 02:38:44
   10 / 10
Dai, che si può dire? Bellissimo.
Secondo me avrebbe meritato l'Oscar più il film che Benigni.
Vi rendete conto che quell'anno il premio lo vinse quella commediola di Shakespeare in Love? Con tutti i film che c'erano in lista...

IperBark  @  22/06/2013 19:48:46
   10 / 10
Poco da dire, qui siamo di fronte ad un capolavoro. Per quanto ci siano alcune minuscole incongruenze (tra l'età del figlio e gli eventi storici, ad esempio), sono tranquillamente trascurabili. Uno dei pochi, pochissimi film (sia italiani che non) in grado di emozionare anche dopo averlo visto un miliardo di volte. Geniale, ironico, commovente.

Luther  @  05/06/2013 00:23:47
   10 / 10
Film bellissimo, "spettacolare", divertentissimo, emozionante ed anche un po' commovente ... davvero perfetto ! :-)

p.s. davvero un peccato che poi Benigni non abbia più fatto dei film di (più o meno) questo livello .... ;-)

Burattata  @  20/04/2013 21:48:25
   10 / 10
Strix  @  25/03/2013 18:54:35
   10 / 10
Non c'è nulla da dire. Se non l'avete ancora visto, correte subito a farlo.

executioner  @  05/02/2013 23:46:11
   8½ / 10
veramente fantastico,ci sono alcune piccole imperfezioni come in tutte le res humanae ma dai,oggettivamente è un film meraviglioso

StIwY  @  29/01/2013 23:01:56
   3 / 10
Un'oscar buttato al vento.

Il solito film facilone che punta ad intristire il pubblico per la solita storia, trita e ritrita, ormai con la muffa, a sua volta ammuffita......delle persecuzioni nella seconda guerra mondiale, nazisti cattivi ecc.....ecc.

Questo è l'esempio di come, spesso, gli Oscar vengono attribuiti a film che non se lo meritano.

Uno dei film più sopravvalutati della storia del cinema, sono stufo di sentirne parlare bene, questo film NON merita un bel niente.

Per me è da evitare.

5 risposte al commento
Ultima risposta 15/09/2013 14.39.28
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  28/01/2013 14:17:46
   10 / 10
Un film,una poesia, un capolavoro!
Magistralmente bella la scena dove si sente urlare dal megafono ''Buon giorno principessa'' (nei campi di concentramento),raffinata e curata l'ironia del regista ed eccezionale benigni nel suo ruolo!
Quando mi iscrissi a questo sito pensavo che non avrei mai e poi mai messo 10 ad un film.Il 10,ragazzi, non simboleggia la perfezione,il 10 si deve dare ai film eccezionali,capaci di comunicarci emozioni e di coinvolgerci in modo intenso.
PS : è assurdo che si dia 3 ad un film del genere.Come si può??

bucho  @  28/01/2013 00:14:01
   3 / 10
il film italiano più sopravalutato di tutti i tempi!

4 risposte al commento
Ultima risposta 11/12/2014 12.49.27
Visualizza / Rispondi al commento
TonyStark  @  27/01/2013 23:59:02
   10 / 10
Riuscire a concepire una storia così coinvolgente, riuscire a trasformare l'orrore in poesia, sostituire la spensieratezza all'angoscia, ogni volta che vedo il tuo film non posso non commuovermi. La vita è bella. Grazie Benigni

jonfdt  @  09/01/2013 03:35:09
   9½ / 10
uno di quei film che quando ti ci imbatti,smetti di fare quello che stai facendo,ti metti comodo e lo segui.
impossibile non resistere al fascino di questo film.
impossibile non sorridere.
impossibile non lasciarsi trasportare dalle trovate di Guido.
impossibile non commuoversi.
la vita è bella.

patroclus  @  01/01/2013 04:28:18
   10 / 10
Una cura. Ogni tanto sento l'ineluttabile bisogno di rivederlo. Non posso farci niente. Mi fa star bene.

Invia una mail all'autore del commento pikke71  @  17/12/2012 21:20:52
   9 / 10
Un commento? Sofia alla notte degli Oscar: "Robertoooooo!"

LELEKROOVER  @  15/11/2012 21:03:11
   10 / 10
Il film piu' bello che abbia mai visto. Ridere e piangere nello stesso film. Benigni N°1.Capolavoro imperdibile

Fracat80  @  27/10/2012 12:19:02
   10 / 10
Questo film non può non avere un 10 e lode...è assolutamente uno dei film più belli di sempre, personalmente mi commuovo(non mi è mai capitato con nessun altro film) ogni volta che lo vedo!Fantastico

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/10/2012 12.22.25
Visualizza / Rispondi al commento
Crazymo  @  18/10/2012 21:30:21
   9 / 10
Partiamo col dire che adoro questo film. Per me è un capolavoro assoluto; gia l'idea di utilizzare come mezzo principale la commedia, per descrivere una simile tragedia, è assolutamente geniale e perfetta: Tutto viene più naturale, e la crudezza di certi anni (Seppure sotto alcuni aspetti quasi fiabischi) vengono ancora di più a galla, facendo riflettere, divertire e commuovere lo spettatore in maniera unica. Fantastica l'interpretazioen di Benigni, la colonna sonora e la fotografia. A mio parere l'ultimo grande capolavoro del cinema italiano.

Invia una mail all'autore del commento AcidZack  @  14/10/2012 22:15:14
   8 / 10
Benigni è un geniaccio, ci sono suooi film piu belli

reluti95  @  21/08/2012 02:48:02
   9 / 10
Che dire di nuovo, penso nulla, "La vita è bella" è un film che ormai quasi tutti conosco e che quasi tutti hanno apprezzato, e io sono uno di quelli che è rimasto affascinato da questo, se mi permettete, capolavoro.
Il contesto storico lo conosciamo, uno dei più tristi e orrendi della storia umana ed in mezzo a questo momento storico Benigni riesce i maniera eccezionale a creare una storia che pone momenti di riflessione e momenti di divertimento.
Il tutto, credo, è reso ancor migliore per la colonna sonora che se mi permettete nuovamente, un capolavoro.

Ho sempre apprezzato i film storici, e la vita è bella seppur non sia un film reale (perchè alla fin fine, come farebbe una persona in un campo come quello ad entrare in una sala e parlare ad un microfono) è un film che fa pensare e che può essere visto da grandi e piccoli e non come altri (un esempio fra tutti Schindler list, film molto più cruento e realista)

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/08/2012 02.50.23
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Weltanschauung  @  20/08/2012 11:27:54
   7 / 10
Che la grande macchina cinematografica americana sia un ingegnoso oggettone per far denaro, lanciare messaggi(subliminali e non), indirizzare idee e trasmettete falsi valori non lo si scopre certo stamattina.

Dal dopoguerra Hollywood ci ha bombardato vergognosamente con un infinità di film sull'olocausto, ma saltando questo argomento che non è inerente al commento del film, ammetto che "La vita è bella" di Benigni è stato forse l'unico film che è riuscito a divertirmi.

Trascurando lo sfondo storico fuorviante e i contenuti furbastri con cui il Robertone sapeva di raccogliere applausi a prescindere, bisogna dar merito alla freschezza e genuinità dell'attore fiorentino nel raccontare una storia drammatica con esuberanza, entusiasmo ed allegria.

La forza del suo ottimismo, la sua vitalità, il suo sorriso rendono questa pellicola un piacere per i sensi. Il suo fu autentico omaggio alla bellezza della vita, sempre e comunque degna di essere vissuta.

Non mi soffermo sugli aspetti tecnici perchè non è il tipo di cinema che apprezzo.
Non ho inoltre mai gradito il Benigni artista e detesto i film storici specialmente quelli ingannevoli(praticamente tutti), ma di fronte a tanta energia e fervore positivo, riesco a sorvolare anche sull' insorvolabile e fare un sincero applauso a "La vita è bella".

*Oscar*2005  @  08/08/2012 02:19:04
   9½ / 10
L'ingenuità, la purezza, la credulità dei bambini contro l'atrocità degli adulti e degli esseri umani in genere. Film eccellente che rasenta la perfezione. Tematica forte e cruda che provoca una lacrima ma tanti sorrisi: CAPOLAVORO.

BlueBlaster  @  03/08/2012 14:47:38
   9½ / 10
Un primo tempo estremamente divertente ed un secondo tempo estremamente triste...solo Benigni poteva riuscire ad unire una così fine comicità al dramma dell'olocausto! Meraviglioso e dal finale struggente!

lorenzo87  @  26/07/2012 13:35:06
   8½ / 10
E' un buon film non è un capolavoro assoluto Buona la sceneggiatura

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  13/07/2012 10:44:08
   10 / 10
Una favola ambientata in un campo di concentramento? Sembra follia eppure Benigni ci è riuscito e per questo merita un angolino tutto suo nella storia del Cinema.

Atlantic  @  18/06/2012 00:17:20
   8 / 10
Vincitore di oscar per la miglior colonna sonora di Nicola Piovani , miglior film straniero e miglior attore non protagonista (Sergio Bustric).
Come sempre Roberto Benigni è ottimo come attore ma un po meno come regista.
Durante la seconda guerra mondiale l'ebreo Guido deportato insieme a sua moglie Dora (una convincente Nicoletta Braschi) , lo zio Eliseo e il figlio piccolo Giosuè (Giorgio Cantarini) cerca di nascondere gli orrori di un campo di concentramento per il figlio , convincendolo che si tratta di un gioco e che il vincitore otterrà un carrarmato vero.
Mentre la prima parte è da considerare tipica dei film di Benigni (con diversi momenti divertenti , come la scena delle uova , e la scene in cui Guido scambia il suo cappello con quello del tappezziere) la seconda parte rende ancora più drammatica la trama fino a sacrificarsi pur di salvare la vita di Giosuè.
Giorgio Cantarini ha interpretato tra l'altro Maximus , il figlio di Russel Crowe ne "Il Gladiatore".
Un film con un messaggio importante nonostante non sia il migliore per quanto riguarda le tematiche della seconda guerra mondiale.
Ottima colonna sonora.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/09/2012 21.12.08
Visualizza / Rispondi al commento
giannip62  @  14/05/2012 18:25:32
   9½ / 10
rivisto l'ennesima volta, che dire.....magnifico

FurFante9  @  14/04/2012 12:50:07
   8 / 10
FIlm magnifico, non perdetelo...appunto! Geniale come sempre Benigni!

dgdrfg  @  09/02/2012 22:56:32
   9½ / 10
capolavoro assoluto del cinema italiano più recente. regala momenti di grande commozione e momenti di grande divertimento. grazie roberto

TheShadow91  @  08/02/2012 19:37:10
   10 / 10
L'orgoglio del cinema italiano!La perfezione assoluta!Un mix maestoso di commedia,dramma e sentimenti!A parer mio è impossibile descrivere a parole l'estrema bellezza di questo film e la straordinaria prestazione di Benigni.Vedetelo e basta!

stiffo33  @  13/12/2011 20:41:15
   10 / 10
semplicemente un CAPOLAVORO! piango ogni volta che lo vedo!!!

mirydl  @  30/11/2011 09:53:58
   10 / 10
un capolavoro.

wolf18  @  13/11/2011 12:04:07
   8½ / 10
Un film che ogni bambino dovrebbe vedere.
Mai visto un Benigni più in spolvero, oscar direi meritatissimo.
Il finale poi...non ci sono parole per descriverlo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  09/11/2011 17:20:21
   8 / 10
non mi ha mai fatto impazzire , ma nella memoria rimarranno impresse la scena finale di benigni ed il gioco del carrarmato per rassicurare il bambino.
anche la storia, seppur sia intriso di buonismo e moralismo, regge bene tutto il film ed è uno dei pochi film italiani conosciutissimi all'estero.
Non è il mio film preferito, ma il voto parla da solo!!!!

Rui Costa  @  08/11/2011 01:34:37
   9½ / 10
Incredibile la capacità di Benigni di trattare un tema come quello dell'olocausto in questo modo. Tutte le volte che lo riguardo riesco sempre ad emozionarmi. Benigni come attore si è veramente superato, strameritato l' Oscar. Bravissimo anche il bambino e bellissime le musiche.

L1nch07  @  27/10/2011 16:20:30
   9 / 10
Un film che tutti dovrebbero vedere almeno una volta! Posso capire che non risulti facile approcciarsi ad un film del genere, ma fidarsi ogni tanto è bene! Una pellicola che fa riflettere e parecchio anche...

M.R.  @  25/09/2011 14:08:04
   10 / 10
Un film geniale. E Benigni è straordinario.

speXia  @  05/09/2011 13:48:19
   10 / 10
Semplicemente un capolavoro!

BuDuS  @  28/08/2011 22:55:18
   10 / 10
Benigni mi piace poco.
Ma questo è decisamente un capolavoro.

Marbleface  @  26/08/2011 18:04:04
   10 / 10
bello e ben fatto

Sbrillo  @  07/07/2011 13:23:28
   10 / 10
E anche su questo capolavoro del nostro cinema....c'è sempre chi ha da ridire.....
per me, IMMENSO Benigni.....

POESIA ALLO STATO PURO questo film!!!!! nient'altro da aggiungere... = )

franky83  @  07/07/2011 11:47:43
   9½ / 10
Toccante e divertente.Unico

draghetta1989  @  15/06/2011 10:56:48
   8 / 10
io non amo molto Benigni come attore e i suoi film difficilmente mi sono piaciuti, questo è l'unico che mi ha colpita in modo positivo anche se non rispecchia del tutto i miei gusti; mi sembra una buona favola dove il comico e il drammatico si amalgamano in modo davvero riuscito, ma sul genere Olocausto ho preferito altro film, in particolare Il pianista di Polanski. molto bravi cmq gli attori sopratutto il bimbo...anche Benigni è un bravo attore ed è stato anche premiato, ma nutro per il suo umorismo una certa antipatia che non mi permette di apprezzarlo pienamente. in ogni caso un ottimo film, da vedere.

Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  18/05/2011 13:46:18
   7 / 10
Ricordo quando uscì al cinema e vinse l'oscar... ero entusiasta.
Ma con il passare del tempo penso che si, è un film carino per carità, ma molto sopravvalutato.

Urasawa  @  03/05/2011 17:37:05
   8 / 10
Molto bello e non scontato, anche se da Benigni mi aspettavo anche qualcosa di più

kako  @  02/05/2011 19:21:03
   9 / 10
Toccante racconto di una storia di vero amore (padre-figlio, marito-moglie) all'interno della barbarie nazista. In questo film c'è un po' di tutto, dalla tragedia alla comicità. Veramente di alto livello. Straordinario Benigni!

Clint Eastwood  @  27/03/2011 10:51:36
   8½ / 10
Impossibile resistere alla verve comica di Benigni, qui in tutto il suo splendore. Tra le ultime commedie a livello internazionale che l'Italia può vantare. Ottimo passatempo all'insegna della sana risata con amaro retrogusto purtroppo.

Rivisto con immenso piacere.

  Pagina di 7   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

amleto e' mio fratelloanatomy of a fallanimali selvaticiasteroid cityavanzers - italian superheroesbarbieblackbitsblue beetlebugiardo serialecattiva coscienzacoma (2022)comandante (2023)come le tartarughecome pecore in mezzo ai lupiconversazioni con altre donnedemeter: il risveglio di draculadoggy styledouble souldue fratelli (2023)enzo jannacci vengo anch'iofatello e sorella
 NEW
felicita'gli oceani sono i veri continenti
 NEW
gran turismo - la storia di un sogno impossibilehai mai avuto paura?hanno clonato tyronehypnotic (2023)
 NEW
i mercen4ri - expendablesi peggiori giorniil castello invisibileil confine verdeil faraone, il selvaggio e la principessail giuramento di pamfiril grande carroil mio amico tempestail mistero del profumo verdeil pi¨ bel secolo della mia vitail sapore della felicitail supplente (2023)in the fireindiana jones e il quadrante del destinoinsidious - la porta rossaio capitanoio sono tuo padrejeanne du barry - la favorita del rekurskla bella estatela casa dei fantasmi (2023)la lunga corsa - una commedia stralunatala maledizione della queen maryla stanza delle meraviglie (2023)last film showle mie ragazze di cartal'invenzione della nevel'ordine del tempomamma qui comando iomanodoperamission: impossible - dead reckoning - parte unonina dei lupinoi anni luceoppenheimerpapa' scatenatopassagespatagoniapiggy (2022)priscillaraffarheingoldrido perche' ti amoritratto di famigliarodeorossosperanzaruby gillman - la ragazza con i tentacolishark 2 - l'abissotartarughe ninja - caos mutantethe equalizer 3 - senza treguathe nun 2the storetitinauna commedia pericolosauna donna chiamata maixabeluna stanza tutta per se'una sterminata domenicauomini da marciapiedewolfkin

1042946 commenti su 49758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BUGIS STREETL'ARMONICALE CREATURELIFE OF A SHOCK FORCE WORKERLUMBRENSUENOMOVINGTHE WORKING GIRLS

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net