l'arma, l'ora, il movente regia di Francesco Mazzei Italia 1972
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'arma, l'ora, il movente (1972)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'ARMA, L'ORA, IL MOVENTE

Titolo Originale: L'ARMA, L'ORA, IL MOVENTE

RegiaFrancesco Mazzei

InterpretiRenzo Montagnani, Bedy Moratti, Eva Czemerys, Arnaldo Bellofiore, Adolfo Belletti, Salvatore Puntillo

Durata: h 1.45
NazionalitàItalia 1972
Generegiallo
Al cinema nel Febbraio 1972

•  Altri film di Francesco Mazzei

Trama del film L'arma, l'ora, il movente

Il giovane don Giorgio, insegnante in un convento femminile, ha due amanti: Orchidea e Giulia. Un giorno decide di troncare la relazione con Orchidea ma, poco dopo, una mano ignota lo uccide a pugnalate nella chiesa del convento. Un piccolo orfanello, Ferruccio, vede tutto ma non ne parla alla polizia che ha aperto le indagini...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,67 / 10 (3 voti)4,67Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'arma, l'ora, il movente, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  16/07/2013 14:37:47
   5 / 10
L'arma, l'ora, il movente è più un giallo nel senso classico del termine che all'italiana con divagazioni thriller. Infatti le sequenze degli omicidi sono piuttosto rapide e coincise e ci si concentra sui personaggi dove Montagnani nella parte del commissario riesce a dare una buona credibilità al suo personaggio. La scoperta del colpevole non implica grandi difficoltà, anche se va dato atto dei vari tentativi di despistaggio da parte dell'intreccio. Per l'ambientazione del convento ci sono momenti abbastanza morbosi (la condotta di vita del prete, la flagellazione collettiva delle suore), in cui c'è il tentativo di dare al film qualcosa fuori dall'ordinario, ma in fondo pur non cadendo nella noia non ha quel qualcosa in più per essere ricordato.

KOMMANDOARDITI  @  26/02/2011 12:16:56
   4½ / 10
Aitante pretino dalle burrascose abitudini am(at)or(i)ali, viene rinvenuto morto all'interno dell'istituto religioso per novizie in cui prestava insegnamento. Toccherà ad un arguto commissario in motoretta il compito di districare la matassa in cui è avvolta la delicata vicenda.
Quasi senza musiche, spezzettato, frammentario, con una trama stiracchiata e semi-assurda (quasi fosse stata scritta man mano che procedevano le riprese), un giallo all'italiana pruriginosamente ibridato con le insinuanti peccaminosità della fiorente e blasfema nunsploitation para-russelliana.
Alla sua prima ed unica esperienza registica, il produttore di mondo-movies Francesco Mazzei decide di approfittare dell'alta marea scarlatta dello spaghetti-thriller per dirigere un prodotto strategicamente in controtendenza rispetto al convulso barocchismo granguignolesco tipico del genere. La sfida era quella di emergere originalmente al di sopra delle oscure e frenetiche sarabande omicidiarie orchestrate da Argento, Dallamano, Martino e Lenzi, azzardando, senza il necessario bagaglio di competenza, l'itinerario ostico e brullo dell'autorialità svincolata dalle tempistiche, con un film solare, diluito e provocatoriamente in fieri, sempre sul punto d'imboccare i non pochi vicoli ciechi della sceneggiatura. Alle cadenze tese ed agli shock esplosivi propri del filone, il nostro risponde attraverso un'estenuante dilatazione dei tempi ed un rallentamento insonoro del ritmo. Gli sviluppi soporiferi della sbiadita, inverosimile storiella sentimentale tra l'ispettore e l'indiziata principale, calati nella scarnezza scenografica dei set spartani (tra cui spicca una soffitta/spelonca davvero suggestiva) ed inframmezzati da vezzosi tecnicismi quantomai superflui (come le inutili panoramiche a centro tavola o l'abbozzata citazione del Cristo Morto del Mantegna), mal si impastano con le tante situazioni sexy-trash infilate a regola d'arte nelle pieghe del racconto (i nudi integrali forzatamente innaturali; la protagonista che, durante una tavolata all'aperto, infila una mano nella tonaca del prete/playboy).
Come se tutto questo non bastasse, nemmeno gli interpreti riescono a brillare particolarmente: una pallida ed atona Bedy Moratti (sorella del più celebre Massimo calcistico), un baby-testimone pinocchiesco (il piccolo Arturo Trina), un Salvatore Puntillo in vesti oramai consunte di appuntato/aiutante un po' tonto e trafelato (al quale sono delegati tutti i passaggi di alleggerimento farsesco), uno smorto ed inespressivo Maurizio Bonuglia (che con grande magnanimità verso lo spettatore si fa ammazzare quasi subito...!). A convincere maggiormente resta solo il simpatico Montagnani, in trasferta momentanea dai suoi ruoli abituali di satiro infoiato, qui impegnato nei panni inamidati, freddini ed esitanti del serio rappresentante della legge.
Per Mazzei comunque la scommessa spavalda è abbondantemente fallita.

6 risposte al commento
Ultima risposta 26/02/2011 13.38.39
Visualizza / Rispondi al commento
Nikilo  @  26/02/2011 12:15:45
   4½ / 10
Allora: premettiamo da subito che di gialli scadenti come questo è difficile trovarne, un semi-poliziesco dalle note tinteggianti di una commedia sexy all'italiana ( con l'unica differenza che almeno non si sforza di far ridere). La sorpresa certa del film è sicuramente Renzo Montagnani, che a discapito di quel che si possa pensare ( dati i suoi precedenti in altre "pellicole") riesce a calarsi neanche poi così male nella parte del commissario Boito.
Tolte però, tutte le scene morte di riempimento con contorno di seni clericali, e nudi di qualsivoglia che non hanno nulla a che fare con la trama in sè, il film è assolutamente povero di qualsiasi mordente e contenuto e fa una fatica immane a dimostrarsi un giallo con gli attributi...Proprio per questo L'ARMA, L'ORA, IL MOVENTE, pare proprio non voler mai spiccare il volo e anche se solo con il finale sembra esserci un leggero risveglio, non si può certo salvare l'insalvabile.
La colonna sonora bò, non c'è...
La difficoltà poi di capire il colpevole è pari a -19.
Guardabile e facilmente accantonabile in qualche remoto angolo della propria memoria.

3 risposte al commento
Ultima risposta 26/02/2011 12.41.56
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 primaverealla ricerca di van goghamerican assassinamori che non sanno stare al mondoassassinio sull'orient express (2017)bad moms 2 - mamme molto pi¨ cattivebenedetta folliacaccia al tesorocento annichiamami col tuo nomecoco (2017)come un gatto in tangenzialecorpo e animadaddy's home 2detroitdickens: l'uomo che invento' il nataledirectionsdue sotto il burqaegon schiele
 NEW
ella e john - the leisure seekerferdinandflatliners - linea mortalefree firegli eroi del natalegli sdraiatihappy end (2017)housewifei love... marco ferreriil domani tra di noiil figlio sospesoil libro di henryil premio - non basta vincerlo devi anche ritirarloil ragazzo invisibile: seconda generazioneil senso della bellezza
 NEW
il vegetale
 NEW
insidious 4: l'ultima chiavejumanji - benvenuti nella giungla
 HOT
justice leaguekeep watchingla botta grossala poltrona del padrela ruota delle meraviglieland of smilesl'arte viva di julian schnabell'assoluto presenteleo da vinci - missione monna lisal'eta' imperfettal'insulto
 NEW
l'ora piu' buialovelessl'ultimo sole della notte
 NEW
marlina. omicida in quattro attimorto stalin, se ne fa un altromusemy little pony - il filmnapoli velatanatale da chefnut job - tutto molto divertenteonce upon a time at christmaspatti cake$poveri ma ricchissimiprince- sign o' the timesradiusriccardo va all'infernosami bloodseven sisterssingularityslumber - il demone del sonnosmetto quando voglio: ad honorem
 HOT
star wars: gli ultimi jedisuburbiconsuper vacanze di natalethe greatest showmanthe midnight manthe void - il vuotothe wicked gift
 R
tre manifesti a ebbing, missouritutti i soldi del mondo
 NEW
un sacchetto di biglievasco modena park - il filmvi presento christopher robinwonder

967557 commenti su 38598 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net