la prima notte di quiete regia di Valerio Zurlini Italia 1972
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la prima notte di quiete (1972)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA PRIMA NOTTE DI QUIETE

Titolo Originale: LA PRIMA NOTTE DI QUIETE

RegiaValerio Zurlini

InterpretiAlain Delon, Giancarlo Giannini, Sonia Petrova, Renato Salvatori, Salvo Randone, Alida Valli, Lea Massari

Durata: h 2.12
NazionalitàItalia 1972
Generedrammatico
Al cinema nell'Agosto 1972

•  Altri film di Valerio Zurlini

Trama del film La prima notte di quiete

Daniele è un giovane professore di lettere, che sta facendo una supplenza in un liceo di Rimini. Autore di un libro di poesia dedicato ad una ragazza morta all'età di sedici anni, ora convive con Monica, che forse è sua moglie o forse solo la sua amante. Daniele è indifferente alla contestazione che piano piano prende piede nella sua classe. Privo di un'autentica vocazione all'insegnamento e con un'accesa propensione per il gioco, il professore si innamora di Vanina, una sua allieva.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,33 / 10 (21 voti)8,33Grafico
Voto Recensore:   9,00 / 10  9,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La prima notte di quiete, 21 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

JOKER1926  @  21/07/2010 16:50:47
   7½ / 10
Negli archivi cinematografici italiani dimenticati e irritantemente sormontati da rozze e prevedibili pellicole degli ultimi tempi veri affreschi d’arte, come “La prima notte di quiete”, non mantengono e non ottengono robusta acclamazione e sonorità in questa nuova epoca fatta da film italiani davvero sbalorditivi sul piano squisitamente negativo senza trama e senza morale... Ed ecco che i cinefili evocano il passato fatto da splendori e gloria, spesse volte però dimenticati…
Ed ecco alla regia un prodigioso Valerio Zurlini dirigere i fili di una storia incredibile, signori ecco a voi “La prima notte di quiete”.
Zurlini perfetto in primis sul piano tecnico con una fotografia bellissima e unica, segue poi un ottimo lavoro con la macchina da presa e come dimenticare le scene “scolpite” o meglio “pennellate” con la camera (specie verso il finale) con Daniele e Vanina abbracciati e ripresi in diverse e amorose posizioni.

Per questo film del 1972 scelta come località Rimini, bellissima città italiana per l’occasione velata in una cornice pressoché inedita e tenebrosa; a mandare in estasi il pubblico un Alain Delon che attraverso le sue battute, le smorfie e ad una quasi sprezzante eleganza e postura marchia e simboleggia il magnifico stampando “manuali” comportamentali chimerici.
Insomma quella di Delon e’ la perfezione dello stile, da solo già tratteggia mezzo film!
La pellicola e’ un affresco e un ritratto di una società misera ove a tutti i livelli alberga una malattia, quella del denaro e di una miserabile e paranoica voglia di strafare che si riscontra in determinati personaggi come il fidanzato di Vanina.
Oltre la materia nasce e si sprigiona una matta voglia di evasione, di spiritualità collimante in sontuosi strati di amore, passione, cultura e poesia connubio, punto di intreccio fra Vanina e Daniele Dominici.
L’amore per la letteratura, per la bellezza rendono, classificano Daniele come un esteta, un po’ come D’Annunzio, in cerca di splendore, fra (magari) contraddizioni e malinconie, dietro un maglione “opaco” e un cronico e pesante cappotto color cammello, una sigaretta sempre fra le labbra rendono il professore un poeta ossessionato e sterminato, da scoprire ed amare.

“La prima notte di quiete” presenta una prima parte davvero scoppiettante, la presentazione di Dominici e’ da guida pratica, i dialoghi di classe e l’introduzione nella feccia della società fra alcool e menate di carte in un alone fetido e di poca speranza troveremo un vile antagonista, l’amante di Vanina, ricoperto di soldi e con tanto di macchine e villa.
La vita “professionale” di Dominici dalla regia viene accantonata, in risalto quindi la vita “parallela”, “secondaria” di Daniele che come un topo entra in oscuri meandri ma senza mai vacillare in modo tremendo e nonostante tutto mantenendo la luce della ragione sempre accesa e pregando ed assimilandosi in una passione pura, l’amore emblema e sinonimo di Vanina, ragazza sfortunata e come una trottola innescata in un circuito chiuso che lascia solo le briciole.
In definitiva quella di Valerio Zurlini e’ un’analisi introspettiva geniale, come dimenticare Spider che a tratti e’ ambiguità e in altri e’ sontuosità intellettuale; senza poi tralasciare la mamma di Vanina donna negativamente incredibile, ottimo lavoro di Zurlini che architetta dialoghi e icone ineccepibili e psicologicamente profonde e mai ordinarie.

“La prima notte di quiete” procede attraverso una grande sceneggiatura tetra e poetica, Zurlini cerca sempre di far coincidere la passione e l’amore nella letteratura e nell’arte in genere (ed e’forse accademico e fin troppo inutile evidenziare le scene a tal proposito); dall’inizio alla fine lo spettatore e’ estasiato da sequenze magnifiche e di grande impatto mediatico, tutto attraverso un ritmo altissimo che dopo tutto intratterrà degnamente qualsiasi spettatore giungendo poi ad un finale stupefacente dalle sequenze del treno che nascondono un qualcosa di vago e chimerico fino alla parte terminale secca e drammatica che lascia l’amaro in bocca a tutti ma e’ questo il perfido e imprescindibile punto di forza del Cinema in generale.

La prima notte di quiete poeticamente e intellettualmente simboleggia la fine della vita e l’inizio della morte, il solco fra mente e buio, si annientano i sogni e si “vive” leggeri lontano da pensieri e concetti troppe volte sinonimo di oppressione e delusione… Dominici naviga come la barca a inizio film verso scenari forestieri ove non esiste luce ma inquietudine e inverno…

JOKER1926

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1005167 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net