la notte del giudizio - election year regia di James DeMonaco USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la notte del giudizio - election year (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA NOTTE DEL GIUDIZIO - ELECTION YEAR

Titolo Originale: THE PURGE: ELECTION YEAR

RegiaJames DeMonaco

InterpretiElizabeth Mitchell, Frank Grillo, Mykelti Williamson, Kimberly Howe, Raymond J. Barry, Ethan Phillips, Edwin Hodge, Terry Serpico

Durata: -
NazionalitàUSA 2016
Generehorror
Al cinema nel Luglio 2016

•  Altri film di James DeMonaco

Trama del film La notte del giudizio - election year

Due anni dopo aver risparmiato la vita all'uomo responsabile della morte di suo figlio, l'ex sergente di polizia Leo Barnes Ŕ diventato capo della sicurezza della senatrice Charlene Roan, la favorita alle elezioni presidenziali, che intende eliminare la notte dello Sfogo. La sera di quello che dovrebbe essere l'ultimo Sfogo, tuttavia, un traditore all'interno del governo costringe Barnes e Roan a scendere nelle strade, dove dovranno trovare un modo per sopravvivere.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,63 / 10 (32 voti)5,63Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La notte del giudizio - election year, 32 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

AMERICANFREE  @  27/07/2018 11:56:26
   7 / 10
Mi ha divertito molto questo film, molto bella l'ambientazione, bravi gli attori e girato molto bene. Da vedere

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  19/07/2018 23:30:13
   6 / 10
E' evidente che in un'ottica di una trilogia si sarebbe dovuto osare di più invece di riproporre pedissequamente un format cinematografico che alla terza puntata inizia ad essere stantio.

Purtroppo anche lo svolgimento della trama cede in alcuni punti ed il soggetto sta in piedi a fatica.

VincVega  @  31/10/2017 15:08:27
   5½ / 10
Le idee incominciano a scarseggiare e le banalità aumentano. Comunque un film guardabile.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  31/10/2017 14:22:31
   6 / 10
Un passo indietro in questa (al momento ) triologia riguardo "the purge".
Meno accattivamente del secondo episodio, da segnalare la presenza buona di Elizabeth Mitchell nel cast mentre Frank grillo meno nella parte rispetto al secondo episodio. Troppi travestimenti e maschere inoltre non aiutano.
Sufficiente. 6

floyd80  @  05/10/2017 09:35:59
   6 / 10
Dei tre film è il peggiore in quanto rimane prettamente un film d'azione con la scusa della morale politica.
Il primo era claustrofobico il giusto ambientato tra le mura di una casa, mentre questo capitolo ci fa vedere la realtà nel resto della città.
L'idea era carina all'inizio ma ora sta iniziando a diventare paradossale e un pò assurda diciamoci la verità.
Preso come film d'azione a se stante si può vedere.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  21/08/2017 23:57:38
   6 / 10
Il sottotesto politico era ben chiaro ed esplicito anche nei precendenti, ma in questo terzo capitolo si è voluta mettere al centro precisamente la politica nella figura dei candidati alla presidenza alle prese con la notte dello "sfogo".
Nel complesso, non è troppo diverso dal precedente, anche se cambia il tenore dei soggetti coinvolti. Godibile, ma c'è da augurarsi che sia l'ultimo capitolo.

paco1995  @  02/05/2017 17:06:33
   6½ / 10
Meno bello dei tre, ma comunque il messaggio è abbastanza inquietante.

alesfaer  @  20/02/2017 17:42:58
   5½ / 10
ritorno economico a parte, il primo capitolo non aveva bisogno di 2 sequel. scialbo e noioso

chem84  @  20/02/2017 14:01:10
   6 / 10
Ed eccoci finalmente alla terza fatica riguardante le faccende legate allo Sfogo annuale statunitense, che mi ha portato a vedere i 3 film in rapida sequenza, lasciandomi nel complesso piuttosto soddisfatto.
Il regista è sempre James DeMonaco che, col passare degli anni e l'aumento del budget, ha decisamente ampliato i suoi orizzonti narrativi, passando dalle vicende vissute da una famiglia (primo capitolo), a quelle vissute dai cittadini (secondo capitolo), per giungere infine a ad un racconto di come la notte più temuta e, al tempo stesso, più desiderata d'America, possa coinvolgere anche direttamente i massimi esponenti della politica americana, nel bene e nel male.
In particolare questo è da considerarsi un vero e proprio sequel dell'episodio precedente, il quale invece era slegato dagli avvenimenti occorsi nel lavoro iniziale che, a conti fatti, considero il meglio riuscito della trilogia (che forse resterà tale ancora per poco).
Il tema principale, pur considerando le varie deviazioni narrative, resta il medesimo, portandosi quindi dietro pregi e difetti dei suoi illustri predecessori che non andrò ad approfondire ulteriormente. Mi soffermo invece sulla svolta "politica" che, in definitiva, è l'elemento che distingue maggiormente questo film, grazie al coinvolgimento diretto di protagonisti "di un certo livello" e al maggior bombardamento mediatico che racconta lo sfogo in maniera più dettagliata, con espressioni che in certi momenti mi hanno fatto accapponare i pochi peli che mi son rimasti in testa per la leggerezza e la semplicità con cui vengono pronunciate dai politici o dai giornalisti di turno. È ormai chiaro infatti che concetti come "Tutti non possono avere" o "Non ce n'è a sufficienza per tutti" siano ormai radicati nelle menti degli americani, facendomi così ricollegare a quanto detto nelle precedenti recensioni riguardo all'abilità del regista nel trasmettere tutto questo. Per la prima volta si incomincia anche ad aprire la notte del giudizio ai non americani, perché in definitiva "Il turismo dell'omicidio è il vero boom dell'economia del paese", lasciando forse intendere quale sarà la strada che verrà intrapresa prossimamente, augurandosi magari una maggior prevalenza della componente puramente horroristica, della quale la saga ha chiaramente bisogno, soprattutto dopo questo film.
Già, perché qui il passaggio all'action movie nudo e crudo è ancor più evidente, nonostante in alcuni momenti il regista sembra andarci un filo più pesante, con qualche immagine più tosta che però non aggiunge molto a quanto già visto. È evidente come, su questo punto, DeMonaco avrebbe dovuto spingere con maggior convinzione.
La scelta dei personaggi poi non convince appieno. Frank Grillo già nel lavoro precedente aveva mostrato qualche crepa all'interno del suo personaggio e qui sembra quasi sempre in ritardo su tutti i fronti, non riuscendo ad ergersi vero protagonista della vicenda, come invece probabilmente il film avrebbe richiesto. Anche la presenza di Elizabeth Mitchell nei panni della senatrice non mi pare totalmente azzeccata, forse perché ormai mi viene difficile immaginarla al di fuori della Juliet di Lost, ma molto probabilmente invece pure lei risente di una serie di frasi fatte e dialoghi approssimativi che, inevitabilmente, non consentono di esaltare al massimo una prestazione recitativa che, nel complesso, sarebbe pure stata sufficiente.
Discreta invece la figura del super nazi, forse un filo eccessivo, a testimonianza di come il regista tenda a voler strafare, piacendosi un po' troppo e facendo a volte risultare il film quasi come una caricatura di se stesso.
Nel complesso però intrattiene piuttosto bene, sempre con tutte le forzature del caso e con i dubbi che già mi attanagliavano dai capitoli precedenti, uniti ad un finale che, in questo caso, appare davvero troppo telefonato e che getta ombre scure sul futuro dello Sfogo.
La sufficienza se la guadagna proprio perché di certo non ci si annoia, grazie alle tonnellate di piombo che, in un modo o nell'altro, riescono a tenerlo a galla.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  30/01/2017 23:15:24
   7 / 10
C'è una bella differenza di scarto fra il primo e secondo capitolo e fra il secondo e il terzo. Quest'ultimo è molto più sfumato tanto da essere un vero e proprio sequel o lo stesso film diviso in due parti. DeMonaco conferma sia i pregi che i difetti di tutta questa saga, anche in quest'ultimo capitolo che tuttavia mi è sembrato decisamente più riuscito. I pregi comunque prevalgono sui difetti perchè il soggetto che sta alla base, questa notte dove la follia collettiva di un popolo può avere libero sfogo, dove persone apparentemente normale possono essere degli spietati serial killer, è troppo indovinato per mandarlo in vacca completamente. Walter Hill e John Carpenter sono i numi tutelari di questa trilogia, per incedere narrativo e caratterizzazione scarna ma efficace dei personaggi. D'acccordo che ha i suoi difetti piccoli o grandi che siano, ma mi piace da matti.

Slipknot  @  08/01/2017 00:32:46
   7 / 10
Sulla linea del secondo, buon film. Forse però questo terzo è ancora più telefonato e bonaccione. A parer mio, l'idea di questa saga sarebbe geniale per il genere Horror ma in nessuno dei tre film è stata espressa a dovere. Il primo è parecchio stupido e gestito male, il secondo e il terzo sono molto molto meglio ma sono stati indirizzati su una corsia action-thriller dove, per carità, continuano a essere piene di grandi spunti (le situazioni e in primis gli antagonisti) ma diventa troppo da serie televisiva telefonata (il protagonista invincibile ultra attrezzato e intelligente, il buono che alla fine si sacrifica, etc...). Sono in attesta del "vero" capitolo di "The Purge", un vero Horror coi cosiddetti.

wicker  @  24/11/2016 19:41:09
   5 / 10
Ancora peggio del secondo ..
Trama facilmente intuibili , scene splatter telefonate e combattimenti per nulla avvincenti ..
Si perde proprio lo spirito innovativo del prima e come in ogni causa sociale come spesso accade ecco arrivare gruppi di ogni credo .. qui xenofobi.. a dire la loro ..
Nel primo c'era più spirito anarchico .. nel secondo già meno .. qui è solo una fars a.. recitato poi male da Grillo e la Mitchell ..

TheLory  @  20/11/2016 17:45:40
   5 / 10
Il problema di questo terzo capitolo è che molti personaggi sono dei cretini, imbecilli e anche un po' stupidi. Insopportabili le ragazzine negre che si trasformano in malate psicopatiche assetate di sangue che neanche dracula.
Per una serata triste e deprimente ci può stare, se invece volete passare una serata almeno decente, lasciate stare e dedicatevi al galeone di stuzzicadenti, a intrecciare cestini di vimini o chessò io.
Penso che per me sarà l'ultimo della saga anche se ne faranno altri, non me ne voglia il regista e il grillo.

jason13  @  14/11/2016 22:57:34
   1 / 10
Ho amato il primo...molto soddisfatto del secondo...ma questo..perde tutta l'originalita' e la violenza dei film precedenti sembra un film tv per la rai......oddio che razza di schifezza...delusione totale.

maxi82  @  06/11/2016 20:05:09
   6 / 10
Segue il filo degli altri due..grottesco film metafora delle leggi americane sulle armi...si lascia guardare e si prende per quel che ci si aspetta...spero almeno la vincitrice delle elezioni porrà' fine alla saga

Colibry88  @  26/08/2016 18:48:53
   3 / 10
Pessimo...come del resto lo è di per se l'intera trama...

gemellino86  @  26/08/2016 16:51:02
   5½ / 10
Niente da fare. Anche questo terzo episodio è tutto fumo e niente arrosto. Si salva solo qualche personaggio ma il resto è mediocre. Dimenticabile.

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  18/08/2016 01:24:59
   5 / 10
Decisamente il peggiore dei tre episodi.
La protagonista mi pare una imbecille, frasi fatte, scelte stupide e davvero poca recitazione .
I personaggi sono banali e sulla falsa riga di quelli visti nel secondo episodio , anche Leo molto meno incisivo questa volta...spero non ci sia un 4o episodio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

GreatJohn96  @  14/08/2016 11:13:24
   3½ / 10
Terzo capitolo di una saga che doveva aprirsi e chiudersi con il secondo (ebbene si, il primo per me non esiste). Solita solfa, solita purga e solita gente che si ammazza a sangue. La trama(?) è abbastanza banale e ritrita e Grillo davvero troppo sottotono ed estraneo alla parte. Troppe sparatorie buttate a caso per arrivare ad un frettoloso finale che fa venire persino l'amaro in bocca. Se volevano fare un terzo, che si cimentassero almeno ad impegnarsi di più facendo una sorta di "V per vendetta" con il popolo ribelle che uccideva i "Nuovi padri fondatori" e tutti i suoi affiliati, formandone magari due fazioni, creando così una "super purga" ma magari diurna. Invece NO! Devono ripropinare le solite ambientazioni, le solite atmosfere e soliti personaggi (anche se qui gli ho trovati più cazzuti e meno imbecilli del solito, devo ammetterlo.) Sembra un Anarchia fatto peggio. Bocciato. Spero davvero non si cimentino a fare sequel o prequel, sarebbe la cosa più assurda che possano fare.

albert74  @  13/08/2016 23:41:00
   4 / 10
il primo film era buono; il secondo era anche meglio; questo fa schifo!
come spiegare questa altalena proprio non lo so!
Il primo aveva una trama originale; nel secondo la trama originata era coadiuvata da un'atmosfera metropolitana notturna e da una recitazione ottime.
Questo terzo invece è tutto fumo e niente arrosto. Si spara quasi sempre. regia piatta, come la recitazione. Assomiglia molto a quel filone di film in cui bisogna mettere in salvo il politico di turno dai cattivi terroristi. quel genere di b-movie dell asylum in cui ciò che conta è l'azione fine a se stessa avulsa da ogni contesto.
Un deciso passo indietro per un film veramente brutto, prolisso e quindi, inevitabilmente, noioso.

Trixter  @  08/08/2016 15:06:24
   4½ / 10
Bel buco nell'acqua per Demonaco (e almeno lui speriamo si sia "sfogato" abbastanza nel riproporre questi film) caratterizzato da una brutta storia riciclata e scene che sanno, tutte, di già visto: dai dialoghi banalissimi all'inespressività del protagonista, un Grillo svogliato e un pò dimesso, Election Day prova ad intrattenere ma lo fa senza anima e con troppe pallottole. Ne esce fuori una cafonata inutile, ben al di sotto degli standard dei primi capitoli.

topsecret  @  07/08/2016 19:10:50
   4½ / 10
Salto indietro rispetto al precedente e addirittura peggiore del primo capitolo, questo ELECTION YEAR risulta ancora più gonfiato e banale di quanto già visto.
Le cacchiate proprio non le sopporto e vedere scene fatte alla caxxo di cane, personaggi imbecilloidi, spacconate irritanti e tante piccolezze stupide, non fanno altro che indispettirmi inficiando una visione che doveva essere almeno degna.
Dopo tre capitoli direi che siamo giunti al capolinea...ormai ci siamo abbondantemente sfogati.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  05/08/2016 19:41:59
   5½ / 10
Terzo, e mi auguro ultimo, capitolo della saga dello "sfogo". Film che intrattiene e quindi riesce nel suo intento. Evidente il budget più considerevole rispetto al primo capitolo, per quanto le idee invece siano sempre più riciclate.
Guardabile, ma non riesco a dargli la sufficienza.
Attori discreti.

Invia una mail all'autore del commento AxelFoley  @  02/08/2016 19:19:33
   3½ / 10
Sono stato abbastanza generoso.
Ho visto il secondo episodio e parte del primo, che mi erano piaciuti come script come interpretazioni dei vari Grillo e Hawke, per la giusta dose di violenza miscelata a dialoghi, suspence ed azione; Il risultato era apprezzabile.
In questo terzo episodio manca invece tutto, c'è molta noia e sfiora spesso ridicole banalità inutili e messe solo per riempire i 110 minuti di film.
Il personaggio di Grillo che dovrebbe essere il protagonista, è invece sempre in secondo piano, in ritardo, in seconda battuta... e non trasmette mai quel senso di sicurezza e abilità che lo caratterizzavano in maniera adeguata. Così facendo il film già perde una colonna portante che invece era prepotente nel primo, togliendo credibilità anche al film. Nel lavoro di avvicinarsi alle banalità poi ci si mette il regista con inquadrature e moviment tremolanti di camera da corto fatto in casa, che non danno quel sapore di reale che invece dovrebbero dare. La tensione che si respira nella prima parte nei giorni prima della notte del giudizio è flebile e si abbassa ancora di più durante la notte.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
L'atmosfera da sfogo annuale che si percepiva molto nel secondo, quà diventa la sagra di chi fà la minchiata più grossa:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ovviamente non mancano buchi e cavolate assurde, del tipo:
Va bene sfruttare la vena d'oro con ottimi spunti di sceneggiatura ricalcando un script che funziona negli incassi...ma un minimo di idee solide, e soprattutto d budget, (oltre che farsi meno canne prima di girare le scene) non guastano.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

FABRIT  @  02/08/2016 16:55:05
   7 / 10
Buon film.puro intrattenimento che non annoia

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  02/08/2016 11:28:59
   7 / 10
Terzo riuscito capitolo dedicato allo "Sfogo", mezzo tramite il quale il governo degli Stati Uniti tiene a bada la cosiddetta "feccia", in una sorta di sfoltimento demografico estremo effettuato dalle classi più ricche nei confronti dei più poveri. Una notte l'anno si può uccidere restando impuniti: meglio armato, organizzato e in grado di difendersi chi ha il dollaro facile elegge a preda designata vagabondi, reietti e tossici con grande soddisfazione dei Nuovi Padri Fondatori (ovvero la lobby che domina sugli States sponsorizzando con veemenza l'eccidio).
A voler abrogare il barbaro rituale c'è la Senatrice Charlie Roan, abile nello scalare le classifiche di gradimento alla vigilia delle elezioni.
Il terrore di perdere il potere induce il governo ad assoldare un manipolo di mercenari armati sino ai denti pronti a far fuori, durante la famigerata notte, la donna.
Dall'home invasion del primo capitolo, alla fuga stile "I Guerrieri della notte " del secondo, si passa ad un action dai tempi indiavolati in cui è ancora il poco espressivo ma efficace Frank Grillo a farsi paladino dei più deboli. Questa volta affiancato da una banda di eroi per caso pronti a tutto pur di far trionfare il bene.
Al netto di qualche momento retorico e di figure poco sfumate c'è da dire che il contesto sociale distopico è molto azzeccato, con inquietanti riferimenti all'attuale momento politico. Non manca qualche moralismo spiccio ma si può sorvolare. L'intuizione della cattedrale poi è notevole, eletta come luogo di mattanza in cui si concentra l'apice massimo di un'ipocrisia e di un bigottismo che travalica ogni minima logica.
Il film si snoda attraverso una serie di scontri e momenti di riflessione in cui il quadro sociale e politico viene definito meglio rispetto ai precedenti film, mentre le sparatorie si lasciano apprezzare, questo anche grazie al ricercato look dei vari personaggi (notevole soprattutto quello delle ragazzine).
Per James DeMonaco, regista e sceneggiatore dell'intera trilogia (alla quale potrebbe aggiungersi un quarto capitolo), un altro centro.

Wilding  @  01/08/2016 21:17:21
   6½ / 10
Meno entusiasmante dei precedenti due capitoli della serie ma più che sufficiente.

john doe83  @  01/08/2016 14:54:25
   7½ / 10
Buon film, un misto tra horror e azione, ma soprattutto con contenuti non banali, si percepiscono chiaramente le "frecciate" contro la politica e società attuale statunitense (come si vedeva nei film di Romero e Verhoeven degli anni 80/90).

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  01/08/2016 12:23:15
   6½ / 10
Come nel capolavoro romeriano anche qui i protagonisti sono una donna e un nero, anzi una donna che lotta per andare al potere e un gruppo composto da esponenti di varie minoranze etniche, neri-asiatici-messicani ecc..., ma anche esponenti dei ceti bianchi medio-bassi, come il bodyguard interpretato da FG...il tutto immerso in una cornice che non può non riportare al cinema di JCarpenter, fatte però le debite proporzioni.
Rispetto agli altri due capitoli l'orizzonte si allarga, si passa dalla dimensione familiare del primo film a quella più cittadina del secondo fino ad arrivare alla politica nazionale con tanto di imminenti elezioni del terzo capitolo...sostanzialmente è un buon film di azione con qualche bella idea e non eccessiva retorica, e, purtroppo, abbastanza realistico....ad oggi nessuno ha ancora pensato a una "purga" vera e propria, per fortuna, ma nella realtà a livello (fanta)politico succede anche di peggio.....

Manticora  @  31/07/2016 19:00:43
   8 / 10
James de Monaco conclude la sua personale trilogia sulla violenza degenerazione vitale degli STATI UNITI, il cerchio si chiude,ma per farlo bisogna citare le fonti di ispirazione del regista americano,un regista in particolare e tre film. E evidente l'amore che il nostro nutre per John Carpenter e soprattutto per tre film ,distretto 13,1997 fuga da New York e poi HALLOWEN. In un film che alla fine svela i suoi fini politici il regista mette a nudo l'attuale momento storico con una storia di fantapolitica che rimane radicata al reale,in questo caso per evitare criminalità e disoccupazione ha creato UNO SFOGO,idea geniale che alla fine porta il protagonista del secondo film un Frank Grillo carpenteriano fino al midollo combattere per proteggere l'unica persona che se è eletta abolirà lo sfogo.Inutile dire che Elisabeth Mitchell(Juliet di lost per intenderci)ha i carisma necessario per essere quel personaggio,una donna,anche indifesa ma di saldi principi. Grillo ovvero Barnes sarà costantemente al suo fianco,come un angelo sterminatore. Il film èessenziale,costato solo una decina di milioni di dollari ,la sua forza è nella sceneggiatura,scarna ma precisa di DeMonaco. In cui gli emarginati e gli indifesi decidono di non esserlo più, e contrattaccare,ma ovviamente il problema morale è il rischio di diventare come coloro che combattono,i padri fondatori,novelli sacerdoti del culto della violenza. E qui il regista crea una scena memorabile in una chiesa,che sancisce una fine ed un inzio,perchè

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Grande colonna sonora,tesa al punto giusto,l'uso delle maschere per i partecipanti dello sfogo poi è un idea che ho sempre trovato geniale,la morale degli americani ha bisogno di nascondersi dietro maschere per perpetuare la violenza,clown,zio Sam,orsacchiotti eccetera,il tutto portato allo sfogo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In questo contesto DeMonaco rappresenta una società malata che si nutre del suo stesso sangue per illudersi di essere forte,di essere pura e di essere benvoluta da dio,mentre è solo una società intrisa di violenza.
"sfogatevi e purificatevi."

dagon  @  31/07/2016 12:36:28
   5½ / 10
Fondamentalmente "more of the same". L'inserimento di una discorso politico un po' più marcato non cambia di molto la sostanza. E' un po' come la serie di "saw"... finchè uno non si stufa di rivedere sempre le stesse cose riciclate all'infinito...

The Cellular  @  29/07/2016 18:01:00
   7½ / 10
Ottimo film, bravi gli attori.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

12 soldiers14 cameras211 - rapina in corso77 giornia beautiful daya modern familya quiet passionabracadabraamiche di sangueanna (2018)
 NEW
ant-man and the wasparrivano i profbad samaritanbent - polizia criminalebenvenuto in germania!big fish & begoniablu profondo 2blue kidsbreaking inchiudi gli occhici vuole un fisicocosa dira' la gente
 NEW
crazy & richdark halldead triggerdeadpool 2deidie in one day - improvvisa o muoridiva! (2017)
 HOT
dogmandopo la guerradoraemon il film - nobita e la grande avventura in antartidedue piccoli italianiequilibrium - the film concertestate 1993eva (2018)famiglia allargatafavola (2018)fino all'inferno (2018)fotografgame night - indovina chi muore stasera?giu' le mani dalle nostre figliegli ultimi butterihappy winterhereditary - le radici del malehostilehotel gagarinhurricane - allerta uraganoil codice del babbuinoil dubbio - un caso di coscienzail sacrificio del cervo sacroil tuo ex non muore maiinterruptionio sono valentina nappiio, dio e bin ladenippocratejurassic world - il regno distruttokedi. la citta' dei gattila banalitÓ del criminela bella e le bestiela guerra del maialela prima notte del giudiziola settima musala settima ondala stanza delle meravigliela terra dell'abbastanzala terra di diola truffa dei loganla truffa del secolol'affido - una storia di violenzal'albero del vicinol'arte della fugal'atelierlazzaro felicele grida del silenziole meraviglie del marele ultime 24 orel'incredibile viaggio del fachirol'isola dei canilords of chaosloro 2luis e gli alienimacbeth neo film operamalati di sessomanuelmary e il fiore della stregamektoub, my love: canto unomontparnasse femminile singolare
 NEW
most beautiful islandmuse: drones world tournel nome di anteanobili bugienoi siamo la mareaobbligo o verita'ocean's 8office uprisingogni giornoour houseoverboardpapillon (2018)parigi a piedi nudipeggio per mepitch perfect 3prendimi! - la storia vera pi¨ assurda di sempreprigioniero della mia liberta'
 NEW
puppet master: the littlest reichrabbia furiosa - er canaroresinarespiririmetti a noi i nostri debitirudy valentinosea sorrow - il dolore del maresergio e sergei - il professore e il cosmonautashark - il primo squaloshow dogs - entriamo in scenasi muore tutti democristianiskyscraperslender mansolo: a star wars storysposami, stupido!stato di ebbrezzastronger - io sono piu' fortesuper troopers 2
 NEW
the darkest minds
 NEW
the end? l'inferno fuorithe escapethe mermaid: lake of the deadthe nun - la vocazione del malethe strangers 2: prey at nightthe toyboxthelmatheytito e gli alienitoglimi un dubbiotonno spiaggiatotremors 6: a cold day in helltullytuo, simonulysses: a dark odysseyuna luna chiamata europauna vita spericolataunsanewonderful losers: a different world

977188 commenti su 39879 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net