la casa sperduta nel parco regia di Ruggero Deodato Italia 1980
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la casa sperduta nel parco (1980)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA CASA SPERDUTA NEL PARCO

Titolo Originale: LA CASA SPERDUTA NEL PARCO

RegiaRuggero Deodato

InterpretiAnnie Belle, Christian Borromeo

Durata: h 1.28
NazionalitàItalia 1980
Generedrammatico
Al cinema nel Marzo 1980

•  Altri film di Ruggero Deodato

Trama del film La casa sperduta nel parco

Un ragazzo dalla natura ribelle e violenta trova sempre il modo di dare libero sfogo ai suoi impulsi distruttivi. Una notte, nel corso di una festicciola in una casa sperduta, trova pane per i suoi denti.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,57 / 10 (29 voti)6,57Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La casa sperduta nel parco, 29 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

albert74  @  17/06/2017 12:15:16
   7 / 10
David Hess da solo vale tutto il film. Per il resto non sarebbe un granché. si tratta di una rivisitazione dell'ultima casa a sinistra. Punti in comune lo stesso attore protagonista (Hess) con lo stesso ruolo. Ovviamente il film di Craven è un capolavoro che ha fatto scuola. Questa è una rivisitazione da parte di un buon regista (deodato) assai controverso, in quel periodo a causa di cannibal holocaust.
tuttavia il ritmo è buono - a parte qualche inevitabile calo - e le scene discretamente cruente. Il punto forte - come detto - rimane la recitazione di hess del tutto calato nella parte.
Secondo me - per i patiti del genere - è un film da vedere assolutamente. Personalmente lo ritengo un buon film. ottime anche le musiche. Il lavoro di regia è soddisfacente considerato il fatto che la casa sperduta nel parco è stata girata quasi completamente in interno (tranne poche scene nel giardino, nella piscina e una panoramica di New york a inizio film), con pochissimi mezzi, e non era facile ambientare 90 minuti di film negli interni senza scadere nella noia.
Deodato ci è riuscito bene a rendere il tutto avvincente.
I lati negativi: una fotografia e uno sviluppo un po' datati, la recitazione dei comprimari discreta ma non eccelsa e le scene di violenza (almeno nella versione che ho visto io) piuttosto contenuto (salvo un naso rotto, un po' di sangue e qualche taglio con il rasoio).

Jotaro83  @  25/10/2014 19:00:15
   6½ / 10
Questo film risente del tempo trascorso e per apprezzarlo occorre guardarlo con gli occhi di allora, solo così faremo meno caso al ritmo davvero lento ed in certi momenti anche noioso di alcune scene. La colonna sonora contribuisce a questo rallentamento generale. Nel complesso il film riesce a tenere alta l'attenzione soprattutto grazie all'interpretazione del protagonista Alex....davvero un pazzo sadico e schizzofrenico! Consigliato solo agli appassionati del genere....

alex94  @  04/08/2014 10:01:43
   7½ / 10
Violento e cruento revenge movie diretto da Deodato nel 1980.
La trama nonostante sia quasi completamente ambientata dentro una villa non annoia mai,soprattutto grazie al personaggio d'Alex (interpretato dal mitico david Hess) molto sadico e crudele.
Buona la regia e discreta la colonna sonora di Riz Ortolani.
Non è comunque un film perfetto,presenta infatti diversi errori,il più evidente e grave secondo me riguarda il finale veramente troppo inverosimile,è comunque un buon film consigliato assolutamente agli amanti del genere

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  01/04/2014 23:34:21
   6 / 10
Non un film semplice per tutti da digerire, molte scene violente e spinte. Come già hanno detto qui sotto, però, la sceneggiatura è un pò grossolana, sebbene nella sua assurdità abbastanza funzionale e coinvolgente. Vorrei dare 4,5/5 per questo motivo e perchè in fondo per il resto non è proprio esaltante come film. Soprattutto perchè quando penso a questa pellicola la confronto con uno dei più famosi rape & revenge italiani, "L'ultimo treno della notte", costruito decisamente meglio e con delle tematiche meglio studiate. Proprio dal punto di vista delle tematiche questo film cala, sicuramente Deodato sotto quest'aspetto aveva fatto decisamente meglio con "Cannibal Holocaust". Però non voglio dargli l'insufficienza, in fondo si tratta di un capostipite, è un film importante. Importante, ma pieno di difetti, non funziona proprio perfettamente.
Comunque sia, guardabile, anche se c'è sicuramente di meglio.

Spotify  @  23/03/2014 22:59:17
   5 / 10
E' un film che si può vedere tranquillamente a cervello spento, visto che non ha trama, ma solo una carrellata di scene di violenza e sesso. E' un film che, nonostante abbia un buon ritmo, non annoi e si lasci guardare, presenta comunque delle carenze grossolane a livello tecnico, soprattutto nella sceneggiatura che ha davvero delle ingenti lacune, e inoltre, è ripetitiva fino allo sfinimento, e durante la visione del film sembra di assistere sempre alla stessa scena. Poi le musiche presenti, non ci azzeccano proprio nulla, anche se poi è un classico associare musiche dolci e melodiche insieme a pellicole come questa. Dialoghi a volte davvero imbarazzanti e dilettanteschi. Il cast invece presenta davvero degli ottimi attori, su cui spunta Hess che è davvero bravissimo, inoltre c'è anche uno straordinario doppiaggio di Ferruccio Amendola; anche Radice è molto bravo a fare la parte del ritardato mentale. Poi, tuttavia il film sia molto cruento, è presente anche un tocco di ironia, che dopotutto non ci sta male. Nel suo insieme comunque, la pellicola è davvero molto prevedibile, così come lo è il finale, eccetto l'ultimissimo colpo di scena, che ammetto, non me lo sarei aspettato, il quale però forza ulteriormente tutta la storia rendendola troppo tirata. Alla fine è un film buono se un pomeriggio viene voglia di guardarsi un'orgia violenza, ma per il resto è una pellicola che si dimentica subito.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Alex22g  @  17/02/2014 09:07:54
   8½ / 10
Ottimo film di Deodato, che ho conosciuto dopo aver visionato il tanto criticato/lodato Cannibal Holocaust. Anche questo l' ho preso in blu-ray appena messo in commercio e per mia fortuna sono stato soddisfatto dall'acquisto, sia per la qualità del film che per quella tecnica del blu-ray. Ottimo cast regia e musiche, il protagonista su tutti.Se piace il genere è un film da vedere

Neurotico  @  20/01/2014 21:54:15
   6½ / 10
Sporcaccione, scostumato e divertente revenge movie con due attori d'eccezione: David Hess e Giovanni Lombardo Radice. Un film dove nessuno è davvero buono, tutti sono vittime e carnefici. Poco altro da dire, molto da guardare, una su tutte: Lorraine De Selle.

sweetyy  @  27/06/2013 04:15:40
   6½ / 10
Interessante la prima parte , con tensione abbastanza alta...ma che va a scemare nella seconda, per fortuna il finale risolleva il film.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  20/10/2012 10:29:50
   4½ / 10
Derivativo di tanti film rape and revenge, ma con poca tensione psicologica ed una sceneggiatura piena di lacune. Certo c'è l'ambiguità di fondo nei confronti delle due categorie di protagonisti, violenti e psicopatici i cosidetti "proletari" e spregevoli i giovani borghesucci annoiati. C'è David Hess che recita con il pilota automatico dell'Ultima casa a sinistra di Craven portando il giusto carisma, ma è troppo poco per un film povero di idee.

Leonardo76  @  05/11/2011 02:06:30
   6 / 10
Misoginia oltre i livelli di guardia, (praticamente le protagoniste non fanno altro che spogliarsi più o meno volontariamente), trama scontatissima e un po' tirata per i capelli, ottimi gli attori (Lombardo Radice su tutti). Sufficienza raggiunta grazie alla voce di Amendola che fa diventare David Hess una versione (ancora più) cattiva di De Niro Taxi Driver.

76eric  @  12/10/2011 20:34:09
   7 / 10
Sebbene il film sia da considerarsi come uno dei più celebri del grande regista potentino, che cavalcò l' onda del successo (strameritato) di Cannibal Holocaust, quest' ultimo non fà altro che confermare la tanto geniale quanto fortunosa scelta di Wes Craven nello scritturare il MITICO David Hess, novizio fino a quel momento, nel ruolo di Krug.
Da annoverare comunque fra i migliori del genere anche se non dice praticamente nulla di nuovo. Voyerista, scostumato e misogino quanto basta forse anche un pelino di più, ottimo tutto il cast e con un Hess che conferma la leadership. Insegnante.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/10/2011 23.28.06
Visualizza / Rispondi al commento
Oskarsson88  @  29/09/2011 10:56:26
   5 / 10
Un'occasione sprecata dato che c'erano delle basi su cui si poteva costruire davvero delle belle cose. Penso che Deodato si sia compiaciuto troppo nel far vedere corpi nudi e da un certo punto in poi la trama è diventata veramente ripetitiva. Per fortuna che David Hess ci sa fare e quindi il film va avanti lo stesso in qualche modo. Di positivo c'è da dire del confronto tra le due classi sociali, che per quanto sono insulsi e snob i borghesi, viene da tifare per i cattivi, nonostante non sia certo giustificabile quello che fanno. Comunque no la trama è stata priva di mordente, tanto che l'ingesso della verginella sembrava piazzato lì per smuovere un po' lo stallo dei continui stupri e minacce. Ma la cosa che ho trovato più grave è stato decisamente il colpo di scena finale che non sta realmente nè in cielo nè in terra. Pensavo fosse uno scherzo!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Levata la boiata finale e i pochi avvenimenti il film non è male come idea e rappresentazione abbastanza claustrofobica nel villino dei ricchi. Comunque sia è quasi un omaggio al capostipite dell' R & R di Craven...che nonostante gli strafalcioni enormi gli preferisco deicsamente!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  04/06/2011 12:32:51
   6½ / 10
Molto buoni i primi 30 minuti, poi purtroppo cede un po' nel ripetitivo: circa 45 minuti di minacce, stupri e poco altro.
Ruggero Deodato ci sa fare nella regia, e il montaggio l'ho trovato ottimo. Discreti gli attori, il pi¨ bravo Ŕ il protagonista Hess che interpreta un personaggio antipatico ma con una certa vena umoristica. Sarebbe un filmetto abbastanza godibile, un thriller dai toni forti, comunque ha i suoi difetti: dopo un'ora viene aggiunto un altro personaggio come se non sapessero come far andare avanti il film, e poi alcune reazioni delle vittime sono troppo innaturali.

4 risposte al commento
Ultima risposta 06/06/2011 19.20.13
Visualizza / Rispondi al commento
nikolino  @  13/05/2011 16:07:59
   10 / 10
yeah!david hess troppo forte!altro film mio preferito,questo si che é un film reale!nel senso che ci sono quei giovani ragazzi e uomini che non hanno donne perchè non vengono considerati e altri addirittura vengono fregati e sottomessi!e stranamente le donne sono belle,spesso!come qui,nel film il povero alex non si fa mettere via da quella *******lla!anzi,dopo riesce a scoparsela,e quei bastardi maledetti di ragazzi che sono i fidanzati insieme a quella ******* hanno sottomesso l'amico di alex,ma l'alex ha capito che razza di individui sono questi ragazzi dell'alta borghesia eh?!difatti dopo l'alex ne farà passare di cotte e di crude a questi maledetti ragazzi per bene,ha base di botte violente a tutto spiano!la scena escalation,quando massacra di pugni il BIONDINO sul tavolo da poker hà hà hà!prima lo tira su di peso e poi giu` pugni!i pugni di alex fanno molto male!difatti quello **cazzotto di biondino di M e il suo amico bastardo hanno assaggiato i suoi pugni!l'alex,io mi sento come lui,è come se ce lo avessi vicino,come se insegnasse anche a me che oggi devo stare attento a molti tipi di donne maledette e bastardi di ragazzi!la scena della pisciata troppo divertente!alla fine lo fanno fuori quei brutti bastardi!ma hanno il segno per quello che hanno passato questi ******* del'alta borghesia!questo film insegna!

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/06/2011 12.20.45
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  17/02/2011 11:26:38
   6½ / 10
Un film veramente tosto e violento, un vero omaggio da parte di Deodato al film di Craven l'ultima casa a sinistra.
Violenza raccapricciante accompagnata da una vendetta perfetta, il film si svolge all'interno di una villa dove i carnefici, diventano vittime, Deodato segue gli schemi del film di Craven, lasciando nello spettatore una rabbia e un disgusto che soltanto nella parte finale si rasserena un po, grazie alla vendetta perfetta sui carnefici.
Un film non per tutti, potrebbe annoiare un po nella parte iniziale, ma poi non lascia indifferenti, una donna e meglio che non lo guardi questo film, potrebbe risultarle umiliante.

baskettaro00  @  17/01/2011 21:16:04
   6½ / 10
Un film di una brutalità non indifferente.
Deodato, ispirandosi a classici del genere come"l'ultima casa a sinistra"dirige questa fotocopia del lavoro del buon Craven, solo che in questo caso la trama non ha evoluzioni nel corso della storia, tutta la vicenda si svolge in una villa.
A capo del banchetto il solito Hess, già presente nel film sopraccitato nei panni del cattivone e nei medesimi in"autostop rosso sangue".
Non c'è rispetto per la donna, qui trattata come oggetto di uso e consumo.
Carina la svolta finale, ma gli ultimi attimi me li aspettavo diversi:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un lavoro che merita un'occhiata, ma sappiate che lo spettacolo cui andrete incontro non è roba per tutti.

Butterfly Knive  @  25/10/2010 12:49:10
   7½ / 10
altro buon film di Deodato contornato da un'atmosfera abbastanza disturbante...tiene sulle spine per tutta la sua durata e solo alla fine si riesce a tirare un bel respiro :) ci sono molte somiglianze con L'ultima casa a sinistra di Craven (come mettere a confronto due diversi ceti sociali)..che dire di Hess dawero spettacolare e di Radice altrettanto azzeccato..e per finire la colonna sonora, dawero ottima....insomma film non eccellente ma comunque da visionare!

pinhead88  @  04/07/2010 15:46:58
   8 / 10
Uno dei migliori Rape 'n' Revenge che mi sia capitato di vedere.
parecchio migliore de "L'ultima casa a sinistra" di Craven,nessuno ci batteva nel genere.Hess e Radice fantastici.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  05/04/2010 12:54:57
   6½ / 10
Non male questo lavoro di Deodato che rivisita lo Rape & Revenge introdotto da Craven. Le premesse dopo un film come "Cannibal Holocaust" vengono messe subito da parte, perché in realtà non si tratta di una pellicola molto macabra, ma risulta essere interessante l'innovazione, che starebbe non più nella vendetta in seguito a un danno fisico, ma piuttosto a uno psicologico, per mezzo di una umiliazione inferta che sta poi nella dicotomica rappresentazione dei due poli opposti di classe presenti nel film (borghesia/bassa manovalanza). Buone le interpretazioni.

marfsime  @  18/03/2010 17:57:09
   7½ / 10
Per il suo genere è sicuramente un buon film..la cosa migliore per me sono le interpretazioni superbe di Hess e Radice..veramente bravi. Poi che dire..la storia è sicuramente un po' traballante..con qualche buco di sceneggiatura e con delle sequenze improbabili..ci si domanda sicuramente come fanno in due a tenere testa ad altri due uomini e tre donne senza che questi riescano a sopraffarli..poi vi sono anche comportamenti un po' illogici dei protagonisti..tuttavia come dicevo se amate il genere R & R merita una visione.

benzo24  @  24/12/2009 14:05:21
   8 / 10
fantastico film di deodato, sicuramente uno dei migliori nel suo genere.

lupin 3  @  15/03/2009 14:18:18
   1 / 10
Non ho parole per un film del genere, difficilmente si trovano film così pieni di errori.
Paradossale!

geižt  @  12/03/2009 08:04:23
   8 / 10
Gran bel film, gli avvenimenti sono abbastanza improbabili ma non importa, tutti i personaggi sono favolosi dal delinquente al gruppo di ragazzi bene.

statididiso  @  29/03/2008 20:22:57
   8 / 10
una storia improbabile, ma con le performance degli aggressori (Hess e Radice) migliori nel genere "R 'n' R". la risposta italiana a "L'Ultima Casa A Sinistra". imperdibile per gli appassionati!!!

Bruce Campbell  @  16/03/2008 15:15:45
   5 / 10
Film di deodato in cui due ragazzi violenti e psicopatici si immischiano in una festa tra ricconi in una villa sperduta dove i due si sbizzariranno a provocare ogni tipo di violenza, fisica e psicologica ai malcapitati.
Deodato mette a confronto due ceti sociali e i loro stili di vita in un film un pò noiosetto, dove dopo mezz'ora comincia a venire sonno. vi sconsiglio di guardarlo da soli, almeno se lo guardate in compagnia ogni tanto vi ci scapperà di dire due o tre caz**te per risveglarvi un pò.

Se lo volete guardare almeno fatelo comprare ad un vostro amico, così non ci spenderete niente!
(io come un allocco l'ho comprato subito, visto il titolo e il regista mi ha attirato troppo) :-(

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

bussisotto  @  28/05/2007 09:28:53
   5 / 10
Il ritorno di Deodato sul grande schermo dopo l'exploit visivo di "Cannibal holocaust" è un thriller che fa della violenza un pò compiaciuta il suo elemento predominante.
Più che di un giallo psicologico, ci si trova di fronte ad un lieve soft-core (in realtà il film non è ottimo nemmeno in questo contesto).
Protagonisti della vicenda due ragazzi disturbati, che sopravvivono nella periferia americana: David Hess è un meccanico con tendenze omicida, Giovanni Lombardo Radice un ladruncolo, succube della figura così forte ed imponente dell'amico.
Per una serie di situazioni i due vengono invitati ad una festa organizzata da un gruppetto di ragazzi ricchi e viziati, dando origine ad un'excalation di violenza fisica e mentale.

Deodato mette a confronto due realtà (sociali ed economiche) diverse tra di loro, descrivendole però in maniera piuttosto leggera e superficiale.

E' un sensazionalismo spicciolo, senza grandi slanci.
Ciò che lascia stupefatti è la performance di due attori di razza quali Hess (odioso e cinico come pochi in precedenza) e uno stupefacente Radice, nel ruolo di un ragazzo complessato, psicotico, fragile e insicuro difficilmente dimenticabile.

Finale frettoloso.
Peccato perchè le premesse per un gran film (sebbene fortemente debitore nei confronti dell' "Ultima casa a sinistra" di Craven) c'erano davvero tutte.

private_joker  @  12/04/2007 17:59:12
   7 / 10
L'ho visto poco tempo fa, e mi è piaciuto parecchio, soprattutto per l'interpretazione di Hess, che qui si erge a protagonista assoluto, con diritto di vita o di morte su tutti i personaggi. Il suo Alex è un personaggio che difficilmente si dimentica, e soprattutto all'inizio, vedendo tutta la boria e la spocchia dei cinque "ragazzi perbene" viene voglia di tifare per lui. Una curiosità: sapevate che la donna stuprata e uccisa in macchina all'inizio del film era la moglie di Hess?

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  01/04/2007 14:33:12
   6½ / 10
Sulla scia di "L'ultima casa a sinistra", questo "La casa sperduta nel parco" sa mixare violenza, ironia e pazzia. Si lascia guardare, quindi un 6,5 ci può stare.

phemt  @  26/03/2007 12:15:04
   7 / 10
L’anno dopo il suo Cult assoluto (Cannibal Holocaust) Deodato esce con questo La Casa Sperduta nel Parco sua personale variante del rape & revenge… Praticamente una locations, sette attori e una settimana di lavorazione… Deodato dirige molto bene con stile e classe (e fa partire il film con un incipit stupendo), si fa aiutare dall’ottima fotografia di Sergio D’Offizi e dal solito lavoro “furbetto” ma ottimo del compositore Riz Ortolani… Si affida a due attori di un certo livello, il David Hess (praticamente l’icona del genere) che si era già visto in L’Ultima Casa a Sinistra di Craven (qui ancora più convincente e fuori le righe, doppiato magistralmente da Ferruccio Amendola) e il solito semplicemente straordinario Giovanni Lombardo Radice…
Pur mantenendosi distante dal lavoro di Lado anche Deodato fa una forte critica socio-politica mettendo a paragone i due lavoratori proletari (appunto Hess e Radice) e l’annoiata borghesia, mostrando praticamente fin da subito l’annullamento della classica dicotomia buoni/cattivi che si vede nella maggior parte dei r & r (o almeno nella prima parte di essi)… Lo fa però anche con una forte dose di violenza e di morbosità che in alcune situazioni da l’idea di essere fin troppo compiaciuta… Infatti nel film si alternano diverse scene di nudo, stupri e violenze (alcune psicologiche altre, non molte in realtà, fisiche) ma spesso si ha l’idea che Deodato volesse più stuzzicare le fantasie del pubblico che seguire un certo tipo di discorso cinematografico… Malgrado questo però bisogna ammettere che la scena di violenza con la lametta è indubbiamente forte e disturbante…




Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Malgrado questi difetti il film scorre via, è ben diretto e non mancano momenti di tensione, è violento e morboso e merita una visione da ogni appassionato del genere… Per chi non ha mai visto un rape & revenge ed è curioso consiglierei quello che io ritengo il miglior film del genere e cioè L’Ultimo Treno della Notte di Aldo Lado…

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


959643 commenti su 37677 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net