i segreti di osage county regia di John Wells USA 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i segreti di osage county (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I SEGRETI DI OSAGE COUNTY

Titolo Originale: AUGUST: OSAGE COUNTY

RegiaJohn Wells

InterpretiJulia Roberts, Meryl Streep, Andrea Riseborough, Benedict Cumberbatch, Ewan McGregor, Abigail Breslin, Juliette Lewis, Dermot Mulroney, Chris Cooper, Margo Martindale, Julianne Nicholson, Sam Shepard

Durata: -
NazionalitàUSA 2013
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 2014

•  Altri film di John Wells

Trama del film I segreti di osage county

La storia narra delle donne della famiglia Weston, cresciute lontane ma costrette a ritrovarsi sotto lo stesso tetto, nella loro vecchia casa del Midwest, a causa di una crisi famigliare.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,83 / 10 (40 voti)6,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I segreti di osage county, 40 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Thorondir  @  23/08/2018 22:23:59
   7 / 10
Il film di Wells ha il merito di portare sullo schermo, con semplicità filmica e un pizzico di sentimentalismo di troppo, quella che però è una grande verità: le cose non dette all'interno della famiglia. I problemi taciuti, le paure non svelate, i sentimenti repressi, gli abbracci trattenuti. La delicatezza del tema rende "I segreti di Osage County" un film incompiuto perchè soffre di alcune tipicità americane che finiscono per banalizzarne alcuni tratti, indugiando un po' troppo sulla lacrima facile invece di scandagliare fino in fondo la psicologia dei personaggi. Ma nel complesso è una pellicola che merita di essere vista.

Colibry88  @  07/06/2018 21:47:46
   7½ / 10
Lo ammetto. Sono di parte. In questa pellicola sono presenti le mie attrici preferite in assoluto. Due grandi donne e grandi artiste. Parlo naturalmente della sublime Meryl Streep e di Julia Roberts che qui vestono rispettivamente i panni di madre e figlia. Un film certamente non facile da guardare, ma che nonostante ciò coinvolge e fa riflettere. La trama non è originalissima ma comunque interessante. Non ci si annoia. Buona la prova di tutto il cast, particolarmente azzeccato.

mauro84  @  15/02/2018 23:20:27
   7 / 10
Grazie a Rai Movie, posso recuperar un altro film, un altro impegnativo film, un tema molto delicato, una storia drammatica che lega famiglie, donne, affascinanti ambientazioni, distese americane vuote e bella musica in sottofondo. Una commedia cupa, ricca di fascino, delicatezze, tanti segreti sotto lo stesso tetto. Gran riproduzione di un prodotto teatrale a livello cinematografico !!

Davvero piacevole, seppur impegnativo da seguire.

Ad ognuno la sua parte....
Un cast davvero all'altezza e meritevole, citiamo le 2 in primis Julia Roberts, non invecchia minimamente e una inossidabile Meryl Streep, in grande stile. Sono loro 2 le donne trascinanti di questo drammatico. Julianne Nicholson si ritaglia la sua ultima parte, poca, buona, elegante e fascino.
La piccola di turno è Abigail Breslin, una gran prova la sua, recita poco ma si vede che ha il volto che piace, sa recitare e può far carriera! bene!

Ewan MecGregor, Sam Shepard e Dermot Mulroney i 3 uomini, che portano avanti sta croce, perchè così è, parti impegnative, coinvolgenti e che meritano attenzione dovuta. ottimi!!

Il regista crea, narra, svolge un ottimo film, uno abituato a girar serie tv, e firma sta pellicola portandola al suo eccesso drammatico, gran dettagli, particolari, tutto ben curato e voluto. Uno dei suoi massimi film per lui ad oggi girati.
Complimenti alla sua regia,e al suo fare! Promosso !!!

Matteoxr6  @  27/11/2016 20:24:52
   6½ / 10
Distopia familiare in stile europeo, dal sapore tipico di certe commedie nere (italiane comprese) e che mi ha ricordato anche un po' "Segreti e bugie" di Leigh, senza però quel senso di completezza tipico dei soggetti del regista inglese. Ho trovato un'importante pecca quella di volersi focalizzare sulla fin troppo banale vicenda dei due personaggi che a mio avviso portavano in dote uno stereotipo marcato:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER. Avrei preferito di gran lunga un approfondimento sull'introspezione di altri protagonisti. Sul finale rimango piuttosto cauto nei giudizi, perché in fondo si tratta di uno spaccato familiare e non credo sia sempre meglio cercare a tutti i costi un finale col risvolto, forzare una chiusura del cerchio. D'altro canto, alla pellicola in questione non si può dire che abbia donato una marcia in più, ecco, su questo concordo. Tra le note positive ci sono sicuramente una prova corale più che soddisfacente (sintomo evidente di una regia capace di gestire tutti gli attori al meglio, dando sempre le giuste indicazioni), con Meryl Streep molto a suo agio nel forzare la mano con la sua recitazione sublimemente sopra le righe; la sceneggiatura è all'altezza del soggetto (che non è certo una novità) e i dialoghi freschi mi hanno trasportato dall'inizio alla fine della trama senza nemmeno accorgermene. Sicuramente un buon lavoro, per cui non griderei mai al miracolo, ma che mi sentirei di consigliare. Tra sei e sette.

krystian  @  27/04/2016 08:27:06
   7½ / 10
Tante storie di una sola famiglia. Grandiose interpretazioni, cinica ironia e amarezza. Ottima, seppure esuberante, Meryl Streep, efficacissima anche Julia Roberts.
A mio parere un buon film.

Spotify  @  12/12/2015 15:20:01
   8½ / 10
Ma come è possibile che questo film abbia una media così bassa? Questo è quasi un capolavoro! All'inizio anche io non pensavo fosse tutto sto gran che, ma già dopo 5 minuti dall'inizio, mi sono ricreduto. Mi ha veramente colpito, in tutti i sensi, è possente, seducente e tremendamente ben fatto. Poi mettici un cast a dir poco stellare ed ecco che la torta è pronta. Sicuramente i grandi attori che sono presenti, fanno innalzare di parecchio il livello della pellicola, su questo non c'è dubbio, però, alla fine, è tutto amalgamato molto bene e la storia riesce lo stesso ad essere molto convincente. Inoltre il regista si dimostra molto bravo a trasmutare tutta la vicenda dal genere teatrale a quello cinematografico, senza peccare in nessun punto, producendo un'opera sembra completamente partorita dalla sua mente. Il tema è di quelli più attuali, è di quelli cui siamo abituati sentirne tutti i giorni e che inoltre, molti di noi l'hanno vissuto in prima persona. Questa famiglia tormentata, che col passare del tempo ha accumulato tensione a non finire, condivide una cosa che, tra gli innumerevoli disaccordi, appartiene a tutti e cioè la steppa che la circonda, infatti, non apposta, il titolo è "I SEGRETI di Osage County". Tali segreti rimarranno sempre in quella delimitata area di territorio e non usciranno mai al di fuori di li. Dunque la scenografia gioca un ruolo da protagonista, ci fa intendere il vero significato del titolo della pellicola e in più il regista ci fa ammirare i vari paesaggi con delle inquadrature davvero splendide. Poi anche il resto del lavoro del nostro John Wells è ottimo: c'è una strepitosa direzione degli attori, tutti caratterizzati alla perfezione, 100 sfaccettature per ognuno, il regista si diverte a modellare tutti quanti a suo piacere e divertimento. Il ritmo è grandioso, intenso, nessuna fase di stallo. Impianto registico-narrativo notevole, la pellicola è raccontata con maestria e linearità e possiede una struttura possente. Wells si dimostra bravo anche a saper usare svariati generi: si passa dal drammatico alla commedia nera fino a raggiungere momenti di puro sentimentalismo. Il finale è ben costruito con un inaspettato colpo di scena che chiude in bellezza il film. Il cast, come ho scritto prima, contribuisce parecchio: la Streep è semplicemente unica, interpretazione granitica nonostante l'età non più giovanissima. Non a caso ha ricevuto la nomination agli oscar e secondo me poteva tranquillamente vincerlo. Una delle migliori interpretazioni femminili che abbia mai visto. Anche Julia Roberts fa la sua figurona, un'attrice vera in tutti i sensi. E' seria, precisa e impersona alla perfezione un personaggio non facile da "governare". Trasmette femminilità. Anche lei alla fine si prende la sua candidatura come miglior attrice. Tra gli altri spiccano gli ottimi Ewan McGregor e Juliette Lewis, e in particolare quest'ultima impersona molto bene un personaggio molto eccentrico. Ottima la sceneggiatura che presenta una grande struttura e linearità nelle varie "sotto-storie" che si vengono a creare. Non è per nulla contorta o confusionaria ma sempre chiara e comprensibile. L'impianto narrativo è notevole, ben articolato, ottima la stesura dei personaggi e dialoghi sempre azzeccati e mai banali. Su tutti ho preferito quelli di Meryl Streep. Inoltre ci sono tantissimi colpi di scena sempre al momento giusto e sempre imprevedibili. Fotografia bellissima e molto caratterizzante: colori molto accesi, si sposa alla grande con la scenografia, le tinte marroncino-rosse danno quell'aura campagnola. Sempre ben usata dal regista. Le pecche sono veramente poche e di scarsa importanza, magari non c'è una particolare colonna sonora ma va bene anche così.

Conclusione: un film vero, prende letteralmente lo spettatore e lo trasporta in una storia tremendamente stupenda. Una delle pellicola migliori degli ultimi anni.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Rollo Tommasi  @  28/04/2015 16:50:01
   9 / 10
Tratto dalla piecès teatrale Premio Pulitzer di Tracy Letts, "August: Osage County", commedia nera o dramma grottesco a tinte forti, una storia cruda sulla manifesta inadeguatezza del mondo a comprendere il fascino e la dirompente duttilità delle donne e su come l'infelicità sia soprattutto una condanna del genere femminile.
Meritatissime nomination all'Oscar per le "padrone di casa", Meryl Streep e Julia Roberts, che si sfidano a colpi di purissimo talento come se vivessero realmente un irrisolto conflitto familiare.


Trama = Barbara, donna schiva di mezza età, che sta lentamente ricomponendo i cocci del proprio matrimonio, accorre al capezzale dell'odiata madre Violet, malata di cancro e sconvolta dalla scomparsa del marito Beverly, poeta alcolizzato che potrebbe avere deciso di suicidarsi. L'evento luttuoso, in una torrida estate dell'Ocklahoma, diventa l'occasione per riunire la sgangherata famiglia di Barbara, compresa la ruvida zia Metty Fae e le sorelle Ivy e Caren, quest'ultima apparsa con il suo ultimo vistoso fidanzato.

eruyomè  @  23/04/2015 14:24:31
   5½ / 10
No, no. Troppo, troppa carne al fuoco. Troppo di tutto.
Anche la Streep, davvero troppo sopra le righe. Forse il personaggio lo richiedeva, ma era veramente oltre. Alla fine ne è davvero uscita meglio la Roberts.
Comunque il tutto non mi ha convinto, l'ho trovato pesante e pretenzioso. Poteva esser qualcosa, ma ha decisamente mancato il bersaglio, anche con i personaggi, potenzialmente interessanti.
Per un momento mi sono illuminata, quando è apparso Cumberbatch, ma è durata poco. Quella forse era l'unica storyline che poteva rivelare qualche guizzo, ma viene relegata all'irrilevanza, un po' come tutto il resto, comunque.
Che spreco di attori.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  20/03/2015 16:02:04
   6½ / 10
La classica riunione di famiglia dove vengono fuori verita' e tradimenti che mettono a repentaglio la comunione e lo stesso nucleo familiare. La principale causa sembra essere una terribile Meryl Streep molto incline alla droga che rischia di lasciarsi sfuggire l'affetto delle sue figlie.
Ci sono molti protagonisti attorno al tavolo, forse buoni da scriverci un libro. Ma per un film di 100 minuti non basta per tratteggiare al meglio tutte queste personalita'. Alcune ne vengono fuori sbiadite, altre piu' tratteggiate ma nel complesso si puo' parlare di un'opera incompiuta, irrisolta...un po' come il suo finale.
Ottima la Roberts.

Bartok  @  01/03/2015 19:13:27
   6½ / 10
Grande cast e fantastica meryl streep, ma la trama non e granché, non convince del tutto e sembra non decollare mai, un film che si salva solo per le ottime recitazioni

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  09/01/2015 12:09:42
   7½ / 10
Ritratto (più) tragico (che) comico di una famiglia costretta ad affrontare gli irrisolti provenienti dal passato, ben celato da mistificanti apparenze, tornato ora a palesarsi come un rigurgito violento ed irrefrenabile. Lo sfondo è quello di un Oklahoma inospitale ed assolato, soffocante nella canicola che rende i rapporti ancora più tesi acuendo le tensioni di un ritrovo che da intimo e teoricamente contraddistinto da raccoglimento, cordoglio e comprensione reciproca, si tramuta in un gioco al massacro di cui principali interpreti sono Meryl Streep e Julia Roberts. La prima è Violet, matriarca tabagista incattivita dalla malattia e dagli psicofarmaci da cui dipende in maniera morbosa, la seconda è Barbara, indurita dagli eventi e da un matrimonio ormai tenuto in piedi per miracolo.
Intorno al loro eccellente incedere -anche se la Streep a tratti rischia di andare troppo oltre- boccheggia un'umanità sconfitta, illusa pateticamente o placata in una vita dalla quotidianità anestetizzante.
Lo stuolo di attori chiamato a disegnare questa combriccola sull'orlo del baratro è di quelli notevoli, ed infatti la pellicola, impostata più sul dialogo che sull'azione, è mirabilmente fondata su personaggi controversi e ottimamente sfaccettati su cui la sconfitta sembra aleggiare di continuo, come un condor che attende in volo l'ultimo respiro della sua preda.
Tratto da un lavoro di Tracy Letts (col quale il drammaturgo ha vinto il premio Pulitzer nel 2008) " I segreti di Osage County" fa generosa mostra di meschinità, bassezze e cattiverie, pronte ad esplodere tra le mura di una casa per troppo tempo custode di segreti ora giustamente chiamati alla luce.
John Wells si avvale di due ottime attrici capaci di rubare la scena a chiunque, arrivando addirittura ad accapigliarsi in un catfight da exploitation istantanea, allo stesso tempo concede spazio all'intimità degli altri, tratteggiando magari più velocemente ma non mancando di spessore. Non passano inosservate soprattutto l' insoddisfazione di Ivy (Julianne Nicholson) e la maschera eccentrica di Karen (Juliette Lewis), donne che conoscono bene quel vissuto col quale non è più possibile scendere a patti.

calso  @  06/01/2015 20:58:24
   6½ / 10
Storia di una famiglia dai mille segreti che vengono fuori via via nel momento in cui si ritrovano tutti assieme...attori bravi ma STORIA CHE NON DECOLLA...

TheLegend  @  04/01/2015 03:27:49
   7½ / 10
Dramma familiare ben scritto e interpretato che ha il solo difetto di non rimanere impresso a lungo nella mente a visione finita.

wicker  @  27/09/2014 12:55:38
   7 / 10
Piece teatrale riproposta sul grande schermo.Il conflitto di una madre che vessa sulle proprie figlie ogni ingiuria e freddezza (anche) con la scusa di avere il cancro..
Girato in un'Oklahoma mai così claustrofobica nonostante le sterminate pianure si regge sulle ottime interpretazioni di un grande cast..Su tutte Meryl Streep ovviamente..
mi ha fatto piacere rivedere una buona Julia Roberts dopo diversi buchi al botteghino..
Fotografia in chiaroscuro,dialoghi al vetriolo e un finale amarissimo mi sono piaciuti assai... promosso


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  25/08/2014 22:28:35
   6 / 10
Film che si regge quasi interamente sull'ottima interpretazione dell'intero cast su cui spiccano, su tutti, ovviamente le grandissime streep e roberts. Per il resto storia non eccelsa, che personalmente non mi ha preso più di tanto. Da vedere ma non da rivedere....

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  24/08/2014 09:52:39
   5½ / 10
Un po' soffocato dall'impianto teatrale di cui sembra volersi rivestire nonostante le disciplinate "aperture" paesaggistiche, "I segreti di Osage County" è l'ennesimo dramma familiare che si consuma in occasione di una reunion obbligata. Il risultato non convince del tutto a causa di uno script piuttosto deludente e scialbo. La tensione emotiva è appena formale e la contemplazione ha la meglio sull'emozione.

Prof  @  14/08/2014 16:08:05
   7½ / 10
Rimescola il sangue nelle vene.

vale1984  @  21/07/2014 22:32:23
   6 / 10
insomma...c'è qualcosa che manca, è prevedibile e non si capisce bene dove voglia andare a parare. I segreti sono davvero prevedibili e non basta il super cast a compensare.

topsecret  @  26/06/2014 14:33:58
   8 / 10
I SEGRETI DI OSAGE COUNTY è la storia di una famiglia come tante, minata da segreti, incomprensioni, problemi piccoli e grandi, cose non dette, sentimenti che contrastano con la classica quiete famigliare. Insomma una storia come tante altre viste al cinema che trattano simili argomenti. Quello che rende unica ogni storia è la caratterizzazione dei personaggi e la performance che ogni interprete offre, caricandola di quella profondità, di quell'umanità e di quella umoralità propria di ogni essere. E in questo il film di John Wells è unico. Unico come la capacità espressiva e attoriale di una superba Meryl Streep, unico come il carico emozionale e il carisma di Julia Roberts, unico come la bravura del resto del cast che indistintamente tenta, e ci riesce, di emozionare e far partecipe il pubblico che assiste all'ennesimo dramma famigliare che però colpisce nel profondo come pochi altri hanno saputo fare.
A mio modesto avviso è un film molto valido, capace di tante sensazioni diverse che consentono una fluidità e un coinvolgimento totale.
Magari un po' retorico, ma comunque capace di emozionare senza essere banale.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/08/2014 23.22.21
Visualizza / Rispondi al commento
StIwY  @  01/06/2014 19:04:47
   9 / 10
Eccellente film con la F maiuscola, malinconico e cinico, siamo ben lontani da una "happy family" alla Mulino Bianco, tutt'altro.

La tematica non è certo nuova, una famiglia che si sgretola, ma il cast è talmente stellare, la recitazione e il coinvolgimento ad alti livello che è uno di quei film che va visto assolutamente. Nessuno sbaglia un colpo, sono tutti calati perfettamente nel loro ruolo.

Invia una mail all'autore del commento Sgabroz  @  15/04/2014 03:13:14
   9 / 10
Film eccellente sotto ogni punto di vista, a mio avviso. Voglio solo sottolineare la bravura di tutti gli attori, capaci di rendere lo svolgimento del film coinvolgente ed emozionante. Consiglio vivamente la visione di questo film a coloro che amano le storie ben raccontate, i dialoghi veri, i vissuti emotivi che emergono e definiscono le relazioni tra i personaggi. Splendido, davvero. Maryl Streep di un realismo imbarazzante.

paride_86  @  08/04/2014 01:58:51
   7 / 10
Dramma familiare emotivamente coinvolgente e ben recitato, specialmente dal reparto femminile. L'unica pecca che ha è l'offrire un ritratto troppo pessimista dell'umanità: non c'è un solo personaggio che si salvi o che riesca a trovare un equilibrio positivo nel film.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  27/03/2014 14:34:25
   7 / 10
Wells ci riprova travestendosi da Woody, un two women show allestito su dialoghi brillanti (e si sente la differenza col poco stimolante 'The Company Men' in fase di scrittura), verboso come la logorroica zia Karen, inizio fastidiosamente sopra le righe (sembra davvero un ennesimo assist al talento istrionico della Streep dato che dietro c'è la Smokehouse Pictures di Clooney e i Weinstein che conoscono bene quali sono gli ingredienti per promuovere i loro prodotti mirando all'award season) poi si assesta su una quiete funerea, accesa dai battibecchi madre-figlia. Avvertibile il clima da pièce teatrale, la famiglia disfunzionale ha il suo picco nella sequenza del pranzo, raggiunge vertici di tragicommedia che alleggeriscono la durata e la lentezza (che per molti è sempre sinonimo di osticità), anticamera dei 'segreti', gli scheletri nell'armadio della famiglia Weston, tra adulteri, incesto inconsapevole e anche una pulsione di carattere pedofilo causata dagli effetti della cannabis. Cast stellare, Wells anche nella sua opera d'esordio non se l'è fatto mancare, marginale il sempre sottovalutato McGregor, particina anche per Benedict Cumberbatch che recentemente se lo contendono tutti, la Breslin in versione ribelle post Natali in 'Haunter', si rivede anche Cooper già mattatore nel precedente di Wells.

kako  @  21/03/2014 20:43:02
   6½ / 10
niente di originale o di non visto, una commedia drammatica che si regge sugli attori: un cast di tutto rispetto, ispirato, dove spiccano una al solito eccellente Maryl Streep e un'ottima Julia Roberts, ma dove ogni attore fa al meglio la sua parte. Tanti dialoghi, alcuni più riusciti, altri meno, nessun guizzo eccezionale, ma una storia che si dipana discretamente e si guarda volentieri.

frankb  @  10/03/2014 15:53:41
   6 / 10
Brave Maryl Streep e anche la Roberts, brava la Meryl in una parte che solo lei poteva fare o comunque le stava a pennello.

P.S. Non mi è piaciuto per niente vedere sto film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

marcogiannelli  @  24/02/2014 10:48:48
   6½ / 10
Mi ha ricordato "La stanza di Marvin" seppur ha qualcosa in meno..bella la scena della locandina, ottima la Streep

farfy  @  20/02/2014 01:21:26
   6½ / 10
Ha deluso le mie aspettative. Forse con un cast stellare come questo, c'è forse l'indole di sgomitare per trovare un posto più visibile al sole. Merylin Streep interpreta un personaggio odioso e volgare che non fa amare il film, neanche ironicamente. Prende la scena su di sé, ma con battute patetiche e a lungo andare snervanti. Brave le altre, ma non c'è amore, sentimento....sembra tutto così sterile e insulso. Gli uomini, al contrario delle donne, hanno più morale, pazienza e buonsenso. Le femmine sono forse la rovina dell'unione di una famiglia? Un messaggio un po' pesante....

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  16/02/2014 14:47:24
   7 / 10
Buonissimo film,non gode del fattore"rivedibilità" però ha dalla sua diversi elementi funzionanti.

Candidato agli Oscar per le categorie Miglior Attrice Protagonista e Non,al timone di questa trasposizione filmica della pièce teatrale di Letts abbiamo Meryl Streep e Julia Roberts.La prima,madre autoritaria e irrispettosa nei confronti dei legami familiari che vi fioriscono e vengono a galla nel racconto.
Una delle tre figlie(Roberts)invece la troviamo apparentemente schiva,contenuta nella sua rabbia ma risoluta e intenzionata a scoperchiare gli altarini della madre.

Una battaglia senza esclusione di colpi,il pretesto del suicidio del capofamiglia per inscenare un confronto/scontro fra compenenti familiari minori,più deboli fragili e inclini a delirare allo stesso livello della madre divenuta vedova e imbottita di psicofarmaci.

Il meccanismo autodistruttivo imbastito dal regista Wells,ricco di panoramiche opprimenti,carica il peso della pellicola sulle spalle dello spettatore,che non può rimanere indifferente di fronte a colpi bassi e ad una cattiveria feroce e senza patetici buonismi di fondo.

I comprimari danno il massimo per sostenere e/o sovrabbondare di isteria le due primedonne in lotta.
Un dramma che fa emergere verità scomode che rispecchiano in alcuni tratti anche la situazione di ognuno di noi quando fronteggiamo l'intera cerchia familiare

Da non sottovalutare.
7,discreta messa in scena sostenuta da una vasta gamma di attori in gran spolvero

Saluti da tnx.

NutriaDanzante  @  14/02/2014 21:59:28
   8 / 10
Penso che molti italiani non capiranno la bellezza di questo film probabilmente per la lentezza degli eventi e la classica frase "ma non succede nulla".
Io vi propongo di guardarlo in lingua originale, l'effetto sarà completamente diverso.
Inizialmente appena ho visto comparire l'ennesima volta il nome di Meryl Streep nella cinquina finale delle migliori attrici agli oscar, pensavo fosse una sorta di routine. Una volta visto il film mi son detto: Meryl Streep merita di vincere la quarta statuetta. Credo che solo un'attrice del calibro di Diane Keaton sarebbe stata in grado di calarsi nei panni del personaggio interpretato dalla Streep.
Sensazionale.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  12/02/2014 01:32:05
   5½ / 10
Pretesto hollywoodiano per far sfoggio di grandi interpretazioni da candidare agli Oscar, Osage Country è un tentativo di affresco familiare che cade nell'implausibilità di una costruzione narrativa troppo orientata a forzosi colpi di scena.
Eccezionale Julia Robers che mette in ombra una Meryl Streep presa a gigioneggiare non riuscendo a conferire al suo personaggio l'ambiguità necessaria. Inoltre il film non riesce ad avere quegli elementi di coralità con una scarso approfondimento di alcuni personaggi.
Alla fine tutto rimane com'era in un limbo che rende questo lavoro decisamente irrisolto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/04/2014 03.18.36
Visualizza / Rispondi al commento
marimito  @  10/02/2014 20:49:22
   7 / 10
Giulia Roberts e Meryl Streep meravigliose, appassionate e indiscutibilmente protagoniste del film, il quale sicuramente lascia lo spettatore basito per l'assurdità degli eventi e delle rivelazioni, anche se qualche volta l'assurdità rivelata è appunto così tanto assurda da diventare surreale. Merita ad ogni modo di essere visto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/02/2014 00:06:28
   7 / 10
Tracy Letts chiaramente predilige i giochi al massacro ed Osage Country traspone in una versione più seriosa il minimalismo paranoico di BUg e lo humor nerissimo di Killer Joe. Il film di Wells è un vaso di Pandora aperto che tra inganni, tradimenti e rancori personali distrugge sistematicamente ogni rapporto familiare, non solo emerge ma amplifica a dismisura ogni disfunzionalità dove dominano la rabbia collerica e velenosa della Violet di Meryl Streep e quella più contenuta della Barbara di Julia Roberts che creano un forte contrasto fra ridondanza e sottrazione di emozioni. Tanto di cappello al cast ma probabilmente la riduzione cinematografica da quella teatrale, più breve di un'ora forse si fa sentire, specialmente quando nella parte finale si procede per accumulo di colpi di scena e sacrificando eccessivamente le figure maschili dove comunque Chris Cooper sfrutta bene il proprio spazio, ma innegabilmente meno collettivo di quanto si creda considerando il forte dualismo accentratore di Violet/Barbara.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  06/02/2014 14:18:29
   7 / 10
Dramma famigliare piuttosto convenzionale nella storia. La sceneggiatura è sicuramente solida e ben scritta. I dialoghi sono spesso brillanti.
La cosa che sicuramente resterà di questo film sono le interpretazioni femminili: strepitosa Meryl Streep, brava Julia Roberts come anche Juliette Lewis,

BlueBlaster  @  05/02/2014 00:50:31
   6 / 10
Film alquanto pretenzioso e a volte stucchevole, cucito addosso alla maestosa Meryl Streep (ancora una volta da premio) e usato come pretesto per portare a casa qualche statuetta anzi per farle portare a casa a qualche attrice tipo Julia Roberts (assieme alla sua enorme vena frontale).
La morte del capofamiglia viene usata come pretesto per una riunione di famiglia tutt'altro che pacifica in cui emergeranno quelli che per l'appunto sono I SEGRETI DI OSAGE COUNTY ...

Senza star qui a disquisire su sceneggiatura o vari aspetti tecnici si può dire dire siano un paio d'ore di dialoghi...cinici, profondi, a volte divertenti fino ad un finale che era già scritto ma che lascia comunque l'amaro in bocca.
Non posso certo dire che me la sono spassata nel vedere questa pellicola, piuttosto ordinaria e leggermente noiosa...però grazie alle prove sentite di un forbito cast il risultato è discretamente piacevole.
Bellissima la canzone finale "Last mile Home" dei Kings of Leon !!!

Burattata  @  02/02/2014 01:29:51
   1 / 10
Classica burattata lenta pallosa estremamente urticante

dagon  @  31/01/2014 20:25:14
   5 / 10
Classico film americano con evento che porta alla forzata riunione di una famiglia, con tutti gli altarini, i rancori, i rapporti problematici che riaffiorano. Anche il registro oscilla tra dramma, commedia dolce amara... mah... molto stereotipato. Non mi è piaciuta nemmeno la Streep, che si solito mi entusiasma, molto (fastidiosamente) manierata nella sua interpretazione; paradossalmente, proprio per una questione di aspettative, ne esce quasi meglio la Roberts, in un certo senso, pur non arrivando ad allacciarle le scarpe, in astratto. Aria fritta.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  31/01/2014 00:59:36
   7½ / 10
Qualsiasi riserva sulla sceneggiatura, tutt'altro che priva di forzature (diciamo metà Faulkner e l'altra metà Eugene O'Neill e Flannery O'Connor) e sulla filosofia di un film per le masse travestito da prodotto autoriale passa in secondo piano di fronte alla superba prova dell'intero cast, da una superlativa Meryl Streep a un'incredibile e inattesa Julia Roberts, dal sempre incredibile Cooper al breve ma intensissimo cameo di Sam Shepard (a proposito, cari lettori, fareste bene a scoprirlo come scrittore, ne vale maledettamente la pena!!!). Il regista cattura una mise in scene vagamente teatrale spiccando per diverse ottime intuizioni, come quando Meryl Streep balla al ritmo di un celebre brano Southern rock davanti agli occhi esterefatti delle figlie. In realtà il Gioco al massacro, che vede uomini senza spina dorsale e donne nevrotiche sconfitte o magari remissive, non è nuovo al cinema americano (v. Tennessee Williams, o il già citato O'Neill) e talvolta spicca un disincantato tributo al "metodo" di scuola Lee Strasberg, per un pugno di emozioni fortissime che soprattutto la recitazione delle attrici principali riesce a schivare una certa artificiosità.
Non sono mai stato un grande ammiratore di Julia Roberts, ma quando dice alla figlia "non morire prima di me" credo di averla amata incondizionatamente.
Nel segno di quelle nevrosi che attraversano molto un certo genere letterario (chi conosce la letteratura americana sa di chi parlo) il Nucleo familiare diventa l'anticamera di un Inferno radicale, ed è quasi come vedere come gli Usa potrebbero percepire un Sussurri e Grida sostituendo Bergman alla funzione primaria e alla psicologia di una certa Visione Statunitense

4 risposte al commento
Ultima risposta 03/02/2014 06.38.51
Visualizza / Rispondi al commento
debaser  @  27/01/2014 15:22:54
   7½ / 10
Bel film, magistramente recitato dalla Street ed a sorpresa anche dalla Roberts. Un carnage in salsa midwest sullo sfascio morale di una normalissima famiglia della middle class americana. Piu'una piece teatrale che un lungometraggio ma da vedere assolutamente per gli amanti del genere.

Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  26/01/2014 12:26:39
   7 / 10
Meryl Streep non sbaglia mai. Anche qui è strepitosa, come in tutte le sue interpretazioni.
Brava anche la Roberts e anche la desaparecida Lewis.
Film carino ma niente di che. Si dimentica subito

Lory_noir  @  24/01/2014 16:21:56
   7 / 10
Un film recitato benissimo, con scene intense ma nella sua totalità non particolarmente ispirato. Ne vale la pena anche solo per Meryl Streep e, sorpresa, Julia Roberts.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerannabelle 3aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movieburning canecarmen y lolacercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi morti non muoionoil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitàil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatel'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaiasabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfieserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthe truththey say nothing stays the sameti presento patricktony drivertoy story 4un monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassowaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991721 commenti su 41956 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net