i professionisti regia di Richard Brooks USA 1966
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i professionisti (1966)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film I PROFESSIONISTI

Titolo Originale: THE PROFESSIONALS

RegiaRichard Brooks

InterpretiLee Marvin, Burt Lancaster, Robert Ryan, Claudia Cardinale, Ralph Bellamy, Woody Strode, Jack Palance, Maria Gomez

Durata: h 2.01
NazionalitàUSA 1966
Generewestern
Al cinema nel Giugno 1966

•  Altri film di Richard Brooks

Trama del film I professionisti

Un gruppo di avventurieri americani, ex combattenti con Pancho Villa, Ŕ incaricato da un uomo ricco di ritrovare la propria moglie, rapita da un bandito.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,03 / 10 (15 voti)8,03Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I professionisti, 15 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  01/06/2013 18:19:24
   9 / 10
"I professionisti" è un'opera eccelsa, lucida e vigorosa. Molte le sequenze memorabili: l'incipit e il cruento assalto al treno merci su tutte.

Manticora  @  28/05/2013 00:00:08
   8 / 10
Visto e rivisto innumerevoli volte il film di Richar Brooks non perde di mordente neanche dopo tutti questi anni, è sono più di 40! Con un cast al-star in cui spiccano il duro è inflessibile Lee Marvin, Burt Lancaster come sempre al top, Robert Ryan più compassato e Woody Strode, già visto nei pani del gladiatore Juba in Spartacus. Inoltre anche Jack Palance non sfigura, e Claudia Cardinale è una donna forte e risoluta. L'azione si dipana per tutto il film, inseguimenti, imboscate, sparatorie, strategia, verso un finale che ribalta tutto quello che si credeva, per dare il senso dell'etica, come dice Marvin, l'etica del lavoro è l'unica cosa che il suo gruppo ha, altrimenti non sarebbero dei profesionisti, ma solo tagliagole. emblematica la battuta " siete un bastardo" rivolto dal padrone ricco a Marvin. "già può darsi" è la risposta "ma voi lo siete fatto è finito, è vi siete abituato anche" disarmante risposta che mette fine alla diatriba.
Notevoli le location rocciose, musica idem, un classico!

daniele64  @  13/02/2013 13:18:45
   8 / 10
Gran bel film tardo western ambientato nel Messico delle infinite rivoluzioni,con un notevole cast,un'ottima regia ed una splendida fotografia. Bravi tutti gli attori,con un Marvin essenziale,un Lancaster che ruba la scena a tutti,uno Stroode sempre sottovalutato,un Ryan malinconico,un Palance perfetto ed una Cardinale già straordinariamente bella. Probabilmente da questo film hanno preso spunto altri autori per altre pellicole più o meno famose (dall'Oca selvaggia alla Sporca dozzina,dalla Ragione per vivere all'Esercito di 5 uomini,dai 4 per Cordoba al Mucchio selvaggio.). Grandi dialoghi e notevole la definizione di Rivoluzione data da Palance! Unico difetto,forse un po'troppo prevedibile e consolatorio (se è un difetto!).

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  06/02/2012 15:49:40
   7 / 10
Bel film western di Richard Brooks, che vale soprattutto per l'ottima recitazione, guidata da attori come Lee Marvin e Burt Lancaster, affiancati da bravi Robert Ryan e Claudia Cardinale, ed anche per le bellissime locations in cui il film è girato. La sceneggiatura, da molti ossequiata, è sicuramente brillante, con buoni ingredienti e uno svolgimento anche piuttosto fluido: ci sono tuttavia alcuni punti morti nel film, nei quali è privilegiata la psicologia dei personaggi e la morale delle vicende... Vi sono sicuramente alcuni difetti, come il passato dei protagonisti, non troppo messo a fuoco e complesso, e alcune sequenze sono eccessive (la conversazione tra Lancaster e il bandito messicano, che non fa che perdere altri dieci minuti per arrivare all'epilogo).
Per gli appassionati è un buon film, ma io, personalmente, preferisco un altro genere di western: quello di Brooks è troppo convenzionale. Più ritmato e teso e' per esempio quello di Peckinpah o quello di Ford.
Da vedere parallelamente a "L'albero della vendetta" di Boetticher.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  09/09/2011 00:22:45
   7 / 10
Quattro prefessionisti ex-combattenti vengono scelti per una missione apparentemente semplice ma che gia dal "via" mostra dei segnali oscuri e dubbiosi...
Un western che mescola bene azione,humor e romanticismo in una lotta tra il bene e il male dove non è chiaro a quale delle due fazioni appartengano i protagonisti del film!
La Cardinale bella come la ricordo solo in "c'era una volta il west"!

LoSpaccone  @  06/09/2011 23:44:01
   8 / 10
Come è stato detto nei commenti precedenti é un western passato un pò in secondo piano ma importantissimo per l'evoluzione del genere verso la fine degli anni '60, caratterizzato da forti dosi di avventura, ironico, ben dialogato. Marvin e Lancaster al top delle loro capacità.

Gruppo COLLABORATORI paul  @  31/07/2011 00:20:19
   9 / 10
Grandissimo e quasi misconosciuto western, di stampo classico e di un rigore di logica e sceneggiatura assai raro per un film hollywoodiano. Rigore che si sposa con il dovere dei protagonisti, ingaggiati e poi ingannati, ma che lasciano da parte i propri sentimenti pur di portare avanti e a fine un compito che è stato loro assegnato.
Bravissimi tutti gli interpreti, e davvero splendida la Cardinale. Imperdibile.

barbuti75  @  02/11/2010 20:07:12
   7½ / 10
Tardo western di Richard Brooks che grazie ad un cast eccellente da brio e vivacità ad un'incursione in terra messicana, tra bugie e sparatorie, tra sombreros e giacche americane.
Spicca la gigiona interpretazione di Lancaster che col suo personaggio fa quello che vuole.
Sceneggiatura pulita, senza sbavature, ma senza nemmeno strafare.
Bellissima come sempre la Cardinale.
Magari facessero anche oggi un western così...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  01/11/2010 15:03:52
   8½ / 10
Uno dei western più significativi del genere che fece da maestro per gli altri capolavori che uscirono più in là. Molte idee, fotografia spettacolare e un cast perfetto, deciso e convincente senza contare la bellissima Claudia Cardinale. Scene d'azione adrenaliniche e girate con gusto ( splendida la parte dell'attacco per salvare la signora ). Tutto da vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  20/10/2009 17:54:46
   7½ / 10
Maschio come i vecchi western, il suo viaggio, più che un’andata, appare un ritorno, romantico e nostalgico, che non rinuncia però allo spettacolo.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/10/2009 18.01.29
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE amterme63  @  19/04/2009 23:32:17
   7 / 10
Nello stesso tempo in cui Leone rivoluzionava il genere western, c’era ancora chi lo proseguiva in maniera tradizionale. Però anche questo film del 1966 certifica ormai che solo la forma esteriore del genere era ancora in qualche maniera viva e vitale; lo spirito che animava i grandi classici pre-1960 è ormai scomparso.
Un sentimento dominante in questo film è infatti il rimpianto e la nostalgia. I protagonisti sono abbastanza avanti con l’età e gli attori stessi appartengono alla vecchia generazione del cinema hollywoodiano. Tutti vivono quasi solo di ricordi e rimpianto; per loro c’è solo il passato e non c’è il futuro.
Rispetto ai grandi western viene meno lo sfondo epico e i contrasti etici che trasfiguravano le figure dei film di Ford e Hawks. Qui invece i protagonisti-eroi valgono quasi solo per se stessi, risaltano come personaggi da ammirare per bravure “tecniche”, per la freddezza, la perfezione e l’intelligenza. Perché rischino la vita, il fine delle loro azioni (il nucleo dei film d’avventura del passato) è più sullo sfondo. Cresce invece l’interesse per lo spettacolo, la bravura e l’ingegnosità impiegata.
I personaggi sono in genere più stereotipati, quasi grezzi, meno persone in carne e ossa e più tipi che servono a imbastire uno spettacolo e un divertimento cinematografico. Guarda caso poi tutto gli va bene e non hanno alcun intoppo. Tutto diventa fin troppo facile e prevedibile.
Apparentemente lo scopo della spedizione dei quattro professionisti è il ristabilire l’ordine legale dovuto al rapimento di una moglie. Nel momento in cui la vera causa si fa più incerta, allora la scusa ufficiale diventa il rispettare la parola data, un contratto scritto. Nei fatti invece la molla del loro agire diventa l’azione in sé, il fatto di sentirsi vivi per il solo fatto di portare a termine un’impresa, qualsiasi impresa. Viene fuori che i quattro hanno partecipato alla rivoluzione di Pancho Villa e Zapata più che altro per stare in mezzo all’azione, piuttosto che per ragioni ideali o politiche. Insomma ai grandi temi etici si sostituisce lo spettacolo dell’azione individuale o di pochi eroi.
Si fa strada piuttosto un termine etico che era stato solo abbozzato nel film “Sentieri Selvaggi” di Ford, cioè che ci possa essere un punto di vista contestatore e alternativo all’ordine costituito. In SS veniva preso in considerazione per un attimo ma poi lasciato cadere. Qui invece questo spirito prende il sopravvento e assume alla fine il predominio morale. Segno palese che nell’opinione pubblica americana qualcosa stava cambiando. Si tratta comunque di un unico accenno nel finale.
Per quanto riguarda il lato visivo e tecnico non mancano le scene di grande valore. Le scenografie del deserto sono molto affascinanti. Si tratta perciò di un buon film spettacolare con alcuni spunti interessanti. In quanto a profondità dei temi non è certo all’altezza dei grandi western del passato, di cui rappresenta solo un epigono.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  26/03/2009 12:23:34
   8½ / 10
Un signor western, probabilmente senza "I Professionisti" non sarebbe mai esistito "Quella Sporca Dozzina" e "Il Mucchio Selvaggio" non sarebbe così com' è. Sceneggiatura impeccabile che non fa' una grinza, un approccio classico alla Hawks che aggiunge allo hawksiano orgoglio per le cose ben fatte e per il proprio mestiere, l' etica di mantenere la parola data. Dosi massicce di humor perché sembra poi l' unico modo per affrontare una missione nella quale "sicuramente non c' è da perderci i calzoni, ma la vita". Primo film hollywoodiano di Claudia Cardinale ('mazza che poppe) e gran cast, ognuno esperto in uno specifico campo.

Dick  @  17/09/2007 09:14:32
   8 / 10
Attraverso uno schema classico il film è una riflessione sull' ambiguità della verità e sullo giudicare solo le azioni in sé subito piuttosto che comprenderne le ragioni. Protagonisti dei disillusi che non riescono proprio

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento emmepi8  @  27/01/2007 17:25:11
   8½ / 10
Un western i cui parametri vengono sfruttati per un messagio molto diverso.Un cast eccezionale che viene adoperato completamente, lasciando perdere i facili protagonismi, rendendo un servizio al cinema di un indubbio valore. La conduzione e' pirotecnica, ma senza mai perdere di vista il significato della storia.Il messaggio finale ci fa ricredere su un genere ormai portato alla superficilita'. Nel cast notiamo la Cardinale, imposta da Cristaldi per le sue conoscenze internazionali, quello che soprende e' che si e' doppiata da sola, anche se qualche espressione non e' delle migliori.
Un regia fromidabile, che insieme a A Sangue Freddo, rimane al top della filmografia di questo ottimo regista, che ha cercato di dare sempre il meglio, anche in operazioni melenze negli anni '50.
Burt Lancaster. Un grandissimo attore che ha contestao Hollywood dal di dentro, ed infatti vediamo i film che ha girato e che non sono mai d routine
Lee Marvin.Attore superlativo che dirige la scena della storia
Robert Ryan. Questo attore bravissimo, che vediamo in un gioco piu' piccolo, ma interesante psicologicamente
Jack Palance.Una faccia, una storia, qui la storia prende risvolti diversi dalla sua faccia e fa parte della sospresa

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  06/07/2005 10:04:31
   9 / 10
Affascinante e avvincente Western avventuroso anni '60 firmato Richard Brooks.
Il cast è indimenticabile, la Cardinale da capocigiro.
Rigorosamente da non perdere!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 T
1303 - 3d2047 - sights of death
 T
22 jump street
 T
3 days to kill
 T
adhd - rush hourafflicted
 T
anarchia - la notte del giudizio
 T
babysittingblue ruincan't stand losing you
 T
carta bianca
 T
cattivi vicini
 T
chef - la ricetta perfetta
 T
dragon trainer 2
 T
gabrielle - un amore fuori dal coro
 T
gebo e l'ombra
 T
hercules - il guerrieroi muppet 2
 T
il fuoco della vendetta - out of the furnace
 T
il magico mondo di oz
 T
il pianeta delle scimmie: revolution
 T
incompresa
 T
insieme per forza (2014)
 T
instructions not included
 T
into the storm
 T
io rom romantica
 T
io vengo ogni giorno
 T
jersey boys
 T
la gelosia
 T
la madre (2014)
 R T
la pioggia che non cade
 NEW
la ragazza del dipinto
 T
la ricostruzione
 T
le cose belle
 T
le origini del male
 T
le week-end
 T
l'estate sta finendo
 T
liberaci dal male
 T
mademoiselle c
 T
mai cosi' vicini
 T
maicol jecson
 NEW T
mud
 NEW T
one on one
 T
paranormal stories
 NEW T
pazza idea - xenia
 T
per nessuna buona ragione
 NEW T
planes 2 - missione antincendio
 T
provetta d'amore
 T
quel che sapeva maisie
 NEW
quel momento imbarazzante
 T
ragazze a mano armatario 2096 - una storia d'amore e furia
 T
rompicapo a new yorksharknado 2: the second one
 T
step up all instories we tellsurrounded
 HOT R T
synecdoche, new york
 T
the best man holiday
 T
the big wedding
 T
the congress
 NEW
the damned
 T
the dark side of the sun (2011)
 T
the gambler
 NEW T
the stag - se sopravvivo mi sposo
 T
thermae romae
 HOT T
transformers 4 - l'era dell'estinzione
 T
tutta colpa del vulcano
 T
tutte contro lui - the other womantutte le storie di piera
 T
un amore senza fine
 T
un insolito naufrago nell'inquieto mare d'oriente
 T
una notte in giallo
 NEW T
under the skin (2013)
 T
walesa: uomo di speranza
 T
we are the best!we are what we are (2013)

873279 commenti su 30983 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net
Division: Workless